Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Le donne detengono il 31% delle posizioni aziendali di comando

Posted by fidest press agency su domenica, 7 marzo 2021

Secondo il Rapporto annuale Women in Business curato dal network di consulenza internazionale Grant Thornton, nel 2021 le donne detengono il 31% delle posizioni aziendali di comando, 2 punti percentuali in più rispetto all’anno precedente, nonostante il Covid-19 abbia colpito e rallentato le economie di tutto il mondo.Il superamento del 30% è considerato un traguardo storico e importante in quanto la soglia è identificata nella Ricerca come la rappresentazione minima necessaria per cambiare i processi decisionali nelle aziende. Tutte le macro aree a livello globale, ad eccezione dell’APAC (28%), hanno superato il traguardo del 30%. A livello geografico è l’Africa a registrare il dato più alto con il 39% delle aziende con donne ai vertici. Mentre, dando uno sguardo ai settori, la palma dei vincitori va all’healthcare, all’istruzione e servizi sociali e ai servizi alla persona con il 39% mentre gli “ultimi” classificati sono risultati l’industria e l’oil&gas con solo il 26% di donne in posizioni di leadership.Un altro dato incoraggiante emerso dal Rapporto è la tipologia di ruoli che la leadership femminile sta assumendo. La ricerca di Grant Thornton, rispetto allo scorso anno, registra infatti una crescita del numero di CEO donne (+6%, ora al 26%), di CFO donne (+6%, ora al 36%) e di COO donne (+4%, ora al 22%). Mentre la percentuale di donne nei ruoli senior più tradizionali è scesa leggermente al 38% (-2% rispetto all’anno precedente), tendenza al ribasso da due anni.A livello globale, oltre due terzi delle imprese intervistate (69%) si aspetta che il nuovo approccio lavorativo derivante dal Covid-19 (in particolare lo smart working) possa influenzare positivamente la carriera a lungo termine delle donne. Sebbene la presenza femminile in ruoli di leadership sia cresciuta, rimangono però dubbi sull’impatto della pandemia sulle donne, in particolare sulle madri lavoratrici. I dati delle Nazioni Unite mostrano che prima del Covid-19 le donne svolgevano il triplo dei lavori domestici non retribuiti rispetto agli uomini e i principali indicatori attuali dimostrano che il Covid-19 sta solo aumentando questa disparità, oltre ad aggiungere ulteriori responsabilità a tale categoria, dall’assistenza all’infanzia all’istruzione a casa nel periodo di chiusura delle scuole, ecc.Un dato rassicurante è rappresentato dal 92% delle aziende che a livello globale afferma di intraprendere misure per garantire il coinvolgimento e l’inclusione dei propri dipendenti sullo sfondo negativo della pandemia e, con la normalizzazione del lavoro a distanza, i datori di lavoro stanno diventando sempre più flessibili su come, dove e quando le proprie risorse svolgono le loro mansioni.Per quanto riguarda la situazione in Italia, le posizioni di CEO occupate dalle donne nel 2021 sono scese al 18% rispetto al 23% registrato nel 2020, andando dunque sotto la media dell’Eurozona pari al 21% e al dato medio globale pari al 26%.Più in generale, nel nostro Paese, le donne che detengono posizioni di leadership rappresentano oggi il 29% (+1% rispetto al 2020). Nonostante il segno più, il nostro Paese rimane nelle retrovie tra le 30 economie mondiali analizzate su questo fattore. Allo stesso tempo risulta purtroppo in crescita (+2%) la percentuale di aziende senza presenze femminili nel senior management che attualmente si assesta al 23%.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: