Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Da carenza vaccini e Dpi a Usca e convenzione

Posted by fidest press agency su domenica, 20 settembre 2020

Dove non è arrivato il sindacato arriva l’Ordine dei Medici. La Federazione guidata da Filippo Anelli ha firmato un accordo quadro con il commissario straordinario all’emergenza Covid per fornire ai medici mascherine chirurgiche e Ffp2, made in Italy, a prezzo calmierato ed ovviare alle carenze registrate nei giorni scorsi, (e in passato!) La questione della carenza di mascherine, in coincidenza con lo screening sierologico al personale delle scuole, era stata sollevata in questi giorni dai medici di famiglia di Fimmg alla vigilia dell’incontro con il ministro della Salute Roberto Speranza, incontro indetto principalmente per concertare un utilizzo ragionato dei fondi europei (Recovery Fund). Ricordiamo che il Piano ministeriale per il territorio impegnerebbe 5 miliardi per le case della salute, 4 per i country hospital, altre risorse su fascicolo sanitario e digitalizzazione. Ma, al pari dei medici ospedalieri Cimo che hanno osservato come siano ignorati i comparti “ospedale” e “territorio”, Fimmg chiede interesse e certezze per il territorio. Molti medici impegnati nello screening hanno fin qui ricevuto dalle Asl kit incompleti e guanti di taglia inidonea a proteggersi. Per inciso, chi medico convenzionato si ammala di Covid-19 non può aprire la pratica Inail perché libero professionista. Dopodiché, alcune regioni (Lazio) i test li affidano alle Asl e non ai mmg. Nel riconoscere il valore della scommessa del ministro sui medici di famiglia per i test sierologici e nel ribadire il “sì” all’impegno non retribuito, il consiglio nazionale del sindacato una settimana fa ha evidenziato dolenti note anche sul versante delle vaccinazioni antinfluenzali, affidate al medico di famiglia (è compito convenzionale). Al momento, le dosi di vaccino antinfluenzale e anti-pneumococcico rischiano di non bastare rispetto alle nuove previsioni di fabbisogno per i cittadini dai 60 ai 64 anni che hanno portato Governo e Regioni ad ampliare a 17 milioni il numero di confezioni chieste. Infatti, potrebbero restare fuori i cittadini non a rischio che di consueto si vaccinano. Le regioni stanno verificando la possibilità di una revisione dei quantitativi. L’antinfluenzale a tappeto sulla popolazione “anziana”, evita in un ampio numero di casi di contrarre un virus che presenta sintomi sovrapponibili al coronavirus, quindi scongiura diagnosi incerte che potrebbero portare quest’inverno ad accessi ospedalieri “inutili” di pazienti con febbre, tosse e dispnea. Sia per l’accordo Fnomceo-Arcuri sia per la redistribuzione dei vaccini contro l’influenza, le prossime ore dovrebbero essere cruciali.
Sottolineiamo le altre richieste del consiglio nazionale Fimmg. Riguardano le Usca, la prossima convenzione e la formazione. Le Unità speciali di continuità assistenziale formate da medici ed infermieri per la gestione dei pazienti Covid a casa, per i medici di famiglia rivestono un ruolo chiave in prospettiva nella gestione di altre situazioni ma devono restare nella medicina generale. Serve “un atto normativo che permetta di realizzare, nell’ambito dell’Accordo nazionale, modelli di supporto tra medici non solo per le funzioni Covid ma anche per ampliare la capacità assistenziale in coordinamento con il medico di medicina generale titolare”. Fimmg chiede poi che in tempi brevissimi si completi “il percorso di rinnovo contrattuale che confermi la convenzione come strumento regolatorio del rapporto professionale”, esalti la capacità di investimento della medicina generale e definisca “ruolo, compiti e funzioni specifiche da adempiere durante le fasi di emergenza sanitaria e/o calamità naturale”. Quanto ai medici in formazione, i delegati danno mandato al segretario Scotti di sostenere in tutte le sedi la posizione secondo cui gli incarichi in convenzione attribuiti in emergenza Covid-19 ai discenti del tirocinio 2019-22 siano compatibili “come da normativa vigente” con la frequenza delle lezioni al via tra una settimana. Mauro Miserendino (fonte Doctor33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: