Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 28 dicembre 2020

Large winter storm set to sweep across southern Europe

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

Heavier snow will fall across the Alps and Dinaric Alps through midweek with 30-60 cm (1-2 feet) expected to be widespread. As much as 120 cm (4 feet) of snow can accumulate in the hardest-hit areas. AccuWeather Global Weather Center – December 28, 2020 – After Storm Bella walloped northwestern Europe this weekend, rain, snow and wind from the storm will sweep across southern Europe through the first half of the week.Heavy rain can threaten flooding across the Mediterranean while over a meter (about 3 feet) of snow can fall across the Alps. Even lower elevations in the Po Valley can have disruptive snowfall to start the week.”Another storm is set to impact southern Europe early this week, bringing multiple threats with it,” said AccuWeather Meteorologist Isaac Longley. The storm will first push a round of heavy snow and rain across the central and northern Mediterranean from Sunday night into Monday. Cold air in place in advance of the storm will lead to heavy snow across northern Italy, including in the Po Valley.As of Monday afternoon, local time, snowfall totals of around 10-20 cm (4-8 inches) have been reported around Milan, located in northern Italy just south of the Alps. In nearby mountains, snowfall totals quick rise to around 30 cm (12 inches) and greater in higher elevations. This will likely lead to dangerous travel conditions and possible road closures into Monday night.Snow even mixed down to sea level in Venice early on Monday morning. While lasting accumulations are not expected, there can be a brief slushy coating on elevated surface such as car tops.Snow is expected to end across much of the Po Valley by Monday afternoon, though temperatures below freezing Monday night can lead to continued icy conditions.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Nuovo Anno nel segno della Musica

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

Venerdì 1 gennaio 2021 alle ore 17.15, sarà trasmesso in streaming sul canale YouTube e sulle pagine social del Quid, l’evento «Concert-One, Live Online per Vendicare i Giorni Tristi», girato nei locali di Via Assisi 117, laddove il pizzaiolo e creativo Daniele Frontoni ha dato inizio alla sua personale Protesta Silenziosa, nata a seguito delle chiusure per emergenza Covid, di spazi dedicati alla ristorazione e cultura. Una protesta partita da Pizzeria Frontoni, che proseguirà sui canali del Quid e che, con l’arrivo del nuovo anno, cesserà il suo silenzio per dar voce agli artisti protagonisti della scena musicale indipendente. Frontoni condurrà il concerto insieme alla giovane attrice Agnese Lorenzini, amato volto della fiction Un Posto al Sole.Concert-One è il primo live del 2021 del Quid e vedrà sul palco le esibizioni di: Nannarao, Stefano D’Amico, Francesca Nunzi accompagnata da Marco Petriaggi alla chitarra, Sorry Wilson, Iesaino’ Band, Camilla Fascina e la cantautrice H.E.R.. Alle esibizioni musicali si aggiungono le speciali partecipazioni di Alessandro Meta, Lele Sarallo, Arturo Mariani, Riccardo Cotumaccio e Claudio Colica, per un evento che sia di buon auspicio per il Nuovo Anno.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vax Day, Gelli “Giornata storica, si raggiunga presto immunità di gregge”

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

“Quella di oggi è una giornata storica. Finalmente l’Europa ha dato il via alla campagna di vaccinazione contro il Covid. Diventa così concreta la possibilità di sconfiggere questo virus e lasciarci prossimamente alle spalle questi lunghi mesi di sacrifici e lutti. Si partirà dagli operatori sanitari e dalle fasce più fragili per poi estendere a tutta la popolazione la possibilità di conseguire l’immunità. Ora da parte del Governo ci vorrà la massima attenzione per far sì che non vi siano ritardi e che si riesca nel più breve tempo possibile a raggiungere la fatidica soglia dell’immunità di gregge. Altro compito delicato sarà poi quello di convincere e rassicurare la popolazione sulla sicurezza ed efficacia di questo vaccino.” E’ quanto scrive su facebook il presidente della Fondazione Italia In Salute Federico Gelli. Clara D’Acunto

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Veritas filia temporis

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

Il tempo è padre di tutto, non solo della verità. Esso è come un fiume, arriva sempre al mare. Machiavelli dai Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio scriveva sulla verità: “Come dimostrano tutti coloro che ragionano del vivere civile, e come ne è piena di esempi ogni istoria, è necessario, a chi dispone una repubblica e ordina leggi in quella, presupporre tutti gli uomini rei, e che gli abbiano sempre a usare la malignità dello animo loro, qualunque volta ne abbiano libera occasione; e quando alcuna malignità sta occulta un tempo, procede da una occulta cagione, che, per non si essere veduta esperienza del contrario non si conosce, ma la fa poi scoprire il tempo, il quale dicono essere padre d’ogni verità.” Oggi è più arduo che in passato calcolare il tempo necessario per far emergere la verità immersi come siamo in un calderone dove la verità è cotta a dovere tra fake news, mezze verità e illazioni di ogni genere. Non solo. La longa mano della disinformazione tende spesso il colpaccio nel volerci far digerire anche le menzogne propinatoci in altre vite e la sua arte tende sempre più ad affinarsi in una congerie di notizie che per la loro stessa natura diventano inverificabili. Così accade che dalla bocca del pedagogo possono sgorgare parole, sia pure espresse in buona fede, venate di falsità ma abilmente vestite con l’abito nuovo della verità. E questo diventa il male che tende a farci negare la realtà per quella che è come lo sono, oggigiorno, le pandemie confutate e i danni provocati all’ecosistema. Forse potremmo salvarci da questo oceano di fango che ci sta sommergendo se solo mettessimo a dimora il buon senso e la ragione per farci vedere le cose per quelle che sono e non per quelle che altri ci mostrano ingannevolmente. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salvataggio anti-Covid: Trump frena sul compromesso bipartisan e inguaia i repubblicani

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

By Domenico Maceri. “Perché fermarsi a 600 dollari a persona? Perché non 1000? Perché non 2 mila?” Con queste domande il senatore Rand Paul, repubblicano del Kentucky, esprimeva la sua opposizione al pacchetto di salvataggio per affrontare i disagi economici causati dalla pandemia. Il senatore Bernie Sanders, democratico socialista del Vermont, ha però giustamente risposto che Paul non si era preoccupato quando votò coi membri del suo partito per i massicci sgravi fiscali che hanno beneficiato gli ultraricchi.Il pacchetto approvato con voti bipartisan alla Camera (259 sì, 53 no) e al Senato (92 si, 6 no) spenderebbe 900 miliardi, offrendo 600 dollari per ogni adulto e bambino in famiglie con reddito inferiore a 75mila dollari annui, sussidi ai disoccupati, alle piccole imprese e fondi per il vaccino anti-Covid. Anche le scuole e gli ospedali riceverebbero sussidi e gli inquilini beneficerebbero di una moratoria sugli sfratti. Si tratta di un compromesso inadeguato, come ha ribadito Sanders, ma molto meglio di niente. In effetti, si è trattato di negoziati durati parecchi mesi e alla fine, con la spinta di Joe Biden, presidente eletto, si è arrivati al compromesso. Anche Donald Trump ci ha guadagnato poiché il pacchetto include 1,4 miliardi di dollari per continuare la costruzione del muro al confine col Messico.Ci guadagnerebbe anche Mitch McConnell politicamente poiché la nuova legge aiuterebbe i due candidati al Senato in Georgia, Kelly Loeffler e David Perdue, che stanno lottando per la loro rielezione la quale sarà decisa nel ballottaggio il 5 gennaio. Un’elezione importante poiché il suo esito potrebbe essere determinante per fissare la maggioranza al Senato. Trump era rimasto in grande misura fuori dalle negoziazioni delegando il compito al suo rappresentante Steve Mnuchin, ministro del Tesoro. Negli ultimi mesi l’attuale inquilino della Casa Bianca si è concentrato nell’elezione e dopo l’esito negativo del 3 novembre ha passato molto del suo tempo con denunce e pressioni politiche, cercando, senza successo, di ribaltare i risultati elettorali.Il pacchetto doveva arrivare alla sua scrivania e tutto faceva prevedere che lo avrebbe firmato. Inaspettatamente, però, come spesso fa, il 45esimo presidente ha cambiato idea. In un video rilasciato qualche giorno fa ha indicato che la legge consiste di “una vergogna” per le “spese inutili” ma allo stesso tempo ha indicato che 600 dollari per ogni adulto non sono sufficienti. Vuole che ogni americano riceva 2mila dollari. L’annuncio è stato subito accolto con entusiasmo da Nancy Pelosi, leader della maggioranza democratica alla Camera, e Chuck Schumer, leader della minoranza al Senato, dichiarando la loro disponibilità. Silenzio però dai repubblicani e da McConnell i quali avevano resistito, limitando i sussidi a 600 dollari. Trump non ha esplicitamente minacciato di imporre il suo veto ma lo ha dato ad intendere. Le due Camere avrebbero ampi margini per annullare il veto ma adesso con l’offerta di dare 2mila dollari, McConnell si trova nei guai dovendo lottare contro questa anomala “alleanza” fra Trump e i democratici.In Georgia, dove è in corso la campagna elettorale dei due seggi senatoriali, Perdue, uno dei due candidati repubblicani, aveva già fatto mandare in onda annunci televisivi in cui faceva riferimento allo stimolo e gli assegni che sarebbero ricevuti dai georgiani. Adesso tutto sembra falso. Inoltre, il fatto che invece dei 600 dollari Trump ha detto che la cifra doveva essere 2mila, mette in cattiva luce Perdue e Loeffler, l’altra candidata repubblicana. In effetti, Trump ha aiutato indirettamente i due candidati democratici Raphael Warnock e Jon Ossoff i quali favoriscono anche loro 2mila dollari di sussidi.McConnell aveva tacitamente approvato i tentativi di Trump di ribaltare l’esito elettorale ma il suo recente annuncio che il Collegio Elettorale si era espresso ed aveva scelto Biden non aveva fatto piacere al presidente uscente. Con la sua richiesta di aumentare il sussidio a 2mila dollari Trump ha voluto ricalcare il suo dispiacere verso il presidente del Senato e quei repubblicani che hanno alzato bandiera bianca nell’esito elettorale. Il presidente uscente ha inoltre attaccato McConnell direttamente asserendo che il senatore del Kentucky e altri sette suoi colleghi sono stati rieletti solo grazie al suo endorsement.McConnell e i repubblicani alla Camera Bassa si trovano nei guai dovendo affrontare il dilemma se procedere a annullare il probabile veto di Trump. Questi ha una storia poco chiara sulle sue imposizioni di veto. In alcuni casi ha minacciato e poi ha cambiato idea. Una possibilità sarebbe di usare il cosiddetto pocket-veto (veto in tasca), ossia di non agire per dieci giorni, alla conclusione dei quali la legge entrerebbe in vigore senza la sua firma. Ciò che preoccupa di più Trump però non è affatto lo stimolo né la pandemia in corso. L’attuale inquilino della Casa Bianca (per altre tre settimane) continua a dimostrare il suo narcisismo preoccupandosi per il suo futuro. La pandemia e i grossi problemi economici degli americani non sembrano interessarlo. Ha dato segnali che non sarà alla Casa Bianca il 20 gennaio, il giorno dell’inaugurazione di Biden. Trump ha proprio di questi giorni iniziato le sue vacanze natalizie nel suo resort a Mar-a-Lago, la sua residenza in Florida. Secondo alcuni, potrebbe passare lì le ultime tre settimane del suo mandato e non ritornare più alla Casa Bianca.Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

V-Day: infermieri sempre in prima linea

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

Claudia Alivernini, 29 anni, infermiera dello Spallanzani di Roma e volontaria nelle Uscar per curare a casa i pazienti fragili, è la prima vaccinata d’Italia contro COVID-19.Un simbolo importante per la professione infermieristica che è anche la prima come numero di contagi (oltre 50mila da inizio pandemia e sono aumentati, in media, di 300 al giorno) e per vicinanza agli ammalati per i quali rappresenta spesso l’unico contatto con il mondo esterno.Gli infermieri, assieme ai medici, sono i primi in tutto il Paese ad aver ricevuto il vaccino. Anche Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini degli infermieri (FNOPI, oltre 454mila iscritti) e direttore sociosanitario dell’ASST Nord Milano è tra questi in Lombardia, dove la scelta è di vaccinare per primi tutti i presidenti degli ordini degli infermieri e dei medici e alcuni personaggi rappresentativi della lotta a Covid-19.Mangiacavalli nella sua funzione non solo è sempre stata in prima linea nella pandemia e ha anche organizzato l’assistenza in una delle aree più colpite d’Italia e, tra queste, in una delle aziende sanitarie di riferimento sia per numero di contagi che per iniziative a favore dei cittadini.In tutta Italia gli infermieri sono stati e sono pronti a vaccinare e farsi vaccinare, da Nord a Sud.In molte Regioni le regole seguite hanno voluto proprio fossero i presidenti degli Ordini di infermieri e medici i primi a cui somministrare il vaccino nel V-Day.Solo per fare alcuni esempi, nella città simbolo soprattutto della prima fase della pandemia, Bergamo, la prima dose è stata riservata a Gianluca Solitro, presidente dell’Ordine provinciale degli infermieri. In generale, la Regione Lombardia ha stabilito che in ogni provincia fossero i presidenti degli Ordini dei medici e degli infermieri i primi a vaccinarsi. Seguendo questo criterio, a Brescia la prima volontaria è stata Stefania Pace, coordinatrice degli Ordini Infermieristici lombardi. Un altro coordinatore regionale, Luciano Clarizia, ha ricevuto la prima dose alle ore 9.40 alla sede regionale della Protezione civile a Palmanova, per il Friuli Venezia Giulia. In Liguria, è stato il San Martino di Genova il centro scelto per i primi vaccini a ospiti di Rsa e operatori sanitari: tra loro, a inaugurare la giornata come “paziente”, è stata la coordinatrice infermieristica Gloria Capriata.In Emilia Romagna il presidente della Regione Stefano Bonaccini, presidente anche della Conferenza delle Regioni, ha deciso di far vaccinare prima tutti gli infermieri che poi dovranno vaccinare tutti gli altri operatori sanitari e soggetti fragili previsti nella prima fase di somministrazione.In Toscana gli operatori saranno vaccinati tutti insieme in una rappresentanza professionale mista non solo di medici e infermieri.Anche a Napoli la prima vaccinata è un’infermiera: Flavia Acunzo, in servizio a tempo determinato al Cardarelli, ma laureata all’Università di Tor Vergata di Roma. In Abruzzo, il presidente dell’Ordine di Teramo, Cristian Pediconi, è stato impegnato come somministratore delle prime fiale vaccinali riservate alla regione e ai suoi colleghi infermieri e la prima vaccinata della Regione è un’infermiera dell’Asl di Teramo, Tiziana Ferreo. In Calabria, a Catanzaro, 11 infermieri del Policlinico Universitario Mater Domini e dell’ospedale “Pugliese” sono stati scelti per sottoporsi al nuovo vaccino.Restando al Sud, sono stati 7 gli infermieri selezionati al Policlinico di Bari per avviare la campagna vaccinale in Puglia, mentre in Sicilia si è partiti dall’Arnas Civico, per poi proseguire, nel pomeriggio, al presidio Pisani ASP, in una Rsa. In Sardegna, a Cagliari, Virginia Boi, referente per la preospedalizzazione al Brotzu, è stata la prima infermiera a ricevere l’immunizzazione nell’isola.In Basilicata il primo vaccinato è un infermiere del Pronto Soccorso del “San Carlo” di Potenza, Felice Arcamone

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccine Day: si celebra un successo della scienza e un impegno a non vanificarlo

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

“Siamo riuniti qui per solennizzare un cambio di passo nella lotta alla COVID-19, ma anche per esprimere tutta la nostra gratitudine verso le donne e gli uomini che ci hanno permesso di resistere alla pandemia: medici, infermieri, farmacisti, operatori sanitari e volontari, che in ospedale e nel territorio non hanno mai smesso di curare, assistere e confortare, anche a prezzo della loro vita. Ed è un omaggio a tutti coloro che hanno raggiunto un obiettivo impensabile: la realizzazione nell’arco di pochi mesi di un primo vaccino, cui ne seguiranno altri, tutti sicuri ed efficaci”. Così ha esordito il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani nel suo intervento al momento di avvio della Campagna di vaccinazione contro il coronavirus svoltasi oggi all’Auditorium dell’Ospedale San Gerardo di Monza.“Il mondo della ricerca e dell’industria ha fatto l’impossibile e ora sta al nostro Servizio sanitario, a noi professionisti della salute, a tutte le donne e gli uomini di questo Paese fare in modo che questo eccezionale risultato non vada disperso. Dobbiamo continuare ad agire con prudenza e responsabilità, affidandoci con fiducia alle regole della scienza e della solidarietà per superare questa fase e ricominciare a vivere pienamente le nostre vite” ha proseguito il presidente dei farmacisti italiani. “Ma abbiamo anche l’obbligo morale di trarre dalla pandemia gli insegnamenti che ci ha dato: riportare al centro dell’attenzione di tutti, dalla politica alla società civile, la tutela solidale della salute, che non è una spesa, ma un investimento nel nostro futuro e in quello dei nostri figli. Come ha detto Papa Francesco, peggio di questa crisi c’è solo il dramma di sprecarla, chiudendoci in noi stessi, e sono certo che nessuno ignorerà questo monito”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ritorno a scuola il 7 gennaio?

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

La ripresa delle lezioni dopo l’Epifania deve essere valutata a fondo. Secondo il presidente del giovane sindacato Anief, Marcello Pacifico, la decisione definitiva sulla tempistica del rientro in classe sarebbe meglio prenderla “verso il 4 gennaio, per poter verificare che c’è una condizione diversa” e migliore “rispetto a quando siamo stati costretti a chiudere le scuole”. Il sindacalista autonomo ha detto che “nonostante tutti gli sforzi, i protocolli di sicurezza attivati e le nuove norme tese a rispettare il distanziamento sui trasporti” va verificato per bene se non vi siano ancora rischi di contagio. Per ridurre gli assembramenti si potrebbero anche attuare “convenzioni con i taxi che devono essere attivati in diversi comuni, anche pensando alla necessità di estenderle agli n.c.c.”.Anche all’interno degli istituti scolastici bisogna cercare di “mantenere il distanziamento sociale durante le lezioni, perché con gli spazi ridotti e con i banchi monoposto non si risolve comunque il problema: è solo una soluzione tampone. Bisognerebbe ritrovare, invece, quel giusto rapporto tra alunni, personale docente e amministrativo, e scuole autonome che avevamo 12 anni fa. Abbiamo utilizzato la scuola come un bancomat e questo è il risultato. Per questo, bisogna innanzitutto investire, affrontando le sfide del Recovery plan”.Pacifico punta il dito, inoltre, sul “problema dei trasporti: le prime misure sono state portate avanti, ma non bastano. Bisogna estendere il coinvolgimento a tutti coloro che possono aggiungere dei trasporti per i nostri studenti in sicurezza”. Ecco per quale motivo, conclude il presidente Anief, “bisogna aggiornarsi ai primi giorni del nuovo anno, per capire se le famiglie italiane sono state virtuose e hanno rispettato le regole, nonostante i giorni di festa, il distanziamento sociale. O se invece bisogna ripartire anche nel nuovo anno con una curva del Covid ancora troppa alta”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Poteri e risorse per Roma Capitale

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

«Grazie alla determinazione di Fratelli d’Italia, la Camera ha approvato all’unanimità delle forze politiche l’ordine del giorno, a nostra prima firma, per chiedere poteri e risorse adeguati per Roma Capitale. Oggi il Parlamento e il Governo si assumono un impegno solenne per dare alla Città Eterna l’attenzione che attende da troppo tempo. Noi continueremo a vigilare e a lavorare in ogni sede affinché si raggiunga questo obiettivo storico nel più breve tempo possibile. Siamo orgogliosi di questo risultato e ogni italiano deve esserlo. Ogni Nazione degna di questo nome considera la sua Capitale il biglietto da visita da presentare al mondo ed è finalmente arrivato il momento, anche in Italia, di riconoscere a Roma lo status che merita». Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. L’ordine del giorno “impegna il governo: ad attivare in tempi immediati ogni misura necessaria a garantire il completamento del trasferimento dei poteri a Roma Capitale ai sensi delle disposizioni di cui all’articolo 24 della legge 5 maggio 2009, n. 42, e del decreto legislativo 17 settembre 2010, n. 156, destinando le risorse e i beni necessari per il miglioramento della qualità della vita e dei servizi e il raggiungimento degli standard delle altre capitali europee, anche con lo scopo di arrestare la fuga di alcune storiche filiere produttive cui si legano il suo equilibrio socio economico e la sua vocazione; a investire su infrastrutture materiali e immateriali capaci di moltiplicare particolarmente il Pil proveniente da turismo, commercio, terziario e adoperarsi, nell’ambito delle proprie competenze, affinché quota parte degli incassi generati dal patrimonio artistico e monumentale vengano destinati al bilancio della Capitale per finanziare i costi sostenuti dagli eccezionali afflussi esterni quotidiani che ne compromettono decoro, viabilità, trasporti, sicurezza;ad individuare le risorse per organizzare e promuovere eventi celebrativi del 150° anniversario della proclamazione di Roma Capitale d’Italia;ad attuare quanto prima un piano strategico per la realizzazione delle opere straordinarie per l’organizzazione e la realizzazione del Giubileo del 2025. Di particolare rilievo il punto 5, inizialmente bocciato dal governo ma poi oggetto di ripensansamento, che impegna il governo a individuare le risorse finanziarie per: potenziare i servizi di ordine pubblico e sicurezza per contrastare la criminalità organizzata, in special modo nelle aree periferiche; accelerare i processi di messa in sicurezza ed efficientamento energetico del patrimonio edilizio e affrontare l’emergenza abitativa incentivando la pratica della sostituzione edilizia nelle aree urbanisticamente degradate secondo una tendenza ormai diffusa nelle aree di bordo delle grandi città europee e occidentali; ad accelerare i processi di riforma della legge urbanistica e delle norme che regolamentano la trasformazione del territorio al fine di rianimare e ristrutturare i borghi e i piccoli comuni investendo su linee di trasporto di area vasta utili al decongestionamento delle aree metropolitane”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus, l’ambiente familiare è un importante luogo di trasmissione dell’infezione

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

Fino a quando gli individui con infezioni da Coronavirus sospette o confermate verranno indirizzati all’isolamento domiciliare, le famiglie resteranno un luogo significativo per la trasmissione dell’infezione. Queste, almeno, sono le conclusioni di una metanalisi pubblicata su Jama Network Open, primo firmatario Zachary Madewell del Dipartimento di Biostatistica, Università della Florida, Gainesville. «Gli ambienti interni affollati, come quelli familiari, con contatti e conversazioni ravvicinate e prolungate, sono luoghi ad alto rischio di trasmissione della sindrome respiratoria acuta grave da Coronavirus, che si diffonde attraverso il contatto diretto o indiretto tramite goccioline respiratorie infette» scrivono gli autori, che hanno voluto stimare il tasso di trasmissibilità secondaria dell’infezione nelle famiglie.La metanalisi è stata condotta includendo gli articoli con dati originali sulla stima del tasso di trasmissibilità domestica ed escludendo i case report centrati su singole famiglie e gli studi su contatti stretti che non riportavano la trasmissibilità tra i membri del nucleo familiare. A conti fatti sono stati identificati 54 studi con 77.758 partecipanti che hanno segnalato una trasmissione secondaria domestica. «Il tasso stimato è stato del 16,6%, superiore a quello di Sars-CoV e Mers-CoV, stimati rispettivamente nel 7,5% e nel 4,7%» riprende l’autore, aggiungendo che la percentuale di trasmissibilità all’interno del nucleo familiare aumenta al 18% in presenza di casi indice sintomatici rispetto agli asintomatici (0,7%). Il tasso di trasmissione secondaria sale anche in caso di contatti con persone adulte (28,3%) rispetto a quelli con figli (16,8%). «Questi dati suggeriscono che le famiglie sono importanti luoghi di trasmissione. Servono ulteriori studi per verificare l’efficacia di strategie preventive quali l’uso sistematico delle mascherine a casa, una migliore ventilazione, l’isolamento volontario presso strutture esterne e la profilassi antivirale mirata» conclude Madewell.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Economist this week: Our coverage of the coronavirus

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2020

The Economist’s best writing on the pandemic and its effects. The end of 2020 brings an opportunity to reflect on this once-in-a-century event, which will be remembered as a moment when everything changed. However, this is also a time to look forward and consider what to expect from year two of the pandemic. The basics may be the same, but vaccines and cheap, rapid tests should make a difference as the world continues to adapt to living with the virus. Certainly the next 12 months will see difficult political and public debates about who should be first to receive the vaccines and who can wait. We also invite you to read some of the stories that generated the most page views on our website and app during 2020. In our “By Invitation” series of articles Bill Gates predicted how future pandemics would be fought, while Nicholas Christakis explained why the latest coronavirus required a different response to previous ones. We described the anatomy of a killer virus in one of our first Briefings on covid-19, outlined how lockdowns would leave behind a “90% economy” and considered the real lessons from the approach to lockdowns in liberty-loving Sweden. If you have digital access as part of your subscription, do make sure you have activated it. This will enable you to read the digital version of the newspaper as well as all of our daily journalism, both now and throughout 2021. Zanny Minton Beddoes Editor-In-Chief

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »