Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Arriva Polycalendar, la prima creazione di Placed atoms

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 dicembre 2020

Nato come spin off di Giaco Whatever, Placed atoms propone ora una rivisitazione dei tradizionali calendari che, anziché contare i giorni passati, conta quelli che mancanoOgni anno ci auguriamo che il prossimo sia migliore del precedente (e mai come in questi giorni il sentimento è unanimemente condiviso), ma perché non renderlo anche innovativo e di design?L’idea è venuta a Placed atoms, spin off di Giaco Whatever, l’azienda nata dal canale YouTube di Giacomo Di Muro, punto di riferimento per i maker di tutto il mondo, che propone il Polycalendar. Si tratta di una interessante rivisitazione degli lo stendig calendar anni ’70, arricchiti con nuovi dettagli che fanno la differenza. Se un calendario tradizionale indica quotidianamente quanti giorni sono passati dall’inizio dell’anno, il Polycalendar consente ad un primo sguardo di sapere quanto tempo manca ad una determinata data. Dietro ogni pagina, inoltre, si nasconde una frase significativa, che spinge alla riflessione. Un countdown che, oltre ad essere molto utile, rappresenta un complemento di arredo ricercato e di design, che ben si sposa con gli arredi moderni, post-industriali o creativi, e in grado di dare quel tocco in più di grinta e personalità a quelli più classici. Obiettivo di Placed atoms è quello di lanciare ogni mese un oggetto innovativo, dalla linea accattivante e ricercata, ma sempre utile ed estremamente funzionale. Prodotti di facile utilizzo, in grado di agevolare la nostra quotidianità. Lo studio della creatività e della fattibilità sarà a cura del team di Giaco Whatever, lasciando a Placed atoms la gestione di tutto ciò che attiene la commercializzazione e la vendita.In aggiunta a questi lanci mensili, verranno, inoltre, presentati al pubblico anche prodotti più complessi, sotto il brand Placed atoms, by Giaco Whatever. Strumenti rivoluzionari, come sono stati il Maker Knife ed il Kinetic Driver, in grado di sorprendere i maker professionisti o amatoriali, che penseranno di non poterne più fare a meno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: