Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Scuola: Pacifico (Anief): “Valorizzare l’operato dei precari per la giusta stabilizzazione”

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 gennaio 2021

Si è tenuto un incontro online organizzato da Orizzonte Scuola Tv con i rappresentati dei sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda, Snals e Anief: si è discusso di ritorno in classe, contagi e vaccini, didattica a distanza, stipendi, reclutamento e precariato.Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief, è tornato a parlare dei temi, facendo il punto della situazione. Alla domanda se la scuola sia pronta per la riapertura il 7 gennaio, il leader dell’Anief ha affermato che non lo è, “perché non si è fatta un’indagine sulla diffusione del virus tra gli studenti e tra il personale come si era previsto quest’estate quando i casi di contagio erano il 3% di quelli registrati in questi giorni”. Continuando, Pacifico ha affermato che “bisogna intervenire e subito su autonomie scolastiche, plessi, classi e organici. Deve essere innalzato il rapporto alunni-personale scolastico e rendere prioritaria la vaccinazione volontaria di insegnanti, Ata, educatori”. Per quanto concerne gli organici, il sindacalista ha detto che è necessario “approfittare di questa emergenza per ripensare all’attribuzione degli organici in base alle esigenze del territorio, senza più ricorrere alla supplentite, per sbloccare i trasferimenti e non utilizzare più posti in deroga sul sostegno”.Sulla questione dei trasporti, Pacifico ha affermato che “bisogna intervenire con una cabina di regia tra forze produttive, enti locali, scuole autonome e parti sociali per rivedere il sistema. Non si possono decidere doppi turni senza coinvolgere tutti gli attori, a partire dai lavoratori”. Sulla scia di quest’ottica, il sindacalista autonomo ha detto che i test rapidi sono “fondamentali ma per tutti gli alunni come per tutto il personale. Lo avevamo chiesto il 17 dicembre scorso, tamponi obbligatori per tutti tra il 10 e il 20 gennaio per poter programmare istituto per istituto e non regione per regione le riaperture in sicurezza come sta avvenendo”.Per quanto riguarda poi il prolungamento del calendario scolastico al 30 giugno, il presidente Anief non si è detto d’accordo, poiché “un milione di insegnanti non sta scherzando ma facendo lezioni ogni giorno”.Pacifico ha poi affermato che “la didattica digitale deve integrare e non può sostituire la didattica in presenza, fermo restando la possibilità di tutti gli studenti e di tutto il personale scolastico di poter utilizzare gratuitamente e liberamente i mezzi informativi per non amplificare le divergenze sociali”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: