Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 335

Archive for 15 ottobre 2020

Il Colonnello Christian Ingala lascia il comando delle Batterie a Cavallo

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Vercelli Si è svolta oggi, nella caserma “M.O.V.M. Aldo Maria Scalise” di Vercelli, la cerimonia di avvicendamento alla guida del Reggimento Artiglieria a Cavallo con la quale il Colonnello Christian Ingala ha ceduto il comando al parigrado Andrea Simone, affidandogli la custodia dello Stendardo delle Batterie.La cerimonia, svoltasi nel rispetto norme di distanziamento sociale e di contenimento del contagio da CoViD-19, ha visto la presenza delle massime autorità civili e religiose di Vercelli, a dimostrazione del forte legame tra la comunità locale e l’Esercito, ed è stata presieduta dal Generale di Brigata Filippo Gabriele, Comandante della Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, unica Grande Unità dell’Esercito Italiano per la Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare. Il Colonnello Ingala lascia il comando delle Voloire dopo un anno di intenso lavoro durante il quale il Reparto è stato impegnato in molteplici attività addestrative e operative, sia in Italia sia all’estero. Il Reggimento Artiglieria a Cavallo, infatti, ha lavorato in supporto alle Istituzioni e alle Forze dell’Ordine per il mantenimento dell’ordine pubblico e il controllo del territorio, nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure” nelle città di Torino, Caselle, Genova, Ventimiglia, Saluzzo, Saluggia, Novara e Vercelli, dove il Reggimento ha costituito il Comando del Raggruppamento “Piemonte-Liguria”. Inoltre, in risposta all’emergenza pandemica, il reggimento ha schierato una sua unità nell’area di Bergamo, ha partecipato alla sanificazione di 2700 posti letto in oltre 30 Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) piemontesi e ha distaccato il proprio personale sanitario nel reparto di terapia sub-intensiva dell’Ospedale Maggiore di Novara. Gli Artiglieri delle Batterie a Cavallo hanno operato in sinergia con realtà locali per la distribuzione di oltre 300.000 dispositivi di protezione individuale e assistito il Banco Alimentare di Milano e la Croce Rossa Italiana di Vercelli con i progetti “Pronto Spesa” e “Pronto Farmaco” contribuendo alla consegna di circa 11 milioni e 500 mila pasti a persone e famiglie in difficoltà e al conferimento di oltre 2.500 tra farmaci, generi di conforto e vestiti.Significativi risultati sono stati raggiunti sia nell’addestramento di specialità – grazie alle numerose esercitazioni di gestione dello spazio di battaglia in ambiente anfibio e a rischio CBRN (chimico, biologico, radiologico e nucleare), di simulazione computerizzata della gestione del fuoco in azioni anfibie autonome, alla scuola tiro con gli obici FH/70 in dotazione al Reggimento e all’addestramento per l’accrescimento della Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare (CNPM) – sia nell’incremento delle attività equestri, grazie al lavoro svolto dagli uomini e dalle donne del 2° Gruppo – l’unica realtà in Europa, insieme ad un’unita della Reale Artiglieria Britannica, con pezzi di artiglieria ippotrainati.Nel suo discorso di commiato, il Colonnello Ingala, ha ringraziato il personale del Reggimento per il supporto fornito, il generoso impegno e i risultati conseguiti nel corso della sua attività di comando e si è detto “orgoglioso d’essere stato l’81° Comandante del Reggimento Artiglieria a Cavallo, un Reggimento unico, e dei suoi Artiglieri: mirabile esempio di soldati dell’Esercito, un’Istituzione pronta ed efficiente, basata sull’elemento umano e supportata da moderne tecnologie, elemento cardine del sistema di difesa per la sicurezza interna ed esterna del Paese”.Nel corso del suo intervento, il Generale Gabriele ha ringraziato il Colonnello Christian Ingala per l’equilibrio con cui ha esercitato la sua azione di comando, nonché per la professionalità, l’esempio e la motivazione dimostrata dai suoi Artiglieri, impiegati anche in Libia, Afghanistan e Somalia, ed ha augurato buon lavoro al Colonnello Andrea Simone esortandolo a mantenere vive le tradizioni e la coesione che caratterizzano il Reggimento Artiglieria a Cavallo da oltre 189 anni. Il Colonnello Ingala andrà a ricoprire l’incarico di Comandante dell’85° Reggimento Addestramento Volontari dell’Esercito di Montorio Veronese.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Fidest cambia pelle

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020


I lanci d’agenzia della fidest (storico) sono visibili su:

https://fidest.wordpress.com 

La Fidest è un’agenzia stampa a diffusione gratuita.

Fidest is a free circulation press agency

Ho deciso di chiudere una porta ma avendo contestualmente l’accortezza di aprirne un’altra più diretta e personale. In questo ambito riscopro la mia anima di opinionista sui temi che più da vicino toccano la nostra natura e ci permettono di interagire con chi avrà la bontà di seguirmi condividendo o criticando la mia linea di pensiero sui grandi temi di attualità: politica, sociale, economia.

I decided to close a door but at the same time have the foresight to open another one that is more direct and personal. In this context I rediscover my soul as a commentator on the themes that closely touch our nature and allow us to interact with those who will have the goodness to follow me by sharing or criticizing my line of thought on the major topics of current affairs: politics, society, economy .

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La ripartenza della medicina estetica ha una data certa: il congresso di Agorà

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Milano, dal 15 al 17 ottobre. La Società Italiana di Medicina ad Indirizzo Estetico, uno degli appuntamenti di punta del settore, sta per aprire le sue porte a Milano in tutta sicurezza negli spazi di MICo. Sotto i riflettori ci saranno le ultime novità per ringiovanire volto e occhi senza bisturi, con risultati naturali, grazie agli iniettabili di nuova generazione, i filler “dinamici”. A presentare gli ultimi sviluppi in questo campo è Teoxane, l’azienda di Ginevra specializzata negli iniettabili a base di acido ialuronico, che presenta tre novità: una tecnica multi-layer “lift & contour” per il volto che combina due diversi filler, iniettati a due differentiprofondità; un protocollo per la ridensificazione dinamica che combina un biorivitallizzante con complesso dermo-ristrutturante e un filler; e un trattamento avanzato per l’area perioculare con un filler specifico per la correzione delle occhiaie.L’invecchiamento del viso si traduce a livello estetico in una perdita di armonizzazione dei volumi, che avviene a livello di diversi comparti adiposi. «La tecnica multi-layer consiste in un duplice trattamento – spiega la Dott.ssa Paola Molinari medico chirurgo – con due diversi filler iniettati a due diverse profondità, dalla doppia azione: sollevare (lift) e ridefinire (contour)».A livello pre-periosteo, nell’area di zigomi, mento e mandibola, si utilizza quindi il filler statico UltraDeep, che porta alla formazione di “piloni strutturali” di acido ialuronico a sostegno del tessuto. Nei comparti superficiali, a livello, dell’ipoderma, si interviene con il filler dinamico RHA 4, che rimodella le aree estese (malare e temporale) e i contorni del viso, per armonizzare i volumi superficiali e potenziare l’effetto lifting». La professionalità del medico è importantissima, perché deve rispettare l’architettura anatomica del viso e seguire un preciso ordine: prima la ricostruzione strutturale profonda che solleva il tessuto, quindi la correzione delle imperfezioni restanti. «Questa procedura – sottolinea il Prof. Giuseppe Sito, chirurgo estetico – amplifica e armonizza i risultati in un contesto dinamico, inoltre riduce le quantità di gel utilizzate e le possibili complicanze: il prodotto iniettato nei diversi comparti adiposi non migra, né si diffonde». Come funziona la bioridensificazione dinamica del volto – L’aging cutaneo è la somma di una quota genetica di invecchiamento (cronoaging) e di una legata invece, alle abitudini e agli stress esterni a cui è sottoposta la pelle (fotoaging). Come funziona il trattamento avanzato delle occhiaie – L’aspetto stanco e affaticato dello sguardo, dovuto soprattutto alle occhiaie, è una preoccupazione comune fra le donne dopo i trent’anni. «La chiave sta nella sua particolare visco-elasticità – spiega il Prof. Giuseppe Sito – che consente al gel di diffondersi al meglio e senza comprimere i fragili tessuti in cui viene iniettato, riducendo notevolmente il rischio di edemi. I risultati sono visibili immediatamente dopo l’iniezione e hanno una durata media stimata di 9-12 mesi»

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: “Giuseppe Capogrossi. Il Segno in mutamento”

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Roma 28 ottobre ore 12, la Galleria Lombardi in Via di Monte Giordano, 40 inaugura “Giuseppe Capogrossi. Il Segno in mutamento”, con una selezione di circa 30 opere del maestro eseguite tra gli anni ‘30 e gli anni ’50, provenienti dagli eredi di Capogrossi. La mostra è curata da Lorenzo Lombardi e da Francesca Romana Morelli, autrice con Guglielmo Capogrossi del catalogo ragionato dell’opera dell’artista tra il 1920 e il 1949 (Skira, Milano 2012). Forse per la prima volta l’opera su carta di Giuseppe Capogrossi tra gli anni trenta e quaranta è oggetto di una mostra, che ne ricostruisce l’itinerario, spingendosi ai confini estremi di un vasto territorio fino a saldarsi con quello dell’informale, rappresentato da una tempera ritrovata nello studio di Capogrossi, dopo la sua scomparsa. Racchiude l’inedita esposizione due straordinari dipinti emblematici, posti come pietre miliari dell’itinerario artistico di Capogrossi: una «Ballerina» del 1941, costruito da tinte profonde e sontuose, esposto al Premio Bergamo (1942), e «Donna distesa con chitarra» (1947-1948), servito a mettere a fuoco lo stesso soggetto nel grande dipinto delle collezioni della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma.www.gallerialombardi.com. Data Apertura: 28 ottobre 2020 Data Chiusura: 18 novembre 2020 Orario: dal martedì al sabato 11:00-19:00 Ingresso libero

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce ItaloTexano!

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

ItaloTexano è un periodico di informazione indipendente, dedicato a tutti gli Italiani, italo-americani e a tutti i cittadini che risiedono in Texas che amano l’Italia. L’iniziativa nasce da un’idea di Vincenzo Arcobelli, da anni punto di riferimento della collettività italo-americana. Grazie alle preziose collaborazioni si è riusciti a fare partire questa nuova creatura, in un periodo particolare a causa della crisi pandemica del Covid/19. ItaloTexano oggi è disponibile gratuitamente on line, sarà un approfondimento su diversi temi: Arte, Cinema, Commercio, Comunità Italiana, Cucina, Cultura, Eccellenze, Lingua, Made in Italy, Ricerca, Scienza, Società, Sport, Storia, Tradizioni e Turismo.La Redazione è disponibile nel ricevere richieste per approfondimento di argomenti, promuovere le eccellenze e le aziende italiane, riportare eventi ed attività di pubblico interesse.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Caritas: nuove sinergie per rispondere ai bisogni dei più fragili

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

La presidente di Banca Etica, Anna Fasano, il direttore di Caritas Italiana, don Francesco Soddu hanno siglato a Roma un nuovo accordo quadro che rafforza le sinergie tra le due realtà che già da tempo collaborano per dare risposte ai bisogni delle persone più fragili. Presente anche Benigno Imbriano, amministratore delegato di PerMicro, che metterà a disposizione la propria esperienza nel campo della microfinanza. Ecco i primi strumenti definiti da Banca Etica e Caritas Italiana per rafforzare una collaborazione che dura da oltre 20 anni: Banca Etica promuove e sostiene iniziative di educazione finanziaria e strumenti finanziari per il contrasto alla povertà, all’esclusione finanziaria e all’empowerment delle persone. In particolare attraverso la collaborazione con il proprio partner PerMicro, una tra le più importanti società di microcredito in Italia che opera su tutto il territorio nazionale, verranno studiate specifiche azioni per l’accesso al credito delle persone e delle piccole imprese familiari. Caritas e Banca Etica collaboreranno in campagne di sensibilizzazione, raccolta fondi , anche in situazioni di emergenze umanitarie nazionali o internazionali Banca Etica mette a disposizione di tutte le Diocesi, Caritas Diocesane, e realtà loro collegate, ai relativi dipendenti e collaboratori, strumenti specifici per far fronte alle esigenze di natura finanziaria a condizioni di maggior favore. L’inclusione finanziaria come essenziale elemento di inclusione sociale è al centro del nuovo accordo tra Caritas, Banca Etica e PerMicro. Un accordo che, con un plafond di 5 milioni di euro, grazie al coinvolgimento di PerMicro, punta sulla microfinanza per realizzare interventi di educazione e inclusione finanziaria. I beneficiari saranno individuati dalle Caritas Diocesane che aderiscono all’iniziativa e potranno ricevere: finanziamenti alle persone fisiche per esigenze familiari da 3.000 a 15.000 euro finanziamenti alle iniziative di autoimpiego e alle microimprese a partire da 5.000 a 25.000 euro fino a 72 mesi di durata percorsi di formazione finanziaria di base per operatori e volontari Caritas accompagnamento e mentoring dei beneficiari dei prestiti http://www.permicro.it

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agricoltura: Dall’Europa un aiuto concreto

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Dall’Europa arriva un aiuto concreto a sostegno della ripresa del settore agricolo e agroalimentare per fronteggiare la crisi da Covid e incoraggiare una reale svolta del comparto in chiave innovativa e green. E’ quanto dichiara Cia-Agricoltori Italiani esprimendo soddisfazione per il via libera della Comagri al Parlamento europeo sull’anticipo al primo gennaio 2021 dello stanziamento di oltre 8 miliardi di euro a favore del settore, a cui si aggiungono 2,6 miliardi previsti dall’accordo sul Bilancio Ue (1,22 destinati all’Italia).Per Cia, che aveva già sollecitato interventi immediati senza aspettare l’entrata in vigore della riforma Pac nel 2023, si tratta, infatti, di un’iniezione di liquidità importante accompagnata tra l’altro da quella visione strategica auspicata più volte dall’organizzazione che pone al centro del rilancio le aree rurali così come la digitalizzazione e la sostenibilità dell’agricoltura.E’ dunque, positiva la conferma da parte dell’europarlamentare Paolo De Castro, che almeno il 55% dei fondi aggiuntivi dovrà incentivare la crescita delle aree interne tramite investimenti in agricoltura di precisione, ricambio generazionale e modernizzazione dei macchinari, da tempo richiesta da Cia, con il rinnovo del parco macchine agricole in chiave competitiva e green.“Si tratta di un riconoscimento fondamentale all’agricoltura europea e italiana -ha detto il presidente nazionale di Cia, Dino Scanavino- che ha dimostrato grande tenuta e forte responsabilità nel garantire ai cittadini cibo sano e di qualità durante il lockdown, pur subendo le conseguenze economiche di una crisi globale. Ecco perché velocizzare l’accesso alle risorse europee è necessario per permettere al settore di riassestarsi, continuando ad assicurare l’approvvigionamento alimentare e rispondere alle prossime sfide ambientali del Green Deal”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Relazioni: il futuro non è scritto

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Sarà a breve disponibile il primo numero di Relazioni, il nuovo progetto editoriale di Luca Sossella editore. Un progetto per stimolare il pensiero e la crescita di chi crede che le relazioni siano una risorsa personale, sociale ed economica la cui gestione può favorire la nascita di una società più giusta ed equilibrata.La pubblicazione trimestrale, diretta da Stefano Lai, giornalista, per molti anni direttore della comunicazione di grandi aziende, prende vita a seguito del dibattito avviato da un gruppo di pensiero, gli Aprilanti, professionisti delle relazioni pubbliche e della comunicazione, durante il lockdown. Relazioni: vuole essere prima di tutto uno stimolo per la riflessione e il dibattito tra comunicatori, ma non solo. Vuole parlare ai decisori, pubblici e privati, alle università e agli studenti, e lo vuol fare attraverso una molteplicità di strumenti fisici e digitali. Così a fianco della pubblicazione cartacea, ci saranno media digitali (social, sito, podcast), ma anche incontri dal vivo in teatro.Ma per sua stessa natura Relazioni: poteva originarsi solo dalla forma fisica della carta, una pubblicazione trimestrale da leggere, conservare, collezionare, rileggere… Il progetto grafico è stato realizzato da Maiarelli Studio di New York, con la direzione artistica di Giona Maiarelli e Alessandra Maiarelli. Grande attenzione alle immagini con una selezione di grandi fotografi e di giovani talenti internazionali. Il primo numero di Relazioni: si intitola “Gli Stati Uniti, domani”: approfondimenti, analisi, pensieri, immagini e visioni verso (e oltre) le elezioni americane del 3 novembre, “le più importanti della storia umana”, secondo Noam Chomsky, uno dei più prestigiosi intellettuali al mondo. Proprio l’esclusiva intervista a Noam Chomsky di Luca Mastrantonio apre la prima sezione del numero. All’età di 91 anni, Chomsky disegna uno scenario drammatico, ma sceglie di non arrendersi al pessimismo: è impegnato nella costituzione di una “internazionale progressista”, guarda con speranza ai milioni di persone che nelle strade di tutto il mondo protestano contro razzismo e disuguaglianze. Gli altri contributi della sezione sono firmati da Marco Bardazzi, Maria Pia Rossignaud, Derrick de Kerckhove, Simone Pieranni, Franco Berardi Bifo, Alessandro Carrera, con immagini e illustrazioni di Holly Andrés, Broomberg&Chanarin, Gianluca Costantini, Aaron Tilley, Ruby Okoro, Li Wei, Laura Alandes, Arianna Arcara, Luca Santese, Lauren Greenfield. La seconda sezione, “La prossimità e la distanza”, riflette su come l’esperienza dell’epidemia sta modificando la nostra idea dello spazio, pubblico e privato, e le nostre pratiche relazionali; i contributi sono firmati da Alberto Abruzzese, Aldo Bonomi, Patrizia Luongo, Gloria Manzelli, Stefano Lai, Pierfrancesco Maran, Stefan Kaegi, Giacomo Pedini, Maura Latini, Susanna Stefani, con immagini e illustrazioni di Roger Ballen, Stefano Vaja, Luca Strano, Carlo Valsecchi. A firmare i contributi della terza sezione, “La comunicazione al tempo del Covid-19”, in cui i professionisti della comunicazione raccontano dall’interno il modo in cui gli individui, le istituzioni, le aziende hanno comunicato dentro la tempesta dell’emergenza sanitaria, sono Adriana Mavellia, Stefano Rolando, Valentina Parasecolo, Walter Bruno, Luca Barbieri, Massimo Tafi, Biagio Oppi, Luca Sossella, Davide Rampello, con immagini e illustrazioni di Fontanesi, Mattia Balsamini, Putput, Stefano Massei, Marcus Maddox.Non mancheranno, naturalmente, rubriche, racconti, poesie, consigli di scrittura, recensioni, in questo numero a cura di Guido Vitiello, Paolo Gervasi, Giacomo Pedini, Elisabetta Gola, Mario Pireddu, Rip Bulkeley, Sally Swainston, Giona Maiarelli.La versione cartacea di Relazioni: (formato 170×240 mm, 176 pagine, stampa a 4 colori, diffusione 10.000 copie) sarà disponibile in libreria al prezzo di 20,00 euro.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anche la William School Music durante il Covid sostiene la musica

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Roma. L’ormai nota scuola romana del quartiere di Torre Maura, in Via dei Colombi, 106/106a, nata nel 2016 da la possibilità a tutte le persone che amano la musica e non hanno, momentaneamente, i mezzi per poter sostenere un corso di chitarra, batteria, pianoforte, violino, tastiera ecc., di fare delle lezioni gratuite… completamente gratuite. La scuola si sviluppa su due piani ed è composta da giovani insegnanti, tutti laureati nei vari segmenti musicali di appartenenza, che hanno la volontà di trasmettere la “Musica” con metodi moderni e facilmente apprendibili, rimanendo, allo stesso tempo, legati ai suoi principi fondamentali. A tale proposito il mood di questa grande scuola di periferia è quello di credere fermamente nella Musica e credere che tutti dovrebbero provarla almeno una volta! Ma senza dare ulteriori anticipazioni vi invitiamo a visitare la pagina web http://www.williamschoolmusic.com per poter prenotare le lezioni a titolo totalmente gratuito e senza impegno!

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto di Cittadinanzattiva sulla cronicità

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

“Il XVIII Rapporto nazionale di Cittadinanzattiva sulle politiche della cronicità, mostra come la mancanza di una rete territoriale capace di prendere realmente in carico i pazienti affetti da malattie croniche, che anche la Federazione denuncia da tempo, ha significativamente pesato nella fase del lockdown e oltre” dice Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani. “E’ un dato che emerge dalle dichiarazioni delle stesse associazioni dei pazienti, che nel corso della pandemia si sono adoperate per sopperire alla difficoltà dei malati a contattare gli specialisti, o accedere a farmaci, presidi e dispositivi di protezione” prosegue Mandelli. “Concordiamo anche con i rimedi indicati, a cominciare dal completamento della digitalizzazione della sanità e al ricorso a servizi di prossimità, come la telemedicina, che possono migliorare la continuità dei percorsi di cura. E apprezziamo che ancora una volta si sottolinei l’importanza del ritorno sul territorio di tutti i farmaci che possono essere impiegati anche fuori dall’ospedale”. Per il rapporto, uno degli elementi centrali di questo approccio complessivo alla cronicità è la messa in rete delle farmacie con gli altri attori che tutelano la salute pubblica, soprattutto nelle aree interne dove i servizi sono rarefatti e spesso si è costretti a ricorrere impropriamente all’ospedalizzazione. Un’integrazione che, si legge sempre nel documento, andrebbe perseguita anche per quanto riguarda le campagne vaccinali. “Il coinvolgimento dei farmacisti e delle farmacie nelle campagne vaccinali sarebbe efficace nelle aree interne ma anche nei centri urbani, dove è sempre più evidente che la necessità di offrire alcune prestazioni a decine di migliaia di persone in tempi brevi – lo prova il caso dei test sierologici e dei tamponi – richiede soluzioni nuove e l’abbandono di schemi superati” conclude il presidente della FOFI.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quando la pittura incontra la poesia

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

di Patrizia Minnozzi. Le ricerche e le mostre che puntano i riflettori su libri d’artista contemporanei sono molto poche, per questo motivo si configura come un genere considerato di nicchia, vista anche la mancanza di raccolte pubbliche e di eventi dedicati. In Italia, il collezionismo dei libri d’artista, soprattutto negli ultimi anni, sta trovando terreno fertile grazie alle iniziative dei privati o delle biblioteche, a differenza degli altri paesi del mondo, tra tutti gli Stati Uniti, dove queste particolari opere d’arte sono studiate da decenni. Proprio sulla scia di questa “mancanza” nel mondo dell’arte, il Maestro Iacomucci, in collaborazione con l’amico e collega Mario Monachesi, si è voluto cimentare in questo inesplorato percorso artistico. Il risultato è un interessante lavoro ricco dell’esperienza dei due artisti, dal quale nasce un libro d’arte dal titolo “Infinito oltre-Insieme su carta”, contenente le opere di entrambi, riprodotte con una notevole maestria nell’ esecuzione e finemente rilegate con sapiente cura. “Infinito oltre” sta a significare la dimensione infinita dell’arte che non è contenuta o catalogata dentro a recinti o confini; sta a significare anche la dimensione universale e trascendente dell’arte. “Insieme su carta”, trova la sua interpretazione nel fatto che entrambi lavorano con la carta e sulla carta, portando avanti la loro poetica fatta di colori, parole, figure e immagini a metà tra il sogno e la realtà. Incisore e pittore l’uno, poeta e artista l’altro: due personaggi che si completano e intersecano l’uno nell’altro, avendo la stessa idea comune dell’arte. Entrambi gli artisti, partendo da immagini e parole profondamente dense di significato, trasportano lo spettatore in una dimensione lirica e onirica, che trascende la realtà quotidiana e va verso l’infinito. Mario Monachesi, utilizza le parole per rappresentare forme d’arte e contenuti profondamente attuali e dal forte impatto visivo. Carlo Iacomucci, invece, utilizza con sapiente maestria i colori e segni su tela e su carta per rappresentare figure, gocce, tracce e oggetti immersi in vortici ventosi, che rappresentano realtà virtuali e reali al tempo stesso. Entrambi si servono della potente forza espressiva delle immagini: Pertanto i due artisti si completano a vicenda, perché il poeta Monachesi dà voce, con le sue parole, alle immagini dell’artista Carlo Iacomucci. E’ evidente lo stretto connubio che esiste tra poesia e pittura: si tratta di due arti che presentano molti punti di contatto e, per certi versi, coincidono: una poesia o un dipinto possono elevarsi ad opera d’arte ed entrambe queste arti spesso si compenetrano, perché da un quadro può nascere una poesia e/o viceversa. Sono, praticamente, due facce della stessa medaglia e rappresentano entrambe il bisogno ancestrale, innato e primario dell’uomo di esprimere sé stesso attraverso l’arte. Con questo libro, quasi come in un gioco, Iacomucci e Monachesi hanno voluto provare a raccontare le loro emozioni attraverso immagini e parole, con un risultato assolutamente bello e gradevole! Il libro è stato numerato e firmato in un limitatissimo numero di copie: soltanto 11 esemplari.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mostra Strati di tempo nella Chiesa di Sant’Agnese

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Giudecca, Venezia Casa dei Tre Oci, sale De Maria. l nuovo progetto fotografico di Marco Maria Zanin presso la Casa dei Tre Oci a Venezia resterà aperta al pubblico fino a domenica 1 novembre 2020.Marco Maria Zanin (Padova, 1983) artista e ricercatore che usa la fotografia come principale, ma non unico, mezzo espressivo, racconta ciò che il tempo ha trasformato, nella ricerca di un equilibrio tra la tensione al futuro e le tracce del tempo passato. Nelle sue fotografie passato e presente si sovrappongono, segni lievi e altamente poetici ci accompagnano in un percorso fatto di spazi vuoti e silenzi, nel tentativo di stringere legami armonici tra l’uomo e l’ambiente che vive.Per questo la Fondazione Alberto Peruzzo ha affidato a Zanin un progetto fotografico dedicato agli spazi vuoti della Chiesa di Sant’Agnese, da anni oggetto di complessi restauri e presto pronti ad accogliere la sede della Fondazione stessa e i suoi progetti di arte e cultura. La Chiesa di Sant’Agnese a Padova (XIII secolo) oggi sconsacrata, è una sorta di spazio scenico che, in più fasi della propria vita, ha vestito identità diverse: luogo di culto nel Medioevo, nel Settecento la struttura viene modificata; bombardata durante la Seconda Guerra Mondiale – la canonica parzialmente distrutta non è stata più restaurata – e sconsacrata nel 1947, venne poi venduta a privati che dalla fine degli anni Quaranta la trasformarono in autofficina. Così rimase fino alla fine degli anni Ottanta per poi essere definitivamente abbandonata.La mostra alla Casa dei Tre Oci, accompagnata da un testo critico di Enrico Gusella, espone 13 scatti di grande e medio formato, realizzati da Zanin all’interno dell’edificio nel corso del restauro, cercando di immortalare segni e frammenti da cui scaturiscono le storie e le vicende di Sant’Agnese.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Turismo: Bocca,urgenti aiuti per sopravvivenza imprese

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Per il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, è necessario e urgente aiutare le imprese, ricordando come ai primi di settembre più di 6 mila alberghi non abbiano riaperto.”Anche secondo i consumatori, dopo il fallimento del bonus vacanze, urgono interventi sostitutivi” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Il ministro Franceschini aveva assicurato il 22 settembre che le risorse non utilizzate del bonus turismo non sarebbero andate perdute e sarebbero rimaste al settore. Il problema è che non si può attendere fino alla fine dell’anno per capire quanto avanzerà di quello stanziamento e a quel punto decidere che fare. Sarebbe troppo tardi! Inoltre quelle risorse non basta che restino al settore, devono andare ai consumatori, così da far ripartire la domanda” prosegue Dona.”Bisogna ammettere ora che il bonus turismo è stato un flop e decidere subito che fare. Noi riteniamo che il Governo debba scontare l’Iva fino alla fine di gennaio 2021, così da incentivare settimane bianche e vacanze invernali” conclude Dona.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il primo report sull’impatto degli incubatori e acceleratori europei

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Torino. Presentazione 20 ottobre 2020, ore 17.00. Il team di ricerca Social Innovation Monitor, con base al Dipartimento di Ingegneria Gestionale e della Produzione del Politecnico di Torino, presenterà online i risultati delle analisi svolte per la prima volta sugli ecosistemi degli incubatori/acceleratori in Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito.Le ricerche sono state svolte in collaborazione con Italia Startup che a seguito della fusione con APSTI ha dato vita ad InnovUp, l’Enterprise Educators UK Association, la German Startups Association, La Boussole des Entrepreneurs, PNICube Association, la Spanish Startups Association, la UKSPA Association, e con il supporto di Experientia, Instilla e Social Innovation Teams (SIT). Secondo la ricerca, emerge che nei 5 paesi analizzati ci sono 1217 incubatori e acceleratori, di cui 182 sono incubatori aziendali e 227 incubatori universitari. La Francia ha il maggior numero di incubatori/acceleratori con un totale di 284; seguita dal Regno Unito con 274, dalla Germania con 247, dalla Spagna e dall’Italia rispettivamente con 215 e 197 incubatori e acceleratori.Il numero stimato di dipendenti è pari a 7165. Il numero più alto di dipendenti in incubatori e acceleratori è stato stimato nel Regno Unito, con 2164 dipendenti. Seguono la Francia con 1420 dipendenti stimati, la Spagna con 1376, la Germania con 1111 e infine l’Italia con 1094. I Report Pubblici dei 5 stati analizzati sono disponibili gratuitamente a questo link: https://socialinnovationmonitor.com/report-incubatori/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, ai corsi di specializzazione si entra a caso

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Il superamento della prova preselettiva per l’accesso al corso di specializzazione per le attività didattiche di sostegno, competenze, conoscenze e attitudini ad insegnare agli alunni con disabilità diventano elementi variabili e indefiniti: l’accesso muta in ogni ateneo sulla base del numero di posti messi a disposizione (che spesso non corrisponde a quelli necessari), alla quantità di partecipanti e al loro esito della prova. Le difformità di accesso ai corsi sono evidenti: da uno studio dell’Anief è emerso che gli aspiranti sono appena 129 candidati nell’ateneo di Trento, mentre alla Benincasa di Napoli sono 7.600, ma anche 1.943 a Bari, 1.535 a Catania e 1.361 dell’Università del Molise. Per essere ammessi agli scritti ogni ateneo ha avallato soglie diverse. Ma il dato più assurdo è quello conseguenziale: per essere ammessi ai corsi specializzanti della secondaria dell’Università degli Studi Internazionali di Roma servono 28,5 punti, all’Università di Catania 21, a Siena e nel Salento 20,5. Mentre per la primaria a Napoli ne bastano 11. Alla base di queste discrepanze vi è il fatto che il V ciclo specializzante per il sostegno agli alunni disabili risulta portatore di un sensibile e inevitabile squilibrio nell’assegnazione dei posti: per questi motivi, il giovane sindacato ha predisposto una serie di ricorsi finalizzati a essere ammessi e partecipare agli scritti. Di fatto, il livello di competenza minima per accedere ad un corso specializzante sul sostegno varia quindi a seconda della città dove si è presentata la domanda: il DM 92/2019 non prevede un punteggio minimo e ad ammettere alla prova scritta, dopo il test preliminare da 60 quesiti, un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili nella singola sede per gli accessi (nei singoli Atenei). Sono inoltre ammessi alla prova scritta coloro che conseguono lo stesso punteggio dell’ultimo degli ammessi. Con il voto della preselettiva che non farà media con la prova scritta e orale, ma utile ai fini dell’accesso ai corsi. Una procedura che Anief vuole contrastare attraverso appositi ricorsi finalizzati a fare ammettere gli esclusi in modo illegittimo agli scritti. La decisione è stata impugnata dall’Anief, poiché è chiaro chi si tratta di un paletto alzato in modo del tutto ingiustificato, ancora di più alla luce dalla scarsità di domande in alcune province. Non si comprende come mai si continui a decidere il numero di posti dei corsisti solo sulla base delle disponibilità degli atenei e non alle esigenze precipue locali. “La domanda – chiosa il presidente Anief Marcello Pacifico – è d’obbligo: perché non si aumentano i posti da mettere a bando, laddove è palese l’alto interesse da parte dei docenti abilitati interessati a specializzarsi nel sostegno agli alunni disabili?”

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Studenti fragili e protocollo sicurezza

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Gianmauro Nonnis ha illustrato il protocollo di sicurezza nelle scuole Anief, partendo dai contenuti del protocollo, il punto di vista del sindacato, il punto di vista del Ministero e i lavoratori fragili. Parlando poi della Circolare interministeriale (Ministero del Lavoro e Ministero della Salute) n° 13 del 4 settembre 2020, è stato sottolineato come contenga tre elementi qualificanti e faccia sorgere diverse criticità: concetto di «fragilità», indicazioni operative, contenuti del giudizio medico-legale. La criticità viene dal fatto che viene meno il criterio di specifica pericolosità del Covid-19: la sua pericolosità viene infatti legata alla comorbilità, e secondo questo punto di solo Covid non si muore. Inoltre non viene definito un congedo Covid relegando i periodi di esonero dal servizio a un periodo di malattia. Alcune categorie di lavoratori a tempo determinato (ad esempio i supplenti brevi) rischiano di essere licenziati per superamento del periodo di comporto massimo previsto dal CCNL per malattia (30 giorni per i docenti con supplenza breve). Marcello Pacifico, durante la diretta on line, ha ricordato “come il sindacato sia in prima linea nelle battaglie nei tribunali e al Parlamento. I temi più caldi di questo momento saranno discussi nelle 7mila assemblee a distanza che partiranno a breve e termineranno a maggio: DDi, lavoratori fragili, lavoro agile, rischio biologico, aumenti stipendiali, stabilizzazione precari, sicurezza post Covid-19, pensionamenti anticipati, trasferimento senza vincoli, le tavole della giurisprudenza, piattaforma contrattuale Anief 2019-21, la nuova contrattazione integrativa d’istituto”.Il sindacalista autonomo ha sottolineato quanto sia “necessario pensare ai lavoratori fragili, prevedere una nuova legge per loro. Bisogna, ovviamente, migliorare la sicurezza dentro le scuole, così da svolgere al meglio il proprio lavoro, perché una cosa è certa: l’Italia non si può fermare. Bisogna monitorare continuamente e indicare soluzioni per garantire la sicurezza. Necessario costruire il nuovo contratto: ricordiamo che abbiamo chiesto un aumento dello stipendio di 450 euro, inclusa un’indennità per rischio biologico. Indispensabile poi portare avanti la crociata contro il precariato: l’Europa ci dice di stabilizzare i precari dopo 36 mesi di lavoro, bene, facciamolo. Noi, in attesa del giudizio del Consiglio d’Europa sul reclamo collettivo presentato dal giovane sindacato, non possiamo fare altro che chiedere di riaprire il doppio canale per le assunzioni, riformulare il punteggio delle graduatorie attraverso nuove tabelle titoli, evitare i licenziamenti. In ultimo, come sindacato, siamo fermamente convinti dell’importanza dell’informazione e della consultazione dei lavoratori: insieme possiamo cambiare il sindacato italiano, tutelando un’intera categoria per il bene del Paese”.

Posted in scuola/school, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Cosa cambia per studenti e personale

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Ci sono disposizioni che interessano da vicino la scuola nel DPCM firmato nella notte dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dal ministro della Salute Roberto Speranza contenente le nuove misure per il contrasto al contagio da Covid19: oltre al divieto di assembramenti, con multe “salate” per coloro che quindi stazionano anche davanti alle scuole, studenti e genitori compresi, il provvedimento governativo ha imposto il diniego ai viaggi d’istruzione, come pure alla didattica a distanza in tutti i gradi scolastici e l’apertura alle riunioni collegiali in presenza. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, queste restrizioni sono la naturale quanto inevitabile conseguenza a seguito del pericoloso innalzamento dei contagi: tuttavia, per la prevenzione del Covid all’interno degli istituti è anche indispensabile riprendere il protocollo sulla sicurezza per la ripresa a settembre, sottoscritto lo scorso 6 agosto pure dall’Anief. Proprio in quel documento, al punto B, c’era scritto nero su bianco che il ministero dell’Istruzione si sarebbe impegnato a convocare periodicamente il Tavolo nazionale permanente e che, in base al punto D, ciò si sarebbe dovuto verificare con cadenza almeno mensile. Questo non è avvenuto e, alla luce dei pericoli maggiorati dell’ultimo periodo, chiediamo al ministero di viale Trastevere di allestire con urgenza una riunione con tutte le parti interessate. Nel frattempo esortiamo tutte le istituzioni interessate, in particolare il Comitato tecnico scientifico e il ministero dei trasporti, ad intervenire con disposizioni straordinarie e immediate per evitare che gli studenti raggiungano le scuole o tornino a casa dalle stesse su mezzi pubblici stracolmi di persone, dove evidentemente i rischi di contrarre il Covid diventano altissimi”. C’è pura la Scuola presenta tra le misure che saranno valide per i prossimi 30 giorni nell’ultimo DPCM anti-Covid. In base al testo approvato, scrive Orizzonte Scuola, “le riunioni collegiali di ogni ordine e grado potranno essere svolte in presenza o distanza. La decisione dovrà essere assunta sulla base della possibilità di garantire il distanziamento fisico e la sicurezza personale”. Risultano invece “sospesi tutti i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado”.Il no didattica a distanza per le superiori non era scontato. “Nella giornata di ieri, alcuni governatori regionali avevano avanzato la possibilità di presentare sul tavolo del Governo una richiesta” in questa direzione, al fine di “alleggerire la pressione sui trasporti pubblici”. Ed è un problema che “a quanto pare esiste.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“A tutta vita”: Adolescenti e sani stili di vita

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Il progetto è partito qualche giorno fa ed è rivolto agli alunni delle scuole secondarie di I e II grado, dai 13 ai 16 anni.“A tutta Vita” si basa sul ruolo fondamentale della scuola e della famiglia nello sviluppo di una nuova cultura della salute e una nuova educazione al benessere come diritto e anche dovere. Il progetto prevede inoltre un torneo interscolastico online, una vera e propria sfida a quiz virtuale tra i partecipanti. La classe vincitrice riceverà un premio costituito da materiale tecnologico per la scuola.Per sollecitare la curiosità dei ragazzi e renderli più consapevoli e responsabili, nella scelta dei propri stili di vita e nell’adozione di sani comportamenti alimentari, si è scelto di utilizzare un linguaggio semplice e immediato e uno strumento virtuale, vale a dire una piattaforma, dove sarà possibile scaricare un kit educativo multimediale dinamico e versatile. Uno strumento che potrà essere utilizzato sia a scuola con gli insegnanti sia a casa grazie all’e-book creato come supporto per le famiglie.Gli argomenti trattati nel kit multimediale sono: l’importanza di una sana alimentazione per vivere meglio e prevenire alcune patologie; le dipendenze da sostanze, dedicato ai rischi associati all’uso di sostanze psicotrope, con particolare riferimento a quelle spesso non ritenute tali e tanto diffuse tra i giovani di oggi, come l’alcol e il fumo; e le dipendenze 3.0, quelle tecnologiche, oggi molto diffuse con la conseguente pericolosa inversione delle dinamiche relazionali che la fase web 3.0 ha generato. Tutto ciò in linea anche con le nuove Linee Guida del Ministero dell’Istruzione per l’insegnamento dell’Educazione Civica e con gli obiettivi globali per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.Il kit è uno strumento in grado di coniugare simbologie e stimoli visivi e sonori a registri stilistici tipici della comunicazione giovanile. Un supporto di chiaro valore educativo, per andare incontro alle esigenze psico-pedagogiche dei ragazzi, esortandoli alla riflessione e debellando prese di posizione basate su una scarsa conoscenza dell’argomento.La piattaforma e il kit multimediale sono stati sviluppati da Civicamente, da sempre molto impegnata in progetti educativi con il Ministero, e sono strumenti pedagogici innovativi in grado di generare consapevolezza, indurre i ragazzi all’adozione di comportamenti consapevoli e aumentare la conoscenza sulle tematiche della campagna.“Per il Ministero dell’Istruzione sensibilizzare i giovani sullo sviluppo sostenibile e orientarli verso corretti stili di vita è una priorità – spiega la dott.ssa Anna Brancaccio, Dirigente della Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione -. In questo modo creiamo nuove competenze di cittadinanza attiva sul benessere e la salute. Il progetto è finalizzato a fornire ai docenti un percorso didattico gratuito sul tema dei corretti stili di vita per le nuove generazioni, coerentemente con gli obiettivi 3 e 4 dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo sviluppo sostenibile, e al coinvolgimento degli studenti attraverso attività di gamification”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È cominciata l’era dell’intelligenza artificiale fair?

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

A cura di Denis Peroni, Chief Architect Officer e Co-fondatore di Indigo.ai. “Da grandi poteri derivano grandi responsabilità” dice Ben Parker al nipote Peter, alias Spider-Man. Pur venendo da un fumetto questo è un insegnamento prezioso per noi che lavoriamo con dati e intelligenza artificiale. Il futuro dell’AI dipenderà dalla capacità di risolvere l’annosa questione dei bias, ovvero ciò che avviene quando le intelligenze artificiali provocano discriminazioni sociali, come è avvenuto e avviene ancora oggi. Il tema non è nuovo, nella nostra comunità il dibattito è aperto, ma spesso affrontato in maniera non adeguata. La verità è che, al momento, non ci sono soluzioni reali, ma solo obiettivi da raggiungere sperimentando approcci diversi, perché i bias nell’intelligenza artificiale sono un problema particolarmente complesso. Non è possibile, per esempio, dare un’unica definizione del bias: in statistica è la distanza tra la realtà e la stima che si fa; nel nostro mondo invece il bias non è uno scostamento da dati reali, ma nasce dal fatto che i dati stessi sono discriminatori, perché il pregiudizio è spesso insito nel sistema. Facciamo un esempio. Joy Buolamwini, una ricercatrice del MIT di Boston, nel suo studio “Gender Shades” ha verificato l’accuratezza di alcuni prodotti di riconoscimento facciale, arrivando alla conclusione che questi sistemi trattano alcune etnie in modo più impreciso rispetto alle altre. Nel caso specifico la ricerca ha dimostrato una precisione del 99% per gli uomini bianchi e una del 34% per le donne con una carnagione scura. Perché? Per il fatto che gli algoritmi usati da questi sistemi sono addestrati su immagini di soggetti prevalentemente maschili e di carnagione chiara.L’UE ha fatto sapere di voler pubblicare un Codice Etico grazie al quale l’intelligenza artificiale non dovrà mai danneggiare la dignità, la sicurezza fisica, psicologica e finanziaria delle persone. La proposta nasce perché tra i problemi emersi più frequentemente ci sono stati appunto molti casi di discriminazione razziale o di genere attraverso il riconoscimento facciale.Nell’immaginario collettivo, le macchine sono percepite come perfettamente logiche e oggettive, lontane dalle passioni umane che spesso sviano il nostro giudizio. La prima cosa che dobbiamo fare noi che ci occupiamo di AI è sviluppare un’adeguata consapevolezza del problema; solo così potremo progettare, sviluppare, implementare e governare un’intelligenza artificiale più etica e inclusiva. Il tema dei bias nell’AI è per noi molto importante perché offre grandi opportunità. È una grande occasione per ridurre l’effetto dei pregiudizi umani e per evitare che si perpetuino. Abbiamo margine per scoprire soluzioni migliori, ma per poter cogliere queste opportunità è necessario uscire dal campo informatico e dell’ingegneria: il tema è complesso e va affrontato a 360°. C’è bisogno di una maggior partecipazione da parte di tutti per riuscire a rendere l’intelligenza artificiale più fair: chi la sviluppa deve impegnarsi a farlo nel migliore dei modi ma anche chi la utilizza deve chiedere a gran voce che questa tecnologia sia realmente giusta.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le “chicche” della Meloni sull’ultimo DPCM

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

«Brevi domande che mi vengono leggendo alcune disposizioni dell’ultimo decreto Covid: perché un locale dovrebbe chiudere alle 24 se rispetta tutte le misure per prevenire il contagio stabilite dal Governo? Anche i centri sociali dovranno chiudere alle 24 o potranno continuare violare le regole come fatto finora, perché non pagano le tasse e sono amici del Governo? Perché possono entrare fino a 200 persone in un teatro ma ai ricevimenti se ne possono invitare massimo 30? La capienza non dovrebbe dipendere dallo spazio che si ha a disposizione? Il divieto di assembramento vale anche per i clandestini che arrivano a centinaia stipati su un barcone, e quindi dobbiamo fermare gli sbarchi, o in quel caso le regole non valgono perché non vogliamo rischiare di far perdere fatturato agli scafisti? A quale velocità km/h l’attività motoria diventa attività sportiva? E chi la stabilisce? Nel Dpcm dello scorso 4 marzo, in pieno lockdown, Conte raccomandava di “usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate”, mentre oggi impone di portarla sempre e comunque. Diceva falsità allora o le dice ora? Domande semplici che, temo, non troveranno risposte sensate. Dopo nove mesi di poteri speciali e copiose task force, i grillopiddini ancora brancolano nel buio. Soluzioni ridicole pensate per devastare interi settori della nostra economia senza risolvere alcun problema. La misura è veramente colma». È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »