Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 7 febbraio 2021

Biden governa mentre McConnell e McCarthy cercano l’anima del loro partito

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

By Domenico Maceri. “Le menzogne pazzoidi e le teorie di complotti sono il cancro del Partito Repubblicano e del nostro Paese”. Così Mitch McConnell, senatore del Kentucky e leader della minoranza nella Camera Alta, mentre attaccava indirettamente la parlamentare di ultra destra Marjorie Taylor Greene senza però menzionare il nome. McConnell ha continuato prendendo le distanze da quelli “che non credono che un aereo ha colpito il Pentagono l’undici settembre, che le sparatorie che uccidono bambini nelle scuole non sono che messe in scena” e vivono in una realtà alternativa. Il senatore del Kentucky ha anche lodato la parlamentare del Wyoming Liz Cheney la quale è una dei dieci parlamentari repubblicani che ha votato per l’impeachment di Donald Trump il mese scorso.La risposta di Greene non si è fatta attendere. La parlamentare ha ribattuto usando Twitter che “il vero cancro del Partito Repubblicano sono i deboli membri del partito che solo sanno perdere con garbo” e che per questo “stiamo perdendo il nostro Paese”.Le due visioni del Partito Repubblicano espresse da McConnell e Greene, la quale in effetti ha cercato di prendersi il posto di Trump silenziato da Twitter, rappresentano le due fazioni: l’establishment e il populismo. Il presidente Joe Biden si è recentemente riunito con dieci senatori repubblicani “moderati”, ossia rappresentanti dell’establishment repubblicano, cercando di stabilire un accordo per affrontare la pandemia e la crisi economica ereditate da Trump. In effetti, i democratici hanno il doppio lavoro di governare e mantenere l’ordine che sarà molto difficile se i moderati repubblicani non lo assistono.Trump è uscito dalla Casa Bianca e il blocco dei social gli impedisce di comunicare ma lui ha già altri guai con il processo al Senato sul suo secondo impeachment, il primo presidente nella storia americana ad avere subito questo “onore”. Come spesso succedeva da presidente, il caos continua a regnare. Gli avvocati che dovevano difenderlo al Senato si sono dimessi perché il 45esimo presidente voleva una strategia legale concentrata sulla presunta frode elettorale che gli avrebbe rubato la vittoria invece della possibile incostituzionalità di condannare un ex presidente. Oltre alla strategia legale c’era anche un conflitto finanziario: i legali richiedevano 3 milioni di dollari ma Trump voleva solo pagare 250mila.Nonostante tutto i suoi seguaci continuano le sue battaglie con la stessa falsariga dell’elezione “rubata” e l’assoluta fedeltà all’ex presidente. La Greene, parlamentare estremista, 14esimo distretto della Georgia, è stata etichettata una “star” dall’ex presidente per i suoi toni battaglieri. In realtà i suoi comportamenti continuano la campagna di menzogne dell’ex presidente, incapace di ammettere che ha perso l’elezione. La Greene è anche grande sostenitrice di QAnon, il movimento di ultra destra convinto che Trump sia il messia mandato per sconfiggere i seguaci di satana che abusano i bambini. Alcune delle teorie strampalate credute da Greene includono quella che gli incendi delle foreste in California nel 2018 siano stati causati da un laser controllato da una famiglia di banchieri ebraici e che i Clinton avrebbero ucciso John F. Kennedy. Gli attacchi dell’undici settembre non sono mai esistiti, secondo Greene. Nei suoi post in social media la Greene ha sostenuto la necessità di giustiziare membri di alto profilo del Partito Democratico. Nancy Pelosi, la speaker della Camera, è rea di alto tradimento, secondo la Greene, e meriterebbe la morte. Questi post sono stati recentemente cancellati e la Greene ha spiegato che altri individui si occupavano dei suoi account social e quindi lei non è responsabile.Per le sue posizioni estremiste i democratici hanno cercato di fare diventare Greene l’emblema del Partito Repubblicano. Ecco perché McConnell ha provato a prendere le dovute distanze. Il “capo” della Greene però è Kevin McCarthy, leader della minoranza alla Camera, il quale aveva nominato la Greene alla prestigiosa Commissione sulla Pubblica Istruzione. Nancy Pelosi ha attaccato questa mossa domandando retoricamente “che cosa pensavano i suoi leader”, alludendo ovviamente a McCarthy, senza però farne nome.
McCarthy, parlamentare del 23esimo distretto della California, divenuto leader della minoranza nel 2019, ha discusso l’incarico alle commissioni della Camera con Greene senza però eliminarla. McCarthy, aveva avuto parole poco dolci su Trump subito dopo gli assalti al Campidoglio il 6 gennaio scorso, asserendo che l’allora presidente era responsabile per gli attacchi ma ha cambiato musica recentemente. Proprio la settimana scorsa ha visitato l’adesso ex presidente in Florida come ci rivela una foto dei due leader repubblicani. Un annuncio di Trump ha chiarito che i due coopereranno per riconquistare la maggioranza del loro partito alla Camera nell’elezione di midterm del 2022.McCarthy si trovava però nei guai ma a salvarlo forse sono stati i democratici. Steny Hoyer, parlamentare del quinto distretto dal Maryland, vice della Pelosi alla Camera, ha sottoposto gli incarichi di Green alle commissioni di Bilancio e Istruzione a un voto di tutta l’aula. Con 230 voti a favore (219 democratici e 11 repubblicani) e 199 contrari la Greene è stata espulsa. Niente di grave, secondo le sue dichiarazioni il giorno dopo, perché le commissioni “sarebbero una perdita di tempo”. I suoi guai però non sarebbero finiti. Jimmy Gomez, parlamentare democratico (California, 34esimo distretto) ha anche introdotto una mozione che espellerebbe Greene completamente dalla Camera ma il requisito di 2/3 dei voti dei suoi colleghi fa credere che non andrà in porto. Una censura, invece, introdotta dalla parlamentare Nikema Williams, democratica, quinto distretto della Georgia, è più probabile poiché richiede una semplice maggioranza.Mentre i repubblicani litigano fra di loro alla ricerca dell’anima del loro partito, Biden continua a governare. Oltre ai suoi ordini esecutivi per ribaltare i danni causati dal suo predecessore le ultime notizie ci indicano che il suo stimolo di 1900 miliardi sia indirizzato verso la manovra di “reconciliation”. Questo meccanismo richiede una semplice maggioranza e raggirerebbe il filibuster al Senato secondo le cui regole 41 dei 100 senatori potrebbero bloccare il disegno di legge. Biden ha bisogno dei repubblicani per unificare il Paese ma prima di metterlo in atto McConnell e McCarthy devono eliminare o almeno tenere sotto controllo l’influenza di Trump che continua a ingombrare il panorama politico.Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Totoministri, le scelte dei bookmaker

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Testa a testa per il Ministero dell’Interno tra Luciana Lamorgese e Giancarlo Giorgetti. È la valutazione dei quotisti di oddsdealer.com sulla corsa al Viminale nel governo Draghi. Come riporta agipronews l’’attuale ministra apre la lista dei betting analyst, a 2,50, seguita a stretto giro dall’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, offerto a 2,80. Più lontani gli altri due pretendenti, con Ettore Rosato (Iv) a 3,60 e Andrea Orlando (Pd) a 5,80. In bilico, secondo gli analisti, anche la scelta per il Ministero della Giustizia: il ritorno di Paola Severino apre la lista a 2,20, con Marta Cartabia poco più in alto, a 2,80. Raffaele Cantone al momento è terzo, a quota 4,25, mentre a chiudere l’elenco c’è Sabino Cassese a 6,00. LL/Agipro

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Governo, i bookmaker appoggiano Draghi

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Tra le aperture del Movimento 5 Stelle, il “no” di Giorgia Meloni e il sostegno di Pd, Italia Viva e Forza Italia, si comincia a definire il perimetro della maggioranza che potrebbe sostenere Mario Draghi che, a pochi giorni dall’incarico ricevuto dal presidente Mattarella, incassa anche la fiducia dei bookmaker. Secondo i betting analyst di oddsdealer.com, il via libera del Parlamento è l’ipotesi più probabile a 1,30, contro il “no” più lontano a 2,20. In attesa che si concluda il primo giro di consultazioni, i trader hanno già cominciato a comporre il puzzle della squadra di Governo: all’Economia, rileva agipronews, il favorito a 2,75 è il direttore di Bankitalia Daniele Franco, che batte la concorrenza del membro del Comitato esecutivo della Banca Centrale Europea, Fabio Panetta (a 3,90). Terzo posto in lavagna per il vicedirettore di Bankitalia, Luigi Federico Signorini, a 4,20, mentre il vicepresidente della Banca europea degli investimenti, Dario Scannapieco, insegue a 5,85. L’economista Carlo Cottarelli è l’outsider degli analisti, a 6,80, mentre si allontana a 12,50 la conferma di Roberto Gualtieri. Il manager Vittorio Colao alla guida del Mef si gioca a 15,50, difficile che Draghi conservi l’interim, un’ipotesi che chiude il tabellone a 25 volte la scommessa.MSC/Agipro

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiorisce il Mausoleo della Bela Rosin

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Torino Da lunedì 8 febbraio – in occasione di San Valentino Rifiorisce il Mausoleo della Bela Rosin per Terra Madre Salone del Gusto 2020/21Quindici scrittrici, scelte dalla community social di Biblioteche civiche torinesi, a cui sono abbinate 15 nuove piante di rose, selezionate dalla scrittrice e vivaista Anna Peyron, madrina dell’evento e messe a dimora nel giardino del Mausoleo la prossima settimana grazie al sostegno del progetto europeo proGIreg con la collaborazione della Comunità I Passi e Città di Torino un nuovo cioccolatino per Mirafiori, ideato da Giuseppe D’Arrigo, maître chocolatier della Pasticceria D’Arrigo, acquistabile per tutto il mese di febbraio ma soprattutto che verrà regalato a chi prenderà libri in prestito dall’8 al 13 febbraio alla Biblioteca civica C. Pavese, al BiblioBus e al Mausoleo della Bela Rosin, grazie al sostegno di Fondazione della Comunità di Mirafiori.Un nuovo evento di sinergie per Mirafood – la comunità Slow Food per la valorizzazione del territorio di Mirafiori.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Renzi? Se lo conosci lo anticipi»

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Un libro che traccia un ritratto del leader di Italia Viva di Sofia Ventura. Il fatto che Renzi sia riuscito a tornare protagonista della scena politica ha sorpreso molti, tranne Sofia Ventura, la politologa che al leader di Italia Viva e allo storytelling che accompagna da sempre la sua figura ha dedicato qualche tempo fa il saggio «Renzi & Co. Il racconto dell’era nuova» edito da Rubbettino.Le abbiamo chiesto un parere che riportiamo qui di seguito in occasione del lancio in offerta, per il prossimo weekend, su tutte le piattaforme della versione digitale del libro a € 1,99. «Matteo Renzi aveva promesso che se fosse uscito sconfitto dal referendum sulla riforma costituzionale avrebbe abbandonato la politica. La riforma fu bocciata, ma ancora oggi, a distanza di cinque anni, non solo è sulla scena politica, ma ne è protagonista. Alla testa di un piccolo partito, Italia Viva, un partito personale da lui creato abbandonando il partito democratico. Nonostante l’esilissimo consenso di quel partito, è stato tra i principali artefici del governo giallo-rosso nel 2019 e oggi il fattore scatenante della sua caduta. Spregiudicato, capace di contraddirsi pretendendo di essere coerente, volitivo, a molti appare imprevedibile. Eppure il suo profilo era già apparso chiaro all’inizio della sua avventura politica e di governo, quando con una comunicazione iper-personalizzata e ubiqua, una narrazione volta a creare realtà a lui congeniali, un atteggiamento anti-establishment (si trattasse della ‘vecchia politica’ o dei media) aveva affondato più volte il coltello nel burro della debole e inefficace politica italiana. Chi era Matteo Renzi era già stato raccontato allora e il Renzi di oggi è il Renzi di allora. Se lo conosci, lo anticipi».

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Istat: vendite dicembre, +2,5% su mese, -5,4% su media 2019

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Secondo i dati Istat resi noti oggi, a dicembre le vendite al dettaglio salgono del 2,5% rispetto a novembre mentre, in media, nel 2020 scendono del 5,4% sul 2019.”Un Natale in bianco. Il balzo scontato e ovvio su novembre non basta nemmeno a recuperare le vendite rispetto ad inizio anno. Nonostante le festività, a dicembre sono ancora inferiori del 4,9% rispetto a febbraio, ultimo mese pre-lockdown, e del 4,1% su gennaio, ultimo mese pre-pandemia, valori che salgano al 10% per le vendite non alimentari (-10,2% su febbraio, -10% su gennaio)” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”I Dpcm di Natale, insomma, hanno affossato definitivamente ogni speranza dei commercianti di poter recuperare in modo consistente le perdite registrate durante quest’anno funesto. Il fatto che il commercio elettronico sia salito del 33,8% su dicembre 2019, dimostra che le famiglie avrebbero potuto spendere di più anche negli altri esercizi commerciali se non ci fosse stato l’ennesimo lockdown” prosegue Dona.”Assume ormai risvolti preoccupanti, ai fini occupazionali, la caduta delle vendite degli ipermercati, -2,1% su dicembre 2019, una flessione che dipende unicamente dalla scelta scellerata di voler tenere chiusi, nelle giornate festive e prefestive, gli esercizi presenti all’interno dei centri commerciali. Una decisione ancor più assurda ora che le regioni sono diventate zona gialla” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I tumori oculari sono patologie rare

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

“Ma, in un buon numero di casi, con alta incidenza di metastasi. Le più frequenti neoplasie degli occhi sono il melanoma uveale e le neoplasie della congiuntiva”. Lo fa sapere l’Associazione italiana Medici Oculisti (AIMO), in occasione del World Cancer Day che si celebra oggi e che quest’anno è dedicato al coraggio delle persone che convivono con il cancro e alle loro famiglie, ma anche agli infermieri, ai medici, ai ricercatori e ai volontari che si prendono cura dei pazienti e che lavorano per loro. Il melanoma uveale è il tumore intraoculare più frequente nell’adulto- fa sapere AIMO- e presenta un’incidenza pari a 6-7 nuovi casi per milione di popolazione ogni anno, con un’alta incidenza di metastasi”. Per quanto riguarda i carcinomi e i linfomi congiuntivali, si è evidenziato un “incremento della loro incidenza” e le nuove terapie per questi tumori si avvalgono di “farmaci biologici, quali l’interferone alfa e il rituximab, oltre agli antimitotici per via topica, la mitomicina C e il 5-fluorouracile”.Anche le metastasi intraoculari sono piuttosto frequenti. “I tumori che più frequentemente danno metastasi all’occhio- prosegue ancora AIMO- sono i carcinomi (soprattutto gli adenocarcinomi), meno frequenti sono i melanomi. Le metastasi possono essere uniche o multiple, comparire in uno solo dei due occhi (monolaterali) oppure in tutte e due gli occhi (bilaterali ), coinvolgono principalmente la parte interna e posteriore dell’occhio (coroide ), ma possono anche interessare il segmento anteriore dell’occhio.
Possono anche manifestarsi come primo segno della malattia generale (il paziente scopre di avere un tumore in un altro organo perché il primo segnale di malattia è nell’occhio, con una riduzione e/o fastidio alla vista o altri sintomi)”.Tra i tumori che danno “più frequentemente metastasi all’occhio c’è anche quello alla mammella- aggiunge ancora AIMO- mentre nell’uomo è il carcinoma bronco-polmonare”. Sono intanto disponibili terapie combinate che prevedono “chirurgia, terapia radiante e farmaci biologici che permettono in molti casi il controllo di queste patologie”, dunque secondo gli esperti è “decisiva la diagnosi precoce e l’individuazione dei pochi centri italiani in grado di affrontare con le competenze adeguate queste gravi patologie”. In conclusione l’Associazione italiana dei Medici Oculisti vuole sensibilizzare la popolazione “sull’importanza delle visite oculistiche periodiche, fondamentali anche per la diagnosi precoce delle patologie oncologiche oculari”, conclude AIMO.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brasile: distruzione dell’ambiente e Coronavirus

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

In Brasile, dopo le proteste a livello nazionale delle ultime settimane, il presidente Jair Bolsonaro potrebbe essere riuscito ad evitare un possibile impeachment. Dopo la rielezione dei presidenti di entrambe le camere del parlamento lunedì scorso, il processo sembra non avere alcuna possibilità. Per i popoli indigeni, questo implica che non ci sarà nessuna prospettiva di miglioramento nei prossimi due anni. L’espansione aggressiva dell’economia continuerà ad avere la precedenza sui diritti umani fondamentali, sui diritti delle terre indigene e sulla protezione dell’ambiente e del clima per il prossimo futuro. L’indirizzo politico dato da Bolsonaro incoraggia le invasioni illegali dei territori indigeni che sono direttamente legate al degrado ambientale. Queste invasioni sono aumentate del 135% da quando è entrato in carica, con la deforestazione delle foreste pluviali che ha raggiunto livelli record e tredici volte più incendi boschivi nelle terre
indigene. C’è anche un numero significativamente maggiore di miniere nelle terre indigene: le richieste ufficiali per questo sono aumentate del 91% sotto Bolsonaro. Anche se non è nemmeno legalmente possibile, ci sono attualmente 58 nuove autorizzazioni minerarie approvate su terre indigene in Amazzonia. Solo nel territorio Yanomami, sono attualmente attivi oltre 20.000 minatori d’oro illegali. Questi invasori non solo stanno distruggendo gli habitat e i mezzi di sussistenza delle popolazioni indigene, ma sono anche un’importante porta d’ingresso per il coronavirus. Secondo uno studio dell’Instituto Socio-Ambiental brasiliano, un solo invasore potrebbe arrivare ad infettare 1600 indigeni. La pandemia ha anche messo in evidenza il razzismo istituzionale contro la popolazione indigena del Brasile. Il piano nazionale di vaccinazione del Ministero della Salute ha escluso più della metà degli indigeni. Le comunità indigene riferiscono anche di pastori evangelici che tentano di convincere gli indiani a non vaccinarsi. Le informazioni false sono diffuse via radio, il che le rende purtroppo molto efficaci. Gli indigeni sono stati colpiti in modo sproporzionato dalla pandemia. Secondo uno studio sierologico a livello nazionale, gli indigeni hanno cinque volte più probabilità di contrarre il virus rispetto alla popolazione bianca. Il tasso di mortalità era del 16% superiore alla media della popolazione nel dicembre 2020. Le misure preventive contro le malattie infettive sono limitate dalle condizioni di vita di molti indigeni, che vivono in famiglie numerose e in spazi ristretti. Allo stesso tempo, c’è spesso una mancanza di acqua pulita e di infrastrutture sanitarie.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccino Astrazeneca per la Polizia di Stato

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia, commenta le voci sempre più insistenti, sulla decisione di somministrare alle Forze dell’Ordine il vaccino Astrazeneca. Vaccino che è però vietato per gli over55 e la cui efficacia è stata stimata attorno al 60%: “Dati che lasciano sconcertati – spiega Paoloni – a fronte di vaccini più efficaci. Perchè decidere di somministrare questo vaccino a chi è, come la Polizia di Stato e le FFOO in generale, a così stretto contatto con il rischio massimo di contagio, subito dopo Medici ed Infermieri? Mi sembra illogico”.“Spero che tali voci che apprendiamo dalla rete e dagli organi di stampa, non corrispondano al vero. Quel che lascia oltremodo allibiti, è il silenzio della nostra Amministrazione, fatto grave. Non avere notizie direttamente dal Dipartimento della P.S., è l’ennesima conferma di uno stacco sempre più evidente con chi invece dovrebbe avere massima tempestività ed informazione verso i propri operatori. Abbiamo deciso di inviare una lettera al Capo della Polizia, per chiedere notizie precise, e un trattamento quanto meno identico a quello del personale sanitario”. “Da mesi il SAP –conclude Paoloni – si batte per nuove assunzioni in Polizia alla luce dell’alta età media della pianta organica, e dei tanti pensionamenti previsti nei prossimi mesi. E di fronte a tali premesse, si decide di scegliere un vaccino inefficace al 40% e vietato agli over55. Lascia molto perplessi il fatto che alle forze dell’ordine venga data una copertura al virus inferiore alla media della popolazione. Atteso l’indispensabile volontarietà alla somministrazione del vaccino si rischia che gli operatori del comparto sicurezza scelgano di non aderire alla campagna prioritaria in favore delle forze dell’ordine, ma attendano il loro turno come semplici cittadini per ottenere in tal modo la copertura massima”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Farmaci anti-osteoporotici, possibile protezione dall’infezione da Sars-CoV-2

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Le manifestazioni cliniche dell’infezione da Sars-CoV-2 prevedono una prima fase di sintomi lievi (febbre, tosse secca, anosmia/ageusia e diarrea) e una seconda fase caratterizzata dagli effetti di uno stato sistemico proinfiammatorio, con progressione verso sintomi più severi (dispnea, grave compromissione del sistema respiratorio e ipossiemia). «La progressione della malattia» ricorda Maurizio Merico, Uoc Andrologia e Medicina della riproduzione, Azienda ospedaliera di Padova «è stata correlata a una risposta “iper-infiammatoria”, con alti livelli di indici infiammatori e citochine pro-infiammatorie, talvolta in associazione con uno stato procoagulativo».Durante questi mesi di pandemia da Sars-CoV-2 sono emerse alcune evidenze sulla possibile efficacia di farmaci reumatologici, già in uso per il trattamento di malattie infiammatorie immuno-mediate, come gli antagonisti della IL-6, tocilizumab e sarilumab, che, diminuendo la risposta infiammatoria, potrebbero ridurre le gravi manifestazioni cliniche della seconda fase dell’infezione. «Un recente studio trasversale ha valutato l’influenza dei farmaci anti-osteoporotici, con e senza effetti modulanti la risposta immunitaria, sull’incidenza dell’infezione Covid-19» segnala Merico. «È stata considerata una popolazione di 2102 pazienti afferenti al Servizio di reumatologia dell’Hospital del Mar di Barcellona, nel periodo dal 1° marzo al 3 maggio 2020, l’80.5% donne, con età media 66.4 anni, affetti da artrosi nel 63.7%, osteoporosi nel 43.5% e fibromialgia nel 27.2%, e con le seguenti comorbilità: ipertensione (42.4%), pneumopatia (15.0%), malattia cardio-vascolare (14.9%), diabete (12.6%)».Nella popolazione analizzata 109 pazienti (5.19%) sono stati colpiti da Covid-19, specifica lo specialista. Il rischio relativo per Covid-19 in relazione ai trattamenti anti-osteoporotici riporta Merico è risultato: a) denosumab 0.58 (IC 95% 0.28-1.22); b) zoledronato endovenoso 0.62 (IC 95% 0.27-1.41); c) calcio 0.64 (IC 95% 0.37-1.12); d) bisfosfonati orali, vitamina D (e diuretici tiazidici, FANS, analgesici): nessuna associazione. «Lo studio mostra quindi un effetto protettivo di denosumab e zoledronato verso il Covid-19, legato alle influenze di tali farmaci su diverse cellule coinvolte nella risposta infiammatoria» osserva Merico. «I limiti di questo lavoro» aggiunge «sono rappresentati dall’analisi di un campione eterogeneo di pazienti con quadri complessi e con comorbilità; inoltre, nella valutazione dell’effetto dei farmaci anti-osteoporotici sono stati considerati solo i casi di infezione Covid-19 manifesta e non i pazienti asintomatici». In conclusione, afferma Merico, «questo lavoro evidenzia una minore incidenza di infezione da Sars-CoV-2 nei pazienti trattati con alcuni farmaci anti-osteoporotici (denosumab, zoledronato e calcio) e un effetto neutrale di altri (bisfosfonati orali). Pur non potendo consigliare l’uso di questi farmaci per contrastare l’infezione da Sars-CoV2 (per l’esiguità dei dati e la natura trasversale dello studio, gravato da numerosi bias), si conferma la raccomandazione delle Società scientifiche di mantenere il trattamento con farmaci anti-osteoporotici nei pazienti affetti da Covid-19, di particolare rilevanza soprattutto nella popolazione anziana». (fonte: Endocrinologia33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Malattie cardiache prima causa di morte nel mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Le malattie cardiache rimangono la principale causa di morte in tutto il mondo, secondo l’aggiornamento 2021 delle American Heart Association’s Heart Disease and Stroke Statistics, pubblicato su Circulation. Sulla base dell’aggiornamento statistico del 2021, che ha fornito i dati sulla mortalità degli Stati Uniti dal 2018, le malattie cardiovascolari rimangono la principale causa di morte negli Stati Uniti.
A livello globale, quasi 18,6 milioni di persone sono decedute per malattie cardiovascolari nel 2019, l’ultimo anno per il quale sono state calcolate le statistiche mondiali, con un aumento del 17,1% nell’ultimo decennio. Ci sono stati più di 523,2 milioni di casi di malattie cardiovascolari nel 2019, il che significa un aumento del 26,6% rispetto al 2010. Ma secondo gli esperti, l’onere globale delle malattie cardiovascolari crescerà esponenzialmente nei prossimi anni a causa degli effetti a lungo termine della pandemia da Covid-19. «Covid-19 influenzerà direttamente e indirettamente i tassi di prevalenza e di morte delle malattie cardiovascolari per gli anni a venire. La ricerca sta dimostrando che il coronavirus può causare danni al cuore. Inoltre, le persone stanno ritardando la cura di infarti e ictus, il che può portare a esiti peggiori» spiega Salim Virani, del Baylor College of Medicine di Houston, negli Stati Uniti, che ha presieduto il comitato di scrittura. E i ricercatori sottolineano che un problema ancora più critico saranno i comportamenti e lo stile di vita che sono prevalenti durante la pandemia, molti dei quali fanno aumentare il rischio di malattie cardiache e ictus. «Abitudini alimentari malsane, aumento del consumo di alcol, mancanza di attività fisica e il costo mentale dell’isolamento da quarantena, e persino la paura di contrarre il virus, possono avere un impatto negativo sul rischio di una persona per la malattia cardiovascolare» prosegue Virani.La novità del rapporto di quest’anno è un capitolo dedicato agli esiti avversi della gravidanza, che aumentano il rischio di malattie cardiovascolari nelle madri e nei loro bambini. Le complicazioni della gravidanza, tra cui problemi ipertensivi, diabete gestazionale, nascite pretermine, e bambini piccoli per l’età gestazionale, si verificano nel 10-20% di tutte le gravidanze negli Stati Uniti, e un problema cardiovascolare è la causa più comune di morte materna nel paese. «Dobbiamo tenere conto di questo problema per salvare la vita delle madri e migliorare quella dei bambini» concludono gli autori. (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Covid-19, un terzo delle persone infettate da Sars-CoV-2 è asintomatico

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Secondo una revisione sistematica pubblicata su Annals of Internal Medicine, almeno un terzo delle infezioni da Sars-CoV-2 si verifica in persone che non svilupperanno mai sintomi. «Dato quanto abbiamo riscontrato, appare evidente la necessità di cambiare la strategia di test. Per ridurre la trasmissione da persone presintomatiche o asintomatiche dobbiamo spostare la nostra attenzione sullo screening domiciliare» spiega Daniel Oran, dello Scripps Research Translational Institute di La Jolla, California, autore principale del lavoro. «Test rapidi antigenici, forniti a milioni di persone per un uso frequente, potrebbero aiutarci a ridurre significativamente la diffusione del virus» prosegue l’esperto.I ricercatori hanno incluso nella revisione studi su indagini sierologiche che hanno riguardato più di 365.000 persone in Inghilterra e oltre 61.000 in Spagna. Analizzando separatamente i dati dei due paesi sulla base di queste prove di qualità è emersa approssimativamente la stessa proporzione di casi asintomatici, ovvero 32,4% in Inghilterra e 33% in Spagna. La revisione ha incluso in totale 43 studi con conferma dell’infezione tramite test Pcr e altri 18 con risultati anticorpali che indicavano un’infezione presente o precedente. Gli autori sottolineano che, anche se si potrebbe obiettare che il termine “asintomatico” sia fuorviante, perché alcune persone potrebbero mostrare più avanti nel tempo i sintomi della malattia, tale gruppo “presintomatico” di pazienti è probabilmente una minoranza. Studi longitudinali, infatti, indicano che circa tre quarti delle persone che sono asintomatiche rimarranno tali. I ricercatori notano che l’eterogeneità delle impostazioni, delle popolazioni e di altre caratteristiche degli studi ha impedito loro di eseguire una metanalisi dei risultati, e sostengono che saranno necessarie ulteriori ricerche per determinare se e quanto i vaccini contro Sars-CoV-2 prevengano l’infezione asintomatica. «Le strategie di controllo del Covid-19 dovrebbero essere modificate, tenendo conto della prevalenza e del rischio di trasmissione dell’infezione asintomatica. Oltre a un uso frequente di test domiciliari, suggeriamo che il governo fornisca alloggi e aiuti economici per consentire l’isolamento degli asintomatici» concludono gli esperti. (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Studio Rockefeller Foundation: con test rapidi e distanziamento contagi abbattuti

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Permettere agli studenti delle scuole superiori di sottoporsi ogni sette giorni al tampone di tipo rapido porta a una diminuzione dei nuovi casi Covid19 del 50%. Lo stesso test somministrato nelle scuole elementari-medie porta ad un calo di infezioni del 35%: una differenza dovuta, spiegano i ricercatori, al numero di interazioni e contatti tra amici negli studenti dai 14 anni in su. Dalla ricerca prodotta dalla Rockefeller Foundation e dal ministero della Sanità statunitense è emerso anche che eseguire i test a una volta al mese fa scendere i contagi solo del 5%. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: “tutti gli studenti che frequentano le nostre scuole vanno messi con celerità nelle condizioni di essere monitorati, dando loro l’opportunità di effettuare i tamponi rinofaringei soprattutto negli istituti scolastici superiori. Esattamente come sostengono i ricercatori della Rockefeller Foundation e del ministero della Sanità degli Stati Uniti. Gli screening continuativi rimangono la migliore prevenzione rispetto alla diffusione del contagio da coronavirus. È bene anche che il nuovo Governo, come sembra, punti forte, con i fondi del Recovery Plan, sull’aumento del numero di scuole, di aule e delle loro dimensioni. Quindi di organici e su un rapporto numerico più umano docenti-studenti”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo Piano vaccini Covid

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Le forniture di vaccini anti Covid, salvo soprese, dovrebbero vedere aumenti nelle prossime settimane e, con l’ok di Aifa al vaccino Astrazeneca, Governo e Regioni stanno mettendo a punto una nuova tabella di marcia. La nuova proposta di piano vaccini è stata presentata ieri alle Regioni dai ministri Roberto Speranza (Salute) e Francesco Boccia (Affari regionali), insieme al commissario straordinario, Domenico Arcuri. L’impatto maggiore è nell’avvio in contemporanea alla Fase 1 – quella già nota che vede al centro operatori sanitari e sociosanitari, ospiti Rsa, over 80 – e alla Fase 2, della Fase 3 destinata principalmente alla vaccinazione del personale scolastico, lavoratori dei servizi essenziali, forze armate, e così via. Una fascia di popolazione di 3.894.847 persone, che però al momento, sulla base delle previsioni di Aifa, è limitata agli over 55 e senza patologie a rischio. Un piano che pone preoccupazioni, non solo riguardo l’organizzazione della macchina, con la gestione delle prenotazioni, ma anche per il numero di punti vaccinali sul territorio. In sostanza, secondo quanto è stato diffuso dalle Regioni, i vaccini Pfizer e Moderna restano destinati alla Fase 1, che comprende, come noto, personale sociosanitario, Rsa, e in generale over 80, e alla Fase 2, nella quale rientrano, come emerge, persone dai 55 in su, persone vulnerabili e più a rischio. Queste due fasce di popolazione sono state quantificate rispettivamente in 6.483.000 e 19.483.000 persone. Tra i punti su cui si sono trovati d’accordo Regioni e Governo c’è, come spiegato dal presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, la necessità di «mettere in sicurezza il prima possibile gli anziani, più colpiti dalla pandemia. Per questo abbiamo convenuto di assegnare a ogni Regione e Provincia Autonoma un numero di dosi di vaccini pari al numero degli ultraottantenni che vi sono assistiti. Successivamente, si procederà a compensazioni». In particolare, ha dettagliato Luca Zaia, presidente del Veneto, in un intervento di oggi, «con il governo abbiamo stabilito che il vaccino Pfizer e quello Moderna verranno distribuiti in percentuale sul numero degli ultra 80enni, invece Astrazeneca andrà in percentuale alla popolazione complessiva di ogni regione». Tra le Regioni con la percentuale più alta di abitanti anziani c’è Liguria e Friuli Venezia Giulia, che hanno avanzato la proposta. A ogni modo, all’interno della Fase 2 sono poi state indicate delle priorità: come anticipato dall’house organ di Fofi, ilfarmacistaonline, al primo posto ci sono persone estremamente vulnerabili, indipendentemente dall’età, e la fascia 75-79 anni, per poi procedere con le persone tra i 70-74, persone vulnerabili under 70, fino alla fascia tra 60-69 anni senza rischi specifici e da ultimo 55-59 senza rischi. In particolare, tra le aree di patologia considerate più a rischio c’è Bpco/asma/fibrosi polmonari/insufficienza respiratoria, malattie cardiocircolatorie, condizioni neurologiche, diabete e altre endocrinopatie severe, fibrosi cistica, Hiv, insufficienza renale/patologie renale, ipertensione arteriosa, malattie autoimmuni, malattia epatica e così via. By Francesca Giani in abstract fonte: Farmacista33.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Calo drammatico delle vendite nel 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Secondo le rilevazioni appena diffuse dall’Istat, le vendite al dettaglio nell’anno appena concluso hanno subìto una diminuzione complessiva del -5,4%. I valori diminuiscono, su base annua, sia per la grande distribuzione (-21,1%) sia per le imprese operanti su piccole superfici (-14,4%). Altrettanto prevedibile l’incremento registrato dal commercio online, che tocca quota +34,6%.A pagare il prezzo più alto in termini di calo delle vendite è il comparto non alimentare (-12,2%), soprattutto a causa delle chiusure dei negozi disposte allo scopo di contrastare l’emergenza sanitaria in corso: l’unica eccezione è costituita da un ulteriore incremento, già riscontrato nelle precedenti rilevazioni, dei prodotti per l’informatica e per le telecomunicazioni, legato con ogni probabilità alla crescente diffusione dello smart work nonché alla necessità di svolgere l’attività scolastica a distanza.Le restrizioni che si sono rese necessarie per contenere il contagio da coronavirus hanno di certo un peso determinante nel quadro che emerge dalle rilevazioni dell’Istituto di Statistica, tuttavia non si può neanche negare che questi stessi dati dimostrino una condizione di forte disagio in cui versano molte famiglie. Alla luce di tali premesse emerge con drammatica evidenza la necessità e l’urgenza di pianificare interventi mirati per crescita e sviluppo, affiancati da un sistematico contrasto delle disuguaglianze socioeconomiche ancora presenti in tutto il Paese. Facciamo appello al Parlamento e delle forze politiche affinché si agisca con responsabilità e si possa presto predisporre un piano per investire le risorse finanziarie attualmente disponibili con lo scopo ben preciso di rilanciare l’economia, restituire stabilità alle famiglie e rafforzare il sistema sanitario.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un anno in giro per il mondo con tappa molisana

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Eleanor, Katie-Maeve e Madeline. Sono tre giovani sorelle statunitensi di origine molisana che vivono ad Aspen, in Colorado. Hanno viaggiato per un anno sabbatico in tutto il mondo. America, Australia, Asia, Africa ed Europa. Nel nostro Paese hanno fatto tappa a Frosolone, dove la famiglia materna ha le radici.La loro storia è al centro di un ampio servizio sul numero di febbraio del mensile “Infoimpresa” (https://bit.ly/3pNHcod), la cui copertina è dedicata proprio alle tre ragazze. Il servizio si sofferma in particolare sull’uso della didattica a distanza, che ha permesso loro di continuare a “frequentare” scuola per un intero anno (tramite Odysseyware Academy), mentre accumulavano esperienze in tutto il pianeta, utili quanto una laurea.Le ragazze per l’intero anno hanno tenuto diari. Sono rimaste colpite dalle rivolte autonomiste in Catalogna, dai festival etnici della Provenza, dai clan celtici a Dublino e dai labirinti della civiltà pompeiana in Italia. Hanno fatto surf a Bali, trekking in cammello nel Sahara, corsi di cucina in Vietnam, la zipline più lunga d’Europa in Spagna. Hanno realizzato tagine in Marocco, pho in Vietnam, gado-gado a Bali.In Italia, dopo aver assistito alle gare di Coppa del mondo di sci in Val Gardena, scoperto il più antico essere umano (Otzi) in Alto Adige, effettuato passeggiate in bicicletta sulla via Appia Antica a Roma, hanno puntato sul Molise per conoscere i parenti e stilare alberi genealogici. A Frosolone per la prima volta hanno lavorato la pasta fatta in casa e, come raccontano, “bevuto vino insieme alla Coca Cola”. A Campobasso hanno assistito alla suggestiva processione del Venerdì Santo.Basilare il supporto delle nuove tecnologie, non solo per non perdere il programma scolastico, ma anche per viaggiare. Con app come Airbnb, Orbitz e TripAdvisor, hanno prenotato hotel, aerei, treni, autobus, appartamenti, skipass e biglietti per musei, con Culture Trip hanno ottenuto i consigli più aggiornati su dove andare e cosa vedere, con Trip Wallet hanno gestito i budget.Non sono mancate esperienze negative e positive nel rapporto con il prossimo. Tra le prime, il furto di cellulari e pc in un albergo a San Sebastian, in Spagna. Tra le seconde, il soccorso di un uomo su un cammello in Marocco per la più piccola delle tre sorelle, con aghi nel piede a causa di un pesce: con il fuoco è riuscito subito ad estromettere il veleno e a guarirla.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Commissione europea: misure di sostegno al settore finanziario per aiutare i consumatori e le imprese

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Il Commissario McGuinness ha presieduto una tavola rotonda con il settore finanziario europeo, compresi i rappresentanti delle associazioni dei consumatori e delle imprese, per valutare le misure di sostegno adottate per attenuare l’impatto economico della crisi COVID-19.La riunione si è svolta in un momento in cui i consumatori e le imprese continuano a risentire della crisi in corso. Tra i temi all’ordine del giorno, una discussione sulle misure volte a sostenere i consumatori in relazione al sovraindebitamento e le imprese colpite dalla chiusura di numerosi settori economici. L’obiettivo è un dialogo aperto sulle misure di sostegno nel settore finanziario e sulla loro applicazione a livello nazionale. La discussione riguarda iniziative quali le moratorie sui pagamenti, pagamenti più sicuri senza contante (garantendo al contempo che i pagamenti in contanti restino disponibili per coloro che non hanno altre possibilità) e i prestiti mirati ad attenuare l’impatto della crisi del coronavirus. Il Commissario McGuinness ha dichiarato: “Apprezzo la disponibilità dei consumatori, delle organizzazioni imprenditoriali e dei partecipanti al settore finanziario a collaborare per individuare soluzioni volte a sostenere coloro che ne hanno più bisogno in questi tempi difficili. Anche quando l’intensità della pandemia diminuirà, per qualche tempo dovremo essere consapevoli delle sue conseguenze a lungo termine. Attendo con interesse suggerimenti su possibili miglioramenti delle attuali misure a sostegno dei consumatori e delle imprese, nonché sul modo di arrivare a soluzioni eque ed equilibrate per appoggiare i cittadini e le imprese economicamente sostenibili quando inizierà la graduale revoca delle misure di sostegno.” Come preannunciato nel pacchetto per il settore bancario della Commissione adottato il 28 aprile 2020, il 28 maggio 2020 si è già tenuta una prima riunione della tavola rotonda per segnare l’inizio di un dialogo con il settore finanziario europeo e valutare quali misure pratiche di sostegno possano essere attuate per attenuare l’impatto della crisi del coronavirus. La tavola rotonda odierna fa seguito all’adozione di un elenco di “migliori pratiche” concordato a luglio 2020 dal settore finanziario e dalle organizzazioni dei consumatori e delle imprese.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Commissione approva l’acquisizione del controllo di Banca Piccolo Credito Valtellinese S.p.A. da parte di Crédit Agricole Italia S.p.A

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

A norma del regolamento UE sulle concentrazioni, la Commissione europea ha approvato l’acquisizione del controllo di Banca Piccolo Credito Valtellinese S.p.A. (“CreVal”), con sede in Italia, da parte di Crédit Agricole Italia S.p.A. (“CAI”), controllata dal gruppo Crédit Agricole, con sede in Francia.CreVal è una società per azioni di diritto italiano ed è la società madre del Gruppo bancario Credito Valtellinese, operante nel settore dei servizi bancari al dettaglio in Italia. CAI è una controllata del gruppo Crédit Agricole che assiste i clienti mediante una vasta gamma di servizi bancari e finanziari offerti in tutti i settori bancari al dettaglio, nonché mediante attività finanziarie correlate quali assicurazioni, gestione patrimoniale, leasing, servizi bancari d’investimento e credito al consumo. La Commissione ha concluso che la concentrazione proposta non solleva preoccupazioni dal punto di vista della concorrenza, dato il suo impatto molto limitato sulla struttura del mercato. L’operazione è stata esaminata nell’ambito della procedura semplificata di controllo delle concentrazioni. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web della DG Concorrenza della Commissione, nel registro pubblico dei casi con il riferimento M.10095.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccini: Una risposta unitaria per sconfiggere il Covid-19

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Lunedì 8 febbraio 2021 09.45 – 10.45 In vista del dibattito sulla campagna di vaccinazione, previsto in plenaria il 10 febbraio con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e con i rappresentanti del Consiglio, il Parlamento europeo organizza un webinar per illustrare ai giornalisti i temi del dibattito e le iniziative che intende promuovere per assicurare una campagna vaccinale efficace, trasparente ed equa. Aprirà la sessione il president della commissione Ambiente, salute pubblica e sicurezza alimentare Pascal Canfin. Parteciperanno alla discussione gli eurodeputati Peter Liese, Jytte Guteland e Bas Eickhout,sempre della commissione Ambiente, salute pubblica e sicurezza alimentare. Alla fine del webinar è previsto un momento Q&A con i giornalisti. L’evento sarà in inglese.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nuovo Piano europeo per un’economia circolare al voto della plenaria

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2021

Il nuovo Piano europeo per un’economia circolare ha l’obiettivo di aiutare gli Stati membri a raggiungere elevati standard di riciclo e riutilizzo di prodotti e materiali esistenti, riducendo al minimo gli sprechi e, quindi, la produzione di rifiuti. La plenaria del Parlamento europeo discuterà il nuovo Piano europeo lunedì 8 febbraio dopo le 17 e lo voterà martedì 9 alle 13.In vista di questo doppio appuntamento il Parlamento europeo in Italia organizza un briefing stampa con Simona Bonafè, relatrice sul pacchetto legislativo sull’economia circolare nella scorsa legislatura e attualmente relatrice ombra per il gruppo S&D sul nuovo Piano europeo, e con Valeria Valotto, vice-presidente di QUID, impresa sociale del settore tessile profondamente ancorata al concetto di economia circolare e sociale.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »