Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Scuola Question time del ministro Azzolina

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2020

Oggi alla Camera ha avuto luogo il Question time in cui la ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina ha risposto alle domande dei deputati su ritorno in classe e concorso straordinario. L’Azzolina ha affermato che l’inizio della scuola non ha avuto particolari problemi, poiché “tutta l’amministrazione ha lavorato alle operazioni necessarie, come nel caso delle Gps che sono state compilate grazie alla digitalizzazione dei dati; inoltre, le graduatorie sono state pubblicate in tempo utile e anche gli errori registrati in esse stanno per essere rettificati. In questi giorni si stanno ultimando le nomine per i contratti a tempo determinato e si stima che nel giro di pochi giorni si possano concludere, anche per l’organico aggiuntivo. Si può dunque affermare che c’è stato un ordinato avvio dell’anno scolastico che sarà garantito anche nei prossimi anni”.La ministra dell’istruzione ha anche affermato che il sistema delle Gps ha garantito imparzialità e trasparenza e nell’assegnazione delle supplenze non è stato registrato un boom di precari. Per quanto concerne le immissioni in ruolo, ha confermato che “le procedure selettive partiranno il 22 ottobre, in totale sicurezza, così da avere insegnanti in ruolo il prossimo anno; non ci saranno assembramenti di candidati. Avremo concorsi selettivi e diversificati, seri, nella convinzione che il bene della scuola passi per la selezione. Bisogna innalzare il livello del Paese grazie a un elevato sistema d’istruzione”. Per quanto riguarda l’organizzazione vera e propria, “si avranno meno di 10 candidati per aula e nei prossimi giorni sarà pubblicato un protocollo per la regolamentazione: ci saranno due turni, uno anti pomeridiano e uno pomeridiano, così da garantire la presenza a scuola. La prova sarà superata con 7/10 e avrà una durata di 150 minuti. Poi sarà la volta dei concorsi ordinari, infanzia e primaria e secondaria di I e II grado. Fine assoluto è ridurre il precariato il precariato e garantire la continuità didattica”. Per il presidente dell’Anief, Marcello Pacifico, “è necessario assumere i precari subito o attraverso la stabilizzazione come per il personale della sanità o degli locali sui posti vacanti e disponibili con retrodatazione giuridica al 1° settembre 2020 o con la riapertura delle GaE o lo scorrimento del doppio canale di reclutamento dalle graduatorie di istituto o GPS riformulate con le vecchie tabelle di valutazione dei titoli. Ogni altra soluzione è inutile”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: