Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 302

Il futuro di Italtel

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2020

“Le parole del Ministro Patuanelli lasciano ben sperare sul futuro di Italtel, il colosso delle telecomunicazioni che occupa circa mille addetti nelle sedi di Castelletto di Settimo Milanese (MI),Roma, Carini (PA). Il Movimento 5 Stelle segue con massima attenzione da tempo la vertenza dei lavoratori degli stabilimenti della Lombardia e della Sicilia, che posseggono un patrimonio di competenze importante e dal quale dobbiamo ripartire per vincere la sfida della digitalizzazione”. Lo afferma la senatrice del MoVimento 5 Stelle, Simona Nocerino, componente della commissione Lavoro di Palazzo Madama. “Come sottolineato dal Ministro in aula a Montecitorio – prosegue Nocerino – Next Generation Eu e’ la massima garanzia per il settore delle tlc e da parte del Governo c’è la forte volontà di inserire aziende come Italtel, che si occupa proprio di gestione delle reti di telecomunicazione, nei progetti legati alla digitalizzazione del Paese”. “Questo non solo rassicura certamente i lavoratori e le loro famiglie, ma testimonia, ancora una volta, la volontà del governo e del Mise di individuare e lavorare a soluzioni adeguate a risolvere le tante vertenze aperte, già prima della crisi Covid-19, con percorsi di rilancio e piani d’investimento capaci di guardare al futuro”, conclude la senatrice del MoVimento 5 Stelle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: