Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 203

Archive for 2 dicembre 2020

La crisi climatica sta moltiplicando gli eventi meteorologici estremi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Sono sempre più intensi e frequenti. Ma se un evento si ripete nella stessa località a distanza di sette anni e fa ancora più danni vuol dire che le istituzioni non sono state capaci di intervenire e liberare il torrente tombato e mettere in sicurezza il territorio. È quanto successo a Bitti, dove un altro evento meteo estremo, 7 anni fa, aveva provocato enormi danni, come dimostra questo servizio TV, con un’intervista all’allora sindaco (https://youtu.be/lLfNawMtTeQ)La tragedia di Bitti (dove al momento si contano tre vittime) costituiscono non solo un atto di accusa, ma anche l’ennesimo campanello di allarme per l’Italia intera: il cambiamento climatico agisce da moltiplicatore del rischio – tra ieri e oggi, tra Sardegna e Sicilia (ma l’allerta riguarda anche la Calabria e altre regioni meridionali) si registrata una tempesta di grandissima violenza.C’è bisogno di un cambio di passo nella gestione del territorio e per favorire l’adattamento ai cambiamenti climatici; per questo il WWF Italia ha redatto una proposta per “Riqualificare l’Italia” dove riafferma la necessità di una gestione del dissesto idrogeologico a livello di bacino idrografico e per avviare progetti di mitigazione del rischio idrogeologico e di tutela della natura e della biodiversità che le Regioni avrebbero dovuto avviare già da anni. Il Cambiamento climatico si “abbatte” su un territorio reso fragile e vulnerabile dall’incuria, dalla riduzione delle aree di esondazione naturale, dalla canalizzazione e dal tombamento dei nostri corsi d’acqua, tra le principali cause di questo disastro. Non ci si possono più permettere ritardi sia nell’azione di messa in sicurezza del territorio e di ripristino della salute degli ecosistemi e del corso naturale dei fiumi e torrenti, sia nel più ampio quadro del piano di adattamento al cambiamento climatico, per far fronte agli impatti resi inevitabili dai ritardi nel tagliare davvero e drasticamente le emissioni di CO2 e altri gas serra. Di fronte ad una situazione che diventa sempre più preoccupante per il moltiplicarsi degli eventi estremi legati al cambiamento climatico non possono esserci alibi: serve un’immediata assunzione di responsabilità nella corretta gestione del territorio che deve tenere conto del cambiamento climatico in atto che, purtroppo, ci metterà di fronte ad eventi sempre più frequenti e intensi. Perché come dimostra quello che è accaduto a Bitti se non si interviene i disastri si ripetono.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Master – Il Trauma in età evolutiva

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Dal 16 gennaio 2021 modalità online Il Master, a cura della dott.ssa Antonella Montano, offrirà ai partecipanti un percorso formativo di alta specializzazione fornendo strumenti diagnostici, concettualizzazioni teoriche e protocolli terapeutici, aggiornati e con la maggiore evidenza scientifica di efficacia, per la cura e la prevenzione del Trauma e dei Disturbi Dissociativi nei bambini e negli adolescenti. L’Istituto A.T. Beck è riconosciuto come una eccellenza nella formazione. Il trauma è uno dei temi maggiormente presenti sia nel programma didattico della scuola di specializzazione in psicoterapia cognitivo-comportamentale che nei workshop o seminari organizzati durante il corso dell’anno.Professionisti del settore di fama nazionale e internazionale sono stati protagonisti di incontri formativi e arricchenti. Presso l’Istituto è attivo, già da 4 anni, il Master dedicato al Trauma in età adulta che ha coinvolto docenti e partecipanti da ogni parte di Italia. Adesso abbiamo sentito l’esigenza di ampliare l’offerta formativa, dedicando un intero percorso alla età evolutiva coinvolgendo, anche in questo caso, docenti conosciuti a livello nazionale e internazionale.Durante le oltre 200 ore di formazione, non verranno trattati e discussi soltanto gli aspetti teorici, ma anche esposti gli aspetti pratici della clinica. Inoltre l’apprendimento esperienziale, tramite la partecipazione attiva, renderà la presenza al Master più coinvolgente, interessante e pratica. Per ciascun modulo di insegnamento, verranno forniti, come da prassi dell’Istituto, materiale didattico (slide, protocolli di riferimento, bibliografia, ecc.) e protocolli strutturati da usare in terapia con i bambini/adolescenti e i loro familiari. Il Master inoltre non punta soltanto alla cura, ma anche alla prevenzione, allargando il focus su tutti i contesti nei quali il bambino/adolescente si trova a vivere. Il Master, infatti, ha anche l’obiettivo di far acquisire protocolli di prevenzione ed elaborazione gruppale e nei contesti scolastici. Vuole offrire riflessioni sull’impatto delle storie traumatiche nei contesti di affido e adozione e illustrare le strategie di lavoro clinico applicabili con il minore e la famiglia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rimborsi a chi paga con le carte (cashback): parte la sperimentazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Nei prossimi giorni dovrebbe partire la fase sperimentale del cosiddetto “sistema cashback” pensato per incentivare i consumatori ad acquistare beni e servizi e a farlo utilizzando strumenti di pagamento elettronici. Si tratta in poche parole di un sistema che prevede rimborsi versati direttamente sul conto corrente a chi effettua acquisti utilizzando carte di pagamento, proporzionati agli importi pagati. Per conoscere l’inizio esatto della fase sperimentale (si parla dell’8 dicembre) è necessario attendere la decisione del Ministero dell’economia che verrà pubblicata sul relativo sito ufficialee la stipula di convenzioni tra la Consap (il soggetto che gestirà l’incentivo) e la società PagoPA.Questa precisazione della legge e del decreto sembra tener fuori dall’incentivo l’e-commerce, gli acquisti effettuati online, e del resto l’obiettivo è anche quello di disincentivare l’uso del contante e far “emergere” gli acquisti. L’adesione è volontaria, è previsto un periodo sperimentale che termina a fine 2020 e tre periodi a regime a partire da Gennaio 2021 fino a Giugno 2022. I rimborsi sono proporzionati rispetto a quanto speso, con un numero minimo di transazioni da effettuare per ogni periodo. La gestione dei rimborsi è in mano alla Consap, la concessionaria servizi assicurativi pubblici, che si occuperà anche di reclami e controversie.Il beneficio non è automatico, ma funziona su base volontaria. Chi intende fruirne deve registrare nella APP IO o nei sistemi messi a disposizione da un issuer convenzionato il proprio codice fiscale e gli estremi identificativi di uno o più strumenti di pagamento elettronico che verranno poi usati per gli acquisti (carte di credito, bancomat, etc.). Se si registra un bancomat (carta di debito) o una carta prepagata abilitata al circuito Bancomat, gli estremi identificativi saranno ottenuti dal sistema direttamente tramite il codice fiscale. La partecipazione scatta al momento della prima transazione tramite la carta registrata. Qui il sito dell’APP IO: https://io.italia.it/ Agli aderenti viene attribuito un rimborso in percentuale per ogni transazione effettuata nei seguenti periodi: a) 1 gennaio 2021 – 30 giugno 2021; b) 1 luglio 2021 – 31 dicembre 2021; c) 1 gennaio 2022 – 30 giugno 2022. Per ciascuno dei suddetti periodi accedono al rimborso gli aderenti che abbiano effettuato un numero minimo di 50 transazioni; in tali casi il rimborso è del 10% dell’importo di ogni transazione tenendo conto dell’importo massimo (per ognuna) di 150 euro. Il rimborso viene quantificato in ogni caso su un valore complessivo delle transazioni non superiore a 1.500 euro per ciascun periodo. I rimborsi sono erogati entro 60 giorni dal termine di ciascun periodo tramite bonifico sulle coordinate IBAN che l’aderente ha indicato al momento dell’adesione o in un momento successivo.Ai primi centomila aderenti che nei periodi decorrenti dal 2021 (vedi sopra) abbiamo totalizzato il maggior numero di transazioni è attribuito un rimborso speciale pari a 1.500 euro. A parità di numero di transazioni ha priorità l’aderente la cui ultima transazione reca una marca temporale anteriore rispetto a quella dell’ultima transazione effettuata dagli altri. Attenzione, per ogni periodo di riferimento il conteggio del numero di transazioni parte da zero. Anche i rimborsi speciali sono erogati entro 60 giorni dal termine di ciascun periodo tramite bonifico sulle coordinate IBAN che l’aderente ha indicato al momento dell’adesione o in un momento successivo. Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Opportunità di investimento in energie rinnovabili e tecnologie ambientali in Etiopia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Fino al 14 dicembre 2020 UNIDO ITPO Italy ospiterà virtualmente nell’ambito del Programma Delegati di UNIDO un rappresentante dell’Ethiopian Investment Commission, Haregewoin Mirotaw Shumiye, con l’obiettivo di promuovere nella comunità imprenditoriale italiana un portfolio di progetti in ambito di energie rinnovabili e tecnologie ambientali. La partecipazione all’iniziativa è aperta alle imprese italiane operanti nei seguenti settori: energie rinnovabili e soluzioni off-grid; trattamento e riciclo della carta e di prodotti correlati; gestione sostenibile delle risorse idriche; energie rinnovabili e soluzioni ambientali applicate al settore lattiero-caseario.Durante gli incontri virtuali i partecipanti avranno l’occasione di presentare la propria azienda e discutere potenziali opportunità di partnership con le controparti etiopi rappresentate dal delegato, promuovendo il trasferimento di tecnologie innovative per uno sviluppo industriale sostenibile nel settore locale. L’iniziativa si colloca all’interno del progetto “Fostering international partnerships between companies and/or institutions operating in the energy and environment sectors”, finanziato dal Ministero Italiano dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed implementato da UNIDO ITPO Italy.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

50 anni fa la legge sul divorzio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Cinquanta anni fa (esattamente l’ 1/12/1970) veniva approvata in Italia la Legge sul divorzio che porta la firma del deputato liberale Antonio Baslini, insieme al socialista Loris Fortuna, l’altro firmatario.Una battaglia di civiltà dell’Italia laica e liberale, già proposta dai liberali a inizio novecento, ma rimasta in sospeso per la durissima opposizione della Chiesa, che ne aveva fatto condizione dirimente in occasione del patto Giolitti – Gentiloni. Il 7 ottobre 1968 il liberale Antonio Baslini presenta un progetto di Legge sul divorzio, che in Commissione parlamentare verrà unificata al progetto del socialista Loris Fortuna. La Legge Baslini-Fortuna ottiene alla Camera, nella prima votazione del novembre 1969 a scrutinio segreto, 325 voti favorevoli e 283 contrari (DC e MSI).La discussione passa al Senato che vota il 9 ottobre 1970 un testo emendato con l’obbligo del tentativo di conciliazione e l’innalzamento da cinque a sette anni del periodo di separazione, approvandolo con 164 voti favorevoli e 150 contrari. Il testo emendato ritorna alla Camera che, nella seduta più lunga del parlamento – dal 24 novembre al 1 dicembre 1970 – approva in via definitiva la legge Baslini-Fortuna (319 sì e 286 no) a cinque anni dalla sua prima proposizione e dopo un iter parlamentare lungo, difficile e conflittuale.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

GSB G999 Utility as revolution for communication

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Josip Heit, GSB Gold Standard Banking Corporation AG: “GSB Group develops high-tech block chain and cryptotechnical products for communication networks under the aspect of a climate-friendly orientation Josip Heit, Chairman of the Board oft GSB Group and proven economic manager and block chain pioneer, has had products from the block chain, crypto currency and crypto technology sectors developed by his divisions of the GSB Group under the aspect of climate-friendly orientations. According to Josip Heit, divisions of the GSB are currently a big step ahead of conventional sectors with their blockchain technology, because consumers will quickly be able to define products of these new technologies through their own knowledge, which among other things also offer crypto-services. Josip Heit, defines the block chain technology as follows: “A block chain makes it possible to transmit information in a forgery-proof manner by means of a decentralised database shared by many participants, so that copies are impossible. The database is called a distributed register or general ledger. It is stored on many computers in a peer-to-peer network, with each new node taking over a complete copy of the block chain upon joining, and from now on has the task of checking and documenting transactions”. Software experts at GSB Gold Standard Banking Corporation AG have developed highly specialised block chain products such as the utility G999 Block Chain Coin. The G999 is particularly suitable for e-mail or voice text messages via block chain! In particular, the so-called “iPhone generation” sees payment transactions in general and communication itself as exclusively digital. G999 is based on the idea that block chain technology must ensure compliance with environmental regulations, in particular the promotion of energy saving. At the same time, it meets the current need to manage personal data in a completely secure and risk-free space, away from the mainstream web network through a decentralised data centre. Heit believes that the future of cryptography lies in a secure, compliant and regulated environment and has recently released the “G999” – a unique electronic money system, card reader and app – which provides fast payments, micro-fees and a variety of other options for telecommunications and messengers in one, inspired by the deflationary token economic model. This includes a block-chain encrypted communication network, which guarantees customers absolute privacy. These innovations, developed by GSB Gold Standard Banking Corporation AG, will conquer the block-chain technology sector in the future, Heit is sure, which advocates regulation in many areas of these technologies.https://G999main.net

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Natale Caminiti, Antonello D’Arrigo, dalla strage di Bologna. Quindici su Quaranta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

2 dicembre 2020, ore 18 Prefazione di Nando Dalla Chiesa, Armando Siciliano Editore 2020. Gli Autori ne discutono con PAOLO BOLOGNESI, presidente dell’Associazione Familiari Vittime della strage di Bologna.La strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980. Aveva 27 anni Onofrio Zappalà, una delle 85 vittime innocenti di quella lucida follia, e un bagaglio di sogni, tutti da scoprire e da realizzare. Il suo corpo viene sì dilaniato, ma il seme della sua breve vita viene col tempo messo a dimora affinché dal suo ricordo possa emergere con forza la consapevolezza che, nella vita, nulla passa se non per lasciare l’indelebile impronta del proprio io. Tra queste pagine: dalla causa all’effetto. La nuova pianta generata da quel seme, che ancora vive e si presenta con quell’intenso profumo di memoria per proporsi a una nuova vita. Quella testimonianza vera e reale che va a scolpirsi nel tempo, memoria viva per ciò che verrà.Il 4 dicembre 2020 è la data di emissione di un francobollo di Poste Italiane dedicato all’Associazione “Amici di Onofrio Zappalà” in occasione del 40° anniversario della morte di Onofrio e della strage alla stazione di Bologna. L’emissione del francobollo è accompagnata da Annullo di emissione, Folder, Tessera Filatelica e Busta 1° giorno, che dal quel giorno saranno disponibili negli Uffici Postali italiani.Natale Caminiti è stato l’ideatore dell’Associazione “Amici di Onofrio Zappalà”, di cui è vice presidente con compiti amministrativi e organizzativi, e promotore di questo libro.Antonello D’Arrigo ha fatto sempre da collante e da stimolo, sin dal 1980, per mantenere vivo il ricordo di Onofrio Zappalà. È presidente dell’Associazione “Amici di Onofrio Zappalà”.Paolo Bolognesi è presidente dell’Associazione Familiari Vittime della strage di Bologna.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I militari italiani nei lager nazisti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

3 dicembre 2020, ore 18 Mario Avagliano, Marco Palmieri, I militari italiani nei lager nazisti. Una resistenza senz’armi (1943-1945), il Mulino, 2020 Gli Autori ne discutono con ANDREA PARODI La storia degli IMI (Internati Militari Italiani) è la storia di circa 650mila soldati che, dopo l’armistizio dell’8 settembre1943, furono catturati e deportati dai tedeschi. L’offerta di aderire alle SS o alla repubblica di Salò ed essere rimpatriati fu accettata solo da una piccola parte; la massa scelte di rimanere prigioniera nei lager, come autentico atto di resistenza. Grazie a una ricchissima mole di diari, lettere e testimonianze dirette, edite e ancor più inedite, il libro ne racconta la vicenda complessiva, dalla cattura alla liberazione e al ritorno, scoprendo anche aspetti poco noti della violenza nei lager, nei campi di lavoro coatto e di punizione, del loro bagaglio di ideali e di umanità, del rapporto con la popolazione civile e con le donne. Una pagina a lungo trascurata e sottovalutata recuperata qui, attraverso le voci dei protagonisti, in un quadro vivido e dettagliato.Mario Avagliano, giornalista e storico, collabora alle pagine culturali del “Messaggero” e del “Mattino”. Tra i suoi libri: Generazione ribelle. Diari e lettere dal 1943 al 1945 (2006) e Il partigiano Montezemolo (2012). Marco Palmieri, giornalista e storico, è autore di L’ora solenne. Gli italiani e la guerra d’Etiopia (2015). Insieme hanno pubblicato numerosi volumi, tra cui Vincere e vinceremo! Gli italiani al fronte (2014), L’Italia di Salò (2016), 1948. Gli italiani nell’anno della svolta (2018, Premio Fiuggi Storia) e Dopoguerra. Gli italiani tra speranze e disillusioni (1945-1947) (2019). Andrea Parodi è giornalista e scrive per le pagine culturali del quotidiano “La Stampa”. Nell’ambito della ricerca storica si è specializzato in Internati Militari Italiani, pubblicando il saggio Gli eroi di Unterluss. La storia dei 44 ufficiali IMI che sfidarono i nazisti (2016, Premio UNUCI “Paladino delle Memorie”). Segui AnpiLibri su http://www.facebook.com/groups/AnpiLibri

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’albero di Natale “spelacchio” torna a Piazza Venezia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Anche quest’anno “Spelacchio”, l’albero di Natale di Roma, torna a Piazza Venezia. Questa notte inizieranno le operazioni di montaggio e allestimento. Sarà un abete naturale di tipo Abies Nordmanniana, di circa 23 metri di altezza e con un diametro della chioma alla base di 12 metri. Sarà illuminato con 100mila luci a led e decorato con 800 sfere in quattro colori: rosso, argento, oro intenso e oro chiaro. Ad inaugurarlo, come da tradizione, il prossimo 8 dicembre sarà la Sindaca di Roma Virginia Raggi.Il costo di trasporto, installazione e allestimento sarà di circa 140mila euro, a carico di Roma Capitale. “Anche quest’anno torna il nostro “Spelacchio”, l’albero di Natale di Roma ormai famoso in tutto il mondo. In questo momento difficile per tutti i cittadini vogliamo che queste luci mantengano accesa la speranza di un Natale sereno ma soprattutto diano la forza a tutti noi per resistere e superare insieme la sfida dell’emergenza sanitaria”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In Piemonte rimangono a casa gli studenti delle medie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Una decisione che non sta solo suscitando malumori e proteste di studenti e famiglie, ma crea anche difficoltà organizzative non indifferenti alle scuole. La secondaria di primo grado è, infatti, integrata in istituti comprensivi in cui operano anche la scuola primaria e sezioni di scuola dell’infanzia che finora hanno sempre lavorato in presenza, come peraltro le classi prime delle medie. Questo rende molto complessa, soprattutto per i docenti, la gestione di una didattica in parte in presenza e in parte a distanza. “In questi mesi – dichiara Marcello Pacifico, presidente nazionale ANIEF –abbiamo assistito troppe volte a fughe in avanti delle regioni sulla scuola. E ogni volta a pagarne il conto sono i docenti. In Puglia, ad esempio, abbiamo avuto addirittura la didattica on demand, con le famiglie che chiedevano alle scuole di far seguire le lezioni ai propri figli da casa nonostante le classi fossero regolarmente a scuola e costringendo i docenti a fare i salti mortali per svolgere lezioni allo stesso tempo sia in presenza che a distanza. Oggi il Piemonte annuncia recuperi delle lezioni in presenza senza, tuttavia, spiegare bene cosa intenda. ANIEF – conclude Pacifico – continua a sostenere che sulla scuola la regia debba essere nazionale e che ogni discostamento debba essere sempre ben ponderato, per evitare ulteriori difficoltà alle scuole, già messe a durissima prova dalla pandemia”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Tempo pieno per tutti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

“Vi sarà una riforma per garantire il tempo pieno su tutto il territorio nazionale. Una riforma che possa dare effettiva possibilità alle famiglie – e soprattutto alle donne – di inserirsi nel mercato del lavoro”. E’ questa la dichiarazione che il premier Giuseppe Conte ha rilasciato nel corso della presentazione del Rapporto Svimez 2020 “L’economia e la società del Mezzogiorno”, illustrando i punti del Recovery plan italiano. Un’idea ambiziosa quanto impegnativa sotto vari punti di vista che costerebbe 2,8 miliardi di euro l’anno e richiederebbe 50 mila nuovi posti di lavoro. Oltre a un miliardo di euro di investimento iniziale per approntare i locali di mensa e laboratori.Se il Governo intendesse davvero investire somme così elevate, ci troveremmo di fronte a una riforma di portata storica, che aprirebbe la strada ad una maggiore personalizzazione degli apprendimenti e favorirebbe l’aspetto relazionale, la socialità e quindi l’inclusione. Sarà realmente così? Alcune perplessità derivano anche dalla possibilità di realizzare un’operazione così imponente in un tempo ravvicinato. Finora quella del tempo pieno è stata una marcia continua, lunga ma anche lenta. Nel 2001 le classi a tempo erano il 21,3% del totale funzionante, dieci anni fa il 26,9%, nel 2019-20 sono state il 36,2%. Praticamente l’incremento è stato mediamente di un punto percentuale all’anno. La strada per arrivare alla generalizzazione del servizio appare davvero lunga. Attualmente, in base ai dati 2019/20 del Ministero dell’Istruzione, frequentano il tempo pieno nella scuola primaria 923.196 alunni, il 37,8% dei 2.443.889 iscritti. Conseguentemente non frequenta il tempo pieno il 62,2% di alunni, cioè 1.520.693 di ragazzi. Attualmente i posti comuni di docente nella scuola primaria sono 193.265 di cui il 45,5% impiegato in classi a tempo pieno (87.731).Per assicurare il tempo pieno in tutte le attuali 128.148 classi occorre che, oltre alle 46.403 (36,2%) già funzionanti a t.p., anche le restanti 81.745 vengano riorganizzate “full time”.Per questa riorganizzazione occorre incrementare l’organico docenti – attualmente di 193.265 posti di cui 87.731 (45,4%) su classi a tempo pieno – aggiungendo 49.015 nuovi posti ai 105.534 attualmente impegnati su classi funzionanti a tempo normale (27-30 ore settimanali).Quei 49mila posti necessari per generalizzare il tempo pieno dovrebbero essere assicurati al 50% dalle graduatorie di merito dei concorsi e per l’altra metà dalle GAE.Poiché in base all’attuale CCNL del comparto scuola il costo per docente all’inizio di carriera è di 31.227 euro lordi annuali comprensivi degli oneri riflessi a carico dello Stato, il costo per anno sarebbe quasi di un miliardo e 531 milioni.Normalmente la gestione della classe organizzata a tempo pieno è affidata prevalentemente ad una coppia di insegnanti che si spartiscono i principali interventi disciplinari. Inoltre c’è una diversa attenzione ai momenti integrativi e all’utilizzo del maggior spazio di tempo disponibile (40 ore settimanali a fronte delle 27-30 ore del tempo normale).Insegnare in una scuola a tempo pieno comporta (o dovrebbe comportare) un diverso modo e un diverso atteggiamento culturale di esercizio della professione docente.Tra i parametri previsti per la determinazione dell’organico ATA la presenza di una quota consistente di alunni che frequentano il tempo pieno determina anche un incremento del numero di collaboratori scolastici.Considerato lo stipendio lordo annuo di 24.252 euro, comprensivo degli oneri riflessi a carico dello Stato, il costo annuale per l’incremento dell’organico dei collaboratori scolastici sarà di quasi 29 milioni di euro. Alle Amministrazioni comunali spetta forse il compito più difficile per sostenere efficacemente il progetto ambizioso della generalizzazione del tempo pieno.Sono sostanzialmente due le tipologie di intervento previste: uno immediato (l’approntamento di strutture e locali) e un altro continuativo (il servizio di mensa).È difficile quantificare il numero degli interventi e la relativa spesa per l’approntamento dei nuovi locali (laboratori e mense) necessari per rendere funzionale e credibile la nuova organizzazione del tempo scuola nella primaria.Attualmente soltanto il 31,5% delle scuole primarie è dotato di apposito locale di mensa, ma in diversi casi per la refezione si utilizzano anche spazi impropri (controllo ASL permettendo). Non mancano scuole nelle quali i bambini pranzano sui banchi dove seguono le lezioni. Per la predisposizione di tutti i locali necessari, stimando mediamente un impegno di spesa di circa 120-130mila euro per le 8.202 scuole in cui attualmente non c’è il tempo pieno, a carico dei Comuni vi sarebbe una spesa complessiva superiore a un miliardo e 25 milioni di euro.Una volta avviato il tempo pieno, i Comuni dovrebbero assicurare il servizio continuativo di refezione, mettendo in atto gare di appalto, convenzioni, gestione delle rette, ecc, per un costo stimabile in 1,2 miliardi l’anno.È legittimo dubitare che gli Enti Locali siano pronti ad affrontare questo carico organizzativo e gestionale e i conseguenti non indifferenti oneri di spesa, se non all’interno di un grande piano condiviso. Di più su tuttoscuola.com

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pensioni: Docenti e personale della scuola esposto a rischi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Il personale scolastico va collocato in pensione in anticipo: torna a chiederlo il sindacato Anief, presentando alla V Commissione della Camera degli emendamenti al Disegno di Legge di Bilancio 2021 dopo il via libera del Governo sul testo. Considerando l’alto stress che comporta l’operare nelle mura scolastiche, le malattie conseguenti e rischio biologico molto superiore ad altre categorie, chiede di procedere da subito al lavoro agile da equiparare al ricovero nei nosocomi, la possibilità di lasciare il lavoro in anticipo, agganciando tutte le professionalità della scuola all’Ape Social, senza decurtazioni all’assegna di quiescenza, esattamente così come si applica ai dipendenti statali in divisa. Il concetto che secondo il sindacato deve passare è che i lavoratori della scuola vanno considerati tra le professionalità “fragili”. Nella richiesta di pensionamento anticipato per il personale scolastico, si pone l’accento anche sul fatto che il “diffuso e gravoso stress psicofisico, unito all’attuale pesante gap generazionale tra personale scolastico e discenti necessita di un’apposita finestra che permetta l’accesso e la decorrenza del trattamento pensionistico di vecchiaia o di anzianità secondo le regole previgenti la riforma cosiddetta “Fornero”. Il sindacato reputa, in conclusione, che proprio alla luce del “carattere gravoso” del lavoro svolto “in tutti gli ordini di scuola” debba risultare “indispensabile allargare l’attuale finestra di pensione anticipata prevista soltanto per il personale delle forze armate”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Meno tasse e più detrazioni per chi studia, insegna e fa ricerca

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Il sostegno allo studio e alla docenza a tutti i livelli e allo sviluppo della Conoscenza va attuato non più solo a parole: è tempo di provvedere ad una riduzione della pressione fiscale e contributiva, attraverso sovvenzioni e detrazioni. Ne è convinto il sindacato Anief, che nel Disegno di Legge di Bilancio 2021, in questi giorni all’esame della Camera dopo l’assenso al testo da parte del Governo, ha chiesto dei provvedimenti emendativi nella parte che tratta le possibili azioni da intraprendere in ambito fiscale e previdenziale. Marcello Pacifico (Anief): “Le nostre richieste servono a compensare le grandi difficoltà in cui operano, a causa del perdurante stato emergenziale derivante dal Covid19, sia gli studenti universitari sia i docenti e il personale scolastico che operano lontano dalla propria terra e dai propri affetti, oltre a coloro che realizzano progetti esterni per gli enti di Ricerca”.Il sindacato ha presentato ai deputati della V Commissione della Camera 68 proposte di emendamento per il personale del comparto istruzione e ricerca su organici, salario, reclutamento, mobilità, pensioni, sostegno, welfare, Irc, educatori, estero, università, ricerca, Afam.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tris di Velvet Media, per il terzo anno consecutivo è “Leader della Crescita” per il Sole 24 Ore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

L’attesa classifica, che ogni anno mette in fila le aziende a più alto tasso di sviluppo economico, quelle capaci di meglio interpretare le esigenze dei mercati e ad espandersi, vede l’agenzia di marketing e vendita online veneta al secondo posto a livello nazionale tra le agenzie che si occupano di marketing e pubblicità, il 48mo posto in assoluto tra le ottomila aziende studiate da Statista. Il tasso di crescita tra il 2016 e il 2019 è arrivato a +102,64% (indice Cagr), grazie ad un fatturato passato in un triennio da 604.000 a 5.028.000 euro. Nel ranking nazionale delle agenzie che si occupano di marketing e pubblicità, Velvet Media è al secondo posto posto. Risultati che peraltro sono destinati a registrare crescite costanti: per fine 2020 si attende un nuovo balzo in avanti del fatturato anche in seguito della decisione strategica di affiancare alla holding Velvet Media l’innovation hub Next Heroes, che si occupa di incubare progetti innovativi e startup in ambito digital o con una forte componente di marketing.L’innovation hub di Next Heroes sarà ospitato nella nuova sede di Velvet Media, che adesso ha riunito tutti i suoi uffici nella cittadella dell’innovazione di via delle Querce a Castelfranco Veneto, nel Trevigiano. Duemila metri quadrati di open space e sale riunioni, ma anche attenzione al welfare con una palestra e una sala giochi. Qui hanno sede anche gli uffici aziendali, dunque a disposizione delle start up c’è la competenza e l’intelligenza collettiva di una agenzia di 150 persone. Per Velvet Media questo è l’ultimo step di una storia aziendale sempre proiettata alla ricerca e allo sviluppo di nuovi business. Nata come casa editrice nel 2013, specializzatasi prima in couponing e poi come editore del sito internet Storie di Eccellenza e del magazine Genius, oggi Velvet è una holding che gestisce il marketing in outsourcing per conto di oltre mille aziende del Nord Italia. Il core business è il coordinamento della comunicazione aziendale a tutti i livelli e la gestione della vendita online: dalla grafica ai video, dal posizionamento del brand allo sviluppo di siti di e-commerce, dalla gestione dei marketplace fino alla lead generation.Attorno alla galassia Velvet sono nate alcune divisioni parallele, che hanno sviluppato specializzazioni nel mondo dello sport (Velvet Sport), della moda (Velvet Fashion) e dell’internazionalizzazione con focus in particolare sulla Cina (Velvet International). Con sedi negli Stati Uniti a Denver, in Thailandia a Bangkok e negli Emirati Arabi a Dubai, Velvet è il partner ideale per qualunque azienda interessata a comunicare e vendere oltre confine. La storia di Velvet Media è raccontata nel libro “Marketing Heroes”, nel quale emerge lo stile aziendale basato su manga e rock and roll e scelte di welfare innovative come la presenza in organico della manager della felicità per i dipendenti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manovra: Tutto il Pd è per il Superbonus 110%

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

“Chi vede divisioni nel Partito Democratico a proposito dell’utilità del Superbonus del 110% forse si è distratto. Per tutto il Pd, sia tra gli esponenti di Governo, sia tra i rappresentati del Parlamento, questa misura va rinnovata e migliorata. Sull’obiettivo infatti non c’è alcuna divisione. Perché questa misura serve da una parte a rilanciare il settore edile e suoi livelli occupazionali, dall’altra a migliorare le abitazione delle famiglie italiane abbattendone il consumo energetico e aumentandone la sicurezza antisismica”. E’ quanto dichiarato da Martina Nardi, presidente della commissione Attività produttive alla Camera, fra i 70 firmatari dell’emendamento depositato ieri per la proroga del Superbunus fino al 2023. “E’ una misura virtuosa, utile a non farci trovare impreparati quando la pandemia sarà superata, che già nei suoi primi mesi di applicazione ha dato buoni risultati pur incontrando difficoltà di ordine tecnico-burocratico segnalate anche dall’Agenzia dell’entrata. Si tratta di problematiche che tutto il Partito Democratico intende superare per rendere quindi l’accesso agli incentivi statali più veloce e quindi più efficace e per questo motivo apriremo un tavolo con il Governo per valutare tutti gli interventi necessarie per migliorare questo provvedimento. Insieme possiamo trovare la soluzione migliore.”

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recovery Plan, Melilli “Bene Amendola per struttura coordinamento”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

“Molto bene l’ipotesi che sta emergendo e che sottolinea oggi il Ministro Amendola, di porre all’attenzione del Parlamento una proposta per la definizione di una struttura che coordini e monitori l’attuazione del Piano di ripresa e resilienza. Il tema della capacità e della velocità di spesa delle risorse europee è stato posto con forza negli indirizzi che il Parlamento ha indicato al Governo e va di pari passo con la necessità di concentrare le risorse ed i progetti sugli assi fondamentali e sulle misure in grado di supportare la ripresa. Come è accaduto per gli indirizzi al Recovery, sono certo che il Parlamento saprà dare un contributo di idee costruttivo e condiviso.” Così il presidente della commissione Bilancio alla Camera Fabio Melilli.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manovra, presentati 6.999 emendamenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Roma. “A distanza di poche ore dalla scadenza della presentazione degli emendamenti alla legge di Bilancio, siamo in grado di dare informazioni in merito al numero ed alla suddivisione degli emendamenti per gruppo di appartenenza. Ciò è possibile grazie alla proposta, avanzata all’unanimità dall’ufficio di Presidenza della Commissione Bilancio e fatta propria dal Presidente della Camera e dai gruppi, di consentire la presentazione degli emendamenti esclusivamente in via telematica sul sistema informatico della Camera. Ciò era possibile anche nel passato ma per la prima volta si è esclusa la possibilità di presentazione sul cartaceo. Ringrazio il servizio informatica ed i suoi dipendenti che, insieme agli uffici della commissione, hanno svolto in questi giorni uno straordinario lavoro.” E’ quanto dichiarato da Fabio Melilli, presidente della commissione Bilancio della Camera dei Deputati che annuncia la presentazione di 6.999 emendamenti al Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Covid-19 e disregolazione emotiva infantile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

“L’ansia e l’angoscia determinati dalla paura del contagio hanno generato una disregolazione emotiva in tutta la popolazione infantile, e quindi anche nei bambini con disturbi dello spettro autistico, così come negli adulti. Si sono strutturati in senso difensivo alcuni comportamenti di tipo ossessivo, ovvero dei rituali, che non devono essere letti come inizio di una strutturazione patologica”. Parte da questi presupposti l’intervento di Magda Di Renzo, responsabile del servizio terapie dell’Istituto di Ortofonologia (IdO), al congresso straordinario della Società italiana di pediatria (Sip). Sta per uscire una ricerca che l’IdO ha condotto insieme ai pediatri sui bambini con disturbi dello spettro autistico durante la pandemia. “Nei minori con autismo abbiamo registrato un aumento del 30% dei comportamenti stereotipati- fa sapere Di Renzo- ma non si è assistito alla strutturazione di nuovi comportamenti stereotipati, né alla presenza di condotte aggressive auto ed eterorivolte. Ci ha infine colpito che nel 30% dei casi si sono verificati miglioramenti nelle aree della comunicazione e della relazionalità, da addebitare a ritmi di vita più tranquilli e al ruolo attivo dei genitori. Questi, seguiti da remoto, hanno imparato a sintonizzarsi con i figli, permettendogli ulteriori evoluzioni”. La ricerca dell’IdO sugli effetti della pandemia nei bambini con autismo era stata fatta dopo il primo mese di lockdown, “ora abbiamo realizzato un re-test su 110 bambini (70 seguiti all’interno del Progetto Tartaruga e 40 seguiti in Sicilia) per verificare, attraverso colloqui e questionari rivolti ai genitori, eventuali cambiamenti. Il re-test condotto a 3 mesi di distanza ha confermato la stabilità dei risultati ottenuti grazie al contenimento affettivo delle famiglie”. Una nuova frontiera oggi è l’individuazione di indicatori predittivi, clinici e strumentali, che orientino l’intervento fin dall’inizio secondo i principi di efficacia ed elettività, ma che siano pure passibili di rimodulazione in base alle traiettorie e alle contingenze specifiche. La scelta del progetto migliore per ogni soggetto e la stretta collaborazione tra specialisti, pediatri e famiglie, rappresenta per il bambino autistico un fattore di protezione anche in situazioni d’emergenza. “Dai nostri dati su oltre 200 bambini seguiti nel tempo- sottolinea Vanadia- sono emersi degli indicatori predittivi come la presenza di contagio emotivo, che è un precursore dello sviluppo dell’empatia; la comprensione delle intenzioni altrui, che è precursore della teoria della mente; la rilevazione dell’intelligenza fluida e l’accesso alla dimensione rappresentativa simbolica, che sono i precursori del raggiungimento di livelli sufficienti e/o buoni di linguaggio e quoziente intellettivo”. Infatti, i bambini che avevano registrato un miglioramento durante il lockdown, erano stati quelli che avevano riportato le “migliori risposte ai test sul contagio emotivo e sulla comprensione delle intenzioni altrui- ricorda Di Renzo- che è legata a una conoscenza embodied (incarnata) che parte proprio dalla dimensione affettivo-corporea”. Dunque, “conoscere la complessità e le integrazioni alla base dello sviluppo dei bambini, soprattutto di quelli con autismo, ci consente di far fronte alle difficoltà- conclude Vanadia- anche ora in pandemia in cui, come tutti, sono esposti a un grande stress”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: “Una Identità plurale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Roma Via Raffaele Cadorna, 28 apertura no-stop da lunedì a venerdì 11:00-18:00E’ un mosaico di opere di artisti internazionali sarà in mostra dal 5 all’11 dicembre 2020 per sottolineare il senso di comunità. Con questa mostra Rossocinabro partecipa alla Giornata del Contemporaneo – il grande evento promosso da AMACI, l’Associazione dei Musei Italiani d’Arte Contemporanea, che da sedici anni coinvolge musei, fondazioni, istituzioni pubbliche e private, gallerie, studi e spazi d’arte per raccontare la vitalità dell’arte contemporanea nel nostro paese. Anche per questa edizione si conferma il coinvolgimento della rete estera del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – che comprende Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura – che darà vita ad una settimana di promozione dell’arte contemporanea italiana all’estero.Nel 2020 la Giornata del Contemporaneo assume una veste necessariamente diversa da quella tradizionale. In questo anno complesso, profondamente colpito dall’emergenza pandemica, la sedicesima edizione della manifestazione mette al centro la comunità contemporanea – a cominciare dai Musei AMACI – e ripensa sé stessa partendo dal concetto di comunità, da sempre alla base l’evento e oggi – in epoca Covid – torna prepotentemente alla ribalta. La Giornata del Contemporaneo 2020 è pensata per rispondere all’eccezionalità del momento che stiamo vivendo, che influenza così fortemente non solo la pianificazione e lo svolgimento delle attività culturali ma anche la percezione che ciascuno di noi ha del significato dell’arte e della cultura oggi. Quest’anno AMACI ha deciso di adottare un format ibrido, con proposte online e offline: il mutato contesto ha richiesto una sospensione del format tradizionale della manifestazione e un’edizione aggiornata con varianti che ne garantiscono lo svolgimento su doppio binario, incoraggiando tutti a contribuire su entrambi i livelli, aderendo alla grande campagna di comunicazione che verrà lanciata il 5 dicembre con l’hashtag #giornatadelcontemporaneo. Inoltre, per raccontare le infinite sfaccettature della contemporaneità, l’identità stessa dell’evento si compone di un mosaico digitale delle opere di tutti gli artisti, come proposto da altrettanti musei AMACI, invece di utilizzare la tradizionale immagine guida creata da un artista. Siamo entusiasti di continuare questa tradizione annuale dal 2008.A cura di Cristina Madini Artisti: Janice Alamanou, Cecilia Álvarez, Alessandro Angeletti, Annabelle Art Gallery, Brian Avadka Colez, Ivana Bachová, Heike Baltruweit, Nicola Barth, Federico Campanale, Lidia Chaplin, Lord Nicolaus Dinter, Bogdan Dyulgerov, Noemi Galavotti, Michael Jiliak, Robert Kalin, Alexandra Kapogianni-Beth, Monika Blanka Katterwe, Alan Lacke Cairo, Rosana Largo Rodríguez, Fiona Livingstone, Christina Mitterhuber, Amanda Narain, Eve Neeracher, Roanne O’Donnell, Britta Ortiz, Ann Palmer, Marika Pentikäinen, Gerhard Petzl, Steffi Pieters, Ludwika Pilat, Sal Ponce Enrile, Rebz, Belle Roth, Connie García Sainz, Greta Schnall, Taka & Megu, Nancy van Wichelen, Stéphane Vereecken, Andre Visser, Marja-Riitta Vuorela, Renate WestAnche quest’anno la Giornata del Contemporaneo si avvale del sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT, della collaborazione della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del MAECI e del patrocinio di Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Camera dei Deputati, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, UPI – Unione Province d’Italia, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e ICOM Italia. Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Camera dei Deputati, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, UPI – Unione Province d’Italia, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e ICOM Italia. https://www.instagram.com/rossocinabro_gallery/?hl=it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di formazione sul trattamento cognitivo-comportamentale del Disturbo Depressivo Maggiore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

Sabato 12 e Domenica 13 dicembre 2020 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 Workshop sulTrattamento Cognitivo-Comportamentale del Disturbo Depressivo Maggiore Condotto dalla Dott.ssa Mariangela Ferrone. Al termine del workshop verrà rilasciato un attestato di partecipazione che verrà inviato via e-mail. Questo workshop fornirà ai partecipanti conoscenze, competenze e strumenti per trattare adeguatamente e completamente il Disturbo Depressivo Maggiore. Centrale sarà il trattamento, rispetto al quale verranno illustrati i singoli passi e, nel dettaglio, le tecniche per intervenire prima da un punto di vista comportamentale e poi cognitivo, per poi passare agli interventi di terza onda della terapia cognitivo-comportamentale per prevenire la ricaduta.L’Istituto Beck, sin dalla sua nascita, si occupa di disturbi dell’umore e del loro trattamento seguendo l’impostazione cognitivo-comportamentale, integrandola con gli approcci di terza onda. Il Prof. Aaron T. Beck, padre della terapia cognitiva, negli anni ’60 diede una spinta importante e innovativa allo studio della depressione sottolineando la centralità di quella che lui stesso ha chiamato “Triade Cognitiva” della depressione.Scegliere di frequentare questo workshop significa apprendere come il Disturbo Depressivo Maggiore si basi sul concetto di “perdita” e su una visione pessimistica di sé, del mondo e del futuro e di come il circolo vizioso che mantiene il disturbo meriti un intervento specifico e mirato per giungere al benessere del paziente.Nel corso delle 16 ore di formazione, oltre alla focalizzazione sugli aspetti sia teorici che pratici, verrà posta particolare attenzione alla parte esperienziale e di condivisione di casi clinici. Verranno inoltre forniti sia il materiale didattico presentato durante il workshop che gli strumenti da usare in terapia.Per informazioni e iscrizioni scrivici una mail all’indirizzo: formazione@istitutobeck.it,

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »