Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 14 febbraio 2021

Va in scena l’antiquariato

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Roma. La Casa d’Aste Babuino apre le porte a una tre giorni da non perdere in calendario per il 17, 18 e 19 febbraio alle ore 15:00. L’esposizione aprirà sabato 13 e proseguirà fino a martedì 16 presso la sede romana di via dei Greci 2/a a.Tra le ricche e variegate proposte di dipinti antichi -tutti provenienti da illustri famiglie romane- spicca al lotto 65 l’eccezionale Veduta fantastica del Colosseo di Dirck Verhaert (Haarlem 1610 – Leida 1675). La documentazione storica dietro a questo dipinto ne rivela il suo concepimento. A “guidare” il pittore olandese fino a questo sorprendente risultato datato XVII secolo, furono probabilmente due antecedenti incisioni: quella di Giovanni Battista Pittoni Vicentino del 1561, e ancora prima quella che l’incisore olandese Hieronymus Cock realizzò nel 1551. L’opera, appartenuta fino al 1975 a una collezione privata spagnola, è arrivata a Roma nel 2004 dopo due passaggi dalla Casa d’Aste Sotheby’s. Non ci resta che attendere per scoprire in che mani passerà mercoledì 17 (stima: 30.000-40.000 €).Altra chicca di massima importanza è il lavoro attribuito a Jacopo Palma il Giovane, che i critici e gli esperti hanno dato come opera della mano del pittore, che raffigura Loth e le Figlie al lotto 28 (4-6 mila). Si segnala inoltre l’opera di Noel-Nicolas Coypel (lotto 123, stima 8.000-12.000), accompagnata da perizia di Didier Bodart e conferma di Maurizio Marini. Nel ricco catalogo opere di scuola veneta, scuola napoletana e scuola romana. Al lotto 135 un Ritratto Di Nobildonna di seguace di Peter Lely.
Lotto 28 – Jacopo Palma il Giovane, Loth e le figlie, Olio su tela, cm. 88 x 151 In cornice. Stima 4.000-6.000 euro
Lotto 28 – Jacopo Palma il Giovane, Loth e le figlie, Olio su tela, cm. 88 x 151 In cornice. Stima 4.000-6.000 euro
All’incanto anche una grande collezione di mobili antichi. Spiccano due splendide console al lotto 64, una console in legno dorato e laccato Italia centrale XVIII secolo e al lotto 120 e ancora, un’altra in legno dorato Roma periodo Luigi XVI di grande levatura soprattutto per i piani marmorei. Tra gli arredi, una splendida ribalta a cilindro in ciliegio Olanda XVIII secolo, interamente intarsiata in legni di frutto.
Dagli arredi alla collezione di ceramiche dell’ottocento e maioliche antiche. Si evidenzia il lotto 70, uno splendido grande piatto in ceramica, Deruta fine XIX secolo a sezione ovale, a smalti policromi, con decoro a nascita di Venere. Tra i bronzi si segnala una coppia di sculture in bronzo brunito, fine XVIII, INIZI XIX secolo raffiguranti Capitani di ventura e ancora, in seconda tornata, il lotto 280: uno splendido cavallo in bronzo di Paul Gayrard.Sempre in seconda tornata dipinti e arredi del XIX secolo. Al lotto 310 emerge un notevole dipinto di Pietro Leidi, Pittori di rovine classiche in paesaggio, un olio su tavoletta, cm. 32 x 42. Firmato in basso a destra. Al lotto 326 un Giuseppe Raggio con il ritratto di Mona Tofani.La terza tornata sarà dedicata all’argenteria e i gioielli. Tra le ricche proposte, un importante servizio di bicchieri in argento, punzone Bulgari, Roma 1977. Dalla selezione di gioielli spicca invece il lotto 462, una splendida parure Buccellati Milano in oro giallo e oro bianco 18 kt., composta da bracciale collana e orecchini. http://www.astebabuino.it

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Secondo processo di impeachment a Trump

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

By Domenico Maceri “Dobbiamo assicurare che da Repubblicani siamo il partito della verità”. Così Liz Cheney, parlamentare repubblicana del Wyoming, numero 3 nella leadership del Grand Old Party alla Camera, mentre difendeva il suo voto a favore dell’impeachment di Donald Trump. La Cheney parlava con Chris Wallace della Fox News e ha continuato a chiarire che loro sono il partito di “Lincoln e non di QAnon o degli antisemiti o dei negazionisti dell’olocausto o delle teorie suprematiste e complottiste”.Per il suo voto contro Trump, la Cheney è stata attaccata dai sostenitori dell’ex presidente ed è stata censurata dal Partito Repubblicano del suo Stato. La Cheney, il senatore Ben Sasse del Nebraska, Adam Kinzinger, parlamentare dell’Illinois, 16esimo distretto, e parecchi segretari di Stato si sono fatti guidare dalla verità, che Trump ha attaccato, cercando di sostituirla con una menzogna. Il 45esimo presidente ha fatto del tutto per ribaltare l’esito dell’elezione per la quale è stato assistito da buona parte del suo partito. Per avere incitato i suoi sostenitori agli assalti violenti al Campidoglio il Senato sta conducendo il processo di impeachment. Non si prevede una condanna ma la condotta di Trump non sarebbe stata possibile senza il sostegno di molti repubblicani, i media di destra e anche le piattaforme digitali. L’attuale processo a Trump dunque include implicitamente anche coloro che lo hanno assistito fino a raggiungere i repubblicani al Senato.Il secondo processo di impeachment a Trump sembra poco giustificabile poiché consiste del meccanismo costituzionale per rimuovere un presidente dalla sua carica. Dato che Trump è già fuori dalla Casa Bianca dal 20 gennaio sembrerebbe futile continuare il processo. La Camera però aveva votato per l’impeachment il 13 gennaio (232 a favore e 197 contrari), 7 giorni prima della scadenza del mandato di Trump. Dieci repubblicani, incluso Cheney e Kinzinger, hanno votato per l’impeachment ottenendo un risultato bipartisan. Mitch McConnell, l’allora presidente del Senato, ha deciso di non iniziare il processo fin quando la nuova amministrazione di Joe Biden fosse già iniziata. Questo passo consegnò la patata bollente ma anche il controllo delle procedure del processo alle mani di Chuck Schumer, parlamentare di New York, e nuovo presidente della Camera Alta.I media di destra e le piattaforme digitali usate da Trump hanno in un certo senso accettato implicitamente la loro colpevolezza. Twitter, Facebook ed altri colossi digitali hanno bloccato gli account di Trump, togliendogli strumenti essenziali per le sue disinformazioni che hanno causato l’irruzione alla sede del Campidoglio. Ma anche i media di destra come Fox News e Newsmax hanno cominciato a prendere le distanze da Trump. Ambedue reti televisive sono state denunciate da due aziende di software usate nelle elezioni. Queste aziende rivendicano la correttezza dei loro programmi, confermando la legittimità dell’esito elettorale e reiterando i danni finanziari causati dalle accuse di frode istigate da Trump. Le menzogne sono state diffuse anche da giornalisti di queste reti di destra. Non si tratta di pochi soldi. La cifra dei danni subiti dichiarata nelle denunce raggiunge quattro miliardi di dollari. Le denunce includono non solo le reti televisive ma anche individui privati come Rudy Giuliani e Sydney Powell, ambedue legali di Trump, accusati anche di colpevolezza.La Fox News ha implicitamente riconosciuto le sue responsabilità ed ha licenziato Lou Dobbs, il più noto conduttore della rete di Rupert Murdoch. Nessuna spiegazione è stata offerta per il licenziamento ma si crede che le menzogne di Trump diffuse dai programmi di Dobbs, il più grande adulatore dell’ex presidente, siano state la causa. Nel caso di Newsmax, due dei loro conduttori hanno tagliato l’audio e video di Michael Lindell, amministratore delegato di “My Pillow”, per continuare ad insistere sulla presunta frode elettorale subita da Trump. Per questioni finanziarie invece di etiche queste reti hanno cambiato strada ma altri conduttori continuano a reiterare concetti suprematisti perché, dopotutto, nessuno li minaccia con denunce potenzialmente devastanti.Nel processo a Trump durante il primo impeachment l’anno scorso, Adam Schiff, parlamentare della California e leader dei pubblici ministeri, accusò Trump di “avere tradito la sicurezza nazionale” insistendo che lo avrebbe fatto di nuovo. Schiff aveva giustamente previsto le parole infuocanti e le azioni di Trump ma non poteva immaginare gli eventi violenti del 6 gennaio del 2021 che hanno anche messo in pericolo la vita dei parlamentari e senatori. Cercando di convincere i senatori repubblicani a votare per la condanna, Schiff nel 2020 si complimentò con loro asserendo che sono “persone decenti” mentre Trump “non lo è”.Il processo attualmente in corso offrirà un’opportunità ai senatori repubblicani di dimostrare che sono decenti e votare secondo la loro coscienza invece di calcoli politici, considerando il fatto che Trump rimane ancora popolare con l’elettorato di destra. I senatori hanno in questo processo un ruolo anomalo: sono giurati ma allo stesso testimoni e persino vittime degli assalti. Al processo, per esempio, un filmato presentato dai legali della Camera fa vedere un poliziotto che in effetti salva la vita al senatore Mitt Romney, repubblicano dell’Utah. Salvo colpi di scena, però, pochi senatori repubblicani voteranno per condannare Trump perché riconoscerebbero in un certo senso il loro sbaglio di non averlo condannato l’anno scorso. Trump non avrebbe potuto essere accusato di incitamento all’insurrezione senza la loro complicità. Condannare Trump significherebbe un riconoscimento di colpevolezza per i senatori stessi e la maggior parte di loro non ha nessuna intenzione di ammetterlo.Elizabeth Warren, senatrice liberal del Massachusetts, ha però offerto un’altra ragione importante per incoraggiare i suoi colleghi a condannare Trump: se l’ex presidente non pagherà un prezzo per le sue azioni deplorevoli con l’incitazione alla violenza per ribaltare l’esito elettorale, futuri presidenti saranno liberi di fare altrettanto. Un individuo più abile di Trump potrebbe porre fine alla democrazia americana. Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il nuovo esecutivo lavori al rilancio del turismo residenziale”

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

“Dal nuovo governo ci aspettiamo un cambio di passo nei confronti del mondo del turismo residenziale, riconoscendo il suo ruolo e favorendo la sua ripresa: lo chiedono i gestori di oltre 500mila alloggi, e lo chiedono i 70mila lavoratori che operano in questo campo”. E’ quanto afferma Stefano Bettanin, presidente di Property Managers Italia, associazione nazionale di categoria del turismo residenziale.
“I governi precedenti – sostiene Bettanin – non hanno recepito appieno le sollecitazioni che venivano dal nostro settore, che alla vigilia della crisi determinata da pandemia e lockdown era arrivato a pesare due punti e mezzo di Pil, e che superata la fase più acuta dell’emergenza ha dimostrato di sapersi adattare meglio al nuovo scenario.” “Ci auguriamo – conclude Bettanin – che un nuovo governo di alto profilo, come quello che Mario Draghi sta formando, comprenda come il mercato del turismo sia profondamente cambiato, e come questo debba essere aiutato: da un lato con un sostegno economico per superare questa fase di crisi, e dall’altro con un riordino del quadro normativo che possa liberare le potenzialità del turismo residenziale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Letteratura italiana del treno

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

L’invenzione del treno ha portato con sé quella della velocità, e la sua seduzione, nell’epopea del vapore, ha fatto breccia in non poca della narrativa italiana otto e novecentesca. Pirandello, Verga, Montale, Svevo, i futuristi e molti altri scrittori ed intellettuali ci hanno lasciato preziose attestazioni della straordinaria modernità inaugurata dal treno, che a pochi decenni dalla sua invenzione ha iniziato a trasportare merci e persone in tutta Europa, con frequenza e ritmi che l’uomo comune stentava a concepire.E per meglio dare a comprendere come il treno, le sue stazioni e il suo immaginario siano entrati nelle pagine dei nostri narratori e poeti, e dunque nell’orizzonte almeno immaginato dei loro lettori, Giovanni Capecchi e Maurizio Pistelli hanno raccolto in un corposo volume i contributi del Convegno <>, svoltosi all’Università per Stranieri nel Novembre 2019 (Treni letterari. Binari, ferrovie e stazioni fra ‘800 e ‘900, Torino: Lindao, pagg. 464). Il libro illumina su numerosi aspetti del rapporto treno – letteratura, specie su alcuni scrittori del Novecento, di cui tale lettura critica mancava. Così di Elsa Morante, Elio Vittorini, Leonardo Sciascia, Carlo Cassola ed altri vengono analizzate le pagine “ferroviarie” e il loro senso letterario e culturale./sgiu

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fastweb e Fondazione Cesvi per i piccoli imprenditori

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

L’iniziativa è stata lanciata da Fastweb e i suoi dipendenti, in collaborazione con Fondazione Cesvi, con l’obiettivo di sostenere con un aiuto concreto e immediato le micro e piccole attività a rischio fallimento, registra i primi importanti risultati relativi alla raccolta fondi. Grazie alla mobilitazione del 90% dei dipendenti di Fastweb su un totale di 2.700 persone, sono stati raccolti in poche settimane più di 320.000 euro, un importo raggiunto attraverso il conferimento di Christmas Card aziendali e la donazione di 11.000 ore di lavoro. I fondi raccolti confluiranno all’interno di un Fondo da 1 milione di euro che è stato costituito da Fastweb a favore delle piccole attività commerciali clienti in difficoltà economiche come bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, piccole agenzie di viaggio, negozi di abbigliamento, di calzature e palestre.L’iniziativa, che si inserisce nel più ampio piano di responsabilità sociale lanciato dall’azienda sotto il nome di Nexxt Generation 2025, testimonia il forte impegno che Fastweb intende profondere a supporto della comunità, rispondendo in modo concreto ai bisogni reali delle attività economiche sul territorio. Confcommercio ha stimato per il 2020 che nella sola città di Milano era a rischio un’attività commerciale su 3, mentre a livello nazionale l’effetto combinato del Covid-19 e del crollo dei consumi erano prossime alla chiusura definitiva oltre 390mila imprese del commercio non alimentare e dei servizi di mercato. Tra i settori più colpiti, nell’ambito del commercio, abbigliamento e calzature (-17,1%) mentre nei servizi le maggiori perdite di imprese si sono registrate, invece, per agenzie di viaggio (-21,7%), bar e ristoranti (-14,4%). Il meccanismo per accedere al finanziamento da 5.000 euro è molto semplice. Il bando è aperto a tutte le imprese clienti segnalate a Fondazione Cesvi da Fastweb e dai suoi dipendenti (per un numero massimo di tre per ciascun dipendente) e che rientrano nei requisiti previsti dal bando stesso, ovvero: essere clienti di Fastweb al 31 dicembre 2019 e ancora in attività; rientrare nei codici ATECO relativi a Bar, Ristoranti, Gelaterie, Pasticcerie, Piccole agenzie di viaggio, negozi di abbigliamento e calzature, palestre; essere ditte individuali o aziende familiari; essere in grado di dimostrare una diminuzione del fatturato di oltre il 30% in un trimestre del 2020 rispetto al 2019. Le aziende segnalate verranno contattate da Cesvi. La procedura di assegnazione verrà certificata da un Comitato Tecnico nominato e istituito dalla Fondazione insieme a Fastweb e a rappresentanti di Confcommercio e del mondo accademico.
“Siamo veramente entusiasti della massiccia adesione dei nostri colleghi a questa importante iniziativa di responsabilità sociale che, nel suo piccolo, vuole dare un aiuto immediato e concreto a quelle piccole attività, di cui moltissime a conduzione familiare, che rischiano di non farcela” ha dichiarato Anna Lo Iacono, Senior Manager of Corporate Social Responsibility di Fastweb. “La profonda crisi economica che sta investendo le micro imprese del nostro Paese non poteva lasciarci indifferenti e, insieme a Fondazione Cesvi, abbiamo deciso di impegnarci attivamente per dare il nostro contributo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Deloitte: M&A, cresce la fiducia dei CFO italiani ed europei

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Dopo un brusco rallentamento nella prima metà del 2020, le operazioni di fusione e acquisizione a livello globale hanno registrato un rilancio da record: da giugno a ottobre 2020, le aziende hanno annunciato di aver concluso deal per un valore complessivo di 1.400 miliardi di dollari, segnando una crescita del +84% rispetto ai primi cinque mesi dell’anno, e portando a un valore totale di 2.200 miliardi di dollari di contratti siglati nei primi 10 mesi dell’anno.È quanto emerge dal report “M&A emerges from quarantine – M&A strategies to thrive in the post-pandemic environment”, basato sulle risposte di oltre 1.500 CFO in 17 paesi partecipanti alla Deloitte European CFO Survey, ai quali è stato chiesto quali fossero i loro obiettivi di M&A, le priorità strategiche, i rischi e le sfide per i prossimi mesi.Circa l’83% dei CFO europei (62% italiani) ha espresso elevati livelli di fiducia nella solidità dei bilanci e delle risorse delle proprie aziende. Particolarmente positivi e fiduciosi i CFO del settore automobilistico, dei servizi finanziari e dei servizi professionali.Inoltre, in assenza di segnali di un’imminente inversione dell’attuale politica monetaria estremamente accomodante, circa il 73% dei CFO dichiara di essere fiducioso sulla disponibilità di credito. Su quest’ultimo aspetto, tuttavia, i CFO italiani sono meno fiduciosi: solo il 47% è allineato con i propri colleghi europei.I CFO meno fiduciosi nella solidità finanziaria della propria azienda hanno indicato l’obiettivo di cessione di attività non essenziali al fine di sostenere i loro bilanci ed acquisire maggiori risorse finanziarie.Circa il 73% dei CFO europei e il 76% di quelli italiani è anche fiducioso circa l’opportunità di crescita del proprio settore, in particolare per chi opera nei servizi finanziari, nel life sciences, nei media e nelle telecomunicazioni (TMT). Anche il prezzo delle aziende target non è visto come un ostacolo: circa il 74% dei CFO europei (73% italiani) ritiene che vi siano condizioni di prezzo favorevoli per le acquisizioni. Inoltre, circa l’80% dei CFO europei e il 64% di quelli italiani ha dichiarato di avere fiducia nelle capacità di integrazione ed attuazione degli accordi della propria azienda.
Tra gli aspetti critici vengono invece evidenziati la situazione economica generale e gli ostacoli normativi. Circa il 40% dei CFO europei (35% di quelli italiani) non pensa che vi sarà una significativa ripresa economica entro i prossimi 12 mesi e quasi la metà degli intervistati (44% in Europa e 51% in Italia) guarda con timore i molteplici ostacoli politici, burocratici e normativi da affrontare per completare le transazioni di fusione e acquisizione.È stato chiesto ai CFO di assegnare il grado di priorità agli obiettivi di M&A a breve (<6 mesi) e medio termine (6-12 mesi) ed è emerso che i CFO utilizzano una combinazione di strategie difensive e offensive per salvaguardare la propria posizione nel mercato, accelerare la ripresa e posizionarsi per raggiungere la leadership. A conti fatti, sia in Europa che in Italia, il 59% degli intervistati ha selezionato strategie relative a M&A offensive, mentre il 41% ha scelto strategie difensive. Le aziende italiane inoltre perseguono sempre più attività non tradizionali di fusione e acquisizione, come joint venture, alleanze, fusioni e acquisizioni disruptive e investimenti di venture capital in asset sostenibili (59%), acquisizioni per accelerare la trasformazione digitale dell’azienda (67%) oltre ad attività di ristrutturazione del portafoglio che portano a disinvestimenti (62%) insieme ad operazioni di fusione e acquisizione più tradizionali, come il consolidamento nel proprio settore di attività (75%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Disinformazione e crisi economica da Covid-19 alla base dell’ortodonzia fai-da-te e low-quality. ASIO lancia l’allarme

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Sui canali social negli ultimi mesi è boom di proposte di trattamenti ortodontici a distanza o di bite notturni automodellanti contro il bruxismo. Alla base della sfrenata corsa al “sorriso fai-da-te” ci sono probabilmente la disinformazione dei pazienti, così come le crescenti difficoltà economiche e le preoccupazioni delle famiglie legate alla grave crisi economica in corso, causata dalla pandemia. ASIO – Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia, ancora una volta, mette in guardia sui rischi e pericoli legati ai diversi prodotti ortodontici e odontoiatrici a basso costo che incentivano la cosiddetta Ortodonzia fai da te.Un recentissimo studio pubblicato sull’American Journal of Orthodontics ha difatti ben evidenziato come i pazienti con maggiore interesse nel perseguire cure ortodontiche ed attenti alla qualità del trattamento preferiscano scegliere Specialisti in Ortodonzia. Al contrario, trattamenti “fai da te” sono preferiti da pazienti poco interessati alle cure ortodontiche e principalmente attenti al risparmio economico. Queste considerazioni, riportano gli Autori, spingono i genitori a prediligere di certo uno Specialista in Ortodontista per il trattamento del loro bambino.Analogamente, uno studio clinico randomizzato pubblicato nel 2020 dall’Università del Michigan sulla rivista Clinical and Experimental Dental Research ha riportato come sia estremamente difficile ottenere standard clinici soddisfacenti con bite automodellanti, riscontrando una maggiore attività parafunzionale notturna. In considerazione dei dati ottenuti, si è arrivata alla conclusione che quantunque fosse utilizzato un presidio automodellante “da banco”, sarebbe fortemente consigliabile la supervisione dello specialista per valutarne i risultati ottenuti e possibili effetti collaterali.Il 65% degli italiani è preoccupato per il contagio (per sé o familiari) da Covid-19, mentre il 23% teme per la perdita del lavoro o dei risparmi. Questo è quanto emerge dall’ultima indagine condotta da Acri-Ipsos dal titolo “Risparmio: futuro e presente” in occasione della 96ma Giornata del Risparmio. Il maggior timore degli italiani è rappresentato, infatti, dall’incertezza economica sul futuro legata inevitabilmente alla pandemia da Covid -19.Una delle conseguenze più marcate di questa situazione è stata proprio una notevole contrazione non solo dei consumi ma anche e soprattutto delle spese mediche.L’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia, in questo particolare periodo, lancia l’allarme sui tanti tentativi di marketing pubblicitario, spesso molto aggressivo, rivolto ad alcune cure ortodontiche cosiddette “fai da te”.Gli Specialisti di Asio, pertanto, raccomandano in questo momento di grande incertezza, di non risparmiare sulla propria salute e quella dei propri cari, poiché tutto questo ha dei risvolti molto pericolosi e dannosi che possono compromettere nel futuro la nostra salute e soprattutto vanificare gli sforzi di correzione fatti finora. http://www.asio-online.it,

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

6ª edizione del Master in Sviluppo Sostenibile

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Roma. 22 marzo – 26 ottobre 2021 organizzato dalla SIOI Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale Piazza San Marco 51 e da Unitelma Sapienza, d’intesa con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed il CNR. L’obiettivo del Master è di sviluppare capacità e competenze nei settori della green economy, della geopolitica dell’energia e delle risorse con particolare attenzione all’eco-sostenibilità e all’utilizzo responsabile del territorio. Un focus approfondito sarà dedicato all’importanza geostrategica ed economica delle Regioni artiche. Il percorso formativo si propone di formare una figura professionale che possa operare a sostegno di Istituzioni nazionali ed internazionali, del settore privato ed imprenditoriale, di enti di ricerca ed in generale di tutte quelle realtà legate al settore energetico ed al management ambientale con particolare specializzazione per gli ecosistemi fragili come quello Artico. Il Master è rivolto ai laureati di tutte le discipline; le lezioni si svolgeranno in modalità web live da marzo a luglio e in modalità blended (on line e in presenza) da settembre a ottobre 2021, e si terranno il lunedì ed il martedì dalle ore 14.00 alle 17.00. A completamento del percorso formativo farà seguito per i giovani laureati un periodo tirocinio curriculare presso Organizzazioni o Istituzioni internazionali, Amministrazioni e Enti pubblici, Associazioni private e imprese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Esce 25 appuntamenti + 2 col sicario di Tomaso Kemeny

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

La casa editrice I Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno è orgogliosa di pubblicare l’ultimo lavoro poetico di una delle voci più importanti del panorama poetico nazionale e internazionale: Tomaso Kemeny. L’Autore (Budapest 1938) vive a Milano dal 1948, come anglista ha scritto libri e saggi su Marlowe, Coleridge, Shelley, Lord Byron, Lewis Carrol, Dylan Thomas, James Joyce de Ezra Pound. Ha pubblicato oltre dodici libri di poesia, ed è presente nelle più importanti antologie poetiche di rilievo nazionale e internazionale. È uno dei fondatori del movimento Mitomodernista, del movimento ·Poetry and Discovery”, nonché della CASA DELLA POESIA DI MILANO (2006). Informazioni dettagliate sull’autore al seguente link di Wikipedia:La nuova raccolta 25 appuntamenti + 2 col sicario di Tomaso Kemeny, che vede gli interventi critici di Donato Di Poce, Chiara Evangelista, Laura Garavaglia, Ottavio Rossani continua saldamente la tradizione per versi del Nostro, volta a realizzare quel sogno e segno incisivi nella realtà di ogni giorno attraverso l’utopico, l’eroico, l’eretico e l’erotico. Ogni componimento è un gioco alla roulette russa del Destino, dove solo la Poesia è in grado di porre Ordine al Caos. Il volume è inoltre impreziosito da 27 tavole grafico pittoriche dell’artista Paola Scialpi, che ha interpretato con il suo stile inconfondibile il messaggio poetico di Kemeny in questa silloge.La CreAttività di Tomaso Kemeny,(uno dei nostri piu’ importanti poeti contemporanei e fulgido esempio di poesia totale), dopo romanzi, poesie, testi critici e action poetry, si arricchisce di questa sua matura suite aforistica (25 appuntamenti col sicario), spalancandoci le porte ad un ennesimo tesoro nascosto di bellezza ed energia poetica. Il poeta che ci fa dono di 25 appuntamenti con il sicario (figura simbolica che allude a qualcuno o qualcosa mandata da qualcun altro per uccidere, figura già presente in una raccolta giovanile di Kemeny “Il guanto del sicario” degli anni ‘60). E allora Tomaso a distanza di anni raccoglie la sfida (del tempo, della morte e della non poesia) e ingaggia un corpo a corpo con le parole (amiche di sempre) sul ring della vita (su cui combatte da sempre), con Dio, con l’amore, con la poesia e con la luce della bellezza che fiammeggia qua e la’ nel cimitero dei vivi e dei sopravvissuti. (Donato Di Poce)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riflettori accesi su pandemia da Covid-19 e ictus cerebrale

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Molte recenti casistiche sia nazionali che internazionali hanno acceso i riflettori sul rapporto tra pandemia da Covid-19 e ictus cerebrale (patologia che nel nostro Paese rappresenta la terza causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie, colpendo quasi 150.000 italiani all’anno). L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo e le conseguenti problematiche organizzative hanno determinato grandi difficoltà nella cura dei pazienti con ictus acuto, senza considerare che molte persone, spaventate dal possibile rischio di contagio in Pronto Soccorso o nei Reparti, hanno proprio evitato di rivolgersi ai servizi di emergenza anche in presenza di chiari e riconoscibili sintomi di ictus. Un comportamento che di fatto ha causato una minore ospedalizzazione (fino al 50% di ricoveri in meno) o comunque un ritardo nella possibilità di intervenire. Ma un intervento in ritardo o addirittura un mancato intervento possono peggiorare una prognosi e causare, quindi, esiti più invalidanti della malattia vascolare cerebrale.La stessa infezione da SARS-CoV-2, determinando un aumento della coagulabilità del sangue, comporta un rischio di ictus ischemico, con una frequenza che raggiunge il numero di 8 pazienti su 100 affetti da Coronavirus. In particolare, gli ictus che avvengono nei soggetti colpiti da questa malattia infettiva sono di maggiore gravità rispetto a quelli dei soggetti non-Covid.Uno scenario drammatico, descritto non solo in Italia, ma anche in Europa e in molti altri Paesi, che è tale da causare un danno notevole per la salute delle persone colpite da ictus. Non dimentichiamo che l’ictus è una patologia tempo-correlata: i risultati positivi che possono essere ottenuti grazie alla disponibilità delle terapie accessibili (trombolisi e trombectomia meccanica) dipendono, infatti, dalla tempestività con cui si interviene. È dunque fondamentale riconoscere il prima possibile i sintomi e chiamare immediatamente il 112 in modo da poter arrivare velocemente nell’Ospedale dotato del Reparto più idoneo ai trattamenti. In questo modo è infatti possibile ridurre il rischio di mortalità, ma soprattutto gli esiti di disabilità, spesso invalidanti, causati da questa malattia. A.L.I.Ce. Italia Odv ricorda ancora una volta quali sono i sintomi che vanno riconosciuti tempestivamente: o non riuscire a muovere o muovere con minor forza un braccio o una gamba o entrambi gli arti dello stesso lato del corpo o avere la bocca storta o non riuscire a vedere bene metà o una parte degli oggetti o non essere in grado di coordinare i movimenti o di stare in equilibrio o non comprendere o non articolare bene le parole o essere colpito da un violento e molto localizzato mal di testa, diverso dal solito Bisogna in ogni caso sempre tener presente che le persone con patologie croniche, quali quelle con esiti di ictus, sono le più fragili (spesso per età e per multimorbilità) e per questo devono prestare la massima attenzione per ridurre i rischi di contagio, senza abbandonare i percorsi di cura, tenendo sempre sotto controllo la malattia con l’assunzione in modo corretto delle terapie prescritte e rispettando tutte le regole e le raccomandazioni di prevenzione, tra cui l’adozione di stili di vita sani. http://www.aliceitalia.org

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fabio Rampelli: Il centrodestra per ora si separerà, ma collaboreremo

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

“Non sosterremo il governo Draghi, per ragioni di metodo e di merito. In tutte le democrazie avanzate, tranne che in Italia, i capi di governo vengono scelti, direttamente o indirettamente, dai cittadini. In nessuna democrazia occidentale è mai capitalo quello che è successo in Italia dal 1995, dal governo Dini a Monti a Conte e, ora, a Draghi. Non c’è più traccia dell’antico principio della legittimazione popolare, le elezioni vengono superate dalle designazioni elitarie, quasi sempre orientale a garantire che il Pd stia al potere o che possa andarci in prospettiva ribaltando le previsioni. E poi forze politiche che hanno idee così diverse, il merito appunto, difficilmente potranno trovare soluzioni comuni sulle principali criticità di cui soffre l’Italia” – così Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi in un’intervista uscita oggi sul quotidiano ‘La Verità’ in un’intervista di Sabrina Biraghi.“Abbiamo anche proposto a Draghi di restare in carica per il Recovery Plan e il piano vaccinazioni e poi condurre l’Italia a elezioni anticipate, come fece Ciampi nel ‘93, che interpretò al meglio quel suo ruolo di garanzia e portò al voto l’Italia con la nuova legge elettorale. Gli altri sono stati tutti governi ‘abusivi’ non legittimati dai cittadini, come democrazia impone”.Sulla possibile attribuzione delle presidenze delle commissioni di garanzia destinate all’opposizione Rampelli precisa: “fossimo stati animati dalla bramosia di poltrone saremmo entrati al governo. Noi saremo un’opposizione patriottica. responsabile e costruttiva”.In merito al fatto che Salvini incontrando Berlusconi ha fatto il punto della situazione esprimendosi a nome di tutto il centrodestra nei rapporti con il premier incaricato Mario Draghi e il suo futuro governo; è un errore di comunicazione o è un mettere all’angolo Fdi? Rampelli ha risposto: “abbiamo fatto ogni sforzo per tenere, ancora una volta, il centrodestra unito, abbiamo offerto di rinunciare al voto contrario se tutti insieme ci fossimo astenuti, per mantenere salda e compatta la coalizione. Se non cambierà nulla conosceremo un’altra fase di separazione consensuale, ma sarà temporanea e circoscritta al quadro nazionale, governiamo insieme in 15 regioni e dovremo dialogare su tanti argomenti, iniziando dall’elezione del successore di Mattarella”.Se il centrodestra unito non è in discussione, che prospettive ha? Il vicepresidente della Camera ha spiegato: “mantenere questa particolarità tutta italiana nel contesto europeo: popolari, conservatori e sovranisti uniti in un unico schieramento. Questa formula è l’unica che può garantire l’alternanza di governo e, quindi, la stessa democrazia, Dobbiamo coltivarla e potenziarla. Presto o tardi si dovrà votare anche qui.Sul centrodestra unito alle amministrative Rampelli chiosa: “cerchiamo ovunque i candidati migliori, li stiamo selezionando da mesi tra i profili più prestigiosi e le persone maggiormente apprezzate e competenti, nella speranza che ci facciano votare, viste le dichiarazioni del capo dello Stato. Ricordo comunque che è la sinistra a detenere il titolo a Roma, Milano, Torino, Bologna, Napoli e quindi a loro compete la prima mossa. Il centrodestra è comunque pronto”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

All’ingresso del Pio Albergo Trivulzio attivo l’arco disinfettante

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Nella sede di Milano dell’ASP IMMeS e PAT, presso l’ingresso di via Trivulzio, 15, è stato installato un innovativo sistema di igienizzazione complessiva della persona, con il supporto operativo di BELL Sanify, divisione del Gruppo BELL specializzata in sanificazione e cleaning (https://bell-group.it/bell-sanify/).Questa collaborazione rientra tra le iniziative che il Pio Albergo Trivulzio ha messo in campo sin dall’inizio della pandemia, compreso il servizio di disinfezione degli ambienti a mezzo atomizzatore elettrostatico, attivato dalla metà di marzo.La nuova struttura, a forma di arco, permette di vaporizzare su tutti coloro che entrano nell’edificio una soluzione disinfettante, a base di ipoclorito di sodio e olio essenziale di eucalipto, rendendo gli ingressi ancora più sicuri. E’ in programma l’installazione di un analogo dispositivo che sarà posizionato in prossimità dell’ingresso al centro vaccinale da parte dell’utenza esterna. Capace di eliminare fino al 95% degli agenti patogeni presenti sull’epidermide, capelli, mascherine, scarpe e indumenti, questo gel igienizzante è dotato di elevato potere antibatterico.La soluzione viene nebulizzata per alcuni secondi in corrispondenza del passaggio della persona sotto la struttura ad arco, attivato da fotocellule.La tecnologia e gli agenti disinfettanti impiegati non sono in alcun modo dannosi per la salute delle persone e non macchiano i capi di abbigliamento. Prosegue pertanto, all’interno dell’azienda, la continua implementazione di misure volte ad innalzare ulteriormente la prevenzione della diffusione del virus SARSCoV-2.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Sale of Warrior by Jean-Michel Basquiat Poised to Become the Most Valuable Western Artwork Ever Offered in Asia

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

On 23 March, Christie’s will offer Basquiat’s landmark work, Warrior (estimated at HK$240,000,000-320,000,000 / US$31,000,000-41,000,000), in a live and livestreamed, single-lot evening sale entitled We Are All Warriors – The Basquiat Auction, to be held in Hong Kong as a key element of Christie’s Spring Season of 20th Century sales. The masterpiece, which represents the pinnacle of Basquiat’s creative output, is poised to become the most expensive Western artwork ever offered in Asia.Painted in 1982, at the height of his artistic power, Jean-Michel Basquiat’s Warrior is a commanding and authoritative portrait that amply demonstrates why the artist is regarded as one of the most important painters of the last half century. The work will be offered in a sale format that highlights Basquiat’s international appeal, uniting collectors from different geographies and time zones. The evening of auctions will reflect the dialogue established between two cultural hubs in the London to Paris sale series in October 2020 and the Hong Kong to New York series in December 2020.The forthcoming sale will be a milestone for the Western art market in Asia, speaking to Christie’s continued success in the region. The sale of Warrior follows a record-breaking season of 20th/21st Century Art sales in Hong Kong last December, which showcased the strongest offering of Western artworks to date, and set phenomenal prices fuelled by Asian collectors.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Aeronautica militare: magazzini sprovvisti di vestiario

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Il Sindacato Aeronautica Militare denuncia una situazione ormai non più sostenibile riferita ai magazzini dei reparti dell’Aeronautica Militare che sono sempre più spesso vuoti e sprovvisti del vestiario ed equipaggiamento necessario a vestire il personale militare. Una situazione oramai cronica, continua il SIAM,che va avanti da anni e che obbliga il personale militare a mettere mano al portafoglio per acquistare uniformi, scarpe e gradi.I tagli al budget della Difesa di certo non aiutano ma crediamo anche che questo sistema di approvvigionamento non sia più sostenibile e che forse è giunto il momento di cambiare strategia. I militari devono essere equipaggiati a spese dell’amministrazione e non viceversa, tenuto anche conto che se non si è in ordine con l’uniforme e le dotazioni si rischiano pesanti sanzioni disciplinari che hanno ripercussioni sul profilo di carriera.Per di più, mentre i magazzini sono sguarniti del necessario, fanno affari d’oro i negozi che vendono questo genere di articoli, guarda caso, sempre ottimamente fornitiI vertici militari verranno informati, conclude il SIAM, affinché il così tanto decantato “uomo al centro” trovi effettività nei fatti e non nelle sole e vuote parole.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal British Council le previsioni 2021 sull’apprendimento online della lingua inglese

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Il British Council è l’ente ufficiale britannico di riferimento in Italia e nel mondo per la formazione linguistica e culturale grazie ai suoi oltre 80 anni di esperienza nell’offerta di corsi di lingua inglese e a più di 100 milioni di studenti iscritti in tutto il mondo, anno su anno. Se il 2020 ha rappresentato una sfida per istituti formativi e loro iscritti, richiedendo una flessibilità estrema nel dare prosecuzione ai piani formativi e di apprendimento, secondo gli esperti del British Council il 2021 rappresenterà l’anno del consolidamento delle buone pratiche apprese lo scorso anno, con il digitale a porsi da abilitatore nell’accesso agevolato e più immediato alle risorse formative, anche linguistiche, di interesse.“Per il 2021 prevediamo di assistere a un crescente ricorso a canali e modalità di formazione e auto-formazione per vie digitali. È una realtà che si è dimostrata nuova per molti, seppur necessaria alla luce dell’emergenza verificatasi. Nel nostro caso si è trattato di ampliare l’offerta già esistente del modello English Online del British Council che si rivolge in particolare a un target adulto e per questo orientato a offrire la maggiore flessibilità possibile per andare incontro a ogni specifica esigenza di apprendimento – in tempi e modi compatibili con le loro disponibilità di fruizione e di accesso alle nostre risorse secondo lo stile di vita unico di ognuno” ha dichiarato Ian Frankish, Teaching Centre Manager dell’ente britannico.Nei progetti del British Council, dunque, se il programma di corsi English Online si è mostrato in grado di adattarsi celermente ad accogliere l’incremento della domanda digitale da parte degli adulti già iscritti e dei molti nuovi, c’è ancora di più da poter fare per supportare gli iscritti ad affrontare un anno dai connotati in gran parte nuovi rispetto al passato.“La lingua inglese è ancora oggi una lingua franca in ambito lavorativo e resta un must-have a cui anche nel prossimo futuro sarà difficile rinunciare. La continuità e la facilità di accesso al suo apprendimento attraverso formule flessibili ed efficaci – gli insegnanti del British Council tengono lezioni online in e da tutto il mondo, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, con pacchetti adatti alle esigenze di tutti anche in termini di budget – sono elementi imprescindibili per mantenere costante fede non solo a un percorso di formazione linguistica, ma anche per farsi trovare preparati ad affrontare un mondo del lavoro ricco di nuove e differenti sfide” ha commentato il manager.È indubbio che il connubio tra erogazione di un’offerta formativa e adozione di tecnologie e ambienti digitali abilitanti resterà saldo anche nel prossimo futuro. L’auspicio è che possa in parte mutare la sua percezione, da difficoltà a opportunità per accrescere le proprie competenze non solo linguistiche. Per saperne di più sul modello formativo digitale English Online del British Council o per cogliere l’offerta speciale riservata fino al 16 febbraio 2021.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cyber risk, errore umano e ransomware

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

L’errore umano è stata la principale causa alla radice di incidenti e sinistri informatici a livello globale. Il ransomware (e la conseguente interruzione dell’attività) è invece il rischio più significativo quando si considerano le perdite della parte interessata, o in altre parole, i costi finanziari diretti per le imprese. Lo rivela il report “Cyber claims analysis” di Willis Towers Watson. Dalla ricerca emerge un trend di costante crescita degli attacchi ransomware. Questa tipologia di crimine informatico richiede bassi investimenti, comporta bassi rischi per i criminali e permette di ottenere alti profitti, consentendo anche a chi la compie di poter mantenere l’anonimato grazie ai pagamenti del riscatto sotto forma di criptovaluta. Un recente sviluppo in quest’ambito è il “ransomware-as-a-service”, in cui chi gestisce l’operazione collabora con altri criminali che distribuiscono il malware in cambio di una percentuale sui riscatti ottenuti. Camilla Brena, Head of Cyber Risks di Willis Towers Watson in Italia, ha commentato: “Gli impatti sull’azienda degli incidenti relativi alla sicurezza per errore umano e per attacchi di ransomware sono ben documentati ed entrambi hanno il potenziale di essere catastrofici da diversi punti di vista, compresi quelli operativi, finanziari e di reputazione. Anche se le due cose sono intrinsecamente legate in quanto il successo di un attacco ransomware dipende spesso dall’errore di un dipendente, i due eventi richiedono approcci leggermente diversi per l’identificazione, la valutazione e la gestione del rischio. Prendere di mira gli esseri umani è più rapido, più facile e ha tassi di successo molto più elevati – i cybercriminali hanno bisogno di avere fortuna solo una volta.”. Anche le perdite conseguenti al social engineering sono significative. L’Ingegneria Sociale – una serie di tecniche che si basano sullo studio dei comportamenti – consente di indurre una persona a compiere atti che non avrebbe volontariamente eseguito se non fosse stata tratta in inganno. Tra questi, esempi tipici sono la deviazione di pagamenti, la rivelazione di informazioni confidenziali o delle proprie credenziali, la concessione di autorizzazioni che permettono a criminali di accedere o utilizzare sistemi o applicazioni aziendali, il download di malware o virus e così via. I criminali traggono in inganno le vittime impersonando figure degne di fiducia. I casi più frequenti sono quelli in cui la falsa identità assunta è quella di un fornitore, mentre quelli più dannosi, a livello di perdite, sono quelli in cui il criminale finge di essere un CEO o un senior manager, cosiddette “fake president” In risposta diretta ai risultati del report, Willis Towers Watson ha introdotto due nuovi servizi di valutazione del rischio informatico, il Workforce Cyber Culture Assessment e il Ransomware Risk Assessment (RRA).

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

KLM ha effettuato il suo primo volo alimentato con kerosene sintetico

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Il mese scorso ha volato sulla rotta dall’aeroporto di Amsterdam Schiphol a Madrid il primo volo commerciale passeggeri alimentato con una miscela di 500 litri di cherosene sintetico sostenibile. Shell ha prodotto il cherosene sintetico nel suo centro di ricerca ad Amsterdam sulla base di CO2, acqua ed energia rinnovabile ricavata dal sole e dal vento del suolo olandese.“Sono orgoglioso che KLM abbia operato il primo volo al mondo utilizzando cherosene sintetico ottenuto da fonti rinnovabili. La transizione dai combustibili fossili ai combustibili alternativi sostenibili è una delle maggiori sfide nel settore dell’aviazione. Il rinnovo della flotta ha contribuito in modo significativo alla riduzione delle emissioni di CO2, ma l’aumento della produzione e l’uso di carburante sostenibile per l’aviazione faranno la differenza per l’attuale generazione di aeromobili. Questo è il motivo per cui collaboriamo da tempo con vari partner per stimolare lo sviluppo del cherosene sintetico sostenibile. Questo primo volo con cherosene sintetico dimostra che questo è possibile e che siamo sulla giusta strada” ha dichiarato Pieter Elbers, CEO di KLM.I Paesi Bassi sono uno dei paesi leader in Europa nel promuovere lo sviluppo e l’applicazione di carburanti sostenibili per l’aviazione (biocarburanti e cherosene sintetico) con l’obiettivo di far volare le compagnie aeree europee interamente con carburante sostenibile entro il 2050. Il governo olandese sostiene varie iniziative per stimolarne la produzione e l’uso e renderlo commercialmente appetibile. Ne è un esempio la costruzione della prima fabbrica europea di biocherosene sostenibile a Delfzijl, Paesi Bassi, per la quale SkyNRG sta collaborando con KLM, Schiphol Airport e SHV Energy.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’agenzia AM Best conferma il modello e la solidità finanziaria del gruppo Relyens

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

L’agenzia di rating AM Best conferma anche quest’anno a Sham, società di mutua assicurazione a capo del gruppo Relyens, il rating di solidità finanziaria (Financial Strength Rating) e di credito emittente (Issuer Credit Ratings) al livello “A- (Eccellente), outlook stabile”. Un risultato di cui beneficia l’intero gruppo Relyens, che ha visto rafforzare la sua strategia e il suo posizionamento in qualità di società europea di riferimento nel settore assicurazioni e gestione rischi presso gli operatori sanitari e territoriali. La trasformazione del modello, la diversificazione delle attività, dei rischi e dei clienti contribuiscono a mettere in sicurezza le attività degli assicurati e tutelare coloro che sono al servizio di pazienti e cittadini.Per AM Best il rating riflette la solidità del bilancio finanziario di Sham, caratterizzato da un livello di patrimonializzazione perfettamente adeguato ai rischi e da un portafoglio investimenti di qualità, gestito in maniera prudente.Inoltre, l’agenzia sottolinea nel suo comunicato stampa (disponibile per consultazione qui) i punti di forza di Sham e di Relyens:
La strategia del Gruppo volta a offrire ai soci una gamma completa di servizi di gestione del rischio per generare nuovi ricavi
La posizione consolidata sul mercato della responsabilità civile medica in Francia (con una quota di mercato superiore al 50%) e in Europa (leader in Spagna e nel Nord Italia),La qualità delle partnership a lungo termine con gli operatori di riassicurazione.
Per il gruppo Relyens la valutazione positiva s’inserisce in un contesto di trasformazione della propria clientela e delle proprie attività e di forti tensioni competitive e tariffarie sui mercati. Conferma altresì che Relyens, in qualità di Risk Manager partner di operatori sanitari e regionali, ha saputo consolidare le proprie attività storiche, sviluppare un nuovo modello e soluzioni di Risk Management, affermare la propria dimensione europea (Francia, Germania, Spagna, Italia) rispondendo a sfide economiche e di solvibilità.
Fondata in Francia nel 1927 da alcuni direttori ospedalieri, Sham, mutua specializzata in assicurazioni e gestione dei rischi, è da oltre 90 anni un partner solido e duraturo per gli operatori del settore sanitario e socio-sanitario. Operatore di riferimento europeo in materia di responsabilità civile, Sham conta quasi 11.000 soci tra istituzioni e professionisti. Presente in Francia (sede legale a Lione), Spagna, Italia e Germania, Sham occupa quasi 550 persone e nel 2019 ha generato ricavi per 422 milioni di euro. http://www.sham.com/it
Con oltre 1.000 dipendenti, 30.000 clienti e soci e quasi 900.000 persone coperte in 4 paesi (Francia, Spagna, Italia e Germania), Relyens è un gruppo mutualistico europeo di riferimento nell’assicurazione e nella gestione del rischio al servizio degli operatori sanitari e dei territori, e svolge una missione di interesse generale. Il gruppo, saldamente radicato nell’ambiente dei propri clienti attraverso i marchi Sham, Sofaxis e Neeria, sviluppa soluzioni globali su misura che coniugano soluzioni assicurative (assicurazioni personali e patrimoniali) e servizi di gestione del rischio. Nel 2019 Relyens ha raccolto 891 milioni di euro di premi per un fatturato di 484 milioni di euro. http://www.relyens.eu

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I risparmi? In Italia ammontano oggi a 4.200 miliardi di euro

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Sempre più risparmiatori guardano al lending crowdfunding come ad un possibile sbocco per i loro capitali. Capitali che in Italia ammontano complessivamente all’impressionante cifra di 4.200 miliardi di euro di cui 1.500 miliardi sono addirittura fermi sui conti correnti. Stiamo parlando di 70 mila euro pro-capite. «Anche solo il 10% di questa ricchezza investita nella sostenibilità ambientale ed energetica —su Ener2Crowd.com ad esempio— porterebbe ad una crescita del 6% all’anno, più dell’intera economia Cinese prima del Coronavirus» dichiara Giorgio Mottironi, cso e co-fondatore di Ener2Crowd.com nonché chief analyst del GreenVestingForum.it.
Ci guadagnerebbero tutti e subito, beneficiando di guadagni diretti e redistribuiti che grazie ai benefici ambientali e fiscali sarebbero ancora una volta riutilizzabili per investimenti o per ridurre la pressione fiscale. «E si tratterebbe appena di un modesto 10% dei risparmi degli italiani, ossia di circa 7.000 euro per abitante, dai quali risulterebbe anche un gettito diretto per le casse dello Stato pari a 2 miliardi di euro l’anno» conclude Mottironi.A sperimentare la crescita maggiore nell’ambito del lending sarà il settore «energy», legato quasi sempre alla Green Economy, all’ambiente ed all’eticità degli investimenti, come accade sulla piattaforma Ener2Crowd.com.Secondo le proiezioni realizzate da Ener2Crowd.com basandosi su dati del Cambridge Centre for Alternative Finance e della School of Business and Law dell’Università di Agder, nel 2021 il lending crowdfunding salirà in Italia a 408 milioni di euro.«Investire con Ener2Crowd.com è come investire sul futuro» sottolineano in azienda. Ed è proprio guardando alle prossime generazioni che la piattaforma lancia ora i «Progetti Next Generation» consentendo agli under 24 che usano il portale di mantenere per la durata dell’intera campagna un rendimento aggiuntivo del +0,5%. (AJ-Com.Net).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vertice sui sistemi alimentari

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Roma. 17-18 febbraio 2021, ore 13:00 – 17:00 Piattaforma virtuale. Si apre il prossimo 17 febbraio la 44esima sessione del Consiglio dei Governatori del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD).Capi di Stato, Ministri ed esperti di sviluppo agricolo, si riuniranno per discutere dell’importanza strategica degli investimenti nelle aree rurali dei Paesi più poveri del mondo e delle modalità con cui colmare il deficit di finanziamento dello sviluppo agricolo. In un mondo scosso dai cambiamenti climatici e dalla pandemia di Covid-19 con il suo impatto devastante sull’economia e sulle società, gli investimenti nelle aree rurali assumono infatti un ruolo fondamentale nella costruzione di stabilità e pace.Invitati d’onore del Consiglio dei Governatori IFAD saranno: João Manuel Gonçalves Lourenço, Presidente della Repubblica di Angola; Imran Ahmad Khan Niazi, Primo Ministro del Pakistan; Agnes Kalibata, Inviata Speciale Onu per il Vertice sui sistemi alimentari del 2021; Sabrina Dhowre Elba, Ambasciatrice di buona volontà dell’IFAD e produttrice agricola. Quest’anno gli Stati membri nomineranno anche il presidente dell’IFAD per un mandato di quattro anni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »