Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 341

Istruzione: Un assistente tecnico in tutte le scuole

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 luglio 2020

Gli assistenti tecnici assunti per pochi mesi per fare fronte all’emergenza Covid-19, poi licenziati lo scorso 30 giugno, vanno lasciati al loro posto: lo prevede un emendamento al Decreto Rilancio, già approvato dalle Commissioni della Camera, che oggi approda nell’Aula di Montecitorio. Una manovra che si riallaccia al Piano nazionale di riforma, che accompagna il Def e che dovrebbe arrivare sul tavolo del prossimo CdM, il quale prevede di assicurare la fibra in tutti gli istituti entro due anni. Diventa così la regola il supporto tecnico-professionale assicurato durante la didattica a distanza a famiglie, alunni e lavoratori che hanno riscontrato difficoltà di collegamento alle piattaforme e nella gestione dei software. Per il sindacato, questi tecnici devono essere assunti in pianta stabile. Come vanno immessi in ruolo su tutti i posti vacanti i precari amministrativi, collaboratori scolastici e Dsga che hanno svolto almeno 24 mesi, a cui vanno aggiunti i 40 mila Ata indispensabili per riprendere le lezioni in presenza a settembre e per assicurare i servizi minimi essenziali.Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “con lo smart working che diventa una modalità di prassi, anche attraverso lo stesso attuale Decreto Rilancio, la didattica a distanza (seppure in casi estremi) sempre adottabile, la progressiva tecnologizzazione e digitalizzazione degli istituti e della didattica, la presenza di un assistente tecnico per istituto è diventata una necessità imprescindibile. Come vanno coperti con personale di ruolo tutti i posti vacanti e disponibili. Il coronavirus ci ha fatto comprendere che le necessità scolastiche sono mutate, che i lavoratori hanno bisogno di supporto e assistenza, anche alla luce dell’elevazione del livello tecnologico che il Governo vuole assicurare ad ognuna della 40 mila sedi scolastiche italiane”.
Sembra avere l’accoglimento dei parlamentari della Camera la richiesta del sindacato Anief di confermare in pianta stabile i mille posti di assistente tecnico informatico introdotti nel mese di aprile per decisione del Governo, al fine di dare una risposta nelle scuole al contagio di massa del coronavirus. A prevederlo è un emendamento approvato dalla Commissione Bilancio proprio “per l’assunzione di 1.000 assistenti tecnici nelle scuole di infanzia, primarie e secondarie di primo grado”.Si tratta di un provvedimento che va anche ad implementare il Piano nazionale di riforma che accompagna il Def e che dovrebbe arrivare sul tavolo del prossimo Consiglio dei ministri, che per rispondere alla sfida emergenziale del coronavirus.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: