Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 203

Archive for 5 novembre 2020

Usa: Elezioni e il senno perduto

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

A volte pensiamo che occorra un Astolfo per recuperare il senno di alcuni governanti della Terra, tale è lo sconcerto per alcune dichiarazioni prive di senno.Leggiamo quelle del candidato alla presidenza degli Usa, Donald Trump, sui risultati elettorali. Dichara: frode in corso, ho vinto io. Ma se c’è una frode come fa a vincere? Occorre contare i voti, dice, poi bloccare la conta dei voti. Ma se si vuole contare i voti è perché si ritiene che qualcuno frodi e, poi, perché non si vuole più contarli? Costui è il capo della maggiore potenza economica, politica e militare della Terra.Passiamo all’Europa, dove un ministro ungherese ha dichiarato che la vittoria del candidato democratico Biden è dovuta al sostegno di Soros, ma si sa, al premier Orban non garba Soros, e ciò dopo aver usufruito personalmente di borse di studio pagate dallo stesso Soros.In Italia, l’elezione di Trump nel 2016 fu salutata da Beppe Grillo con “Trump ha fatto un Vday pazzesco” e la sindaca di Roma, Virginia Raggi, lo invitò nella Capitale. Oggi, silenzio. Invece, il sostegno a Trump lo dà Matteo Salvini che, dopo aver girato per l’Italia senza mascherina, ora la indossa con la scritta “Trump”. Sarà perché il nome del negazionista Trump ha di per sé una efficacia antivirale. Abbiamo la sensazione che Ludovico Ariosto dovrà invitare Astolfo a compiere molti viaggi sulla Luna per recuperare “senni perduti”. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovo DPCM: Cosa cambia per la scuola

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Il nuovo Dpcm, in atto da oggi, cambia anche le modalità di svolgimento delle lezioni e dell’organizzazione scolastica. Come riporta la stampa specializzata, tra le misure nazionali rientra la didattica digitale integrata al 100% nelle scuole superiori: “Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia richiesto l’uso di laboratori o sia necessaria in ragione della situazione di disabilità dei soggetti convolti e in caso di disturbi specifici di apprendimento e di altri bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata”. Nel primo ciclo istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia l’attività continua a svolgersi in presenza. E durante tutte le lezioni in presenze la mascherina sarà obbligatoria, anche quando gli alunni saranno seduti al banco. Il decreto sospende “i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, fatte salve le attività inerenti i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, nonché le attività di tirocinio […] da svolgersi nei casi in cui sia possibile garantire il rispetto delle prescrizioni sanitarie e di sicurezza vigenti”.Per quel che riguarda le riunioni di tutti gli organi collegiali (Consigli di classe, Collegi di docenti, Consigli d’Istituto) “delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado”, il Governo ha deciso che potranno “essere svolte solo con modalità a distanza”. Anche “il rinnovo degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche avviene secondo modalità a distanza nel rispetto dei principi di segretezza e libertà nella partecipazione alle elezioni”.Solo nelle zone caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto, si legge nel testo in via di approvazione finale, “ferma la possibilità di svolgimento in presenza dei servizi educativi per l’infanzia […] e del primo anno di frequenza della scuola secondaria di I grado, le attività scolastiche e didattiche si svolgono esclusivamente con modalità a distanza. Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia richiesto l’uso di laboratori o sia necessaria in ragione della situazione di disabilità dei soggetti coinvolti e in caso di bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata”. Nelle aree “rosse” a scuola dunque andranno solo gli alunni fino alla prima media. In queste zone del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di elevata e massima gravità e da un livello di rischio alto, gli spostamenti saranno consentiti per i genitori accompagnatori dei figli a scuola. Il Dpcm porterà anche uno stop ai concorsi: nella bozza del Dpcm è previsto che anche le prove del concorso straordinario della secondaria, le cui operazioni sono attualmente in via di svolgimento, verranno sospese.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Azzolina certifica suo fallimento con sospensione concorso straordinario

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

“Da mesi diciamo che il concorso straordinario della scuola non si poteva tenere in questa epidemia, ma incredibilmente la ministra Azzolina si ostinava. Oggi autocertifica il suo fallimento, ne prenda atto e sia conseguente. Da sempre Fratelli d’Italia sostiene che la strada più giusta e semplice è quella di stabilizzare i nostri precari della scuola, insegnanti veri forgiati dal servizio e dai sacrifici di vita affrontati. I precari sono un capitale umano che lo Stato non può cestinare”. Lo scrive su Facebook il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, capogruppo in Commissione Istruzione.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concorso scuola sospeso, USB: adesso dimettetevi, dal ministro Azzolina all’ultimo dei suoi collaboratori

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Arroganza e incapacità. A fronte di centinaia di migliaia di docenti precari con un servizio pluriennale, piuttosto che intraprendere la via della valorizzazione di questo personale e dell’intero sistema scolastico nazionale, il governo e il ministro Azzolina hanno perseverato sulla strada di un concorso straordinario con prova selettiva. Il tutto, trincerandosi dietro la demagogica bandiera della meritocrazia, un paravento utile soltanto a nascondere la penuria dei posti messi a bando. Da più di cinque anni, al contrario, USB Scuola sostiene la necessità di indire un concorso per soli titoli per stabilizzare tutto il personale con almeno tre anni di servizio. Per noi l’unica via per realizzare il merito nella scuola pubblica statale è la valorizzazione dell’attività prestata negli anni dai precari a fronte dello sfruttamento da parte dello Stato italiano: tutti coloro che hanno svolto meritoriamente la propria attività, in assenza dei medesimi diritti del personale di ruolo, devono essere immessi in ruolo e successivamente adeguatamente formati.Pressapochismo e temerarietà. Il Ministero dell’Istruzione ha di fatto esposto a rischi da danni biologici docenti che si sono spostati da una regione all’altra per affrontare un inutile concorso farsa. Per non parlare di quei docenti che non hanno potuto neanche partecipare perché positivi, in quarantena o in isolamento fiduciario, per i quali non era stata prevista una prova suppletiva. E così, come se non bastasse, adesso dobbiamo pure assistere alla situazione paradossale per cui, da un lato, a seguito del nuovo DPCM del 3 novembre, il concorso è stato sospeso e, dall’altro, migliaia di docenti precari sono in viaggio per raggiungere le sedi nelle quali si sarebbero svolte le prove.Riteniamo che la misura sia più che colma. Chiediamo con forza le dimissioni del ministro e di tutto il suo dicastero. Si torni in Parlamento per elaborare una nuova riforma sul reclutamento che valorizzi tutti quei lavoratori senza i quali, molto semplicemente, le scuole di tutto il paese non avrebbero potuto funzionare.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si fermano i concorsi, stop anche a quello dei docenti della secondaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Stoppa anche i concorsi il nuovo Dpcm anti-Covid che sostituisce le disposizioni del Dpcm del 24 ottobre scorso e che da domani entrerà in vigore fino al prossimo 3 dicembre: si tratta di un fermo momentaneo che riguarda anche il concorso straordinario per la secondaria su posti comuni e di sostegno – introdotto dal DD n. 510 del 23 aprile scorso e bando successivo, partito già dal 22 ottobre – le cui operazioni sono attualmente in via di svolgimento. Detto che restano valide le prove già effettuate dal 60% dei 64 mila candidati, per le quali il Ministero dell’Istruzioni fornirà istruzioni per la correzione, è ormai ufficiale che dal 5 al 16 novembre verrà proposto un nuovo calendario.Si fermano i concorsi e anche il dicastero di viale Trastevere si deve arrendere, dopo avere colpevolmente ignorato gli appelli a rinviare le prove in tempo di Covid. Dal ministero dell’Istruzione specificano, con una nota ufficiale, che si procederà alla correzione degli scritti delle procedure già effettuate. La nota, che conferma la sospensione delle prove, annuncia che si procederà a una nuova calendarizzazione delle verifiche ancora non svolte.L’Amministrazione scolastico inoltre darà, quanto prima, istruzioni in merito alle procedure per la correzione in remoto delle prove già svolte. Le procedure del concorso per Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi invece proseguono regolarmente.Anief ricorda di avere attivato una motivata specifica Istanza/Diffida da inviare al Ministero dell’Istruzione e all’Ufficio Scolastico Regionale di proprio interesse – attraverso preadesione gratuita – per richiedere la predisposizione di prove scritte suppletive in caso di impedimento a partecipare alle prove già calendarizzate dal Ministero dell’Istruzione per cause correlate alla normativa sul contenimento del contagio da Sars-COV-2.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Economia circolare grande scommessa per crescita Italia a grande velocità”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

“Pensare oggi al futuro, proprio mentre siamo nel pieno della pandemia, è la scelta politicamente più concreta che possiamo e dobbiamo fare. Dobbiamo agire oggi per avere domani un modello di sviluppo ecosostenibile, che realizzi una crescita inclusiva e duratura della società e del sistema produttivo nazionale” così Alessia Rotta, presidente della Commissione Ambiente della Camera, è intervenuta agli Stati Generali della Green Economy all’interno del confronto dedicato alle misure per l’economia circolare nel Recovery Plan nazionale.“Del resto – fa notare la Presidente Rotta – alcuni indicatori dicono che sul recupero dei rifiuti siamo nelle posizioni di testa della UE, con 15 milioni di tonnellate di rifiuti urbani riciclati, pari al 50% di quelli prodotti.” “Questa transizione ecologica – spiega la Presidente Rotta – è possibile perché ci sono sia le condizioni materiali che culturali. Il Next Generation Plan metterà a disposizione dell’Italia oltre 200 miliardi di euro e la Commissione Ambiente ha già indicato il filo “verde” che dovrà tenere insieme tutti gli investimenti a partire da quelli per aumentare la qualità della raccolta differenziata, implementare il sistema impiantistico e creare le condizioni per aumentare la domanda e l’offerta di materie prime seconde.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Superbonus 110%, Nardi: “Va accolta la richiesta del settore edile per prolungarlo”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

“La richiesta dei rappresentanti delle imprese del settore edile riguardante il prolungamento del cosiddetto Superbonus del 110% è sacrosanta. Penso che vada accolta e credo che vi siano le condizioni sia materiali che politiche, per inserirla nel ddl Bilancio” così la Presidente della commissione Attività produttive della Camera dei Deputati Martina Nardi.”Il livello di attenzione da parte delle famiglie e delle imprese agli incentivi del 110% – spiega la Presidente Nardi – sono un segnale importantissimo, perché consentono da una parte di migliorare le condizioni delle abitazioni con criteri di sostenibilità ecologica e di maggiore sicurezza, pensiamo agli interventi antisismici, e dall’altra perché rappresentano un oggettivo aiuto a sostenere i livelli occupazionali di un settore come quello dell’edilizia che più di altri ha pagato e sta pagando la crisi economica iniziata nel 2007 2008 e da cui ancora non si è ripreso, una crisi aggravata dalla pandemia”. “Un volano che tiene insieme ambiente, sicurezza e lavoro, come il 110%, non va interrotto proprio nel momento in cui comincia a dare frutti positivi, ma al contrario va reso misura strutturale anche utilizzando le risorse UE” conclude la presidente Nardi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

C’era una volta… Un virus!

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Un brutto mostro che terrorizzava un mondo intero. Correva l’anno 2020. Questo piccolo, ma feroce animale riuscì a cambiare tutte le nostre abitudini. Generò crisi economiche, morti, depressioni, incertezze. Inizia così, quella favola che probabilmente i bambini ricorderanno tra tanti anni per ricordarsi quello che oggi stiamo vivendo. Si racconta che i bambini d’ allora si portarono avanti, per tutta la loro vita, alcuni traumi, come, ad esempio, indossare una mascherina che copriva i loro sorrisi e tratteneva il loro fiato. Poi ….. Venne Natale!! Fu allora che un’idea, creata da un giornalista, da sempre affascinato dalle favole che finiscono bene, pensò di far sì che quel Natale, diventasse il più bello che si potesse mai ricordare E’ così che è stato realizzato un progetto pensato per tutte le famiglie italiane, ma soprattutto per tutti i bambini e ragazzi L’idea è partita dal giornalista pugliese Antonio Rubino, rivedendo il capolavoro di Roberto Benigni, La Vita è Bella, quando, in un campo di concentramento, papà Guido inventò un gioco per esorcizzare un momento drammatico per il figlioletto Giosuè. Alla domanda: Cosa possiamo fare per rendere questo Natale un momento che non sia ricordato in maniera traumatica dai bambini? Ci si è fatti aiutare dalla nota psicopedagogista e scrittrice Maria Rita Parsi e la risposta è stata: Facciamo diventare questo Natale …. un gioco. Da diversi anni la Events & Promotion organizza eventi che hanno attirato migliaia di bambini, provenienti da ogni parte d’Italia, in diverse città italiane, tra queste Matera, Capitale della Cultura 2019 e lo scorso anno a Brindisi, nel cui porto, da un rimorchiatore è arrivato il Vero Santa Claus, accolto da migliaia di persone, soprattutto bambini. Nel progetto di Antonio Rubino, proprio Santa Claus è il personaggio nell’immaginario comune più amato dai bambini soprattutto a Natale. Visto che questo è un anno difficile, lo faranno arrivare, in ogni casa italiana, attraverso LA RETE. Ecco il segreto. Arriverà il 22 Novembre e vi rimarrà fino al 24 dicembre rigorosamente in diretta tutti i giorni. La sua casetta sarà raggiungibile attraverso un semplice dispositivo: un computer, un telefonino o una Smart TV, sintonizzato sul sito ufficiale wwww.santaclausitalia.it al quale si collegheranno un centinaio dei maggiori siti internet e pagine social, tra i più seguiti in Europa, che parlano di Santa Claus, di Babbo Natale, dei Villaggi di Babbo Natale e dei mercatini di Natale. Dal 22 Novembre fino al 24 di dicembre in diretta, oltre che con il Vero Santa Claus che chatterà con tutti i bambini, si potranno seguire dirette streaming, contenuti natalizi, vivere l’inedito Natale di personaggi televisivi famosi, ascoltare concerti natalizi, leggere storie, filastrocche e imparare le ricette dei dolci, suggerite da chef, ma anche da semplici nonne. Insomma, per oltre un mese si potrà vivere lo spirito natalizio restando tranquillamente a casa. SANTA CLAUS E’ IN ITALIA è il nome del grande progetto mediatico creato per la rete, con un potenziale di 5 MILIONI DI CONTATTI Ma a Natale, non potevano mancare i mercatini. I Mercatini di Natale di Santa Claus diventano Smart. In collaborazione con la Bookizon sono stati realizzati i primi mercatini di Natale on line. Raggiungibili direttamente da qualsiasi dispositivo. Poter passeggiare al suo interno come se si fosse in un grande centro commerciale restando comodamente a casa. I bambini sono la vera priorità. Ogni giorno, potranno chattare direttamente dalla rete, fino a tutto Natale, con il vero Santa Claus. Inviargli le letterine, attraverso email a letterine@santaclausitalia.it e ricevendo, in risposta, la speciale lettera inviata dall’Ufficio postale di Santa Claus o addirittura attraverso un videomessaggio personalizzato. Si potranno aiutare così anche dei bambini in un orfanotrofio africano Questo è l’evento immaginato e realizzato per rendere questo Natale, un gioco che si potrà ricordare per tutta la vita. A questa storia ciascuno può mettere il finale che ogni bella fiaba si merita: E tutti i bambini vissero felici e contenti!!!!

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Barometro CRIF relativo alle richieste di mutui e prestiti da parte delle famiglie italiane

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Il report è aggiornato a ottobre 2020. L’incertezza causata dalla nuova ondata di contagi si sta riflettendo direttamente sui comportamenti delle famiglie, che stanno adottando un atteggiamento prudente e sono indotte a posticipare a momenti più propizi le decisioni sull’investimento sulla casa e sugli impegni di spesa più onerosi. Dopo il ritorno in territorio positivo una volta terminato il lockdown, il mese di ottobre ha fatto segnare una contrazione del numero di richieste di credito da parte delle famiglie, con quelle relativa a nuovi mutui e surroghe in calo del -7,5% rispetto allo stesso mese del 2019 contro un eloquente -16,3% di quelle di prestiti personali e un più contenuto -3,1% dei prestiti finalizzati. Altro campanello d’allarme che emerge dalle ultime rilevazioni di CRIF è rappresentato dalla contemporanea contrazione dell’importo dei finanziamenti richiesti, che nell’ultimo mese di osservazione si è attestato a 133.251 Euro per i mutui (-0,3%) a fronte dei 9.279 Euro per i prestiti (-1,5%). Entrando, nel dettaglio, per quanto riguarda i prestiti finalizzati l’importo medio richiesto si è attestato a 6.966 Euro mentre per i prestiti personali è risultato pari a 12.620 Euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il San Camillo accorpa Pediatria e Chirurgia pediatrica per fare spazio ai reparti Covid

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Roma. Diamo appuntamento a tutti e tutte lunedi 9 novembre dalle 10 al Ministero della Salute. Servono assunzioni stabili immediate e un investimento senza limiti sulla Sanità Pubblica. Il San Camillo di Roma, con una nota della Direzione Sanitaria, si appresta ad accorpare il reparto di pediatria e di chirurgia pediatrica per fare spazio ai ricoveri Covid.Così dopo la riconversione della Medicina d’urgenza, la sospensione dei ricoveri in Chirurgia polispecialistica, la chiusura di una delle due Ortopedie e l’inaugurazione del nuovo Pronto Soccorso in realtà chiuso per mancanza di personale, oggi tocca ai piccoli pazienti subire la riduzione dei posti letto e la riduzione degli interventi chirurgici. Lo chiamano processo di reingegnerizzazione. Un termine impronunciabile per nascondere una evidenza: “Non eravamo preparati, bisogna correre ai ripari” Oggi la situazione è dunque questa: si fa di tutto per garantire un posto ai pazienti Covid, per gli altri si vedrà. Un’inefficienza sanitaria inaccettabile. Nei cinque mesi che il virus ci ha concesso non si è fatto nulla e oggi il personale sanitario si trova nuovamente davanti alla scelta di chi salvare e chi no!

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

COVID e carenza di infermieri

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Il virus sta bloccando l’ammissione ai corsi di laurea Magistrale, posticipando l’avvio a marzo dell’a.a. 2020/2021. “Prendiamo atti della situazione che la pandemia ha creato – afferma Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI) – ma non può risolversi tutto con un rinvio a marzo, sempre che basti, degli esami di ammissione alle lauree magistrali. È necessario, anzi direi indispensabile visto ciò che gli infermieri stanno facendo e quello che è loro richiesto, avere certezza dell’attivazione test nei primi mesi del 2021 perché non venga perso un anno accademico”.“È necessario – prosegue – tutelare il percorso e la garanzia di poter portare a termine gli studi per la salvaguardia dell’anno accademico. E in questo senso abbiamo richiesto al Ministro Manfredi garanzie della non perdita dell’anno accademico attivando le modalità opportune, modificando il decreto del 28 ottobre scorso in cui si prevede che la prova fissata originariamente per il 30 ottobre relativa alle lauree magistrali sia sospesa e rimandata a data da destinarsi entro marzo 2021.”“E’ un atto importante e una decisione necessaria – aggiunge Mangiacavalli – perché se è vero che le nuove disposizioni sono state adottate per fronteggiare una seconda ondata di contagi, tuttavia è vero anche che il personale sanitario combatte la lotta al Covid-19 da febbraio 2020, dando ogni giorno prova della propria professionalità, per dovere e per passione, in prima linea nell’emergenza sanitaria. Le difficoltà a cui ogni professionista sanitario è stato sottoposto e che oggi si trova a dover affrontare nuovamente sono innumerevoli e le condizioni di lavoro ai limiti del possibile”.“Anche nel nostro Codice deontologico – sottolinea la presidente FNOPI -, c’è l’obiettivo di mantenere e sviluppare conoscenze e competenze: una necessità oggi per ogni professionista della salute, per garantire ai cittadini assistiti la tutela della salute, assicurando l’efficacia e l’appropriatezza delle cure erogate. I limiti derivanti da modelli organizzativi obsoleti e inappropriati e la carenza di personale non devono ridurre l’impegno e il valore dell’aggiornamento, ma, anzi, sono proprio la carenza di professionisti e le conseguenze che ne derivano che impongono, prima di tutto, di garantire elevati e significativi livelli di qualità della formazione. E Covid non può fermare tutto questo che serve alla professione e alla tutela del diritto allo studio, ma soprattutto ai cittadini assistiti per avere difronte un professionista sempre più preparato e capace”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo Fondo europeo per l’innovazione e l’impatto sociale

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Con una garanzia del programma dell’UE per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI) è stato istituito il Fondo europeo per l’innovazione e l’impatto sociali, gestito dal Fondo europeo per gli investimenti (FEI). Il Fondo mira a colmare la carenza di finanziamenti cui le imprese sociali devono spesso far fronte, mettendole in contatto con gli investitori. I finanziamenti del Fondo andranno a beneficio degli imprenditori sociali che lavorano per trovare una soluzione a problemi urgenti in settori quali l’istruzione, l’alimentazione, la sanità e i servizi sociali.Il Commissario europeo per il Lavoro e i diritti sociali, Nicolas Schmit, ha dichiarato: “Il valore aggiunto delle imprese sociali è chiaro, ma spesso l’anello mancante è l’accesso ai finanziamenti. Questo Fondo sostenuto dall’UE metterà in contatto le imprese sociali in fase di avvio con gli investitori, affinché i progetti diventino realtà. Dobbiamo continuare a investire nell’economia sociale, creare posti di lavoro, contribuire a migliorare la vita delle persone e rafforzare la resilienza delle nostre società. Ciò è più importante che mai nel contesto della crisi.” Nella prima fase di finanziamento, il Fondo ha già raccolto 4,5 milioni di EUR di capitale e concederà i primi prestiti alle imprese sociali entro la fine del 2020.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce il primo Istituto al mondo di storia della reumatologia

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Le malattie reumatologiche hanno interessato l’uomo fin dall’antichità. Ci sono notizie e testimonianze storiche ben precise di uomini e donne (più o meno famosi) che sono stati colpiti da alcune gravi patologie. Tuttavia di certe malattie invece non ci sono notizie fino a tempi relativamente recenti. Lo studio del passato può quindi essere utile per valutare l’evoluzione di alcuni problemi di salute e di come gli scienziati d’ogni epoca abbiano cercato delle soluzioni per assistere i pazienti. L’Italia inoltre è stato uno dei primi paesi al mondo a sviluppare la reumatologia come disciplina medica autonoma. Questo è avvenuto a partire dalla seconda metà del Novecento e nel corso degli anni la reumatologia è diventata una delle eccellenze del sistema sanitario nazionale. Per tutti questi motivi la Società Italiana di Reumatologia (SIR) ha deciso di fondare l’Istituto di Storia della Reumatologia, il primo al mondo dedicato alla ricerca storiografica e scientifica di questa branca della medicina. La nuova struttura accademica sarà presentata con una conferenza stampa virtuale si terrà oggi e alle ore 11. All’evento parteciperanno: Leonardo Punzi (Direttore dell’Istituto), Luigi Sinigaglia (Presidente Nazionale della SIR), Roberto Gerli (Presidente Eletto SIR), Giuseppe Dal Ben (Direttore Generale della ULSS3 Serenissima) e Mario Po’ (Direttore Generale della Biblioteca Storica di Medicina).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Due Visiting Professor al Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

María del Mar Blanco Gutiérrez e Manuela Schnyder saranno Visiting Professor del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università di Parma nel corso dell’anno accademico 2020-2021. I due docenti sono tra i 20 Visiting Professor di elevata qualificazione scientifica, provenienti da 15 Paesi di 3 continenti, che l’Ateneo di Parma ha selezionato per tenere lezioni, sostenere l’attività di ricerca dei dottorandi e rafforzare le partnership e i progetti scientifici in corso, nel secondo semestre dell’anno accademico 2020-2021. A causa dell’emergenza sanitaria in corso, non sono però da escludere variazioni alle presenze dei Visiting Professor all’Università di Parma, compresa la partecipazione ai corsi in modalità online dai Paesi di provenienza. Oltre all’attività con i Visiting Professor, il Dipartimento è impegnato nel settore dell’Internazionalizzazione con le attività di Erasmus+ (Mobilità ai fini di studio – SMS). Il Dipartimento, inoltre, partecipa al Programma Overworld Overseas Student Exchange e ha attivato i tutor internazionali che assistono gli studenti dei corsi di laurea triennale, del corso di laurea magistrale a ciclo unico e i dottorandi in mobilità internazionale. I tutor internazionali, in particolare, forniscono le informazioni necessarie per partecipare ai progetti di mobilità internazionale del Dipartimento (Erasmus +, Overworld o a Doppio titolo), assistono gli studenti in uscita in tutte le fasi del processo di mobilità internazionale, dalla compilazione di tutti i documenti necessari per una regolare partenza a quella di chiusura dell’esperienza all’estero con il relativo riconoscimento dei crediti maturati, assistono lo studente in entrata, garantendo un adeguato servizio informativo circa le opportunità a sua disposizione all’interno del nostro Ateneo, fungono da intermediari con gli uffici dell’amministrazione centrale e del Dipartimento per la compilazione e la consegna dei documenti richiesti, e svolgono un servizio di orientamento per garantire la piena integrazione dello studente straniero all’interno della rete accademica di Ateneo.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Famiplay, la plataforma de cine con valores, anuncia sorpresas en su primer aniversario

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Madrid. Amiplay, la plataforma de contenido audiovisual con valores, cumple su primer año de vida, periodo en el que ha conseguido más de 14.000 personas registradas que disfrutan de más de 500 horas de contenido revisado y apto para toda la familia. Es la “Garantía Famiplay”.La plataforma, que está preparando varias acciones para celebrar su Primer Aniversario y sorprender a sus usuarios, ya ha desvelado la primera de ellas: el lanzamiento de una nueva página web, con un diseño sencillo, más intuitivo, moderno y orientado al usuario.“Estamos muy ilusionados por el futuro próximo de Famiplay, la acogida del proyecto por parte del público está siendo muy buena, superior a nuestras expectativas, especialmente ahora en este tiempo de incertidumbre”, afirma Rubén Ortega, portavoz de Famiplay, “Son momentos de cambio en Famiplay y, aunque nos queda un largo camino por recorrer, tenemos preparadas muchas sorpresas para nuestros usuarios. Todos los cambios y novedades que incluimos son siempre pensando en ellos, para que disfruten en familia de series y películas con valores y de calidad”. Famiplay vio la luz el 22 de noviembre de 2019 por iniciativa de la Fundación Telefamilia, ente sin ánimo de lucro que apoya la difusión de valores en medios audiovisuales. Esta Fundación nació hace 20 años, con el objetivo de ofrecer un espacio de entretenimiento para toda la familia, sin dejar de lado los valores cristianos. Con esa óptica, selecciona los mejores contenidos para la plataforma, evitando todo lo que puede dañar la formación de los niños y la familia.La plataforma da cabida solo a “contenido blanco” es decir, “aquél que puede ser visto por cualquier miembro de la familia sin ningún tipo de connotación violenta, sexual o con un trasfondo moral alejado de la doctrina cristiana”, asegura Ortega. En su apuesta por apoyar, fomentar y promover el cine con valores, Famiplay invierte todo lo recaudado con las suscripciones a la creación de nuevo contenido, el pago a las productoras y distribuidoras por las licencias del contenido y los costes, personales y técnicos, necesarios para llevar adelante este gran proyecto. “De esta manera nuestros suscriptores no sólo tendrán acceso a contenidos válidos para toda la familia y que aporten, sino que sabrán que están contribuyendo a la generación de nuevos vídeos aptos para toda la familia”, explica Ortega.Famiplay dispone de tres tipos de suscripciones posibles: la individual por 4,99€ al mes, la familiar, y una tercera grupal, que permite la suscripción para corporaciones o entidades que quieran ofrecer este servicio a sus socios. Todas ellas garantizan el acceso libre y permanente a todo el contenido disponible en la plataforma, mientras esté activa la suscripción. Además la cuenta individual dispone de 7 días de prueba gratuita, para poder comprobar la calidad de los contenidos que se ofrecen.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ad un mese dall’inizio dell’anno scolastico il Referente scolastico Covid in prima linea contro l’invisibile nemico

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Nel Rapporto dell’Istituto Superiore di sanità del 21 agosto scorso è stata prevista la figura del Referente scolastico Covid 19. Una novità nell’organigramma della scuola covidiana che ha imposto una approfondita riflessione sulle “caratteristiche” professionali richieste. Una nuova figura che contrattualmente non è regolamentata (d’altronde come le altre figure della governance scolastica!) lasciando – nell’emergenza pandemica – alle autonome Istituzioni scolastiche l’individuazione, le modalità di incarico, i compiti (gestione, comunicazione ed informazione), le responsabilità e la specifica formazione. Dalle indicazioni operative non è stata esclusa la possibilità che la funzione di referente scolastico per COVID-19, ove non si tratti dello stesso dirigente scolastico, possa essere svolta da un docente o personale ATA individuato ad essere un costante riferimento per il dipartimento di prevenzione e per le altre analoghe figure delle scuole che per ragioni diverse sono in contatto (alunni dello stesso nucleo familiare frequentanti scuole diverse, docenti in cattedra oraria, ecc.). Se un bilancio può essere fatto in questo primo periodo di scuola in presenza, si può affermare che il Referente scolastico Covid 19 è stato impegnato – a partire dalla opportuna formazione di base – tutti i giorni e per un numero di ore indefinibile a progettare e sviluppare protocolli interni utili all’azione di segnalazione e monitoraggio dei casi con sintomatologia (possiamo chiamarla azione preventiva), all’attività di informazione al personale e alle famiglie, a ricevere segnalazioni di soggetti che risultassero contatti stretti di un caso di Covid positivo, a concertare una sorveglianza degli alunni con fragilità. Nella gestione dei casi COVID 19 di questi due primi complicati e per tante ragioni imprevedibili mesi di scuola, i compiti prevalenti del Referente scolastico si sono concentrati nella comunicazione con il Dipartimento di prevenzione competente, nella verifica e revisione del protocollo di monitoraggio dei casi verificatesi all’interno e fuori i locali scolastici, di informazione, tracciabilità e interconnessione con i Referenti Covid delle altre scuole ed i Referenti Covid dei Dipartimenti di Prevenzione. Per tutto questo imponente carico di lavoro aggiuntivo, per quanto riguarda il riconoscimento economico – determinato nella contrattazione di Istituto ai sensi dell’art.88 del CCNL 2006/2009 – si deve fare ricorso alle risorse del Fondo per il MOF. ANCoDiS è sicura che la saggezza di chi siede al tavolo della contrattazione condurrà ad una ragionevole ed equilibrata valutazione del lavoro svolto e della conseguente determinazione economica. In caso contrario, sarebbe l’ennesima violazione dell’art. 36 della Costituzione Italiana che non potrà essere accettato. Per Ancodis Prof. Rosolino Cicero

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Le risorse europee vanno sfruttate al meglio per il futuro delle nuove generazioni”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Marcello Messori, Professore di Economia Europea e Banking and Financial Regulation alla LUISS e Direttore della School of European Political Economy approfondisce, per il magazine Genio & Impresa il piano degli investimenti europei. Una delle proposte che potrebbe essere una straordinaria opportunità per l’economia italiana è sicuramente il programma Next Generation EU: per la prima volta l’Unione Europea ha deciso di centralizzare l’emissione di un ingente ammontare di titoli di debito (750 miliardi di euro) da ripartire fra gli Stati membri in base all’impatto dello shock pandemico e ai preesistenti squilibri economici. “Basti pensare che attraverso questo piano europeo il nostro Paese ha ottenuto il più elevato ammontare di risorse in valore assoluto: circa 210 miliardi di euro, ripartiti in circa 90 miliardi di trasferimenti e 120 miliardi di finanziamenti a lungo termine a tassi di interesse prossimi a 0 – afferma il prof. Marcello Messori – Il disegno strategico degli investimenti e delle riforme da realizzare può essere ora finanziato con un ammontare di risorse ingente che, se utilizzato per iniziative rivolte all’innovazione digitale e alla sostenibilità ambientale e sociale, rappresenterebbe un grande passo avanti per l’economia. Le istituzioni europee ci stanno offrendo la straordinaria opportunità di allentare la scarsissima capacità fiscale per un congruo ma limitato periodo di tempo. Se il Paese dissipasse tale opportunità e usasse le risorse europee in modi inefficienti, gli squilibri macroeconomici italiani si aggraverebbero e il debito pubblico diventerebbe insostenibile”. Fra le altre iniziative europee di politica fiscale e monetaria vanno citate il SURE, lo strumento sviluppato per finanziare interventi di sostegno alla disoccupazione temporanea, 10 miliardi che l’Europa ha destinato all’Italia e il Meccanismo Europeo di Stabilità (MES), detto anche Fondo salva-Stati, che potrebbe coprire le spese per il rafforzamento della sanità fino al 2% del PIL del paese richiedente. Il Recovery Fund, programma di finanziamento europeo, mira a rilanciare l’economia dell’UE incentivando e sostenendo l’investimento privato e le riforme relative ai progetti relativi all’innovazione digitale, alla sostenibilità ambientale e sociale. Se approvati, dalla metà del 2021 i singoli progetti saranno finanziati per tranche in base a un sistematico monitoraggio del loro effettivo avanzamento in modo conforme a quanto preventivato. Ma non solo, la BCE ha previsto un ammontare di liquidità pari ad almeno 1.800 miliardi di euro entro la metà del prossimo anno per sostenere le economie degli stati membri. Marcello Messori, uno di dieci fra i più autorevoli analisti italiani, è gli tra autori del volume “Italia 2030. Proposte per il futuro” di Assolombarda. Nelle Conclusioni del volume si riprendono molte delle raccomandazioni specifiche, suggerite all’Italia dalla Commissione europea nel 2019, e si anticipano aspetti rilevanti del programma Next Generation EU, elaborato dalla nuova commissione europea di Ursula von der Leyen al momento del suo insediamento. (by Mirela Ciupitu)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostegno al turismo sostenibile? Tante parole pochi fatti

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

Non solo le città d’arte fanno del nostro territorio una delle principali mete turistiche a livello mondiale: un nuovo tipo di turismo, ambientale e sostenibile, di riscoperta del territorio e delle tradizioni locali, è nato in questi anni e cresce rapidamente, in risposta ai bisogni e ai desideri dei viaggiatori. Sono le Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) le figure professionali con il compito di accompagnare in natura in sicurezza, divulgando ed educando alla sostenibilità ambientale, oggi duramente colpite dalla paralisi economica che ha investito il Paese.La stagione turistica conclusa dimostra che la filiera turistica verde e l’economia sostenibile a basso impatto, costituiranno una delle forze principali del paese nella fase di rilancio post covid ma a fronte di grandi dichiarazioni di aiuto al settore tramiti incentivi, la figura delle GAE rimane tuttora esclusa dalle misure attuali di ristoro. Chiediamo con questa lettera aperta un atto di lungimiranza e innovazione, che accosti la nostra figura professionale a quelle del turismo tradizionale: un segnale concreto verso la ripresa delle attività e a favore dello sviluppo di un’economia sempre più sostenibile.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiuti, Rotta: “Agire ora per evitare nuove emergenze”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

“Siamo in emergenza ma dobbiamo uscire da questa situazione eccezionale. Per farlo dobbiamo sforzarci di disegnare un modello produttivo e dei consumi che abbia come elemento centrale non più lo scarto ma il recupero.” E’ quanto dichiarato da Alessia Rotta, Presidente della Commissione Ambiente della Camera, sulle misure necessarie a superare l’emergenza rifiuti in merito a quanto emerge dalle anticipazioni sul Rapporto promosso da Fise Assoambiente che sarà presentato domani all’interno di Ecomondo.“Concretamente questo significa che le risorse pubbliche che vengono utilizzate ora e che verranno investite nei prossimi mesi devono avere un unico filo logico green. Se come Unione Europea, ad esempio, ci siamo dati l’obiettivo di raggiungere la percentuale del 65% nel riciclo e recupero dei rifiuti urbani entro il 2035 e quindi di arrivare all’80% nella raccolta differenziata, lasciando alle discariche solo il 10% del totale, allora ciò significa che dobbiamo agire ora se non vogliamo lasciare questi obiettivi solo sulla carta. E per rendere questi traguardi raggiungibili abbiamo da fare scelte concrete utilizzando al meglio le risorse straordinarie che saranno destinate alla ripresa economica a cominciare dal Recovery Fund Ue. Si tratta cioè di soldi pubblici che devono essere spesi per rilanciare sviluppo e occupazione, ma dentro una cornice di ecosostenibilità e quindi accompagnati anche da misure legislative e burocratiche che incentivino le azioni green.” “Anche i dati più recenti – conclude Rotta – ci dicono che sono proprio le aziende e i prodotti ecocompatibili quelli che sia nel mercato tradizionale sia in quello digitale registrano i segnali di crescita più incoraggianti. Ciò vuol dire che la società civile è già pronta ad accogliere una riconversione ecologica della nostra economia, un appuntamento che né la politica né le istituzioni possono mancare”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, cercasi docenti specializzati

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

In Italia mancano all’appello almeno 50 mila insegnanti specializzati nel sostegno. E chi governa la scuola cosa fa? Invece di fare del tutto per assegnare alle classi e agli alunni disabili degli insegnanti con titoli adeguati, quindi che hanno svolto i corsi universitari ad hoc, si limita ad organizzare specializzazioni riservate ad un numero ristretto di candidati: appena un quarto delle cattedre libere. Con l’aggravante di mal distribuire pure i posti rispetto ai potenziali interessati: così proprio nelle passate settimane si è arrivati al paradosso di 50 candidature per 458 posti di specializzazione previsti dalla regione Piemonte. Una decisione che ha convinto il sindacato a predisporre dei ricorsi finalizzati ad essere ammessi e partecipare agli scritti del V ciclo Tfa sostegno per gli alunni disabili certificati.Secondo il leader dell’Anief, Marcello Pacifico, “se non si apriranno i corsi a tutti, continueremo a ritrovarci con aspiranti docenti di sostegno validi e motivati a svolgere questo delicato ruolo d’insegnamento estromessi, mentre laddove vi è bisogno continueremo ad allestire inutili selezioni per selezionare meno candidati rispetto ai posti messi a bando. E con il tempo le cose non potranno che peggiorare, visto che – ha concluso il sindacalista – la quantità di iscritti con disabilità sale al ritmo di 8-10 mila in più l’anno e una percentuale non indifferente di docenti specializzati va in pensione o torna su disciplina”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »