Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Archive for 15 gennaio 2021

Le date dell’edizione 2021 del Cous Cous Fest

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

San Vito Lo Capo (Trapani) Si svolgerà dal 17 al 26 settembre 2021 la prossima edizione del Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell’integrazione culturale. Organizzata dal Comune di San Vito Lo Capo e dall’agenzia di comunicazione Feedback, producer dell’evento, la manifestazione ha subito uno stop lo scorso anno a causa dell’emergenza Covid. Adesso si pensa a riprogrammare quello che è l’evento di punta del territorio ma anche uno dei maggiori eventi italiani del settore. La prossima edizione sarà nel segno del riconoscimento del cous cous quale Patrimonio culturale immateriale dell’Unesco, annunciata lo scorso dicembre. La candidatura del piatto maghrebino all’organizzazione delle Nazioni Unite è stata avanzata congiuntamente da 4 paesi africani: Algeria, Marocco, Mauritania e Tunisia. Il cous cous, per la prima volta, senza dispute sulla paternità di questo piatto comune alle culture dei paesi del Maghreb, ha fatto ritrovare la condivisione e l’armonia tra queste antiche civiltà dove “donne e uomini, giovani e anziani, si identificano in questo piatto considerato il simbolo del vivere insieme”, afferma il documento di candidatura Il cous cous, insomma, è riuscito ad abbattere i confini geografici, costruire ponti tra i popoli e avvicinarli tra loro attraverso le pratiche e le conoscenze che hanno in comune. La notizia è stata accolta con grande gioia dalla comunità sanvitese. Il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino, infatti, lo scorso anno aveva scritto sia all’Ente tunisino per il turismo che al Centro nazionale per la ricerca preistorica, antropologica e storica di Algeri, per sostenere la candidatura Unesco. “Questo riconoscimento mi riempie di gioia – afferma Peraino- perché il cous cous è un piatto storicamente legato a San Vito Lo Capo che fa parte, ormai da secoli, della tradizione gastronomica locale. Dal 1997 il Cous Cous Fest lo celebra a livello internazionale, tanto da essere diventato uno dei simboli di San Vito Lo Capo nel mondo. Il riconoscimento Unesco, che sottolinea la valenza culturale e di integrazione del cous cous, filosofia che da sempre anima il Cous Cous Fest, sarà lo spunto per l’edizione 2021, che mi auguro sia anche quella della ripartenza e della rinascita”. Maggiori informazioni sul sito http://www.couscousfest.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo: Rojc (Pd), uscire da incertezza con forze maggioranza

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

“Bisogna considerare seriamente l’appello del presidente Mattarella e uscire prima possibile da questa incertezza con l’apporto di tutte le forze di maggioranza, chiedendo all’opposizione una collaborazione costruttiva per salvare l’Italia. E’ inquietante e sinceramente inaccettabile sentire che una crisi bussa alle porte mentre in Parlamento stiamo decidendo di prorogare lo stato di emergenza nel Paese”. Così la senatrice Tatjana Rojc (Pd) mentre a Palazzo Madama è in corso la discussione sulle comunicazioni del ministro della Salute Roberto Speranza sulle nuove misure per contrastare l’epidemia di Coronavirus.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Levi (AIE): “Un buon Natale per il libro

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

“Le vendite a Natale sono andate bene e questo ci consente di sperare che il 2020 si chiuda sugli stessi livelli del 2019 per l’editoria di varia, ovvero romanzi, saggistica, libri per ragazzi nelle librerie, nei supermercati e negli store online – ha annunciato il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi –. Si tratta di un dato che conferma la ripresa del mercato del libro dopo il lockdown di marzo e aprile e che era già evidente nei numeri di luglio e settembre”. “Questi dati – continua Levi – dovranno essere analizzati in dettaglio. E lo faremo il 29 gennaio in occasione della Scuola per Librai Umberto ed Elisabetta Mauri. Fin da ora possiamo dire che a questo risultato positivo hanno contribuito, insieme all’impegno e al coraggio degli editori e delle librerie, che hanno continuato il loro lavoro anche quando non c’era visibilità sull’immediato futuro, le importanti misure a favore del libro assunte dal governo e dal parlamento e prontamente attuate dall’amministrazione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo con grande efficienza”. “Ci riferiamo al sostegno alla domanda tramite il rinnovo della 18App, agli acquisti speciali delle biblioteche, ai ristori concessi alle librerie e agli editori più colpiti dalla crisi, che hanno consentito loro di continuare a investire, alla scelta di considerare il libro come bene essenziale così da tenere aperte le librerie anche nei momenti più difficili, alla maggiore attenzione al tema della lettura, che rimane ancora una grande emergenza italiana”.“Il panorama a cui assistiamo è complesso – anticipa Levi –. Innanzitutto il dato positivo nasconde al suo interno performance molto diverse: il boom delle vendite online e la buona tenuta delle librerie di quartiere, ad esempio, si accompagna a una difficoltà delle librerie nei centri cittadini e nei centri commerciali e a quelle di catena. L’assenza di manifestazioni fieristiche ha privato alcuni editori di un importante canale di vendita e promozione. Alcuni settori, come l’editoria di arte e di turismo ma non solo, hanno subito grandissime perdite e tutti gli editori si trovano di fronte a sfide molto difficili”.“Inoltre – conclude Levi – le soddisfacenti performance del libro si accompagnano alle perduranti difficoltà di altri settori culturali, a cui siamo naturalmente vicini. Come abbiamo sempre detto, i consumi culturali crescono assieme e quindi un impoverimento complessivo è, per noi, un dato di preoccupazione. In conclusione, questi dati incoraggiano gli editori ad affrontare un 2021 che si preannuncia comunque non facile e che, ci auguriamo, vedrà ancora il governo e il parlamento a sostegno della cultura e della lettura in Italia, perché non c’è ripresa economica che non passi attraverso la conoscenza. Quindi scuola, scuola e ancora scuola. Il grandissimo lavoro degli editori a sostegno dell’istruzione nella scuola e nella università in questa difficile stagione segnata dalla didattica a distanza e lo straordinario successo in un anno complicato di #ioleggoperché, il progetto di AIE a favore delle biblioteche scolastiche, sono la migliore conferma del nostro impegno”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Aumentano i fondi per i comuni

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

“La Conferenza Stato – Città ed autonomie locali ha approvato, con notevole anticipo rispetto agli anni precedenti, lo schema di Decreto per il riparto del Fondo di solidarietà comunale per il 2021. È una buona notizia per i Comuni, infatti il testo attua le importanti novità recentemente introdotte dalla Legge di Bilancio per il 2021 e dalla Commissione per i fabbisogni standard (CTFS) per garantire che tutti i Comuni italiani siano in grado di finanziare il livello essenziale delle prestazioni (LEP) nelle funzioni fondamentali, come previsto dalla Costituzione.Dopo anni di tagli lineari, la Legge di Bilancio per il 2021 ha, infatti, confermato la volontà di un incremento delle risorse per i Comuni, già avviato lo scorso anno, inserendolo in una prospettiva di riequilibrio effettivo dei servizi offerti. Un lavoro, quello a sostengo dei Comuni, che stiamo portando avanti con convinzione da quando siamo al Governo del Paese.Le innovazioni più rilevanti riguardano il settore sociale per il quale la legge di Bilancio ha stanziato 216 milioni per il 2021, prevedendo un graduale aumento fino a raggiungere i 650 milioni nel 2029. I fondi aggiuntivi saranno ripartiti utilizzando i nuovi fabbisogni standard elaborati dalla CTFS che misurano le risorse necessarie per fornire un paniere di servizi compatibile con i LEP, senza discriminare i Comuni, come accadeva in passato, sulla base dell’appartenenza regionale. Tutti i Comuni, infatti, saranno messi gradualmente nelle condizioni di adeguare i propri servizi sociali a quelli delle realtà più virtuose, attraverso un processo di convergenza monitorato”.Lo rende noto il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, dopo la Conferenza Stato – Città.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tre suggerimenti sulla cybersecurity di cui ogni azienda avrà bisogno nel 2021

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

È essenziale riuscire a mantenere la fiducia dei clienti dopo ciò che è accaduto nel 2020 ma, al contempo, è molto difficile. In un periodo così mutevole, anche a fronte dei nuovi modelli di lavoro che si sono creati, proteggere in modo adeguato le aziende è una sfida quasi impossibile.Tra criminali informatici sempre più preparati e una forte pressione nel garantire la corretta conformità dei dati, il 2021 si sta già prospettando un anno complicato dove la cybersecurity giocherà un ruolo fondamentale nella maggior parte delle aziende.Così, mentre entriamo in quello che promette essere un anno difficile, ecco tre consigli che ogni azienda dovrebbe prendere in considerazione nel 2021.Le aziende non sono state le uniche ad accelerare la loro trasformazione digitale – anche i criminali informatici si sono dovuti aggiornare. C’è stato un forte aumento di ‘Dark Clouds’ dovuto alla migrazione dei criminali informatici verso il cloud, spesso per le stesse ragioni per cui lo hanno fatto le aziende. ll cloud permette ai criminali di evitare grosse spese iniziali, di pagare mensilmente, di aumentare la richiesta solo quando ne hanno bisogno e di accedere alle informazioni da qualsiasi luogo.Si va dalle cache basate su cloud, colme di dati rubati come indirizzi e-mail e credenziali di autenticazione, fino alle informazioni personali identificabili (PII) come scansioni di passaporti, patenti di guida e fatture bancarie.Il furto di dati è così prezioso che è diventato una condizione di tutti gli attacchi. E potrebbe bastare una sola violazione per rovinare la vostra reputazione e il rapporto con i vostri clienti.Non avere un programma di sicurezza informatica efficace mette a rischio la vostra continuità aziendale. Potete decidere di essere un’azienda proattiva che cerca di rafforzare i sistemi in anticipo, oppure un’azienda che non lo fa e che diventa più vulnerabile ogni giorno che passa. https://www.garanteprivacy.it/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’UE investe 300 milioni di € per promuovere l’innovazione nel settore spaziale

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Bruxelles. La partecipazione del FEI è sostenuta dal Fondo europeo per gli investimenti strategici(link is external (FEIS), il pilastro principale del piano di investimenti per l’Europa. L’investimento riguarda due fondi incentrati sulla tecnologia spaziale, Orbital Ventures e Primo Space, nell’ambito del primo progetto pilota di equity finanziato dall’UE nel settore spaziale, vale a dire InnovFin Space Equity Pilot. Orbital Ventures, un fondo paneuropeo dedicato alle aziende nelle fasi di avviamento e iniziali, si concentra sulle tecnologie spaziali, comprese quelle a valle (comunicazioni, crittografia, conservazione e trattamento dei dati, geolocalizzazione, osservazione della Terra) e a monte (hardware, materiali, elettronica, robotica, razzi, satelliti). Primo Space, un investitore italiano dedicato al trasferimento tecnologico in fase iniziale, è stato il primo fondo selezionato dal FEI – che sta ora aumentando il suo sostegno – nell’ambito di questo progetto pilota. Il fondo è uno dei primi dedicati al trasferimento tecnologico in Europa, e il primo in Italia, a incentrarsi esclusivamente sulle tecnologie spaziali. Investe in progetti o imprese nelle fasi di proof-of-concept, seed e altre fasi iniziali, e promuoverà la commercializzazione di innovazioni pionieristiche nell’industria spaziale in Europa.Il Commissario per il Mercato interno, Thierry Breton, ha dichiarato: “Il rafforzamento della competitività nell’industria spaziale è un elemento essenziale per la ripresa del settore. Accolgo con grande favore questo investimento nelle PMI del settore delle tecnologie spaziali, che ci avvicina al nostro obiettivo di transizione digitale. Ciò sostiene lo sviluppo di start-up europee in questo settore e dimostra che l’impresa spaziale europea è in forte espansione.”La Commissaria per la Ricerca, l’innovazione, la cultura, l’istruzione e i giovani, Mariya Gabriel, ha dichiarato: “Queste operazioni, che beneficiano del progetto pilota InnovFin Space Equity Pilot, contribuiranno a rafforzare il private equity per le PMI innovative e le start-up nel settore spaziale. Gli investimenti in Orbital Ventures e Primo Space testimoniano la crescita del settore in Europa e dimostrano il nostro impegno a sostenere le imprese con idee e tecnologie rivoluzionarie.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime italiano modificato da 1,1 miliardi di €

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Lo è a sostegno delle imprese attive a livello internazionale colpite dalla pandemia di coronavirus. Il regime originario è stato approvato dalla Commissione il 31 luglio 2020 con il numero SA.57891. Il 10 dicembre 2020 la Commissione ha approvato la proroga del regime fino al 30 giugno 2021 (SA.59655).L’Italia ha notificato un aumento del bilancio totale stimato del regime pari a 828 milioni di €, corrispondente a un aumento della dotazione totale da 300 milioni a 1 128 milioni di €. Analogamente al regime originario, il regime modificato continuerà a sostenere le imprese ammissibili facilitandone l’accesso alla liquidità e non assumerà la forma di aiuti alle esportazioni subordinati alle attività di esportazione, in quanto non è vincolato a contratti di esportazione specifici.La Commissione ha concluso che il regime modificato rimane necessario, adeguato e proporzionato per porre rimedio a un grave turbamento dell’economia di uno Stato membro, in linea con l’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE e con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, il sostegno continuerà a non superare gli 800 000 € per impresa e il regime è limitato nel tempo fino al 30 giugno 2021. Su queste basi la Commissione ha approvato le misure in conformità delle norme dell’Unione sugli aiuti di Stato.Maggiori informazioni sul quadro temporaneo e sulle altre misure prese dalla Commissione per fronteggiare l’impatto economico della pandemia di coronavirus sono disponibili qui. La versione non riservata della decisione sarà disponibile con il numero SA. 60402 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della DG Concorrenza

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

The Future of Learning: imparare la tecnologia per formarsi al futuro

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Cosa dovranno studiare i nostri figli per poter affrontare un futuro in cui le tecnologie esponenziali cambieranno, in modo radicale e continuamente, il contesto in cui viviamo e lavoriamo? Come si dovranno riorganizzare le scuole, di tutti i livelli, per poter formare le competenze umane e professionali adeguate? Sono domande impegnative, ma che è necessario porsi, a cui cercheremo di dare qualche risposta nella Mission Six di SingularityU Legnano Chapter, in programma il prossimo 20 gennaio, dalle ore 17.45, in diretta streaming. Il panel di relatori di questa serata è speciale come l’argomento, perché dal Future of Learning, dipende la nuova umanità che andremo a formare ed educare.
Insegnante di liceo di matematica e fisica, Lorella Carimali è stata selezionata dalla Varkey Foundation tra i 50 finalisti del Global Teacher Prize 2018, l’equivalente del premio Nobel per gli insegnanti. Sulle competenze del futuro, Lorella ci parlerà di come la matematica possa essere la chiave per la rinascita sia personale che del Paese poiché è attività di pensiero che dà visione. Per questo non deve lasciare fuori nessuno/a. Immagina e descrive mondi nuovi ed è scientifica nei metodi. Le persone non sono state allenate a trovare soluzioni (chiave della matematica). La matematica è per tutti e per tutte. Anche nel 2021 the ZEN agency, agenzia di comunicazione full service di Legnano, sarà Media Partner del Chapter di Singularity University dell’Alto Milanese.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Supplenti in servizio anche dopo rientro titolare

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Nelle prime settimane dopo la pubblicazione del decreto ‘Cura Italia’, tuttavia, sono stati moltissimi i casi di proroga della supplenza in seguito a rientro del titolare. Adesso, come segnala la testata specializzata Orizzonte Scuola, con nota n. 656 del 12/01/2021, il ministero informa le istituzioni scolastiche che i pagamenti di quelle supplenze sono stati bloccati dalla Ragioneria Generale dello Stato “in quanto dalla suddetta norma non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica”. Il problema, prosegue la nota, avrebbe origine nel fatto che “tali contratti andrebbero a formalizzare dei nuovi incarichi, e non delle supplenze ordinarie, per i quali tuttavia non è stato comunicato un preciso stanziamento di risorse”.La nota si conclude con un invito, rivolto alle scuole, che sa di beffa sia per i supplenti mai pagati che per i dirigenti scolastici su cui, adesso, viene scaricata la croce di un provvedimento pasticciato sin dall’inizio. Il Ministero, infatti, invita le scuole “ad attenersi a quanto segue: provvedere al pagamento dei docenti interessati mediante proprie risorse finanziarie di bilancio, senza vincolo di destinazione, al fine di evitare ulteriori oneri di interessi e spese legali derivanti da contenziosi instaurati dal personale interessato, a cui non è stato riconosciuto il compenso per le prestazioni rese; procedere all’annullamento di quanto caricato su SIDI, mediante l’inserimento e la trasmissione del prospetto A-1.” “La decisione della Ragioneria dello Stato – dichiara Marco Giordano, segretario generale ANIEF – di non pagare i supplenti e di scaricare sulle scuole la responsabilità di provvedervi con risorse proprie è inaccettabile. I docenti hanno lavorato e hanno quindi diritto al pagamento di quanto dovuto, ma non si può certo dire alle scuole ‘scusate, abbiamo sbagliato, adesso sbrigatevela da sole’. Cosa accadrà se non avranno in cassa fondi sufficienti cui fare affidamento? E anche se li avessero, perché mai dovrebbero essere le istituzioni scolastiche a pagare il conto di una norma pasticciata?”

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccino, Azzolina chiede priorità per il personale della scuola

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Così come il sindacato la ministra dell’Istruzione ritiene che le vaccinazioni contro il Covid debbano riguardare prioritariamente il personale scolastico. “Per quanto riguarda i vaccini – ha detto Lucia Azzolina rispondendo al question time alla Camera – è chiaro a tutti che la scuola sia un servizio pubblico essenziale. Sin dall’avvio del confronto sulla elaborazione del piano vaccinale ho chiesto e ottenuto di garantire priorità al personale scolastico”. L’Anief sostiene questa tesi da oltre un mese, tanto che il giovane sindacato ha chiesto un periodo “cuscinetto” di 10 circa, precedente alla ripresa delle lezioni in classe, durante il quale poter fare uno screening al personale scolastico e agli studenti, così da poter riaprire le scuole in sicurezza. La posizione della ministra dell’Istruzione sui vaccini è in linea con quella del sindacato. Rispondendo sull’interrogazione che le è stata rivolta dal deputato di Italia Viva Gabriele Toccafondi, circa le iniziative volte a garantire in maniera tempestiva e in sicurezza la riapertura delle scuole, anche attraverso una campagna vaccinale straordinaria a favore del personale scolastico, Lucia Azzolina ha detto che auspica “che si proceda speditamente con la vaccinazione degli operatori sanitari e degli anziani, per arrivare subito alla scuola, partendo dal personale fragile e da chi ha una età più avanzata”. La ministra ha anche ribadito che la scuola “è pronta e in grado di garantire ambienti controllati e con ridotte percentuali di rischio, come rilevato dai dati e dagli studi sui contagi forniti dalle autorità scientifiche”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riapertura scuole e responsabilità della regione Lombardia

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

«Ci risiamo. il TAR conferma l’incapacità del Presidente della Regione e di chi insieme a lui ha preso le decisioni. Anche sulla riapertura delle scuole, la Lombardia gioca a scaricare tutte le sue colpe sul Governo centrale per nascondere le proprie incapacità». A dirlo è il consigliere regionale del M5S Dino Alberti.«La verità è che,” spiega il rappresentante del M5S, “anche per questo problema, Regione Lombardia è rimasta affetta dalla sua solita sindrome da immobilismo cronico. Ha trattato con estrema superficialità due dei nodi cruciali che stanno determinando l’impossibilità di poter far tornare gli studenti a scuola ossia il potenziamento dei mezzi di trasporto necessari ai ragazzi delle superiori e la quasi totale mancanza dei sistemi di tracciamento all’interno degli istituti scolastici».«Vedere un’intera generazione che pagherà pesantemente per gli errori commessi da una Giunta sorda ma sempre pronta a tutelare precise categorie di imprese come, ad esempio, quella dei gestori degli impianti sciistici fa tristezza e rabbia. Va ricordato a chi gestisce la Regione che la riapertura delle scuole con almeno il 50 per cento di studenti in presenza non è un capriccio della Ministra dell’Istruzione ma fa parte dell’Accordo Stato Regioni siglato prima dello scorso Natale», conclude Alberti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Nuovo modello nazionale del PEI

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Come riporta la rivista specializzata Orizzonte Scuola, le scuole hanno ricevuto le nuove modalità per l’assegnazione delle misure di sostegno, come previsto dal decreto legislativo 66/2017, e il modello di piano educativo individualizzato (PEI), da adottare da parte delle istituzioni scolastiche. La riforma prevede, per quanto riguarda il piano didattico individualizzato, che le metodologie di studio e i programmi per gli alunni disabili non dovranno più essere definiti in modo standard, solo in relazione diretta al tipo di disabilità, ma con un Piano didattico ad hoc, costruito realmente su misura dell’alunno. La certificazione andrà sempre richiesta all’Inps, secondo la legge 104 del 1992, e per quanto concerne la scuola questa è propedeutica per poter richiedere le misure di supporto, il docente di sostegno, l’assistenza specialistica. Adesso, con la riforma, viene cambiata la composizione delle commissioni mediche per l’accertamento della condizione di disabilità per l’inclusione scolastica. Oltre al medico legale, dovranno essere presenti un medico specialista in pediatria o neuropsichiatria infantile e un medico specializzato nella patologia dell’alunno.
Il GLO (Gruppo di lavoro operativo) si trasforma in un organo collegiale, ai sensi dell’articolo 37 del D.Lgs 297/1994: per la sua costituzione e la validità delle deliberazioni adottate, si applicano le disposizioni ivi previste e si occuperà della progettazione degli interventi inclusivi per le alunne e gli alunni con disabilità. Ne faranno parte il team dei docenti contitolari o dal consiglio di classe, l’insegnante specializzato per il sostegno didattico, e presieduto dal dirigente scolastico o da un suo delegato, i genitori dell’alunno con disabilità o chi ne esercita la responsabilità genitoriale, le figure professionali specifiche, interne ed esterne all’istituzione scolastica, che interagiscono con la classe e con l’alunno con disabilità e l’unità di valutazione multidisciplinare. Sarà poi assicurata la partecipazione attiva degli studenti e delle studentesse con accertata condizione di disabilità in età evolutiva ai fini dell’inclusione scolastica nel rispetto del principio di autodeterminazione.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Il Consiglio dei Ministri approva il Piano nazionale di ripresa e resilienza

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Il Consiglio dei ministri ha approvato la proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), che dovrà dare attuazione al programma Next Generation EU, con un’azione di rilancio del Paese articolata in sei missioni, che rappresentano “aree tematiche” strutturali di intervento: digitalizzazione e innovazione, rivoluzione verde e transizione ecologica, infrastrutture per una mobilità sostenibile, istruzione e ricerca, inclusione e coesione, salute. La proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), sarà inviata alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica al fine di acquisirne le valutazioni. Sul fronte dell’istruzione il PNRR punta all’ampliamento delle competenze acquisite nelle scuole, nelle università e nelle istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale da parte di giovani, di lavoratori e ampie fasce di popolazione attiva. Questo obiettivo si declina poi in azioni concrete: aumentare l’offerta di asili nido e servizi per l’infanzia e favorirne una distribuzione equilibrata sul territorio nazionale; ampliare le opportunità di accesso all’istruzione e contrastare l’abbandono scolastico e la povertà educativa; migliorare i risultati e i rendimenti del sistema scolastico; potenziare la formazione e il reclutamento del personale docente; potenziare la didattica in particolare in discipline STEM, linguistiche e digitali anche attraverso una maggiore autonomia scolastica; istituire un Fondo per la riduzione dei gap dell’istruzione e per facilitare la diffusione del tempo pieno su tutto il territorio nazionale; aumentare gli investimenti in istruzione terziaria; rafforzare la formazione professionale secondaria e universitaria e l’apprendistato Professionalizzante; ridurre lo squilibrio di competenze tra domanda e offerta di lavoro
Alla missione contribuisce anche una riforma del reclutamento dei docenti: è prevista una modalità innovativa di un anno di formazione e di prova, superato il quale si intende effettivamente vinto il concorso per docente. Si punta anche all’introduzione di moduli di formazione continua di dirigenti, docenti e personale ATA (life-long learning), con sistema di crediti e obbligatorietà della frequenza per garantire un sistema di sviluppo professionale continuo e di carriera. La riforma introduce altresì l’obbligatorietà della formazione in servizio e istituisce una scuola di alta formazione dedicata a tutto il personale scolastico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Eravamo comunisti” esce per Rubbettino il nuovo libro di Umberto Ranieri

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

In occasione del centenario della fondazione del PCI una riflessione sul ruolo del comunismo nella storia d’Italia e sul riformismo Cosa ha rappresentato il PCI nella storia d’Italia? Un partito che viveva tra la scelta storica per il 1917 e la sua azione concreta nella società nazionale. Mentre spingeva il popolo italiano a misurarsi con i problemi del governo del Paese, rappresentava esso stesso, per i suoi legami internazionali, il maggiore ostacolo all’assunzione di responsabilità di governo. Questa la sua doppiezza, il lato tragico della sua storia. Perché il Pci non poteva gettare il cuore oltre l’ostacolo e imboccare la strada del socialismo democratico? L’interrogativo fu sollevato da Giorgio Amendola già negli anni Sessanta, seguito da Giorgio Napolitano e Emanuele Macaluso (ai quali è dedicato il libro), e da quanti daranno vita all’area migliorista. Merito di Ranieri, aver dato conto, nel suo “Eravamo comunisti”, “sine ira et studio” dei passaggi-chiave della battaglia. Lo fa ricostruendo con passione alcuni momenti cruciali della storia di quel partito ad un secolo dalla sua fondazione.
Il libro di Ranieri non è però solo un libro di storia e di storie, ma vuole offrire una riflessione, importante e necessaria, su quelle alternative che avrebbero potuto essere percorse durante la grande stagione del riformismo di cui l’autore fu una delle figure di spicco. Dalla prefazione di Giuliano Amato. «Quello che si è notato di meno, e che emerge in modo inequivocabile da questo libro, è la ricaduta (lo spillover effect, si direbbe più efficacemente in inglese) del mito sovietico sulle stesse scelte politiche interne. Quel mito, al di là dell’orgoglio di appartenere a un grande blocco di potere mondiale (e questo, lo abbiamo visto, conta di per sé già molto), fece anche da selettore delle politiche interne che potevano apparire o meno meritevoli a chi lo condivideva: insomma, se io sono destinato alla fuoriuscita dal capitalismo, come posso spendermi, sprecarmi per un riformismo che rinuncia a priori a questo scopo, che mi dà qualche miglioramento, ma resta nell’alveo del sistema com’è? Sì, lo so, mi dicono che di capitalismi ce ne sono diversi, alcuni più chiusi e retrivi, altri più segnati dall’idea dell’economia sociale di mercato. Ma per me queste sono varianti minori, io viaggio a un’altra quota, a me col riformismo non mi incantano. L’ho detto con linguaggio non paludato, ma è così, o è anche così, che il Pci ha bruciato tra le proprie file la prospettiva riformista e, quindi, socialista. Ora l’ho capito ed è stato Umberto Ranieri che mi ha aiutato a capirlo con queste pagine. Il mito è sopravvissuto al distacco, che pure c’è stato, dall’Unione Sovietica, perché è penetrato nella cultura interna e l’ha resa ostile al riformismo possibile, arginando e ghettizzando le chiavi fornite dall’idealismo italiano, che pure Gramsci aveva introdotto e Togliatti, a suo modo, condiviso. Grazie a ciò le distanze dai socialisti non sono mai venute meno e ad esse i guai giudiziari di Craxi hanno offerto una scorciatoia per rafforzarsi e darsi una legittimazione che non meritavano. È qui il nocciolo della discussione a cui i miglioristi hanno ripetutamente invitato i loro compagni. Ma la discussione non c’è mai stata, né prima né dopo la fine del partito.
Ora, certo, viviamo in un’epoca diversa. Ora quello che sto scrivendo io qui e che ha scritto Umberto nelle pagine che seguono, può apparire a molti archeologia, interessante solo per gli archeologi. Eppure, dopo anni nei quali i partiti socialisti hanno perso, insieme, capacità di rappresentanza e capacità di governo, cedendo spazio politico tanto ai conservatori, quanto a nuovi movimenti, spesso populisti, il riformismo socialista ha preso a essere predicato, in Europa e negli stessi Stati Uniti, come un metodo di governo di cui avremmo ancora bisogno per governare un mondo sempre meno governabile; e meno governato».

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scrive Federico Molicone di FDI: “Sciascia fu simbolo di libertà, è stato cercatore di verità”

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

“Leonardo Sciascia è stato un grande scrittore ma, soprattutto, un simbolo di libertà. Venne eletto in quest’aula da Radicale, rompendo col suo passato comunista del “Partito chiesa” e con i “professionisti dell’antimafia”.Il messaggio e l’esempio dello Sciascia politico e letterato vanno di pari passo. Ha dato corpo alla rettitudine morale, all’interpretazione del ruolo istituzionale per la ricerca della giustizia, dell’onestà, della verità. Fu uomo coraggioso: denunciò le connessioni fra il terrorismo di sinistra e i sovietici, tanto che venne querelato da Berlinguer per difendere la ragione di Partito ma il senatore Macaluso, con onestà intellettuale, come riferito da Enzo Fragalà, confermò e che Sciascia aveva ragione; anticipò il supporto finanziario e logistico che l’URSS inviava alle reti del terrorismo brigatista e internazionale. Sciascia intuì che la “guerra fredda italiana” è esistita, inserita nello scontro Est-Ovest mondiale e che anche l’affaire Moro ne ha fatto parte. E’ stato un eretico della libertà, un cercatore della verità. Come recita il suo epitaffio: “Ce ne ricorderemo, di questo pianeta”.Così il capogruppo di FDI in commissione Cultura Federico Mollicone nel corso della commemorazione alla Camera dei Deputati in onore di Leonardo Sciascia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rampelli: “Renzi è come Cronos”

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

“Mangia i suoi figli. Ha fatto nascere il Conte 1 con la sua pessima legge elettorale, ha fondato Italia Viva ma con le sue intemperanze non ha gli mai consentito di crescere, ha battezzato il Conte 2 e oggi l’affonda con la sua spregiudicatezza, ha difatti generato questa legislatura fondata sul Rosatellum…speriamo faccia la stessa fine. Non si accorge che l’Italia è viva solo nel titolo del suo partito perché fuori dal Palazzo l’Italia sta morendo. Ci auguriamo che il presidente della Repubblica Mattarella prenda atto che le elezioni sono l’unico modo per restituire dignità alle istituzioni e dare all’Italia il governo che i cittadini desiderano fin dal 2008”. E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Greenpeace commenta con cauto ottimismo il via libera al Recovery plan

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Il governo sembrerebbe aver eliminato lo stanziamento di fondi, inizialmente ipotizzati, a favore di Eni per i progetti di Cattura e stoccaggio della CO2 (CCS) a Ravenna e per presunte bioraffinerie, impianti di produzione di carburanti da plastiche non riciclabili.In termini generali, il testo licenziato dal Consiglio dei ministri sembra avere una direzione condivisibile su alcuni temi ma con diverse incongruenze. Greenpeace Italia sostiene però che, senza il dettaglio sui progetti da implementare e gli obiettivi misurabili che si intendono ottenere, il percorso di approvazione del PNRR in sede europea potrebbe diventare una corsa con troppi ostacoli da superare.Il livello di ambizione di alcuni dei 47 progetti infatti rimane al di sotto delle aspettative. «Da settembre seguiamo lo sviluppo delle linee guida che hanno portato alla redazione delle diverse bozze del PNRR” – continua Chiara Campione – “Dozzine di documenti in cui la parola “sostenibile” o “green” venivano ripetute centinaia di volte senza che se ne potesse misurare la concretezza. Dopo tutti questi mesi, ci saremmo aspettati di poter valutare progetti concreti che dessero una visione di speranza per un futuro verde e di pace da consegnare alle nuove generazioni ed al Pianeta. Ma, al momento, così non è».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge sul biologico: A che punto siamo?

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Finalmente si è sbloccato l’iter per l’approvazione della legge sul biologico, con il via libera all’unanimità da parte della Commissione Agricoltura del Senato. Ora non si perda più tempo, ma si vada velocemente verso l’ok definitivo di una norma che il mondo agricolo aspetta da anni e che è indispensabile anche per far fronte alle sfide della transizione verde europea. Così Cia-Agricoltori Italiani, spiegando che il Paese ora deve accelerare su una solida dotazione interna di regole chiare e certe per il settore.In questo senso, il disegno di legge con le “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico” contiene misure importanti per favorire l’ulteriore sviluppo di un settore così importante sotto il profilo economico e ambientale -osserva Cia- come i bio-distretti e tutti gli strumenti di aggregazione, in primis OI e OP, oltre all’istituzione di un marchio biologico italiano.Ecco perché Cia adesso auspica tempi rapidi, anche alla Camera, per dare finalmente agli agricoltori e ai consumatori italiani una legge definita, trasparente e chiara sul settore biologico nazionale, che conta 2 milioni di ettari coltivati, impegna 80.000 operatori e vale 3,5 miliardi di euro.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ricerca per esplorare gli effetti benefici del microbioma

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

I probiotici e il microbiota intestinale stanno dimostrando di avere effetti benefici sulla qualità del sonno, aprendo così gli studi sull’effetto degli integratori a base di probiotici. In questa direzione si muove il recente accordo sottoscritto tra la Fondazione Edmund Mach, la School of Human Development and Health (HDH) della Facoltà di Medicina dell’Università di Southampton e l’azienda OptiBiotix Health che hanno appena avviato un progetto di ricerca per esaminare il ruolo di integratori a base di probiotici che possono modulare il microbioma per migliorare il sonno, lo stress e l’ansia.
L’Unità di nutrizione e nutrigenomica della FEM ha competenze riconosciute a livello internazionale nello studio dei probiotici, prebiotici, polifenoli e alimenti funzionali. In particolare l’obiettivo è “misurare” come i microbiomi lungo la catena alimentare possono essere sfruttati per migliorare la qualità nutrizionale degli alimenti, la sostenibilità alimentare e migliorare la salute umana, con un interesse specifico per i prodotti lattiero-caseari fermentati, gli ingredienti funzionali, gli alimenti vegetali integrali, le loro frazioni bioattive (fibre, prebiotici e polifenoli) e i probiotici.
Gli altri due partner di questo progetto sono la School of Human Development and Health (HDH) della Facoltà di Medicina dell’Università di Southampton, dove sarà svolto il progetto, riconosciuta a livello internazionale per la sua ricerca multidisciplinare nell’area della nutrizione e del metabolismo e l’azienda OptiBiotix Health che sviluppa composti probiotici per combattere l’obesità, il colesterolo alto, il diabete e la cura della pelle.
Nella fattispecie con questo accordo viene finanziata una borsa di dottorato per studiare la capacità di prebiotici e probiotici di influenzare il sonno, lo stress e l’ansia. L’accordo include uno studio umano in doppio cieco, controllato con placebo, condotto durante un periodo di interruzione del sonno indotta da stress.
La ricerca fa seguito a una serie di pubblicazioni che indicano una relazione tra il microbiota gastrointestinale, la neurobiochimica e il comportamento emotivo. Si basa sui risultati che dimostrano come i prebiotici hanno ridotto l’ansia e la depressione nei partecipanti.
Kieran Tuohy, responsabile del Dipartimento qualità alimentare e nutrizione FEM spiega che “i disturbi del sonno e l’apnea notturna sono fattori di rischio riconosciuti di cattiva salute metabolica e rischio cardiovascolare e sono strettamente correlati allo stress. Ricerche recenti hanno identificato un ruolo importante per il microbiota intestinale e specifici ceppi probiotici nella regolazione non solo dei ritmi circadiani e dell’orologio intestinale, ma anche nella costruzione della resilienza allo stress emotivo”. Con questo progetto si contribuirà alla comprensione dei meccanismi biomolecolari che determinano i cambiamenti nei comportamenti emotivi.www.fmach.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Stragi di civili in R. D. del Congo

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Dal 31 dicembre dello scorso anno, nei dintorni di Beni, sede del vescovado, almeno quaranta persone sono state brutalmente assassinate durante una serie di attacchi che sarebbero stati compiuti dal gruppo ADF. Secondo quanto riportato dalla stampa, molti sono stati decapitati a colpi di machete. Il video-messaggio del Vescovo riporta anche immagini di scene che mostrano le vittime e la terra intrisa del loro sangue.«Solo nell’ultimo anno sono state uccise circa 1.000 persone. Questo accade da dieci anni, dal 2014 la situazione è drasticamente peggiorata. Un massacro segue l’altro», ha aggiunto il prelato, deplorando l’indifferenza del governo e dei media. «I media nel nostro Paese non riportano nulla o quasi nulla al riguardo. E ai nostri politici l’unica cosa che interessa è ottenere una parte del potere. La gente qui semplicemente non conta e ha la percezione che il governo non esista. Abbiamo la sensazione che le autorità statali ci abbiano abbandonato». Nonostante ciò Mons. Paluku spera ancora che la situazione migliori: «Auspichiamo che, in futuro, lo Stato si impegni maggiormente per porre fine ai massacri». Da anni i miliziani delle Allied Democratic Forces, originari dell’Uganda, devastano le zone di confine tra la Repubblica Democratica del Congo e la stessa Uganda, un’area particolarmente ricca di risorse. Durante questo periodo l’esercito congolese e la missione di pace MONUSCO delle Nazioni Unite non sono riusciti a riportare la pace nella zona. La regione intorno a Beni, nella provincia del Nord Kivu, è considerata l’epicentro della violenza. Il Congo orientale soffre della crisi umanitaria più duratura in Africa ed è tempo che essa sia adeguatamente affrontata.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »