Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Scuola: Interventi di contrasto alla diffusione del Covid-19 negli istituti

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2020

Tra i documenti si evidenzia l’importanza dell’indizione dei Tavoli Permanenti Regionali che risultano, spesso, non convocati in maniera efficace in diverse regioni. In particolare per il settore scuola pubblica, i tavoli relativi al protocollo del 6 agosto 2020 dovrebbe coinvolgere numerosi enti locali e privati. “Si ha contezza che in alcune regioni il Tavolo permanente è stato disertato da enti e parti direttamente coinvolti, e in alcuni casi non sono stati convocate le parti sottoscrittrici dei protocolli estivi – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – fermo restando che non è il periodo di fermare i lavori dei tavoli avviati; gli organi di Governo, e in particolare il ministero, devono dare indicazioni chiare su chi deve partecipare ai tavoli e su come devono venire indetti”. Ecco gli argomenti più frequentemente richiesti Rendicontazione: il 40% delle domande vertono sui chiarimenti sulla gestione dei fondi destinati dall’art 231 del DL 34/2020. Arredi: nel 10% delle domande gli istituti chiedono chiarimenti sul tipo di arredi da utilizzare, in particolare nell’attesa dei banchi monoposto. Mascherine e gel: l’8% delle domande riguardano i casi limite, in particolare su quanti non vogliano indossare i DPI e, ancor più cogenti, gli studenti di 5 anni che compiono 6 anni all’interno dell’anno scolastico. Rilevazione, spazi e contagi: l’8% delle richieste pervenute al HDAC riguardano le modalità di rilevazione dei casi sospetti e la destinazione e gestione degli spazi scolastici, in particolare aula covid. Utilizzo dei fondi: il 6% dei quesiti riguardano i limiti, in particolare la scadenza del 30 di settembre, per l’avvio dei piani di spesa dei fondi dell’art 231. Categorie merceologiche: il 5% dei quesiti fino a questo momento verte sulle categorie di beni acquistabili coi fondi covid. CUP: il 3% dei quesiti vertono sulla necessità o meno del Codice Unico di Progetto per i piani di spesa. Organico COVID: solo l’1% dei quesiti sulla formazione e utilizzo dell’organico aggiuntivo. Altri quesiti: 15% di domande di varia natura tra cui quarantena, gestione casi sospetti, mense, certificati medici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: