Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

AIL Nazionale schierata a fianco dell’URB

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 luglio 2020

L’AIL – Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma da oltre 50 anni sostiene i Centri di Ematologia italiani e la Ricerca Scientifica nel campo dei tumori del sangue e lo fa con particolare impegno, anche perché l’Ematologia italiana è riuscita negli ultimi decenni a mettere a segno fondamentali progressi sulla conoscenza delle basi genetico-molecolari dei tumori del sangue. In molti casi, grazie a questi avanzamenti, si sono ottenuti significativi miglioramenti della risposta alla terapia e della sopravvivenza. Tutto ciò ha contribuito a far crescere l’Ematologia fino a diventare un’eccellenza di riconosciuto valore internazionale.Una delle realtà certamente meritevoli di essere menzionate all’interno di questo scenario, è l’URB – Unità di Ricerca Biotecnologica di Aprigliano (Cosenza), il cui direttore scientifico è attualmente il dottor Fortunato Morabito, già primario dell’UOC di Ematologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza. L’Unità di Ricerca Biotecnologica, infatti, fa parte della rete nazionale LabNet sviluppata dal Gruppo Italiano GIMEMA e nata dall’esigenza di creare una rete di laboratori certificati di alta qualità, che seguono protocolli condivisi e procedure standardizzate, riconosciute a livello internazionale, al fine di effettuare una diagnosi precisa e accurata, utilizzando le più avanzate tecniche di diagnostica molecolare, e monitorare al meglio la malattia e la risposta alla terapia.Il progetto, nato nel 2008 per i pazienti con Leucemia Mieloide Cronica (LMC), oggi è stato esteso anche ai pazienti con Leucemia Mieloide Acuta (AML), con Sindromi Mielodisplastiche (MSD) e Neoplasie Mieloproliferative croniche Philadelphia-negative (MPN Ph-). Nella rete LabNet LMC operano 55 Laboratori standardizzati, e ciascuno di essi funziona da riferimento per uno o più Centri di ematologia su tutto il territorio italiano. Ogni anno, i Laboratori certificati LabNet sono sottoposti a rigorosi controlli di qualità per la standardizzazione di metodiche altamente sofisticate. La complessità delle indagini di laboratorio è, infatti, aumentata ed ha portato ad una sempre maggiore specializzazione dei Laboratori diagnostici, da un lato, perché solo anni di esperienza in un determinato ambito consentono di arrivare a elevati standard di qualità nell’esecuzione degli esami; dall’altro, perché l’elevato costo di queste tecniche diagnostiche può trovare la sua sostenibilità solo in un sistema di gestione di risorse e competenze centralizzato.Il Laboratorio Ematologico dell’Unità di Ricerca Biotecnologica di Aprigliano è sostenuto da AIL Cosenza Fondazione Amelia Scorza ONLUS e da anni opera in questo ambito, partecipando a tutti i controlli di qualità organizzati nell’ambito delle reti LabNet. Pertanto, risulta competente e qualificato per la gestione dei pazienti nel territorio in questione. Il suddetto Laboratorio ha, infatti, acquisito da tempo tutte le certificazioni nell’ambito dei progetti:
LabNet LMC per la diagnosi e il monitoraggio della leucemia mieloide cronica;
LabNet LMA per la diagnosi della leucemia mieloide acuta e il monitoraggio della malattia minima residua;
JakNet per la diagnosi e il monitoraggio delle patologie mieloproliferative croniche Ph negative.
Oggi, però, l’URB di Aprigliano vive un momento grande difficoltà e la vicinanza di tutta l’AIL è più che mai necessaria, in quanto, nell’ambito di un più ampio progetto regionale di razionalizzazione della rete dei laboratori, sembrerebbe ormai prossima la decisione del Commissario straordinario della Azienda Ospedaliera di Cosenza di trasferire l’attività di diagnostica ematologica dal l’URB di Aprigliano al laboratorio centrale dell’Ospedale dell’Annunziata, creando, di fatto, le premesse per un’inevitabile ridimensionamento delle grandi capacità di ordine assistenziale e scientifico che hanno connotato, per circa un decennio, l’attività di questo centro di eccellenza.Per questa ragione, tutta la grande comunità AIL è schierata accanto alla Sezione AIL di Cosenza e alla sua Presidente, che si è sempre impegnata nel sostenere questa eccellenza, anche con battaglie legali, che ci auguriamo portino i risultati sperati di mantenere attivo il Laboratorio Specialistico Ematologico dell’URB e del suo ruolo cruciale di anello di congiunzione tra ospedale e territorio nella diagnosi e cura dei tumori del sangue.Adesso, si attendono le decisioni del TAR Calabria, che dovrebbero giungere entro la fine del mese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: