Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

“Il grande flagello. Covid-19 a Bergamo e Brescia”

Posted by fidest press agency su domenica, 28 giugno 2020

”Brescia Martedì 30 giugno 2020 – alle ore 18,30, presso il “Viridarium” del Museo di Santa Giulia si svolgerà la presentazione del volume di Massimo Tedeschi “Il grande flagello. Covid-19 a Bergamo e Brescia”, edito da Scholé. L’iniziativa, promossa da diverse realtà culturali – Cooperativa Cattolica Democratica di Cultura, Fondazione Brescia Musei, Scholé – e dal Comune di Brescia, vedrà la partecipazione –insieme all’autore- del sindaco di Bergamo Giorgio Gori e di Brescia Emilio Del Bono, del presidente dell’Ordine dei Medici di Brescia Ottavio Di Stefano. In attuazione delle norme sul distanziamento sociale per partecipare è necessario dare conferma al numero 030.2977833/34. In caso di maltempo la manifestazione si terrà nell’ Auditorium San Barnaba (Corso Magenta 44).
Bergamo e Brescia sono i territori che, in Italia, hanno pagato al Covid-19 il prezzo più alto. Due delle province più dinamiche economicamente e più avanzate per la qualità degli ospedali, tra la fine di febbraio e il maggio del 2020 hanno retto l’urto spaventoso di un virus che in quest’area e in poche settimane ha visto più vittime dell’intera Seconda Guerra mondiale e scene strazianti inimmaginabili. Sin dall’ inizio Massimo Tedeschi, giornalista e saggista, si è fatto cronista e interprete di questo drammatico periodo. L’allarme iniziale ampiamente sottovalutato, l’inefficacia del piano epidemico regionale, la diversità dei modelli di risposta della Lombardia e del Veneto, ma anche la “chiusura” di questa seconda regione a pazienti provenienti da altre, la mobilitazione degli ospedali di Brescia e Bergamo e la débacle della medicina di territorio, la sottostima delle vittime e la “strage silenziosa” nelle Rsa, la mancata creazione di una “zona rossa” in Bassa Valseriana e l’allestimento dell’ospedale da campo alla Fiera di Bergamo, le scelte delle amministrazioni locali e i gesti dei due vescovi, sono solo alcuni dei temi affrontati dal libro e riuniti in un racconto incalzante e che spinge a riflettere, oltre la narrazione. Il libro è costruito in tre parti. La prima, di carattere introduttivo offre una storia sintetica della pandemia nella Lombardia orientale e indica i temi di discussione di oggi futuri; la seconda è costituita da interviste consentono di ascoltare le voci e le analisi di alcuni dei protagonisti: i due sindaci Giorgio Gori ed Emilio Del Bono; il direttore del Dipartimento emergenza urgenza area critica dell’ospedale Papa Giovanni, Luca Lorini, e il direttore dell’Unità operativa Malattie infettive presso gli Spedali Civili, Francesco Castelli; il presidente dell’Ordine dei medici di Brescia Ottavio Di Stefano e la presidente dell’Ordine degli infermieri Stefania Pace; i vescovi alla guida delle due diocesi, Pierantonio Tremolada e Francesco Beschi; la terza è di fatto un diario di bordo che con ritmo tambureggiante consente di rivivere l’accavallarsi degli eventi, dei lutti, degli appelli, dei segnali di speranza a Bergamo e Brescia. Il Grande flagello consegna alla memoria collettiva il ricordo di una enorme tragedia, ma anche le chiavi interpretative per capire cos’ è accaduto e perché, Un esempio di come il giornalismo di qualità possa offrire, in presa diretta, pagine di cronaca storica e di passione civile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: