Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Archive for 28 settembre 2020

Pentastellati: È una storia che si ripete?

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Negli anni che seguirono la fine della Seconda guerra mondiale spuntò un movimento che catalizzò l’attenzione della nascente classe politica italiana emersa dalla lotta partigiana, dopo gli anni bui del fascismo, e che passò alla storia con il nome di “L’Uomo qualunque” dall’omonimo settimanale fondato e diretto a Roma Il 27 dicembre 1944 da Guglielmo Giannini e che nel maggio 1945 superò le 800 mila copie. E proprio sull’onda di questo successo editoriale che Giannini si convinse sull’opportunità di trasformarlo in movimento politico e di tentare la via elettorale. Detto fatto il 7 novembre successivo pubblicò il programma del Fronte dell’Uomo Qualunque il cui motto era “non ci rompete più le scatole”. Sulla scorta di questo precedente e soprattutto del suo dissolvimento nel giro di pochi anni passando dal 5,3% dei voti alle elezioni politiche del 1946, potendo così contare su 30 deputati all’Assemblea costituente, al 3,8% del 1948. Azzardai in proposito dopo il primo successo elettorale Pentastellato con un corposo 25%, partendo praticamente da zero, una riflessione sulla sua tenuta ritenendo necessario che si tenesse alla larga dalle alleanze con gli altri partiti che aveva, per altro, severamente criticato non per fare antipolitica, come Giannini, ma per una questione morale. Ed ironia della sorte non fu la caduta dei consensi a giocare un brutto tiro ai pentastellati bensì il suo maggiore successo alle successive elezioni politiche con il suo 32%. S’infilò in un vicolo cieco dove era impossibile andare avanti da solo ed era impensabile tornare indietro. Finì con l’allearsi prima con un partito di destra e poi con uno di sinistra e, quel che è peggio, la base non ne condivise le scelte facendo calare in modo sensibile il consenso elettorale tanto che è di questi giorni ho avuto modo di leggere la dichiarazione dell’on.le Francesco Lollobrigida di Fratelli d’Italia, oggi l’unico partito in crescita, che reputa il Movimento 5Stelle vicino all’estinzione. Non credo in questa diagnosi infausta ma sulla necessità ed anche l’urgenza di una revisione critica e la costruzione di un modello politico rinnovato ideologicamente e culturalmente. Bisogna, innanzitutto, comprendere che il movimento creato da Grillo e da Casaleggio è nato e continua, nella sua ragione d’essere, avendo catturato il consenso di chi crede nella politica scremata dai compromessi al ribasso di una classe dirigente non sempre sensibile alle istanze di rinnovamento del Paese e dei suoi fondamentali culturali. Ma per restare una proposta di governance credibile deve saper costruire una ideologia che sappia offrire al suo popolo un diverso modo di testare la propria presenza perché in Italia di gente onesta ve ne è tanta ma ha un forte bisogno di certezze e di convinte e ragionate scelte nella vita economica e sociale del Paese. Ma soprattutto di esempi virtuosi a livello istituzionale. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurazione Mostra “Deep Trance”

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Napoli 3-4 ottobre 2020 ore 11.00-18.00 Nina Gallery all’interno del cortile dell’antico Palazzo Monte Manso di Scala, in via Nilo 34, la NINA Gallery Open Space, nell’ambito della manifestazione Open House giunta alla sua seconda edizione, aprirà al pubblico la personale dell’artista Camillo Ripaldi, dal titolo “ Deep Trance”, a cura di Marina Guida.Il nuovo progetto pensato appositamente per questa occasione espositiva, presenta una grande installazione a parete ed una decina tra dittici e trittici di fotografie digitali di medie dimensioni, dalle quali emerge – tra alchimie e sinestesie – un’approfondita indagine degli archetipi e dei loro rapporti; interpreti di una fotografia intesa come continua esplorazione di immagini primordiali, molto spesso emerse dalla natura dei materiali e dei soggetti fotografati. Simbolismo ed esoterismo, architettura, urbanistica, interesse per l’archeologia, la storia dell’arte e la cinematografia, frammisti ad una rigorosa indagine filosofica, antropologica e sociologica: tutto questo compone il multiforme universo visivo del poliedrico artista partenopeo.Come nello stato di deep trance, nel quale l’individuo vive la destrutturazione del suo stato di coscienza e può avvertire delle sensazioni di spersonalizzazione o irrealtà ed approda alla formazione di nuovi stati esperienziali che destrutturano le abitudini visive costruite e mantenute invariate dalle gabbie della coscienza, così nelle fotografie di Ripaldi i piani di realtà si mescolano e confondono, dando luogo ad associazioni mentali ed immagini fugaci, a cavallo tra passato e presente tra inconscio collettivo e memoria personale, tra reale ed irreale, tra architetture moderniste e cupole di chiese rinascimentali, statue romane e visioni urbane, elementi naturali sovrapposti a modulari strutture abitative, fino ad arrivare alla Flagellazione di Caravaggio, cui si sovrappongono le fenditure/ferite delle pareti di pietra nelle cave di Chiaiano, che rimanda alla mente la flagellazione cui è sottoposta la terra per l’intervento umano sempre più aggressivo ed invasivo. L’artista lavora per sovrapposizione di senso, tessendo una fitta trama di accostamenti incongrui e visioni surreali, muovendo riflessioni ed interrogativi che mescolano all’ intento utopico, quello filosofico e politico.I suoi scorci di Napoli raccontano di come l’autore sappia guardare e reinterpretare alla sua maniera la lezione dei maestri del passato, ma soprattutto costringono il fruitore a porsi degli interrogativi, che riguardano le abitazioni nelle quali viviamo, i sistemi di credenze ai quali viene attribuito valore, le grandi narrazioni che influenzano le nostre azioni, addirittura la nostra capacità di visione. Qui, come in un flusso continuo d’ immagini che si sovrappongono ad altre immagini senza soluzione di continuità, l’umanità sembra essere avvolta in uno stato di trance che non le consente più di avere uno sguardo lucido sulla realtà, che appare frammentaria, disconnessa, incomprensibile. E’ come se l’ordine del discorso dell’esistente fosse sempre lo stesso, che si reitera negli stessi schemi e nelle stesse forme da decenni. Su tutte le fotografie si intravedono i calcinacci e le crepe di un mondo che tarda a scomparire, fa fatica a mutare, che ha assunto a regola di base il perseguimento dell’eccesso e della sovrabbondanza, della proliferazione dell’inessenziale, del predominio dell’artificiale sul dato naturale. Sembra impossibile ristabilire una rotta, un ordine inverso all’eccesso, ed è qui che Ripaldi compie la sua magia: attraverso le sue composizioni impossibili – trasgredendo ogni regola della composizione fotografica classica – passando attraverso la vertigine della visione, ci fa riflettere una volta di più, sulla possibilità che la fotografia ha di catturare la realtà e raccontare meglio di ogni altra disciplina del visivo, una verità più ampia dell’orizzonte del visibile, proprio perché ha fatto i conti con quello invisibile.Orari visita lunedì, martedì, mercoledì 11.00 – 18.00, giovedì, venerdì e sabato su appuntamento.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sacche di crescita in un’economia “d’argento”

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

A cura di Alessandro Aspesi, Country Head Italia di Columbia Threadneedle Investments. Per la prima volta nella storia, sulla Terra vivono più ultrasessantenni che bambini di età inferiore a cinque anni. Ormai in molti paesi l’aspettativa di vita ha superato i sessanta anni. Gli anziani possono svolgere nuove attività nel campo dell’istruzione, continuare a lavorare o perseguire i propri hobby. Tuttavia, la libertà di far questo dipende da due fattori: la salute e le disponibilità finanziarie. Nel 2018 in tutto il mondo si contavano 125 milioni di ultraottantenni, ma entro il 2050, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, nella sola Cina vi saranno circa 120 milioni di persone di questa fascia di età. Entro quell’anno la stragrande maggioranza (80%) degli anziani vivrà in paesi a reddito medio-basso. In termini generali, l’invecchiamento della popolazione suscita negli economisti il timore di una stagnazione economica, poiché cala il numero di nuovi lavoratori in grado di dare impulso alla produzione. Tuttavia, all’aumentare della percentuale di anziani, alcuni settori dell’economia sono destinati a prosperare. Tra questi spiccano la sanità e la finanza, due comparti che riserveranno maggiori opportunità d’investimento in un’economia “d’argento”.I fatti dipingono un quadro molto chiaro. Stimolata principalmente dalla sempre maggiore longevità delle economie in via di sviluppo, stando alle previsioni dell’OCSE la crescita della spesa sanitaria potrebbe superare l’espansione del PIL nel corso del decennio che termina nel 2030. Per quanto riguarda la finanza previdenziale, l’Association of the Luxembourg Fund Industry prevede che entro il 2025 i patrimoni dei fondi pensioni raggiungeranno i 61.100 miliardi di dollari, in rialzo dai 42.200 miliardi di dollari del 2018. In che modo dunque gli investitori potrebbero trarre vantaggio dall’economia d’argento? Nell’ambito della sanità, le prospettive per le case farmaceutiche non potrebbero essere più favorevoli. L’invecchiamento della popolazione alimenta infatti la domanda di farmaci; inoltre, le nuove tecnologie come la genomica hanno anche dato impulso all’innovazione, inaugurando un’epoca d’oro per la scoperta dei farmaci. Il ritmo registra un’accelerazione ed esistono molti nuovi farmaci dirompenti per la cura di malattie che colpiscono gli anziani, come il tumore ai polmoni e la leucemia, il diabete e la sclerosi multipla. Vi sono interessanti programmi di sviluppo di farmaci anche per malattie rare come l’obesità. La tecnologia sanitaria è un altro settore che trae beneficio dall’invecchiamento della popolazione. In tutto il mondo, gli ospedali sovraccarichi sono alla ricerca di soluzioni per operare con maggiore efficienza. Un altro fatto comunemente accettato è che sarà necessario risparmiare di più per un pensionamento più lungo. Consideriamo ad esempio la Cina, dove il rapido invecchiamento della popolazione ha spinto la società a riflettere sull’assistenza agli anziani. Un altro settore che beneficia dell’invecchiamento demografico è quello assicurativo, poiché gli anziani acquistano varie forme di copertura, dall’assicurazione di viaggio alla polizza vita. In una fase in cui l’economia mondiale si trova ad affrontare difficoltà estreme derivanti della pandemia globale, alcune aziende sanitarie e finanziarie possono beneficiare di una tendenza a lungo termine molto più vigorosa.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Schüco International Italia sceglie Nutanix

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Nutanix, Inc. (NASDAQ: NTNX), leader nell’enterprise cloud computing, Schüco International Italia, consociata italiana del gruppo tedesco e azienda di riferimento nel settore dell’edilizia sono liete di annunciare che quest’ultima ha scelto le soluzioni iperconvergenti Nutanix per rinnovare l’infrastruttura e renderla più agile e performante. Fondamentale nella scelta e nell’implementazione del progetto è stata la sapiente regia del partner Infonet Solutions. Nata in Germania nel 1951, Schüco è una multinazionale leader mondiale nella progettazione e realizzazione di sistemi in alluminio per finestre, porte, facciate e componenti dell’involucro edilizio. L’azienda impiega oltre 5.600 dipendenti ed è attiva in oltre di 80 Paesi, generando un fatturato di circa 1,7 miliardi di euro. Partner di numerosi architetti di fama internazionale, Schüco è conosciuta soprattutto per progetti audaci e originali, come le residenze progettate da Zaha Hadid a Milano City Life.La filiale italiana, che ha sede a Padova, è indipendente, a livello di Sistemi Informativi, dalla casa madre, pur utilizzando l’infrastruttura centrale per alcune importanti applicazioni (come l’ERP marchiato SAP). Oltre a Padova, dove sono state collocate la sala macchine principale e la sala macchine secondaria, la filiale nazionale è strutturata con altre cinque sedi commerciali (Milano, Torino, Rimini, Roma e Napoli), collegate in rete. In totale sono connessi al sistema informativo on premise circa 200 utenti, tra dirigenti e altre figure professionali, tra cui i tecnici del laboratorio di ricerca di Padova. Concluse le fasi di analisi e test sono stati attivati i primi tre nodi iperconvergenti, basati su server HPE ProLiant, grazie al software Nutanix Enterprise Cloud. Questo progetto è stato il primo in Italia e uno dei primi in Europa a dar vita a un sistema iperconvergente basato su hardware HPE come sottolineato da Aduso: “La sicurezza che la tecnologia Nutanix supportasse i server HPE, a cui non volevamo rinunciare, è stato un elemento fondamentale nella decisione e così, senza l’ansia di dover concludere il lavoro in tempi brevi, abbiamo implementato i primi tre nodi e li abbiamo messi alla prova per prendere confidenza con lo strumento di amministrazione e i tool di migrazione, mantenendo il vecchio sistema attivo in parallelo. Dopo qualche mese, a gennaio 2020, abbiamo realizzato gli altri tre nodi e a marzo, in modo totalmente trasparente per noi e per gli utenti, abbiamo avviato il passaggio tra un’infrastruttura e l’altra”. E i benefici non si sono fatti attendere. Primo fra tutti la possibilità di utilizzare il vecchio e il nuovo sistema in parallelo, permettendo così a Schüco di affrontare al meglio l’emergenza legata al Covid-19 e di portare il 100% dei dipendenti in smart working immediatamente senza alcuna interruzione di servizio e con solo 3 persone del reparto IT dedicate alla gestione dei due sistemi. Anche lato utente i vantaggi non mancano poiché la velocità che viene percepita con la nuova infrastruttura è notevolmente aumentata, le applicazioni girano meglio e Schüco ha potuto arricchire il proprio catalogo dei servizi tecnologici, mantenendo livelli di performance eccellenti e senza mettere mano al networking. Nel futuro dell’azienda vi è un ulteriore step, realizzato insieme ai colleghi dell’headquarter tedesco: il passaggio al cloud, magari iniziando dal CRM condiviso con i partner, un’eventualità che Nutanix già supporta in modo naturale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cervelli in fuga, è controesodo

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Non ci sono dubbi, un periodo di lavoro all’estero arricchisce qualsiasi curriculum vitae. In certi casi, anzi, un’esperienza oltreconfine è quasi un obbligo: si pensi, per esempio al settore della ricerca, all’interno del quale un CV che non conta nemmeno una breve parentesi all’estero viene spesso valutato negativamente a priori.Per questo motivo, nonché per le condizioni spesso migliori garantite da Paesi come Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti e via dicendo, sono tantissimi gli italiani che negli ultimi anni hanno preferito accettare lavori in Paesi diversi dall’Italia, andando a ingrossare le fila dei cosiddetti cervelli in fuga.Sono però tante le persone che – anche grazie agli incentivi introdotti dagli ultimi governi – decidono a un certo punto di tornare a lavorare in Italia, e che dunque si trovano di fronte alla necessità di ricollocarsi sul mercato del lavoro italiano. Un numero che in questo periodo post-lockdown è in deciso aumento. Come affrontare questo delicato passaggio? Con Carola Adami, head hunter e CEO della società di selezione del personale Adami & Associati (www.adamiassociati.com), approfondiamo questo tema, per dare qualche prezioso consiglio ai professionisti italiani che hanno scelto di rientrare nel Paese di origine. Quanti sono gli italiani che, dopo un periodo all’estero, decidono di tornare a lavorare in Italia? Quella del “ritorno a casa” è certamente un strada che, ultimamente, è stata imboccata da un numero crescente di giovani emigrati all’estero. Ne abbiamo conferma quotidianamente, quando riceviamo i curricula di italiani che, pur essendo impiegati oltre confine, si candidano presso delle aziende italiane. E a confermarlo ci sono delle interessanti indagini effettuate negli ultimi mesi, a partire da uno studio effettuato dal Centro Studi Pwc mediante LinkedIn, secondo il quale 1 talento su 5 desidererebbe tornare in Italia. Quali sono i motivi che spingono questi professionisti a tornare in Italia? Ci sono tanti fattori che spingono un expat a guardare nuovamente con attenzione al mercato italiano del lavoro. Indubbiamente, però, l’emergenza sanitaria ha rafforzato e ampliato questo fenomeno, un po’ per la volontà di poter stare vicino ai propri cari, un po’ anche per le azioni messe in campo dallo Stato italiano a partire da marzo 2020, le quali sotto molti punti di vista sono state percepite come più efficaci rispetto a quelle elaborate da altri Paesi europei. Quale è l’errore da non fare in questi casi? L’errore che fanno in molti è quello di buttarsi subito nella ricerca vera e propria, senza un momento di riflessione. Questo è uno sbaglio che potrebbe costare caro, perché prima di mettersi alla ricerca degli annunci di lavoro è bene riflettere sulla propria esperienza professionale e sui propri obiettivi, capire cosa si può offrire alle aziende proprio in virtù della propria esperienza all’estero e via dicendo. Solo nel momento in cui si sarà costruito uno storytelling professionale efficace e focalizzato sulle proprie peculiarità e sui propri obiettivi ci si potrà muovere con successo verso le nuove opportunità lavorative. Qual è il primo passo per chi desidera ritornare a lavorare in Italia? Si parte come sempre dall’aggiornamento del curriculum vitae, con l’inclusione dell’esperienza lavorativa effettuata all’estero. Quando si parla di CV ogni dettaglio può fare la differenza, ed è quindi bene soffermarsi su ogni singola informazione per comunicare in modo chiaro, idoneo e coerente. Una volta perfezionato il curriculum vitae vale certamente la pena ottimizzare il proprio profilo LinkedIn, visto che la maggior parte dei selezionatori italiani, infatti, utilizza ormai abitualmente questa piattaforma per individuare nuovi talenti. A tal proposito noi abbiamo inserito nel nostro organico dei consulenti di carriera, che sono pronti ad aiutare i talenti che desiderano ricollocarsi al meglio sul mercato italiano, pianificando al meglio il ritorno in Italia.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto MAbCo19 su coronavirus

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

AchilleS Vaccines e Fondazione Toscana Life Sciences (TLS) hanno siglato un Joint Venture Agreement orientato al finanziamento e alla gestione dello sviluppo industriale del prodotto MAbCo19, frutto della ricerca su anticorpi monoclonali umani come soluzione terapeutica al SARS-CoV-2. Attraverso l’accordo, AchilleS Vaccines svolge il ruolo di coordinatore dei partner tecnici e industriali (tra cui Menarini Biotech S.r.l. e Istituto Biochimico Italiano Giovanni Lorenzini S.p.A) per garantire un rapido sviluppo farmaceutico e la produzione del primo lotto clinico del farmaco. Parallelamente, sempre nell’ambito dell’accordo, AchilleS Vaccines sta svolgendo un’intensa attività di Project Management clinico e regolatorio per assicurare il rapido avvio della fase di sperimentazione clinica e, al tempo stesso, predisporre un piano di produzione su larga scala successivo al completamento della fase sperimentale.Si realizza così una filiera tutta italiana nella risposta al coronavirus SARS-CoV-2 che, partendo dal laboratorio di ricerca e sviluppo, passa attraverso gli studi clinici per approdare alla produzione. Il tutto basandosi su un consolidato modello di partnership pubblico privata.Il valore dell’accordo è duplice se si considera che AchilleS è una startup incubata dal 2018 presso TLS, parte dunque di quell’ecosistema dell’innovazione che la Fondazione ha contribuito a creare e valorizzare fin dalla sua nascita, nel 2005. Il progetto di ricerca MabCo19 è condotto dal Monoclonal Antibody Discovery (MAD) Lab coordinato dal Dr. Rino Rappuoli presso la Fondazione Toscana Life Sciences e ha da poco completato la fase di discovery con la selezione di 3 anticorpi monoclonali umani capaci di neutralizzare in vitro il coronavirus SARS-CoV-2. L’approccio di ricerca su cui si basa è quello dell’individuazione e selezione di anticorpi monoclonali umani a partire dal sangue dei pazienti convalescenti o guariti dal COVID19. I campioni di sangue sono stati forniti, sulla base di specifici accordi di collaborazione, dall’INMI Spallanzani e dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria Senese. La sicurezza e l’efficacia degli anticorpi monoclonali, candidati farmaco, saranno valutate attraverso gli studi clinici, con ipotesi di avvio entro la fine del 2020.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bambini, deficit dell’attenzione e iperattività

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

La psicoterapia comportamentale potrebbe essere utile a tenere a bada il disturbo da deficit di attenzione? Il disturbo da deficit di attenzione/iperattività, da cui l’acronimo italiano DDAI, ma ben più noto col suo equivalente inglese ADHD, derivante da Attention Deficit Hyperactivity Disorder, è uno dei disturbi dello sviluppo più comuni. Normalmente viene diagnosticato durante l’infanzia e spesso questa condizione persiste fino all’età adulta. I bambini con ADHD possono avere difficoltà nel prestare attenzione, controllare comportamenti impulsivi (capita spesso che agiscano senza rendersi conto delle conseguenze) e ovviamente, mostrare un’attivazione comportamentale molto elevata.Esistono tre diversi tipi di ADHD: •Disattento: gli individui con questo tipo di ADHD trovano difficile organizzare o terminare un’attività, prestare attenzione ai dettagli, seguire istruzioni o conversazioni con altri. La distrazione è facile; •Iperattivo: gli individui con questo tipo di ADHD spesso appaiono visibilmente agitati e logorroici; per loro è difficile rimanere seduti a lungo. Nei bambini più piccoli può essere impellente la necessità di correre, saltare o arrampicarsi costantemente. L’irrequietezza è costante e ci sono problemi con l’impulsività; •Combinato: in questa tipologia i sintomi dei due tipi precedenti sono ugualmente presenti nell’individuo. In molti casi l’ADHD viene trattato al meglio con una combinazione di psicoterapia comportamentale e farmaci. Per i bambini in età prescolare, tra i 4 e i 5 anni, la psicoterapia comportamentale, che include in particolare la formazione per i genitori, è raccomandata come prima linea di trattamento, ancor prima dei farmaci. Ciò che funziona al meglio può dipendere dal bambino e dalla famiglia. Per contattare il Pronto Soccorso Psicologico “Roma Est” telefonare al numero 06 22796355, al numero 380 3780741 o visitare il sito http://www.pronto-soccorso-psicologico-roma.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ninety One lancia sul mercato italiano il fondo China A Shares

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

China A Shares Fund è parte della SICAV GSF domiciliata in Lussemburgo.Il Fondo individua le migliori idee per investire principalmente in azioni cinesi onshore quotate, con flessibilità di considerare anche quelle offshore. È costituito da un portafoglio adattabile ad alta convinzione, agnostico sia in termini di stile di investimento che di dimensioni.Gestito da Greg Kuhnert e Wenchang Ma e da un team specializzato nei mercati asiatici, il fondo utilizza il processo di investimento 4Factor e valorizza la comprovata esperienza nella gestione di strategie dedicate alla Cina e all’Asia di Ninety One, che dal 1999 investe nel mercato azionario cinese.La Cina sta rappresentando un esempio per tutto il mondo nella ripresa post COVID-19 sia dal punto di vista della crescita economica sia degli utili. Le revisioni del consensus su questi ultimi sono in calo, ma si prevede che la Cina sarà più resiliente rispetto ai suoi omologhi globali, in particolare per quanto riguarda il mercato delle azioni onshore di classe A.Focalizzandosi maggiormente sul mercato domestico, questi titoli hanno sovraperformato gli omologhi dei mercati emergenti e quelli offshore sia durante la crisi sia in seguito, sostenuti da abbondante liquidità e dal sentiment favorevole. Negli ultimi mesi, la velocità del mercato, una misura della frequenza degli scambi, è in aumento, segno di un’elevata partecipazione degli investitori retail a questo mercato. Ciò evidenzia i bias comportamentali intrinseci che esistono nei mercati azionari retail, e sottolinea come vi sia margine per gli investitori attivi per cogliere opportunità non prezzate correttamente e generare alfa.Per gli investitori internazionali, stanno crescendo le opportunità di accesso al settore. I mercati dei capitali cinesi si stanno aprendo ai capitali stranieri e le azioni di classe A hanno una presenza crescente negli indici globali. Con l’inclusione del 20% delle azioni A cinesi lo scorso anno, il peso totale della Cina è aumentato al 41% nell’Indice MSCI Emerging Market[1]. Nel luglio 2020, MSCI ha annunciato l’intenzione di lanciare una serie di indici tematici basati sul mercato delle azioni cinesi di classe A, cercando di individuare le società che potrebbero essere influenzate da tendenze macro, geopolitiche o tecnologiche emergenti.Questo crescente interesse per il mercato delle azioni di classe A si riflette anche nel numero di IPO legate a questi titoli, che è quasi raddoppiato[2] nell’ultimo anno. Data la serie di riforme[3] del mercato dei capitali della Cina nel tentativo di agevolare questo trend, si prevede che le IPO continueranno ad accelerare quest’anno ed oltre, offrendo un’ulteriore opportunità per accedere a questo universo in espansione.Gianluca Maione, Country Head per l’Italia di Ninety One, ha affermato: “Con il lancio di questo nuovo fondo mettiamo a disposizione degli investitori italiani uno strumento in grado di cogliere le interessanti opportunità del mercato azionario cinese di classe A. Il fondo va ad aggiungersi alle nostre altre strategie rivolte alla Cina, che gli investitori italiani stanno dimostrando di apprezzare sempre di più, sia sul fronte azionario sia sul versante obbligazionario. Siamo convinti che la nostra esperienza in questo mercato rappresenterà ancora di più un valore aggiunto per i loro portafogli ed obiettivi di investimento”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Per sconfiggere la criminalità lo Stato deve presidiare il territorio

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Roma. Ha fatto scalpore, e non poteva essere diversamente, la richiesta avanzata dalla Procura di Roma per la condanna nei confronti dei membri del clan Gambacurta, attivo a Montespaccato, zona a nord della capitale. Un processo che vede impegnata, in qualità di parte civile, l’associazione Codici, che ha chiesto la condanna di tutti gli affiliati al sodalizio criminale.“Parliamo di accuse pesanti – sottolinea Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – dall’associazione a delinquere finalizzata all’usura allo spaccio e traffico di sostanze stupefacenti, il tutto aggravato dal metodo mafioso. Da più parti viene enfatizzata la richiesta di 544 anni di carcere per i membri del clan Gambacurta, ma a nostro avviso tutto questo clamore rischia di distogliere l’attenzione dal tema centrale”.“È fuori luogo dire che è stata fatta giustizia – aggiunge Carmine Laurenzano, avvocato di Codici – perché se è vero che le richieste di condanna sono importanti, come i 30 anni per il capo del sodalizio criminale, è altrettanto vero che l’allarme criminalità nella capitale è tuttora altissimo. Con gli arresti degli ultimi anni si è creato un vuoto che nuove bande stanno cercando di riempire e questo è il nodo centrale della questione: chi ha occupato il posto del clan Gambacurta? È necessario presidiare il territorio. Bisogna vigilare, mantenere la guardia altissima, altrimenti si lascerà campo alla malavita, con i cittadini abbandonati al loro destino”.“Pensare che la criminalità organizzata si sia volatilizzata sarebbe sbagliato oltre che superficiale – conclude Giacomelli – è adesso che inizia la vera sfida dello Stato, che deve riappropriarsi dei territori liberati dalla malavita. L’attività di controllo e contrasto è importante, ma non basta. Serve anche un’azione decisa e capillare di prevenzione e di aiuto nei confronti dei cittadini in difficoltà, che devono percepire lo Stato come un alleato vicino, non un’entità astratta e lontana. Se non si capisce questo, se non si interviene in questa direzione, fare processi con decine di imputati risulterà inutile, perché alla fine il potere dei clan sarà soltanto scalfito”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La scuola italiana di Asmara e il nuovo ambasciatore

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

“Spero che il nuovo ambasciatore italiano in Eritrea appena insediatosi possa subito creare le condizioni per la riapertura della scuola italiana ad Asmara, la più importante al mondo, con un’azione incisiva e propositiva nei confronti del governo eritreo”: è quanto ha rilevato il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, in Commissione Esteri al Senato replicando alla risposta del governo alla interrogazione parlamentare presentata dall’esponente di Fratelli d’Italia.”L’Italia non può rinunciare a questo presidio culturale e politico di straordinaria importanza tanto più in un contesto in cui l’Eritrea e più in generale il Corno d’Africa sono coinvolti in un processo di pace al quale il nostro Paese può e deve dare il suo prezioso contributo. Bisogna fare il massimo sforzo, rimediando agli errori commessi, frutto forse anche di disattenzione o pregiudizio politico. L’Italia non può rinunciare al suo ruolo in Corno d’Africa, anzi è proprio questo il momento di far sentire la nostra presenza. Spero che il nuovo ambasciatore segni anche un nuovo inizio: un cambio di postura, assolutamente necessario”, conclude il senatore Urso.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Che ne sanno i giovani delle professioni in divisa

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Roma Il concorso “Onore al Merito” si terrà il 9 ottobre 2020, a partire dalle ore 10:00, presso la Sala Sintelco delle Officine Farneto in Via dei Monti della Farnesina 77. Giunto alla seconda edizione, l’evento sarà un’occasione per capire come le nuove generazioni si approcciano alle professioni in divisa per poter offrire loro gli strumenti di orientamento ed informazione più indicati per una scelta consapevole e responsabile. Dall’Osservatorio 2020 emerge infatti che ben 2 giovani su 5 sono interessati alla carriera nelle Forze Armate e di Polizia.La manifestazione prevede la testimonianza di alcuni autorevoli rappresentanti del mondo Istituzionale e delle Forze Armate e di Polizia, tra cui l’Ammiraglio Fabio Agostini e la dott.ssa Maria Teresa Panone – primo dirigente della Polizia di Stato, che racconteranno le loro personali esperienze professionali.A chiusura la premiazione dei vincitori del concorso Onore al Merito 2020 che, per una maggiore sicurezza saranno collegati in Streaming. Saranno invece presenti fisicamente i circa 30 assegnatari di borsa di studio della Regione Lazio.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea e SACE insieme

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Iccrea BancaImpresa (la banca corporate del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea) in qualità di capofila, BCC Pordenonese e Monsile e Banca Annia sono protagoniste di un finanziamento in pool verso il Gruppo Ligabue, garantito da SACE nell’ambito di Garanzia Italia.Il finanziamento, di complessivi 5 milioni di euro e della durata di 6 anni, ha l’obiettivo di dotare il noto Gruppo veneto delle risorse necessarie per affrontare gli effetti della pandemia nelle numerose attività in cui è impegnato. Il rilascio della garanzia secondo le caratteristiche previste dal Decreto Liquidità è stato processato digitalmente e in breve tempo.Il Gruppo Ligabue, di cui il Gruppo Iccrea è il primo partner bancario e che conta su una storica collaborazione anche con SACE, nasce nel 1919 grazie all’intraprendenza di Anacleto Ligabue. La neonata società si occupa inizialmente di rifornire di generi alimentari le navi della Società Veneziana di Navigazione, e in seguito si espande fornendo anche assistenza a bordo, fino a diventare l’attuale realtà che opera in 5 continenti fornendo servizi di approvvigionamento, di catering e di facility management per le attività marittime e per quelle industriali, legate soprattutto alle risorse energetiche.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumore al seno, in Calabria la rete regionale delle Breast Unit

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Ogni anno circa 1.500 donne calabresi in età produttiva si ammalano di cancro della mammella. E non sempre per loro il percorso di diagnosi e cura è semplice. Due donne calabresi su tre cercano fuori della loro terra risposte alle paure e trattamenti efficaci e sicuri. Adesso, però, qualcosa cambierà: anche le pazienti calabresi avranno finalmente le stesse opportunità delle altre donne italiane in fatto di accesso a cure e assistenza.Un decreto a firma di Saverio Cotticelli, Commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro del sistema sanitario calabrese, istituisce la rete regionale delle Breast Unit. Le strutture sanitarie identificate sono per l’area nord l’Ospedale SS. Annunziata di Cosenza, per il centro l’Ospedale Pugliese Ciaccio gemellato con il Policlinico Universitario Mater Domini a Catanzaro e per il sud della Calabria, l’Ospedale Bianchi-Melacrino-Morelli di Reggio Calabria. Il decreto era atteso da tempo e giunge con un ritardo di anni rispetto ad altre Regioni italiane, ma è arrivato.Corale il plauso del progetto La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere promosso da Salute Donna onlus e altre 31 Associazioni di pazienti, alcune attive proprio sul territorio calabrese.Tra le tante ragioni di ottimismo, il fatto che la creazione delle Breast Unit, o Centri Multidisciplinari di Senologia, oltre a garantire un percorso diagnostico-terapeutico e di follow up alle donne con tumore al seno, promette di arginare l’annoso fenomeno della migrazione sanitaria e il ricorso a strutture non idonee al trattamento di questo tumore.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrati. Due pesi e due misure. Suarez e gli altri

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Il caso del calciatore Luis Suarez che, per farlo restare in Italia, sembra sia stato promosso da alcuni docenti di lingua italiana di Perugia pur se il calciatore parla quasi per niente la lingua italiana, apre una voragine. Sul nostro Paese, sugli italiani, sulla burocrazia e sui diritti degli immigrati. Vedremo se questi professori hanno fatto o meno il loro dovere. Intanto, del caso se ne occupano anche le cronache dei media in tutto il mondo e, oltre agli spaghetti e alla moda, ecco un nuovo tassello per la notorietà e credibilità del nostro Paese.Non tutti si chiamano Suarez e, soprattutto, non tutti tirano calci ad un pallone che produce miliardi. Oltre al nostro calciatore ci sono tanti altri. Silenziosi e silenziati. Non “degni” di nessuna cronaca o attenzione, invisibili che vivono i loro drammi, personali e familiari. Non stiamo parlando solo di quelli che arrivano in qualche modo sul territorio italiano ma anche di coloro che già ci sono, sono residenti e legali, lavorano, pagano le tasse, ma per i quali i diritti sembra che siano di serie B. Tutte persone che non chiedono favori, ma solo diritti. Raccontiamo un caso fiorentino Piccolo imprenditore, allo stato cittadino del Bangladeh ma in attesa da più di due anni di cittadinanza italiana. A gennaio, sua moglie e le due figlie (1 e 5 anni) sono andate a far visita ai parenti a Dacca per far conoscere le bambine. Sarebbero dovute tornare il 21 marzo, ma a causa delle restrizioni per pandemia coronavirus su mobilità e ingressi non hanno potuto. La loro partenza è stata rinviata, acquistando nuovi biglietti, allo scorso 11 agosto, ma anche in questa occasione non è stato consentito loro di imbarcarsi. Allo stato dei fatti non si sa quando potranno tornare. La signora, 32 anni, presso la Asl di Firenze segue una terapia educazionale diabetica che in Bangladesh non è possibile farle somministrare. La bimba di 5 anni avrebbe già dovuto essere ad una scuola di Firenze a cui è iscritta.Su questa vicenda il nostro imprenditore ha scritto anche una lettera alla Ministra dell’Interno chiedendo un interessamento. Ma è evidente che, non dando calci ad un pallone, ma contribuendo “solo” all’economia italiana (lavoro, servizi e tasse), è solo un invisibile.Da quando si è conclamata la pandemia da coronavirus, sono migliaia gli italiani nel mondo che sono tornati (ed alcuni ancora non lo sono) grazie all’interessamento dello Stato. Ci domandiamo che differenza faccia il nostro imprenditore rispetto ad un altro italiano… oltre al fatto di non giocare professionalmente a pallone.Vincenzo Donvito, presidente Aduc.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tourism Committee MEPs: EU must act, 22 million jobs are at stake

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Members of Parliament’s Tourism Task Force reiterate that the tourism sector needs EU-level coordination and substantial support to give SMEs a chance of survival.The Transport and Tourism Committee met on Wednesday with travel and tourism stakeholders to take stock of the dire situation facing the sector and to discuss ways to overcome this unprecedented crisis. (Catch up with the debate here.) Even when travelling is partially possible, the wide array of rules make it extremely difficult. People are confused and have no guarantees that their planned trips can and will go ahead.The tourism sector, that employs 22 million people in Europe, is on the verge of collapse. This is no small threat: depending on the country, tourism accounts from 4.3% to 25% of the GDP. As things stand, hundreds of thousands of SMEs will not survive until the end of this yeaIt is still not clear which crisis management tool can be used by the tourism sector, besides the “European instrument for temporary Support to mitigate Unemployment Risks in an Emergency (SURE)”. We insist on urgent concrete action from the European Commission and the member states. A well-defined crisis management mechanism is needed; the sector is fighting to survive.It is high time for the EU to come forward with a strategy on sustainable tourism and a dedicated budget line in the next long-term EU budget. A €300 million budget line to implement a common vision for sustainable tourism over the next seven years is not too much to ask. It is essential, to make sure that this economic sector will have a chance to get back on its feet after months of stagnation and so that we can shape it to become more sustainable.

Posted in Politica/Politics, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raggi, Roma candidata a ospitare Agenzia Europea per la Ricerca Biomedica

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Roma. Roma si candida a ospitare la sede dell’Agenzia Europea per la Ricerca Biomedica e per fronteggiare le crisi sanitarie. È quanto si legge in una lettera che la Sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha scritto al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte. La proposta arriva a seguito dell’annuncio della Presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, riguardo all’imminente istituzione del nuovo organismo che “avrà il duplice obiettivo di rafforzare la preparazione dell’Unione Europea alle crisi e la capacità di gestire le minacce sanitarie transfrontaliere, sia di origine naturale che intenzionale”, si legge ancora nella lettera. “Roma Capitale, sede di strutture sanitarie di livello assoluto e di Università di fama riconosciuta, rappresenta la candidata ideale per ospitare la nuova sede della Agenzia Europea”, scrive Raggi, manifestando “il vivo interesse affinché Roma venga individuata quale sede per ospitare l’istituenda Agenzia”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alla Casina delle Civette il mondo fluttuante di Anna Onesti

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Roma 3 ottobre 2020 – 10 gennaio 2021 Anteprima stampa 2 ottobre 9.30 – 13.00 Musei di Villa Torlonia, Museo della Casina delle Civette Via Nomentana, 70. ospita dal 3 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021 la mostra “Un mondo fluttuante. Opere su carta di Anna Onesti”, che presenta otto arazzi e otto aquiloni in carta giapponese, frutto del recente lavoro dell’artista che da oltre venti anni approfondisce tradizioni artistiche diverse e spesso lontane. La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con il patrocinio della Fondazione Italia Giappone, è a cura di Alessia Ferraro e Maria Grazia Massafra. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura. L’ingresso è gratuito per i possessori della MIC Card. Anna Onesti è un’artista, dal percorso complesso e articolato, che ha collaborato con importanti istituzioni internazionali impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale. I suoi lavori sono realizzati su carta washi, “carta giapponese”, utilizzando tecniche decorative ispirate alla tintura tradizionale dei tessuti e apprese nei suoi periodi di studio in Giappone, come l’itajimezome, lo shiborizome e il katazome. La storia della carta in Giappone affonda le sue radici in epoche lontane grazie ai contatti con la Cina tramite la Corea e grazie all’avvento del Buddhismo, introdotto ufficialmente nel 552. Il termine washi indica varie tipologie di carta che si differenziano per tecniche esecutive e per tipo di fibre utilizzate. Le opere in mostra, sia gli arazzi che gli aquiloni, sono realizzate impiegando carta washi ottenuta dalla lavorazione delle fibre di kozo e colori di origine vegetale come il blu dell’indigofera tinctoria (ai), il viola del legno del Brasile (suwo), il rosso delle radici di robbia (akane), il giallo dell’albero di Amur (kihada), il bruno dei frutti dell’ontano (yashiya), il verde delle noci di galla (fushi), il nero dell’inchiostro di carbone (sumi). Le fibre della carta washi, lunghe e morbide, hanno la capacità di trasmettere alle materie impiegate profondità e di donare alle macchie di colore e alle tracce dei segni una foschia leggera che addolcisce i contorni e smussa i tratti trasformando il colore in materia pulsante. I procedimenti tecnici utilizzati – l’impronta, il ricalco, la tintura per piegatura o per legatura – permettono all’artista di replicare le sue forme stabilendo un ritmo che assume una cadenza meditativa ricca di rimandi, di assonanze, di echi. Un’opera, quella di Anna Onesti, che, partendo da un’estrema aderenza ai materiali utilizzati, cerca di affermare un’esperienza sensoriale del sentire ottico e fisico del tutto originale, grazie anche all’uso di una manualità che sembra sfociare in una ritualità senza tempo. Anna Onesti è nata nel 1956 a Rocca di Papa (Roma) e ha studiato presso le Accademie delle Belle Arti di Roma, Urbino e Torino, diplomandosi in Scenografia con Toti Scialoja e in Decorazione con Francesco Casorati. Ha svolto parte della sua formazione artistica a Torino. Funzionario Restauratore Conservatore presso l’Istituto Centrale per la Grafica, ha collaborato con importanti istituzioni internazionali impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale. Nel 1985 collabora con il Museo Nazionale d’Arte Orientale al restauro di un nucleo di stampe Ukiyo-e provenienti dal Museo d’Arte Orientale di Venezia ed esposte nella mostra “Il Mondo di Eizan”; nel 1985 frequenta il Corso Internazionale sui metodi di conservazione delle opere d’arte orientali organizzato nella sede romana dell’ICCROM (International Centre for the Study of the Preservation and Restauration of Cultural Property). . Per accedere alla Casina delle Civette è necessario essere muniti di biglietto di ingresso al Museo. Indicazioni alla sezione Info. Biglietto unico comprensivo di ingresso al Museo e alla mostra; Per i non residenti € 6,00 intero; € 5,00 ridotto. Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza) € 5,00 intero; € 4,00 ridotto; Ingresso gratuito per i possessori della “MIC Card”

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Dsga, ne mancano 2.301

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Non ci sono buone nuove per centinaia di assistenti amministrativi della scuola pubblica che da diversi anni si prestano a svolgere il ruolo di Dsga in cambio di compensi ridicoli a fronte di responsabilità ed impegni enormi. La novità delle ultime ore è rappresentata da un accordo che non prevede alcuna stabilizzazione o concorso riservato agli stessi ‘facenti funzione’, ma solo una replica di quello che ormai si realizza da quattro lustri: sopperire alla mancanza di Direttori dei servizi generali e amministrativi titolari con personale della scuola. Ministero dell’Istruzione e alcune organizzazioni sindacali hanno quindi rinnovato solo l’Intesa in merito agli incarichi di sostituzione sui posti vacanti: l’accordo consente di ovviare, per l’ennesimo anno, alla carenza di Dsga e assicurare il funzionamento delle istituzioni scolastiche. Copertura dei posti da parte degli amministrativi e reggenze risultano ancora una volta largamente utilizzati: posti ancora vacanti di Dsga sono infatti ben 2.301.“Purtroppo non siamo stati cattivi profeti – commenta il sindacalista Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – quando abbiamo dichiarato alcune settimane fa che l’anno scolastico sarebbe iniziato con un facente funzione o reggente ogni quattro scuole autonome. Per superare il problema confidiamo nel fatto che il Parlamento possa intervenire nel decreto di agostano n. 104, accogliendo un nostro preciso emendamento che abbiamo fatto presentare, così da sanare questa posizione. Allo stesso tempo è fondamentale che si arrivi alla pubblicazione di una procedura straordinaria urgente specifica per i facenti funzione. Il concorso pubblico per Dsga, tra l’altro, dopo lo svolgimento delle ultime prove orali, non ha prodotto l’attesa formazione delle graduatorie di merito finali in diverse regioni, tra cui Campania, Emilia Romagna, Lazio e Toscana. Di conseguenza, la maggior parte delle assunzioni in ruolo sono destinate ad essere rimandate di almeno 12 mesi: un arco di tempo sufficiente per organizzare una prova concorsuale straordinaria rivolta a chi ha acquisito le competenze sul campo”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ecco come i docenti vivono il rientro in classe quest’anno

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

L’emergenza sanitaria ha presentato varie sfide, anche nell’ambito della didattica: i docenti hanno dovuto cercare un metodo alternativo alle lezioni in presenza in un tempo ridotto e, per questo motivo, la didattica a distanza è sempre più un argomento di grande attualità e uno strumento indispensabile per il mondo dell’istruzione contemporanea. BricksLab – la piattaforma di contenuti editoriali che permette di costruire una didattica interattiva e personalizzabile fatta di contenuti certificati – ha esaminato il particolare momento storico che stiamo vivendo, nei primi giorni della tanto discussa ripresa delle lezioni, chiedendosi “Ma cosa pensano i professori e con quali strumenti si può affrontare questa nuova normalità?”.Un parere, quello dei docenti, fondamentale per poter capire la direzione più giusta da prendere, soprattutto all’interno di un panorama frammentato e ancora incerto. Il Prof. Raina – insegnante di lettere e personalità conosciuta a livello nazionale perché docente nel famoso reality Il Collegio – e il Prof. Masini – docente di religione e esperto di e-learning – ci aiutano a dissipare dubbi e domande, mettendo al centro sempre lo studente e le esigenze della classe, avendo presente che la priorità è trovare un metodo di insegnamento e una didattica modulabile e flessibile, proprio come il periodo storico richiede.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Il Gruppo Angelini ha fornito 500mila litri di Amuchina Xgerm

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2020

Con un totale di quasi un milione di flaconi di gel – per la prevenzione e il contenimento del Coronavirus nelle scuole. La fornitura contribuisce ad assicurare una quota importante dei volumi di disinfettante necessari a livello nazionale. L’accordo rientra nel piano coordinato dal Commissario Straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri, in linea con le disposizioni del Ministero dell’Istruzione. “Con la riapertura delle scuole continua per noi la distribuzione costante e puntuale dei dispositivi di protezione individuale: anche sul fronte del gel igienizzante, la collaborazione tra istituzioni e imprenditoria privata è rilevante e strategica, consentendo a studenti e personale scolastico di avere a disposizione ogni giorno questo importante strumento di prevenzione” ha dichiarato Domenico Arcuri, Commissario Straordinario per l’emergenza Coronavirus. Amuchina Xgerm, prodotto da Angelini Pharma e divenuto il simbolo della lotta al Coronavirus nella quotidianità, sarà distribuito in 8000 scuole. Uno sforzo produttivo ingente, che vede protagonista ancora una volta lo stabilimento di Ancora, dove i dipendenti di Angelini Pharma non si sono mai fermati arrivando a produrre 95.000 flaconi al giorno, 9 milioni dall’inizio della pandemia.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »