Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 13 novembre 2020

Roma ospiterà gli Europei di Atletica leggera del 2024

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Roma. “Complimenti all’Amministrazione comunale, alla Giunta e in particolare all’assessore Frongia e un sentito ringraziamento al presidente Giomi e all’intera Federazione per il lavoro straordinario che hanno condotto e che ha permesso di arrivare ad un risultato tanto importante: la European Athletics, infatti, ha stabilito che Roma ospiterà gli Europei di Atletica leggera del 2024. La nostra Capitale potrà così, dopo 50 anni, tornare con grande orgoglio al centro dell’Atletica europea”. Così, in una nota, il presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Informativa circolare nuove iscrizioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Si è svolto l’incontro al MI inerente alla prossima circolare ministeriale sulle nuove iscrizioni per l’a.s. 2021/2022. L’amministrazione ha riferito come la circolare conservi sostanzialmente l’impianto di quelle degli scorsi anni ma con alcune novità di rilievo: la tempistica in anticipo rispetto agli anni scorsi, previsione della opzione per le famiglie di indicazione della “scuola di prima scelta” che diventa una priorità in caso di iscrizioni in eccedenza; possibilità di scegliere le attività alternative alla Religione Cattolica non contestualmente all’iscrizione ma in un secondo momento tra il 31 maggio e il 30 giugno; impegno a consentire le iscrizioni on line anche per la scuola dell’infanzia ma solo a partire dal prossimo anno scolastico con una prima fase di sperimentazione; individuazione di un referente per le iscrizioni in ciascun UU.SS.RR con funzioni di raccordo con l’amministrazione centrale.“È necessario che venga espressamente prevista un’estensione delle tempistiche per le iscrizioni rispettando quanto è stato concesso negli anni passati ed esplicitando la possibilità di iscriversi sempre e comunque in deroga alla scadenza prevista del 22 gennaio” ha dichiarato Daniela Rosano “così come è necessario una estensione della tempistica per formulare la scelta sulle attività alternative alla religione”. Le famiglie potranno presentare le domande di iscrizione dal 4 al 22 gennaio 2021, in modalità online per tutte le classi iniziali delle scuole statali.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lockdown pulsati nelle aree gialle e arancioni, ma le scuole non chiudano

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Scongiurare un lockdown nazionale con lockdown intermittenti e micro-lockdown nelle province e nei Comuni più a rischio, senza sacrificare l’istruzione di bambini e ragazzi. Dopo la lettera inviata il 2 novembre al governo e ai membri del Comitato Tecnico Scientifico da 16 tra i più importanti medici e ricercatori italiani – tra i quali Susanna Esposito, ordinaria di Pediatria dell’Università di Parma e consulente dell’OMS, Antonella Viola, immunologa e Direttore dell’Istituto di Ricerca Pediatrica di Padova, e Stefano Zona, specialista in Malattie Infettive dell’AUSL di Modena –, gli autori intervengono nuovamente in vista delle nuove misure in discussione da parte del governo che potrebbero includere nuove regioni tra le aree rosse.Gli scienziati domandano l’applicazione di chiusure non solo su scala regionale, concentrandosi su Comuni e Province dove i dati sui contagi indicano una situazione epidemiologica in forte crescita e un carico sulle strutture ospedaliere non sostenibile. Secondo gli autori dell’appello, l’immediata attuazione di micro-lockdown estesi anche alle situazioni più critiche nelle aree gialle e aranconi, sull’esempio delle misure intraprese a Codogno, Vo’ e Medicina nello scorso mese di marzo, e di una strategia di medio-lungo periodo con lockdown pulsati di durata intermittente di 1-2 settimane fino alla primavera, porterebbe a una riduzione dei contagi. I medici chiedono inoltre l’interruzione degli spostamenti regionali anche tra regioni “gialle”, l’obbligo (e non solo la raccomandazione contenuta nell’ultimo DPCM) al lavoro agile per amministrazioni pubbliche e attività private attuabili a distanza, il divieto di incontri in abitazioni private tra non conviventi, ad eccezione di congiunti, con numero massimo di 6 persone per abitazione, e il potenziamento delle capacità di Test e Tracciamento, con particolare attenzione alle Regioni in maggiore difficoltà.I medici sottolineano nuovamente l’importanza di mantenere aperte le scuole: “La risposta alla crescita dei contagi non può essere la chiusura delle scuole, che – come tutti i dati regionali confermano – non rappresentano significativi hotspot dei contagi”, ha affermato Stefano Zona. “In uno studio nazionale effettuato durante il primo lockdown su 2.064 adolescenti di età compresa tra 11 e 19 anni abbiamo dimostrato che il 58,5% dichiarava una sensazione di tristezza che si associava a crisi di pianto (nel 31% dei casi) e ad agitazione (nel 48%) come conseguenza della chiusura delle scuole, con il 52,4% dei ragazzi che riferivano disturbi alimentari e il 44,3% che presentavano disturbi del sonno. Inoltre, la chiusura della scuola in presenza determinerebbe un ulteriore aggravamento delle diseguaglianze, con un impatto sociale drammatico soprattutto per le famiglie con persone con disabilità e gravi malattie croniche”, ha sottolineato Susanna Esposito. “Le conseguenze della chiusura della scuola sulla salute psicofisica di bambini e adolescenti sarebbero devastanti”, afferma Antonella Viola. E aggiunge: “le misure messe in atto per combattere COVID-19 devono tener conto del loro effetto sulla salute globale, specialmente di quella delle generazioni future”. “La politica deve agire con scelte rapide e razionali. In Italia nel 2019 1.137.000 bambini (l’11,4% del totale) vivevano in condizioni di povertà assoluta. Si stima che in conseguenza della pandemia questo dato sia cresciuto di un milione di bambini. La chiusura delle scuole avrebbe conseguenze psicologiche, educative e sociali drammatiche, oltre che economiche”, conclude Zona.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Interventi di contrasto alla diffusione del Covid-19 negli istituti

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Tra i documenti si evidenzia l’importanza dell’indizione dei Tavoli Permanenti Regionali che risultano, spesso, non convocati in maniera efficace in diverse regioni. In particolare per il settore scuola pubblica, i tavoli relativi al protocollo del 6 agosto 2020 dovrebbe coinvolgere numerosi enti locali e privati. “Si ha contezza che in alcune regioni il Tavolo permanente è stato disertato da enti e parti direttamente coinvolti, e in alcuni casi non sono stati convocate le parti sottoscrittrici dei protocolli estivi – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – fermo restando che non è il periodo di fermare i lavori dei tavoli avviati; gli organi di Governo, e in particolare il ministero, devono dare indicazioni chiare su chi deve partecipare ai tavoli e su come devono venire indetti”. Ecco gli argomenti più frequentemente richiesti Rendicontazione: il 40% delle domande vertono sui chiarimenti sulla gestione dei fondi destinati dall’art 231 del DL 34/2020. Arredi: nel 10% delle domande gli istituti chiedono chiarimenti sul tipo di arredi da utilizzare, in particolare nell’attesa dei banchi monoposto. Mascherine e gel: l’8% delle domande riguardano i casi limite, in particolare su quanti non vogliano indossare i DPI e, ancor più cogenti, gli studenti di 5 anni che compiono 6 anni all’interno dell’anno scolastico. Rilevazione, spazi e contagi: l’8% delle richieste pervenute al HDAC riguardano le modalità di rilevazione dei casi sospetti e la destinazione e gestione degli spazi scolastici, in particolare aula covid. Utilizzo dei fondi: il 6% dei quesiti riguardano i limiti, in particolare la scadenza del 30 di settembre, per l’avvio dei piani di spesa dei fondi dell’art 231. Categorie merceologiche: il 5% dei quesiti fino a questo momento verte sulle categorie di beni acquistabili coi fondi covid. CUP: il 3% dei quesiti vertono sulla necessità o meno del Codice Unico di Progetto per i piani di spesa. Organico COVID: solo l’1% dei quesiti sulla formazione e utilizzo dell’organico aggiuntivo. Altri quesiti: 15% di domande di varia natura tra cui quarantena, gestione casi sospetti, mense, certificati medici.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso secondaria in stand by

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Sale il rammarico per la mancata organizzazione delle prove suppletive, a seguito delle assenze motivate di tanti candidati a partecipare al concorso straordinario della scuola secondaria, fermo dalla scorsa settimana fino a data da destinarsi: avere di fatto escluso, senza alcuna possibilità di rimettersi in gioco, 6 mila aspiranti docenti, perché positivi, in quarantena o malati, con i contagi da coronavirus di nuovo alle stelle, non fa onore a chi ha organizzato questa procedura concorsuale e nemmeno allo Stato che dovrà ricevere le prestazioni lavorative di coloro che vinceranno la selezione per 32 mila posti. Una circostanza che non è sfuggita ai sindacati. E nemmeno alla maggioranza. Con il deputato della Lega Rossano Sasso, che ad Orizzonte Scuola ha detto di fare “da tramite alla voce di migliaia di insegnanti che, a causa della miopia politica, non hanno potuto sostenere il concorso”. Una diritto che non ha trovato spazio nemmeno con lo stop imposto dal Governo a seguito dell’applicazione dell’ultimo Dpcm anti-Covid che sostituisce le disposizioni di quello del 24 ottobre.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prestiti: moratorie Covid scadute

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Da aprile a fine settembre sono state circa 541 mila le famiglie in difficoltà che, grazie alle moratorie Abi e Assofin, sono riuscite a sospendere le rate di prestiti personali e finalizzati fino a 12 mesi.Facile.it e Prestiti.it, in un’analisi svolta in collaborazione con il giornalista economico Paolo Fiore, hanno però evidenziato come queste moratorie siano scadute il 30 settembre e, non essendo state rinnovate, ad oggi non esistano più misure specifiche a supporto dei privati che si trovano in difficoltà con il rimborso di prestiti e, a causa dell’emergenza, non riescono a pagare le rate.Un problema che, potenzialmente, riguarda sia chi ha ottenuto il prestito prima dell’inizio della pandemia, ma non ha presentato domanda di sospensione entro il 30 settembre 2020, sia le famiglie che, spinte dalla necessità o dai segnali di miglioramento, hanno magari ottenuto il finanziamento durante l’estate e ora, a causa delle nuove restrizioni, sono in difficoltà con il rimborso delle rate. La platea di italiani con un debito da rimborsare è davvero ampia: nel primo semestre 2020, il 41,3% della popolazione adulta (pari a circa 20,7 milioni di individui) risulta avere almeno un contratto di credito attivo, sia esso per l’auto, la casa, l’acquisto di un elettrodomestico o altro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inchiesta ponte Morandi

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Accuse pesantissime, che riaprono la ferita, mai rimarginata, della tragedia del ponte Morandi. L’associazione Codici interviene sulle misure cautelari eseguite questa mattina dalla Guardia di Finanza nei confronti di ex vertici ed attuali manager di Autostrade per l’Italia per attentato alla sicurezza dei trasporti e frode in pubbliche forniture, annunciando la sua prossima iniziativa.“Il ricordo del crollo del ponte Morandi resterà indelebile nella mente di tutti noi – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – e quanto successo questa mattina lo rende ancora più terribile. Se dovessero essere confermate le accuse ipotizzate, saremmo di fronte ad un fatto di una gravità inaudita. Come sempre confidiamo nel lavoro della magistratura, che siamo pronti a sostenere per contribuire a far emergere la verità”.“Ci costituiremo parte civile – aggiunge Carmine Laurenzano, avvocato di Codici – siamo pronti a dare il nostro contributo affinché venga fatta piena luce sulla vicenda. L’inchiesta condotta dalla Procura di Genova prende le mosse da alcuni documenti acquisti durante l’indagine sul crollo del ponte Morandi, da cui emergerebbe una consapevolezza della situazione di pericolo dell’infrastruttura, nello specifico dovuta allo stato difettoso delle barriere fonoassorbenti, con il rischio cedimento nelle giornate di forte vento. Non si tratterebbe solo del ponte Morandi, ma dell’intera rete autostradale, cosa che rende ancora più grave la situazione. È doveroso fare chiarezza e giustizia, è il minimo per le vittime di quella tragedia che ha scosso l’intero Paese”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 14 novembre si celebra la Giornata Mondiale del Diabete

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Tutto il mondo della diabetologia italiana – dalle società scientifiche alle associazioni degli infermieri e dei pazienti – scende in campo nel corso di una web press conference ufficiale in occasione della giornata mondiale del diabete. Tema di quest’anno, fortemente dominato dalla pandemia di Covid-19, che rappresenta una minaccia ulteriore per le persone con diabete è: ‘Diabete: gli infermieri fanno la differenza’. La conferenza stampa si si è tenuta in formato virtuale con la partecipazione dei seguenti relatori:Francesco Purrello – Presidente Società Italiana di Diabetologia SID, Agostino Consoli – Presidente Eletto Società Italiana di Diabetologia SID, Paolo Di Bartolo – Presidente Associazione Medici Diabetologi AMD, Graziano Di Cianni – Vicepresidente Associazione Medici Diabetologi AMD, Carolina Larocca – Presidente Operatori Sanitari di Diabetologia Italiani OSDI, Tommaso Novo – Presidente Associazione Nazionale Infermieri Endocrinologia Diabetologia ANIED, Emilio A. Benini – Presidente Associazione Italiana Diabetici FAND, Stefano Nervo – Presidente DIABETE ITALIA.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I ricoveri sono aumentati da un mese a questa parte”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

“All’inizio erano giovani e paucisintomatici, anche con quadri seri, ora l’età si sta alzando. L’attuale occupazione delle terapie intensive al 30-40% è solo la punta dell’iceberg perché la vera guerra si combatte fuori, nei reparti medici, dove ogni giorno mettiamo in pratica quello che abbiamo imparato nella prima ondata e riusciamo a gestire i pazienti senza dover ricorrere ai colleghi intensivisti, preziosi ed indispensabili.È la progressiva saturazione delle aree mediche COVID che può mettere in crisi la tenuta del Sistema; è nei reparti che serve avere posti letto liberi, che stiamo recuperando a scapito di altri reparti, come quelli di chirurgia e di altre discipline. Serve che le persone capiscano che il virus c’è ed è sempre cattivo, gli ospedali vanno decongestionati e che oltre a medici, infermieri ed istituzioni, anche loro possono avere un ruolo importante mettendo in pratica quotidianamente le corrette misure per ridurre i contagi.Con più consapevolezza e responsabilità possiamo uscirne tutti vincitori!”. Professor Antonello Pietrangelo, Presidente della Società Italiana di Medicina Interna.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Impatto e-commerce su economia italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

La rete del valore dell’e-commerce è al terzo posto tra le 99 attività economiche italiane per incidenza sul fatturato del settore privato in Italia nel 2019, con un peso del 19,2% sulla crescita di fatturato del totale delle attività economiche italiane. Nello stesso anno, inoltre, la rete ha inciso profondamente sulla crescita dell’occupazione delle imprese italiane, con un contributo del 6,7% sul totale, collocandosi, anche in questo caso, al terzo posto tra i settori economici per variazione dell’incidenza sull’occupazione italiana. Il settore legato agli acquisti online in Italia nel 2020 genera un incremento di ricavi per 3,5 miliardi di Euro (+6,3% sul 2019, un trend decisamente più contenuto rispetto al tasso medio del +18% degli ultimi 5 anni). Quasi il 70% degli operatori del segmento, ossia i Merchant (gli operatori che offrono prodotti e servizi) e i Brand owner (distributori di prodotti di marca che hanno attivato strategie e canali di vendita diretta online) e il 60% delle aziende che forniscono servizi alla filiera (business partner) prevedono inoltre di rafforzare la propria forza lavoro per il canale e-commerce nel 2020, andando a incrementare un’occupazione di settore che già lo scorso anno, prima della pandemia, contava oltre 290mila lavoratori nel nostro Paese.Sono tante le opportunità che l’e-commerce e il digital retail possono generare ogni giorno per il nostro Paese, messe in luce dalle evidenze del report presentato da Netcomm, realizzato in collaborazione con The European House – Ambrosetti, intitolato “Il ruolo e il contributo dell’e-commerce e del digital retail alla crescita e alla trasformazione digitale”.In un mondo in continua trasformazione, l’emergenza sanitaria ha stimolato l’accelerazione dell’evoluzione del retail italiano per quanto riguarda processi, modalità di vendita e comunicazione. Nel 2020, a fronte di una riduzione del turismo, si è verificata una perdita nel commercio da shopping tourism pari a 5,7 miliardi di Euro (il 75% del totale), a causa della forte diminuzione dei turisti stranieri (-58%). Per far fronte al calo dei consumi in corso è necessario sfruttare il canale digitale per promuovere i prodotti Made in Italy nel mondo, riducendo il gap determinato dalla crisi da COVID-19 e creando al contempo una base di interesse per i turisti stranieri che vorranno venire in Italia alla fine della pandemia. Una possibile soluzione è favorire una crescente integrazione dei siti web di promozione turistica dei territori (Comuni, Province, Regioni) e delle produzioni locali tipiche con piattaforme digitali che permettano al visitatore di effettuare l’esperienza di acquisto online.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“No agli sciacalli e all’alternativa fra salute e lavoro”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

“La rincorsa del consenso immediato ha fatto perdere di vista l’inevitabile impatto a lungo termine di una pandemia fuori controllo. Che è poi il discrimine su cui si gioca anche in Italia il rimpallo tra “governatori” e Stato centrale, oppure l’alternativa da sciacalli tra “morire di Covid” o “morire di fame” ripetuta da chi fomenta le piazze, tralasciando di spiegare che ti salvi dalla fame solo se fermi il Covid.” Così la Presidente della Commissione Lavoro della Camera Debora Serracchiani in una intervista sulle pagine del quotidiano il Riformista di stamani in edicola.”In questa emergenza il Governo Conte poteva fare di più, prima e meglio, su tante cose. Lo dico dal mio osservatorio della commissione Lavoro della Camera, ripensando soprattutto alla prima fase quando per rassicurare chi era colpito sarebbe servita più velocità ed efficienza delle erogazioni dei sostegni a lavoratori e imprese. Le erogazioni di questi giorni ci dicono che la macchina ora funziona meglio. E direi che anche il Parlamento sta facendo la sua parte, con un grande lavoro di ascolto delle categorie“. Conclude Serracchiani.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“La Legge di Bilancio sia presentata al Parlamento il prima possibile”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

“Nella riunione convocata dal Presidente della Camera con tutti i Presidenti di commissione ho manifestato, credo a ragione, le mie preoccupazioni sul ritardo della presentazione al parlamento della legge di Bilancio. Tutto può essere immaginato meno che la limitazione del confronto tra le forze parlamentari, il dibattito e le decisioni del Parlamento sulle questioni fondamentali di cui certamente si occuperà la legge di Bilancio. Comprendo naturalmente la particolarità e la straordinarietà del momento che stiamo vivendo, ma ritengo necessario che la legge di Bilancio sia presentata il prima possibile in una forma asciutta ed essenziale. Per questo penso che il Governo e soprattutto i Ministri, debbano rapidamente chiudere il confronto e concentrarsi sulle questioni fondamentali, evitando il proliferare di disposizioni di ogni tipo. Non mancherà, nel dibattito parlamentare, l’occasione di approfondire tematiche particolari e dare risposte alle molte esigenze.” E’ quanto dichiarato dal presidente della commissione Bilancio alla Camera dei Deputati Fabio Melilli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le borse volano sulle ali del vaccino

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

A cura di Richard Flax, Chief Investment Officer di Moneyfarm. La settimana è cominciata in modo piuttosto interessante: lunedì i mercati hanno aperto in forte rialzo in seguito alla notizia che il vaccino sviluppato da Pfizer ha dato risultati promettenti (o almeno così hanno detto gli scienziati). A performare positivamente è stata soprattutto l’Europa (+4,6%), mentre negli Stati Uniti l’S&P 500 è cresciuto dell’1,13%, nonostante il passo indietro del Nasdaq (-1,40%). Il momentum positivo è proseguito sulla scia dell’euforia scatenata dalla conclusione del processo elettorale negli Stati Uniti, con tutti i maggiori indici azionari positivi, nonostante il ritracciamento della giornata di martedì. La rincorsa azionaria ha permesso di recuperare quanto si era perso a fine ottobre in termini di performance, quando i mercati prezzavano l’incertezza elettorale e l’esplosione della seconda ondata de da Moneyfarm – Allarme pensioni in Italia: milioni di lavoratori in pensione con metà dello stipendio. Donne fino a 20% in meno l virus in Europa. Nelle ultime settimane i mercati ci hanno abituato ad un andamento volatile, mostrando grande reattività alle notizie. Le ragioni sono principalmente legate al fatto che il Covid 19 costituisca – ancora – un forte elemento di incertezza per il 2021. Questa incertezza è destinata a perdurare nei prossimi mesi, in un percorso che resterà per forza di cose accidentato. In un mondo dove la pandemia imperversa, le aziende digitali dominano. Le imprese tradizionali soffrono: per la recessione, la crisi immobiliare, il calo del prezzo del petrolio e i tassi bassi che rosicano la redditività di banche e istituzioni finanziarie. Gli investitori sembrano più interessati al cambiamento delle abitudini dei consumatori, piuttosto che a trimestrali dominate da rosso e “segni meno” che rendono complicata la valutazione dei fondamentali. Dall’inizio dell’anno la differenza è stata netta, con il comparto growth cresciuto di oltre il 25% e quello value che si è contratto di oltre il 7%. Dobbiamo essere molto cauti, la notizia di progressi rispetto al vaccino è positiva, ma non elimina l’incertezza: la primavera è lontana e nei prossimi mesi avremo ancora notizie in grado di incrinare il sentiment dei mercati (solo due settimane fa commentavamo con preoccupazione le nuove misure di lockdown proposte in Europa). Per questo restiamo, per il momento, ancora in guardia, con l’obiettivo di difendere il valore dei portafogli dai molti fattori di rischio che caratterizzano lo scenario attuale. Per quanto riguarda gli investitori, se sono stati con i mercati sulle montagne russe emozionali di queste due settimane, il suggerimento è di mantenere il sangue freddo. Abbiamo visto come le performance cambino velocemente, ma adottare una prospettiva di lungo termine resta l’approccio migliore in tempi incerti. Inoltre, inseguire i settori top performer, come quello tecnologico, non necessariamente porterà dei benefici da qui in avanti. Si ricorda, inoltre, che non esistono solo scenari negativi (il vaccino non arriva, le misure di quarantena si protraggono per anni), ma esistono anche scenari migliori delle aspettative. Una rondine non fa primavera, ma resta pur sempre una rondine.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il probiotico Bifidobacterium longum blocca il processo infiammatorio da Covid-19

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

È un’assoluta e inaspettata novità l’isolamento da un Bifidobacterium longum di una proteina, chiamata FN3 (presente sulla superficie), con capacità antinfiammatorie e in grado di attenuare o annullare quelle citochine, infiammatorie, capaci di indurre quella “tormenta polmonare” scatenata dal Covid-19”.La recente scoperta è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista Anaerobe (PMID: 32771620). I ricercatori hanno scoperto che questa proteina è in grado di legarsi ad uno dei principali informatori citochinici dell’infiammazione che si chiama TNF-alfa (Fattore di Necrosi Tumorale). Tale fattore citochinico, scatenando la risposta infiammatoria dovuta al Covid-19, provoca a sua volta un rilascio a cascata di altre citochine infiammatorie tra cui, IL-1B, IL-6, incrementando quindi lo stato infiammatorio fino allo shock e allo stress polmonare. I ricercatori hanno scoperto inoltre che la proteina FN3 di Bifidobacterium longum può legare anche queste citochine inibendone ulteriormente la loro attività infiammatoria. Gli studiosi, a fronte di questi risultati molto promettenti, stanno allestendo uno studio clinico per capire se nei pazienti colpiti da Covid-19 o da altre malattie virali, la proteina di questo interessante probiotico, il Bifidobacterium longum appunto, possa interferire con le varie fasi dell’infiammazione, inibendone gli effetti deleteri e talvolta mortali.La scoperta sarebbe sensazionale: da una parte si permetterebbe al virus di colonizzare le vie aeree, attivando così le difese immunitarie e creando una sorta di protezione naturale, mentre dall’altra si avrebbe una inibizione o attenuazione del processo infiammatorio e quindi della gravità della malattia.Che il Bifidobacterium longum (www.vitalongum.it) avesse capacità immunoregolatorie si sapeva da tempo, tanto è vero che nel Probiotico Vitalongum di Probilive sono stati aggiunti 3 ceppi di Bifidobacterium longum con capacità anti-infiammatorie in vitro molto importanti. Tale particolare probiotico, infatti, ha la capacità di legare e catturare le varie citochine infiammatorie disattivandole o inibendole. Il risultato è quello di ingannare il sistema immunitario e la cascata infiammatoria durante una infezione virale. Queste scoperte hanno consentito di accelerare le ricerche su questo probiotico particolare, anche se il problema è stato sempre l’impossibilità di produrlo industrialmente, in quanto si tratta di un microorganismo anaerobio (viene ucciso dall’aria) e molto delicato per essere prodotto su larga scala, se non si usano metodologie all’avanguardia.In tale contesto, la partnership tra Probilive (www.probilive.it) e Probiotical, una multinazionale al passo con i tempi su queste tecnologie produttive, ha dato vita al probiotico Vitalongum. Questo particolare probiotico contiene i 3 ceppi di Bifidobacterium longum microincapsulati (cioè micro-protetti) in elevate quantità, zinco e selenio per rafforzare le attività antinfiammatorie e immunostimolanti, e i prebiotici FOS, vero e proprio carburante sia per i Bifidobatteri che per le cellule del nostro intestino. I bifidobatteri nascono con il parto, soprattutto se naturale, poiché nel neonato sono i primi a colonizzare l’intestino. Il problema che questi batteri vengono persi con l’età, e i fortunati che riescono a mantenerli nel loro intestino per tanto tempo sono purtroppo pochi. Da qui la nascita del probiotico Vitalongum (www.vitalongum.it), che rappresenta uno dei traguardi più importanti per la nostra salute, disponibile al consumatore finale direttamente tramite il sito Vitalongum.it all’indirizzo http://www.vitalongum.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

L’UNHCR esorta gli Stati a porre fine al limbo in cui si trovano le persone apolidi entro il 2024

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

La crisi innescata dal COVID-19 sta aggravando la difficile condizione di milioni di apolidi in tutto il mondo, ha avvertito oggi l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Filippo Grandi.In occasione del sesto anniversario della campagna #IBelong lanciata dall’UNHCR, volta a porre fine all’apolidia entro il 2024, Filippo Grandi ha esortato i leader di tutto il mondo ad assicurare inclusione e protezione alle popolazioni apolidi e ad adottare rapidamente misure coraggiose per sradicare tale fenomeno.Privati di importanti diritti legali e, spesso, impossibilitati ad accedere ai servizi essenziali, molti apolidi sono emarginati dal punto di vista politico ed economico, discriminati e vulnerabili a sfruttamento e abusi. In molti Paesi, le persone apolidi, compresi i rifugiati apolidi, vivono in condizioni sanitarie inadeguate e non conformi alle norme, fattore che può far incrementare il rischio di contrarre malattie. Sebbene sia difficile raccogliere dati su scala mondiale, dal momento che le popolazioni apolidi non sempre sono tenute in considerazione o incluse nei censimenti nazionali, secondo l’UNHCR vi sarebbero 4,2 milioni di apolidi in 76 Paesi. Tuttavia, si ritiene che il numero reale sia significativamente più elevato.Pur essendo stati compiuti progressi significativi nella riduzione dell’apolidia su scala mondiale a partire dal lancio della campagna nel novembre del 2014, la pandemia da coronavirus ora ha aggravato molte delle difficoltà e delle ingiustizie a cui gli apolidi devono far fronte.“Privi di cittadinanza, molti apolidi non hanno accesso oppure non sono inclusi nei servizi essenziali di salute pubblica e nelle reti di sicurezza sociale. Sono stati lasciati in condizioni di estrema vulnerabilità di fronte a questa pandemia”, ha affermato Filippo Grandi.Alcuni Paesi hanno, tuttavia, mostrato capacità di leadership includendo le persone apolidi nei loro piani di risposta al COVID-19, assicurando che avessero accesso a test e cure, cibo, indumenti adeguati e mascherine. Alcuni governi hanno reso la registrazione delle nascite e il rilascio di altri documenti di stato civile un servizio essenziale, continuando ad assicurarne l’operatività nonostante la pandemia e contribuendo, in tal modo, a prevenire l’emergere di nuovi casi di apolidia.“Al fine di proteggere e salvare vite umane, esortiamo i governi a sradicare l’apolidia e assicurare che nessuno sia lasciato indietro”.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Informagiovani Roma Capitale, tornano i seminari Let’s Go!

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Il Servizio Informagiovani di Roma Capitale riprende a gran richiesta il ciclo di seminari ‘Let’s Go!’ dedicato alle esperienze di formazione e lavoro all’estero. La fruizione è in modalità online e sarà possibile partecipare attraverso il collegamento, ad accesso libero, su piattaforma dedicata con possibilità di interazione tra utenti per domande e confronto.Let’s Go! è il ciclo di seminari realizzati in collaborazione con le Ambasciate in Italia e gli Istituti di Cultura dei paesi stranieri e ha l’obiettivo di fornire informazioni chiare, pratiche e certificate presentando il sistema di istruzione universitario, le modalità di accesso e le possibilità di ottenere borse di studio, il tutto per poter affrontare in autonomia un’esperienza all’estero e sfruttare al meglio le proprie competenze. Oltre alla formazione vengono fornite informazioni utili anche su aspetti burocratici come le iscrizioni a servizi locali per il lavoro o le procedure per richiedere eventuali visti di ingresso. Sono presentati inoltre i programmi speciali dedicati ai giovani italiani frutto di accordi tra i diversi governi.Gli appuntamenti in programma di Let’s Go! · Let’s go Iceland! giovedì 19 novembre 2020 · Let’s go Switzerland! martedì 01 dicembre 2020 · Let’s go Sweden! giovedì 17 dicembre 2020 L’iniziativa è promossa dall’Assessorato Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale e realizzato dal Servizio Informagiovani di Roma Capitale con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. I programmi dei successivi appuntamenti sono in via di definizione e saranno disponibili sul sito http://www.informagiovaniroma.it/ e sui canali social ufficiali.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al San Giovanni Addolorata di Roma arrivano segnalazioni di criticità e negligenze

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

L’ospedale sulla carta è rimasto “Covid free” fino al 6 novembre, giorno in cui è stato inserito negli ospedali Covid dalla Regione Lazio. Peccato che il reparto di pneumologia ordinaria sia stato trasformato in reparto di pneumologia Covid già a ottobre, come testimoniano alcuni documenti datati 29 ottobre in cui è scritto a chiare lettere “Assegnato al Reparto Covid”. Come se gli operatori e le operatrici sanitarie fossero pacchi da spostare da uno scaffale all’altro.A questo reparto Covid “fantasma” sono stati destinati tutti i nuovi infermieri chiamati dalla graduatoria del Sant’Andrea, molti dei quali assunti a tempo determinato proprio per l’emergenza Covid. Firma del contratto e inizio turno lo stesso giorno. E la formazione necessaria per lavorare in un reparto ad alto rischio? Qualche slide inviata per mail giorni dopo l’inizio del servizio! La formazione per vestizione e vestizione funziona per passaparola. Insomma, sei fortunato se l’operatore arrivato prima di te ha avuto una buona formazione! Non sarebbe stato meglio chiamare i nuovi assunti prima, in modo che fossero preparati a quello che stavano per affrontare? Nel frattempo il 6 novembre la Regione Lazio ha comunicato le ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza sanitaria. Allegata c’è la lista degli ospedali Covid-19. Finalmente c’è il San Giovanni con 75 posti totali. La preoccupazione degli infermieri è grande: c’era già una forte carenza di personale – raccontano – come si riuscirà allora a garantire quello necessario ai reparti Covid?Il 30 ottobre la Regione Lazio aveva assicurato a USB che la situazione era sotto controllo. Dopo undici giorni eccoci a denunciare le carenze di un altro dei grandi ospedali di Roma.USB continua a monitorare la situazione, raccogliendo le denunce di operatori e operatrici, ma è certo che il quadro generale rimane inaccettabile, così come non è tollerabile che proprio negli ospedali la salute di tutti sia messa a rischio. Convinti, andiamo verso lo sciopero del comparto sanità proclamato da USB il 25 novembre.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decarbonizzazione del trasporto marittimo

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Nel nuovo studio, intitolato “Catalysing the Fourth Propulsion Revolution” ICS afferma l’esigenza che i governi sostengano la proposta dell’industria marittima mondiale di creare un fondo globale di R&S da 5 miliardi di euro per ridurre il rischio che 3 mila miliardi di dollari di investimenti siano destinati e utilizzati in modo improprio, rendendo impossibile la decarbonizzazione del settore.Il rapporto esamina diverse opzioni per facilitare la decarbonizzazione del trasporto marittimo e raggiungere gli obiettivi di riduzione dei gas a effetto serra (GHG) stabiliti dall’IMO, attraverso l’uso di ammoniaca, idrogeno, batterie e lo sviluppo delle relative tecnologie per alimentare la flotta mondiale.Tuttavia, il rapporto rileva che attualmente i combustibili a zero emissioni di carbonio non sono disponibili nelle quantità necessarie per giungere alla decarbonizzazione.Infatti, a fronte dei numerosi potenziali carburanti e tecnologie a zero emissioni di carbonio, la riduzione delle emissioni richiesta dalla comunità internazionale e dall’industria richiedono una enorme attività di ricerca e sviluppo prima che questi possano diventare delle opzioni praticabili.Ciò rappresenta quello che può essere definito un “iceberg finanziario” per lo shipping mondiale, in quanto la pressione per regolare le emissioni si sta attualmente muovendo più velocemente della capacità delle catene di approvvigionamento di tenere il passo. Senza innovazione e un massiccio aumento della ricerca e dello sviluppo, c’è un rischio significativo di attività bloccate che avranno un impatto sugli Stati nazionali, sulla comunità finanziaria e sull’industria marittima. Lo shipping internazionale, che trasporta circa il 90% dei volumi commerciali mondiali, è parte integrante dell’economia globale. Attualmente le navi devono anche utilizzare quattro milioni di barili di petrolio al giorno, – 4% della produzione globale di petrolio, o equivalente a un terzo della produzione giornaliera dell’Arabia Saudita. L’energia necessaria per alimentare una grande nave portacontainer che naviga attraverso l’oceano, è la stessa necessaria ad alimentare in un solo giorno 50.000 case. Gli armatori sono profondamente consapevoli della necessità di decarbonizzare, ma ciò si può fare solo con lo sviluppo di una nuova generazione di tecnologie e di nuovi combustibili a zero emissioni. È urgente sviluppare nuovi combustibili insieme a nuovi sistemi di propulsione, navi avanzate e una rete di rifornimento globale completamente nuova.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro, Nardi: “Bene i soldi subito a chi chiude per Covid”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

“Come Commissione abbiamo da tempo potuto ascoltare, sia dalle istituzioni locali che dai rappresentanti delle imprese del commercio e dei servizi, le preoccupazioni crescenti sulla tenuta del nostro tessuto economico. Così come i tanti timori sulla convivenza sociale delle nostre città a seguito delle chiusure di tanti esercizi per le nuove misure di contenimento della pandemia. E’ quindi una buona notizia che il Ministro Gualtieri abbia reso noto che oltre 1 miliardo di euro sono già arrivati, con appositi bonifici, dalle casse dello Stato ai conti correnti di tante imprese, ben 221 mila. Come Pd ci siamo impegnati sin dall’inizio della pandemia a mettere in campo azioni per la tutela del lavoro e questa promessa mantenuta dal ministro Gualtieri ne è la prova”, così Martina Nardi, presidente della commissione Attività produttive della Camera.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Governo. Siamo pronti per il vaccino, con personale sanitario, siringhe e frigoriferi?

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Sembra banale ma, una volta arrivato il vaccino, occorre stoccarlo, distribuirlo e somministrarlo.Il vaccino della Pfizer/Biontech deve essere conservato a meno 70/80 gradi centigradi. Abbiamo le strutture in Italia per conservare milioni di dosi di vaccino a queste temperature? Da ricordare che il vaccino in questione perde la sua efficace in poco tempo se conservato a temperatura di normale frigorifero.Lo sforzo logistico sarà imponente. In Germania si sta già predisponendo un piano. Copiare dall’esperienza tedesca ci sembra utile e doveroso.Altro problema è quello delle siringhe per la somministrazione del vaccino. Ne abbiamo in numero sufficiente per la somministrazione doppia del vaccino Pfizer/Biontech, o per altri vaccini che dovessero essere disponibili il prossimo anno?Abbiamo personale sanitario sufficiente per la somministrazione del o dei vaccini?Sono problemi organizzativi che il Governo deve affrontare da subito per non farsi trovare impreparato.Sarebbe la beffa maggiore quella di acquistare vaccini e non sapere come conservarli, distribuirli e somministrarli.Vediamo se questa volta il Governo si farà trovare pronto per la soluzione di problemi già noti fin da oggi.Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »