Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Fabio Cintioli, autore di “Per qualche gara in più”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 luglio 2020

Il decreto semplificazioni non convince tutti. Per qualcuno non si semplifica affatto ma si introducono pericolose scorciatoie. Abbiamo voluto chiedere un parere al prof. Fabio Cintioli autore per Rubbettino del libro «Per qualche gara in più. Il labirinto degli appalti pubblici e la ripresa economica».Cintioli è Professore di diritto amministrativo presso l’Università degli Studi internazionali di Roma e avvocato amministrativista ed esperto di appalti pubblici, è stato magistrato, consigliere di Stato, consigliere giuridico del Presidente del Senato e Segretario generale dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato.
I tecnici di Palazzo Chigi hanno mostrato la loro qualità. Adesso però spetta alla politica (tutta) trovare il coraggio che serve: si dica chiaramente che la gara complicata e l’aumento dei procedimenti non sono cose belle a prescindere e che non servono a prevenire né la corruzione né la criminalità. Questi obiettivi si realizzano meglio con affidamenti semplificati.Non si vede ancora nessun intervento su Anac, unica agenzia anticorruzione che in Europa provvede anche alla regolazione degli appalti pubblici. Persino le proposte più “timide”, come quella di Assonime, che suggerisce di distinguere due corpi organizzativi separati dentro un’unica Anac, non possono che ammettere l’esistenza di un problema. Lasciare le cose come stanno significa perdere l’occasione per un messaggio culturale imperdibile al Paese.Non si capisce bene – e rischia di segnare un passo contrario – la previsione di un nuovo controllo della Corte dei conti. Di controllori ne abbiamo già tanti. Infine la conferenza di servizi – il luogo delle paralisi conflittuali tra le amministrazioni – resta avvolta nel suo antico reticolo di ingegneria amministrativa che difficilmente si scioglierà senza scelte ancor più forti. Una per tutte? Al posto di 5 articoli se ne scriva uno solo. E poi si dovrà un giorno affrontare il problema a regime e fare i conti col complicatissimo nostro codice degli appalti».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: