Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 22 dicembre 2020

Natale insieme sui canali social del Parco Archeologico di Ercolano

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Ercolano guida ufficiale 2019-obbligo di citare l’autore in ogni utilizzo

Abbiamo mutato le nostre abitudini e dovuto rinunciare a frequentare per mesi i luoghi della cultura. Una delle buone sorprese di quest’anno è stato scoprire quanto i valori culturali siano presenti e tendano ad espandersi andando a coprire i vuoti e i cambiamenti nell’uso del tempo attraverso i mezzi digitali. Pur nella difficoltà di una rimodulazione della vita, della fruizione della cultura e dell’istruzione è stato ugualmente un anno vissuto intensamente in ogni suo giorno. L’intero staff del Parco Archeologico di Ercolano si è rimboccato le maniche, trasponendo i contenuti dalla concretezza delle domus, delle strade del Parco, alla grande rete virtuale che in questo periodo ha supportato i contatti, la comunicazione, la fruizione. I risultati non hanno tardato ad arrivare, la curva della crescita delle interazioni, dei follower, degli appassionati che hanno potuto soddisfare la propria sete di cultura grazie alla rete, è in ascesa continua. Non si è trattato di un riversamento di visitatori fisici a visitatori virtuali, ma ha costituito un arricchimento notevole della conoscenza del Parco attraverso la rete: la copertura organica non sponsorizzata social oramai raggiunge quasi mensilmente due terzi del numero di visitatori fisici che in un anno si recano al Parco. Il nuovo ruolo svolto dai social è quello di aver creato una vera e propria piazza virtuale dove i visitatori frequentano i canali non solo per fruire dei contenuti ma anche per intervenire, incontrarsi, scambiare idee ed opinioni.Una settimana cadenzata tra appuntamenti e novità. Tra i format oramai consolidati ci sono i mercoledì dei Lapilli del Parco Archeologico di Ercolano, che continuano a crescere, con un appuntamento oramai atteso dalla community – clip più viste della serie quelle sui Fornici e quella sui Legni, con circa 300.000 impression ciascuna, con un tasso di crescita del numero complessivo di impression dei video che è del 127% solo nel terzo trimestre 2020.Piacciono anche i close up digital edition, trasposizione in digitale delle passeggiate ai cantieri di restauro e manutenzione dell’area archeologica e tra le novità il nuovo format “scegli tu”, dove si fa scegliere ai visitatori cosa vogliono che gli si presenti: La signora degli anelli, con un singolo post non sponsorizzato, in pochi giorni supera le 90.000 persone, ma soprattutto oltre 10.000 hanno deciso di interagire, lasciando un like o un commento o inoltrando il post.I riconoscimenti sono giunti numerosi: è recente la pubblicazione della Lonely Planet della classifica delle nove città perdute più affascinanti del mondo ed Ercolano è l’unica italiana presente. (Ercolano copyright beni culturali)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Natale degli Uffizi con una mostra virtuale e due video speciali

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Sul sito delle Gallerie degli Uffizi dal 23 dicembre una ipervisione dedicata al celebre Trittico Portinari con l’Adorazione dei Pastori del fiammingo Hugo van der Goes; il 24 su Facebook video della Vigilia sulla Natività di Gherardo delle Notti, e il 25 sempre su Facebook lo ‘Speciale Natale’ dedicato ai bambini. Il direttore Eike Schmidt: “Gli Uffizi offrono tre doni virtuali per trovarci insieme ai nostri cari anche a distanza, nel nome dell’arte” la mostra virtuale analizza lo spettacolare Trittico Portinari di Hugo van der Goes, il capolavoro del Rinascimento che è uno dei vanti delle Gallerie degli Uffizi. Sul sito web si offre ai visitatori l’opportunità di uno sguardo ravvicinatissimo su tutti i particolari che lo compongono e sulla raffinata tecnica pittorica con la quale fu realizzato. Costituito da una tavola centrale con l’Adorazione dei pastori e due sportelli laterali raffiguranti i committenti accompagnati dai loro santi protettori, il gigantesco trittico fu dipinto nelle Fiandre tra 1473 e 1478 da Hugo van der Goes su commissione di Tommaso di Folco Portinari (1428-1501), banchiere fiorentino agente del Banco Mediceo a Bruges e influente consigliere presso la corte borgognona. Il trittico venne poi spedito a Firenze dove giunse, dopo un avventuroso tragitto via mare e via fiume, il 28 maggio 1483 per essere esposto nella chiesa di Sant’Egidio annessa allo Spedale di Santa Maria Nuova. E fu un evento per l’arte fiorentina: l’opera d’arte fiamminga più imponente esposta in città, suscitò subito enorme curiosità ed ammirazione. Artisti come Filippino Lippi, Domenico Ghirlandaio, Luca Signorelli e Leonardo da Vinci restarono fortemente impressionati dagli effetti brillanti della tecnica ad olio e dal realismo rivoluzionario della raffigurazione. Coordinato e curato da Cristina Gnoni Mavarelli, storica dell’arte e curatrice delle Gallerie degli Uffizi, il percorso virtuale è strutturato in sezioni che illustrano con ampiezza di dettagli la storia, i protagonisti dell’opera e la sua complessa iconografia. Ma non solo: la moda e i costumi straordinari dei personaggi sono spiegati dalla conservatrice del Museo del Tessuto di Prato Daniela Degli Innocenti, e i sontuosi gioielli indossati dai membri della famiglia Portinari e dagli angeli, vengono interpretati dalla storica dell’arte Silvia Malaguzzi.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Top of the Pid: nuova vittoria made in Fvg

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Un’altra vittoria per un’impresa friulana al Top of the Pid, premio voluto da Unioncamere e promosso con i Punti Impresa Digitale (Pid) delle Cciaa sul territorio che mira a mettere in luce le imprese innovative e i loro percorsi digitali, in grado di favorire la ripartenza nello scenario post-covid. Questa volta, agli inizi di dicembre, uno dei premi è andato a Emalab, impresa pordenonese guidata da Alessio Bottos ed Emanuele Flumian, specializzata nella comunicazione digitale. Edè proprio un originale strumento di comunicazione digitale, che prende il nome di Bippo, il progetto che ha consentito a Emalab di ricevere il prestigioso riconoscimento nazionale. Bippo, spiegano i fondatori e ideatori, ha l’ambizioso intento di creare un nuovo canale di comunicazione sfruttando la tecnologia di prossimità. Bippo è un sistema integrato che riesce a “far parlare” le cose. Consente infatti di ricevere notifiche per accedere a contenuti multimediali nelle città e nei musei, per esempio, ed è anche stato studiato per essere pienamente accessibile da persone non vedenti o ipovedenti. Bippo può diventare utilissimo anche nel privato, per i negozi, innanzitutto, che attraverso esso possono inviare ai propri clienti e frequentatori informazioni aggiuntive, promozioni e sconti quando questi si trovano nei pressi della sede. Per sapere tutto di bippo basta andare su http://www.bippo.it.Assieme a Bippo di Emalab, hanno ricevuto il premio da Roma anche tanti sei altri progetti innovativi da tutta Italia, tra cui una piattaforma per il trattamento e la riabilitazione della dislessia da utilizzare in qualsiasi luogo e un’App per l’economia circolare che aiuta l’incontro tra chi ha necessità di spedire merci con chi le trasporta.Questa edizione del premio Top of the Pid è stata dedicata come detto al “Re-Start”. Le categorie in lizza erano: circular economy; manifattura intelligente e avanzata; sociale; servizi, commercio, distribuzione e turismo; nuovi modelli di business 4.0. Ad altre cinque imprese sono state conferite delle menzioni speciali. Quattro premi sono andati a aziende del Nord, due premi al Mezzogiorno e uno al Centro. I vincitori sono stati selezionati tra oltre 110 candidature presentate dalle imprese che hanno utilizzato almeno uno dei tanti servizi offerti dai PID. “Servizi, Commercio, Distribuzione e Turismo” è stata la categoria più gettonata dai partecipanti, ma anche “Nuovi Modelli di Business 4.0” e “Manifattura intelligente ed avanzata” (robot) hanno ricevuto numerose candidature.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: La scuola è un luogo sicuro

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Roma. E` questo il messaggio emerso durante la conferenza stampa, tenuta presso l`aula magna dell`IC `Regina Elena` di Roma, in cui sono stati presentati i risultati del progetto `A tutela dello studente, per una scuola sicura` promosso dalla Societa` italiana di pediatria, l`Ospedale pediatrico Bambino Gesu`, l`Istituto di Ortofonologia e la Fondazione Mite. Un progetto pilota per avere dati certi sulla reale pericolosita` di diffusione all`interno degli istituti scolastici del Covid-19 attraverso la somministrazione di test diagnostici salivari e test da campione ematico a tutti gli studenti, i professori e il personale Ata. Presenti durante la conferenza Alberto Villani, presidente della societa` italiana di pediatria, che ha voluto sottolineare come questo progetto abbia rappresentato “un`occasione unica, un lavoro storico che ci ha permesso di dimostrare quello che sta veramente accadendo nella scuola”. L`indagine ha coinvolto due plessi scolastici per un totale di 1262 soggetti, 1094 studenti, 141 insegnanti e 27 addetti del personale: piu` del 96% del totale, “un`adesione plebiscitaria”, ha commentato Villani. Gli screening si sono svolti a inizio settembre e poi sono proseguiti a cadenza mensile. Nel primo round sono stati testati 1099 campioni e solo un soggetto e` risultato positivo, nel secondo a fronte di 1075 solo 7 sono risultati positivi e nel terzo, su 1257 test, solo 3 studenti sono risultati positivi. In totale, quindi, 16 alunni distribuiti in 14 classi differenti. “Proseguiremo lo studio- ha concluso Villani- i pediatri sono stati sempre convinti dell`importanza della scuola in presenza, ma era importante accertare che la scuola fosse un luogo sicuro.E questa ricerca lo dimostra”. Alla conferenza ha preso parte Federico Carlo Perno, responsabile di microbiologia dell`Ospedale pediatrico Bambino Gesu`, che ha sottolineato il senso dell`iniziativa: “Volevamo dimostrare che nelle scuole non si propaga il virus e quello che abbiamo visto e` che il tasso di presenza del virus nelle scuole che abbiamo testato e` un tasso piu` basso della media nazionale, non cresce nel tempo e soprattutto la scuola non e` causa di focolai. I ragazzi si infettano fuori. Oggi abbiamo l`evidenza che una scuola che segue le regole ed e` monitorata, non e` veicolo del virus ma se mai e` un luogo protetto- ha concluso Perno- Questi risultati servono anche per aiutare a fare le scelte sulla base di dati reali”. Presente anche Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, che ha ricordato una scadenza importante:”Il 7 gennaio dobbiamo tornare tutti a scuola. Sempre se saremo abbastanza prudenti durante le vacanze di Natale. La scuola deve tornare a essere un imperativo culturale sociale ed economico di questo Paese. È vero che il rischio zero non esiste, ma a scuola c`e` un rischio controllato. Un rischio accettabile”. Un rischio che i dati della ricerca condotta con il progetto `A tutela dello studente, per una scuola sicura` mettono nero su bianco. A predere la parola anche Federico Bianchi di Castelbianco, psicoterapeuta e direttore dell`Istituto di Ortofonologia che ha sottolineato come “con le scuole aperte bambini, docenti e genitori sono tornati a sorridere. Le scuole chiuse creano problemi enormi e non abbiamo neanche idea di quanto pagheremo se dovessimo richiuderle”. A chiudere la conferenza stampa Rossella Sonnino, dirigente scolastica dell`IC `Regina Elena` di Roma; Isabella Tamburrini, responsabile Covid della scuola e Daniela Sabelli, presidente del Consiglio d`Istituto che hanno sottolineato quanto sia necessaria la collaborazione tra le componenti della comunita` scolastica e quanto il progetto pilota abbia aiutato tutti a sentirsi piu` sicuri. “Siamo riusciti a fare un intervento di screening e prevenzione- ha concluso la dirigente scolastica- Quella prevenzione primaria che in un momento come questo legato alla pandemia e` estremamente importante”.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campidoglio, Roma Capitale e giovani imprenditori

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, e il presidente del gruppo giovani imprenditori di Unindustria, Giulio Natalizia, hanno firmato una lettera di intenti finalizzata alla collaborazione tra le parti per promuovere il rilancio delle attività produttive ed economiche a Roma. L’obiettivo è quello di creare ulteriori opportunità per le nuove generazioni, attraverso la condivisione di proposte e l’individuazione di nuove modalità di sostegno all’imprenditoria, progetti di educazione finanziaria e diffusione della cultura di impresa.“La lettera di intenti che abbiamo firmato conferma e rende ancora più solida la collaborazione già avviata con il gruppo dei giovani di Unindustria. Il ruolo delle imprese è di fondamentale importanza per rilanciare Roma, per offrire nuove opportunità lavorative, soprattutto dopo l’emergenza sanitaria. Il lavoro deve essere la priorità. In questo senso, la sinergia tra pubblico e privato è essenziale. E’ necessario mettere in campo tutte le forze che abbiamo, per tutelare e valorizzare il nostro prezioso tessuto economico”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.Al fine di raggiungere gli obiettivi, è prevista la costituzione di un tavolo tecnico che si riunirà periodicamente almeno quattro volte l’anno e che si occuperà dell’analisi dei fabbisogni economico-territoriali, riguardanti specificatamente le giovani generazioni, dell’elaborazione di proposte di sviluppo e miglioramento, dell’organizzazione e della promozione di iniziative strategiche ed eventi che potranno valorizzare le proposte di sviluppo e le iniziative.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce “Granaio Italia” per il monitoraggio dei cereali

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

In Commissione Bilancio, nell’ambito della discussione sulla Manovra a Montecitorio, è stata approvata un’importante novità per la filiera cerealicola. Allo scopo di consentire un accurato monitoraggio delle produzioni cerealicole presenti sul territorio nazionale, chiunque detenga cereali e farine di cereali è tenuto a registrare tutte le operazioni di carico e scarico, se la quantità del singolo prodotto supera le 5 tonnellate annue, in un apposito registro telematico istituito sul SIAN, il portale del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Le operazioni di carico e scarico per vendita o trasformazione di cereali e sfarinati a base di cereali, di provenienza nazionale e unionale ovvero importate da Paesi terzi, devono essere registrati sul SIAN entro sette giorni lavorativi. Per il conseguimento di questo obiettivo viene stanziato un milione di euroe sono contemplate, sin da ora, le eventuali sanzioni da comminare tramite Icqrf, l’Ispettorato repressione frodi. “La nascita di Granaio Italia rappresenta una giornata storica per la cerealicoltura italiana – dichiara il deputato Luciano Cillis (M5S), primo firmatario dell’emendamento.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manovra, mandato ai relatori. Melilli “Abbiamo scritto bella pagina di politica”

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

“Abbiamo scritto una bella pagina di politica. Non era né facile né scontato, dato il periodo e i tempi con cui siamo stati chiamati a lavorare a questa legge di Bilancio. Ci auguriamo di aver prodotto un lavoro che potrà aiutare il nostro Paese a superare questa crisi senza precedenti. Voglio ringraziare il Governo, i ministri, tutti i colleghi di maggioranza e opposizione che hanno collaborato, discusso e che si sono confrontati in questi giorni di intenso lavoro.” Con queste parole Fabio Melilli, presidente della commissione Bilancio alla Camera ha dato mandato ai relatori chiudendo l’ultima seduta di discussione in commissione della Legge di Bilancio che approda oggi in aula alle 9.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nessuna fuga di insegnanti al Sud. Anief: tanto rumore per nulla

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

In questi ultimi giorni si è parlato, anche a sproposito, della fuga al Sud dei professori, con scuole a rischio chiusura a seguito dei troppi permessi richiesti dai docenti il 19 dicembre per evitare, in vista delle festività natalizie e lo stop dell’attività didattica fino almeno al 6 gennaio, il possibile blocco degli spostamenti imposti dal Governo con l’ultimo Dpcm per evitare una nuova impennata di contagi da Covid19. Una richiesta dovuta alla confusione determinatasi dal succedersi delle norme e dal timore che lo spostamento tra le regioni potesse diventare problematico. Anief ritiene che lo spostamento territoriale dei docenti è un atto più che comprensibile, dovuto al timore di rimanere bloccati lontani dai loro affetti. Un diritto, quello al ricongiungimento della famiglia, che non si può certamente negare anche perché garantito costituzionalmente. Ma il problema andrebbe affrontato anche da un altro punto di vista: in particolare, quello di risalire alla motivazione che ha lasciato decine di migliaia di docenti a centinaia di chilometri dai propri cari. Una costrizione gratuita, derivante dalla Legge del 20 dicembre 2019, che diventa paradossale in presenza di posti vacanti e disponibili, ancora di più in piena emergenza epidemiologica.“Per questi motivi – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – abbiamo fatto presentare due emendamenti specifici alla Legge di Bilancio 2021per cancellare il vincolo dei cinque anni nel chiedere la mobilità territoriale. Lo abbiamo detto diverse volte: bisognava fare di tutto per evitare che i cittadini si debbano mettere in viaggio, proprio eliminando il problema alla fonte. Soprattutto in presenza di posti di lavoro vacanti e disponibili”.Sugli spostamenti pre-natalizi di un numero importante di docenti serve fare un po’ di chiarezza. “In verità – scrive oggi Orizzonte Scuola – l’insegnante che mantiene la residenza o il domicilio nella propria regione potrà spostarsi anche il 23 e 24 dicembre, senza restrizioni se non quelle sanitarie obbligatorie previste dalla regione in cui si rientra (come in Sicilia)”. Per quanto riguarda il versante didattico, bisognerebbe inoltre verificare caso per caso e quindi stilare una statistica di come l’assenza degli insegnanti potrà incidere sul percorso didattico.“Nella scuola primaria ad esempio – scrive ancora la rivista specializzata – è possibile che sia già configurato un “cambio” delle ore e quindi le attività di fatto risultano essere quelle di sempre. Così come è possibile che per quelle giornate fossero già programmate attività legate al Natale e dunque una progettualità che esula dalla normale “didattica”. Per non parlare delle scuole secondarie di II grado, dove è prassi utilizzare l’ultimo giorno di lezione per l’assemblea di istituto, da svolgere quest’anno a distanza ma non per questo meno importante dal punto di vista dei diritti degli studenti”. Anief ricorda che il vulnus risiede principalmente nell’insensibilità del legislatore e ministero dell’Istruzione verso decine di migliaia di dipendenti della scuola assunti nei ruoli dello Stato a centinaia di chilometri dalle loro famiglie. Qualora gli emendamenti Anief per superare il problema non siano approvati nella Legge di Bilancio, ci rivolgeremo ancora con più vigore in tribunale, con ricorsi ad hoc, perché il diritto al ricongiungimento non venga meno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge bilancio: Sostegno all’agricoltura e all’allevamento italiano

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Sono stati approvati gli emendamenti che destinano oltre i 70 milioni di euro ai ristori per le aziende agricole danneggiate dalle avversità atmosferiche e fitosanitarie, a valere sul fondo di solidarietà nazionale, nonché stanziano 10 milioni di euro per il fondo per la tutela e il rilancio della filiera apistica, brassicola, della canapa e della frutta a guscio. Altri 10 milioni sono destinati al fondo suinicolo per contributi a fondo perduto destinati alla realizzazione di progetti finalizzati a migliorare la misurabilità e l’accrescimento delle condizioni di sostenibilità nelle aziende zootecniche, di produzione e trasformazione della carne a cui si aggiunge la rideterminazione delle percentuali di compensazione IVA per le cessioni di animali vivi, bovini e suini. Ulteriori 10 milioni di euro vengono stanziati per lo stoccaggio privato dei vini DOC, DOCG e IGT certificati o atti a divenire tali e detenuti in impianti ubicati sul territorio nazionale per sostenere la ripresa del settore vitivinicolo di qualità mentre 5 milioni di euro sono destinati al credito di imposta per chi aderisce alle “strade del vino” per la realizzazione di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico. Per la ricomposizione fondiaria, vengono previsti 1,5 milioni di euro per sostenere le spese degli atti di trasferimento di terreni e pertinenze sotto i 5.000 euro. “Non solo meri ristori ma anche e soprattutto interventi che mirano a investimenti, pianificazione e programmazione per il sostegno e il rilancio di alcuni comparti del settore primario che hanno necessità di progettare il post-epidemia Covid-19 – dichiara la deputata Chiara Gagnarli, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura a Montecitorio – È importante, infatti, dare finanziamenti concreti tesi alla creazione di valore aggiunto, che possano rendere le nostre imprese sempre più competitive sui mercati internazionali, attraverso l’innovazione e l’ammodernamento. Ringrazio le altre forze politiche per il lavoro svolto e il Sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate (M5S), per il suo contributo costante nel raggiungimento di questi rilevanti risultati per l’agricoltura e l’allevamento nazionali. Il nostro impegno continua – conclude Chiara Gagnarli (M5S) – e mi auguro giungano presto ulteriori novità per altri importanti settori, che non hanno fatto mancare il loro apporto durante questa drammatica epidemia”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi incentivi alla rottamazione auto

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Via libera all’emendamento che sblocca nella Legge di Bilancio gli aiuti alla rottamazione delle vecchie auto.“Si tratta di un segnale importante – spiega Nardi – perché va nelle direzione che abbiamo sempre auspicato: da una parte aiutare la lotta all’inquinamento atmosferico con misure che concretamente portino a sostituire i motori più vecchi e inquinanti con veicoli, termici, elettrici o ibridi plug-inn, che hanno emissioni molto inferiori. Dall’altra perché si tratta di sostenere un settore auto che ha pagato alti prezzi alla crisi economica innescata dalla pandemia, e sostenere l’auto in Italia significa sostenere attività che sia direttamente che indirettamente danno lavoro a migliaia di persone”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Più fondi per le scuole paritarie grazie anche a FDI”

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Grazie anche all’emendamento di Fratelli d’Italia a firma Frassinetti-Mollicone-Bucalo-Rampelli, le scuole paritarie, importanti centri di contrasto alla dispersione scolastica beneficeranno di ulteriori fondi. FDI è da sempre vicina alle scuole paritarie e in ogni provvedimento ha presentato atti a favore. Verranno finanziati quegli istituti che ospitano ragazzi diversamente abili e tutti quelli che nel 2021 dovranno garantire gli esami di stato in tempi di Covid. Le scuole paritarie, importanti centri di contrasto alla dispersione scolastica e di scelta educativa, necessitano di aiuti concreti.” Così i parlamentari di Fratelli d’Italia Paola Frassinetti, Federico Mollicone, Carmela Bucalo e Fabio Rampelli.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A scuola lezioni fino al 30 giugno?

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Il Governo intende proporre alle Regioni un allungamento del calendario scolastico motivandolo col recupero dei giorni trascorsi con la didattica a distanza ipotizzando lezioni con turni pomeridiani sino al 30 giugno 2021: lo si apprende da fonti governative, dopo l’incontro tenuto stamani tra le due parti. I dirigenti del sindacato Udir sono fermamente convinti che tutte le parti coinvolte dovrebbero essere consultate prima di intraprendere una decisione così importante, con ricadute rilevanti sulle operazioni di fine anno scolastico e sugli Esami di Stato.Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir, “se la volontà delle parti dovesse essere confermata, si tratterebbe di una procedura attuata senza confronto con le parti sociali, come se la Dad e la Didattica digitale integrata non fossero delle modalità didattiche. Sappiamo bene che le cose non stanno così”.Realizzare la Didattica a distanza significa fare scuola a tutti gli effetti: è una modalità organizzativa delle lezioni sicuramente alternativa, attraverso la quale gli studenti possono comunque proseguire il proprio iter formativo, con approcci diversi ed anche innovativi.I dirigenti scolastici hanno colto la sfida sin dallo scorso mese di marzo: hanno assicurato ed assicurano, nei momenti di chiusura delle attività in presenza, le opportunità per poter crescere culturalmente ai propri studenti organizzando on line il servizio scolastico, come anche i rapporti scuola famiglia.Udir ricorda che i dirigenti a capo degli istituti si sono adoperati, utilizzando tutti finanziamenti disponibili, affinché fossero offerti in comodato d’uso gli strumenti informatici a tutti coloro, in particolare gli studenti, che ne avevano bisogno. Si recupera in questo modo una prestazione non fornita o un servizio non offerto, per cui non ha alcun senso o fondamento giuridico parlare di un recupero delle prestazioni con l’allungamento del calendario scolastico: secondo il giovane sindacato dei dirigenti scolastici cosa vi sia da recuperare rimane un mistero tutto da scoprire.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, il Governo riformula emendamento alla Legge di Bilancio per avviare un concorso riservato

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Il Governo ha riformulato un emendamento alla Legge di Bilancio 2021 del Movimento Cinque Stelle che prevede un concorso riservato sul sostegno per gli specializzati con aggiornamento biennale delle graduatorie: ne dà notizia la stampa specializzata, specificando che a questo punto, se il testo dovesse essere incluso nel maxiemendamento alla stesso legge economica di fine anno, “il concorso riservato agli specializzati sul sostegno potrebbe vedere la luce”, dando quindi il la per “avviare una procedura straordinaria per gli insegnanti di sostegno su base regionale”. Il concorso riservato sarà dunque funzionale alla stabilizzazione dei docenti: nell’emendamento è specificato che “alle predette graduatorie si attinge, ai fini dell’immissione in ruolo, in caso di esaurimento delle corrispondenti graduatorie vigenti per le immissioni in ruolo e in esito alle procedure di cui al comma 17-ter”. La modifica prevede anche il finanziamento dell’operazione: “per l’organizzazione del concorso e l’espletamento delle predette procedure è autorizzata la spesa di 1 milione di euro per il 2021”. Comunque, è già stato previsto in Legge di Bilancio lo stanziamento di risorse necessarie per assumere 25 mila nuovi insegnanti di sostegno a partire dal prossimo anno scolastico. Anief ha quindi rivendicato l’adeguamento dell’organico di fatto all’organico di diritto delle cattedre di sostegno, l’incremento dell’organico di sostegno di ulteriori 25 mila unità, l’ammissione al TFA sostegno di coloro che sono risultati idonei alle precedenti procedure di selezione e di chi ha un “contratto a tempo determinato con almeno 36 mesi di servizio e indeterminato”, oltre che la stabilizzazione di migliaia di assistenti all’autonomia e alla comunicazione. Si consentirebbe, in tal modo, “l’accesso ai ruoli al personale precario che da anni presta servizio e al personale di ruolo che vuole presentare domanda di passaggio”. Un passaggio, quest’ultimo, che servirebbe anche a risolvere il problema della cattiva distribuzione dei posti messi a bando rispetto alle esigenze e alle richieste dei precari.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I talenti nelle scuole: Iniziativa della Lumsa

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Ormai quasi ogni docente o psicologo che lavora nelle scuole incontra bambini o un adolescenti con alto potenziale. I plusdotati non sono più casi isolati, rappresentano il 5% della popolazione studentesca (un minore per classe), eppure non è diffusa una formazione adeguata per i professionisti del settore: insegnanti e psicologi. “Il talento sembra ancora un tema ‘nuovo’ in Italia, mentre negli Stati Uniti si studia da oltre 100 anni. Da noi è sottovalutato, si pensa che chi abbia talento non abbia bisogno di aiuto, ma non è così. Esistono varie tipologie di talento e spesso la scuola può ostacolarle invece che farle fiorire”. Lo afferma senza giri di parole Maria Cinque, professoressa associata di Didattica e Psicologia Speciale dell’Università Lumsa e responsabile scientifico del master universitario di primo livello ‘Gifted. Didattica e psicopedagogia per gli alunni con alto potenziale cognitivo e plusdotazione’, promosso dalla Lumsa insieme agli esperti dell’Istituto di Ortofonologia (IdO). Questo corso, unico in Italia, è giunto già alla sua terza edizione ed è destinato a docenti, sia curriculari che di sostegno, delle scuole statali e paritarie; referenti per la disabilità e coordinatori del sostegno presso scuole statali e paritarie; dirigenti scolastici delle scuole statali e coordinatori didattici delle scuole statali e paritarie; psicologi che vogliano acquisire competenze di carattere psicopedagogico per lavorare nell’ambito della plusdotazione e della giftedness. Le nuove lezioni partiranno il 15 gennaio ed è ancora possibile iscriversi. Il master universitario si propone di fare acquisire ai corsisti un insieme strutturato di conoscenze, capacità e competenze in ambito didattico e psicopedagogico per l’alto potenziale cognitivo relativo alla Scuola dell’infanzia, alla Scuola primaria, alla Scuola secondaria di primo e di secondo grado. I docenti potranno pagarlo con la Carta docente. I partecipanti acquisiranno, inoltre, un’ampia e approfondita conoscenza delle caratteristiche dei minori ad alto potenziale intellettivo, e svilupperanno competenze nella progettazione di percorsi curricolari, attività didattiche e interventi di valorizzazione per alunni con alto potenziale. Inoltre i partecipanti avranno gli strumenti per implementare strategie atte a favorire il processo di crescita e di inclusione degli alunni plusdotati nel contesto scolastico, per valorizzare e investire sulle loro potenzialità, con particolare attenzione ai quadri twice-exceptional, ovvero quelle situazioni in cui l’alto potenziale si associa a disturbi di diverso genere (DSA, ADHD, Disturbo Oppositivo Provocatorio).

Posted in scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra: bonus per il risparmio idrico”

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

“È stato approvato il bonus idrico e questo significa che la mia proposta di una dotazione pari a 15 milioni per il 2021 adesso è certa. E’ una buona notizia perché permetterà di aiutare gli interventi per ridurre gli sprechi e così salvaguardare il nostro patrimonio idrico.” Così la presidente della commissione Ambiente della Camera dei deputati, Alessia Rotta, commenta il via libera all’emendamento che istituisce il Bonus idrico.”In particolare – spiega la presidente Rotta – ogni beneficiario potrà disporre di 1.000 euro con cui sostituire i vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto, e potrà acquistare e far installare nuova rubinetteria sanitaria, compresi soffioni doccia e colonna doccia, con apparecchi che limitano il flusso d’acqua”.”Si tratta – commenta Rotta – di una misura, fortemente voluta dalla commissione Ambiente, proprio perché serve a far sì che le famiglie italiane possano consumare meno acqua. Questo emendamento alla legge di Bilancio porterà due benefici: da una parte avremo bollette più basse e dall’altra, cosa ancor più importante, avremo un utilizzo inferiore dell’acqua potabile. Infatti il bonus prevede che i dispositivi di controllo del flusso di acqua abbiano una portata uguale o inferiore ai 6 litri al minuto mentre i soffioni doccia e colonna doccia debbano avere una portata di acqua uguale o inferiore ai 9 litri al minuto. Ultimo particolare, non di scarso rilievo, è che il bonus idrico non costituisce reddito imponibile del beneficiario e quindi non rileva ai fini del calcolo dell’Isee” conclude la presidente Rotta.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tamponi dai medici di famiglia, sindacati divisi. Il nodo è la sicurezza

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Tamponi dal medico di famiglia protagonisti anche nel decreto legge Ristori che si va ad approvare in Senato per poi passare alla Camera. L’incombenza prevista in convenzione nel 2021 non sarà più “gratis”. L’articolo 18 del decreto in fase di conversione destina ai medici di famiglia 30 milioni considerando un costo unitario di 15 euro a tampone antigenico per 2 milioni di tamponi ed elabora una tabella di riparto in cui include le Regioni a statuto speciale per la prima volta. Il successivo articolo 19 dispone che Mmg e pediatri sono tenuti a inserire nel sistema Ts ilreferto per ogni assistito, negativo o positivo, il domicilio se positivo e il relativo tracciamento dei contatti, nonché di ulteriori informazioni sulla sorveglianza epidemiologica, da individuare con successivo decreto del ministro della Salute. Il referto elettronico indipendentemente dall’esito dev’essere subito disponibile all’assistito leggendolo nel suo fascicolo sanitario elettronico, mentre il solo esito positivo deve essere leggibile dal servizio di Igiene Asl nella piattaforma nazionale.Le nuove norme, che dovrebbero dare impulso ai tamponi e saranno con ogni probabilità seguite da ulteriori emendamenti, arrivano in uno scenario in cui gran parte delle operazioni di esecuzione del test da parte del medico e del pediatra convenzionato, previste della convenzione del 30 ottobre scorso, non è ancora partita. Il problema è il no di una parte dei medici, di cui prende atto anche il parlamento nei lavori preparatori, il superlavoro in assistenza primaria e soprattutto la sentenza Tar, che toglie dalle priorità della medicina generale l’effettuazione dei tamponi domiciliari. A questo vanno aggiunti degli errori in fase di consegna dei dispositivi di protezione promessi nel contratto. Come indica un’indagine empirica del quotidiano la Stampa ad eseguire i test antigenici in studio risulta partita fin qui solo una parte minoritaria dei medici di famiglia, un 38%, e non i tre quarti prevedibili in base alla rappresentatività dei sindacati firmatari dell’accordo, Fimmg ed Intesa, che insieme fanno il 75% delle deleghe. C’è stato qualche “no” in sede di trattativa decentrata, ad esempio di Intesa in Lombardia. E i problemi si assommano. Nel Lazio la categoria denuncia la mancanza di guanti nei kit che la Protezione civile sta facendo pervenire alle Asl: non sarebbero previsti nella fornitura e i medici di famiglia hanno difficoltà a praticare i test. Il vicesegretario Fimmg, Pier Luigi Bartoletti, da Roma osserva come per comprare i tamponi per il singolo mmg adesso sia difficile: sarebbe stato meglio acquistare un grosso lotto con appalto pubblico. Nel Lazio all’esecuzione dei tamponi hanno aderito circa 1800 medici, il 40% del totale, e 421 pediatri, pari al 50%. In Veneto, l’obbligo per i mmg di eseguire i test sugli assistiti contatti stretti asintomatici di caso positivo è partito ai primi di novembre, hanno aderito però fin qui di fatto 54 su 100. Invece, in Liguria e Trentino, partite con il Veneto, le percentuali indicate dalle giunte al quotidiano la Stampa giungono al 91 e 100%! Al top anche la Val d’Aosta. In Emilia Romagna si scende al 55% ma al momento non sono avvenute distribuzioni di tamponi. «Né è stata fatta alcuna ricognizione delle disponibilità, dei carichi orari sostenibili da ciascun settore della medicina generale in relazione ai medici disponibili al netto delle situazioni di fragilità», dice il segretario Fimmg Fabio Vespa. Sempre in Emilia Romagna, lo Snami dice no all’arruolamento obbligatorio chiesto dalla regione: troppo alta l’età media di alcuni medici convolti, con possibili difficoltà di salute. Snami indica alla regione il sistema dei drive-in al posto degli studi e l’arruolamento anche di personale infermieristico.Alla campagna di screening su contatti stretti o soggetti sospetti, in Piemonte avrebbe aderito il 34%, ancora meno (25%) in Lombardia. L’asse adriatico-ionico che va dall’Abruzzo alla Basilicata passando per Molise e Puglia doveva ancora partire la scorsa settimana e così la Sardegna. A contribuire al ritardo e ad un ipotetico disagio dei decisori ad acquistare i lotti, più che la spaccatura tra i sindacati potrebbe aver contribuito la sentenza del Tar Lazio secondo cui il medico di famiglia non deve visitare a domicilio i malati Covid, e ci sono le Usca per quello. Sempre in Lazio, e sempre sull’ordinanza del 17 marzo scorso sulle Unità speciali di continuità assistenziale regionali (Uscar), anche Snami e i pediatri Cipe hanno ottenuto un successo con l’annullamento parziale della norma, là dove dà al Direttore generale della sanità regionale la discrezionalità di ‘valutare’ l’eventuale attivazione di queste “pattuglie” di medici e medici/infermieri. Per il Tar, la Regione avrebbe violato il decreto legge 14 del 7 marzo istitutivo all’articolo 8 che “non lascia alcun margine di discrezionalità operativa agli enti locali”. (By Mauro Miserendino fonte: Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Telemedicina. Le regole per visite, consulti, prenotazioni e ricette del Mmg

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Dopo le linee guida sull’erogazione dei servizi di telemedicina che equiparano le tariffe di visite e monitoraggi in remoto a quelle delle prestazioni in presenza, il Ministero della Salute pone all’attenzione delle regioni “Indicazioni nazionali” su cinque specifiche prestazioni: la televisita con medico e paziente collegati a distanza, il teleconsulto medico tra medici collegati, la teleconsulenza tra medico e sanitario o tra sanitari, la teleassistenza delle professioni sanitarie verso il paziente e la telerefertazione degli esami in remoto. Il documento non tratta invece di teleriabilitazione, telecertificazione e telemonitoraggio, rinviati ad altro “paper”, e mantiene la tariffa in remoto pari a quella in presenza. Inoltre, sconsiglia le prestazioni a distanza su pazienti acuti, cronici riacutizzati o fragili nonché su pazienti non ben trattabili a domicilio. È sempre il medico che esegue l’esame a valutare se effettuarlo in presenza o a distanza. E a prenotarlo. Le prestazioni – Già tariffata dal documento delle regioni di settembre, la televisita non può sostituire la visita in presenza, ma deve riferirsi a pazienti che hanno già una diagnosi e a quattro casi specifici: follow up di patologie croniche (ad esempio con piano assistenziale individuale-Pai); situazioni note in cui serva eventuale cambio di farmaco o di dosaggio; valutazione anamnestica per stadiare una patologia nota o sospetta; controllo di esiti di esami fatti. Si applica a visite ambulatoriali previa presentazione di ricetta medica ed eventuale esenzione, e consultoriali entro percorsi d’accesso definiti. A differenza della televisita, teleconsulto, teleconsulenza medico-sanitaria e teleassistenza non sono tariffati nel nomenclatore né hanno disciplina definita sul ticket. Con il teleconsulto il paziente può fruire di second opinion di specialisti, mentre la teleconsulenza (con paziente presente o meno) e la teleassistenza (con paziente sempre presente) possono richiedere la condivisione di dati clinici e referti tramite apps e preludono al corretto svolgimento di attività assistenziali a valle. La telerefertazione può seguire la telegestione di un esame a distanza e consiste nella relazione del medico o sanitario in un referto online (telereferto) dove si formalizza la telediagnosi del medico autenticata con firma digitale. Compiti del medico – La responsabilità del sanitario è identica a quella originata dalle prestazioni in presenza. Nel referto vanno apposti i nomi dei professionisti presenti all’esame. Il referto digitale va reso condivisibile, consultabile e trattabile ad altri sanitari. Il clinico dovrà poter comunicare con il paziente via sms, email criptate, videochiamata. Sono situazioni già sperimentate, dalle regioni come dai privati; in particolare nelle cronicità il documento cita esperienze quali: trasmissione elettrocardiogrammi a hub cardiologico per refertazione o second opinion; invio di parametri vitali da ambulanza a pronto soccorso; trasmissione di immagini da pronto soccorso a stroke unit; teleconsulti da casa e videochiamate tra operatori; televisite specialistiche da unità operative di differenti presìdi ospedalieri. Nel prescrivere la prestazione, il medico non dettaglia la modalità di erogazione, ma può aver necessità di specificare che essa sarà erogata a distanza nel campo delle note o del quesito diagnostico. A prenotare l’esame è sempre lo specialista che ha in carico il paziente una volta decisa la modalità di erogazione, in presenza o in remoto. L’adesione del paziente va preceduta da informativa che indica in cosa consista la prestazione, quale ne sia l’obiettivo, come s’intenda trattare i suoi dati, chi vi abbia accesso, chi siano titolare e responsabile del trattamento (strutture e professionisti con nomi e cognomi) e come rivolgervisi. Scenari – L’esito di una prestazione a distanza può indicare la stabilità della situazione, ovvero portare al ricovero del paziente, a richieste di approfondimento, a rinnovi di piano terapeutico, o a una riprogrammazione dell’esame in presenza per via di esito insoddisfacente. Le strutture sanitarie devono garantire che la strumentazione usata sia adeguata ed interoperabile, leggibile in altre strutture e regioni, e che il referto sia archiviato correttamente. Non è telemedicina il triage telefonico o a distanza che indirizza il paziente al percorso diagnostico o alla cura più idonei. La parola adesso passa alle regioni per l’approvazione. (By Mauro Miserendino fonte: Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scompenso cardiaco, ecco i sintomi precoci da non perdere

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

Chi viene ricoverato in ospedale con una diagnosi di scompenso cardiaco (Sc) potrebbe aver manifestato in passato sintomi precoci dell’incombente evento acuto che non sono stati tempestivamente riconosciuti dai medici, almeno secondo quanto conclude uno studio che ha messo a confronto tre coorti, ciascuna di oltre 26.000 pazienti ricoverati in ospedale per Sc di nuova diagnosi o stabile oppure per broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco).«Il numero di visite ambulatoriali, di ricoveri per altri motivi o la frequenza di accessi al pronto soccorso ha iniziato a salire costantemente durante l’anno precedente, molto più tra le persone che hanno successivamente ricevuto una diagnosi di Sc o Bpco» esordisce Kim Anderson, dell’ospedale Regina Elisabetta II di Halifax, Nuova Scozia , Canada, coautrice dell’articolo appena pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology: Heart Failure, precisando che l’incremento di prestazioni sanitarie è stato particolarmente marcato tra i pazienti con scompenso cardiaco rispetto a quelli con Bpco. «Molti soggetti che sviluppano gradualmente uno scompenso di cuore ricevono la diagnosi solo dopo un ricovero in ospedale e molteplici interazioni con il proprio sistema sanitario» scrivono gli autori, aggiungendo che un aumento della frequenza di contatti con i medici, dato un profilo di sintomi coerente, potrebbe essere considerato un vero e proprio avvertimento. «Gli attuali sistemi sanitari sono ben attrezzati per reagire in modo appropriato agli eventi acuti, ma sfortunatamente sono meno proattivi nell’identificare i sintomi che nel tempo possono portare a un ricovero in ospedale» riprende Anderson. E in un editoriale di commento Harlan Krumholz, della Yale School of Medicine, New Haven, Connecticut, commenta: «Questi risultati suggeriscono, specie ai medici di cure primarie e ai colleghi di pronto soccorso, che è necessario porre un sospetto di scompenso cardiaco ogni qual volta si presenta un paziente con sintomi come dispnea, affaticamento o con edemi agli atri inferiori». (fonte: Cardiologia33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Matrimonio egualitario in Svizzera

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

“L’approvazione in Svizzera della legge che estende l’accesso al matrimonio alle coppie formate da persone dello stesso sesso ribadisce, se mai ce ne fosse bisogno, il ritardo dell’Italia in tema di diritti civili”: lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Che prosegue: “Questa conquista è l’esito di un percorso parlamentare durato ben sette anni: segno che la strada dei diritti è in salita non solo in Italia. Tuttavia, la perseveranza di chi in Parlamento conduce queste battaglie permette di raggiungere, presto o tardi, l’obiettivo. Che la Svizzera, quindi, sia da modello per il Parlamento italiano, al quale ribadiamo l’urgenza di legiferare per la piena uguaglianza di tutte le coppie”, conclude.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutela dei centristorici e delle aree di pregio

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2020

“Il Governo non faccia il passo del gambero – ammonisce la presidente di Italia Nostra Ebe Giacometti appellandosi alle forze politiche in Parlamento – e tenga il punto fermo sulla norma recentemente approvata con l’emendamento della Sen. De Petris nel DL Semplificazioni. L’esecutivo respinga tali richieste poiché in gioco è il volto e il patrimonio dei centri storici del nostro Paese. Abbiamo avuto contezza del triste caso delle demolizioni dei villini di Roma ma anche di abbattimenti in altre città che hanno lasciato sfregi in tessuti storicamente rilevanti. Ora non si può permettere che questo drammatico fenomeno si replichi sull’intero territorio nazionale”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »