Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Medici di famiglia: ecco il documento per gestire gli studi nella fase endemica

Posted by fidest press agency su sabato, 16 Maggio 2020

Un conto è gestire i pazienti nell’emergenza pandemica, un altro quando il coronavirus è diventato endemico e può colpire alle spalle in modo inatteso e a dispetto delle statistiche. A marzo la Fimmg ha varato il documento sulla gestione del triage telefonico dei soggetti Covid, e ad aprile le linee guida per la Fase 1, dove detta i criteri per segnalare pazienti sospetti ai servizi di prevenzione Asl e per distinguere possibili Covid-19 dai “normali” influenzati con prove di respirazione e conta dei respiri al minuto. Ora arriva un Protocollo per la gestione post-emergenza Covid-19 a beneficio di tutti gli studi di medicina generale. Un documento in sei capitoli con altrettanti protocolli: per il personale di segreteria, per i percorsi “sporco” e “pulito”, per la gestione dei pazienti in sala d’attesa, per l’ambulatorio medico, per la sanificazione e per l’uso di dispositivi di protezione. Un testo che, come ricorda il segretario nazionale Fimmg Silvestro Scotti, con i documenti precedenti costituisce un corpus di procedure connaturate a ciò che «la medicina generale, ritiene suo ruolo e responsabilità». Vediamo da vicino le regole. Intanto, l’assistente di studio non prende i dati clinici ma identifica il paziente, dà orario ed informazioni su come accedere in studio (se non ha mascherina gli va consegnata con i guanti, non possono entrare altri con lui a meno non sia disabile, deve disinfettarsi le mani con soluzione idroalcolica 70%). Ove possibile, il bancone va protetto con schermi trasparenti, non ci devono essere riviste in sala d’attesa, è necessario il distanziamento a costo di rendere inagibili con nastro adesivo alcune sedie, sempre dispenser a disposizione per le mani. Ove non due locali distinti, ci devono essere due armadi distinti per attrezzatura “sporca” e “pulita”; vanno diversificati i locali per i pazienti e quelli per il personale, separati i bagni (il più possibili dotati di attrezzatura monouso e disinfettati dopo ogni utilizzo), e vanno adottate tempistiche idonee per i fornitori esterni e le consegne di materiali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: