Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Politica, Pirillo (Matteotti): Un grazie al Presidente Conte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 febbraio 2021

“Al di la di ogni considerazione politica, che oggi suonerebbe solo come polemica, sento il desiderio ed il dovere di ringraziare il Presidente del Consiglio Prof. Giuseppe Conte per l’impegno profuso nell’affrontare la drammatica situazione e conseguente crisi cagionata da una pandemia che mai prima si era verificata. Lavoro che, siamo oggettivi, ha messo in difficoltà i Governi di tutto il mondo”.- così Enzo Pirillo, Presidente del Circolo Saragat Matteotti di Roma – “Un sentito ringraziamento anche al nostro Presidente della Repubblica,
Prof. Sergio Mattarella, Uomo come pochi, un Signore, che in questo particolare momento, forse il più difficile della storia repubblicana, ha fatto l’unica cosa possibile per la Sua alta carica, e lo ha fatto da statista: cercare di evitare disastrose elezioni, che aggraverebbero questo stato di crisi e forse consegnerebbero il Paese alla peggior destra della storia repubblicana. L’incarico a Draghi, non piace e non piacerà , basti ricordare gli effetti del governo Monti, ma questa era l’unica strada possibile, ma che dovrà comunque trovare i consensi in Parlamento, cosa non facile”. “Resta fermo il mio personale apprezzamento per il lavoro svolto dal Presidente Giuseppe Conte e per la passione e la sensibilità e la signorilità che ha dimostrato, doti di grande umanità, proprie di grandi uomini di Governo; per questo -prosegue il Presidente Enzo Pirillo – credo fermamente che meriti la nomina a Senatore a vita, anche se la brutta e antidemocratica legge costituzionale 19 ottobre 2020, n. 1, approvata con referendum del 20 e 21 settembre 2020, pone dei paletti, ma rivolgerò comunque un appello al Capo dello Stato, affinché si possa provvedere a tributare un giusto riconoscimento ad un uomo che ha fatto il possibile per l bene del Paese”. Enzo Pirillo Presidente del Circolo Culturale “Saragat – Matteotti” Roma (n.r. Con l’incarico a Draghi la politica ha rassegnato le dimissioni. Si affida alle alchimie dell’economia per sostenere gli interessi di parte. Ma sia chiaro Draghi e Conte sono due galantuomini con la sola differenza che gli eventi li hanno collocati in due mondi diversi. Il primo misura le sue ragioni sull’economia del profitto molto economico e poco sociale mentre il secondo è per il sociale e poco economico. Sotto questo profilo dobbiamo rilevare che è un problema di natura geopolitica poiché nel mondo le forze in campo giocano in favore dei grossi interessi del capitale mentre gran parte dell’umanità è posta ai margini del benessere e della prosperità in quanto è stata sistematicamente disattesa l’equa ripartizione delle risorse. L’Italia di Draghi ci dimostra oggi che è entrata a pieno titolo in quella minoranza che comanda umiliando la maggioranza che è condannata a non aver voce.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: