Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 25

Pandemia e Aduc. Ce la faremo? Se siamo necessari…

Posted by fidest press agency su domenica, 6 dicembre 2020

Ci scrive Vincenzo Donvito, presidente dell’Aduc: “Un’associazione come la nostra, basata sul volontariato e che per scelta non percepisce finanziamenti pubblici e pubblicità sui nostri media, vive alla giornata. Esiste perché necessaria per un progetto. É un’associazione fatta di persone, senza le quali non sarebbe possibile niente. E queste persone si dedicano molto, “rubando” tempo alle proprie professionalità, ai propri amori, ché consapevoli che quanto fatto in Aduc potrebbe servire anche a far stare meglio la propria intimità. In Aduc siamo liberi e dediti al bene pubblico, agli altri… e senza martiri. E per questo ne paghiamo lo scotto. Ché, per esempio, decidere di non prendere soldi dallo Stato o di non far parte dei Comitati di associazioni di consumatori presso il ministero dello Sviluppo Economico (Cncu), comporta scontate difficoltà economiche e la quasi impossibilità di partecipare ai processi formativi istituzionali delle norme e delle leggi. Se per norme e leggi siamo riusciti talvolta ad essere presenti ed interpellati, ciò è accaduto non per un nostro diritto di regime, ma perché singoli esponenti di diverse forze politico-isituzionali hanno ritenuto opportuno consultarci. Ed è bene ricordare, anche grazie alla “forza” che abbiamo acquisito nell’esser fuori dai benefit delle istituzioni, quello che è accaduto, in modo più istituzionale, in due legislature parlamentari di diversi fa dove, prima alla Camera dei Deputati e poi al Senato, una nostra esponente è stata eletta. Ebbene, questa Aduc oggi si pone la domanda che abbiamo dato a questo nostro editoriale: Pandemia e Aduc. Ce la faremo? Oggi sono poco più di 130.000 gli iscritti all’associazione. Pochissimi se pensiamo ai compiti che ci siamo prefissi e quanto, ad un numero del genere, possa corrispondere un gettito finanziario. La pandemia ha colpito ovviamente anche noi. Le preoccupazioni dei consumatori sono giustamente più concentrate sul cosiddetto “pane quotidiano” che non a cercare di non farsi fregare o mettere i piedi in testa dall’arroganza di autorità pubbliche e di aziende private. Quindi in molti meno hanno sentito bisogno dei servizi che offriamo. Abbiamo per questo bisogno di una mano con un obiettivo: almeno 1.000.000 di iscritti entro un paio d’anni. Tantissimi. E senza escludere che, epidemia o meno, non si sia costretti a venire meno prima. Ma proprio perché abbiamo questo obiettivo, anche i momenti più drammatici (come quello di questi mesi) non ci devono far desistere dall’obiettivo. Un milione di iscritti per Aduc non significa potere, ma maggiori possibilità e speranze per coloro che avranno contribuito a dar forza e ragione ad un servizio che, da liberi a liberi, entri nel proprio quotidiano. (n.r. Sicuramente è poca cosa ma intendiamo lo stesso solidarizzare con questo appello testimoniando il ruolo insostituibile dell’Aduc nella nostra comunicazione giornalistica con decenni di rilanci delle sue note informative, i suoi interventi, le sue indicazioni a sostegno di quanti rivendicano un diritto, subiscono un arbitrio e segnalano il silenzio delle istituzioni per le legittime attese dei cittadini. Ci auguriamo, sinceramente, che i suoi iscritti siano i primi a stimolare i loro amici e conoscenti per rinforzare la squadra Aduc e a dimostrarne tutto il loro affetto per chi si offre per un servizio prezioso pagandone lo scotto per l’essere indipendente dalle centrali del potere pubblico e privato. E noi ne sappiamo qualcosa perché, come loro, siamo lontani dal farci governare se non da noi stessi.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: