Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Tunisia: servono progetti a favore dell’occupazione,Università e scuola e controllo congiunto dei confini

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2020

Così la comunità del mondo arabo in Italia(Co-mai) e l’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) e L’Unione medica euro mediterranea(UMEM) ringraziano il Governo Italiano per tutti gli sforzi che sta facendo per sostenere la Tunisia ma dall’altra parte avvertono che 21 milioni di euro per combattere l’immigrazione irregolare non sono sufficienti perché non è la soluzione che serve in questo momento di grande difficoltà economica e disoccupazione giovanile.
“Da anni si parla di accordi bilaterali tra l’Italia e la Tunisia senza mai affrontare globalmente la questione rispettando la reciprocità e l’uguaglianza e risolvendo i motivi delle partenze dalla Tunisia che oggi sono diverse dalla primavera tunisina nel 2011.Bisogna combattere la disoccupazione giovanile che è in aumento continuo, bisogna sostenere progetti a favore delle scuole, dell’università e insegnare ai giovani nuovi mestieri per lavorare e studiare in Tunisia come chiede la maggioranza di loro. Quindi non costretti a migrare per trovare situazioni migliori costretti ad utilizzare i mercati dell’immigrazione irregolare coperti da generali e poliziotti corrotti. Proprio questo è il problema: non è più sufficiente e utile dare soldi solo per combattere l’immigrazione irregolare se non si combatte la corruzione ai confini e non si impegnano tutti i paesi europei ed i paesi da dove provengono la maggioranza dei migranti irregolari con un controllo congiunto euro mediterraneo e salvaguardare la solidarietà e combattere la violenza contro donne e minorenni come avviene da anni, denunciato dai migranti stessi che pagano fiori di soldi ai mercanti degli esseri umani. cosi Dichiara Foad Aodi presidente Amsi e Co-mai e Membro registro esperti e Gdl salute Globale Fnomceo che segue l’immigrazione dal 2000 con Amsi e ha partecipato a numerosi incontri e conferenze su immigrazione e cittadinanza con La Lega Araba sia in Egitto che in Tunisia in qualità di esperto e presidente Amsi e Co-mai è stato nominato membro del Comitato Scientifico del dipartimento immigrazione e sanità della Lega Araba in Egitto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: