Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 335

Terapia ormonale sostitutiva, Ame: va personalizzata

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2020

Secondo l’Associazione medici endocrinologi (Ame), la terapia per la menopausa non può essere la stessa per tutte le donne. Per questo motivo ha reso disponibile a medici e pazienti una guida nella quale in 7 punti vengono riassunti i comportamenti corretti che portino a decidere di utilizzare una terapia ormonale sostitutiva nella menopausa, una fase molto delicata della vita di una donna come ha spiegato Vincenzo Toscano, Past President Ame. «In questo periodo alcune donne accusano disturbi per i quali esistono cure e rimedi utili a garantire loro comunque una buona qualità di vita. Sono soluzioni, però, che non vanno bene per tutte e possono variare in base all’età della donna, alle patologie pregresse e ai sintomi riportati» ha affermato.È stato infatti dimostrato che i rischi della terapia sostitutiva ormonale, accusata di essere collegata a un aumentato rischio di malattie cardiovascolari e cancro al seno, sono più bassi per alcune donne e che la sua somministrazione va valutata caso per caso, anche perché i sintomi non sono sempre gli stessi. Per questo, secondo l’Ame, il percorso va personalizzato. «La terapia ormonale sostitutiva risolve i sintomi vaso-motori e l’uso vaginale di estrogeni, laddove non si voglia considerare una terapia sistemica, è sufficiente a risolvere i sintomi genito-urinari» ha detto Toscano, secondo cui la buona notizia è che con il trattamento la qualità di vita della donna ritorna quella di prima. Per l’Ame la terapia ormonale sostitutiva è quindi opportuna per donne con vampate e sudorazioni notturne con meno di 60 anni e in menopausa da meno di 10 anni e, per quelle con menopausa precoce senza contro-indicazioni fino all’età media della menopausa (48-52 anni). Nel punto viene sottolineato come sia stato mostrato che l’incidenza del trombo-embolismo venoso sia minore con le formulazioni trans-dermiche rispetto a quelle orali. Inoltre, è importante notare che non vanno utilizzati i preparati a base di ormoni naturali bio-sintetici se non approvati e che la terapia non è raccomandata per la prevenzione primaria o secondaria delle malattie cardiovascolari o della demenza. Nel punto si elencano le terapie non ormonali efficaci nei sintomi vaso-motori, per i quali sono efficaci anche la perdita di peso, l’ipnosi e la terapia comportamentale. Infine, alle donne con i soli sintomi genito-urinari si raccomanda l’uso di estrogeni locali. (fonte Doctor33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: