Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 29 novembre 2020

Roma: folle assembramento a via del Corso

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Roma 29 novembre 2020. La foto di via del Corso scattata nel tardo pomeriggio è una vergogna. Un oltraggio a quanti sono impegnati a fronteggiare la crisi sanitaria che a Roma è pesante. Anche oggi nella città si sono contati oltre 1.000 contagi con i minor tamponi del fine settimana. Ma la Sindaca, con un post su Facebook, inaugura spelacchio: “Sono certa che tante famiglie e persone verranno in centro per lasciarsi avvolgere dall’atmosfera del Natale tra le strade della nostra città, e magari durante le loro passeggiate entreranno nei negozi per fare acquisti.”«Via del Corso oggi – dichiara Francesco Iacovone, del Cobas nazionale – al pari di Maximo lo scorso venerdì, ci dimostrano che i tanto promessi controlli e i contingentamenti delle vie dello shopping sono rimasti disattesi. Con un serio rischio di contagio per i lavoratori e i cittadini»«Non è possibile subordinare la salute dei romani agli interessi economici delle lobbies del commercio – prosegue il rappresentante sindacale – i nostri ospedali sono sotto una pressione ormai insostenibile e i lavoratori del commercio continuano a morire di Covid-19.» «La sindaca Raggi, il Presidente della Regione Zingaretti e il Prefetto di Roma garantiscano le misure di contenimento e di contrasto degli assembramenti.» – conclude Iacovone. (copyright Maximo foto)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trump non ammette sconfitta ma cede a Biden sulla transizione del governo

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

By Domenico Maceri, PhD. Laura Ingraham, conduttrice di un programma alla Fox News e grande sostenitrice di Donald Trump, ha recentemente accettato l’idea che Joe Biden sia stato eletto, ammettendo che “bisogna vivere nella realtà”. La realtà era già nota da parecchie settimane ma Ingraham e soprattutto Trump non la volevano accettare. Il presidente uscente, infatti, come ha fatto in tanti altri casi, ha tentato del tutto per ribaltare la realtà obiettiva, fabbricandosi una visione personale di vittoria nell’elezione del 2020. Trump è riuscito a mantenere viva questa sua visione con l’aiuto del suo partito, conducendo il Paese vicino a una crisi costituzionale e allo stesso tempo facendoci vedere la fragilità della democrazia americana. Alla fine però, poco a poco, i legislatori statali e locali repubblicani, molto più che quelli federali, si sono resi conto che la democrazia vale più del loro partito e hanno fatto il loro dovere.Trump da parte sua non ha ancora ammesso la vittoria di Biden ma ha dato il via libera alla transizione, accettando di procedere con le pratiche formali per il trasferimento di fondi federali e le informazioni necessarie alla nuova amministrazione. La sua riluttanza però di accettare la realtà nelle ultime settimane dopo l’elezione ci ha aperto gli occhi al pericolo di un individuo che dava chiari segnali di volersi prendere il potere, mettendo da parte la democrazia che esiste in America da più di tre secoli. Le cifre complete dell’esito elettorale non sono ancora disponibili al 100% ma vi erano già abbastanza dettagli per determinare il vincitore presidenziale.Trump aveva già preparato il terreno per contestare l’esito durante la campagna elettorale asserendo a destra e manca che i voti per corrispondenza avrebbero truccato l’elezione. Si tratta di una grande falsità ma anche di ipocrisia. Trump sa benissimo che il voto per corrispondenza non gli causa problemi come si vede chiaramente dallo Stato dell’Utah che ha una storia abbastanza lunga di condurre le elezioni quasi completamente per corrispondenza. Nessun broglio in Utah per Trump perché, dopotutto, si tratta di uno Stato affidabilmente “red”, ossia che sempre vota per i repubblicani. Nemmeno vi è stata alcuna critica sulla Florida dove molti elettori anziani votano per corrispondenza, e guarda caso, anche quest’anno ha dato la maggioranza dei suoi consensi al presidente uscente.Per Trump i brogli sono avvenuti in quegli Stati che lui ha perso, specialmente il Michigan, la Pennsylvania, la Georgia, il Wisconsin, l’Arizona e il Nevada che gli hanno negato la rielezione. Per cercare di ribaltare gli esiti annunciati dai media e poco a poco degli Stati che hanno certificato i risultati, Trump ha continuato la sua campagna di tweet velenosi in cui ha ripetuto (e continua a ripetere) che alla fine lui vincerà. Questo gli è stato utile per mantenere soddisfatta la sua base ma anche per fare richiesta di contributi per le spese legali che dovrebbero condurre alla vittoria. I suoi sostenitori però forse non avranno notato che il 60% di questi contributi possono essere usati anche per saldare i debiti della campagna elettorale invece di pagare gli avvocati assunti da Trump.Questi avvocati hanno offerto pochissimi successi all’attuale inquilino della Casa Bianca. In caso dopo caso i tentativi legali di Trump hanno fallito in parte per il contenuto fasullo delle denunce ma anche per l’incapacità dei rappresentanti, capitanati da Rudy Giuliani, ex sindaco di New York e grande sostenitore dell’ex tycoon. Giuliani, però, ha lavorato nell’ambito legale come se si trattasse di un reality per le televisioni via cavo e le sue asserzioni si sono squagliate proprio come è successo alla sua tinta di capelli in un video divenuto virale che ha fatto il giro del mondo. A completare il quadro irreale dei suoi sforzi giudiziari è stato l’ovvio complottismo di Sidney Powell, una dei suoi legali, la quale aveva dichiarato che l’elezione era stata truccata mediante il software usato per contare i voti. Secondo Powell, si tratta di un software di origine venezuelana sotto la guida di Hugo Chavez (morto nel 2013!). Queste asserzioni erano troppo esagerate persino per Trump che l’ha licenziata senza però essere preoccupato del modo in cui l’aveva assunta.Le azioni più pericolose di Trump per ribaltare l’elezione sono state quelle di mettere pressioni sui legislatori statali di dichiarare l’elezione illegale il che permetterebbe agli Stati di scegliere i grandi elettori che eleggono il presidente senza tenere conto del volere dei votanti. In effetti, Trump voleva che si bypassassero i voti dei cittadini per conquistarsi la maggioranza dei voti elettorali. Trump ha avuto successi limitati anche con questa strategia. Il 45esimo presidente si era incontrato alla Casa Bianca con leader repubblicani del Michigan per convincerli a bloccare la certificazione di Biden, vincitore dello Stato. Dopo l’incontro questi sono stati fotografati all’Hotel di Trump di Washington mentre bevevano champagne Dom Perignon, che secondo informazioni, costerebbe 800 dollari a bottiglia. Dei quattro responsabili per la certificazione dell’elezione nel Michigan, vinta da Biden con un margine di 155mila voti, uno dei due repubblicani ha votato con Trump ma l’esito gli è stato sfavorevole.Nel caso della Georgia, vinta da Biden con un margine di quasi 13mila voti confermati dal riconteggio, Trump aveva messo pressioni sul governatore repubblicano Brian Kemp per bloccare la certificazione per presunta frode elettorale. Kemp si è rifiutato nonostante gli aiuti ricevuti da Trump nella sua elezione a governatore due anni fa.Non c’è stata frode elettorale nell’elezione del 2020. Lo ha persino confermato la Cybersecurity and Infrastructure Security Agency, un’agenzia del governo federale, diretta da Chris Krebs, il quale era stato nominato da Trump. L’annuncio di Krebs non ha fatto piacere al presidente uscente e lo ha subito subito licenziato come spesso fa con subordinati che lo contraddicono.Nonostante il fallimento di Trump di ribaltare un’elezione che ha ovviamente perso, il danno fatto alla realtà condivisa e soprattutto alla democrazia americana è grave. Il presidente uscente ha tracciato la strada a futuri politici con simili tendenze autoritarie a seguire il suo esempio. Nel 2020 la democrazia ha vinto ma le azioni di Trump ci hanno rivelato che il sistema politico americano è fragile e un altro leader più abile di lui potrebbe in futuro giungere a esiti molto più pericolosi. Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornalisti: “La professione alla prova dell’emergenza COVID-19”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Si segnala che è stato appena pubblicato sul sito web dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni il Rapporto “La professione alla prova dell’emergenza COVID-19”, che riporta i primi risultati delle analisi condotte nell’ambito della terza edizione dell’Osservatorio sul Giornalismo.Si informa inoltre che, alla luce della rilevanza dei temi trattati per le attività istituzionali di AGCOM, il Consiglio dell’Autorità ha ritenuto opportuno avviare, a partire dal documento altresì pubblicato, una consultazione pubblica di 60 giorni aperta a tutti i soggetti interessati.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un rapporto per raccontare l’Italia attraverso le connessioni

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Tra fragilità e risorse, sociali e ambientali e illustrare esperienze innovative che rispondono coniugando i due ambiti. Per leggere il mondo e la pandemia, la chiave è l’ecologia integrale. Ne sono convinte Caritas Italiana e Legambiente, che hanno presentato oggi online Territori Civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale, un rapporto nato per contribuire alla definizione di una visione del futuro da costruire insieme, alla luce delle forti connessioni tra dimensione ambientale, economica e sociale. Vengono utilizzati 70 indicatori, basati non solo sui principali dati statistici disponibili ma anche sulle attività di ricerca svolte da Caritas italiana grazie ai suoi centri di ascolto e da Legambiente, con i suoi rapporti, da quello sull’ecomafia ai comuni ricicloni; mentre dall’analisi condotta in 12 Comuni emergono 36 nuove progettualità in cui i valori sociali e ambientali s’intrecciano, generando nuova economia, circolare e civile.Il rapporto Territori Civili intende cogliere e raccontare la dimensione sociale e quella ambientale in modo integrato, mettendo in luce, al contempo, anche le esperienze innovative nate sul territorio in grado di rispondere e coniugare i due ambiti. Un tema, quello dell’interconnessione tra degrado dell’ecosistema e degrado sociale, già nitidamente sottolineato da Papa Francesco nella sua Enciclica Laudato Si’, pubblicata cinque anni fa. “Non esistono due crisi separate, sociale e ambientale, bensì una sola e complessa crisi socio-ambientale, per rispondere alla quale serve un approccio integrale, al fine di combattere la povertà e al tempo stesso prendersi cura della natura” (n.139) scriveva Papa Francesco. Parole che fecero indubbiamente da spartiacque nella consapevolezza delle forti relazioni che esistono tra povertà e questioni ambientali. Secondo l’approccio dell’ecologia integrale, che percepisce come fortemente interconnessi società, economia e ambiente (condividendo in tal senso molti punti con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite) “l’analisi dei problemi ambientali è inseparabile dall’analisi dei contesti umani, familiari, lavorativi, urbani, e dalla relazione di ciascuna persona con sé stessa, che genera un determinato modo di relazionarsi con gli altri e con l’ambiente” (n.141).Il volume Territori Civili si divide in due parti. La prima, di taglio quantitativo, approfondisce connessioni e sovrapposizioni tra la dimensione sociale e quella ambientale, analizzando per ciascuna, fragilità e risorse presenti in ogni regione italiana, grazie a 40 indicatori sociali e 30 parametri ambientali. La seconda presenta un’indagine qualitativa realizzata su 12 comuni d’Italia e racconta 36 esperienze, che combinano l’ambito ambientale e quello sociale, valutate in base a 22 parametri. Un patrimonio importante, che racconta, in maniera significativa, la spinta culturale e la visione strategica che attraversa l’Italia da Nord a Sud. La prima parte del volume vuole fornire tracce utili per contribuire alla costruzione di possibili risposte nel solco dell’ecologia integrale, con la messa a fuoco delle risorse e del potenziale di ciascun territorio, nella consapevolezza di alcune evidenti vulnerabilità. Nella seconda parte del volume, Cagliari, Campi Bisenzio (Firenze), Lecco, Lucca, Marcianise (Caserta), Padova, Palermo, Pontecagnano (Salerno), Reggio Calabria, Taranto, Terni sono i 12 comuni di cui viene presentata l’indagine qualitativa. Grandi metropoli, città capoluogo di provincia e Comuni di medio-piccole dimensioni, individuati congiuntamente da Caritas Italiana e Legambiente, tra le tante opzioni possibili, partendo da esperienze maturate o in corso, grazie all’impegno delle stesse Caritas diocesane e dei circoli di Legambiente, ma anche tenendo conto di loro alcune peculiari fragilità sociali e ambientali. L’indagine è stata condotta sul campo, attraverso interviste grazie alle quali sono stati messi a fuoco punti di forza e di debolezza socio-ambientali delle dodici città casi-studio e, al tempo stesso, messi in risalto i percorsi progettuali attivi o in via di definizione con cui raccontare il percorso di innovazione sociale e ambientale del territorio osservato. Sono 36 le esperienze raccontate, che rappresentano solo alcune delle tante progettualità intercettate nei dodici casi-studio. Tra queste, ad esempio: “WOWNature” di Padova, i-Rexfo di Terni, “DACCAPO centro del riuso” di Lucca, “Impresa sociale Lavoro insieme s.r.l.” di Cagliari, “CRAMS” e l’Ostello “Parco Monte Barro” a Lecco, i progetti di reinserimento socio-lavorativo di Taranto, la “Green station” di Pontecagnano, i “Cantieri Culturali della Zisa” e il progetto “ECCO” – Economie Circolari di comunità a Palermo, il progetto “Con-tatto” della Caritas Diocesana di Caserta, le numerose iniziative nate nell’ambito del Distretto dell’Economia civile di Campi Bisenzio.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Emigrazione: un “vademecum per vincere gli stereotipi”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

È fresco di stampa il RIM junior 2020, pubblicato dalla Fondazione Migrantes, che torna a raccontare l’emigrazione italiana, questa volta attraverso la storia dei pregiudizi e delle discriminazioni di cui sono stati vittime i nostri connazionali. Il volume è stato presentato all’interno della quinta edizione del Festival della Migrazione.Il RIM junior nasce come una sorta di “fratello minore” del Rapporto Italiani nel Mondo (RIM) e si pone l’obiettivo di coinvolgere il lettore di ogni età nel racconto delle nostre migrazioni, grazie allo stile fresco e accattivante dei testi di Daniela Maniscalco, alle magnifiche illustrazioni di Carmela D’Errico sotto la direzione artistica di Mirko Notarangelo dell’Associazione MamApulia, con il coordinamento scientifico di Delfina Licata della Fondazione Migrantes. L’edizione di quest’anno si è arricchita dei moderni video in grafica animata di Silvano Delli Carri e della collaborazione di Amir Issaa, noto rapper e produttore discografico italiano, da cui è nato un contenuto speciale realizzato ad hoc per il RIM junior. I fan del musicista troveranno anche un testo inedito che potrà essere anche ascoltato tramite l’applicazione Qr code.Come nelle precedenti edizioni, infatti, i lettori potranno approfondire i temi trattati nel RIM junior utilizzando con uno smartphone il QR code, che dà accesso a vari contenuti aggiuntivi. Tra questi, un video che ripercorre i dati più salienti della presenza italiana all’estero.Dal 2006 al 2020 la mobilità degli italiani è aumentata del 76,6%. Gli italiani ufficialmente residenti all’estero oggi sono quasi 5,5 milioni. Nell’ultimo anno hanno lasciato l’Italia alla volta dell’estero e in modo regolare quasi 131 mila connazionali da 107 province e verso 186 destinazioni differenti del mondo.Carcamanos, dagos, mozzarella nigger e Spaghettifresser: sono solo alcuni dei nomignoli che furono affibbiati agli italiani emigrati all’estero. Si riteneva fossero disonesti e li si accusava di calcare volentieri la mano quando vendevano frutta e verdura. Si rimproverava loro la passionalità, che li avrebbe spinti ad adoperare spesso e volentieri il coltello. Esponenti di spicco di una certa pseudoscienza li consideravano appartenenti ad una razza subalterna, che aveva molti tratti in comune con gli afroamericani, anche loro ritenuti inferiori. E come se non bastasse, i nostri connazionali venivano criticati perché amavano cibarsi di una pietanza un tempo tanto esotica quanto ributtante come gli spaghetti.Con il passare del tempo, e grazie al duro lavoro e agli innumerevoli sacrifici degli italiani, la maggior parte di questi pregiudizi sono stati superati e spesso addirittura ribaltati in modo positivo.Il libro si conclude con un glossario dei termini relativi all’emigrazione, una bibliografia per approfondire gli argomenti trattati e infine un “vademecum per vincere gli stereotipi” che presenta alcune valide strategie per imparare a spezzare le categorizzazioni preconcette della realtà.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: scende a novembre la fiducia dei consumatori

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Secondo i dati Istat resi noti oggi, a novembre la fiducia dei consumatori scende da 101,7 a 98,1.”Dati disastrosi, anche se scontati, visto che l’Italia con il Dpcm del 3 novembre è tornata in lockdown. Senza fiducia non si fa da nessuna parte. Se si ha paura del futuro, infatti, non si investe e non si spende anche se si hanno i soldi. Bisogna che si esca al più presto dalla pandemia e che il vaccino diventi una speranza concreta, altrimenti il Paese non potrà risollevarsi e i dati sul clima della fiducia si tradurranno in un crollo reale dei consumi” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Impressionante il dato relativo alle attese sulla situazione economica dell’Italia, che precipita da -26,8 di ottobre a -46,2 di novembre, con una caduta di quasi 20 punti, 19,4 punti. Anche l’opportunità all’acquisto di beni durevoli passa da -53,2 a -72,3, con una salto di 19,1 punti. Rispetto al clima di fiducia pre-Covid siamo in un’altra era geologica. A gennaio era pari a 111,2, cioè ben 13,1 punti percentuali in più rispetto ad ora” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Bufala Campana”: alla scoperta delle vie della Mozzarella

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Roberto Saviano è il testimonial del volume dedicato ai territori di produzione. “Ero lì nel momento in cui si faceva la mozzarella di bufala, con il gesto delle mani della mozzatura […] Sono stato abituato per anni a mangiare le mozzarelle caldissime, le mangiavamo anche sulla spiaggia”. I ricordi di gioventù dello scrittore Roberto Saviano, in una lunga intervista inedita, aprono il volume “Bufala Campana – Le vie della Mozzarella DOP”, la nuova Guida di Repubblica – la prima dedicata interamente ad un prodotto DOP – che sarà disponibile a partire da mercoledì 2 dicembre in edicola (10,90 euro + il prezzo del quotidiano) e in libreria (13,90 euro), portali digitali compresi (Amazon, IBS).Insieme allo scrittore di origini campane, nella sezione dedicata agli itinerari d’autore sono raccolte le testimonianze di altri personaggi celebri amanti del prodotto principe della dieta mediterranea, dall’attrice Manuela Arcuri allo scrittore Diego De Silva, dall’attore Maurizio Casagrande al regista Edoardo De Angelis. Il capitolo “L’eccellenza della DOP” invece esplora, in venti pagine di bontà, storia, origini, proprietà nutritive e mercato della mozzarella di bufala campana, attraverso ad esempio interviste ad esperti di nutrizione (Evelina Flachi) e antropologia del cibo (Marino Niola).Realizzata in collaborazione con il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, la Guida disegna tre ideali “vie della mozzarella”: Caserta e Napoli, Salerno e il Cilento, Il basso Lazio. Ognuna di esse è introdotta da un racconto inedito realizzato ad hoc per la Guida, coinvolgendo scrittori di punta del panorama letterario italiano: Antonio Pascale, Maurizio de Giovanni e Laura Laurenzi. Poi il lettore è condotto tra le bellezze dei territori di produzione della dop attraverso decine di itinerari paesaggistici, naturalistici e storici, dalla Reggia di Caserta alle isole del Golfo di Napoli, dalla Costa d’Amalfi alle spiagge da sogno cilentane, dall’archeologia di Capua e Paestum al trekking sul Monte Circeo. Protagonisti delle quasi 300 pagine del volume inoltre sono gli 80 caseifici aderenti al Consorzio di Tutela, raccontati uno ad uno alla scoperta di storie, aneddoti e peculiarità di ogni esperienza produttiva, svelando aziende agricole ricche di fascino e tradizione, ma anche attente all’ambiente, oltre che alla bontà della mozzarella. Decine infine sono, per ognuna delle tre ‘vie della mozzarella’, gli indirizzi del gusto segnalati, per completare nel migliore dei modi le proprie esperienze di viaggio a base di bufala campana dop. Ecco allora i consigli su dove mangiare, dove comprare e dove dormire, spaziando tra ristoranti stellati, trattorie, pizzerie, hotel, b&b e botteghe del gusto. A completare il volume, gli approfondimenti su come abbinare la mozzarella al vino e il capitolo delle ricette degli chef, dove i più importanti cuochi del territorio spiegano passo passo come preparare a casa piatti gourmet che contano, tra gli ingredienti, la mozzarella di bufala campana dop.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Apre l’Humboldt Forum di Berlino

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

E’ il più grande progetto culturale d’Europa e il più ambizioso della Germania di questo secolo, ha annunciato di aprire al pubblico il museo il 17 dicembre 2020. L’Humboldt Forum, sviluppato nell’ultimo decennio su un sito storico chiave nel cuore della città, che occupa una superficie di 30.000 metri quadrati, è concepito come uno spazio che riunisce le arti e le scienze in un dialogo contemporaneo, primo del suo genere in Europa. Ispirato e informato dallo spirito di Alexander e Wilhelm von Humboldt, forse i più grandi pensatori tedeschi ad occuparsi di educazione, cultura, scienza e natura, ospiterà quattro partner che collaboreranno insieme al fine di offrire al visitatore un’esperienza unica.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giuffrè Francis Lefebvre supporta la Corte di Cassazione nel favorire il processo telematico

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Giorni fa il rappresentante della Casa editrice Giuffrè Francis Lefebvre ha incontrato presso la Corte di Cassazione il Primo Presidente, dott. Pietro Curzio, al quale ha rinnovato gli auspici di buon lavoro dopo i primi e proficui mesi di presidenza della Suprema Corte ed il ringraziamento quale prestigioso Autore di importanti pubblicazioni targate Giuffrè. La Casa editrice –rappresentata dal suo Direttore Comunicazione e Relazioni istituzionali, Antonio Delfino – ha così voluto rappresentare la stima e la considerazione per l’intenso lavoro di snellimento e digitalizzazione delle attività processuali della Corte, lavoro che registrerà una ulteriore accelerazione a partire dall’avvio definitivo del processo telematico in Cassazione, previsto per la prossima primavera, al termine del periodo di sperimentazione durante il quale il pres. Curzio ha chiesto alla Giuffrè Francis Lefebvre un intenso sforzo partecipativo attraverso le migliaia di avvocati cassazionisti che compongono il parco clienti della Casa editrice.L’occasione è stata utile per illustrare gli strumenti che la Casa editrice mette a disposizione dei principali attori dell’attività processuale telematica, quindi avvocati e magistrati; tra questi, oltre ai volumi cartacei divisi per settore e per area del diritto,figura proprio uno strumento digitale: ilProcessotelematico.it, portale online dedicato alla categoria del “processo a distanza”.Allo stesso tempo, sono state poste le premesse per incrementare le attività di collaborazione fra la Giuffrè Francis Lefebvre e la Suprema Corte in tema di aggiornamento e promozione della cultura giuridica per i magistrati e gli operatori, tutti, del diritto. Giuffrè Francis Lefebvre (GFL) è leader in Italia nell’editoria professionale nelle aree legale e fiscale. GFL è parte del Gruppo internazionale Lefebvre Sarrut e nel luglio 2018 ha incorporato la storica casa editrice Giuffrè Editore, fondata a Milano nel 1931, e Memento Francis Lefebvre, da oltre 25 anni specializzata nella produzione di volumi e supporti digitali per i professionisti legali e tributari, con più di 50 mila clienti solo in Italia. Oltre al catalogo cartaceo di oltre 15.000 volumi e 40 periodici specialistici, Giuffrè Francis Lefebvre offre un’ampia serie di servizi online, prodotti digitali, piattaforme integrate e software.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Patentino ai somministrati vaccino anti-Covid-19?

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Lettera aperta di Pierluigi Ciolli Associazione Nazionale Camperisti: “Abbiamo letto l’articolo aprendo https://www.ilgiornale.it/news/cronache/vaccino-arrivo-patente-spostarsi-1905524.html dove si annuncia la distribuzione di un PATENTINO a seguito della somministrazione del vaccino per il Covid-19. Speriamo che sia una fake news, infatti, nel 2020, dove è possibile registrare tutto in modo economico e veloce grazie ai computer, tablet eccetera nonché a trasmettere i flussi dati via Internet è impensabile qualcuno abbia pensato di progettare, stampare e distribuire milioni di PATENTINI, sottraendo milioni di euro alla esigenza di arrivare a una banca dati che il personale sanitario e il personale delle Forze dell’Ordine potranno consultare con un click verificando chi è sottoposto ad accertamento, se ha la patente di guida, la sua foto, la sua residenza e domicilio, quali vaccini gli sono stati somministrati, se ha allergie, il gruppo sanguigno, i numeri ICE, il numero di passaporto, carta identità, tessera sanitaria, eccetera.Anche i migliori negozi ormai hanno abbandonato l’emissione di card registrando solo i dati nel loro sistema informativo e quando si acquista basta il cognome-nome-indirizzo per farci identificare e ricevere sconti e promozioni. Siamo veramente stanchi di notizie simili perché evidenziano come, ancora oggi, non sareste in grado di organizzare i flussi informativi che sono essenziali per avere le basi per poter decidere le azioni da intraprendere e che riguardano la tutela del territorio e di tutti i cittadini. Ovviamente, se la notizia è vera, siamo disponibili a confrontarci in tempo reale in teleconferenza per spiegare come si possono e si devono utilizzare i programmatori per attivare i flussi informativi, consentendo a chi governa una immediata percezione della situazione economica, sociale, sanitaria, occupazionale e strategica.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid-19: quarantena, congedo parentale, lavoratori fragili

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Quali sono le procedure nel caso in cui un figlio sia in quarantena per un contatto avvenuto al di fuori della scuola o di ordinanze nazionali o locali che estendono la didattica a distanza? Che cosa succede nel caso in cui un lavoratore, anche qualora esentato, decidesse comunque di effettuare un isolamento volontario? Quali i passaggi e i diritti per i lavoratori fragili? Sono, questi, alcuni aspetti legati al Covid-19 in continua evoluzione e, proprio di recente, ci sono state nuove prese di posizioni da Inps, con ulteriori istruzioni. Vale la pena fare un punto sugli ultimi aggiornamenti. Il congedo parentale per quarantena dei figli, come si ricorderà, è stato normato da Inps in una circolare di settembre, ma, di recente, è stato soggetto ad aggiornamenti, con la possibilità di fruire degli strumenti previsti anche qualora il contatto con caso positivo sia avvenuto in contesto extra scolastico. Innanzitutto, in generale, va ricordato che il congedo può essere fruito se il figlio è minore di 14 anni e la mansione del lavoratore non possa essere svolta in smart working. La quarantena deve comunque essere disposta dal dipartimento di prevenzione della Asl. Per i giorni di congedo l’indennità è del 50% dello stipendio, ma in ogni caso può essere fruito da uno solo dei due genitori. Se uno dei due genitori non lavora o è in smart working – anche non legato alla quarantena dei figli – non sarà possibile fruire dello strumento. Per figli di età compresa tra i 14 e i 16 anni il genitore ha diritto all’astensione dal lavoro, ma senza corresponsione di retribuzione o indennità. A questo impianto, a ogni modo, con la circolare n. 132 del 20 novembre, dall’Inps sono state fornite ulteriori istruzioni. Tra le novità – che derivano dall’articolo 21-bis del decreto-legge n. 104/2020 – c’è la possibilità di fruire del congedo, in alternativa allo svolgimento del lavoro in modalità agile, anche laddove il contatto si sia verificato in attività extra-scolastiche. In particolare, questo può essere riconosciuto per contatto «nell’ambito dello svolgimento di attività sportive di base o di attività motoria in strutture quali palestre, piscine, centri sportivi, circoli sportivi, sia pubblici che privati, nonché all’interno di strutture regolarmente frequentate per seguire lezioni musicali e linguistiche». Tale possibilità è operativa a partire dal 14 ottobre, ma per poterne fruire è necessaria la disposizione da parte della Asl. Il secondo elemento importante che emerge dalla circolare è «la possibilità, per i lavoratori dipendenti, di avvalersi del congedo COVID-19 per sospensione dell’attività didattica in presenza. Per poter fruire del congedo è necessario che la sospensione dell’attività didattica in presenza sia stata disposta con un provvedimento, adottato a livello nazionale, regionale, provinciale, comunale o dalle singole strutture scolastiche. Si specifica che tale congedo può essere fruito solo a partire dal 29 ottobre – data di entrata in vigore del decreto-legge n. 137/2020». Per quanto riguarda, infine, le modalità di presentazione delle domande l’Istituto ricorda che «le istanze vanno inviate telematicamente tramite il portale web, se si è in possesso del codice PIN rilasciato dall’Istituto (oppure di SPID, CIE, CNS), il Contact center integrato, i patronati». Un’ulteriore novità recente, sempre arrivata da Inps, ha riguardato i lavoratori fragili. Come ricordato da una recente Sedivanews, «un emendamento inserito in extremis nella legge di conversione del Decreto Agosto ha stabilito che, a partire dal 16 ottobre e fino al 31 dicembre 2020, lo smart working è la modalità “ordinaria” di esecuzione di lavoro per tutti i “lavoratori fragili”, ai quali dunque il lavoro agile spetta di diritto, anche se con mansioni diverse da quelle svolte in precedenza – qualora non compatibili con il lavoro agile -ricomprese nella medesima categoria o area di inquadramento, o lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale anche da remoto. I lavoratori fragili devono produrre una certificazione specifica, rilasciata dai competenti organi medico-legali, circa l’inclusione della loro patologia tra quelle che identificano la categoria».Infine, un altro aspetto importante che di recente è stato chiarito riguarda l’indennità di malattia nel caso in cui «un lavoratore decida di mettersi in quarantena spontaneamente, isolandosi in casa autonomamente, in via precauzionale». Come si legge in un approfondimento della Fondazione dei consulenti del lavoro «in questi casi non c’è diritto alla malattia in quanto non ci si trova in presenza di un provvedimento disposto da un operatore della sanità pubblica che certifichi questo stato. La prassi Inps, infatti, riconosce il trattamento nel caso in cui la quarantena o la sorveglianza sanitaria siano state certificate e disposte dalla Asl e dal medico di base. Laddove ve ne fosse comunque la necessità, la soluzione per le aziende potrebbe essere quella di attingere alla CIG Covid, specificatamente prevista dal legislatore per sopperire a questa impossibilità di rendere la prestazione, o in alternativa, prevedere lo smart working laddove possibile per la mansione svolta». (By Francesca Giani, fonte: Farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La zona rossa in Lombardia contestata dal governatore Fontana

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

«Il Governo per fortuna ferma Fontana e la zona rossa prosegue fino al 3 dicembre. Sono settimane che il presidente Fontana dà i numeri e parla di dati secondo i quali in Lombardia si potrebbero allentare le misure di prevenzione alla pandemia. Peccato che questi numeri e questi dati non li abbia mai mostrati a nessuno. Convochi noi consiglieri e illustri i dati, le tabelle di rischio e il loro impatto sui ventuno parametri. Lavoriamo tutti per lasciarci al più presto l’emergenza alle spalle, qui però non si tratta di opinioni o dichiarazioni, qui si tratta di parametri e evidenze scientifiche, sulla base dei quali prendere decisioni con serietà. I dati di cui parla Fontana non li ha visti nessuno. Per questo riteniamo sia un bene che a prendere le decisioni sia il governo e non chi, dall’inizio dell’emergenza ad oggi ha commesso un errore dietro l’altro e ancora oggi rilascia dichiarazioni ad uso e consumo della polemica politica» così il capogruppo del Movimento Cinque Stelle, Massimo De Rosa risponde alle parole del governatore Attilio Fontana il quale, in seguito alla decisione del governo di mantenere fino al 3 dicembre la zona rossa in Lombardia, aveva dichiarato: «Nonostante la mia opposizione, il Governo intende mantenere in vigore fino al 3 dicembre le attuali misure restrittive e, quindi, lasciare la Lombardia in zona rossa».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bilancio, Melilli “Voto all’unanimità è passo in avanti per stagione di dialogo”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Roma. “Il voto unanime dell’assemblea fa registrare un significativo passo avanti nella costruzione di una stagione di dialogo tra maggioranza e opposizione che spero possa proseguire anche in sede di esame della legge di Bilancio.” E’ quanto dichiarato da Fabio Melilli, presidente della Commissione Bilancio alla Camera che commenta così l’approvazione oggi alla Camera dell’autorizzazione al Governo ad un nuovo scostamento a valere sul 2020 di 8 miliardi di euro in termini di indebitamento netto e di fabbisogno.“Una scelta che ci consentirà di impegnare ulteriori risorse nel 2020, per estendere gli interventi di sostegno alle imprese ed ai cittadini danneggiati dalla recrudescenza della pandemia, anche attraverso l’utilizzo della leva fiscale.” Conclude Melilli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Superbonus, Rotta: “Funziona, va ampliato e prolungato”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

“E’ un sistema che ha un doppio valore positivo: da una parte migliora la qualità dell’ambiente rendendo le nostre abitazioni meno energivore e più sicure e dall’altra alimenta la crescita. Per questo il Superbonus del 110% va ampliato e prolungato”, così la presidente della Commissione Ambiente della Camera, Alessia Rotta, commenta la ricerca Cresme sulle prospettive degli ecoincentivi all’edilizia.“Basti pensare che da quando ci sono questi incentivi – spiega la presidente Rotta – abbiamo contato oltre 21 milioni di interventi di miglioramento edilizio che hanno attivato investimenti per 364 miliardi. Un trend in continua crescita, che ha rallentato quest’anno sia per la pandemia e le relative restrizioni, sia per l’attesa delle nuove misure dato che le famiglie e le imprese hanno aspettato e stanno aspettando di capire come e quanto potranno usufruire del superbonus anche in futuro”.“Anche i dati sull’occupazione indicano che si tratta di misure positive – aggiunge la Presidente – La media degli occupati, considerando anche l’indotto delle costruzioni, è di 382.438 occupati all’anno. Cifre che hanno compensato in parte il calo drastico subito dal settore edile in questi anni a causa della crisi 2007-08. Non a caso proprio quest’anno si vedono segnali incoraggianti: più 18.000 unità nel primo trimestre e più 20.000 nel secondo trimestre 2020 rispetto agli stessi periodi del 2019”. “Ma il dato che più ci fa ritenere doveroso un rinnovo e un prolungamento del superbonus 110% è la prospettiva – conclude Rotta – Il Cresme calcola che se sarà prolungato al 2022 l’impatto potenziale sul mercato sarebbe di oltre 8 miliardi. Si tratta cioè di una strada virtuosa, sia dal punto di vista ambientale che occupazionale ed economico, e non possiamo permetterci di abbandonarla proprio ora che sta dando i suoi frutti”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Di Maio in Croazia ponga questione minoranza italiana

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

“Il governo italiano si adoperi per la tutela della minoranza italiana in Croazia e per la promozione della lingua italiana, come previsto dallo specifico trattato del 1996”.È quanto dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari, responsabile nazionale del programma di FdI, in vista dell’incontro del prossimo 30 novembre tra il ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio e il suo omologo croato.”Ampie zone dell’Adriatico orientale, oggi territorio della Repubblica di Croazia, sono da sempre abitate da una numerosa comunità italiana. Oggi, in virtù del mancato rispetto del Trattato sulla tutela delle minoranze, la presenza italiana vede compromessi i propri diritti e la cultura e la lingua italiana rischiano di scomparire da quei territori. Chiediamo quindi al ministro Di Maio di pretendere dalle autorità croate il rispetto del Trattato, con particolare attenzione alla tutela della lingua italiana, all’insegnamento della stessa e all’istituzione di scuole di lingua italiana. L’italofonia e la promozione della cultura italiana sono elementi fondamentali per gli interessi dell’Italia da un punto di vista politico-economico, culturale, identitario. Nel quadro dell’auspicato miglioramento dei rapporti tra Italia e Croazia va ricompresa la risoluzione dell’annosa vicenda dei ‘beni abbandonati’ dagli esuli istriano dalmati alla fine della Seconda guerra mondiale. A questo proposito Fratelli d’Italia ha presentato al Senato un’interrogazione parlamentare, a mia prima firma, al ministro degli Esteri, nella speranza che nell’incontro di lunedì prossimo questi temi siano affrontati con la serietà che meritano” conclude il senatore Fazzolari.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fisco. Ricchiuti (FdI): Isa vanno aboliti non solo sospesi per il 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

“Gli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA) non solo non vanno applicati per il 2020, ma vanno completamente aboliti. Gli studi di settore prima e gli ISA ora, rappresentano un ricatto bello e buono. In molti hanno chiuso con amarezza la propria attività, altri sono rimasti disoccupati, altri ancora sono ‘spariti’ nel sommerso, ma la maggioranza ha sborsato allo Stato soldi non dovuti, magari accendendo mutui o chiedendo prestiti. Chi ha fortuna di guadagnare di più, anche moltissimo rispetto a quanto la legge decide, sta tranquillo e paga molto volentieri, sapendo che tutto il maggior reddito lo può ‘evadere’ con facilità e totale tranquillità, una specie di condono permanente. Se poi gli onesti saranno costretti a chiudere, guadagnerà ancor di più. Queste sono leggi che vengono partorite da chi non ha la minima idea di cosa significhi portare avanti una piccola azienda. Se proprio si vogliono mantenere gli Isa che siano applicati solo al governo e poi vediamo quale grado di affidabilità riscuoterà nel Paese”. Lo dichiara Lino Ricchiuti, viceresponsabile nazionale Imprese e mondi produttivi di Fratelli d’Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno: Vivere Senza Stomaco (Si Puo’!)

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Lunedì 30 novembre, dalle ore 09.00 alle ore 13.00, in diretta streaming sulle pagine YouTube e Facebook dell’Associazione Vivere senza stomaco (si Puo’!). I relatori sono: Il professor Luigi Grassi, Ordinario di Psichiatria dell’Università di Ferrara e i professori Rosangela Caruso e Maria Giulia Nanni, Associati di Psichiatria dell’Università di Ferrara, saranno introdotti da Claudia Santangelo, Presidente dell’Associazione Vivere Senza Stomaco (Si Puo’!) e Davide Festi, Professore Alma Mater dell’Università di Bologna. Le conclusioni sono affidate al professor Rodolfo Passalacqua, Direttore del reparto di medicina e oncologia dell’Ospedale di Cremona. È prevista una sessione aperta di domande e risposte, nella quale gli utenti potranno rivolgere quesiti e osservazioni agli esperti coinvolti. Le diagnosi di tumore hanno un effetto devastante sulla vita del paziente, sia dal punto di vista fisico sia psicologico, che condiziona profondamente le relazioni dell’individuo all’interno e all’esterno del proprio nucleo familiare. Per chi soffre, appare prioritario imparare strategie adeguate di convivenza con la malattia e per chi è vicino al malato è fondamentale conoscere gli strumenti emotivi più efficaci per un supporto consapevole.Nonostante l’influenza positiva dimostrata di interventi psicologici mirati nel trattamento della malattia, oggi solo un terzo dei pazienti è indirizzato allo psiconcologo, la figura in ambito psicologico e psichiatrico con una formazione specifica nel settore dell’oncologia. Altro aspetto delicato nel percorso di malattia è la relazione comunicativa tra oncologo e paziente. Le ricerche suggeriscono che la maggior parte dei pazienti preferisce ricevere informazioni precise e dettagliate sulla propria patologia e sulle possibili cure. Uno studio pubblicato sulla rivista Cancer nel 2015 in merito a consapevolezza di malattia e soddisfazione per l’informazione ricevuta in pazienti con patologie oncologiche in Italia, ha mostrato che l’84% del campione analizzato sia risultato consapevole della propria diagnosi e abbia nominato la malattia in maniera scientificamente appropriata. Nonostante un orientamento condotto a riconoscere sempre più il ruolo attivo dell’individuo nel processo decisionale terapeutico, molti pazienti non sono ancora soddisfatti della modalità con cui ricevono le notizie sul proprio stato di salute. Questo ribadisce l’importanza di una formazione di un’equipe medica multidisciplinare e pronta ad affrontare le diverse criticità che emergono nel percorso terapeutico. L’ASSOCIAZIONE. Vivere senza stomaco (si Puo’!), è nata nel 2014 e oggi conta un Forum di oltre 3.000 persone.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Numero verde per gli anziani soli

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Dopo le numerose chiamate ricevute durante il primo periodo del lockdown, il numero verde di Senior Italia FederAnziani, WINDTRE e SIPEm SoS, la Società Italiana di Psicologia dell’Emergenza, nato all’inizio della pandemia per supportare gli anziani soli, è di nuovo attivo da oggi, 26 novembre. Il servizio continuerà, pertanto, ad offrire aiuto a coloro che abbiano bisogno di ascolto e sostegno psicologico in questo prolungato periodo di isolamento.Una recente indagine di Senior Italia FederAnziani, condotta sull’universo dei centri sociali per anziani aderenti alla federazione, ha mostrato come l’80% degli over 65 viva una condizione di difficoltà legata all’attuale scenario pandemico, e come il 57% della popolazione senior abbia praticamente azzerato la propria vita sociale e di relazione in questi mesi.Da qui la decisione di proseguire nell’iniziativa riattivando il numero verde 800.99.14.14, che sarà raggiungibile da telefono fisso e mobile, operativo dal lunedì alla domenica dalle ore 14.00 alle ore 19.00. Il numero è attivo anche nei giorni festivi e continuerà ad esserlo durante le festività natalizie, giornate più difficili per l’emergenza solitudine.«Quattordici milioni di anziani in Italia in questi mesi hanno visto le loro vite cambiare radicalmente, hanno limitato fortemente ogni loro relazione sociale, anche con la famiglia; sono preoccupati, disorientati, non hanno nessuno con cui parlare e chiedono di non essere abbandonati in questo momento di grande difficoltà. E’ per supportare loro, specialmente quelli più soli e fragili, privi di reti sociali o supporti familiari già prima della pandemia, che Senior Italia FederAnziani e SIPEM SoS Federazione hanno deciso di rinnovare l’iniziativa del numero verde gratuito, già operativo nei mesi del lockdown, dal 6 aprile scorso fino al mese di luglio, offrendo loro un supporto psicologico attraverso una rete di qualificati professionisti» ha dichiarato Roberto Messina, Presidente Nazionale di Senior Italia FederAnziani. «WINDTRE ha l’obiettivo di eliminare le distanze tra le persone. – afferma Tommaso Vitali, Direttore Marketing B2C di WINDTRE – Per questo, confermiamo il nostro impegno al fianco di Senior Italia FederAnziani e SIPEM SoS Federazione per fornire supporto agli anziani che stanno affrontando l’isolamento a causa dell’emergenza sanitaria. Abbiamo da subito creduto in questo progetto perché sostiene i nostri valori di vicinanza e di inclusività e siamo felici di mettere a disposizione la nostra rete per facilitare le relazioni sociali, anche a distanza».

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Giornata mondiale per la disabilità

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

3 dicembre 2020.Benvenuti a casa nostra! Siamo in sette e non abbiamo un cane, nemmeno uno piccolo, perché ancora non siamo riusciti a convincere papà e Therese. Due genitori e cinque bambini dai quindici ai due anni.Qui non ci si annoia mai e il caos regna sovrano.Gigi e Anna Chiara, inquieti e innamorati, saggi e scombinati, hanno già quattro bambini quando decidono di raccontare la loro vita movimentata nel romanzo Ci vediamo a casa, pubblicato da Sperling & Kupfer. Mentre il volume va in stampa, diventando ben presto un piccolo cult per migliaia di coppie e di famiglie, i due scoprono di aspettare il quinto figlio. Fin dall’inizio le cose non sono facili come le altre volte, ma mamma e bambino si dimostrano tenacemente attaccati alla vita. Quando Giorgio Maria nasce, la sua tempra è confermata da un sorriso senza fine e dalla sindrome di Down.Mamma e papà in un’alba di complicità rafforzano il loro patto di ferro e continuano a bisticciare e a ritrovarsi.Mentre i fratelli, alcuni dei quali alle prese con l’adolescenza e i suoi terremoti, litigando e discutendo, si coalizzano solo per prendersi cura di Giorgio Maria, come un affiatato team di fan sfegatati.In Adesso viene il bello, edito da Sperling & Kupfer, Gigi e Anna Chiara ci raccontano questa nuova avventura, dando voce a tutti gli esponenti della famiglia. «Mio fratello mi guarda dall’alto perché ha la postura dell’adolescente inquieto. Però sono il suo gioiello e lo sento, parla tanto di me ai suoi compagni, so che il suo soprannome è ironicamente ‘il down’ e la cosa mi fa sorridere, un po’ perché so che per lui è un vanto e un po’ perché così… siamo in due!» Una lettura capace ancora una volta di farci ridere, piangere, discutere e sperare.Gigi De Palo, marito di Anna Chiara, giornalista, è il presidente Nazionale del Forum delle Associazioni Familiari. È stato presidente delle Acli di Roma e successivamente assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani del Comune di Roma. Si occupa di formazione alla leadership etica.Anna Chiara Gambini, moglie di Gigi, ha studiato architettura e oggi si occupa di grafica. Curatrice delle pagine social di @openfamiglia e scrittrice tra una lavatrice e l’altra. (Libro: Adesso viene il bello di Gigi de Palo e Anna Chiara Gambini editrice Sperling & Kupfer 208 pp. 16,00 €)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova piattaforma di Telemedicina della Sir

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

Parte il progetto di telemedicina reumatologica iARPlus. Non si tratta di una semplice cartella clinica elettronica ma di una nuova piattaforma informatizzata, interoperabile e in grado di facilitare i contatti tra malato, il medico di medicina generale e lo specialista reumatologo. Già in 40 centri della Penisola sono operativi degli “Ambulatori Virtuali Reumatologici” che presentano modelli e percorsi comuni e condivisi per evitare disparità nei servizi erogati. L’obiettivo è implementarli nel più breve tempo possibile e l’iniziativa nasce dall’esigenza di far fronte alle emergenze sanitarie imposte dalla pandemia. E’ promossa dalla Società Italiana di Reumatologia (SIR) con il supporto incondizionato dell’Associazione Nazionale Malati Reumatici (ANMAR). iARPlus viene presentata oggi durante la seconda giornata del 57° Congresso Nazionale della Società Scientifica. La piattaforma è usufruibile per i pazienti colpiti dalle patologie più gravi come artrite reumatoide, artrite psoriasica o spondilite anchilosante. On line sono presenti schede per raccogliere tutti i dati anagrafici, esami di laboratorio, esiti diagnostici, tipologia di trattamento in atto, aderenza e comorbidità. Il paziente potrà compilare, sempre on line, delle schede di autovalutazione sull’attività della malattia. Queste ultime sono integrate in un sistema di allarme che avvisa in tempo reale il reumatologo. Lo specialista potrà poi valutare se sia necessario o meno convocare l’assistito in ospedale per controlli più approfonditi in presenza. “Questo nuovo progetto di telemedicina è uno strumento fondamentale in questo momento molto delicato – afferma Luigi Sinigaglia, Presidente Nazionale della SIR -. Da quando l’indice dei contagi è bruscamente aumentato in tutto il Paese stiamo assistendo alla riconversione di reparti di reumatologia in strutture sanitarie per l’assistenza ai pazienti colpiti da Covid. Stiamo affrontando settimane complicate ed è ormai necessario, e a volte anche imprescindibile, utilizzare nuovi mezzi telematici moderni”. “Il nostro auspicio è passare dai 40 attualmente operativi a tutti i centri di reumatologia per implementare il prima possibile su tutto il territorio italiano questi servizi – sottolinea Roberto Gerli, Presidente Eletto SIR -. E’ un primo progetto pilota che dovrà ora aprirsi a collaborazioni con altre associazioni mediche e di pazienti. Si tratta di una necessità che va al di là dell’emergenza legata all’attuale pandemia in quanto le nuove tecnologie rappresentano un modello assistenziale innovativo e sempre più incentrato sul cittadino. La telemedicina può contribuire e favorire una profonda riorganizzazione dell’assistenza sanitaria reumatologica e soprattutto facilitare l’accesso alle prestazioni sanitarie in tutta la Penisola”. Dal congresso nazionale della SIR arriva anche un appello alle istituzioni affinché legiferino quanto prima sulla telemedicina. “Solo alcune Regioni hanno definito regole e tariffe precise per l’erogazione di servizi sanitari attraverso l’utilizzo di strumenti digitali – aggiunge Fausto Salaffi, Consigliere Nazionale SIR -. Fino a quando le televisite non saranno equiparate a livello burocratico-amministrativo a quelle ambulatoriali sarà difficile avviare in Italia progetti in grado di rispondere alle nuove sfide. Come Società Scientifica ci stiamo impegnando per garantire l’assistenza anche da remoto ai nostri pazienti. E’ però fondamentale che anche le autorità sanitarie, sia locali che nazionali, sostengano la comunità medica con interventi legislativi specifici”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »