Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Covid-19, i sintomi neurologici nei bambini

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2020

Secondo un case-serie pubblicato su Jama Neurology, i bambini con Covid-19 potrebbero presentare sintomi neurologici che coinvolgono il sistema nervoso, centrale e periferico, e cambiamenti spleniali all’imaging. Secondo Omar Abdel-Mannan, del Great Ormond Street Hospital for Children di Londra, e colleghi, i medici dovrebbero aggiungere Sars-CoV-2 alla loro diagnosi differenziale per i bambini che si presentano con sintomi neurologici.Nello studio sono stati inclusi pazienti (≤18 anni) che, tra il primo marzo e l’8 maggio, si sono presentati all’ospedale pediatrico di Londra con sintomi neurologici. Su 50 bambini, 27 mostravano caratteristiche coerenti con la sindrome infiammatoria multisistemica pediatrica Covid-19, 4 dei quali, precedentemente sani, avevano un coinvolgimento neurologico e sono stati ricoverati in unità di terapia intensiva a causa della sindrome. I sintomi neurologici di nuova insorgenza includevano encefalopatia, mal di testa, segni cerebrali e cerebellari, debolezza muscolare e riflessi ridotti. In tutti sono stati riscontrati cambiamenti del segnale nello splenium del corpo calloso e i test per il recettore N-metil-D-aspartato, la glicoproteina oligodendrocitaria mielinica e gli anticorpi contro l’acquaporina 4 erano negativi. I campioni di fluido cerebrospinale erano acellulari nei 2 pazienti in cui è stato testato, senza prove di infezione e con risultati negativi per bande oligoclonali. Nei 3 sottoposti a elettroencefalografia è stato osservato un eccesso di attività lenta e nei 3 sottoposti a studi di conduzione nervosa e elettromiografia, c’erano cambiamenti neuropatici e miopatici lievi. Al termine dello studio, tutti sono migliorati e 2 sono stati dimessi. «I risultati negativi del fluido cerebrospinale, la risposta all’immunosoppressione e la sovrapposizione clinica con la linfoistiocitosi emofagocitica suggeriscono che questo è probabilmente immuno-mediato» affermano gli autori discutendo in merito al coinvolgimento del sistema nervoso e alle lesioni allo splenium del corpo calloso. Da notare che nella coorte considerata, la cui piccola dimensione è il limite dello studio, i sintomi respiratori non erano frequenti e, se presenti, erano lievi. L’infezione da Sars-CoV-2 dovrebbe essere considerata in quei pazienti pediatrici che mostrano sintomi neurologici primari senza coinvolgimento sistemico. «È necessaria una stretta sorveglianza dello sviluppo neurologico per valutare gli outcome neurologici e cognitivi in questi pazienti» concludono gli autori. (fonte Doctor33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: