Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Apalutamide migliora sopravvivenza nel carcinoma prostatico metastatico sensibile agli ormoni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2021

Janssen ha presentato all’American Society of Clinical Oncology’s Genitourinary Cancers Symposium (ASCO GU), appena conclusosi, i risultati dell’analisi finale dello studio di fase 3 TITAN che hanno dimostrato un beneficio statisticamente significativo nella sopravvivenza complessiva (OS) dei pazienti con carcinoma prostatico metastatico sensibile agli ormoni (mHSPC), di apalutamide in combinazione con la terapia di deprivazione androgenica (ADT) in confronto a placebo più ADT 1. Al follow-up mediano di quasi quattro anni, il trattamento con apalutamide più ADT ha ridotto del 35 per cento il rischio di morte rispetto alla sola ADT (HR 0,65; p<0,0001)1.Questo risultato conferma quanto rilevato durante la prima analisi dello studio TITAN nonostante il fatto che quasi il 40 per cento dei pazienti siano passati dal braccio con placebo a quello con apalutamide dopo l’apertura del cieco.1 Applicando la correzione per il crossover dei pazienti nel braccio placebo, il miglioramento del tasso di sopravvivenza complessiva aumenta ulteriormente, portando la riduzione del rischio di morte al 48 per cento (HR 0,52; p<0,0001). “Janssen è molto impegnata nell’individuare nuove soluzioni terapeutiche per i pazienti con carcinoma prostatico metastatico sensibile agli ormoni”,2 ha dichiarato Catherine Taylor, Vice President, Medical Affairs, Therapeutic Area Strategy for Europe, Middle East and Africa, Johnson & Johnson Middle East FZ-LLC. “I risultati finali di TITAN dimostrano che apalutamide in combinazione con ADT rappresenta una reale nuova opportunità per la cura di questi pazienti”. I risultati preliminari dello studio TITAN, presentati al congresso dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO) 2019 e contemporaneamente pubblicati su The New England Journal of Medicine, hanno dimostrato che la combinazione di apalutamide con ADT ha migliorato significativamente, rispetto al placebo più ADT, il duplice endpoint primario di OS e sopravvivenza libera da progressione radiografica (rPFS) in pazienti con questo carcinoma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: