Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 19 marzo 2021

La Madonna di Trapani est l’une de ces Vierges vagabondes

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Le récit de Gumppenberg commence en 1187 avec le siège de Jérusalem par l’armée du sultan Saladin. Les chevaliers templiers stationnés dans la ville sainte se voient contraints de fuir et emportent dans leur bagage leur plus précieux trésor pour le mettre à l’abri. Emballée dans une caisse, la statue de marbre grandeur nature doit être transportée à Pise. Mais de nombreuses intempéries forcent le bateau à jeter l’ancre une première fois devant Lampedusa, puis dans le port de Trapani, en Sicile. A nouveau on entreprend de déplacer la madone de la ville sicilienne vers Pise, mais toutes les tentatives échouent. C’est lorsque l’image sainte se laisse transporter sans résistance aucune dans l’église du couvent des Carmélites situé hors les murs de la ville, qu’il ne subsiste plus de doute que ce lieu, et aucun autre, a été choisi par la Sainte Vierge. C’est d’ailleurs encore là qu’elle se touve aujourd’hui, dans l’église Santissima Annunziata à Trapani, où elle répand ses bienfait sur la ville, l’île et ses pèlerins.
Mais même après que la Madone eût élu domicile à Trapani, son périple ne s’acheva pas pour autant. Cette fois ce n’est pas elle-même, mais de fidèles copies, acquises en souvenir par des pèlerins, qui allaient essaimer dans le monde entier. Aujourd’hui on trouve des répliques petit format en albâtre, en ivoire, en corail, en bois et en terre cuite, en Sardaigne, en Espagne, en Belgique, en Allemagne, et même en Suisse. Celles-ci témoignent d’une véritable industrie du souvenir qui s’est établie au XVIe siècle autour de la sculpture de la Vierge. A partir de 1412 la Sicile fait partie du vice-royaume d’Espagne, et Trapani joue un rôle politique important en tant que base navale stratégique. De plus, grâce à ses revenus substantiels issus du commerce du sel et du corail, la ville est un carrefour d’échanges commerciaux florissant dans l’espace méditerranéen. Une foule de soldats, de commerçants et de marins transitent quotidiennement par la ville côtière. Nombre d’entre eux font l’acquisition d’une copie de la célèbre Madone qui – à en croire la légende – aurait déjà sauvé bon nombre de croyants des dangers en haute mer. La Madonna di Trapani était très aimée, et ce, jusqu’au sein de la noblesse espagnole. C’est ainsi que la «Trapanitana» emprunta des chemins qui la menèrent jusqu’au Mexique. Là-bas, Juan de Palafox y Mendoza, évêque de Puebla (1640-1649) et vice-roi temporaire de Nouvelle-Espagne, avait commandé pour sa bibliothèque, à la suite de son voyage à Naples, une copie de la statue. Un siècle après la mort de Palafox, au moment où des disciples se rassemblaient pour sa canonisation, on fit faire d’autres copies de cette copie destinées à plusieurs autels d’église de l’Etat du Michoacán. En plus de servir de souvenirs de pèlerinage, les copies des images miraculeuses furent également utilisées pour fonder de nouveaux lieux de culte.
Ce sont ces réseaux de lieux de cultes interrégionaux et interculturels créées par le transport des copies que j’aimerais approfondir dans mon projet de dissertation. Ce faisant, j’analyse, sous l’angle de l’histoire de l’art, la reproduction et la diffusion des images miraculeuses de la Vierge Marie dans l’empire espagnol des XVIe et XVIIesiècles. En partant du cas de la Madonna di Trapani, j’explore les chemins parcourus par les copies, les agents à l’œuvre derrière cette distribution, et les fonctions que les images exerçaient dans leur nouveau contexte. A ce propos j’aimerais montrer comment les copies de ces Vierge Marie étaient utilisées comme acteurs puissants dans la création et l’établissement de réseaux de localités qui se tissaient aux plans religieux, politique et économique. Car les images mariales ne sont pas seulement un objet d’étude idéal pour réfléchir au rapport entre « original » et « copie », mais aussi une invitation à se pencher sur les catégories problématiques du « centre » et de la « périphérie ».
Le vaste itinéraire couvert par l’objet de mes recherches exige que j’entreprenne de nombreux voyages. Or j’ai commencé mon projet de dissertation en mars 2020 en même temps que le premier confinement en Italie. Par conséquent, mon travail n’a pas eu lieu comme prévu sur le terrain, mais plutôt dans les livres. Quoi qu’il en soit, avec l’Atlas Marianus de Gumppenberg, j’avais un compendium de quatre volumes avec 1200 récits de miracles qui m’ont bien accaparée les mois suivants. Comme il l’explique au lecteur dans son introduction, Gumppenberg avait écrit son atlas marial exactement dans ce but: celui d’offrir aussi aux personnes qui restent à la maison une possibilité de pèlerinage vers les images miraculeuses. En septembre, j’ai donc pu commencer ma résidence de trois mois à l’Istituto Svizzero de Palerme. Il m’était enfin permis de voir toutes les églises où les innombrables images décrites par Gumppenberg avaient trouvé un nouveau domicile, et de visiter les musées qui abritent jusqu’à aujourd’hui les copies de la Madone restées sur l’île. Au gré de mes recherches dans les bibliothèques et dans les archives, je me suis procuré de nouvelles lectures; parmi celles-ci, une monographie sur la Madonna di Trapani publiée en 1698, dans laquelle l’auteur, Vincenzo Nobile, retrace sur plus de neuf cents pages l’histoire de la statue de la Vierge, non sans habiller les passages lacunaires de détails romanesques. Et pour la première fois, j’ai vu «ma Madone» de mes propres yeux. Les trois mois se sont bien vite envolés et bientôt je me suis retrouvée sur un bateau, direction la maison, mon disque dur rempli de photos et de scans, ma valise pleine à craquer de souvenirs de la «Trapanitana», parmi lesquels des aimants et des cartes de prière bénies, que j’avais achetés au magasin de souvenirs de l’église, ainsi qu’une montagne de cartes postales à l’effigie de la Madonna, que mon hôte Matteo m’avait offertes avec enthousiasme. Ses parents s’étaient dit oui devant la Madonna et donc les étagères derrière la réception abritaient non seulement les cartes de la ville avec les principales curiosités et les cartes de visite des meilleurs restaurants où l’on pouvait déguster le célèbre couscous di pesce alla trapanese, mais aussi ces cartes postales qui ne demandaient qu’à être emmenées à la maison par les touristes. J’aimerais prochainement retourner en Sicile pour reprendre mes recherches dans les archives, et j’espère que je pourrai également bientôt poursuivre mes voyages sur les traces de la Madonna di Trapani en Espagne et en Amérique latine. Philippe Mudry dans La Vierge Marie en voyage (font: Le blog de Istituto svizzero copyright photo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale della Poesia Edizione 2021 dedicata a Dante Alighieri

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Domenica 21 marzo, dalle ore 18 Evento on-line su @EUNICRoma Torna puntuale con la Primavera la Giornata Mondiale della Poesia del cluster romano dell’EUNIC (European Union National Institutes for Culture), la rete degli Istituti di Cultura Nazionali dell’Unione Europea. L’edizione di quest’anno, dedicata a Dante Alighieri, sarà interamente on-line in ottemperanza alle misure di contrasto anti COVID-19. Domenica 21 marzo a partire sempre dalle ore 18 sulla pagina Facebook di @EUNICRoma e contemporaneamente sulle pagine social delle rappresentanze aderenti, oltre che sul canale Youtube di EunicRoma, si alterneranno 14 poeti di altrettanti Paesi europei nella lettura in lingua originale, con sottotitoli in italiano, del loro omaggio a Dante: 14 poeti e 12 lingue per un’Europa della Poesia. La manifestazione sarà presentata dal giornalista e docente Marco Dotti, mentre il video dedicato a Dante sarà introdotto da Maria Ida Gaeta, segretario generale del Comitato nazionale per la celebrazione dei 700
anni dalla morte di Dante Alighieri. L’edizione di quest’anno è dedicata, infatti, al sommo poeta cui renderanno omaggio scrittori e poeti italiani e stranieri, proprio a testimonianza dell’amore e dell’attualità della sua poetica. Partecipano all’edizione 2021 della Giornata Mondiale della Poesia: Barbara PUMHÖSEL per l’Austria, Rumen IVANČEV per la Bulgaria, Kateřina RUDČENKOVÁ per la Repubblica Ceca, Christine D’HAEN per le Fiandre, Jan WAGNER per la Germania, Nicola BULTRINI per l’Italia,
Agnė ŽAGRAKALYTĖ per la Lituania, Pedro EIRAS per il Portogallo, Octavian SOVIANY per la Romania, Ján ZAMBOR per la Slovacchia, Brane SENEGAČNIK per la Slovenia, Juan Antonio GONZÁLEZ IGLESIAS per la SPAGNA, Andrea BIANCHETTI per la Svizzera, János LACKFI per l’Ungheria. La manifestazione gode dell’Alto Patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, che il 21 marzo di ogni anno festeggia la Giornata Mondiale della Poesia, riconoscendo all’espressione poetica il ruolo privilegiato di promozione del dialogo, della comunicazione e della Pace tra culture. A quello dell’UNESCO si
aggiungono il Patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e quest’anno anche quello del Comitato
Nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. I contributi quotidiani tra il 14 e il 20 marzo, nonché la manifestazione di domenica 21, resteranno visibili sulla pagina Facebook di @EunicRoma per quanti vorranno approfondire e studiare le poetiche degli artisti contemporanei europei. La regia e il montaggio dei video sono a cura della FUIS (Federazione
Unitaria Italiana Scrittori), partner associato EUNIC Roma, che ha redatto anche il catalogo della manifestazione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nora Guggenbühler (1988, Saint-Gall) – Histoire de l’art

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Elle a étudié histoire de l’art, linguistique et littérature alémanique à l’Université de Zurich. Au semestre d’automne 2019, elle a été professeure externe à l’Institut d’histoire de l’art de l’Université de Zurich et au printemps 2020, elle a été boursière pré-doctorale à la Bibliotheca Hertziana de Rome. Elle est actuellement boursière Doc.CH du Fonds national suisse FNS à l’Université de Zurich. Son projet de thèse explore la distribution d’exemplaires d’images mariales au Royaume d’Espagne des XVIe et XVIIe siècles. À partir de la Vierge sicilienne de Trapani, – dont les exemplaires ont été diffusés en Sicile, en Espagne et en Amérique latine – elle analyse le réseau mondial des topographies cultes en relation avec le thème de l’original et de la copie, ainsi que du centre et de la périphérie.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Covid-1: il vaccino AstraZeneca è sicuro ed efficace ma non sono esclusi casi rari di trombosi

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Il vaccino AstraZeneca è sicuro, efficace, “i benefici sono superiori ai rischi ed escludiamo relazioni tra casi di trombosi” e la somministrazione dei sieri. Tuttavia, non può essere escluso un legame con i rari casi tromboembolici e perciò occorre avvertire di queste possibilità. Il tanto atteso verdetto, peraltro largamente preannunciato, è arrivato dalla voce di Emer Cooke, direttrice dell’Ema, argomentando il via libera al vaccino. Per la commissione clinica dell’Ema, quindi, il vaccino di AstraZeneca “non può essere associato a un incremento degli eventi di trombosi”. I casi, infatti, dopo la somministrazione del vaccino sono inferiori” a quelli che avvengono tra la popolazione non vaccinata, come ha precisato Sabien Straus, presidente del Prac (Commissione di farmacovigilanza). “La commissione sulla sicurezza dell’Ema non ha trovato prova di problemi di qualità o sui lotti” ha detto anche Strauss, precisando che il foglietto illustrativo del vaccino AstraZeneca “deve essere aggiornato: è importante che venga comunicato al pubblico e agli operatori sanitari perché apprendano meglio queste informazioni, permettendo loro di mitigare questi effetti collaterali” ha detto la Presidente del Prac. In particolare, gli studi dell’Ema sui casi tromboembolici rari dopo la somministrazione del vaccino di AstraZeneca ha mostrato un’incidenza più alta in alcuni gruppi, in particolare nelle donne più giovani, ma è abbastanza prematuro trarre le conclusioni su gruppi specifici. “Ci sono ancora alcune incertezze, abbiamo visto alcuni casi molto rari” ed abbiamo “raccomandato di aggiungere un’avvertenza, in modo che questa informazione sia resa nota ai medici e al pubblico”, ha spiegato ancora Strauss. “Molti Stati membri stanno aspettando il risultato di questa revisione sulla sicurezza” del vaccino AstraZeneca, “hanno indicato che ciò che l’Ema fa dal punto di vista scientifico è molto importante per loro per prendere una decisione su come continuare con le vaccinazioni. Oggi stiamo mantenendo la nostra promessa” ha detto anche la direttrice dell’Ema, Emer Cooke. “La nostra responsabilità è di giungere a una conclusione circa il fatto che i benefici superino o meno i rischi in modo che possano prendere una decisione informata e aumentare la fiducia nel vaccino”, ha aggiunto.
Oggi sul tema è arrivato anche l’appello Hans Kluge, direttore dell’Organizzazione mondiale per la sanità (Oms) in Europa, per il quale i Paesi europei dovrebbero continuare a somministrare il vaccino di AstraZeneca contro il Covid-19, in quanto i vantaggi sono molto maggiori dei rischi. “Al momento, non sappiamo se alcune o tutte queste condizioni siano state causate dal vaccino o da altri fattori coincidenti”, ha dichiarato Kluge, “in questo momento, ad ogni modo, i benefici del vaccino di AstraZeneca superano di gran lunga i suoi rischi e il suo uso dovrebbe proseguire per salvare vite”. Un pensiero condiviso dall’ente regolatorio britannico Mhra che ha affermato come i casi di trombosi registrati dopo la dose del vaccino anti-Covid di AstraZeneca non possono essere riconducibili alla sua somministrazione. Per questo bisognerebbe continuare a somministrare il vaccino sviluppato dall’università di Oxford, perché “i benefici sono di gran lunga superiori ai rischi”. Confermando le rassicurazioni del governo britannico, l’Mhra ha detto che è in corso un’ulteriore revisione dettagliata di cinque rapporti britannici di un “tipo molto raro e specifico di coaguli di sangue” nel cervello. Ma si tratta di un caso segnalato in meno di una persona su un milione nel Regno Unito.Il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Giorgio Palù, dal canto suo, in audizione alla Camera, in Commissione Affari sociali ha ricordato che “nel Regno Unito hanno vaccinato 13 milioni di persone con AstraZeneca e 15 milioni con Pfizer, e gli inconvenienti di tipo trombotico erano molto pochi, e in nessun caso mortale in relazione con la vaccinazione”. Palù ha inoltre evidenziato come negli Stati Uniti la Food and Drug Administration concede ai vaccini anti-Covid “un’autorizzazione emergenziale”, mentre in Europa “la valutazione dell’Ema è ancora più approfondita”, e l’autorizzazione “viene rilasciata sub condizione che in campo, durante la vaccinazione di massa della popolazione, si guardi sempre al rapporto rischi-benefici, controllando se succede qualcosa che non si era visto nei 10-20mila pazienti coinvolti negli studi di fase 3”. “Quando si vaccinano milioni di pazienti, qualcosa” di inatteso “può emergere – ha aggiunto il Virologo -. Siamo di fronte a un’emergenza. Cosa dovevamo fare? Attendere 10 anni per gli studi validativi? Si è deciso di correre”, mantenendo comunque la sicurezza come priorità. In quanto sta accadendo non c’è “nulla di strano”, ha assicurato Palù: “Attendiamo con fiducia”.”Ogni vaccino, così come ogni farmaco – ha puntualizzato Palù – può avere effetti collaterali più o meno gravi. Questi vaccini” contro Covid-19 “hanno gli effetti collaterali di tutti gli altri vaccini”. In particolare, nel caso di prodotti che utilizzano un vettore virale come il siero di AstraZeneca, “si può creare una certa infiammazione” che molto raramente, “in alcuni casi, può portare a eventi trombotici”. “Sappiamo che negli studi validativi, su decine e decine di migliaia di soggetti, ci sono stati dei casi segnalati, molto pochi, un po’ di più con il vaccino rispetto ai controlli che prendevano placebo. Ma non hanno allertato, perché ogni farmaco ha degli effetti collaterali e questi vaccini hanno gli effetti collaterali di tutti i vaccini”, ha ripetuto.(fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Leave a Comment »

La Commissione Europea ha proposto di creare un certificato verde digitale

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Il certificato sarà disponibile, gratuitamente, in formato digitale o cartaceo, e comporterà un codice QR che ne garantirà la sicurezza e l’autenticità. La Commissione predisporrà un gateway per garantire che tutti i certificati possano essere verificati in tutta l’UE e aiuterà gli Stati membri nell’attuazione tecnica dei certificati.: Spetterà sempre agli Stati membri decidere da quali restrizioni sanitarie possano essere esentati i viaggiatori. Gli Stati membri dovranno però applicare tali esenzioni allo stesso modo ai viaggiatori titolari di un certificato verde digitale. Tutte le persone – vaccinate e non vaccinate – dovrebbero beneficiare di un certificato verde digitale quando viaggiano nell’UE Per evitare discriminazioni nei confronti delle persone che non sono vaccinate, la Commissione propone di creare non solo un certificato di vaccinazione interoperabile, ma anche dei certificati relativi ai test per la COVID-19 e dei certificati per le persone che sono guarite dalla COVID-19.Tutte le persone – vaccinate e non vaccinate – dovrebbero beneficiare di un certificato verde digitale quando viaggiano nell’UE Per evitare discriminazioni nei confronti delle persone che non sono vaccinate, la Commissione propone di creare non solo un certificato di vaccinazione interoperabile, ma anche dei certificati relativi ai test per la COVID-19 e dei certificati per le persone che sono guarite dalla COVID-19. Le ultime informazioni sulle misure legate al coronavirus e sulle restrizioni di viaggio fornite dagli Stati membri sono disponibili sulla piattaforma Re-open EU

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Positive dichiarazioni del Ministro della Salute sulle vaccinazioni in farmacia

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Il Comitato Centrale della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani accoglie con soddisfazione le dichiarazioni del Ministro della Salute, Onorevole Roberto Speranza, che prospettano un imminente coinvolgimento dei farmacisti e delle farmacie nella campagna vaccinale contro la COVID-19. E’ uno sviluppo proposto da tempo dalla professione, che allineerebbe l’Italia alla gran parte dei paesi europei e consentirebbe di rendere capillare l’accesso ai vaccini. In questi mesi i farmacisti italiani si sono preparati a questo compito, che va a inserirsi nel modello della farmacia presidio sanitario polifunzionale, e chiedono di fare come sempre la loro parte. Fonte: Ufficio Stampa FOFI

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turandot e l’oriente fantastico di Puccini, Chini, Caramba

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Martedi 30 marzo ore 11:30 MEET.GOOGLE.COM/AYQ-QGWM-SDB e apertura al pubblico dal 22 maggio fino al 21 novembre è il frutto di un lungo e accurato lavoro di ricerca compiuto dal Museo sullo straordinario ritrovamento di un nucleo di costumi e gioielli di scena risalenti alla prima assoluta della Turandot di Puccini e provenienti dal guardaroba privato del grande soprano pratese Iva Pacetti.In mostra anche una selezione di circa 120 oggetti della collezione Chini, proveniente dal Museo di Antropologia ed Etnologia di Firenze.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La robotizzazione di processo che aiuta le persone a lavorare meglio

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Ammagamma, società di data science che offre soluzioni di Intelligenza Artificiale alle aziende, e Gruppo Tea, multiutility che eroga servizi pubblici nella provincia di Mantova, hanno recentemente implementato un progetto di RPA (Robotic Process Automation) che si fonda sull’implementazione di software automatici, detti “bot”, per l’automazione dei processi di backoffice.
Protagonisti di questo progetto sono state le persone di Gruppo Tea che hanno lavorato in stretta sinergia con gli esperti di Ammagamma nelle fasi di sviluppo e testing del progetto: questa collaborazione attiva ha permesso di individuare percorsi innovativi per lo svolgimento di task tradizionali, che hanno garantito minore perdita di tempo, maggiore sicurezza e minore ridondanza delle attività.Una visione complementare a quella di Ammagamma, che sin dalla sua fondazione ha proposto un nuovo modo di interpretare e raccontare l’Intelligenza Artificiale. E’ Fabio Ferrari, Presidente di Ammagamma a descriverlo: “La matematica applicata è uno strumento che serve a comprendere meglio i processi e indica nuove strade per migliorarli. L’Intelligenza Artificiale ha il compito di rendere comprensibili le complessità, assicurando maggiore consapevolezza alle persone, che non ne devono essere spaventate. Uno dei nostri compiti è proprio quello di ascoltare il cliente e comprenderne mentalità, paure, aspettative, per elaborare insieme soluzioni capaci di migliorare le performance dei processi e la qualità del lavoro”.
I bot consentono lo svolgimento automatizzato di operazioni altamente ripetitive e a basso valore aggiunto, permettendo alle persone coinvolte di dedicarsi ad altre mansioni più qualificate e alla supervisione dei processi. Al momento sono stati robotizzati completamente tre processi di back office (gestione dei flussi di pagamento che arrivano dai vari canali di incasso, gestione pagamenti SDD e presa in carico degli insoluti, oltre ad un’attività di back office generale) permettendo al personale di recuperare ore preziose di lavoro, che vengono dedicate anche ad attività di formazione. Sono inoltre stati recuperati dentro al perimetro di Gruppo Tea alcuni processi precedentemente esternalizzati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Beatrice Monti della Corte: Francois Halard, Michael Cunningham i miei scrittori e altri animali

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Santa Maddalena, una casa in Toscana. Collana le Costellazioni, pp. 234, 60 euro con un testo di Elisabetta Sgarbi Uno straordinario libro fotografico con le testimonianze dei maggiori autori contemporanei sul loro paradiso toscano. Una lettera d’amore a Santa Maddalena e ai suoi fondatori, e racconta per la prima volta l’impatto che questa dimora incantata ha avuto sugli scrittori e sul loro processo creativo. Questo libro celebra un luogo speciale, una dimora nella campagna toscana diventata una residenza per scrittori e artisti unica al mondo. Le fotografie di François Halard – tra interni d’atmosfera, giardini lussureggianti e paesaggi poetici – accompagnano i testi di alcuni degli artisti più acclamati del nostro tempo: Tash Aw, John Banville, Elif Batuman, Stefan Merrill Block, Sean Borodale, Emmanuel Carrère, Michael Cunningham, Deborah Eisenberg, Ralph Fiennes, Adam Foulds, Francisco Goldman, Andrew Sean Greer, Maylis de Kerangal, Henry C. Krempels, Dany Laferrière, Hisham Matar, Andrew Miller, Michael Ondaatje, Robin Robertson, Kamilia Shamsie, Gary Shteyngart, Zadie Smith, Adam Thirlwell, Colm Tóibín, Juan Gabriel Vásquez, Edmund White e Terry Tempest Williams. Beatrice Monti della Corte, insieme al marito, lo scrittore Gregor von Rezzori, ha trasformato un antico rudere sulle colline sopra Firenze prima in un luogo votato alla scrittura, poi in una residenza di vacanza. Qui la coppia si dedicava ai propri progetti, prendendosi cura del giardino e di molti animali, spesso in compagnia di artisti e scrittori. Questa tradizione conviviale di unire accoglienza e creatività ha portato alla nascita della residenza per scrittori Santa Maddalena, sotto l’egida della Fondazione Santa Maddalena. Il programma, iniziato nel 2000, rinnova lo spirito con cui Beatrice e Gregor (o Grisha, come era chiamato affettuosamente) si circondavano di amici dal mondo dell’arte e della letteratura. Da allora, Santa Maddalena è un giardino segreto dove i creativi possono sviluppare le loro idee, confrontarsi con altri ospiti da tutto il mondo e coltivare l’arte in un luogo meraviglioso.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cristina Battocletti: Giorgio Strehler Il ragazzo di Trieste

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Vita, morte e miracoli. Collana i Fari, pp. 224, 18 euro. Con un racconto fotografico in 24 pagine. In occasione del centenario dalla nascita di Giorgio Strehler, Cristina Battocletti racconta la leggenda del più grande regista teatrale del Novecento, che fondò assieme a Paolo Grassi il primo teatro pubblico italiano, il Piccolo, celebre in tutto il mondo; rivoluzionò le messe in scena di Goldoni e di Čechov, rese celebre in Italia Brecht e trasformò il mondo dell’opera. Le battaglie, gli amori, la vita del ragazzo di Trieste attraverso la voce di chi lavorò e gli fu vicino, da Riccardo Muti a Ornella Vanoni. In contemporanea in libreria anche la nuova edizione di Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste. Cento anni fa, il 14 agosto 1921, nasceva Giorgio Strehler, uno dei più grandi registi europei, fondatore del Piccolo Teatro di Milano assieme a Paolo Grassi nell’immediato Dopoguerra. Triestino, di madre slovena, padre tedesco, nonni franco-balcanici, dimostra il suo precoce genio dall’età di diciassette anni, quando, invece del liceo, frequenta di nascosto la scuola di recitazione a Milano. Partigiano, laico, illuminista, rinnovatore della drammaturgia goldoniana, interprete brechtiano per eccellenza, grande esegeta cechoviano, fu uomo di passioni artistiche e sentimentali celeberrime. Non si cimentò mai con il cinema, come il suo rivale Luchino Visconti, ma fu, da musicista, eccelso regista d’opera, dal Don Giovanni al Così fan tutte, che non vide mai andare in scena nella nuova sede del Piccolo Teatro, oggi intitolata alla sua memoria. Dopo frequenti contrasti con la giunta leghista milanese si era “dimesso” da italiano ed era andato a vivere a Lugano, dove morì il giorno di Natale del 1997. Quel giorno il teatro perse una parte fondamentale di sé, lasciando orfano chi nelle sue pièce aveva visto cambiare il mondo del teatro di prosa e d’opera.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Charles Yu: Chinatown interno giorno

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Collana Oceani, trad. Claudia Durastanti, pp. 352, 19 euro. Il romanzo vincitore del National Book Award, in corso di traduzione in oltre 20 paesi, da uno dei più talentuosi e ambiziosi scrittori del panorama contemporaneo. Una commedia letteraria tagliente e surreale, ma anche una critica pungente del razzismo e degli stereotipi della cultura occidentale. E la commovente parabola di un uomo che impara a essere figlio, fratello, padre e partner in un mondo che lo tratta a malapena come essere umano. Una narrazione avvincente e rivoluzionaria, che ricorda le opere migliori di Saunders, Vonnegut e Lethem. Diritti venduti per una serie tv già in corso di produzione. Willis Wu sente di non essere il protagonista della sua vita: è soltanto un Maschio asiatico non meglio identificato. A volte fa la comparsa cinematografica, diventa un caratterista orientale che fa una faccia strana o addirittura un figlio che getta disonore sulla famiglia, ma resta sempre relegato a parti insignificanti, come fosse un oggetto di scena. Eppure ogni giorno lascia la sua minuscola stanza a Chinatown ed entra nel ristorante Il Tempio d’oro, dove Bianca e Nero, una serie poliziesca di successo, è in produzione perpetua. Anche qui è un po’ marginale, ma sogna di essere il Fenomeno del Kung Fu, il ruolo migliore che uno come lui possa ottenere. Finito per una volta sotto i riflettori, Willis si ritrova catapultato in un mondo più complesso di quanto abbia mai conosciuto, scoprendo non solo la storia segreta di Chinatown, ma anche l’eredità sepolta della sua stessa famiglia. Ingegnoso come pochi romanzi contemporanei e profondamente personale, capace di esplorare e reinventare i temi dell’assimilazione culturale e dell’immigrazione attraverso un viaggio nella cultura pop e con una lingua ironica e tagliente: Chinatown interno giorno è il romanzo più intimo, intelligente e audace di Charles Yu.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Luigi Malnati: Storia dell’archeologia italiana da Pompei ai nostri giorni

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Collana i Fari, pp. 160, 14 euro, con 32 pagine di tavole a colori che ripercorrono momenti e figure decisive, e illustrano le tecniche dell’archeologia italiana. Introduzione di Vittorio Sgarbi. L’Italia è un paese di archeologi? Che cosa sta succedendo negli ultimi anni? Forse per capirlo è bene provare a raccontare la storia dell’archeologia in Italia in modo un po’ fuori dagli schemi usuali. La generazione nata negli anni Cinquanta è quella che nell’adolescenza ha letto Civiltà sepolte di Ceram, che raccontava le meravigliose scoperte dell’archeologia dell’Egitto e del Medio Oriente, ma è anche la generazione che si appassionava all’impresa del Kon Tiki, la zattera azteca ricostruita da Thor Heyerdhal, che volle dimostrare con una traversata in solitario i contatti tra la civiltà dell’America centrale e le isole del Pacifico. Sono passati molti anni e nel frattempo l’archeologia è uscita dalle accademie e dai romanzi d’avventura; è diventata una professione praticata da migliaia di giovani entusiasti. Il clima oggi sta cambiando: tornano in auge le statue e i vasi dipinti, i gioielli e i grandi templi, le mostre spettacolo e i dotti convegni. Siamo in una fase in cui la valorizzazione prevale sulla conservazione e sulla ricerca scientifica, ma non è troppo banale ricordare che si può valorizzare solo ciò che si è conservato e si conserva adeguatamente solo studiando e affinando la ricerca e il restauro. Da queste considerazione parte questo viaggio in un mondo affascinante quanto ancora poco esplorato. In libreria dal 22 aprile

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giorgio Ficara: Vite libertine

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Collana Oceani, pp. 176, 19 euro. Un grande saggista compone un quadro originalissimo sulle figure più rappresentative e irresistibili dell’età dei libertini. E sulle loro straordinarie lezioni di felicità. Vite libertine è un racconto fluente, articolato in undici quadri, in cui si incontrano personaggi famosi e meno famosi di un Settecento che ha insistentemente sognato il suo Paradiso Terrestre. Da Voltaire e Mme du Châtelet a Casanova al conte di Chesterfield al cardinale Bernis a La Pérouse navigatore dei sette mari, ognuno di questi personaggi è colto in un momento cruciale della sua vita, dove felicità e malinconia, ma anche domande capitali sulla giustizia e sull’uguaglianza, si incrociano febbrilmente. Vite libertine racconta e passa in rassegna attimi di grazia e perfetta cognizione del vero, e delizie procrastinate a un passo dal grande nulla, e bons mots e intelligenza a ogni costo (e cuore e genio, quando ci sono stati).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fabrizio Gatti: L’infinito errore

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

La storia segreta di una pandemia che si doveva evitare Collana i Fari, pp. 400, 20 euro. Fabrizio Gatti, nel suo libro-inchiesta sulla pandemia che ha sconvolto il mondo, dimostra come la sudditanza dei nostri politici e dei nostri imprenditori alla dittatura del Partito comunista cinese abbia aperto la strada alla diffusione del Sars-CoV-2. E descrive nei minimi dettagli la catena di errori commessa dai cacciatori di virus, dagli scienziati e dai governi che avevano il dovere di prevenire e fermare la trasmissione del contagio. L’infinito errore, grazie all’analisi di oltre diecimila documenti e all’accesso alle banche dati dove è registrata l’identità genetica dei nuovi virus, rivela la storia segreta della pandemia che le molteplici versioni ufficiali non ci hanno mai raccontato e le indagini di Cina e Oms non hanno voluto approfondire. Ripercorriamo così l’intero viaggio compiuto dal coronavirus: dalle grotte infestate di pipistrelli nelle località non sempre remote della Cina, ai laboratori del regime comunista dove i nuovi agenti patogeni sono stati studiati in collaborazione con i centri di ricerca americani e australiani, fino alle nostre città, i nostri paesi, le nostre case, le nostre vite e le nostre vittime.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mauro Covacich: Sulla corsa

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Collana le Onde, pp. 128, 15 euro. L’autobiografia atletica di uno scrittore che ha tratto spesso dall’attività agonistica materia per i suoi romanzi. Un libro che scava nel mito e nell’esperienza della corsa. Covacich esplora le ragioni di questa grande passione, alternando episodi di vita personale con le storie di campioni leggendari. 1976. Mauro ha undici anni e, insieme a un’altra cinquantina di bambini, partecipa a una gara di corsa organizzata dall’azienda del padre. È in quest’occasione che sperimenta per la prima volta le sensazioni che lo faranno innamorare della corsa, spingendolo a gareggiare per tutta la vita. Accanto al racconto sul corpo – l’impatto degli allenamenti, la scoperta dei propri limiti – c’è la riflessione sul gesto: sulla sensazione di straordinaria libertà che si prova correndo sul bordo strada, sulla dimensione introspettiva della corsa, sulla maratona come disciplina interiore, su cosa succede quando la corsa ti punge e diventa la tua malattia. Non è un libro con i dieci trucchi per correre meglio, ma il libro fortemente letterario di chi ha trovato nella corsa una forma privata di raccoglimento, il metronomo che scandisce il ritmo della propria quotidianità.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Leonardo Mazzarotto: in ascolto

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Collana le Onde, pp. 112, 12 euro Prefazione di Ivan Cotroneo, postfazione di Alba Donati Il primo libro del protagonista di La compagnia del cigno, l’acclamata serie tv record di ascolti su Rai 1, di cui è in arrivo ad aprile la seconda stagione. “In ascolto è una raccolta di pensieri e poesie che nascono dall’esigenza di essere scritti, prima ancora che di essere letti. Quello a cui mi riferisco è un ascolto che va oltre il mio rapporto con la musica e che va concepito come principio fondamentale all’interno del processo creativo, ma anche come risposta ad un bisogno di fermarsi originato dalla velocità alla quale oggi siamo abituati. Ecco allora che tra i miei versi si nascondono delle domande, che talvolta non incontrano altro se non l’attesa e il silenzio.” – Leonardo Mazzarotto In libreria dal 15 aprile

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Hildegard De Stefano: Diario musicale

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Collana le Onde, pp. 122, 12 euro. Da una straordinaria violinista, formatasi tra Milano e Vienna, e protagonista della serie La Compagnia del cigno, una straordinaria testimonianza in prima persona del potere della musica e della sua capacità di cambiarci la vita. In contemporanea, un album musicale omonimo. “La Scuola Civica, qualche anno prima di venire ammessa in Conservatorio. Piccola, ero venuta a prendere mia sorella con nostra madre. Un Maestro era entrato nella stanza e aveva appoggiato con cura sul pianoforte un violino rosso scuro, segnato in più punti. Lui e l’altro insegnante lo guardavano con devozione. Uno strumento francese vecchio di più di due secoli. Un oggetto che guardavo con timore, simile a un animale morto, a un fossile. I riccioli parevano ora la testa di un serpente, ora una lingua srotolata dalla gola di una creatura mostruosa, ora degli occhi ciechi. Poi il Maestro lo aveva imbracciato e aveva suonato due lunghe note. Il fossile sapeva cantare! Il suono ti apriva qualcosa nel petto, poco sotto il cuore. La bambina si chiedeva se era l’uomo capace di produrre quella meraviglia o il violino. Forse l’arco, che tracciava l’aria con quel gesto? Avrei compreso solo molti anni dopo. Lo strumento contiene il canto, le mani del musicista sanno liberarlo.” – Hildegard De Stefano

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Valerio Valentini: Però l’estate non è tutto

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Collana Oceani, pp. 192, 16 euro. Dal Vincitore del Premio Campiello Opera Prima 2018. Undici anni dopo il terremoto dell’Aquila, un romanzo che racconta delle ferite ancora aperte non solo nel territorio ma nel cuore di chi lo abita. Cosa significa tornare dopo tanto tempo nella città dalla quale si è voluti scappare? Quando si hanno venticinque anni, come Vittorio, significa affrontare di nuovo i vecchi fantasmi: soprattutto se nel frattempo la città che si è lasciata è stata sfigurata dal terremoto. Il congedo della giovinezza, allora, diventa un trauma. Invece Silvia non è mai voluta andare via dall’Aquila: fuggire, per lei, sarebbe stato un po’ come tradire. Ma cinque anni logoranti tra lavoretti precari, in una città agonizzante, l’hanno resa irriconoscibile agli occhi di chi l’aveva amata con la passione e la serietà disperata degli adolescenti, tra le mobilitazioni studentesche dell’Onda e quelle civiche per la ricostruzione mancata. L’estate non è tutto è la storia di questa perdita dell’innocenza: capire che la gioventù è alle spalle e rassegnarsi al fatto che la presa di responsabilità, nell’Italia amareggiata, nevrotizzata dei nostri anni, assomiglia molto ad una resa.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Jonas Jonasson: “Dolce è la vendetta Spa”

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

Collana Oceani, trad. Stefania Forlani, pp. 448, 22 euro. Torna con una nuova, esilarante storia l’autore dei best seller Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve e Il centenario che voleva salvare il mondo, in corso di traduzione in 30 paesi. Una magistrale avventura ricca di equivoci e colpi di scena, tra Svezia e Africa. Una macchina narrativa perfetta che diverte dalla prima all’ultima pagina, con un finale ovviamente inatteso. Che cos’hanno in comune Victor Svensson, un sedicente esperto d’arte svedese, razzista e misogino, e Ole Mbatian, un guaritore masai che vive in un villaggio africano? All’apparenza, niente. E invece si ritrovano a condividere un figlio, Kevin, il figlio illegittimo del primo che, abbandonato dal padre biologico in Africa, viene adottato dal secondo. Una volta cresciuto, Kevin ritorna in Svezia e incontra Jenny, altra vittima della malvagità di Victor e desiderosa quanto lui di vendicarsi. I due si mettono all’opera, grazie al fortuito incontro con Hugo, fondatore dell’impresa “La dolce vendetta SpA”, specializzata in vendette per conto terzi. Con loro sorpresa, al gruppo si aggiunge anche Ole Mbatian, arrivato in Svezia alla ricerca del figlio perduto. Tra equivoci, arresti, interrogatori e dipinti misteriosi, la vicenda si risolve con un colpo di scena inaspettato.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eliana Liotta: Il cibo che ci salverà

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 marzo 2021

La svolta ecologica a tavola per aiutare il pianeta e la salute. Collana i Fari, pp. 260, 18 euro In collaborazione con lo European Institute on Economics and Environment e con il Progetto EAT della Fondazione Gruppo San Donato. Esiste un cibo che è allo stesso tempo gentile con il corpo e con il pianeta. È un cibo intelligente, adatto all’Antropocene, l’epoca geologica in cui sono gli esseri umani a influenzare gli eventi della terra. Nel libro Il cibo che ci salverà Eliana Liotta, autrice best seller, traccia la svolta ecologica indispensabile che passa dalle nostre tavole. Non è più sufficiente pensare solo a petrolio e carbone, come avverte l’Onu. Il riscaldamento globale non potrà arrestarsi senza modificare il sistema alimentare, da cui dipende un terzo delle emissioni di gas serra, responsabili dell’aumento delle temperature. Ma l’aspetto straordinario è che i pranzi e le cene invocati per frenare l’inquinamento e il clima impazzito sono esattamente gli stessi che proteggono la salute e che potenziano il sistema immunitario.
Il saggio presenta per la prima volta una riflessione con un approccio scientifico duplice, ecologico e nutrizionale, e propone cinque diete, sia ecocarnivore sia vegetali. Lo fa in collaborazione con lo European Institute on Economics and Environment (EIEE, Istituto europeo per l’economia e l’ambiente) e con il Progetto EAT della Fondazione Gruppo San Donato.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »