Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Tumori del cavo orale: chirurgia ricostruttiva per parlare e mangiare di nuovo

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 agosto 2020

Il 19 febbraio, in una camera di degenza della Otorinolaringoiatria del Papa Giovanni XXIII, è ricoverato S.G., 64 anni, pensionato e residente in provincia di Bergamo. Ha appena subito una complessa operazione di microchirurgia ricostruttiva a causa di un raro tumore. Una parte della sua lingua è stata asportata. Il pezzo mancante è stato sostituito con un lembo prelevato dalla sua coscia. Per S.G. Il peggio è passato. Il paziente viene dimesso il 6 marzo. A Bergamo la diffusione dell’epidemia da Covid-19 è in crescita esponenziale. L’ospedale in cui si trova non è ormai più quello che lo aveva accolto solo due settimane prima.Tutto per S.G. ha avuto inizio a fine novembre 2019. Un fastidio, come un bruciore nella parte posteriore sinistra della lingua, lo convince a rivolgersi al medico. L’ipotesi iniziale è quella di un’infiammazione. Si prova con un collutorio. Ma il dolore non passa. Allora S.G. pensa a qualche disturbo legato alle gengive o a un ascesso. Il dentista rivela invece la presenza di un nodulo e lo indirizza alla Stomatologia del Papa Giovanni. Subito viene coinvolta l’Otorinolaringoiatria che prescrive un approfondimento diagnostico: una biopsia col prelievo di una piccola porzione di lingua e una Risonanza magnetica per valutare la situazione dei tessuti e dei linfonodi del collo. La diagnosi arriva a gennaio. Il tumore alla lingua è un carcinoma. Rappresenta circa il 2% di tutti i tumori diagnosticati in Italia ogni anno. La sua incidenza è di 8-10 casi su 100.000 abitanti. Per S.G. viene fissato il ricovero e la sala operatoria per il 19 febbraio. L’operazione dura più di 5 ore. E’ un intervento di microchirurgia particolarmente complesso, al pari del suo nome: emipelviglossectomia. “Una diagnosi tempestiva in questi casi è fondamentale. L’intervento chirurgico va fatto il prima possibile. E’ un’operazione che si svolge in sincrono tra specialisti di diverse discipline chirurgiche – spiega Giovanni Danesi, professore di Otorinolaringoiatria all’Università di Trieste e direttore del Dipartimento delle Neuroscienze e dell’Unità di Otorinolaringoiatria dell’ASST Papa Giovanni XXIII -. L’otorino asporta la porzione di lingua colpita dal carcinoma e consensualmente svuota i linfonodi del collo, per ridurre il rischio che il tumore si diffonda con metastasi ai linfonodi stessi. In contemporanea il chirurgo plastico si prepara per la ricostruzione”.
A soli quattro mesi dalle sue dimissioni, S.G. parla distintamente. “Se non comunico sto male – confessa in un’intervista telefonica -. Sono sempre stato abituato a parlare, anche per lavoro. Da quando l’emergenza covid-19 è passata mi sono già sottoposto a due visite di controllo. Non ho problemi di deglutizione. La voce e la dizione le sento mie. Sto però seguendo un percorso con un logopedista, sempre al Papa Giovanni. Devo perfezionare la masticazione e lavorare su alcune singole parole. Il consiglio che mi sento di dare a tutti, da ex-fumatore, è di abbandonare subito la sigaretta”. Come per tutti i tumori del cavo orale, anche per quello alla lingua sono fattori di rischio il fumo di sigaretta, il consumo di alcol e traumi interni alla bocca. Il tumore alla lingua può presentarsi con una macchia oppure con una lesione che non guarisce. Spesso si sente un dolore, anche lieve, e cattivo sapore in gola. S.G. è stato il sesto paziente a sottoporsi a questo tipo di operazione al Papa Giovanni nell’ultimo anno e mezzo. Per tutti l’esito è stato positivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: