Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 203

Archive for 27 novembre 2020

Oggi la Notte europea dei ricercatori

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Torna “la Notte europea dei ricercatori”, promossa dalla Commissione Europea e giunta alla sua quindicesima edizione. Migliaia di ricercatori e centri di ricerca di tutta l’Europa apriranno le porte dei loro laboratori per far conoscere al grande pubblico la bellezza e l’importanza della ricerca scientifica, con esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre e visite guidate, conferenze e seminari divulgativi, spettacoli e concerti. Per il 2020, in 29 paesi e 388 città, sono stati organizzati 52 eventi. A causa del Covid, molti eventi saranno fruibili solamente in via digitale. L’obiettivo è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. L’Italia ha aderito, da sempre, all’iniziativa europea con una molteplicità di progetti che ne hanno fatto tradizionalmente uno dei paesi europei con il maggior numero di eventi sparsi sul territorio. Per il 2020 la manifestazione coinvolge in Italia 7 progetti per un totale di oltre 80 città. By Christian Flammia

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dopo 2500 anni: le opere di ingegneria militare sono ancora visibili

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

La contrada Ferla si trova in Sicilia, nella provincia di Trapani e nel territorio del comune di Mazara del Vallo e si estende sul lato ovest del fiume Mazaro. La contrada Ferla é una vasta area ricca di cave di tufo, di insediamenti del periodo neolitico, di tracce di successivi insediamenti romani e di molto altro ancora.Tutta la zona archeologica è poco conosciuta e non è stata mai valorizzata sia dagli archeologi sia dalle amministrazioni Comunali e Regionali al fine d’ incrementare il turismo culturale in quest’area..Ma in questa contrada vi sono ancora i resti di ben tre valli difensivi, opere di ingegneria militare realizzate nel 409 a.C.Sono ostacoli ”da battaglia” , realizzati per fermare la cavalleria nemica e costituiti da due lunghi muri paralleli, posti a breve distanza gli uni dagli altri, in modo da fermare il galoppo della cavalleria e far disarcionare i cavalieri, per poi colpirli ed ucciderli caduti a terra fra i due muri del vallo.Le immagini satellitari ci mostrano ancora i loro resti, resti di queste opere di ingegneria militare realizzate quasi 2500 anni fa..Vi sono quattro sbarramenti, di diverse lunghezze: il maggiore supera i 300 metri ed è ancora ben visibile.Ma non solo.. Pare affiorare anche il muro di protezione di un possibile accampamento di grandi dimensioni a forma rettangolare. Ricordiamo che Annibale Magone venne eletto dal senato cartaginese come comandante degli eserciti e governatore dell’Epicrazia punica della Sicilia nel 411 a.C. Egli era desideroso di vendicare il nonno Amilcare, sconfitto e ucciso durante Battaglia di Imera ( la Termini Imerese di oggi ) da parte dei Greci sicelioti nel 480 a.C.Nei primi mesi dell’anno 409 Annibale approdò presso l’attuale Marsala, che grazie alla sua posizione di guardia tra Mediterraneo e Tirreno, fu inizialmente un avamposto cartaginese. Nel mese di Aprile con falsi pretesti, Annibale marciò con l’esercito, verso la città di Selinunte con l’intento di assediarla per aiutare Segesta, sua alleata, e rivale di Selinunte.La battaglia di Selinunte fu una battaglia campale della seconda guerra greco-punica che si svolse nell’aprile del 409 a.C. che durò circa dieci giorni.Le forze in campo erano impari: Annibale poteva contare su circa 40mila soldati mentre i Siracusani e Selinuntei solo su circa 25mila uomini armati.Le perdite per i Selinunte furono ingenti: Diodoro Siculo narra di 16mila morti e di oltre 6mila prigionieri.Senza ulteriori rinforzi, la città fu facilmente quindi presa e distrutta.La popolazione di Selinunte fu in gran parte massacrata.Nel maggio dello stesso anno 409 a.C. Annibale pose anche un assedio a Imera , l’odierna Termini Imerese ove sconfisse i rinforzi di Siracusa al comando di Diocle.Selinunte, in tempi successivi, fu ricostruita ma non raggiunse mai lo splendore precedente la sua distruzione del 409 a.C.Ancora oggi, quasi duemila e cinquecento anni dopo la vittoria di Annibale, percorrendo la campagna della contrada Ferla, si possono trovare, affioranti fra il terreno, ceramiche dell’età del bronzo, ed altri frammenti di antiche popolazioni.. https://youtu.be/hPczKDvev-M

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un nuovo poliambulatorio medico è stato inaugurato a Qallawiyah

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

SHAMA Si trova nel Sud del Libano ed è stato allestito, dai militari del contingente italiano di Unifil, la Forza di interposizione delle Nazioni Unite schierata al confine con Israele. La struttura è stata interessata da un importante intervento di ristrutturazione che ha riguardato il rifacimento della copertura, del prospetto principale, dell’impianto elettrico e idrico-fognario. I lavori, eseguiti nel rispetto delle normative vigenti in Libano in materia di tutela, sicurezza e salute dei lavoratori, hanno interessato una superficie di circa 160 metri quadrati in cui è stata completata la riorganizzazione funzionale degli spazi interni mediante la realizzazione di un ampio ingresso principale che funge anche da sala d’attesa, di un’ala destinata ad ospitare i pazienti e di locali ad uso del personale medico e infermieristico. Il presidio ospedaliero è dotato di tutti i servizi sanitari primari e garantirà un’adeguata assistenza medica ai 2.000 residenti del villaggio e a piu’ di 3.500 abitanti dei paesi limitrofi. Il progetto, finanziato con fondi del ministero della Difesa italiano, rientra nel piano di sviluppo del settore sanitario portato avanti dai “caschi blu” del contingente nazionale in stretto coordinamento con le autorità locali, facendo ricorso a manodopera del posto, con positive ricadute economiche sul territorio. Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti il sindaco di Qallawiyah, Mansur Ilayan, e il generale Andrea Di Stasio, comandante del settore Ovest di Unifil, al quale sono andati i ringraziamenti a nome dell’intera comunità per la vicinanza e la consueta attenzione dei “caschi blu” italiani al soddisfacimento delle esigenze di carattere sanitario dell’Unione delle municipalità di Al-Qalaa. L’assistenza alla popolazione libanese, insieme al monitoraggio della cessazione delle ostilità e al supporto alle forze armate libanesi, è uno dei principali compiti assegnati al contingente italiano di Unifil nel rispetto della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Ltc. Marco MELE Joint Task Force – Lebanon Sector West http://www.conlabrigatasassari.sardinia.it

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Greco: un’attrice biologa nel film tv “Rita Levi-Montalcini”

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Katia La passione per la recitazione, coltivata sin dai banchi di scuola, e quella per gli studi scientifici hanno sempre convissuto nella giovane Katia Greco. Pur con una laurea in Scienze Biologiche in tasca, alla fine però la decisione d’intraprendere la carriera di attrice ha prevalso. Far parte del cast del film Rita Levi-Montalcini per lei ha rappresentato così l’incontro tra due grandi passioni: la recitazione e la scienza. Nel biopic di Alberto Negrin, con protagonista Elena Sofia Ricci nel ruolo della neurologa torinese, in onda su Rai1 giovedì 26 novembre, Katia Greco veste i panni della madre di Elena (la giovane Elisa Carletti), violinista del Conservatorio Santa Cecilia che a 12 anni rischia di perdere la vista. È proprio dall’incontro con la ragazza che Rita Levi-Montalcini acquisirà di nuovo la forza di tornare in laboratorio e alle sue ricerche, con entusiasmo e determinazione. «È stato un onore e un grande piacere – racconta l’attrice siciliana a FSNews, il magazine online del Gruppo Ferrovie dello Stato – prendere parte a questo progetto che omaggia una donna di scienza. Abbiamo girato esattamente un anno fa, un gruppo di lavoro affiatato per un set molto intenso. La storia di Elena, con cui si è instaurato uno splendido rapporto, riempito anche dalle battute di Francesco Procopio, mio marito nel film, è servita come pretesto narrativo per riaccendere nella scienziata la scintilla della ricerca». fonte FSNews.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Another World. Arte in città per immaginare il futuro

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Roma. Un progetto di rigenerazione urbana nel quartiere Vigne Nuove a Roma”, lancia una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Produzioni dal Basso per realizzare una serie di interventi artistici presso il TSMREE – Servizio Tutela Salute Mentale e Riabilitazione Età Evolutiva della ASL Roma 1. Another World è un complesso progetto di rigenerazione urbana che prevede l’intervento di artisti ed artigiani nell’area di Via Dina Galli, 8 dove si trova la sede della ASL che accoglie minori (0-18 anni) con difficoltà o disturbi di carattere neurologico, psichiatrico, neuropsicologico e/o qualsiasi difficoltà del neurosviluppo. Il titolo stesso ha in nuce l’idea della possibilità di cambiare prospettiva di vedere e vivere il mondo e lo spazio con occhi nuovi. L’intero progetto prevede la realizzazione in step successivi di tre diverse fasi riguardanti rispettivamente l’area antistante l’ingresso – la facciata – l’area esterna adiacente.Vigne Nuove con le sue case torri è un quartiere nato negli anni ‘70, si trova nella periferia Nord della Capitale, nell’attuale III Municipio, a ridosso delle borgate storiche Tufello e Val Melaina. Oggi è lo skyline grigio a prevalere, i negozi e i servizi sono pochi, le luci si sono spente o sono state rotte, i ponti sono sconnessi, le aree porticate sono buie, sporche, vandalizzate da centinaia di graffiti. L’idea di rigenerare attraverso l’arte un’area di frontiera a partire proprio da un presidio sanitario che ha il compito di tutelare il benessere psico-fisico dei più giovani, nasce dal basso, dal desiderio di medici, operatori e famiglie che operano all’interno del servizio, di poter dare loro qualche cosa di più.Saranno invitati a lavorare, artisti, mosaicisti e giovani artisti; racconteranno, in un ideale e terapeutico percorso interiore, l’idea di crescita, di trasformazione nella differenza; la possibilità di riportare la natura in un paesaggio urbano in cui la nota dominante è il grigio del cemento; la possibilità di entrare in contatto con i propri eroi, con le proprie speranze; di riconoscere le proprie emozioni e infine, attraverso le immagini ispirate alle favole millenarie e sempre attuali di Esopo, ci riveleranno come sia possibile volgere in positivo ciò che apparentemente appare uno svantaggio così da poter superare i propri timori.Il tema, in linea con l’identità stessa e la funzione del luogo, sarà dunque la trasformazione possibile solo a partire da un rinnovato contatto con l’elemento naturale, vegetale e animale in cui immergersi in pieno, per poi compiersi nell’essere umano grazie a suggestive immagini provenienti dal mondo della fantasia e del fumetto che aiuteranno a riconoscere difficoltà, sentimenti e paure, a identificarci e a riflettere.Le attività artistiche saranno affiancate da attività laboratoriali rivolte ai giovani utenti della ASL e appena possibile anche alla cittadinanza.Il primo intervento dell’artista Gola Hundun, per la prima volta a Roma, che inizierà in questi giorni, sarà dedicato proprio al tema della natura. L’accesso alla ASL dovrà sorprendere i visitatori grandi e piccoli introducendoli in un mondo meraviglioso, in uno spazio magico ed immersivo in cui ritrovare il contatto con una natura primigenia.Il progetto, patrocinato dalla ASL Roma 1 in collaborazione con Ater Roma proprietario dell’immobile, che sta provvedendo alla pulitura preliminare delle pareti, è promosso e realizzato da Eco dell’arte e curato da Elena Paloscia.Sostengono il progetto ANSVI Accademia di Neurologia dello sviluppo, Laboratorio apprendimento e collaborano le Associazioni A.I.F.A. Lazio – odv – AIFA Lazio odv – Associazione Italiana Famiglie Adhd, CSV Centro di servizi per il Volontariato.www.ecodellarte.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Partita la terza stagione di Radio Activa

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

E’ l’unica web radio interamente dedicata all’innovazione e alla divulgazione della cultura digitale e di impresa.In occasione della terza stagione Radio Activa continua a crescere e intensifica la programmazione grazie a nuove e importanti collaborazioni con partner scientifici, stakeholders ed esperti del settore tra le quali spiccano quelle con The European House Ambrosetti, Innovup – Italian Innovation & Startup Ecosystem, il consorzio europeo Cryptovalues, l’Università Cattolica del Sacro Cuore con il Master Professione Editoria cartacea e digitale e il Master in booktelling: comunicare e vendere contenuti editoriali, I-Com Istituto per la Competitività, Datrix, Oniride, lo Studio Legale Cappello, BLB Studio Legale e LegalTech Italia. “Intorno al progetto di Radio Activa – continua Paolo Emilio Colombo – si sta consolidando un interesse trasversale: ogni partner ha un punto di vista esclusivo su aspetti specifici del cambiamento che stiamo vivendo; noi li mettiamo insieme, costruiamo podcast brevissimi, brevi e medi per chi vuole approfondire, e poi li carichiamo sul sito, su Spreaker e sulle principali piattaforme, comunicandoli sui Social. Per fortuna le persone ci seguono”.Un flusso di informazioni caratterizzato da talk veloci per approfondire i trend topic tecnologici più influenti del momento.Nelle prime due stagioni di attività, Radio Activa ha intervistato più di 200 ospiti, tra cui: il Ministro della Difesa On. Lorenzo Guerini, i Sottosegretari On. Francesca Puglisi, On. Alessia Morani, On. Simona Malpezzi, On. Laurea Agea; l’On Claudio Durigon, l’On. Patrizia Prestipino e l’On. Flavia Nardelli Piccoli; Lucilla Sioli, Giovanni Malagò, Massimiliano Magrini, Vittoria Carli, Lucio Caracciolo, Gian Luca Comandini, Riccardo Maria Monti, Annalisa Galardi, Domenico De Masi, Amelia Parente, Francesco Costa, Sion Lewis, Michele Vaccaro, Cristian Fracassi per citarne solo alcuni.Grazie all’uso della piattaforma di web monitoring di Chorally, la Redazione di Radio Activa (Tatiana Sharon Vani, Sabrina Colandrea, Luisa Vittoria Amen, Eleonora Medica; tecnico del suono Marco Braccini) coglie le novità della settimana, dando voce ai protagonisti del momento: manager di imprese consolidate e start up; professori, esponenti delle istituzioni e giovani, con l’obiettivo di offrire contenuti originali, per stimolare nuove riflessioni e creare nuove opportunità.La tecnologia oggi permea ogni aspetto delle nostre vite, dal business all’intrattenimento, per questo Radio Activa la racconta per quello che è: l’insieme di conoscenze e attività finalizzate a risolvere i problemi di ogni giorno e, dunque, a migliorare la qualità delle nostre vite.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manovra, Nardi: “Al lavoro per emendamenti”

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

“Stiamo lavorando come intera Commissione a presentare specifici emendamenti alla legge di Bilancio perché riteniamo utile poter dare un contributo specifico su determinati settori fondamentali della nostra economia. È una volontà politica condivisa da tutti i commissari. In particolare vogliamo riuscire a proporre all’attenzione del Parlamento incentivi ad hoc per il settore auto, per il turismo e per il commercio” così la presidente della commissione Attività produttive della Camera, Martina Nardi.”In particolare sul settore auto – spiega Nardi – i dati sulle immatricolazioni mostrano come i bonus abbiano funzionato bene perché da una parte hanno aiutato molte famiglie a cambiare auto rinnovando il parco circolante che in Italia è particolarmente vecchio e inquinante e dall’altra hanno dato una boccata di ossigeno ad una settore ad alta percentuale di occupazione. Continuare su questa strada, allargando gli incentivi e facilitandone il loro utilizzo, rappresenta quindi per la Commissione una scelta da fare fin dalla prossima legge di bilancio”.”La Commissione poi ritiene che sia indispensabile approntare una specifica politica di aiuto e sostegno e settori del turismo e del commercio – aggiunge la Presidente -. Perché da quest’estate abbiamo visto che le nostre attività turistica, pur fortemente colpite dalla mancanza di clienti stranieri, sono state in qualche modo tenute in piedi grazie ai turisti italiani. Incentivare quindi il turismo nazionale per le località turistiche nazionali significa garantire a questo settore entrate che dall’estero rischiano di mancare ancora per un po’ di tempo”.”Anche il commercio sta vivendo una situazione particolarmente complicata – conclude Nardi – con una fortissima contrazione delle vendite nei negozi tradizionali e lo spostamento di molti acquirenti sulle piattaforme di vendita on-line. È evidente che questo è sintomo di una trasformazione più profonda, che però le norme di contenimento della pandemia hanno accelerato. Questo porta alla necessità di un progetto complessivo di sostegno per il nostro commercio, perché la piccola distribuzione e i negozi di vicinato non sono solo un elemento insostituibile della nostra economia, ma sono un uno dei fattori vitali delle nostre città. Lasciarli soffocare significherebbe far seccare anche i nostri centri urbani. Governare questa trasformazione è certamente un progetto molto ampio e a medio termine, ma come Commissione riteniamo che alcune scelta vadano già anticipate nella legge di Bilancio”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La manovra del governo e l’Ufficio parlamentare di bilancio

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

“L’ufficio parlamentare di bilancio, con la neutralità che gli compete, dice ciò che dall’opposizione abbiamo sempre sostenuto. Non si può affrontare questa crisi e uscirne con provvedimenti ’tampone’ ed emergenziali. Vi sono contenute risposte parziali, appena utili ad arginare la crisi del momento e sostenere chi ha perso il lavoro. Ma l’obiettivo di trasformare questa terribile tragedia in opportunità per rifondare l’Italia e lanciare un nuovo miracolo economico è tanto necessario quanto fuori dalla portata del governo Conte. Una coalizione inventata dal nulla non si dimostra all’altezza del compito. Per questo, c’è bisogno di un governo politico eletto dal popolo su un preciso mandato e un chiaro programma elettorale. Basta improvvisatori”. E’ quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Competenze digitali e formazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Il mondo digitale corre più veloce della luce ed è difficile stare al passo con i tempi? Da oggi sviluppare e potenziare le competenze digitali (digital skills), e non solo, sarà più semplice grazie a “Job Digital Lab – La formazione che ti rimette in gioco”, il programma formativo innovativo nato dalla collaborazione tra ING Italia e Fondazione Mondo Digitale. Obiettivo: raggiungere 5.000 persone su tutto il territorio nazionale. Il percorso, che parte oggi e proseguirà fino a luglio 2021, prevede attività di training a cura dei professionisti di Fondazione Mondo Digitale dedicate a chi è in cerca di lavoro e vuole arricchire le opportunità di inserimento o reinserimento professionale. In particolare: Alfabetizzazione Digitale: per approfondire gli strumenti e l’uso consapevole delle piattaforme social più diffuse e dei servizi online; Digital Academy: sessioni di formazione specialistica pensate per i lavori del futuro, soprattutto negli ambiti in cui le competenze digitali sono fondamentali, quali comunicazione, marketing digitale, turismo, moda e design, robotica e domotica, gaming e virtual reality, rigenerazione urbana, salute, mobilità; Social Community Days: per dare ai partecipanti concrete occasioni di confronto con professionisti e con le loro esperienze di vita e di lavoro; StartLab al femminile: il percorso di accompagnamento all’impresa dedicato alle donne con idee imprenditoriali e alle loro startup. La formazione si rivolgerà a tutti coloro che vogliono rimettersi in gioco e darsi nuove opportunità, a NEET (Young people Neither in Employment or in Education or Training), over 50 disoccupati o inoccupati, donne con idee imprenditoriali. In Italia solo il 20% dei lavoratori partecipa infatti ad attività di formazione, la metà rispetto alla media Ocse, e la percentuale scende al 9,5% per gli adulti con competenze basse e al 5,4% per i disoccupati di lunga durata (dati OECD 2019). Il fatto che poche persone abbiano possibilità di formazione permanente incide quindi negativamente sul tasso di occupabilità e sulla competitività delle aziende. Spesso, infatti, si registra un divario (mismatch) tra competenze dei lavoratori, bisogni del mercato e processi di trasformazione digitale. “Job Digital Lab – La formazione che ti rimette in gioco” è stato presentato oggi con un evento digitale interattivo con la partecipazione di Enrico Pagliarini, giornalista di Radio 24, Mirta Michilli, Direttore Generale della Fondazione Mondo Digitale, e Alessio Miranda, Country Manager di ING Italia, che attraverso il role modelling ha raccontato in prima persona la propria esperienza e ha risposto, insieme ad un gruppo di professionisti ING, alle domande dei partecipanti su come rimettersi in gioco. “Le competenze digitali sono e saranno sempre più importati per ognuno di noi – commenta Alessio Miranda, Country Manager di ING in Italia – La situazione di emergenza che stiamo vivendo ha reso ancora più evidente la loro centralità nella vita quotidiana e in quella professionale, trasformando il nostro modo di vivere, lavorare e di relazionarci. In ING vogliamo giocare un ruolo in questa evoluzione sia nei confronti dei clienti, sia verso i colleghi interni e anche verso la società. Con questo progetto investiamo in quanto di più prezioso ci possa essere: la formazione e lo sviluppo delle persone. Vogliamo dare loro gli strumenti per essere un passo avanti e per rimettersi in gioco in un mondo che evolve e cambia rapidamente e in cui nessuno deve restare indietro”. “Lavoriamo da sempre con reti collaborative ibride che distinguono i processi di innovazione sociale, – ha commentato Mirta Michilli, Direttore Generale di FMD – ma è la prima volta che avviamo una collaborazione con una banca digitale innovativa per sperimentare nuove strategie formative sempre più inclusive. Con Job Digital Lab la formazione diventa un collante a presa rapida, comunitario e d’impresa, capace di aggregare, fare comunità e coinvolgere tutti nella catena di valore. Sperimenteremo anche la ‘formazione continua di vicinanza’, accessibile da uno smartphone. Una sfida cruciale in tempo di emergenza”. Al suo termine il programma prevede il coinvolgimento diretto dei Centri di Orientamento al lavoro, Centri per l’impiego e agenzie di recruiting per facilitare l’ingresso e il reinserimento dei partecipanti nel mondo del lavoro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il numero dei rifugiati etiopi in Sudan supera le 40.000 unità

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Il numero di rifugiati etiopi che si stanno riversando nel Sudan orientale ha ormai superato le 40.000 unità dallo scoppio della crisi, facendo registrare oltre 5.000 donne, bambini e uomini fuggiti dagli scontri in corso nel Tigrè nel corso del fine settimana.L’UNHCR, Agenzia ONU per i Rifugiati, e i partner hanno potuto consegnare e distribuire aiuti salvavita, compresi alimenti, a un numero ulteriore di persone. Ma le attività di risposta umanitaria continuano a misurarsi con criticità logistiche e a essere messe a dura prova. Non vi è sufficiente capacità di alloggi per soddisfare le crescenti esigenze.Integratori alimentari e alimenti terapeutici sono attualmente assicurati a circa 300 bambini malnutriti, donne incinte e madri che allattano. Il personale dell’Agenzia ha potuto identificare le persone più vulnerabili e inviarle ai servizi competenti. Continuano a essere assicurati pasti caldi e sono stati installati ulteriori punti di distribuzione dell’acqua e latrine.L’Agenzia continua a trasferire lontano dal confine i rifugiati – con criticità legate alla logistica e alle distanze che limitano il numero di persone che possono essere trasportate all’insediamento di Um Rakuba – 70 km nell’entroterra sudanese. Al 23 novembre, risultavano trasferite poco più di 8.000 persone. Per quanto riguarda la situazione interna all’Etiopia, l’UNHCR continua a esprimere preoccupazione per i civili, tra cui popolazioni sfollate e operatori umanitari presenti nel Tigrè. L’Agenzia si unisce ai partner ONU nell’esortare tutte le parti in conflitto ad adempiere gli obblighi internazionali che prevedono di proteggere i civili. L’UNHCR rinnova l’appello ad assicurare agli attori umanitari accesso incondizionato, sicuro e senza impedimenti affinché possano garantire assistenza a quanti ne hanno necessità. Visto il perdurare del conflitto in corso in Etiopia, l’Agenzia esprime crescente apprensione in merito ai 100.000 rifugiati eritrei presenti sul territorio. L’assenza di accesso umanitario genera enorme preoccupazione in relazione all’erogazione di servizi fondamentali, quali acqua, farmaci essenziali e derrate alimentari, le cui scorte a disposizione della popolazione rifugiata si esauriranno nel giro di una settimana. L’Alto Commissariato rilancia l’appello a tutte le parti in conflitto ad assicurare libertà di circolazione in condizioni sicure a beneficio di quanti sono in cerca di sicurezza e assistenza, siano essi fuggiti oltre frontiera o all’interno dei confini nazionali, indipendentemente dalla loro origine etnica.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dichiarazione del dr. Giuseppe Ippolito, direttore scientifico INMI “Lazzaro Spallanzani” sui candidati vaccini anti Covid-19

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

“A oggi sono 62 i candidati vaccini contro il virus SAR-CoV-2 in fase di sperimentazione sull’uomo in tutto il mondo, e 13 di questi sono nella fase 3, quella che precede l’approvazione e la messa in commercio. Nei giorni scorsi abbiamo assistito ad un festival di comunicati stampa che, al di là dell’enfasi e delle evidenti strategie di marketing dei produttori, ci dicono che la ricerca ha fatto grandi passi avanti, riuscendo ad arrivare in meno di un anno a traguardi impensabili, senza derogare ai principi di sicurezza e senza saltare alcuna fase tra quelle previste dai protocolli internazionali.Oggi ReiThera, società biotecnologica di Castelromano, alle porta di Roma, ha reso noti i primi dati sul candidato vaccino italiano Grad-Cov2, la cui sperimentazione è attualmente in corso presso l’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma. Le prime indicazioni che arrivano dalla sperimentazione sui volontari tra i 18 e i 55 anni ci dicono che questo vaccino è sicuro ed induce una consistente risposta immunitaria, con la produzione sia di anticorpi neutralizzanti specifici che con l’attivazione di una forte risposta da parte dei linfociti T. A breve avremo anche i dati dei volontari di età superiore ai 65 anni, e potremo così pianificare con ReiThera le fasi 2 e 3 della sperimentazione, in linea con i tempi stabiliti. Ci conforta sapere che altri vaccini che utilizzano la stessa tecnologia del vettore virale, e che hanno iniziato la sperimentazione prima di noi, hanno annunciato nei giorni scorsi dati molto incoraggianti sulla capacità di questo tipo di vaccino di proteggere dal virus. Le notizie di oggi confermano inoltre la bontà della scelta che la Regione Lazio e il Ministero della Ricerca hanno fatto, sin dalle prime fasi della pandemia, di finanziare la sperimentazione di un candidato vaccino ideato, testato e prodotto nel nostro Paese, nel distretto industriale biotecnologico di Pomezia-Castelromano, attivando una virtuosa collaborazione tra eccellenze pubbliche e avanzate strutture biotecnologiche private. Questo risultato non sarebbe stato possibile senza l’attivazione, all’interno dello Spallanzani, di una specifica unità di Fase 1 Covid-19, che ha visto impegnate tutte le direzioni dell’Istituto in un grande sforzo organizzativo, e avvalendosi di un team clinico e di ricerca di altissimo profilo, con l’impegno dei laboratori di Virologia ed Immunologia, dei clinici e degli epidemiologi, senza dimenticare il fondamentale contributo dato dal Centro Ricerche Cliniche del Policlinico di Verona, dove si è svolta una parte significativa del trial”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaccini: all’incrocio tra scienza, politica ed economia – webinar live

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Da oggi a partire dalle ore 19, la pagina facebook dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” (https://www.facebook.com/INMISpallanzani/) ospiterà un webinar live su Vaccini: all’incrocio tra scienza, politica ed economia. A discutere delle varie implicazioni di un tema che oggi è centrale nel dibattito pubblico saranno: Giuseppe Ippolito, Direttore scientifico dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Rino Rappuoli, Chief Scientist di GSK Vaccines. Il Webinar, organizzato dall’INMI, fa parte del programma della Notte Europea dei Ricercatori 2020, realizzata come ogni anno da Frascati Scienza e promossa dalla Commissione Europea nell’ambito delle azioni Marie Curie. Anche quest’anno, sia pure in forma virtuale a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia, la manifestazione metterà a disposizione del pubblico appassionato di scienza centinaia di appuntamenti articolati intorno a quattro temi fondamentali: Smart cities, salute e benessere, energia e ambiente, arte e studi umanistici. La partecipazione al webinar è gratuita e non richiede prenotazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Obiettivo mani, la cura inizia in inverno

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Le indicazioni della dottoressa Patrizia Gilardino.Le mani possono dire molto. Sono il principale strumento di comunicazione, anche adesso che non è possibile dare la tradizionale “stretta”, e ci aiutano a esprimerci. Talvolta curate fin nei minimi dettagli, altre volte screpolate in balia di vento e sole. Sono però un’importante cartina di tornasole dei nostri stili di vita, delle nostre attività e dell’incedere del tempo. Tra mascherine e distanziamento, sono anche uno dei pochi lembi di pelle che rimangono scoperti in questo inverno, quando non si portano i guanti.Per mantenerle giovani talvolta non bastano nel consuete accortezze, ma è necessario agire più in profondità. «Il cosiddetto processo di “schelettrizzazione” è il principale indicatore del passare degli anni: le mani si presentano più rugose, più vuote; si assottigliano i tessuti molli e vengono in evidenza le vene e strutture tendinee», spiega Patrizia Gilardino, medico estetico di Milano. «Non solo, tendono a presentare delle macchie: queste possono dipendere dalla propria struttura genetica, ma anche dall’esposizione al sole. Infatti spesso non ci preoccupiamo di proteggerle dai raggi ultravioletti. La conseguenza è nella comparsa di macchie più o meno intense, dalle dimensioni variabili, che rappresentano un importante inestetismo». Il momento migliore per prendersene cura è l’inverno. «I trattamenti danno risultati consolidati nell’arco di alcuni mesi. Iniziare oggi significa prepararsi ad avere mani più giovani e in buona salute la prossima estate», afferma Gilardino. Ad esempio, per contrastare le macchie, «il trattamento prediletto è quello con luce pulsata che permette nell’arco di poche sedute di intervenire sul pigmento e “polverizzarlo”; scomparirà attraverso una leggera desquamazione. Per le situazioni più severe – che possono degenerare nella cheratosi – più indicato è l’uso di laser specifici che agiscono in profondità cancellando la parte più scura». In entrambi i casi non è richiesto alcun periodo di convalescenza ed è possibile tornare subito alle proprie attività quotidiane. Patrizia Gilardino è. Laureata in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Milano nel 1988, Patrizia Gilardino si è specializzata nella Scuola di Chirurgia Plastica Ricostruttiva dell’Università degli Studi di Milano nel 1993.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oncoematologia: la nuova frontiera degli anticorpi BiTE

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Una vera rivoluzione, quella che caratterizza gli anni recenti della ricerca in oncoematologia. Oggi per alcuni tumori del sangue si può parlare di eradicazione della malattia, una prospettiva impensabile fino a poco tempo fa. Questo grazie a terapie innovative con un’efficacia profonda, che riescono a debellare la malattia minima residua, e allo stesso tempo maneggevoli, perché somministrabili a domicilio.Con l’evolversi delle terapie cambiano anche le metafore usate dai media per descriverle: la nuova frontiera oggi è rappresentata dal ‘ponte’ che contraddistingue l’innovativo meccanismo d’azione degli anticorpi BiTE (Bi-specific T-cell Engagers) detti anche a doppio bersaglio, perché si legano contemporaneamente a due target, connettendo le cellule T, gli agenti più potenti del sistema immunitario, alle cellule tumorali. Grazie a questo ponte, le cellule T possono agire a distanza ravvicinata sulle cellule tumorali, riconoscendole, legandosi ad antigeni specifici e rilasciando molecole che ne provocano la morte.Oggi, con l’emergenza sanitaria Covid in corso, assume ancora più valore la possibilità di fare la terapia infusionale al proprio domicilio, consentendo ai pazienti in trattamento, categoria fragile ed esposta ai rischi del contagio, di evitare continui spostamenti. Blinatumomab, capostipite della classe degli anticorpi BiTE, può essere somministrato a casa dal paziente con Leucemia Linfoblastica Acuta. Ogni 3-4 giorni è necessaria la sostituzione della sacca presso il Centro ematologico, che in alcune realtà può essere fatta a domicilio grazie a un servizio di assistenza domiciliare. L’obiettivo, alimentato anche dalle necessità della pandemia, è quello di poter arrivare ad attivare la sostituzione della sacca a domicilio per tutti i pazienti sul territorio. In Europa vengono diagnosticati ogni anno circa 7.000 nuovi casi di Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA), tumore del sangue che colpisce i precursori dei linfociti, un particolare tipo di globuli bianchi deputati a combattere le infezioni e altri tipi di malattia1. Tra questi, si stima che almeno 5.000 siano pazienti pediatrici; in Italia ogni anno circa 400 bambini ricevono una diagnosi di LLA.2Blinatumomab è stato recentemente approvato da AIFA per il trattamento della Malattia Residua Minima (MRD) in pazienti adulti con LLA originata da precursori delle cellule B (con espressione della molecola CD19 sulla superficie delle cellule leucemiche e negativa per il cromosoma Philadelphia) e per il trattamento di pazienti pediatrici di età pari o superiore a 1 anno con LLA originata da precursori delle cellule B (con espressione della molecola CD19 sulla superficie delle cellule leucemiche e negativa per il cromosoma Philadelphia) quando la malattia si ripresenta o non regredisce dopo due precedenti linee di trattamento o dopo essere stati sottoposti a trapianto di cellule staminali. L’efficacia di blinatumomab è confermata anche nella pratica clinica quotidiana. Il trattamento della Malattia Residua Minima – vale a dire debellare le cellule invisibili alla valutazione al microscopio ottico, che possono permanere anche quando la malattia non dà più sintomi e i parametri sono rientrati nella norma, aumentando il rischio di ricadute – è considerato la premessa per arrivare in futuro all’eradicazione della LLA in pazienti in remissione completa. Blinatumomab è la prima e unica terapia ad aver ricevuto questa approvazione regolatoria a livello globale. Il futuro è già qui, ma sono ancora molte le prospettive che si aprono con l’utilizzo degli anticorpi bispecifici BiTE, anche in combinazione con altre terapie e anche per altri tipi di tumore: tra queste, è già stata testata con successo la possibilità per i pazienti con LLA di una terapia completamente ‘chemio free’, associando blinatumomab a una terapia a bersaglio molecolare.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia vince gli “Oscar” del management grazie all’Università di Udine

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Durante la 51^ edizione della conferenza annuale, organizzata dal 21 al 23 novembre a San Francisco (USA), sono state presentate e valutate oltre mille ricerche sviluppate in ambito economico-gestionale provenienti da 55 paesi del mondo: sei le commissioni valutatrici che hanno lavorato a porte chiuse per le aggiudicazioni, due delle quali hanno assegnato un premio allo stesso gruppo di ricerca dell’Università di Udine, coordinato dai professori Guido Nassimbeni e Marco Sartor, per due studi dedicati al tema delle certificazioni d’impresa. Si tratta di un passo importantissimo e davvero epocale: “è la prima volta che l’Università di Udine si aggiudica due riconoscimenti di così alto livello – commentano con grande soddisfazione Guido Nassimbeni e Marco Sartor – Garantiscono visibilità, prestigio e nuove opportunità di collaborazione internazionale al gruppo di lavoro, ma più in generale al corso di studi in ingegneria gestionale e all’ateneo friulano. Un biglietto da visita d’eccezione per tutto il mondo universitario italiano”.Oltre a Nassimbeni e Sartor, il gruppo di lavoro è formato dalla ricercatrice Giovanna Culot, dall’ingegnere Matteo Podrecca e da Irene Marcuzzi.Il primo lavoro che ha convinto la giuria internazionale riguarda la ISO 27001, la terza certificazione al mondo più importante dopo ISO 9001 e ISO 14001, dedicata alla sicurezza informatica e alla protezione dei dati delle organizzazioni. L’articolo, sviluppato con primo autore la ricercatrice Giovanna Culot, ha effettuato una ricognizione sistematica della letteratura per comprendere lo stato attuale della ricerca nell’ambito della gestione della sicurezza delle informazioni nelle aziende, fornendo spunti di riflessione ai manager sulle sfide a cui dovranno rispondere in futuro.Il secondo riconoscimento è stato attribuito per uno studio sulla SA8000, la più importante certificazione etica di impresa che disciplina la tutela dei lavoratori. Il lavoro, sviluppato con primo autore l’ingegner Matteo Podrecca, ha affrontato “controcorrente” il crescente dibattito sulla responsabilità sociale d’impresa, al fine di far luce sulla tematica dell’abbandono della SA8000, ovvero delle aziende certificate che decidono di non esserlo più. Lo studio analizza l’impatto delle performance a valle della decertificazione e le motivazioni alla base di questa decisione.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tamponi rapidi e test sierologici in farmacia

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Oltre al protocollo sicurezza e alle procedure per eseguire i test nelle farmacie, che tipo di informazioni dare a un paziente risultato positivo? E se il risultato è negativo? Quali consigli o indicazioni sono più adeguati nel caso di esito da tampone antigenico rapido e per quello di un test sierologico? In sintesi, che consulenza può offrire il farmacista ai cittadini che si rivolgono alla farmacia, ormai in diverse regioni in Italia, per sottoporsi a un testing per Sars-Cov-19? Con questo obiettivo la Fip, la Federazione internazionale dei farmacisti, ha diffuso una Guida elaborata dal Sars-CoV-2 Testing Working Group della Federation, che illustra i metodi e il funzionamento dei vari tipi di test diagnostici, l’interpretazione dei risultati e propone al farmacista una serie di raccomandazioni da fornire ai pazienti per ogni tipo di esito. I test antigenici rilevano una delle proteine del virus Sars-CoV-2 da un campione nasofaringeo o nasale e consentono, come i tamponi molecolari (metodo Rt-Pcr), una diagnosi di stadio iniziale di infezione da Sars-CoV-2. Va notato che l’efficacia della rilevazione degli antigeni virali sembra essere correlata alla carica virale stessa, diminuendo con il numero di giorni successivi all’insorgenza dei sintomi. Pertanto, proprio come è stato proposto per la Rt-Pcr su campioni di saliva, si propone di considerare i risultati dei test antigenici solo durante i sette giorni successivi all’insorgenza dei sintomi. Per quanto i test antigenici siano notevolmente più facili rispetto ai test molecolari, richiedono comunque che le procedure raccomandate dal produttore, e che gli operatori siano formati sulla raccolta dei campioni, uno dei fattori più critici che influenzano il risultato, sulla biosicurezza, sull’esecuzione del test, sull’interpretazione e sulla comunicazione dei risultati, nonché sulla gestione dei rifiuti. I test sierologici rilevano la presenza di anticorpi, e non dovrebbero mai essere utilizzati per diagnosticare un’infezione corrente di Sars-CoV-2, ma come indicatori per infezioni passate e, in questo momento, i ricercatori non sanno se la presenza di anticorpi significa essere immune da Covid-19 in futuro. La maggior parte dei test sierologici si basa sulla rilevazione di anticorpi contro le proteine Sars-CoV-2 altamente immunogene. I kit sierologici si suddividono in test diagnostici rapidi immunocromatografici unitari (detti anche Lifa [saggi immunologici a flusso laterale]) la cui risposta è qualitativa (positiva o negativa) e test immunometrici automatizzati (Elisa, Clia), i cui risultati sono espressi qualitativamente o semi-quantitativamente in funzione dell’indice di reattività del campione testato e rispetto ad un valore di soglia. Questi test automatizzati consentono di elaborare un gran numero di campioni.Che cosa dire al paziente risultato positivo al test antigenico. • Avere questo virus significa essere contagioso. • È necessario ricorrere all’isolamento, indossare una maschera, lavarsi le mani frequentemente e attenersi a tutte le raccomandazioni messe in atto dalle autorità sanitarie locali. • Bisogna rimanere a casa ed evitare contatti ravvicinati con gli altri, se possibile, finché per il medico le condizioni non saranno idonee per riprendere le normali attività quotidiane. • Se si condividi l’alloggio con altri, ecco alcune considerazioni da prendere per proteggere loro la diffusione del virus: rimanere il più possibile separato dagli altri, indossare una maschera quando si è nella stessa stanza di un’altra persona, usare un bagno separato, se disponibile, pulire il più possibile le superfici delle aree comuni della casa, non condividere una stanza con persone a rischio di malattie gravi (anziani, immunocompromessi, persone con malattie cardiache, polmonari o renali o persone con diabete). • Il risultato di un test positivo non dice quando o come si è infettato. • Va monitorata la salute: misurare la temperatura due volte al giorno, contattare il medico se si nota una difficoltà di respirazione o se si notano difficoltà crescenti con la focalizzazione cognitiva. • Aspettarsi di sentire stanchezza. • Il recupero richiederà tempo con giorni buoni e giorni cattivi, è importante riposare ogni volta che si può. Il virus viene rilevato uno o due giorni prima della comparsa dei segni clinici e può persistere fino a otto giorni nelle forme moderate di Covid-19 o anche da due a quattro settimane dopo la comparsa dei segni clinici nelle forme più gravi. • È possibile osservare una risposta positiva ai test virologici pochi giorni o anche diverse settimane dopo una risposta negativa, talvolta accompagnata dalla ricomparsa di segni clinici respiratori quando queste persone erano state considerate guarite. • Un test negativo non significa che non ha il virus ma che il test non è stato in grado di identificare il virus. • Dovrebbe comunque praticare l’allontanamento sociale, indossare una maschera, lavarti le mani frequentemente e rispettare tutte le raccomandazioni messe in atto dalle autorità sanitarie locali. • Può essere necessaria fino a una settimana prima che i risultati del test siano positivi. • I test virologici diventano negativi tre o quattro settimane dopo la comparsa dei sintomi. • Se si sviluppano segni di Covid-19, potrebbe essere necessario ripetere il test. Cosa dire a un paziente risultato positivo al test sierologico. • Un test anticorpale positivo indica che è stato precedentemente infettato dal virus (e potrebbero esserci interferenze da altri coronavirus). • La presenza di anticorpi di tipo IgM anti-Sars-CoV-2 è un marker di infezione recente. • Gli effetti a lungo termine di Covid possono influire sulla respirazione o sul cuore. È importante dire a tutti gli operatori sanitari che sei stato infettato e che sarai monitorato. • Non ci sono ancora prove che gli anticorpi forniscano una protezione completa contro questo virus. Pertanto bisogna continuare a mettere in pratica tutte le necessarie considerazioni sulla sicurezza (distanziamento, lavarsi le mani, indossare la mascherina, coprirsi la bocca e il naso quando si tossisce o si starnutisce) e attenersi a tutte le raccomandazioni messe in atto dalle autorità sanitarie locali. Cosa dire a un paziente risultato negativo al test sierologico. • Gli anticorpi non compaiono per almeno una settimana dopo la comparsa dei sintomi e due settimane dopo che il test del virus Sars-CoV-2 risulta positivo. È possibile che abbia il virus ma non hai ancora sviluppato anticorpi. • Ci sono state segnalazioni di pazienti che avevano anticorpi contemporaneamente, risultati negativi in un momento successivo. • Se un paziente con sintomi di Covid-19 è stato in contatto con una persona malata di Covid-19, l’assenza di anticorpi non consente di affermare che il paziente non è stato in contatto con il virus Sars-CoV-2 (a causa della mancanza di sensibilità del kit sierologico utilizzato). • Se il test rileva solo o anche gli anticorpi IgM, i risultati diventano naturalmente negativi da sei a sette settimane dopo l’inizio dei sintomi e da otto a nove settimane dopo un test molecolare positivo.Quando il farmacista parla con i pazienti deve ricordarsi: • prima di rilevare la temperatura, di chiedere informazioni sull’uso di antipiretici (paracetamolo/aspirina/Fans). Inoltre, va ricordato che la tosse non produttiva (“secca”) è un concetto difficile per alcuni pazienti, pertanto va spiegato cosa si intende: la tosse influenzale inizia produttiva mentre la tosse Covid-19 è raramente produttiva. I pazienti possono essere contagiosi fino a 72 ore prima di sviluppare qualsiasi sintomo.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

El Premio del Público recibe más de 120 candidaturas en solo 10 días

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Madrid. Famiplay ha anunciado hoy datos sobre la recepción de candidaturas para el Premio del Público. Este particular premio es otorgado directamente por los usuarios de Internet y redes sociales: son ellos mismos quienes, según sus gustos y valoración, envían a Famiplay sus candidatos a través de la web especial para los premios.En estos primeros 10 días ya han recibido más de 120 candidaturas entre las que se encuentran youtubers, tuiteros e instagramers influyentes, cantantes, artistas, productoras, grupos e iniciativas culturales… Familias, jóvenes, religiosos y laicos de distintas partes del mundo figuran en ese listado que se encuentra bajo secreto de sumario. Una cifra que demuestra el alto interés y el gran número de personas comprometidas en Internet con la difusión de valores.Rubén Ortega, portavoz de Famiplay declara que “queremos animar a todas las personas que comparten nuestros mismos valores que sigan enviando esas nominaciones: no queremos que nadie se quede fuera”, “Si hay alguien que te inspire cada día con sus acciones a través de redes sociales e Internet, crees que merece reconocimiento y que más personas le conozcan, envía su candidatura sin dudarlo”, añade.La recepción de candidaturas estará abierta hasta el 3 de diciembre a las 23:59h (GMT+1). Tras el cierre, el jurado de Famiplay publicará 5 finalistas que serán nuevamente votados de forma pública a través de su web. El ganador se anunciará durante la Gala de Entrega que tendrá lugar el día 15 de diciembre a partir de las 18:30h, la cual se retransmitirá por internet a través de famiplay.com.A lo largo de los próximos días Famiplay desvelará nueva información y sorpresas sobre estos Premios Famiplay que se enmarcan en las celebraciones de su primer aniversario de vida. Creados por la plataforma de contenido audiovisual con valores Famiplay; buscan promocionar a artistas, productoras, influencers, e iniciativas que, de un modo u otro, colaboran en la producción o la difusión de contenidos de calidad y con valores de inspiración cristiana. Los premios se dirigen a todas las personas que desean apoyar o colaborar en la tarea de crear contenidos positivos aptos para todos los miembros de la familia. La variedad de los sectores cubiertos por los premios asegura la participación de los usuarios de Famiplay, de expertos del sector y del público general. Más información en famiplay.com/premios-famiplay Famiplay es la plataforma digital de cine y series que busca la difusión de valores familiares a través del entretenimiento audiovisual. Creada en 2019 por iniciativa de la Fundación Telefamilia, es accesible a las familias a través de Internet y las nuevas tecnologías, y garantiza la calidad de cada contenido de su catálogo prometiendo “entretenimiento y formación sin sorpresas desagradables”. Junto con este claro compromiso por el cine con valores, promueve la producción de nuevos títulos reinvirtiendo el 50% de los ingresos obtenidos a través de las suscripciones. Para quienes no la conocen todavía, Famiplay ofrece una semana de suscripción gratuita: Famiplay.com (By Anabel Santos)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Operation IRINI: inspection of a Turkish vessel

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

The Operation EUNAVFOR MED IRINI inspected a Turkish-flagged merchant vessel in the Mediterranean. Given the pattern of navigation of this vessel, Operation IRINI had reasonable grounds to suspect that it could be acting in violation of the UN arms embargo.Prior to this action, as foreseen by the United Nations Security Council Resolution 2292 (2016), Operation IRINI had made good faith efforts to seek the consent of the flag State by giving the Turkish Ministry of Foreign Affairs a 4 hour notice in line with the international maritime practice. Operation IRINI even agreed to extend this notice by an additional hour at the request of the Turkish Embassy in Rome, where Operation IRINI’s Headquarters are located. Having received no answer from Turkey after the elapsed time, Operation IRINI boarded the vessel and inspected it in accordance with internationally agreed procedures including NATO procedures. Operation IRINI’s boarding team acted with the highest degree of professionalism and no incident was registered throughout the action.The inspection was suspended later on, when Turkey formally and with delay notified Operation IRINI of its refusal to grant the permission to inspect the vessel. Until then, the inspection had found no evidence of illicit material on board and the vessel was cleared to pursue its route. Operation EUNAVFOR MED IRINI is mandated by the European Union to contribute to the implementation of the arms embargo on Libya in accordance with the UN Security Council Resolutions 2292 (2016) and 2526 (2020).These resolutions are binding for all UN Member States, including the Republic of Turkey. Furthermore, UN Security Council Resolution 2292 (2016) calls upon all flag States to cooperate with inspections. Operation IRINI is a concrete contribution to international efforts to help to end the conflict in Libya. It has demonstrated its ability to monitor arms embargo violations on both sides of the conflict in Libya, and it reports accordingly to the UN Sanctions Committee.We are currently at a crucial juncture for Libya’s future and the implementation of the Berlin Process. Operation IRINI’s mandate is more important today than ever to ensure the viability of the 23 October ceasefire agreement and the return to peace and stability in Libya.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biden: un vaccino per i mercati?

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

A cura di Andrea Delitala, Head of Euro Multi Asset di Pictet Asset Management e Tazio Storni, Senior Investment Manager dei comparti tematici Pictet-Biotech e Pictet-Health. Il neo-eletto Presidente statunitense Joe Biden si è presentato al mondo con la notizia di un potenziale vaccino contro il Coronavirus. Negli studi di Fase 3, infatti, i vaccini a mRNA sviluppati da Pfizer, in collaborazione con BioNTech, e Moderna hanno mostrato un livello di copertura molto alto, prossimo al 95%, un’efficacia che si riscontra molto raramente in questo genere di sperimentazioni. Non solo, questi vaccini paiono anche estremamente sicuri, considerato che solamente il 3-4% dei pazienti testati ha mostrato effetti collaterali (perlopiù, un senso di affaticamento, comune anche nei vaccini anti-influenzali). Resta da sciogliere il nodo riguardante la durata della copertura, ma i primi dati inducono a stimare che la protezione possa permanere almeno per 6 mesi (c’è anche chi, come la ricerca pubblicata sul New York Times, ipotizza che duri per 2-3 anni). L’attesa per il vaccino, in ogni caso, non dovrebbe rivelarsi eccessivamente lunga. Si tratta di un risultato straordinario, al quale abbiamo contribuito anche noi cittadini, cui le istituzioni hanno richiesto in questi mesi un enorme sacrificio. E, verosimilmente, dovremo fare ancora la nostra parte, visto che il distanziamento sociale (se imposto: lockdown) resterà la principale arma per contenere la diffusione del virus fino a quando non avremo a disposizione, e non solo in approvazione, un vaccino: il mercato attribuisce una probabilità del 98% allo scenario di un vaccino disponibile entro la prossima primavera e, in particolare, ne stima la distribuzione entro gennaio con una probabilità del 44%. Da questo punto di vista, quindi, le notizie positive possono migliorare solo marginalmente il quadro incorporato nei valori di mercato, mentre sarebbero mal tollerati sviluppi negativi su efficacia e/o tempi di produzione. L’Europa, nello specifico, pare la regione più vulnerabile, complici il ruolo dominante che il settore terziario riveste nell’economia della regione (i servizi sono il settore più colpito dalla pandemia) e gli scarsi margini di intervento fiscale e monetario ancora a disposizione (dando per assodato il programma Next Generaion EU, nonostante il fatto che i rallentamenti nell’approvazione definitiva provocati da Ungheria e Polonia faranno slittare ulteriormente nel tempo l’erogazione effettiva delle risorse previste).Al contrario, i “vincitori” in questo complicato 2020 sembrano essere i mercati emergenti, soprattutto i Paesi asiatici. Questi, infatti, non solo hanno beneficiato del fatto che i servizi pesano meno sull’economia (mediamente per il 54%, rispetto al 72% dei Paesi sviluppati), ma hanno goduto anche della domanda di beni dei consumatori del mondo sviluppato, che ha sospinto la produzione industriale dei mercati emergenti al di sopra dei livelli pre-pandemici.Dal punto di vista del commercio e per le prospettive dei Paesi emergenti, un’altra notizia positiva è arrivata dagli Stati Uniti. Il candidato democratico Joe Biden, infatti, è stato eletto con una maggioranza alquanto schiacciante, aggiudicandosi 306 Grandi Elettori contro i 232 ottenuti dal Presidente uscente Donald Trump. Con l’insediamento di Biden alla Casa Bianca la politica estera e quella commerciale vedranno probabilmente un ritorno al multilateralismo e una rinnovata adesione degli Stati Uniti alle organizzazioni internazionali, in primis al WTO.I mercati hanno accolto con condivisibile entusiasmo la notizia di un possibile imminente vaccino. Scongiurare il protrarsi di lockdown a intermittenza, infatti, eviterebbe di rivedere troppo spesso in futuro il crollo degli utili aziendali a cui abbiamo assistito nel corso del secondo trimestre di quest’anno, in particolare in Europa (-61% rispetto al secondo trimestre del 2019, oltre il doppio del -30% registrato negli Stati Uniti). Come anticipato nel secondo paragrafo, il Vecchio Continente si conferma un’altra volta la regione più esposta agli alti e bassi della pandemia, e di conseguenza il trade più reattivo rispetto all’evoluzione della situazione sanitaria sui mercati finanziari.Per concludere l’analisi degli effetti che il vaccino è destinato ad avere sui mercati finanziari, non possiamo non prendere in considerazione il settore farmaceutico. Le aziende di questo universo, che beneficiano della mancata onda blu alle elezioni statunitensi (una vittoria netta dei democratici avrebbe potuto portare a una maggiore regolamentazione, soprattutto in relazione ai prezzi dei farmaci), ma in modo forse controintuitivo, potrebbero non beneficiare invece a livello di profitti della realizzazione e della distribuzione dei vaccini. Infatti, dopo aver investito ingenti risorse nella ricerca, i governi hanno stipulato accordi per ricevere le dosi a prezzi contenuti, che vanno dai 2$ ad un massimo di 30$, con i prezzi più bassi garantiti ai Paesi emergenti in modo tale da raggiungere più facilmente una copertura sufficiente a livello globale (per arrivare alla famosa “immunità di gregge”, occorre immunizzare almeno il 60% della popolazione mondiale). Inoltre, risulterebbe poco etico per le aziende farmaceutica accrescere i propri profitti approfittando dell’emergenza, con potenziali danni reputazionali ora che gli occhi di tutto il mondo sono puntati, con speranza, verso di loro. Paradossalmente, quindi, il vaccino destinato a dare slancio agli utili aziendali a livello globale potrebbe risultare meno determinante proprio per le società che lo svilupperanno.Fonte: https://www.am.pictet/it/italy/articoli/2020/analisi-dei-mercati-e-asset-allocation/11/biden-un-vaccino-per-i-mercati

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno all’editoria italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

“Con il decreto firmato oggi dal ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini il governo aggiunge un importante e indispensabile tassello nel disegno complessivo di sostegno all’editoria italiana, individuando, come avevamo segnalato, nella produzione di libri d’arte e per il turismo due settori particolarmente in sofferenza” dichiara il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi dopo l’approvazione di un intervento da 22 milioni a sostegno dell’editoria specializzata in arte e turismo e per i fornitori di servizi guida, audioguida o didattica nei musei. “Il governo sta agendo a tutto campo per il sostegno all’editoria libraria nel nostro Paese – conclude Levi – e come Associazione siamo fieri di aver contribuito a definire gli interventi più efficaci: dal sostegno alla domanda delle biblioteche e dei giovani, per arrivare fino agli aiuti diretti per i soggetti più in difficoltà della filiera, come piccoli editori e, adesso, editoria specializzata in arte e turismo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »