Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 27 gennaio 2021

David Guetta a Dubai

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Dubai. sabato 6 febbraio 2021 Ora: 15.00 – ora italiana sul canale YouTube di David Guetta: https://youtu.be/xaurMcGqZHU La superstar francese e residente a Dubai, David Guetta, classificato come il DJ numero 1 al mondo nel 2020, eseguirà un’incredibile performance per i fan di tutto il mondo sull’eliporto dell’iconico Burj Al Arab Jumeirah. Sullo sfondo del bellissimo tramonto di Dubai, dei fuochi d’artificio e dello spirito indomabile della città, si tratta di una produzione straordinaria di musica e luci progettata per mantenere la città e la sua offerta diversificata sotto i riflettori mondiali. David Guetta dedica la sua performance a questa città che chiama casa e invita i suoi milioni di follower in tutto il mondo ad unirsi all’evento online nel leggendario punto di riferimento di Dubai in uno spettacolo che unisce solidarietà, speranza e ottimismo, mentre il mondo continua a combattere la pandemia. Attraverso questo evento unico, David Guetta mira a raccogliere fondi per sostenere l’UNICEF e la campagna Education Uninterrupted di Dubai Cares, una campagna nazionale di raccolta fondi che affronta l’impatto dell’epidemia di COVID-19 sull’istruzione di bambini e giovani. La campagna ha spronato l’intera comunità degli Emirati Arabi a fare donazioni a sostegno dei bambini e dei giovani di famiglie a basso reddito che non possono permettersi di acquistare un computer, un portatile o un tablet per unirsi ai loro coetanei nella didattica a distanza nella sicurezza delle loro case.
David Guetta There are artists and entertainers who achieve stardom and popularity, but few have the influence and endurance to redraw borders between genres and reshape the industry’s dynamics. “When Love Takes Over,” the first single of his 2009 album ‘One Love’, hit #1 in the UK, the Guetta- produced Black Eyed Peas song “I Gotta Feeling” became a worldwide hit, topping the charts in 17 countries. Over the decade since, Guetta’s success has been off the charts. Globally, he’s racked up over 50 million record sales, whereas his total number of streams is over 10 billion. He has received numerous Platinum and Gold certifications, was named ‘EDM Power Player’ by Billboard, and won two Grammy Awards out of six nominations. Besides his hard-won DJ skills, he is prolific in the studio, and works with artists like Madonna, Rihanna, Lady Gaga, Snoop Dogg, Martin Garrix, Usher, Sia, John Legend, Nicki Minaj, Sean Paul, Kelly Rowland, Showtek, Avicii, Ne-Yo, and Akon, for starters. His seventh studio album titled ‘7’, included huge electronic pop tracks like “2U” with Justin Bieber, “Flames” with Sia, “Don’t Leave Me Alone” with Anne-Marie, “Goodbye” with Jason Derulo, Nicki Minaj and Willy William and “Say My Name” with J Balvin and Bebe Rexha plus a second disc of underground dance tracks, recorded under Guetta’s Jack Back alias. With his wide-reaching and game-changing approach, he is more than just a DJ and producer: he’s made dance music reach the mainstream, fused urban, electronic and pop music into new popular genres, and managed to stay on top of the game for decades. David Guetta is surely not done with showing the world his incredible sound and it is safe to say that at this stage in his career, David knows exactly where to take it next.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francobollo per 150imo anniversario proclamazione Roma Capitale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

In occasione del 150imo anniversario della proclamazione di Roma Capitale d’Italia è prevista l’emissione di un francobollo, con relativo annullo filatelico, dedicato al 3 febbraio del 1871, giorno in cui avvenne la designazione ufficiale della città di Roma.L’iniziativa, realizzata da Roma Capitale insieme al Ministero dello Sviluppo economico, all’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e a Poste Italiane, verrà presentata il prossimo 3 febbraio 2021. Così in una nota il Campidoglio.“Il 3 febbraio 1871 Roma è stata indicata come Capitale degli italiani. Vogliamo celebrare i 150 anni di questo anniversario anche con l’emissione di un francobollo dedicato, appartenente alla tematica “Il Senso civico”. Desidero con l’occasione ringraziare tutti coloro che hanno voluto realizzare quest’iniziativa frutto di una perfetta sinergia tra Campidoglio e Ministero dello Sviluppo economico”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oxfam: Covid, virus della disuguaglianza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Secondo il Rapporto Oxfam, le 1.000 persone più ricche del mondo hanno recuperato in nove mesi tutte le perdite accumulate per l’emergenza Covid-19, mentre i più poveri potrebbero impiegare più di 10 anni per farlo. I 10 uomini più ricchi hanno visto la loro ricchezza aumentare di 540 miliardi di dollari dall’inizio della pandemia, una somma sufficiente a pagare il vaccino per tutti gli abitanti del pianeta.”Dati vergognosi, che dovrebbero allarmare tutti i governi, compreso quello italiano” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Il tema sul quale il Governo Conte dovrebbe riflettere e trovare al più presto una maggioranza parlamentare, è il seguente: a chi si chiederanno nei prossimi anni tutti i miliardi che si stanno spendendo ora per via dell’emergenza Covid? Ai soliti noti? Alla povera gente che fatica ad arrivare alla fine del mese, aumentando l’Iva, imposta con effetti regressivi che fa più male a chi già fatica ad arrivare a fine mese?” si chiede Dona.”Va rivoluzionato subito il nostro sistema fiscale, smantellato in questi anni per riscuotere consenso elettorale, con l’obiettivo di ridurre le diseguaglianze e redistribuire meglio la ricchezza, rispettando finalmente il criterio della capacità contributiva” prosegue Dona.”Se il ceto medio si è impoverito è proprio perché in questi ultimi vent’anni mentre con una mano si toglieva l’Imu sulla prima casa, con l’altra si alzavano Iva, accise, oneri di sistema di luce e gas, tariffe locali, dall’acqua ai rifiuti. Per questo condividiamo la proposta di Bankitalia di aumentare il carico fiscale sulla ricchezza, unica via per tassare anche gli evasori che non pagano le imposte sui redditi” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Market Outlook 2021: l’anno del Bufalo dell’oroscopo cinese… sarà un Toro?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

A cura di Andrea Delitala, Head of Euro Multi Asset, e Marco Piersimoni, Senior Investment Manager di Pictet Asset Management. Fare previsioni quando una pandemia grava ancora sulle nostre teste richiede un esercizio particolarmente virtuoso dell’analisi degli scenari e delle rispettive probabilità. Eppure, l’inizio del piano delle vaccinazioni a livello globale, l’esito dell’elezioni statunitensi che libera il contesto geopolitico dalla leadership imprevedibile di Trump, il tentativo embrionale (e faticoso) di integrazione fiscale in Europa e, non da ultimi, i massicci stimoli monetari e fiscali implementati in tutti i principali Paesi al mondo portano a cominciare l’anno con un certo grado di ottimismo. Dopo la pausa imposta a molti settori dell’economia dai ripetuti lockdown nel corso dell’anno passato, il 2021 sembra partire con il piede giusto dal punto di vista della ripresa economica: gli indici delle sorprese macroeconomiche risultano piuttosto tonici (sopra 50) e, anche se la seconda ondata di COVID pesa sull’ultimo trimestre del 2020 e almeno sul primo di quest’anno, gli economisti concordano su una successiva accelerazione. Le previsioni di consenso sono per una crescita del PIL mondiale pari al 5% quest’anno, dopo il -4% dell’anno scorso. Sulla forza relativa della ripresa nelle diverse aree c’è maggiore disparità di opinioni: quasi tutti gli organismi internazionali prevedono un buon rimbalzo dell’economia europea (>4%), superiore a quello USA (<4%). A nostro avviso, invece, l’America gode di un maggior propellente di politica fiscale, specialmente dopo la vittoria blu in Georgia che attribuisce ai Democratici il controllo formale del Senato, pur essendo questo in sostanziale pareggio (a parità di seggi, il voto decisivo viene attribuito alla Vicepresidente Kamala Harris, in qualità di Presidente del Senato). Il budget proposto da Biden è di $2’000 miliardi, di cui $1’000 paiono un target realistico che, combinato anche con il potenziale inespresso di risparmio accumulato, dovrebbe spingere la crescita oltre il 5% e riportare l’attività ai livelli pre-COVID entro i prossimi 2-3 trimestri, facendo rientrare il tasso di disoccupazione al 5% (dall’attuale 6,5% circa). In definitiva, il maggior rischio per l’attività economica rimane legato alla dinamica della pandemia e dei lockdown, sempre meno convincenti ma, temiamo, necessari ancora per un po’. Stando alle ultime stime, la tanto agognata immunità di gregge non arriverà, infatti, prima di 1 anno da oggi e, quindi, la riapertura sarà graduale e a scaglioni per i diversi settori: il risultato saranno economie a diverse velocità tra loro e al loro interno.
Il rischio principale sull’upside, cioè legato a una crescita migliore del previsto, proviene dalla possibilità che la ripresa economica provochi un surriscaldamento dei prezzi, ovvero inflazione. Sarebbe una novità, in parte benvenuta dopo anni di frustrazione caratterizzati da politiche monetarie incapaci di conseguire il loro obbiettivo d’inflazione del 2%, nonostante gli sforzi e la creatività nell’ideare misure eterodosse (QE, LTRO, etc). Oggi la spinta sulla domanda è affidata alla politica di bilancio che è certamente più efficace e diretta di quella monetaria, sia (e soprattutto) se interviene con investimenti pubblici sia che lo faccia mediante trasferimenti a persone e aziende. Anzi, proprio l’accumulo di disponibilità liquide, visibile per esempio nell’esplosione dei depositi nei conti correnti e degli investimenti negli strumenti del mercato monetario negli Stati Uniti, è indizio di una domanda potenziale, che alla fine delle restrizioni legate al COVID, potrebbe riversarsi su un’offerta insufficiente e provocare una fiammata eccessiva ed incontrollata dei prezzi.
L’anomalia di questo ciclo, fatto di stop and go, e l’atteggiamento fortemente pro-ciclico delle politiche economiche rappresentano un’opportunità immediata, ed al tempo stesso un rischio futuro per gli investimenti finanziari. Focalizzandoci negli Stati Uniti, il policy mix basato sulla cooperazione tra politica fiscale e monetaria unisce la spinta ciclica alla repressione finanziaria, misurabile nella compressione dei rendimenti reali in territorio negativo (-1% per il TIPS decennale, il titolo di Stato USA protetto dall’inflazione). I tassi e i rendimenti reali negativi su tutte le scadenze rappresentano il principale supporto alle valutazioni finanziarie dalla metà dell’anno scorso ad oggi; e dai movimenti di questa curva dipenderanno le sorti del 2021. Il ritorno dell’inflazione verso l’obbiettivo del 2% (dall’1,4% dell’ultimo dato di novembre del Core PCE deflator), è previsto sia dalla Fed che dal mercato, che sconta anche un superamento di questa soglia già nel 2022. Tuttavia, finché il tasso d’inflazione si manterrà entro il 2,5%, come sancito da Powell con l’annuncio del Flexible Average Inflation Targeting, la Fed sarà tollerante e attendista nel normalizzare la politica monetaria, intervenendo dapprima sul ritmo del QE e solo in seguito sui tassi. In tal caso, la parte a lunga scadenza del mercato obbligazionario ne soffrirebbe solo gradualmente e la Fed potrebbe persino opporsi alla risalita dei tassi a lunga (e a curve più ripide) con interventi mirati (tipo Twist o Yield Curve Control, YCC). I rendimenti reali resterebbero ancorati in territorio negativo e lo scenario resterebbe costruttivo per gli investimenti azionari e per le materie prime. Persino per i corporate bond sarebbe ancora accettabile, nonostante le valutazioni siano già oggi tirate e compatibili con tassi di default possibili solo nella migliore delle ipotesi.
Un elemento da tenere sotto controllo è la crescita esponenziale della partecipazione degli investitori retail, soprattutto nel mercato delle opzioni. Si tratta di un fatto non del tutto nuovo, spesso associato alla genesi di bolle speculative, sul quale abbiamo ancora molto da capire. Certo è che alcuni movimenti erratici estivi e all’inizio di quest’anno possono essere stati esasperati dalla maggiore presenza di investitori inesperti, più emotivi e meno price-sensitive. Infine, anche i gestori istituzionali hanno una visione molto ‘omologata’ del mondo e quindi portafogli simili, in buona parte obbligati dal policy mix. Un fattore che porterà in prospettiva a regimi alterni di volatilità. (abstract. fonte: https://www.am.pictet/it/italy/articoli/2021/analisi-dei-mercati-e-asset-allocation/01/market-outlook-2021-l-anno-del-bufalo-dell-oroscopo-cinese-sara-un-toro#overview

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo. Bonafede, la relazione sullo stato della giustizia e l’abolizione della prescrizione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Dobbiamo evitare che i colpevoli siano agevolati dai tempi lunghi dei processi e quindi siano assolti per decorrenza dei tempi. Così il M5S propose, e il governo Conte 1 (M5S-Lega) approvò, la legge sulla abolizione della prescrizione dopo il primo grado di giudizio.Sarà utile? No. E’ utile solo a soffiare fumo sugli occhi dei creduloni di turno.La prescrizione significa che un reato non è più perseguibile dopo un determinato periodo. Dopo quanto tempo scattava la prescrizione?Vediamo, prendendo ad esempio alcuni reati:
a) Corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio: 15 anni;
b) Rapina: 25 anni;
c) Furto in abitazione: 12 anni;
d) Inquinamento ambientale: 25 anni.
La domanda, che qualsiasi persona di buon senso pone, è la seguente: sono sufficienti 25 anni per svolgere un processo a una persona accusata di rapina? E 12 anni per corruzione e 25 anni per inquinamento ambientale?
La risposta è semplice: sì, sono più che sufficienti e, se in tale periodo non si arriva a sentenza definitiva, significa che c’è un problema che riguarda l’amministrazione giudiziaria.Invece, il governo Conte 1, con l’abolizione della prescrizione, non ha posto limite alla durata di un processo. Insomma, fine processo mai. Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, depositerà una relazione al Parlamento sullo stato della giustizia. Se fosse un ministro della Giustizia dovrebbe annunciare la cancellazione della legge sulla abolizione della prescrizione. Purtroppo, abbiamo un Bonafede e un premier che, subito dopo il crollo del ponte Morandi, aveva dichiarato che non si potevano attendere i tempi della giustizia. Già, ma con l’abolizione della prescrizione i tempi della giustizia li ha dilatati all’infinito. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parte il progetto pilota ‘ReumArt

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

La creativita’ come risorsa’ per l’introduzione della drammaterapia integrata digitale a supporto della persona con malattie reumatologiche e rare. Il progetto e’ frutto della collaborazione tra APMARR APS (Associazione nazionale persone con Malattie Reumatologiche e Rare), DNM (la startup che ha ideato ‘PsyDiT’, una piattaforma per percorsi di supporto psicologico digitali innovativi) e CDI-NarrAzioni (il Centro di Drammaterapia Integrata creato dalla dottoressa Sandra Pierpaoli, psicologa, psicoterapeuta e artiterapeuta). “Obiettivo del progetto- spiegano gli ideatori- e’ proporre un percorso di esplorazione e di attivazione delle proprie risorse creative, attraverso la percezione e l’espressivita’ del corpo. Si tratta di un percorso che aiuta a mobilitare le risorse interne per affrontare al meglio il percorso di cura, facilitato dalla partecipazione a un gruppo”. Sulla piattaforma digitale ‘PsyDiT’, i partecipanti saranno accompagnati ‘Nel giardino di cuori’, un “giardino interiore da esplorare con i cinque sensi, che permettera’ di lavorare sulle emozioni, sulla sfera dei sentimenti e sulla crescita dell’individuo”. Il percorso (totalmente gratuito per chi partecipa grazie al contributo non condizionato di Pfizer) dura “due mesi e prevede tre incontri di gruppo in modalita’ videochat di 2 ore ciascuno- spiegano ancora gli ideatori- con frequenza quindicinale, stimoli narrativi multimediali tra un gruppo e l’altro, uno stimolo narrativo finale che facilitera’ la costruzione di un prodotto multimediale, un incontro conclusivo di gruppo in videochat, che avra’ come scopo quello di riflettere sull’esperienza vissuta”. Durante il percorso, che sara’ condotto dalla dottoressa Pierpaoli, sara’ svolta un’osservazione clinica, mediante l’ausilio di schede di valutazione appositamente costruite, grazie anche alla presenza di Rossella Pazienza, psicologa e artiterapeuta. I dati raccolti, quindi, saranno analizzati al fine di valutare gli effettivi benefici del percorso proposto e quindi la sua replicabilita’. (fonte: Dire)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cresce l’interesse degli italiani per le vetture elettriche ed ibride

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

E’ guidato da motivazioni legate al risparmio economico nei costi di gestione e al minore impatto ambientale. Il fattore economico resta un ostacolo decisivo da superare per rendere effettiva la svolta elettrica nel nostro Paese: oltre il 60% degli italiani individua nel costo elevato il principale freno all’acquisto e si dice disponibile a comprarle solo in caso di incentivi più consistenti o di una decisa riduzione del prezzo da parte dei costruttori o di un piano di finanziamento vantaggioso. Persistono dubbi sull’accesso agli incentivi e sui veicoli coperti dal bonus.Sono queste le principali evidenze che emergono dalla nuova instant survey “Vetture ibride ed elettriche, tu le acquisteresti?”, condotta nei primi 10 giorni di gennaio da Areté (azienda leader nella consulenza strategica).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Torino il premio “Cresco Award – Città Sostenibili”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

E’ stato ufficialmente consegnato alla Città metropolitana di Torino il Premio Cresco Award Città Sostenibili, vinto grazie al Progetto “Economia circolare: nuovi strumenti per i cittadini – Ecosistemi circolari”. Il premio, alla sua quinta edizione,è stato promosso da Fondazione Sodalitas, in collaborazione con Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e con il patrocinio della Commissione Europea e del ministero dell’Ambiente, che vuole premiare e mettere in risalto l’impegno degli Enti locali italiani per lo sviluppo sostenibile dei territori.Il progetto presentato dalla Città metropolitana consiste nella realizzazione e rilascio di una PWA (Progressive Web App), dedicata alla corretta gestione dei rifiuti, a partire dalla prevenzione e via via fino alla raccolta differenziata. Realizzata in stretta collaborazione con i soggetti gestori dei rifiuti del nostro territorio, si distingue da una normale App per una serie di caratteristiche tecniche e funzionali che la rendono più agevole da gestire e da consultare. Oltre alle sezioni già presenti nella precedente App realizzata nell’ormai lontano 2012 (che sono state comunque aggiornate e implementate), questa versione conterrà una serie di dati tarati sulle singole realtà territoriali, dai giorni di raccolta dei rifiuti alle “news” specifiche del singolo Consorzio. Inoltre, un altro punto di forza, grande enfasi è stata data alle sezioni informative e di sensibilizzazione di tutti gli utenti (domestici e non) per condurli, si spera, sempre più verso comportamenti “virtuosi” di riduzione dei rifiuti.
“La targa assegnata al nostro Ente, che sarà conservata nella sede di corso Inghilterra – ha commentato la consigliera metropolitana con delega all’Ambiente, Barbara Azzarà – è la conferma del grande impegno e delle forze progettuali messe in campo a favore della tutela del territorio anche attraverso una buona gestione della raccolta rifiuti”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Olivier Guez, La scomparsa di Josef Mengele

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Buenos Aires, giugno 1949. Nella gigantesca sala della dogana argentina una discreta fetta di Europa in esilio attende di passare il controllo. Tra loro, un uomo che tiene ben strette due valigie e squadra con cura la lunga fila di espatriati. L’uomo è un ingegnere della razza. Un uomo che, con un cenno del frustino sanciva la sorte delle sue vittime, a sinistra la morte immediata, le camere a gas, a destra la morte lenta, i lavori forzati o il suo laboratorio.Romanzo vincitore del prestigioso Prix Renaudot, La scomparsa di Josef Mengele si immerge fino in fondo nel cuore di tenebra del secolo trascorso tra vecchi nazisti, agenti del Mossad, dittatori da operetta e attori di un mondo corrotto dal fanatismo, dalla realpolitik e dal denaro. (Neri Pozza Editore)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bernhard Schlink: Il lettore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Occhi azzurri, capelli biondo cenere, il volto spigoloso ma femminile, Hanna Schmitz, la sconosciuta trentenne che lo ha soccorso un giorno d’ottobre, di ritorno dalla scuola, esercita un’attrazione fatale sul quindicenne Michael Berg. Nella sua casa Michael riceve la sua iniziazione alla vita sentimentale. Un’iniziazione fatta di travolgente passione e pudori, interrotti di tanto in tanto da uno strano rituale imposto dalla donna: la lettura ad alta voce da parte del ragazzo dei classici della letteratura tedesca.Un giorno, però, Hanna svanisce nel nulla senza lasciare traccia, gettando Michael nella più cupa disperazione. Alcuni anni dopo, il ragazzo, divenuto studente di legge, la rivede in un’aula di tribunale in cui si celebrano i cosiddetti Auschwitzprozesse… in veste di imputata. (Neri Pozza Editore)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Julio Cortázar :A passeggio con John Keats

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Collana Le strade In libreria dal 18 febbraio In occasione del bicentenario della morte di John Keats, il 23 febbraio, il grande omaggio di Julio Cortázar al poeta inglese entra a far parte della collana Le strade. A passeggio con John Keats è l’opera più misteriosa di Julio Cortázar: scritto in solitudine a Buenos Aires all’inizio degli anni Cinquanta e pubblicato volutamente postumo come omaggio a un poeta che, scomparso giovanissimo, solo dopo la morte ottenne la sua consacrazione, è un libro talmente ricco da sfuggire a ogni catalogazione.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

James McBride: The Good Lord Bird La storia di John Brown

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

In libreria dall’11 febbraio Collana Le strade. Dall’autore bestseller James McBride, vincitore del National Book Award, il romanzo è ambientato nel Kansas del 1856 ed è la storia di un ragazzino (ma per sopravvivere si finge una ragazza) che si aggiunge alla crociata abolizionista di John Brown. Scritto con un ritmo incalzante e una forte vena comica, è diventato un caposaldo della nuova letteratura black e ricorda da vicino i film di Tarantino e dei fratelli Coen. Il romanzo da cui è stata tratta l’omonima serie trasmessa in Italia da Sky Atlantic con Ethan Hawke come protagonista. «Una spassosa commedia. McBride confeziona un ritratto magistrale, come un Mark Twain moderno». «The New York Review of Books»

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La signorina Crovato di Luciana Boccardi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

In libreria dal 25 febbraio Collana Le strade Sullo sfondo di una Venezia insolita, Luciana Boccardi dà vita a una saga familiare che racconta il coraggio di una ragazza e le mille peripezie attraversate per affermarsi, in un periodo particolarmente difficile della nostra Storia. Sospeso tra finzione e realtà, La signorina Crovato è la storia di un’infanzia rubata e dell’incredibile capacità di resistenza di uno spirito libero. Un romanzo vivace e brillante. Il sorprendente esordio in narrativa di una decana del giornalismo di moda. Fazi Editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Piranesi” di Susanna Clarke

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

In libreria dal 4 febbraio Collana LAINYA Ambientato in una grande Casa abitata da una moltitudine di statue mitologiche, il nuovo, immaginifico romanzo di Susanna Clarke crea un labirinto infinito, costellato di immagini di una bellezza sorprendente, abitato dalle maree e dalle nuvole. Uno spettacolare luogo dell’anima che il protagonista Piranesi condivide solo con il misterioso “Altro”. «Come Hilary Mantel, Clarke fa sembrare la nozione di genere antiquata. Piranesi è un tenebroso studio solitario. Un’impresa notevole, non solo a livello di scrittura ma di reinvenzione».«The Guardian», incluso nei libri più importanti dell’autunno 2020 Fazi Editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Volontariato a favore degli studenti della Capitale e del Lazio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

In tempo di emergenza Covid e di didattica a distanza, la John Cabot University (JCU), con il suo Community Service, ha avviato diversi progetti di volontariato per sostenere gli studenti di Roma e del Lazio. Ciò, in un quadro più articolato di interventi nel campo della solidarietà, che vede l’ateneo Usa attivo nella Capitale, dove ha sede, con iniziative a favore dei più fragili e delle famiglie in stato di bisogno.Il progetto che al momento coinvolge il maggior numero di volontari della JCU, riguarda il sostegno agli studenti romani in difficoltà in alcune materie scolastiche, soprattutto nella lingua inglese, ed è realizzato in sinergia con il Centro Italiano di Solidarietà don Mario Picchi (CeIS).Nulla viene lasciato al caso e il percorso è codificato. Nello specifico, gli studenti della John Cabot University (frequentata da giovani provenienti da 70 nazioni) che si offrono volontari per l’attività di aiuto scolastico, completamente gratuita, vengono prima selezionati e poi formati dal Community Service della JCU. Poter comunicare efficacemente sulle piattaforme online, è, infatti, una funzione che richiede apprendimento specifico. Dopo questa fase, i volontari, tramite alcune realtà partner, tra cui l’Istituto comprensivo Don Lorenzo Milani di Terracina e lo stesso CeIS, entrano in contatto con gli studenti da supportare. Si tratta di bambini delle elementari e delle medie, ma anche di giovani liceali e universitari, con famiglie in difficoltà economiche, o multiculturali con problemi di inserimento, o con situazioni delicate. I volontari JCU li seguono online per mezzo di appuntamenti settimanali, sotto la supervisione del Community Service e del CeIS.È stato inoltre avviato un progetto a supporto degli studenti delle scuole medie del Lazio, che ha l’obiettivo di diffondere la conoscenza della lingua inglese scritta e parlata. In questo senso, i volontari della JCU scambiano lettere, nello specifico e-mail sempre più articolate, con gli scolari, o conversano con loro online. Migliorare con la pratica costante la competenza dell’inglese già in giovane età, risulta fondamentale per trovare, poi, quando sarà il momento, una posizione occupazionale.«Nell’ambito della solidarietà, voglio ricordare anche le iniziative, avviate dalla JCU, inerenti alla raccolta di cibo, medicinali e generi di prima necessità. Un ringraziamento va a tutte le realtà solidali, e sono tante, con le quali operiamo in sinergia», ha concluso Julia Del Papa.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso straordinario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Ammontano a circa 17mila i candidati del concorso straordinario della secondaria che non hanno ancora svolto la prova unica: per realizzarla sono stati convocati dal 15 al 19 febbraio, come previsto dall’ultimo Dpcm e da avviso ufficiale del Ministero. In quell’occasione tenteranno di aggiudicarsi i restanti 10.300 posti su 32.000 messi a concorso: a fornire i dati numerici è oggi Tuttoscuola. La rivista fa una considerazione arguta: “tra le prove di febbraio vi sono tre classi di concorso (il sostegno della secondaria di I grado, il sostegno nel II grado e la A-40 Scienze e tecnologie elettriche ed elettroniche) che, oltre ad avere il maggior numero di posti a concorso (4.069 sostegno I grado, 1.600 sostegno II grado e 555 per l’A-40), presentano anche un numero di candidati inferiore al numero dei posti disponibili”. Per capire la gravità della situazione basta dire che per il sostegno delle scuole medie della Lombardia “vi sono soltanto 261 candidati per 1.259 posti; in Piemonte appena “50 candidati per 450 posti oppure in Emilia R. con 73 candidati per 322 posti. Situazione simile anche per il sostegno del II grado con 100 candidati per 421 posti in Lombardia, 68 candidati per 205 posti in Emilia R., 52 candidati per 264 posti in Veneto, 64 candidati per 287 posti in Piemonte”. C’è una sproporzione incredibile tra il numero di insegnanti della scuola secondaria che stanno partecipando al concorso riservato della secondaria e i posti disponibili messi a bando: in alcuni casi non si va molto oltre il 20%. Sono emblematici i numeri, ad esempio, del sostegno del I grado in Lombardia, dove vi sono soltanto 261 candidati per 1.259 posti o quelli del Piemonte con 50 candidati per 450 posti oppure in Emilia R. con 73 candidati per 322 posti. Ma anche il sostegno del II grado con 100 candidati per 421 posti in Lombardia, 68 candidati per 205 posti in Emilia R., 52 candidati per 264 posti in Veneto, 64 candidati per 287 posti in Piemonte.“Sulla carta – rileva Tuttoscuola – si tratta indubbiamente di un’occasione ghiotta, irripetibile, che sembra prospettare un successo facile, troppo facile, soprattutto per situazioni come quella del sostegno del I grado in Lombardia”. Come rilevato più volte dalla stessa rivista, “il sostegno registra un momento di criticità evidenziato dall’elevato numero di posti vacanti messi a concorso e dall’impossibilità di coprirli con nuovi docenti vincitori”, visto che “ne rimarranno non assegnati circa 3mila”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tar: Ritiro ricorso regione Lombardia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

“L’ennesima azzardo giuridico della Lombardia di centrodestra è finito nel nulla: il Tar ha archiviato tutto perché i proponenti hanno chiesto di ritirare l’urgenza del ricorso.Questa mossa nasconde esclusivamente la volontà di evitare una figuraccia ben maggiore ovvero che il tribunale amministrativo possa rigettare nel merito il ricorso perché privo di qualunque fondamento.L’avvocato che rappresenta Fontana e la sua giunta ha dichiarato che l’iter va avanti perché deve essere ricostruita la ‘verità storica degli eventi’. Peccato che un Tribunale amministrativo non è chiamato ad una mera ricostruzione dei fatti o a dipanare beghe politiche: il tribunale entra esclusivamente nel merito degli atti amministrativi stabilendo se sono o meno in contrasto con le norme vigenti”, così Dino Alberti, consigliere regionale del M5S Lombardia. “Se Fontana, e il suo avvocato, vogliono la ricostruzione dei fatti si rivolgano a un tribunale ordinario e non intasino inutilmente il tribunale amministrativo. In ogni caso il ricorso al TAR è l’ennesimo grave errore della Lombardia che non sa più come nascondere il fallimento del centrodestra”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Economia: Costruire un nuovo patto sociale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

“Siamo in un momento di profondi cambiamenti, in tutti i settori della società, e abbiamo il dovere di accompagnare questi cambiamenti mettendo insieme le parti più coraggiose, in un percorso di crescita e investimento. Lo dobbiamo fare pensando ad un nuovo modello di società, più inclusiva, più professionale, più pronta ad affrontare le sfide. Il mondo delle professioni, ad esempio, rappresenta un tassello fondamentale. Ed è anche per questo che, attorno a questo mondo, dobbiamo costruire un nuovo “Patto Sociale”, che garantisca importanti investimenti sul futuro di professioni e professionisti. Ma anche una crescita più generalizzata del Paese, all’interno dello stesso quadro d’insieme. E proprio di questo quadro deve far parte anche il lavoro dipendente, sia esso pubblico o privato. Perché il ricorso al lavoro agile, sia pure in qualche modo forzato da questa emergenza sanitaria, ha cambiato le abitudini di milioni di cittadini e di migliaia di aziende. Un percorso che, in alcuni settori, sarà irreversibile. E da cui possiamo trarre anche aspetti positivi per il rilancio dell’economia.
Attorno a questo va fatta una riflessione su come regolamentarlo meglio, affinché il lavoro agile sia effettivamente tale, e non solo un “lavoro da remoto”, ma soprattutto su come reinvestire e ridistribuire il risparmio che, proprio attorno a questo, si è concretizzato. Per farlo, c’è bisogno che questo patto venga accompagnato da una riforma fiscale, come peraltro si sta facendo con il taglio del cuneo fiscale, un meccanismo che incentivi a scommettere sul futuro delle imprese, e quindi dell’Italia. Una strada da percorrere è sicuramente quella del welfare aziendale. Solo negli ultimi anni abbiamo, infatti, registrato un raddoppio delle aziende attive. Tra le piccole e medie imprese è una su due. È uno strumento importante che conferma il ruolo centrale del mondo dell’impresa, accelerato dalla crisi Covid-19, nella comunità e fa decollare produttività e benessere dei lavoratori. Nello scrivere il Recovery Plan, e la riforma fiscale, dobbiamo tenere necessariamente conto anche di tutto questo. Perché va migliorata la partecipazione di tutti i soggetti interessati, a partire dai lavoratori. È questo il futuro”. Lo scrive, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Da Mansutti: indagine sullo smart working nel post-covid

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Smart Working: un vademecum per gestirne le complessità nel post-covid. Da un’indagine che Mansutti, storico broker assicurativo indipendente, ha realizzato, tra dicembre e la prima metà di gennaio scorsi, su un campione rappresentativo di oltre 30 imprese, affrontando il tema delle complessità da gestire nello smart working, è emerso l’identikit dell’azienda media che da quasi un anno a questa parte si trova di fronte alla necessità di riorganizzarsi internamente con nuove modalità di lavoro e di interconnessione. Tra i dati rilevati: il 60% delle aziende, di cui in gran parte con un fatturato di oltre 10 milioni di euro e con più di 50 dipendenti, nel post-covid continuerà ad utilizzare questo strumento in percentuali non superiori al 20% della forza lavoro; ad oggi la conoscenza su come contrattualizzare il lavoro agile non è sufficientemente adeguata, il 50% dei titolari di impresa afferma infatti di non disporre di informazioni chiare e precise su forme e modalità attraverso cui regolarizzarlo; il 77% delle aziende ha dotato i propri dipendenti di strumenti idonei per svolgere l’attività lavorativa da casa; quasi un quarto delle aziende ha verificato gli spazi di lavoro, la connessione di rete e ha avviato attività di formazione tecnica e comportamentale; esiste la consapevolezza generale del pericolo a cui è esposta la sicurezza dei dati aziendali, ma solo il 36% delle aziende è ricorso all’implementazione di misure di protezione idonee, intervenendo sulla struttura It, modificando firewall, antivirus, authority agli accessi o vpn gateway per garantire la continuità operativa; la maggioranza (il 56,7%) considera il lavoro da casa più uno svantaggio che un vantaggio, i titolari di azienda ritengono che la flessibilità lavorativa abbia infatti determinato maggiori carichi di lavoro. Il confine lavorativo-personale, diventato più labile con lo smart working, ha evidenziato nuovi casi di infortuni che potrebbero non essere coperti dall’Inail: va verificata la definizione di eventuali polizze a copertura del solo rischio professionale per la concreta sovrapposizione del rischio da infortunio domestico a quello lavorativo. Eseguire un check della clausola di definizione della copertura professionale ed extraprofessionale nelle polizze infortuni e quella di assicurato nella copertura di responsabilità verso i prestatori di lavoro può fare la differenza. A questo si somma il valore aggiunto di cui si può beneficiare dall’avere in dotazione un Business Continuity Plan aziendale, il piano organico che assembla il piano d’emergenza, il Disaster Recovery Plan e il Crisis Communication Plan. Per far fronte a tutte le diverse complessità, Mansutti, insieme a partner e professionisti esperti di consulenza legale, cybersecurity, architettonica, tecnologica e manageriale, ha dato vita al progetto di alleanza Workegg. Il suo obiettivo è fornire un servizio di smart change management. L’iniziativa è nata dall’esigenza di supportare contesti professionali e comunità aziendali nel processo di evoluzione organizzativa per mantenerne la competitività. Oltre a Mansutti, che gestisce l’area assicurativa nell’individuare le modifiche necessarie a colmare le lacune dei trasferimenti dei rischi, vi sono: Arclab, società di ricerca e servizi per i progetti di architettura; Rödl & Partner, team multidisciplinare internazionale in ambito fiscale, legale, giuslavorista, smart working; Twt, leader nel mondo di servizi Tlc e Ict; Maria Cristina Vaccarisi, esperta in progettazione e deployment di people strategy; Paola Brumana Cenciarini, esperta in well-being advisor, executive coach, mentoring; Visionando, gruppo esperto in piani industriali, digital transformation, M&A.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Halo Labs Inc. Announces Name Change to Halo Collective Inc

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2021

Toronto. Halo Collective Inc. (“Halo” or the “Company”) (NEO: HALO, OTCQX: AGEEF, Germany: A9KN) announced today that, further to the shareholder approval obtained by the Company at its meeting of shareholders held on December 23, 2020, the Company has changed its name from “Halo Labs Inc.” to “Halo Collective Inc.” In connection with the name change, the Common Shares will begin trading on the OTCQX under the trading symbol “HCANF,” trading on the OTCQX under the new trading symbol is expected to occur on or before January 28, 2021. The Common Shares will begin trading on the Frankfurt Stock Exchange under the trading symbol “A9KM” on or before January 28, 2021.The common shares of the Company (the “Common Shares”) and $0.90 warrants of the Company (the “Warrants”) will begin trading under the Company’s new name on the Neo Exchange Inc. (the “NEO”) on January [27], 2021. The Common Shares and Warrants will continue to trade on the NEO under the trading symbols “HALO” and “HALO.WT”, respectively. The new CUSIP numbers assigned to the Common Shares and Warrants are 40638K101 and 40638K119, respectively. No action will be required by existing shareholders with respect to the name change.As the Company experienced unprecedented growth since its inception in 2015 that started in a chicken coop in Medford, OR, Halo Collective aims to revolutionize the cannabis industry on a global scale. Positioned for the future of the consumer-packaged goods industry in cannabis, Halo Collective continues to offer a myriad of diverse product lines. Products range from the highest quality flower, concentrates, edibles, cartridges and more, from top shelf to value products that fit the needs of medicinal and recreational cannabis users in key markets worldwide.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »