Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Scuola: Iscrizioni 1.700.000 alunni al nuovo anno, pochi giorni per decidere

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2020

In base alla prima bozza presentata ai sindacati, le famiglie degli alunni interessati potranno presentare le domande di iscrizione dal 4 al 22 gennaio prossimo, in modalità on line per tutte le classi iniziali delle scuole statali: per iscriversi all’anno scolastico 2021/2022, ferma restando la registrazione al portale http://www.istruzione.it/iscrizionionline/ a partire dalle ore 9 del 19 dicembre, circa un milione e 700 mila famiglie di bambini e ragazzi oggi iscritti alle ultime classi della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, avranno la possibilità di formulare la domanda on line dalle ore 8 del 4 gennaio 2021 alle ore 20 del 22 gennaio. Mentre, sia l’anno scorso che quello precedente la finestra era stata di più giorni: dal 7 al 31 gennaio. Rimangono invece immutati i parametri di formazione delle classi e dell’offerta formativa: per il sindacato era proprio su questi aspetti che bisognava invece intervenire.Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “la tempistica a disposizione dei genitori deve essere necessariamente allungata. Come è giunta l’ora di cancellare la Legge 133 del 2008, che assieme al dimensionamento ha elevato il numero di alunni per classe andando quindi a produrre le 20 mila classi pollaio di cui tutti oggi parlano con indignazione, a ragione, a partire dal primo partito di Governo e dalla stessa ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che ha presentato anche da tempo un disegno di legge per dire basta a tale indecenza. Allo stesso tempo, come sindacato abbiamo fatto presente al Ministero che va anche ridotta la soglia minima di studenti perché una scuola sia considerata autonoma, visto che vi sono realtà – territorialmente isolate, di montagna, nelle isole e altre ancora – dove la burocrazia non può prevalere sul diritto allo studio. Bisogna inoltre recuperare le ore di insegnamento sottratte alle discipline in tutti i gradi di insegnamento, recuperare i moduli alla primaria e allargare ovunque il tempo pieno nella scuola primaria, dove vanno reintrodotte le compresenze e i maestri specialisti nella lingua inglese, ma anche adottata una volta per tutte l’attività motoria come disciplina. Infine, andrebbe anticipato l’obbligo scolastico di un anno protratto fino alla maggiore età, così da porre finalmente un freno importante al triste fenomeno degli abbandoni precoci dei banchi di scuola. Sono provvedimenti sacrosanti, per i quali ci battiamo e ci batteremo sempre”.Si preannunciano davvero stretti i tempi per decidere quale scuola frequentare l’anno prossimo. Secondo quanto riportato da IlSole24Ore e ripreso da Tuttoscula, la bozza di circolare ministeriale sulle iscrizioni on line all’anno scolastico 2021/22, consegnata martedì alle organizzazioni sindacali e che verrà emanata a breve, si riduce per la procedura on line a soli 18 giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: