Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Primato del Covid in Sicilia

Posted by fidest press agency su sabato, 22 agosto 2020

«La Sicilia è riuscita ad acquisire il primato che nessuno voleva. Siamo infatti la regione con la più alta percentuale di crescita del contagio e il re ormai è nudo». A dirlo è Pippo Zappulla, segretario regionale di Articolouno in Sicilia. «Ottantanove contagi in più in un solo giorno – continua Zappulla – rappresentano un dato molto preoccupante da vera emergenza sanitaria e, al contempo, testimonia il fallimento del governo regionale. Musumeci ha sprecato il tempo polemizzando a giorni alterni con il governo nazionale dimenticando che il suo ruolo è quello di difendere i diritti dei siciliani e non gli interessi di Salvini. Anche lui, nel tentativo strumentale di scaricare tutto sui migranti omette di dire che molti focolai hanno ben altre origini. presenze turistiche non adeguatamente controllate, turismo di ritorno, superficialità e lassismo nei luoghi di villeggiatura, movida senza regole». «La verità amara – afferma Zappulla – è che ad abbassare pesantemente l’attenzione e il rispetto dei cittadini per le precauzioni fondamentali sono state campagne mediatiche dissennate del centrodestra tutte tese a sminuire e ad affermare che il Covid 19 non è più se mai lo è stato un problema sanitario vero ; lo stesso centrodestra che sostiene il governo Musumeci e non ho letto né sentito una sola presa distanza dal Presidente della Regione su dichiarazioni e affermazioni davvero così irresponsabili. Oggi dopo avere criticato, per ingraziarsi qualche categoria, il governo nazionale per il blocco totale dei mesi scorsi torna schizofrenicamente a minacciare la chiusura di tutta la Sicilia, scaricando sui cittadini, sulle attività economiche e sui Sindaci la responsabilità a gestire una situazione molto grave e complicata». «Per evitare assembramenti – conclude Zappulla – si rafforzino i controlli, si promuova con più forza l’utilizzo delle mascherine nei luoghi e locali chiusi, si riattivino i servizi sanitari. E soprattutto in queste settimane di agosto si preveda obbligatoriamente il test e il tampone per chi viene in Sicilia dai Paesi più a rischio e per i siciliani che tornano da questi Paesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: