Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 25 febbraio 2021

Maria Angela Robustelli ne Il Commissario Ricciardi

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Maria Angela Robustelli sarà la protagonista femminile di puntata di In fondo al tuo cuore, sesto e ultimo episodio della fortunata fiction Il Commissario Ricciardi, in onda lunedì 1 marzo 2021 alle ore 21.25 su RaiUno per la regia di Alessandro D’Alatri, e tratto dal romanzo “In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi” di Maurizio de Giovanni. In quest’ultimo capitolo della serie Maria Angela Robustelli interpreterà il ruolo di Carmela Iovine, un personaggio controverso e misterioso, denso di emotività e sentimento.E’ stata un’esperienza intensa e gratificante per la Robustelli prima come lettrice e poi come interprete, non solo per essere stata al fianco di grandi attori, ma, soprattutto, per il clima di grande collaborazione, condivisione d’intenti e amore puro per questo mestiere, palpabile sul set. Basta pensare che il regista Alessandro D’Alatri, si è trasferito a Napoli, in largo anticipo, per scegliere gli attori con meticolosa cura, cercandoli a teatro, incontrandoli, ascoltandoli, respirandone la stessa aria.“E questa cosa – sottolinea Maria Angela Robustelli – restituisce speranza a chi, come me, fa questo mestiere, e in questo momento storico ancora di più. Il rispetto per la nostra professione ha permesso a tanti attori, che da anni dedicano la propria vita a questo lavoro, al teatro, alle tournée, la possibilità di mostrarsi al grande pubblico”.Il suo percorso di formazione nasce in famiglia, un gruppo di attori, formatori, registi e tecnici napoletani, il cui lavoro nel corso degli anni si è sempre mosso su due binari distinti, ma, al tempo stesso, connessi: (ri)assumere la tradizione e fare sperimentazione.
Con la nascita dell’’Associazione La giostra, fondata da Maria e Valeria Tavassi nel 2000, di fatto nel ’96, e la successiva formazione della Compagnia La giostra, prende vita un solido e apprezzato progetto teatrale. Dal 2003 la compagine svolge le attività teatrali e di formazione in diversi luoghi della città, l’ultimo dei quali a Soccavo, dove allestisce la prima sede del Teatro La giostra, che dal 2006 ha ospitato sei stagioni teatrali, ospitando compagnie cittadine e nazionali.Nel 2016 il Teatro La giostra, di cui Maria Angela Robustelli ricopre il ruolo di organizzatrice di programmazione e formazione, prende vita in Via Speranzella 81 a Napoli, con un progetto di rifunzionalizzazione di un bene pubblico in disuso, restituendolo alla città, come Teatro di Territorio. Dopo circa tre anni di lavoro riconosciuto da pubblico e critica, il teatro viene chiuso per mancanza di formalizzazione sull’utilizzo dei locali comunali, e di cui si attende ancora una chiara risoluzione, nonostante continue sollecitazioni.Teatro, cinema e televisione l’hanno vista al fianco, tra gli altri, di Toni Servillo, Michele Placido, Maurizio Scaparro, Lina Prosa, Alessia Siniscalchi, Lina Wërtmuller, Edoardo De Angelis, Alessandro D’Alatri. Paolo Sorrentino l’ha diretta nella ripresa-documentario sullo spettacolo Le voci di dentro di Eduardo De Filippo, regia di Toni Servillo, ed ha ricevuto il Premio Marmorata “Naples in the World” per il ruolo di Teresa Amitrano.Intensa è la sua ricerca registica e drammaturgica, con diverse produzioni all’attivo, che si muove in direzione insolita rispetto all’idea di un genere, partendo dal documentario, passando per la performing art, e, talvolta, sfiorando il melodramma. (copyright foto: Anna Camerlingo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I vincitori del Premio Biennale di Viterbo e Premio Accademie 2020

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Si son visti così assegnare i Premi consistenti nell’esposizione delle loro opere al primo Trento Art Festival, arte contemporanea in Italia nativo digitale, nella sezione Main Section (http://trentoartfestival.it/crbst_39.html).
Cinque giorni all’insegna dell’arte contemporanea, con oltre 500 opere online in una mostra su 20.000 mq virtuali.
Il Festival è composto da tre sezioni: Main Section, Trento Art Prize e Open Section, in quest’ultima sezione esporranno due veterani degli eventi e mostre organizzate da Apai, Associazione per la Promozione delle Arti in Italia, Clara Calì e Chrissis Vici.
Trento è al centro di una cerniera culturale tra il nord e il sud Europa; si propone con energia come un melting pot di culture e progetti culturali di alto livello, con una forte connotazione green. Con il patrocinio della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol, della Provincia Autonoma di Trento del Comune di Trento e del CAI Club Alpino Italiano.
I vincitoriPremio Biennale: Sezione pittura/fotografia/incisione
1° Françoise M. Weddigen
2° Ozge Sahin
3° Miya Ozaki
Sezione scultura/ceramica/installazioni
1° Mauro Magni
2° Carmine Leta
3° Alberto Timossi
Premio Accademie
1° Yuan Zhang
2° Maria Chiara Spinelli
3° Shirin Ismail
MAIN SECTION
A.A.R.T.Iniziative Culturali Bologna, ACME Art Lab Brescia, Art Company Milano, Art-Is, ArtSharing Roma, Atelier Contemporanei Venezia, Borderline Arte Festival Varallo, Biennale d’Arte di Viterbo, CollettivoVdOArt, Context Art Gallery, CUBEART, Festival Arte Maggiore, Galleria Pavart Roma, INNESTO | spazi di ricerca, LAQ-lartquotidien Milano, lasecondaluna Laives / Leifers, MAF Museo Acqua Franca, Osservatorio Futura Torino, Premio Morlotti Imbersago, Premio Labora, Raccolta Lercaro Bologna, RespirArt Val di Fiemme, Spazio PierA Trento, Ufofabrik Contemporary Art Gallery
FOCUS GREECE
Art Group Project Thessaloniki, Nikolena Kalaitzaki Project Athens, Siilk Gallery Athens, Eleni P. Papanastasiou, Sofia Rozaki, Ioanna Kazaki
TRENTO ART PRIZE(finalist artists):
Giulia Andreis, Francesco Casolari, Francesca Giraudi, Tiziana Lutteri, Tamara Marino, Roanne O’Donnell, Karin Schmuck, Luana Segato, Jonas Stecher, Vassilis Vassiliades, Elias Bertoldo, Vera Lanciato
OPEN SECTION (opening 25 February 2021):
Clara Calì, Udi Cassirer, Jana Dolenc, Igor Grigoletto, Nigal Goodship, Valentina Ghiringhelli, Erika Marchi, Nuria Espuis Morena, Naomi Middelmann, Berta Jayo, Viktoria Skafaru, Chryssis Vici

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Aumentano contagi e scuole chiuse

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

“Fare ripartire la scuola in presenza in sicurezza”: è uno dei punti toccati oggi dal nuovo ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, durante il primo incontro con le organizzazioni sindacali, sul quale concorda Marcello Pacifico, presidente del sindacato Anief, che ha partecipato alla riunione. “Tra le priorità del nuovo ministro – ha detto oggi il sindacalista a Italia Stampa – c’è la riapertura delle scuole in presenza”, ma alla luce degli aumenti dei contagi tra i giovani per via delle varianti Covid, diventa sempre più importante assicurare “spazi maggiori, quindi più aule, e personale, insegnante ma anche amministrativo ed educativo”. In tal modo si ridurrebbe il numero di alunni per classe, andando ad incidere positivamente pure sulla qualità della didattica.Ritornare alle lezioni in classe è l’auspicio di tutti. Per portarlo a termine, però, non basta riaprire le scuole in presenza. Servono precise garanzie. Quelle che in questo momento non vi sono, tanto che sale la quantità di scuole chiuse dalla Lombardia alla Sicilia. Secondo il sindacato occorre da subito lavorare per assicurare la massima sicurezza: “bisogna invertire quella tendenza – ha spiega il leader dell’Anief Marcello Pacifico – che negli ultimi anni ha portato a cancellare addirittura 200 mila posti, a ridurre il tempo scuola di quattro ore” settimanali “in ogni ordine e grado”.Secondo il sindacalista autonomo “c’è bisogno di una nuova stagione”, partendo dalla lotta alla supplentite: “vogliamo essere partecipi per risolvere il problema del precariato, c’è bisogno di un doppio canale di reclutamento: da una parte i concorsi, aperti anche ai giovani laureati, dall’altra parte invece un canale riservato per assumere chi da anni lavora nelle nostre scuole. Ce lo chiede l’Europa”: è un processo fondamentale da intraprendere, “andando a valorizzare tutte le figure professionali che in questi anni si sono messi in luce per competenza. Penso, ad esempio, agli amministrativi “facenti funzioni Dsga, che dovrebbero essere stabilizzati e quindi assunti in ruolo”.Pacifico ha infine detto che non bisogna “dimenticare il problema annoso della mobilità: dei mancati trasferimenti del personale”, bloccato in alto numero da assurdi e illogici vincoli temporali, diventati di 5 anni, “che vanno a ledere il diritto alla famiglia e di fatto il diritto del personale scolastico a lavorare su dei posti dopo avere servito per tanti anni lo Stato”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso di Religione cattolica, si farà entro l’anno

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Prende corpo l’intesa sottoscritta il 14 dicembre scorso fra il Ministero dell’Istruzione e la CEI per far partire il nuovo concorso di religione cattolica, previsto dall’articolo 1-bis della legge 159/19. Il requisito principale di accesso – ricorda oggi Orizzonte Scuola – è il possesso per i candidati della certificazione dell’idoneità diocesana: “è prevista la certificazione dell’idoneità diocesana di cui all’articolo 3, comma 4, della legge 18 luglio 2003, n. 186, rilasciata dal Responsabile dell’Ufficio diocesano competente nei novanta giorni antecedenti alla data di presentazione della domanda di concorso”. La legge specifica che dei posti messi a concorso, una quota non superiore al 50 per cento potrà essere riservata al personale docente di religione cattolica, sempre in possesso del riconoscimento di idoneità diocesana, che abbia svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, nelle scuole del sistema nazionale di istruzione. Anief prende atto della volontà dell’amministrazione di avviare la procedura concorsuale. Tuttavia, il giovane sindacato non può non ricordare che la media nazionale di precariato tra i docenti di religione è più che doppia rispetto alle altre discipline d’insegnamento: anche maggiore del sostegno agli alunni disabili, per il quale il 40% di cattedre vengono destinate ogni anno ai precari. Per l’insegnamento della Religione negli ultimi tre lustri non si sono svolti concorsi, arrivando a creare oltre 10 mila precari. Una condizione intollerabile che ha convinto il Consiglio nazionale Anief a presentare una mozione attraverso la quale chiedere l’avvio di un reclutamento straordinario per la categoria.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si è concluso il primo incontro tra il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi e i sindacati rappresentativi

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Il ministro dell’istruzione ha affermato che “in questo anno di emergenza la scuola italiana non è mai stata chiusa e tutti hanno lavorato di fronte a una evenienza che era imprevista e forse imprevedibile, dimostrando come la scuola italiana sia capace di reagire. Anche nelle situazioni più difficili abbiamo visto che i nostri docenti e tutto il personale hanno cercato in tutti i modi rapidamente” di adattarsi, “anche imparando a usare strumenti che non erano nell’uso corrente per mantenere la continuità rispetto ai ragazzi. La pandemia non ha creato le situazioni, le ha esasperate. Il nostro primo obiettivo è riportare la scuola al centro del Paese”. Bianchi ha affermato che bisogna capire questo: “dove non è chiaro il rapporto tra investimenti in educazione e sviluppo il Paese non cresce. E purtroppo la riprova è l’Italia: siamo il Paese che ha investito meno in educazione e negli ultimi trent’anni abbiamo il tasso di crescita più basso in Europa, siamo quelli che hanno risentito di più delle crisi”. Il ministro ha affermato che “l’Italia è il paese che ha le minori competenze digitali”. “Certamente – ha continuato il ministro dell’Istruzione – dobbiamo valorizzare il lavoro fatto fino a ora; inoltre bisogna comprendere che per uscire dalle emergenze sono necessarie azioni strutturali”. In Italia c’è grande diseguaglianza, abbandono scolastico: “l’uguaglianza è un’emergenza e bisogna partire dagli ultimi”, anche dai disabili, bisogna porre attenzione ai bisogni delle persone. La scuola è cambiata e deve adeguarsi. Bianchi ha chiesto poi dei tavoli, con degli approfondimenti.
Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief, ha iniziato il suo intervento riportando l’attenzione alla “prima esigenza: ministro, il primo incontro facciamolo sul Recovery plan, perché il testo potrebbe cambiare, noi come Anief abbiamo inviato anche delle osservazioni. È importante fare ciò perché tutti questi tavoli saranno legati agli investimenti sulla scuola”, bisogna comprendere “se il Governo porta avanti quel piano o uno diverso e intervenire sui punti, ascoltandoci”.
Il leader dell’Anief ha poi parlato di “diritto di accesso allo studio, argomento portato avanti anche dalla commissione europea, in particolar modo dal segmento dell’infanzia. Siamo d’accorso sul fatto di pensare a un riordinamento dell’obbligo scolastico, nella nostra proposta abbiamo pensato di partire dal terzo anno di vita, dal rendere obbligatorie le sezioni primavera, l’Italia è lontana dagli obiettivi nel percorso 0-6 anni. Inoltre con questo anno scolastico molte famiglie hanno rinunciato al diritto dell’istruzione dei propri figli nella sezione 0-6, secondo gli ultimi dati dell’Istat”. Pacifico ha continuato accennando al “problema sulle competenze logiche e linguistiche da affrontare dalla scuola primaria”: in seguito alla legge dei tagli e al ritorno al maestro unico gli apprendimenti degli alunni sono peggiorati. “Ritorno ancora sul discorso degli organici, perché è importante tornarci se vogliamo davvero le scuole sicure: ci vogliono le classi, i plessi. Sono stati dismessi 16mila plessi negli ultimi 15 anni, 4mila sedi di presidenza tagliati, cassate 4 ore di tempo scuola. Dobbiamo pensare al numero di alunni in base agli spazi, visto che dobbiamo convivere con il Covid per due anni almeno”. “Inoltre – ha affermato il presidente Anief – abbiamo il più altro numero di Neet, bisogna rivedere l’obbligo scolastico, tenere gli studenti a scuola fino a 18-19 anni, come aveva pensato anche Berlinguer. Importante poi il discorso sull’inclusione: non abbiamo gli insegnanti specializzati per il sostegno, ne abbiamo bisogno, come abbiamo bisogno dell’adeguamento dell’organico di fatto a quello di diritto”.Il sindacalista autonomo ha poi affermato che “sul precariato, abbiamo avuto accolto, come Anief, dal Comitato europeo dei diritti sociali il reclamo collettivo n. 146/2017 che dice che la Buona Scuola non ha risolto coi concorsi straordinari il problema del precariato italiano e andrà al comitato dei ministri del consiglio d’Europa. Quindi prima o poi l’Italia avrà un’altra condanna sulla gestione del precariato, perché non può non stabilizzarli, altrimenti si deve dare una chance con un canale riservato per reclutarli. Bisogna pensare dunque a concorsi per titoli ed esami, o solo titoli”. “In conclusione necessario occuparsi della questione della mobilità: adesso abbiamo un vincolo quinquennale, che divide diritto al lavoro e alla famiglia, non va bene. Bisogna dare dunque autonomia alle scuole, ai collegi. In ultimo non dimentichiamoci che abbiamo la scuola più vecchia del mondo, più del 60% è over 60 anni”, ha terminato Marcello Pacifico.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Etichettatura: Patuanelli, mi batterò per stop Nutriscore

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Il ministro Patuanelli ha dichiarato oggi che fino a quando sarà ministro si batterà con tutte le forze affinché il sistema Nutriscore sia abbandonato perché è un danno enorme per il settore e per i cittadini.”Giusto, parole condivise anche dai consumatori” afferma Agostino Macrì, responsabile dell’Area sicurezza alimentare dell’Unione Nazionale Consumatori.”No a Nutriscore e a tutte le etichette prive di basi scientifiche. I consumatori italiani hanno bisogno di una corretta informazione, mentre i colori ideati dai francesi semplificano il messaggio, creando evidenti distorsioni” prosegue Macrì.”Il sistema di etichettatura chiamato Nutriscore, infatti, classifica gli alimenti con cinque diversi colori, dal verde al rosso, in funzione del contenuto di alcuni nutrienti critici: calorie, grassi saturi, zuccheri e sale soprattutto. Peccato che il calcolo sia basato su 100 grammi di prodotto e non sulla porzione effettiva che si consuma, penalizzando così quelli che si utilizzano in piccola quantità, come l’olio extravergine di oliva che avrebbe un colore vicino al rosso anche se in pratica ne basta un cucchiaio per condire un’insalata” aggiunge Macrì.”Insomma, va data una corretta informazione al consumatore, come la percentuale di grassi, calorie, zuccheri che sono contenuti nella porzione di prodotto che si sta consumando, rispetto al fabbisogno giornaliero complessivo” conclude Macrì.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È in libreria “Conversazioni sulla fede e sull’Italia”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

E’ il nuovo libro del Cardinale, presidente emerito della CEI, appena edito da Rubbettino “Conversazioni sulla fede e sull’Italia”: si intitola così il nuovo libro del card. Camillo Ruini pubblicato da Rubbettino in occasione del suo 90° compleanno. Il volume raccoglie alcune delle più significative interviste rilasciate negli ultimi anni dal porporato. Si potrebbe considerare una sorta di sintesi del suo pensiero e, allo stesso tempo, anche un efficace antidoto contro certi modi di intendere il suo operato e il suo modo di leggere e interpretare la chiesa di questo ventennio di inizio millennio. Sono destinati però a rimanere delusi quanti si aspetterebbero da questo libro pettegolezzi o frecciate all’indirizzo dell’attuale pontificato. Ruini smonta l’idea, così cara ai media, di un “partito”, all’interno del Sacro Collegio, di oppositori di Francesco. “Non c’è opposizione, e tanto meno un capo dell’opposizione – dice il cardinale al giornalista Aldo Cazzullo, in un’intervista riportata all’interno del volume e, riferendosi a un possibile “leader dell’opposizione” – Non riesco a immaginare a chi si possa aver pensato per un ruolo di questo genere: nessuno ne ha le velleità (…)
Se vuole sapere cosa penso della tesi secondo cui il Papa sarebbe stato eletto invalidamente – continua il Cardinale – le dico subito che la considero totalmente infondata e abbastanza ridicola. Non ho mai sentito un solo cardinale che abbia partecipato al conclave dire qualcosa che in qualche maniera le somigliasse”. Certo, Ruini non finge di non sapere che, tuttavia esista una diffusa pubblicistica che soffia sul fuoco della discorda: “Un piccolo attacco di questo genere purtroppo esiste – ammette – forse anche per reazione alla tendenza di altri editori laici ad appropriarsi di Papa Francesco, per trasformarlo in un sostenitore delle tesi contrarie al cattolicesimo. Le due cose si rimpallano; ma la potenza mediatica di questo secondo atteggiamento è molto più forte”. Sono tante le questioni affrontate nel libro, dal ruolo dei cattolici all’interno della società italiana (“Non è questo il tempo per dare vita a un p partito dei cattolici”), al dibattito sull’immigrazione, dal fine vita, alle unioni civili fino a questioni teologiche come quelle legate ai cosiddetti “novissimi”: l’aldilà, la salvezza… L’immagine che ne viene fuori è quella di un grande uomo di Chiesa che guarda al mondo con una sconfinata fiducia nell’operato di Dio, un fine intellettuale capace di una fede semplice come quella di un bambino.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2021-2031, il decennio post pandemia

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

A cura di Richard Flax, Chief Investment Officer di Moneyfarm  Nonostante le forti iniezioni di liquidità l’inflazione non sembra costituire un problema, almeno nel breve termine. La componente ciclica del livello dei prezzi, quella che li mette in relazione con l’andamento economico, non dovrebbe esercitare eccessiva pressione. Con il mercato del lavoro ancora debole è ragionevole pensare che le pressioni salariali non saranno un fattore rilevante almeno per un po’. Tuttavia, alcuni shock dell’offerta – aumento dei prezzi delle materie prime e aumento delle tariffe di trasporto, distruzioni di catene del valore dovute a tensioni politiche – potrebbero mettere pressione sui prezzi. L’aumento dell’inflazione potrebbe porre le banche centrali di fronte alla scelta di accettare un’inflazione più elevata come prezzo della ripresa o anticipare le aspettative per quando la politica monetaria inizierà a normalizzarsi. Le banche centrali operano secondo diversi mandati. La Bce ha come obiettivo primario il controllo dell’inflazione, mentre la Federal Reserve persegue anche l’obiettivo della crescita economica (e proprio quest’anno la Fed ha dichiarato che questo è il suo focus principale). I mercati finanziari guardano al futuro e basano le attuali valutazioni sul fatto che le banche centrali manterranno i tassi bassi nel medio termine, ma un’impennata delle prospettive di inflazione, prima ancora che del livello dei prezzi, potrebbe creare dubbi sul loro posizionamento nel futuro, con effetti immediati. Questi sono, forse più che mai, mercati guidati dalla politica. Il sostegno della banca centrale, programmi di spesa pubblica senza precedenti, sostegni al mercato del lavoro, potenziali nuove leggi in settori come quello tecnologico e la transizione energetica sono tutti fattori che avranno un impatto significativo sul futuro andamento dei mercati finanziari: croce e delizia degli investitori a partire dal 2021 e oltre. Se guardiamo al 2021 possiamo prevedere una dinamica di rimbalzo sull’onda della campagna vaccinale, delle politiche dei governi e della crescita economica. La sanità rimarrà indubbiamente in primo piano e al centro dell’attenzione degli investitori, con l’efficacia dei vaccini e la velocità della loro distribuzione al primo posto tra le preoccupazioni economiche globali. Per il momento, le valutazioni delle azioni suggeriscono che gli investitori stanno scontando una rapida ripresa. Ciò implica non solo che il vaccino sarà efficace, ma che i programmi di vaccinazione saranno effettivamente implementati nei paesi con il maggiore impatto sulla crescita economica globale. Il consenso, in generale, è che l’estate vedrà sia un’ampia distribuzione di vaccini sia tassi di trasmissione stagionalmente bassi, consentendo alle economie di tornare sulla buona strada. In definitiva, la nostra opinione prevalente per il 2021 è che c’è poco da guadagnare nello scommettere contro la ripresa. Ovviamente le azioni restano care in alcune aree e vulnerabili a correzioni di breve termine, ma le accelerazioni degli utili e l’abbondante liquidità suggeriscono che eventuali ribassi saranno limitati. La dinamica “non c’è alternativa all’azionario” (TINA) resterà attuale: gli strumenti di liquidità non garantiranno nei prossimi anni sufficienti garanzie di redditività. Per questo riteniamo che la scelta di investire resti la via maestra per gli investitori e sia certamente preferibile a tenere fermo il proprio capitale. Per quanto riguarda il reddito fisso, il rendimento iniziale di un’obbligazione inferiore allo zero può significare solo di non aspettarsi molto da questa asset class nel lungo termine. Proprio come l’anno scorso, quando il rendimento iniziale era già molto basso, gli investitori sono a rischio di subire perdite in conto capitale in seguito alla normalizzazione dei tassi. La politica monetaria sta ancorando le aspettative e prevediamo che i tassi di interesse rimarranno bassi fino alla fine del 2022. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investimenti: nasce Sterlina-Oro.info

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Nel panorama del mercato dell’oro nasce un nuovo portale di informazione finanziaria, raggiungibile all’indirizzo http://www.sterlina-oro.info.
Si tratta di un portale interamente dedicato a chi si avvicina per la prima volta al mondo degli investimenti in oro o a chi già opera in questo campo e vuole avere un’informazione più approfondita sull’argomento.In Italia, per esempio, la sterlina in oro è uno dei modi più utilizzati per investire nel metallo giallo, in quanto moneta a corso legale e conosciuta in tutto il mondo.Sul sito si trovano tutta una serie di nozioni che spiegano dettagliatamente le caratteristiche delle monete e dei lingotti d’oro e varie informazioni su come difendersi dalle trappole e sui migliori trader del settore.Il portale è stato realizzato grazie ad un’idea di Lorenzo Bellatti, un esperto con grande esperienza negli investimenti in oro, avendo operato nel settore dal 2008 al 2019 come amministratore di tre aziende del settore.L’obiettivo del fondatore del sito è contrastare la pseudo informazione alimentata da alcuni operatori scorretti che, per accaparrarsi più clienti, pubblicano notizie e prezzi non inerenti alla realtà.I punti di forza del portale sono la correttezza delle informazioni. Non si tratta di un portale di compravendita quindi, e le informazioni sui prezzi sono vere e disinteressate.Inoltre è lo stesso Bellatti che risponde personalmente via email a tutte le richieste sull’argomento e offre consulenza su come difendersi dalle trappole commerciali degli operatori scorretti.Un altro aspetto positivo è rappresentato dalla pubblicazione del prezzo dell’oro in tempo reale, con grafico delle ultime 24 ore.Il sito propone anche informazioni legali e fiscali: gli operatori devono essere autorizzati dalla Banca d’Italia e sono tenuti ad una serie di adempimenti anche a garanzia dell’utente finale.Con la pandemia e la conseguente crisi economica il prezzo dell’oro ha raggiunto il suo record storico superando i 50 euro al grammo. Questo ha portato ad un aumento degli scambi presso le strutture autorizzate, che nonostante il lockdown del 2020, sono riuscite a recuperare la perdita e in alcuni casi anche a chiudere i bilanci con un discreto utile d’esercizio.Per questo l’oro, per alcuni analisti, è il bene più liquido che esista, spesso equiparato ad una moneta ma più sicuro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Decreto Milleproroghe, bocciati emendamenti su trasferimenti personale e organico Covid

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

I diritti dei docenti di ruolo e precari continuano a non essere contemplati. “Se il testo del decreto Milleproroghe sarà confermato Anief – dice il suo presidente nazionale – è pronta a ricorrere al Tribunale del Lavoro, prima di tutto per estendere la quota sui trasferimenti dal 25% al 100%. E poi, in secondo luogo, per fare dichiarare incostituzionale la norma che obbliga i neo assunti in ruolo a stare fermi 5 anni prima di chiedere il trasferimento, dopo anni e anni di precariato”. “Ma c’è anche un altro emendamento che purtroppo non è stato portato avanti: quello che avrebbe posticipate” la fine del rapporto di lavoro dei 70 mila “docenti e Ata assunti su organico Covid almeno fino al 30 giugno, quindi in coincidenza con il termine delle attività didattiche. Questo significa che” anche loro saranno costretti a ricorre in Tribunale per vedersi riconosciute quella retribuzione professionale docenti e quel contributo individuale accessorio già negato ai supplenti brevi, nonostante la Cassazione glielo abbia riconosciuto.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione: Personale Ata, si permetta aggiornamento III fascia anche con diploma di scuola secondaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

“È pronto l’aggiornamento della III Fascia per le graduatorie d’Istituto Ata, ma si deve poter partecipare per il profilo di collaboratore scolastico anche con il diploma di scuola secondaria di I grado, così come accade per coloro che vengono assunti dalle cooperative”. A pronunciare queste parole è stato Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief, durante il seminario di stamani sulla Legislazione Scolastica organizzato per le province di Livorno e Massa-Carrara, tenuto da Pacifico e Lorenzo Venza. Al seguente link è possibile visionare l’intero calendario.Il sindacato continua la sua battaglia a favore del personale Ata e ricorda che è possibile ricorrere con Anief proprio per ottenere l’accesso al profilo di collaboratore scolastico nelle graduatorie d’istituto di III Fascia con il diploma di scuola secondaria di I grado , anche per il personale che non era precedentemente inserito in III fascia graduatorie d’istituto per il medesimo profilo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Istruzione: Elezioni Cspi

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

“Siamo fermamente convinti del fatto che l’istruzione necessiti di una scuola sicura e giusta. Da qui il nome della nostra lista ‘Insieme con Anief per una Scuola giusta’ per il rinnovo delle cariche del Consiglio superiore della pubblica istruzione. Invitiamo tutti a seguire, in diretta sulla pagina Facebook ufficiale di Anief, giovedì 25 febbraio, dalle ore 17 alle 18, la presentazione delle due candidate per la scuola dell’Infanzia Lucia Aparo e Angela Piscopio”: questa la dichiarazione di Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief. Le parole sono state pronunciate durante il seminario sulla Legislazione scolastica organizzato per la provincia di Messina; relatori sono stati Pacifico e Giovanni Portuesi, presidente regionale Anief Sicilia e segretario generale del sindacato. Al seguente link è possibile visionare l’intero calendario dei seminari.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Diplomati magistrale, più di 50 mila maestri possono tornare a sperare nell’assunzione

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Sulle assunzioni di decine di migliaia di docenti precari con diploma magistrale la partita è ancora aperta. La conferma è arrivata pochi giorni fa, dal Comitato europeo dei diritti sociali, che ha detto la sua, difendendo i diritti dei precari, sulla procedura di infrazione aperta dalla Commissione Europea contro l’Italia per la mancanza di misure di prevenzione e di sanzione dell’abusiva reiterazione dei contratti a termine nel comparto scolastico. Ma non solo, perché gli avvocati dell’Anief Nicola Zampieri e Walter Miceli sostengono che con la sentenza n. 3830 del 15/2/2021, “la Cassazione, chiamata ad affrontare le note problematiche inerenti al diritto all’inserimento in GaE dei diplomati magistrale che hanno conseguito il titolo entro l’anno scolastico 2001/2002, ha deciso di prendere le distanze dall’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato. I due legali sostengono che la sentenza n. 11/2017 aveva infatti negato il valore abilitante del diploma magistrale, mentre “la Suprema Corte Cassazione aggiunge un ulteriore tassello alla storia infinita dei diplomati magistrale” dando “pieno valore abilitante del diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/2002”, pur specificando che “i diplomati magistrale non abbiano diritto all’inserimento in GaE poiché la precedente normativa avrebbe consentito l’inserimento nelle graduatorie provinciali e nelle graduatorie permanenti ai soli docenti che avevano anche superato una procedura selettiva”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Gli eroi di Mussolini: Niccolò Giani e la scuola di Mistica fascista”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Di Aldo Grandi Le idee e gli errori di quella gioventù che, nel Ventennio, visse con un unico ideale: servire Mussolini e il regime fascista. A costo di morire. La Scuola di Mistica fascista, istituita nel 1930, aveva lo scopo ordinare il magma ideologico e formare la nuova classe dirigente del regime fascista attraverso il culto fanatico e fideistico del suo duce. In questo volume si ricostruisce la storia di Niccolò Giani, il suo fondatore, e di quei giovani intellettuali che, cresciuti nel Ventennio, credettero, obbedirono e combatterono – fino alla morte – in nome di Mussolini, del fascismo e dei progetti di dominazione italiana. Il libro si basa su una ricca documentazione di diari e carteggi privati ed è completato da un’appendice di documenti inediti, fra i quali il diario dal fronte di Giani e le lettere dalla guerra dei giovani volontari di Mistica. Aldo Grandi, giornalista professionista, vive e lavora a Lucca dove è editore e direttore responsabile di quattro quotidiani online («La Gazzetta di Lucca», «La Gazzetta di Viareggio», «La Gazzetta del Serchio», «La Gazzetta di Massa e Carrara»). Storico e saggista, tra le sue opere Autoritratto di una generazione (1990); Giangiacomo Feltrinelli. La dinastia, il rivoluzionario (2000); I giovani di Mussolini (2001); La generazione degli anni perduti. Storie di Potere Operaio (2003); Insurrezione armata (2005); L’ultimo brigatista (2007); Il gerarca col sorriso (2010).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Messina: appello a figli e nipoti, massima attenzione a proteggere i nostri anziani

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

La media dei decessi di queste settimane, fortunatamente in discesa, non deve trarre in inganno, né portare istituzioni e singoli ad abbassare la guardia rispetto a una situazione che non soltanto appare ancora preoccupante, con una media giornaliera di 305 morti nell’ultima settimana, ma che rischia di aggravarsi ulteriormente nell’immediato futuro, a causa del dilagare delle varianti e della crescita dei contagi attesa nei prossimi giorni in alcune regioni, come Abruzzo, Basilicata, Campania, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, e nelle province autonome di Trento e Bolzano. Le previsioni relative alla mortalità nel complesso non si modificano in maniera significativa, perché alla luce della media di decessi dell’ultima settimana, e dell’attesa di un nuovo picco a marzo, rischiamo comunque di trovarci di fronte alla perdita di oltre cinquantamila vite prima dell’estate. Nel corso del mese di gennaio abbiamo perso 14.357 vite che, sommandosi ai 7.202 decessi avvenuti fin qui a febbraio, portano a un totale di 21.559, con una media di 414 morti al giorno, prevalentemente over 80. Occorre perciò procedere speditamente sulle vaccinazioni e non far calare l’attenzione rispetto alla prevenzione dei contagi.«Salutiamo con favore l’intesa tra Governo, Regioni e sindacati per il coinvolgimento dei medici di medicina generale nella campagna vaccinale anti Covid, e anche l’estensione dell’uso del vaccino AstraZeneca fino ai 65 anni, due passi fondamentali per imprimere una nuova celerità alla campagna stessa – dichiara Roberto Messina, Presidente Nazionale di Senior Italia FederAnziani – Siamo inoltre convinti che il presidente del Consiglio Draghi saprà imporsi all’interno dell’UE per far arrivare le dosi necessarie di vaccini. Infine faccio appello alla sensibilità di figli e nipoti di persone anziane, chiedendo loro di tenere duro ancora per qualche settimana. Occorre sempre prestare la massima attenzione alle misure di prevenzione, all’uso corretto delle mascherine, all’igiene, al distanziamento, rendere meno frequenti gli incontri e far sì che si svolgano in massima sicurezza, magari in luoghi all’aperto, approfittando delle temperature più miti, ma sempre tenendosi alla larga dai luoghi affollati. Tutto questo affinché possiamo lasciarci alle spalle questa tremenda esperienza che ha portato a una drammatica perdita di vite, alla distruzione di quelle librerie umane che sono i nostri nonni.»

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’anima agricola del “Recovery plan”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Per rendere l’Italia più sostenibile, digitale e resiliente, il Recovery Plan deve avere un’anima agricola e puntare sullo sviluppo tecnologico e ambientale delle aree rurali, che rappresentano oltre il 50% della superficie nazionale con 11 milioni di cittadini. Per questo, il settore primario vuole essere un alleato forte del nuovo ministero della Transizione ecologica, che dovrà gestire almeno 70 miliardi di fondi europei per la ripartenza. Lo ha detto il presidente di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino, in audizione al Senato, presso le commissioni Bilancio e Politiche europee, sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. “La scelta di creare il ministero della Transizione ecologica coglie il senso della grande sfida che abbiamo davanti -ha detto Scanavino- e ci coinvolge pienamente e direttamente. Intraprendere la strada dello sviluppo sostenibile, come chiede l’Europa, vuol dire riconoscere finalmente la centralità dell’agricoltura, il cui ruolo si evolve oggi in molte direzioni. C’è la funzione produttiva del settore, che resta evidentemente prioritaria, come dimostrato in questo anno di pandemia come garante dell’approvvigionamento di cibo. Ma l’agricoltura contribuisce anche alla tenuta dei territori e, ora, può fare da cardine dello sviluppo integrato del Paese, in un’ottica di trasversalità del piano, producendo energia da fonti rinnovabili, tutelando il paesaggio e gestendo le risorse idriche, salvaguardando il suolo e le foreste per prevenire il dissesto idrogeologico, migliorando la sostenibilità dei processi produttivi con nuove tecnologie digitali, blockchain e rinnovo del parco macchine per non inquinare”. “Parliamo di un progetto nazionale di manutenzione del territorio, per il quale serve un Recovery Plan con robusti investimenti nelle infrastrutture, nei servizi e nella digitalizzazione, a partire dalle aree interne dove ancora nel 40% delle case non arriva il wi-fi -ha aggiunto il presidente di Cia-. Il rilancio dell’Italia ha bisogno di progetti concreti e innovativi, realizzabili con tempi certi e monitorabili, con il contributo degli agricoltori italiani, custodi della terra e sentinelle del territorio, insieme a tutte le forze economiche e sociali del Paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accesso allo Spid per gli iscritti Aire

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

“Sono intervenuta nell’Aula di Montecitorio per illustrare l’Ordine del Giorno, a mia prima firma, sull’accesso allo Spid per gli iscritti Aire. Infatti, poiché molti italiani all’estero mi hanno rappresentato le difficoltà che incontrano per ottenere lo Spid con i provider accreditati presso Agid, ho chiesto al Governo di impegnarsi a “semplificare ed agevolare l’accesso degli italiani all’estero all’identità digitale”. In particolare, ho chiesto di istituire “un servizio ad hoc per gli iscritti Aire in collaborazione con i consolati e i patronati all’estero”.Si tratta di una questione che interessa ben 6 milioni di cittadini e le Istituzioni ne devono tenere debitamente conto!” Lo ha dichiarato l’On. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In libreria “Vittime di violenza: storie di ordinaria quotidianità” di Elisa Caponetti

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Quello della violenza è un problema reale, che, però, solo in tempi recenti ha acquistato dignità giuridica. Ma che cos’è, esattamente, la violenza? Come si espleta? Come si contrasta? Come si può intervenire onde evitare una tragica deriva? Quali sono i comportamenti da adottare nei confronti delle vittime? E nei confronti dei carnefici? Il testo di Elisa Caponetti, nel rispondere a queste domande e attingendo ai fondamentali contributi dell’Avv. Maria Letizia Sassi e del Questore Ricifari, offre notevoli spunti di riflessione e importanti testimonianze, intese, in particolare, a comprendere che cosa spinga tante donne e uomini a non denunciare e come si possa fare prevenzione in un ambito così complesso. Elisa Caponetti è laureata in Psicologia e specializzata in Psicoterapia di Coppia e Familiare. Da sempre appassionata alla Psicologia Giuridica e alla Criminologia, per questo ha arricchito il suo percorso di studi coltivando una formazione integrata su più livelli e dando ampissimo spazio alla propria preparazione e maturazione professionale. Tantissimi sono gli studi specialistici, i corsi di formazione effettuati e i master, consapevole che per poter garantire un livello di professionalità elevata, sono estremamente importanti l’aggiornamento e la formazione costante. La solidità del sapere e della conoscenza sono elementi imprescindibili. Svolge l’attività di Consulente Tecnico d’Ufficio e Perito del Tribunale. È Consulente Tecnico di Parte nei procedimenti Civili, Penali e Minorili. Pratica attività di Psicoterapia rivolta ad adulti, coppie e famiglie. Nel corso della sua carriera ho svolto diversi incarichi Istituzionali e collaborato con la Polizia di Stato. Ha effettuato interventi volti alla tutela, cura e riabilitazione psichica dei minori vittime di maltrattamenti ed abusi. L’impegno costante nel percorso lavorativo le ha permesso di sviluppare e incentivare competenze specialistiche di elevato e rigoroso profilo scientifico. Cerca costantemente di tutelare e promuovere la professione dello Psicologo, salvaguardandone la specificità e la qualità della carriera. Contribuisce dinamicamente al dibattito scientifico italiano sui diversi temi della psicologia, sia attraverso pubblicazioni che organizzando convegni e giornate di studio, cercando di promuovere e diffondere una maggiore cultura della professione, convinta della necessità di un confronto tra Colleghi e consapevole del valore aggiunto che da ciò ne consegue. Da tantissimi anni è ospite dei più importanti programmi su tv nazionali (Rai, Mediaset, La7, Sky) e radio. Listino: € 13,90Editore: Albatros Collana: Nuove Voci I Saggi Pagine: 144

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

C’è un nuovo social network in città

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Potrebbe essere particolarmente prezioso per chi si occupa di ricerca e selezione del personale. Ci riferiamo a Clubhouse, la piattaforma di cui tutti parlano nelle ultime settimane. E parlare è assolutamente il verbo azzeccato, partendo dal presupposto che Clubhouse è un social senza immagini e senza video, in cui si può pubblicare solo con la propria voce, e nulla di più. Si tratta dunque di una piattaforma del tutto peculiare, che si stacca dai soliti social, e che proprio per le sue caratteristiche uniche sta raccogliendo velocemente centinaia di migliaia di iscritti. A dire il vero c’è un altro fattore che sta spingendo in altissimo Clubhouse, ovvero la sua esclusività: è possibile iscriversi al social solo dietro invito di un altro utente. Questi aspetti, uniti alla presenza su Clubhouse di celebrità del calibro di Oprah, Ashton Kutcher, Drake e Jared Leto, stanno contribuendo alla grande scalata dell’App, che ha il vantaggio di dare una voce a tutti, senza pregiudizi di sorta, per via dell’eliminazione delle immagini.Su Clubhouse si può parlare di qualsiasi cosa: è sufficiente entrare una stanza dedicata a un tema preciso e ascoltare quello che gli altri utenti stanno dicendo, ed eventualmente intervenire dicendo la propria. Si tratta quindi di un mondo a metà strada tra quello delle chat, quello dei social e quello dei podcast, un mondo che sta incuriosendo non poco i recruiter e i cacciatori di teste.Clubhouse potrebbe quindi diventare un nuovo strumento di valore nelle mani dei recruiter, seguendo le orme di LinkedIn.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bayer rende sostenibile la farmacia

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

GoGreen, è il progetto promosso dalla divisione Consumer Health di Bayer, partner delle farmacie su tutto il territorio italiano, in favore della sostenibilità. Dei 400 milioni di tonnellate di carta e cartone prodotte nel mondo, oltre la metà viene utilizzato per imballare e confezionare prodotti. Per non parlare della plastica che contiene additivi in grado di farla durare almeno 400 anni prima di degradarsi.
Parte dalla consapevolezza di questi dati il progetto Bayer che ha permesso di realizzare dal 2020 tutti i materiali destinati alle farmacie in modalità 100% eco-friendly, su carta e cartoncino riciclabili e plastic-free, grazie ad una particolare stampa digitale con inchiostri all’acqua. Un primo passo verso un contributo concreto per ridurre gli sprechi e proteggere l’ambiente.Il progetto è partito dallo studio di una serie di alternative relative a materie prime e processi in grado di rendere ogni singolo espositore ecosostenibile, rispondendo al tempo stesso alle esigenze produttive e qualitative di Bayer. #GoGreen è stato applicato sia a materiali in carta e cartone che ai materiali durevoli per tutte le farmacie, tutti identificati da un logo creato ad hoc e forniti con istruzioni per il riciclo.
“Solo nel 2019 abbiamo prodotto 100.000 espositori, 300.000 leaflet e locandine, 10.000 portacampioni. Numeri impressionanti che hanno rappresentato un primo concreto passo da cui partire”, ha commentato Heiko Petersen, a capo della divisione Consumer Health di Bayer Italia.
Dato il successo registrato, l’iniziativa proseguirà anche per il 2021 e si inserirà nel panorama più ampio delle iniziative intraprese da Bayer per ridurre il proprio impatto ambientale lungo tutta la catena del valore.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »