Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Archive for 13 settembre 2020

Strappata alla vita per mano di suo fratello

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

«Un pensiero e una preghiera per Maria Paola, strappata alla vita a 20 anni per mano di suo fratello.Tanta la violenza che si cela dietro questa inaccettabile morte: da quella contro gli omosessuali e quella sulle donne. Ma anche quella indegna idea che una donna non possa scegliere per sé stessa e che abbia bisogno del permesso di qualcuno per essere libera. C’é una violenza atroce che dilaga tra i giovani e che continua a sfociare in simili episodi. Un inaccettabile degrado che abbiamo il dovere di arginare al più presto. Lo Stato deve tornare a farsi sentire e dare il messaggio chiaro che la violenza non è tollerata e chiunque la pratichi ne dovrà rispondere davanti alla legge.Ora pena esemplare per questo schifoso assassino».Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Il premer Conte ammette le carenze strutturali che si trascinano e dice grazie ai docenti

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

“La scuola sconta carenze strutturali che ci trasciniamo da anni aggravate dall’attuale pandemia”: è uno dei passaggi più importanti del messaggio inviato oggi dal premier Giuseppe Conte per l’inizio della scuola previsto domani nella maggior parte delle regioni italiane. Nel rivolgersi a studenti, famiglie e personale, assieme all’esigenza primaria di “rispettare le regole di cautela che” consentono di tutelare “la salute delle persone”, il premier si è quindi soffermato sui danni prodotti dall’indifferenza di governi passati e dallo sconcertante dimensionamento approvato da ormai 12 anni e mai contrastato dai governi successivi.“Come sindacato – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – giudichiamo l’intervento di Giuseppe Conte appropriato, perché ha colto i punti focali che caratterizzeranno questo difficile anno scolastico, a partire dalla necessità di rispettare le regole e il distanziamento sociale, a scuola ma anche in tutti gli altri luoghi. La scuola – prosegue il sindacalista – non poteva arrivare preparata al meglio a questo appuntamento, poiché i tagli di 4 mila istituti autonomi, di 200 mila e oltre docenti e Ata, di prezioso tempo scuola e di risorse ingenti al settore della Conoscenza, non potevano essere cancellati in pochi mesi. A questo punto, confidiamo più che mai nel fondi del Recovery fund e ci fanno bene sperare le affermazioni fatte nei giorni scorsi dallo stesso premier, assieme al suo ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, di voler porre proprio la scuola al centro del progetto di riqualificazione del Paese, attraverso oltre 200 miliardi provenienti dall’UE”.Secondo il Presidente del Consiglio la ripartenza della scuola deve essere l’occasione per tornare ad investire nella Conoscenza e in chi vi opera. Giuseppe Conte si è rivolto infatti anche “agli insegnanti”, rimarcando che hanno “fatto uno sforzo straordinario in questi mesi di lockdown continuando a fare lezione con la didattica a distanza: non era affatto facile – ha detto il presidente del Consiglio – eppure avete svolto un grandissimo lavoro e per questo vi siamo grati. Ringrazio anche le famiglie, le mamme, i papà che hanno fatto molti sacrifici. Grazie anche ai dirigenti e tutto il personale della scuola: in questi mesi estivi non vi siete fermati un attimo, avete lavorato tantissimo per essere pronti per la riapertura. Saremo con tutti voi, saremo al vostro fianco e continueremo a esserlo nei prossimi giorni e mesi”.Le parole del presidente trovano l’apprezzamento del sindacato Anief. “Secondo il presidente del Consiglio – spiega il suo presidente Marcello Pacifico – è dunque giunta l’ora valorizzare sempre di più il ruolo dei docenti: è il suo è un impegno importante, da rimarcare, perché se attuato andrebbe a sovvertire anche in questo ambito la politica del risparmio scientificamente introdotto negli ultimi decenni contro la categoria degli insegnanti, fino ad impiegatizzarli e a burocratizzare oltremodo il loro operato quotidiano. Assieme ai limiti strutturali, sugli organici, sull’ammassamento di alunni, il lockdown ha messe in luce la rilevanza dell’azione formatrice dei docenti. Appena superati i problemi d’inizio anno, coperti i 250 mila posti senza titolare, avviata la macchina organizzativa dei concorsi, l’attenzione del Ministero e del Governo è fondamentale che si incentri proprio sulla valorizzazione, professionale ed economica, dei docenti e del personale Ata”.Anche questi punti sono stati toccati oggi nella lettera inviata dallo stesso presidente nazionale a tutto il personale scolastico e agli alunni. “Dobbiamo stabilizzare – scrive Pacifico – i precari e assumere tutti i vincitori dei concorsi, dobbiamo abolire le classi pollaio, dobbiamo recuperare i diecimila plessi dismessi, utilizzare organici certi su tutti i posti vacanti specialmente su quelli di sostegno. Abbiamo il dovere, in poche parole, di dare un futuro all’Italia nella sua vocazione europea, terra di tolleranza, di creatività, di diritto, di cultura. Il nostro obiettivo – conclude il sindacalista autonomo – è quello di ricostruire insieme una scuola più giusta che sia fondata sul rispetto del diritto nazionale e comunitario’.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La 77a edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica è stata sicuramente ottima

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

A fronte anche del difficile momento organizzativo: l’edizione di quest’anno dona forza e speranza al cinema e al teatro per ripartire. E’ stata sicuramente una gioia vedere le persone affollare le sale, nel rispetto delle norme. Il nostro plauso va all’amministrazione regionale di Zaia e comunale di Brugnaro, al presidente della Biennale Cicutto, al direttore Barbera e agli staff – afferma il responsabile Cultura di Fratelli d’Italia, capogruppo in commissione Cultura alla Camera, deputato Federico Mollicone – Abbiamo avuto anche la dimostrazione che si può innovare, con un’edizione “digitale” con prenotazione online dei film. Va, comunque, riconosciuto l’oltraggio per il cinema italiano, nonostante lo sforzo produttivo di RaiCinema. In particolare, l’opera di Gianfranco Rosi, già invitata ai maggiori festival internazionali e accolta molto favorevolmente da pubblico e addetti ai lavori, è stata esclusa forse perchè, come ha detto l’ad di Rai Cinema Del Brocco, la giuria non rappresentava tutte le sensibilità del cinema. La vittoria è stata attribuita a “Nomadland”, espressione del pensiero unico relativista, un’opera molto lontana dal senso del tempo che stiamo vivendo. Certo non è sufficiente il premio a Favino, peraltro nemmeno attore protagonista ma con un ruolo più che altro da produttore. Crediamo sia arrivato il momento di istituire un Leone d’oro al cinema italiano come categoria, con la partecipazione dei nostri prodotti cinematografici anche nelle altre categorie. Siamo la patria del cinema e non possiamo accettare che giurie “politically correct” oltraggino così il nostro cinema e i nostri autori. Non vorremmo che qualcuno abbia costruito un Festival solo per l’immagine internazionale, senza pensare alla valorizzazione del cinema nazionale.”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arrivati in Italia i 20 rifugiati vincitori di borse di studio dei corridoi universitari

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Sono arrivati in Italia i venti rifugiati destinatari di borse di studio che proseguiranno il loro percorso accademico in dieci atenei italiani grazie al progetto University Corridors for Refugees.Gli studenti, tra cui una donna, provengono da Eritrea, Sudan, Sud Sudan e Repubblica Democratica del Congo, e sono stati selezionati sulla base del merito accademico e della motivazione, attraverso un bando pubblico, da una commissione di selezione individuata da ciascuna università. Una volta completato il periodo di quarantena reso obbligatorio dall’emergenza Coivd-19, gli studenti inizieranno il loro percorso universitario presso le Università di Cagliari, Firenze, L’Aquila, Milano (Statale), Padova, Perugia, Pisa, Roma (Luiss), Sassari, e Venezia (IUAV).Il progetto, che vede la collaborazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dell’UNHCR, Agenzia ONU per i Rifugiati, di Caritas Italiana e Diaconia Valdese, e’ reso possibile anche grazie al sostegno dell’Universita’ di Bologna (promotrice della prima edizione del progetto nel 2019) e di un’ampia rete di partner in Etiopia (Gandhi Charity) e in Italia che assicureranno il supporto necessario agli studenti per tutta la durata del programma di laurea magistrale.“Siamo estremamente felici per questo straordinario risultato”, ha dichiarato Chiara Cardoletti, Rappresentante dell’UNHCR per l’Italia, la Santa Sede e San Marino. “Con questa iniziativa l’Italia dimostra di voler essere all’avanguardia nell’individuare soluzioni innovative per la protezione dei rifugiati”. Solo il 3% dei rifugiati a livello globale ha accesso all’istruzione superiore, secondo il rapporto UNHCR intitolato Coming Together for Refugee Education, pubblicato la scorsa settimana. Una tendenza che puo’ essere invertita, anche con i Corridoi Universitari.Entro il 2030 l’UNHCR si pone l’obiettivo di raggiungere un tasso di iscrizione del 15% a programmi di istruzione superiore per i rifugiati in paesi d’accoglienza e paesi terzi anche attraverso l’ampliamento di vie di accesso sicure che tengano in considerazione i bisogni specifici e le legittime aspirazioni dei rifugiati di costruire il loro futuro in dignità.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: ulteriori nuovi spazi per ripresa attività didattica grazie a Protocollo d’Intesa tra Roma Capitale e Vicariato di Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Roma Nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra Roma Capitale e Vicariato di Roma, sono stati reperiti ulteriori nuove sedi che consentiranno agli istituti scolastici di ampliare lo spazio a disposizione e rispettare con maggiore cura il distanziamento necessario. Nello specifico, il Vicariato di Roma ha messo a disposizione 13 parrocchie e 2 Istituti Religiosi che ospiteranno 68 classi di Istituti di diversi Municipi di Roma per un totale di 1.311 alunni.L’obiettivo è quello di garantire che le attività educative e didattiche “in presenza” possano svolgersi regolarmente nel corso dell’anno scolastico 2020-2021.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capital markets union: Economic and monetary affairs committee calls for an urgent completion

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

MEPs called for removing barriers and simplified rules to allow SMEs, mid-caps and start-ups access to financial markets in a non-binding report adopted on Thursday. In their report, MEPs call for the development of the Capital Markets Union (CMU) to be accelerated, arguing that this would be a viable way for fund deprived companies to tap into financial markets and reduce their reliance on bank lending. To this end, MEPs proposed several targeted changes aligning and simplifying the existing provisions concerning for example capital requirements, reporting frameworks or listing requirements for SMEs regarding Initial Public Offerings. They also call for an acceleration of the development of the EU venture capital and private equity markets to increase transparency and reduce fragmentation. At the same time, the report stresses that adequate prudential rules for loss absorption capacity are fundamental. MEPs also suggest that the Commission should come forward with several legislative proposals, including a proposal on ‘European Secured Notes’ (ESNs), as a new dual-recourse funding instrument for banks, which could help improve access to financing for SMEs across the EU, or a European Single Access Point for financial and non-financial information in respect to listed and unlisted EU companies.MEPs point out that the CMU requires a developed investor base with suitable investment options for retail investors paired with the improved disclosure and comparability of key information. They call for a more horizontal, harmonised, approach to consumer and investor protection in the EU financial services legislation, adapted to the green and digital transformation, in order to ensure effective and consistent levels of protection across all financial products and providers.Finally, the adopted text highlights that the CMU should be a key contributor to the transition towards a sustainable, competitive and resilient economy complementing public investment, and in line with the EU Green Deal. The text also points out that Europe competes for capital in a global market therefore efficient and resilient European capital markets are critical to protecting Europe’s economic sovereignty. The report was adopted with 37 votes to 10.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Economic and monetary affairs committee calls for boostingthe EU FinTech sector

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

MEPs advocated for a robust EU framework for crypto-assets, cyber resilience, data sharing and customer safety, in a non-binding report adopted on Thursday.MEPs of the Economic and Monetary Affairs committee welcomed the Commission’s commitment to finalising an Action Plan on FinTech by the third quarter of 2020. They stress that any measures taken at the EU level should leave all market participants space to innovate, be proportional and technologically neutral, risk based and allow for high levels of consumer and investor protection. They call for a common European model with a crucial role for the European Supervisory Authorities (ESAs) and international cooperation for standards setting.
In their recommendation, MEPs focused on crypto assets, calling for a comprehensive pan-European open-ended taxonomy for new products, as well as for a common monitoring and supervision framework. They point to regulatory gaps in the EU legislation such as that concerning anti-money laundering and advise targeted changes to the existing provisions.
In their report, MEPs highlight a need for a common approach to cyber resilience of the financial sector. They call for legislative changes in the area of ICT and cyber security requirements for the EU financial sector with a focus on modernisation, compliance with international standards and operational resilience testing.Finally, MEPs stress that the free flow of data within the EU is necessary to scale up innovative finance but cross-border data flows, including to and from third countries, must be monitored and governed under the EU legislation on privacy and data protection.Digital finance plays a key role in developing financial activities and will be integral to the success of the Capital Markets Union (CMU), says the text. It will increase financing and investment options for companies and citizens and has a potential to help close the SME financing gap. The text was adopted with 44 votes to 5 and 8 abstentions.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano Link International Amateurs Competition

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Sono stati presentati ieri pomeriggio in diretta streaming, su Facebook e YouTube, i nomi dei 10 finalisti, provenienti da 7 Paesi in tutto il mondo. Ad annunciarli è stato il direttore artistico del concorso Andrea Vizzini. PianoLink International Amateurs Competition è un concorso internazionale dedicato esclusivamente ai pianisti amatori che aveva preso avvio il 17 Agosto in modalità online. La competizione è stata ideata dall’Associazione Musicale PianoLink, in collaborazione con Yamaha Music Europe Branch Italy e CremonaMusica International Exhibitions and Festival, ed è dedicata a tutti gli amanti e appassionati del pianoforte.
I FINALISTI per la categoria non diplomati sono: Carlo Bergamasco, Avvocato, Italia; Felicia Cheng, Neuroscienziata, Taiwan; Carl Di Casoli, Matematico, U.S.A; Joowon Kim, Laureando in letteratura, Sud Corea; Irene Longacre Whiteside, Executive Assistant, U.S.A. Per la categoria diplomati i finalisti sono: Michael Cheung, Manager, Canada; Cristina De Compadri, Imprenditrice, Italia; Alain Mari, Ingegnere informatico, Francia; Robin Stephenson, Docente universitario di matematica, Regno Unito; Zachary Weiner, Ingegnere informatico, U.S.A.
La giuria ascolterà i 10 finalisti sia dal vivo che in live-streaming (il Concorso prevede le prove da remoto per i finalisti che non possano recarsi a Cremona per le restrizioni legate all’ attuale situazione sanitaria) e decreterà i 5 vincitori del concorso ed il vincitore assoluto, che si esibiranno a Milano e a San Pietroburgo nel 2021 e saranno intervistati per la prestigiosa rivista Pianist.A tutti i concorrenti ammessi al Concorso sarà inviata una valutazione sintetica personalizzata sia in forma di messaggio vocale che scritta, a cura di ciascun giurato ed un Attestato di Partecipazione. Gli Organizzatori produrranno in tiratura limitata, un DVD celebrativo contenente le performance dei finalisti, che sarà regalato ai rispettivi interpreti. I cinque Vincitori del Concorso si aggiudicheranno: Recital dei Vincitori a Milano all’interno del MiAmOr Music Festival 2021, Recital dei Vincitori a San Pietroburgo, Recensione scritta e autografata dalla giuria, Intervista su Pianist Magazine. Sarà attribuito il Primo Premio Assoluto al candidato ritenuto particolarmente meritevole dalla giuria, appartenente a qualunque categoria, che consiste in un’iscrizione al Workshop di Pianoforte e Orchestra PianoLink edizione 2020/2021 con la frequenza delle lezioni e prove con orchestra a Milano, e Concerto Finale con Orchestra Sinfonica, dal valore €4.000, messo a disposizione da Yamaha Music Europe Branch Italy. Sarà attribuito il Premio CremonaMusica, di 1.000 euro, al video che avrà registrato il maggior numero di like e voti espressi dal pubblico presente in sala, si potrà votare fino a Maggio 2021.
IL CONCORSO si è svolto per una sola prova in modalità online, la fase finale si svolgerà in presenza a Cremona presso la Sala Manfredini di Palazzo Affaitati il 26 Settembre a partire dalle 11:30 fino alle 17:30. Alle 19:00 ci sarà un Concerto Speciale tenuto da tutti i concorrenti del Concorso, senza distinzione di categoria, provenienza e risultato conseguito, un’occasione importante di convivialità e di conoscenza, considerata soprattutto l’internazionalità dell’evento. Tutti i momenti della giornata saranno trasmessi in diretta in live-streaming, contemporaneamente sulle pagine Facebook di PianoLink, Yamaha Pianos e Cremona Musica e sul canale YouTube PianoLink International Amateurs Competition. Hanno preso parte alla competizione tutti i pianisti amatori di ogni nazionalità suddivisi in due categorie, diplomati e non diplomati.
LA GIURIA, presieduta dal pianista americano Jeffrey Swann e composta da Bruno Monsaingeon (FRA), Eric Schoones (NLD), Alberto Nosè (ITA) e Alexander Romanovsky (UKR) ha esaminato i 42 video pervenuti da 18 Paesi in tutto il mondo e decretato la lista dei 10 finalisti suddivisi nelle due categorie.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piano digitale del governo del territorio

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Milano. L’iniziativa, realizzata dalla Regione Lombardia in collaborazione con FormezPA, verrà presentata nel convegno online dal titolo “Valorizzazione della base cartografica di riferimento (DBT) per la redazione digitale del Piano di governo del territorio” che si terrà martedì 15 settembre 2020 a partire dalle ore 9,30. All’incontro, moderato dalla giornalista del Corriere della Sera Elena Papa, interverranno l’assessore lombardo al Territorio e alla Protezione civile, Pietro Foroni, il presidente Anci Lombardia, Mauro Guerra e il presidente di FormezPA, Alberto Bonisoli. Per partecipare è necessario iscriversi all’indirizzo: https://dbt-pgt.eventbrite.it.Si tratta di un corso che sarà erogato in modalità e-learning a frequenza libera e gratuita a partire dall’autunno 2020 fino alla primavera 2021. Gli iscritti acquisiranno capacità nell’utilizzo di un software GIS open source sperimentando l’impiego del DBT, utile nelle molteplici attività che i Comuni svolgono, prima tra tutte la realizzazione della cartografia del Piano di governo del territorio (PGT). Le lezioni hanno anche l’obiettivo di fornire un accompagnamento tecnico specialistico all’introduzione di innovazioni digitali nella pratica urbanistica lombarda fondate sull’utilizzo del DBT, in corso di completamento per tutto il territorio lombardo. Tale strumento costituisce infatti la base digitale di riferimento per tutti gli strumenti di pianificazione predisposti sia dagli enti locali che dalla Regione, come definito dall’articolo 3 della legge regionale n. 12/2005 per il governo del territorio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Rientro in sicurezza, Pacifico (Anief): il distanziamento va fatto

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Ci sono le condizioni per il rientro a scuola in sicurezza da lunedì? La domanda è stata posta dalla redazione di “RGS Giornale di Sicilia”, durante la trasmissione odierna Ditelo in diretta, a Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: “Bisogna partire fiduciosi – ha detto il sindacalista – ma sarebbe bene che i nostri insegnanti facciano un lavoro di rieducazione dei loro ragazzi. Perché se nelle nostre aule cerchiamo di mantenere il distanziamento sociale, ma poi si organizzano delle feste, dove si riuniscono in centinaia, allora tutto diventa una farsa. Allora è bene che la regola del distanziamento venga davvero e sempre rispettata. In Israele sta ripartendo il lockdown; in Inghilterra sono vietati assembramenti a casa per più di sei giorni. Dobbiamo cercare di evitare di nuovo questi estremi. Serve, allora, un buon comportamento, da tenere – ha sottolineato Pacifico – dentro e fuori le aule, da parte dei nostri studenti come dagli adulti”.La Sicilia è una delle regioni dove la ripartenza della scuola si sta dimostrando complicata. Lo conferma il presidente nazionale Anief. “Nell’Isola – ha detto a RGS – i banchi monoposto sono arrivati solo in una piccola parte: prima di tutto perché il commissario straordinario Domenico Arcuri aveva preannunciato come scadenza per le consegne la fine di ottobre e secondo poi perché la Sicilia non figura tra le regioni con maggiori contagi, dove la consegna avviene prima. E comunque i banchi non sono lo strumento principale per contenere il contagio”.La situazione che al momento preoccupa è quella degli spazi dovuti all’eccessivo numero di alunni: “purtroppo – ha detto Pacifico – i tagli e il dimensionamento attuato negli ultimi 12 anni hanno soprattutto colpito in modo consistente la Sicilia, dove sono state accorpate più classi rispetto ad altre parti d’Italia. Questo comporterà che in alcune scuole, tranne per le classi, si inizierà con entrate differenti degli alunni, a giorni alterni, scaglionati, un giorno sì e un giorno no, in parte con la didattica a distanza. E in altre ancora, per vie delle elezioni e del referendum del 20 e 21, si partirà direttamente il 24 settembre”. “I problemi permangono: sappiamo che” a livello nazionale “il 2,6%, in tutto 13 mila tra docenti e amministrativi, sono risultati positivi al test sierologici, su 500 mila che si sono sottoposti volontariamente” all’esame preventivo. “Ci sono problemi su problemi: ieri è stata pubblicata una circolare sul personale ‘fragile’, che fortunatamente sarà esteso anche al personale precario, come Anief aveva chiesto. La prima norma da eseguire però rimane quella del distanziamento sociale”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Inizia la difficile caccia al docente

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Dopo le tante mancate immissioni in ruolo, con appena il 30% delle assunzioni a tempo indeterminato rispetto alle quasi 85 mila autorizzate dal ministero dell’Economia e delle Finanze, gli Uffici Scolastici Regionali stanno velocemente provvedendo a verificare la quantità di posti ancora vacanti e comunque da coprire con supplenze. Tra questi, che nell’anno del Covid saranno probabilmente oltre 250 mila, è prevedibile che una percentuale crescente venga assegnata attraverso la Messa a disposizione. Il problema è che con le nuove disposizioni introdotte del ministero dell’Istruzione pochi giorni fa si riduce la platea di potenziali candidati che possono presentare domanda direttamente alle scuole: solo “i laureati e neolaureati e coloro non iscritti in graduatoria – come indica pure la stampa specializzata – potranno inviare la Mad, preferibilmente per una provincia, da indicare nell’istanza”.Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “è un errore strategico rilevante quello di impedire ad un docente inserito nelle GaE o nelle nuove Graduatorie provinciali per le supplenze di presentare Messa a disposizione in altra provincia rispetto a quella di inserimento in Graduatoria: questo paletto gratuito creerà ancora più problemi ai dirigenti scolastici di trovare un docente per conferire incarichi di supplenza o di sostituzione di personale assente. Non solo: si potrebbe teoricamente anche arrivare a nominare come supplenti dei candidati senza titoli e alcuna esperienza, mentre parte di coloro che hanno già svolto supplenze, hanno titoli di accesso adeguati e addirittura abilitati all’insegnamento, costretti a non presentare Mad, potrebbero non essere assunti”.Nell’anno del record di supplenti il numero delle Mad è destinato a crescere ulteriormente. Era inevitabile, ma anche perché l’amministrazione ci sta mettendo del suo. Secondo il sindacato, ad incentivare questo fenomeno, che porta in cattedra spesso personale senza precedenti di insegnamento e a volte anche privo del titolo corrispondente alla disciplina d’insegnante, inciderà molto una decisione inedita del ministero dell’Istruzione: è quella inclusa nella Nota 26841 del 5 settembre 2020, con cui si dispone che “le domande di messa a disposizione devono essere presentate esclusivamente dai docenti che non risultino iscritti in alcuna graduatoria provinciale e di istituto e possono essere presentate per una provincia da dichiarare espressamente nell’istanza”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Insicuri a scuola. Sicuri nella lotta. Il 24 e 25 settembre sciopero!

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

13000 positivi tra docenti e ATA, questi i dati che emergono dai test effettuati sul personale della scuola a quattro giorni dalla riapertura. Tutti lavoratori che non potranno essere sostituiti, perché le immissioni in ruolo flop del ministro Azzolina (solo 25.000 sulle 80.000 previste) e il mancato incremento del personale Ata lasceranno centinaia di scuole scoperte.24 e 25 settembre sciopero di due giorni, per dire no ad un concorso selettivo che non si potrà svolgere, sì all’immissione in ruolo immediata per chi ha 36 mesi di servizio, 50000 unità di personale ATA in più e full time per i 4000 ex LSU assunti part time. Insicuri a scuola, sicuri nella lotta. Il 24 e 25 settembre sciopero scuola per investimenti veri nella scuola pubblica statale.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Virgo e LIGO svelano nuove e inattese popolazioni di buchi neri

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Virgo e LIGO hanno annunciato l’osservazione della fusione di un sistema binario di massa straordinariamente grande: due buchi neri di 66 e 85 masse solari, hanno prodotto alla fine un buco nero di circa 142 masse solari. Il buco nero finale è il più massiccio rivelato finora per mezzo delle onde gravitazionali. Si trova in una regione di massa entro cui non è mai stato osservato prima un buco nero, né con onde gravitazionali né con osservazioni elettromagnetiche, e potrebbe servire a spiegare la formazione dei buchi neri supermassicci. Inoltre, il componente più pesante del sistema binario iniziale si trova in un intervallo di massa proibito dalla teoria dell’evoluzione stellare e rappresenta una sfida per la nostra comprensione degli stadi finali della vita delle stelle massicce. Gli scienziati delle collaborazioni internazionali che sviluppano e utilizzano i rivelatori Advanced Virgo presso lo European Gravitational Observatory (EGO) in Italia e i due Advanced LIGO negli Stati Uniti hanno annunciato l’osservazione di un buco nero di circa 142 masse solari, che è il risultato finale della fusione di due buchi neri di 66 e 85 masse solari. I componenti primari e il buco nero finale si trovano tutti in un intervallo di massa mai visto prima, né con onde gravitazionali né con osservazioni elettromagnetiche. Il buco nero finale è il più massiccio rivelato finora per mezzo di onde gravitazionali. L’evento di onda gravitazionale è stato osservato dai tre interferometri della rete globale il 21 maggio 2019. Il segnale (chiamato GW190521) è stato analizzato dagli scienziati, che stimano che la sorgente disti circa 17 miliardi di anni luce dalla Terra. Due articoli scientifici che riportano la scoperta e le sue implicazioni astrofisiche sono stati pubblicati oggi su Physical Review Letters e Astrophysical Journal Letters, rispettivamente. “Il segnale osservato il 21 maggio dello scorso anno è molto complesso e, dal momento che il sistema è così massiccio, lo abbiamo osservato per un tempo molto breve, circa 0.1 s”, dice Nelson Christensen, directeur de recherche CNRS presso ARTEMIS a Nizza in Francia e membro della Collaborazione Virgo. “Non assomiglia molto ad un sibilo che cresce rapidamente in frequenza, che è il tipo di segnale che osserviamo di solito: assomiglia piuttosto ad uno scoppio, e corrisponde alla massa più alta mai osservata da LIGO e Virgo.” Effettivamente, l’analisi del segnale – basata su una potente combinazione di modernissimi modelli fisici e di metodi di calcolo – ha rivelato una gran quantità di informazione su diversi stadi di questa fusione davvero unica. Questa scoperta è senza precedenti non solo perché stabilisce il record di massa tra tutte le osservazioni fatte finora da Virgo e LIGO ma anche perché possiede altre caratteristiche speciali. Un aspetto cruciale, che ha attratto in particolare l’attenzione degli astrofisici, è che il residuo finale appartiene alla classe dei cosiddetti “buchi neri di massa intermedia” (da cento a centomila masse solari). L’interesse verso questa popolazione di buchi neri è collegato ad uno degli enigmi più affascinanti e intriganti per astrofisici e cosmologi: l’origine dei buchi neri supermassicci. Questi mostri giganteschi, milioni di volte più pesanti del Sole e spesso al centro delle galassie, potrebbero essere il risultato della fusione di buchi neri di massa intermedia. Fino ad oggi, pochissimi esempi di questa categoria sono stati identificati unicamente per mezzo di osservazioni elettromagnetiche, e il residuo finale di GW190521 è la prima osservazione di questo genere per mezzo di onde gravitazionali. Ed è di interesse ancora maggiore, visto che si trova nella regione tra 100 e 1000 masse solari, che ha rappresentato per molti anni una specie di “deserto dei buchi neri”, a causa della scarsità di osservazioni in questo intervallo di massa. I componenti e la dinamica della fusione del sistema binario che ha prodotto GW190521 offrono spunti astrofisici straordinari. In particolare, il componente più massiccio rappresenta una sfida per i modelli astrofisici che descrivono il collasso in buchi neri delle stelle più pesanti, quando queste arrivano alla fine della loro vita. Secondo questi modelli, stelle molto massicce vengono completamente distrutte dall’esplosione di supernova, a causa di un processo chiamato “instabilità di coppia”, e si lasciano dietro solo gas e polveri cosmiche. Perciò gli astrofisici non si aspetterebbero di osservare alcun buco nero nell’intervallo di massa tra 60 e 120 masse solari: esattamente dove si trova il componente più massiccio di GW190521. Quindi, questa osservazione apre nuove prospettive nello studio delle stelle massicce e dei meccanismi di supernova. “Parecchi scenari predicono la formazione di buchi neri nel cosiddetto intervallo di massa di instabilità di coppia: potrebbero risultare dalla fusione di buchi neri più piccoli o dalla collisione multipla di stelle massicce o addirittura da processi più esotici”, dice Michela Mapelli, professore presso l’Università di Padova, e membro dell’INFN Padova e della Collaborazione Virgo. “Comunque, è possibile che si debba ripensare la nostra attuale comprensione degli stadi finali della vita di una stella e i conseguenti vincoli di massa sulla formazione dei buchi neri. In ogni caso, GW190521 è un importante contributo allo studio della formazione dei buchi neri.” Infatti, l’osservazione di GW190521 da parte di Virgo e LIGO porta la nostra attenzione sull’esistenza di popolazioni di buchi neri che non sono mai stati osservati prima o sono inattesi, e in tal modo solleva nuove intriganti domande sui meccanismi con cui si sono formati. A dispetto del segnale insolitamente breve, che limita la nostra capacità di dedurre le proprietà astrofisiche della sorgente, le analisi più avanzate e i modelli attualmente disponibili suggeriscono che i buchi neri iniziali avessero alti valori di spin, o in altre parole che avessero un’elevata velocità di rotazione. “Il segnale mostra segni di precessione, una rotazione del piano orbitale prodotta da spin elevati e con un’orientazione particolare”, nota Tito Dal Canton, ricercatore del CNRS presso IJCLab ad Orsay, Francia, e membro della Collaborazione Virgo, “L’effetto è debole e non possiamo esserne certi del tutto, ma se fosse vero darebbe forza all’ipotesi che i buchi neri progenitori siano nati e vissuti in un ambiente cosmico molto dinamico e affollato, come un ammasso stellare denso o il disco di accrescimento di un nucleo galattico attivo.” Parecchi scenari diversi sono compatibili con questi risultati e anche l’ipotesi che i progenitori della fusione possano essere buchi neri primordiali non è stata scartata dagli scienziati. Effettivamente, noi stimiamo che la fusione abbia avuto luogo 7 miliardi di anni fa, un tempo vicino alle epoche più antiche dell’Universo. Rispetto alle precedenti osservazioni di onde gravitazionali, il segnale di GW190521 è molto breve e più difficile da analizzare. La complessa natura di questo segnale ci ha spinto a considerare anche altre sorgenti più esotiche, e queste possibilità sono descritte in un altro articolo che accompagna quello della scoperta. La fusione di un sistema binario di buchi neri resta però l’ipotesi più probabile. “Le osservazioni portate avanti da Virgo e LIGO illuminano l’universo oscuro e definiscono un nuovo panorama cosmico”, dice Giovanni Losurdo, che guida Virgo ed è dirigente di ricerca presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare in Italia, “E oggi, ancora una volta, annunciamo una scoperta senza precedenti. Continuiamo a migliorare i nostri strumenti per aumentare la loro performance e per vedere sempre più a fondo nell’Universo.”

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

15-Year Anniversary Challenge

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Aviv. The new online design challenge by ECOWEEK that will take place in October 2-4, marking the 15-year anniversary of ECOWEEK! With keynote speaker Nicola Delon from France and with the Italian participation of: Italian architect Maria Carmela Frate speaker at ecoweek 2020 with the support of the Italian Institute of Culture in Tel Aviv.ECOWEEK is proud to host architect Maria Carmela Frate focusing her work on planning and managing architectural heritage and performing didactic work at the Workshop of History of Architecture and Urban Planning at the University of Perugia, Italy. Frate is the author of many publications, and is a member in European projects under Horizon 2020 such as BIMMOIS. Maria Carmela Frate’s lecture titled ‘The Paradigm of Sustainability in buildings’ will take place on Friday 2 October at 16:00 (UTC/GMT+3). The lecture will be livestreamed online. The lecture is free admission. Registration required at http://ecoweek.online/
With keynote speaker award-winning French architect Nicola Delon (Encore Heureux Architectes – Venice Biennale French pavilion exhibition ‘Infinite Places’ in 2018 and the Reclaimed Circular Pavilion in Hotel de Ville in 2015 made of 80% reused building components), and 15 experts from 16 countries experts on policy, design, circular economy, biodiversity and more it will inspire and motivate you! It is organized thanks to the joint collaboration of ECOWEEK with the European network of cultural institutes EUNIC-Tel Aviv. With 48-hour online design workshops with architects and designers from Europe and Brazil! And with a unique virtual exhibition with hundreds of sustainable design ideas generated in 200 ECOWEEK design workshops around the world! ECOWEEK is a non-profit organization, established in 2005 by architect and social entrepreneur Elias Messinas, with the passion to change peoples’ habits and the mission to raise environmental awareness and to promote sustainability. Based in Greece and Israel, for 15 years ECOWEEK has been engaging, training and empowering more than 4000 students and professionals from 56 countries through inspiring speakers and challenging design workshops. ECOWEEK has become for many young professionals a unique experience and a turning point to their growth and career – website: http://www.ecoweek.org

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna il Premio “Natale Ucsi” promosso dall’Ucsi

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

(Unione Cattolica della Stampa Italiana) sezione di Verona, sostenuto da Fondazione Cattolica Assicurazioni, Fondazione Banca Popolare di Verona, e patrocinato dall’ Ucsi nazionale, il Comune di Verona, l’Ordine Nazionale dei Giornalisti e l’Ordine dei Giornalisti del Veneto. Con l’apporto aggiunto della Società Editrice Athesis. Grazie a queste realtà, che hanno deciso di rinnovare il loro contributo anche in un momento così difficile, «il Premio vedrà realizzata anche la sua XXVI edizione, e con essa gli obiettivi che la accompagnano fin dalle origini in riva all’Adige – commenta il presidente di Ucsi Verona Stefano Filippi –, ossia sostenere e incoraggiare i giornalisti di carta stampata, tv, radio e web tv, che con i loro articoli o servizi valorizzino testimonianze, problemi, storie o fatti inerenti ai valori della solidarietà, dell’integrazione sociale, della convivenza civile, della fratellanza, dell’attenzione verso il prossimo e della difesa dei diritti e della dignità umana».Spunti che «pensiamo non mancheranno ai candidati di questa particolare edizione in tempo di Covid-19», dice Filippi. «Tante, infatti, le cronache che in questi mesi ci hanno raccontato e fatto intravvedere una società, ancorché duramente colpita e per molti versi lacerata, desiderosa di rimanere una comunità unita. In cui le distanze fisiche sono state spesso accorciate da iniziative e gesti di solidarietà, ma anche da progetti nuovi per una comune rinascita».
Le candidature degli articoli pubblicati ovvero dei servizi televisivi/radiofonici andati in onda dal 1 novembre 2019 al 31 ottobre 2020 dovranno essere inviati, con allegata scheda di partecipazione, esclusivamente in modalità online, e pervenire all’indirizzo candidature@premioucsi.it entro le ore 17 di sabato 31 ottobre 2020 tramite servizi web quali, a titolo esemplificativo, wetransfer.com. Bando 2020, regolamento e scheda di iscrizione saranno consultabili sui siti http://www.premioucsi.it, http://www.ucsi.it, http://www.odg.it, http://www.ordinegiornalisti.veneto.it. Ogni candidato potrà concorrere con un solo articolo o servizio e iscriverlo a una sola sezione del Premio, indicandolo nella scheda di partecipazione.
La Giuria, presieduta da don Bruno Cescon, giornalista professionista, già docente di Filosofia e Liturgia, nonché composta da membri di Ucsi Verona, Ucsi Veneto e Ucsi Trento, assegnerà i seguenti tre premi principali:
1. Premio UCSI – Fondazione Cattolica alla Stampa, al giornalista autore del migliore articolo/inchiesta/reportage pubblicato su quotidiani e/o periodici (incluse testate giornalistiche online regolarmente registrate);
2. Premio UCSI – Fondazione Cattolica alla Televisione, al giornalista autore del migliore servizio giornalistico televisivo (TG) e/o reportage televisivo sui temi del concorso trasmesso su canali televisivi nazionali, locali e regionali, in chiaro, digitale terrestre, satellitari, web (solo se testate giornalistiche);
3. Premio UCSI – Fondazione Cattolica alla Radio, al giornalista autore del miglior servizio giornalistico radiofonico trasmesso dalle emittenti nazionali, locali, regionali e web-radio (solo se testate giornalistiche).E i premi speciali:
– Targa Athesis, del Gruppo Editoriale “Athesis”, per il miglior servizio (stampa/web, televisivo o radiofonico) sui temi del premio, realizzato da un giornalista o collaboratore under 30 (anche studenti di Corsi di laurea in Scienze della Comunicazione e/o Master in giornalismo) alla data della scadenza del bando. *Non è richiesta iscrizione all’ordine professionale;
– “Il genio della donna”, di Fondazione Banca Popolare di Verona, assegnato al giornalista autore del servizio giornalistico più significativo (stampa/web, televisivo o radiofonico) che racconta storie al femminile in cui le donne diventano testimoni della difesa dei valori della convivenza civile.
I vincitori saranno informati in via privata entro fine novembre 2020 (da dicembre tutti gli aggiornamenti sul sito http://www.premioucsi.it)La cerimonia di premiazione si terrà sabato 19 dicembre 2020 ore 11, nella Sala Arazzi di Palazzo Barbieri, sede del Municipio di Verona.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra “Il gioco del cavallo” di Tano Pisano

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Siena. Artista poliedrico e versatile, l’artista Tano Pisano torna a esporre in Toscana.Nelle prestigiose sale di Palazzo Pubblico, a Siena, sta infatti per approdare Il gioco del cavallo, la nuova mostra personale di Tano Pisano, curata da Enrico Mattei, che si apre ai Magazzini del Sale di Siena sabato 19 settembre e proseguirà fino al prossimo 28 novembre 2020.In tutto saranno visibili circa 150 opere tra pitture, sculture, disegni, acquarelli, incisioni, ceramiche, meccani e mobiles (sculture in legno che si muovono).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova Enciclica “Fratelli tutti…”

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Assisi. «Sabato 3 ottobre alle 15 il Santo Padre si recherà al Sacro Convento di Assisi per firmare la nuova Enciclica “Fratelli tutti…” – ha dichiarato il direttore della Sala Stampa, padre Enzo Fortunato – . Alle ore 15.00 il Papa celebrerà la Santa Messa presso la Tomba di San Francesco e al termine firmerà l’enciclica. La visita si svolgerà in forma privata, senza partecipazione di fedeli». «E’ con grande gioia e nella preghiera che accogliamo e attendiamo la visita privata di papa Francesco. Una tappa che evidenzierà l’importanza e la necessità della fraternità – ha dichiarato il Custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti».

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra ‘More is More’ di Rossocinabro

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Roma Rossocinabro Via Raffaele Cadorna, 28 presenta More is More, una grande mostra internazionale con nuove commissioni e opere d’arte esistenti di 28 artisti internazionali. Questi artisti hanno acquisito un’importante esperienza internazionale con la partecipazione a mostre in tutto il mondo.I collezionisti acquistano solo cose che danno loro il piacere, cose che gli piace avere intorno. La mostra, opportunamente chiamata More is More (i collezionisti non sono minimalisti!), è eclettica e riflette tutte le passioni, gli interessi, i viaggi, i sogni degli ultimi anni di questi artisti.Niente di questa mostra può essere definito tipico. Ecco perché siamo orgogliosi di presentare More is More che con la diversità delle pratiche, attesta la vitalità dell’arte contemporanea. Attraverso diversi modi di fare, gli artisti indirizzano la loro attenzione ai metodi di incarnazione che facilitano anche le tecniche più normalizzate di produzione della conoscenza. Collettivamente e individualmente, le opere di More is More possiedono un potenziale dinamico attraverso il quale è possibile percepire nuovi orientamenti della conoscenza che, come pubblico d’arte, dovremmo essere inclini a emulare.Questa mostra era inizialmente prevista per l’apertura a maggio 2020. Tuttavia, a causa delle sfide incontrate dalla pandemia virale, è stata riprogrammata. Per il team curatoriale, questo dilemma ci ha spinto a considerare le condizioni che producono eventi singolari e immediati. La struttura temporale di More is More riflette questa comprensione evoluta dell’eventualità. Continuerà a svilupparsi, crescere, trasformarsi, crescendo e diminuendo fino all’inizio del 2021.More is More è curata da Joe Hansen e Cristina Madini e organizzata da Rossocinabro Roma. Visita rossocinabro.com Curatore: Joe Hansen e Cristina Madini Ricevimento su appuntamento da lun a ven 11-17
‘More is More’ of Rossocinabro.
– From this month September, Rossocinabro presents More is More, a large-scale international exhibition featuring new commissions and existing artwork by 28 international artists. These artists have acquired an important international experience in exhibitions around the world. The collectors just acquire things that give their pleasure, things they like to have around them. The exhibition, appropriately named More is More (the collectors are not minimalist!), is eclectic and reflects all passions, interests, and travels, dreams during the past years of these artists.Nothing about this exhibition could be described as typical. That’s why we’re proud to present More is More. Come view More is More this eclectic collection for yourself.
The diversity of practices in More is More, attests to the vitality of contemporary art. Through different modes of making, the artists in this exhibition direct their attention to the methods of embodiment that facilitate even the most normalized techniques of knowledge production. Collectively and individually, the artworks in More is More, possess a dynamic potential through which new orientations to knowledge can be sensed which, as art audiences, we should be inclined to emulate.
This exhibition was initially scheduled to open in May 2020. However, due to the challenges incurred by the viral pandemic, it was rescheduled. For the curatorial team, this dilemma provoked us to consider the conditions that produce singular, immediate events. The temporal structure of More is More reflects this evolved understanding of eventfulness. It will continue to develop, grow, transform, crescendo, and diminuendo until early 2021. More is More is curated by Joe Hansen and Cristina Madini and organized by Rossocinabro Roma.On rossocinabro.com you can see a wide selection of artworks from all over the world. The artworks selection was curated by Joe Hansen and Cristina Madini
Featuring works by: Janice Alamanou, Annabelle Art Gallery, Brian Avadka Colez, Axel Becker, Dorothea Margarete Berger, Annamaria Biagini, Federico Campanale, Helen Canetta, Susan Carnahan, Lidia Chaplin, Chris Corridore, Louise De Buck, Onno Dröge, Bogdan Dyulgerov, Vanessa Freuler, Noemi Galavotti, Paula Galera, Allyson Glenn, Evaldas Gulbinas, Michael Jiliak, Alexandra Kapogianni-Beth, Alan Lacke Cairo, Rosana Largo Rodríguez, Daphna Laszlo Katzor, Audrey Lim, Maria Linares Freire, Fiona Livingstone, Angeliki Manta, Tomáš Neuwirth, Isabel O’Brien, Ann Palmer, Steffi Pieters, Ludwika Pilat, Sal Ponce Enrile, Irena Procházková, Connie García Sainz, Michael Schaffer, Przemko Stachowski, Taka & Megu, Çağla Yeliz Usta Erdoğan, Katja van den Bogaert, Stéphane Vereecken, Marja-Riitta Vuorela, Anke Wiemer

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova nomina in Novartis in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

Da questo mese Elise Faure è la nuova responsabile delle risorse umane di Novartis in Italia, assumendo il ruolo di Country & Pharma People & Organization Head, e membro del Leadership Team del Gruppo in Italia. La nuova P&O Head ha maturato importanti competenze nella convergenza tra gestione delle risorse umane e mondo digital: nella sua più recente responsabilità, al vertice delle P&O della funzione globale IT Novartis, ha offerto un importante contribuito allo sviluppo e alla diffusione dello smart working in tutto il Gruppo internazionale, in occasione della crisi pandemica da Covid 19. L’incarico a Faure segna quindi un ulteriore passo in avanti nel processo di rafforzamento della dimensione digitale di Novartis in Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ANCoDiS: il tema della sicurezza nella scuola covidiana

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2020

L’anno scolastico 2020-2021 è iniziato da pochi giorni per tutto il personale e per gli alunni impegnati nei PAI ma possiamo dire che per DS, Collaboratori/preposti, DSGA ed RSPP (se docenti) è stato senza soluzione di continuità con il precedente.
Già dai mesi scorsi siamo stati concentrati sul tema della possibile ripartenza in presenza ed in sicurezza ponendo – purtroppo per le diverse variabili – in secondo piano la progettualità didattica delle autonome Istituzioni scolastiche.
Dirigenti scolastici e loro collaboratori, preposti, DSGA, RSPP e medici competenti sono stati investiti dalle responsabilità indotte dall’emergenza pandemica e dalla conseguente sicurezza sanitaria in un luogo speciale noto per la complessità sia organizzativa che gestionale.Per questa ragione Ancodis propone alle ore 16,30 di lunedi 7 settembre il webinar “La sicurezza a scuola nel tempo del Covid 19: analisi dei fabbisogni e proposte risolutive. Protagonisti a confronto” per chi è impegnato a diverso titolo nella gestione e nel monitoraggio delle azioni previsti dai protocolli di sicurezza.La nuova figura del Referente scolastico Covid 19, la gestione degli alunni e del personale in condizioni di fragilità, le azioni organizzative e preventive previste dal protocollo, la conoscenza e l’utilizzo delle necessarie fonti di finanziamento, le tutele di chi si fa carico di vigilare e monitorare in ogni plesso il rispetto delle norme previste dai protocolli saranno oggetto di riflessione e di auspicate e sostenibili proposte. Si metteranno a confronto le figure professionali che si sono fatte carico in questa calda e difficile estate di progettare, organizzare e simulare misure di prevenzione e di contenimento con l’obiettivo di mitigare quanto più possibile i fattori di rischio per alunni e personale.Ascolteremo il punto di vista del DS Andrea Tommaselli nella qualità di datore di lavoro, del DSGA Domenico Mazzeo esperto in amministrazione scolastica, del Medico competente Paola Imburgia, del RSPP Alberto Cipolla, del Referente scolastico Covid 19 Alessandro Petrozzi e di Mario Tramontana esperto in tutele assicurative in ambito scolastico.Saranno protagonisti che proveranno a dare una visione unitaria che – a partire dalla responsabilità del DS e dal ruolo delle figure professionali coinvolte – si renderà tangibile nell’azione quotidiana nella quale i preposti, i docenti, i collaboratori scolastici, gli alunni e le famiglie dovranno fare sistema per tutelare la sicurezza di tutti.
Nel corso del dibattito interverrà un docente già formalmente nominato quale Referente scolastico Covid.
Allego locandina informativa. L’ANCoDiS è l’Associazione che sostiene il riconoscimento giuridico e contrattuale dei Collaboratori dei DS e delle Figure di sistema che lavorano nelle autonome Istituzioni scolastiche. Prof. Rosolino Cicero

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »