Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Nasce una nuova identità “Populista”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2020

Ci siamo avvitati su noi stessi pensando al “populismo. Ma c’è da dire, in proposito, qualcosa di più come afferma Dick Morris, ex consigliere strategico di Bill Clinton a proposito del populismo digitale: “Internet offre suo tramite un potenziale per la democrazia diretta così significativo che può trasformare in meglio non solo il nostro sistema politico, ma la nostra stessa forma di governo …
Oltrepassando i rappresentanti nazionali e parlando gli uni con gli altri, i popoli del mondo useranno sempre di più internet per formare un’unità politica per il futuro. Prendendo spunto da queste considerazioni Carlo Bosna osserva: “Appare chiaro che l’integrazione del mezzo telematico in ogni contesto sociale spinge sempre più a nuovi approcci teorici basati su strumenti in grado di comunicare e condividere la conoscenza”. “La linea guida scelta è coerente al “meraviglioso sogno” di Tim Bernes Lee che ha forgiato il WEB fino ad oggi:
• La condivisione delle conoscenze e delle intelligenze potenziate dall’uso di Internet;
• La possibilità che i computer si parlino, e si capiscano, grazie allo sviluppo del Semantic Web .”
È un aspetto che personalmente mi affascina ma mi induce anche ad una obiettiva valutazione delle circostanze in cui si stanno determinando gli eventi nel mondo e che offrono al web delle opportunità comunicative non sempre di segno positivo.
Siamo, infatti, al cospetto di un eterogeneo pubblico della rete dove le nostre sensibilità sono messe crudamente alla prova.
È un genere di rapporto interattivo che ci fa riflettere perché la facilità con cui circolano le idee non sempre sono improntate alla ricerca di un modello virtuoso di società e per un governo della cosa pubblica che rifletta omogeneità d’interventi e capacità realizzative. Penso si tratti di un argomento che vada attentamente vagliato in chiave culturale per consentire all’umanità di appropriarsi di quel bene comune che è costituito da una conoscenza più approfondita su quel che siamo e che vorremmo essere. Penso, ad esempio, al terrorismo, alla pornografia, alla pederastia e alla diffusione sempre più insidiosa di ideologie aberranti che possono andare ad incidere sui processi democratici. In questo caso si possono giocare per vincere o perdere partite politiche per il solo fatto che vanno in rete notizie giuste frammiste a quelle fuorvianti. E il discorso da farsi, ovviamente, non riguarda solo la politica ma si estende all’economia, al welfare, al marketing, ecc. (Riccardo Alfonso)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: