Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Le piastrine o trombociti cosa sono e come funzionano

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2021

Hanno una forma discoidale e diametro compreso tra i 2 ed i 3 µm. e si trovano nel sangue. Non sono delle vere e proprie cellule come i globuli bianchi (leuciti) e rosse (eritrociti) in quanto sono prive di nucleo ma tra di loro sono indipendenti e delimitate da una membrana ma possiedono granuli, vari organelli citoplasmatici ed RNA. Sono dei frammenti di citoplasma dei megacariociti localizzabili nel midollo rosso. I loro precursori si chiamano megacarioblasti, grosse cellule multinucleate che con il tempo subiscono fenomeni di frammentazione citoplasmatica originando le piastrine (dalle 2000 alle 4000). Sono ricche di granuli contenenti proteine della coagulazione e citochine. Perché sono importanti? Perché intervengono in un processo biologico chiamato emostasi in sinergia con gli enzimi della coagulazione. Ovvero permettono il passaggio del sangue dalla stato fluido a quello solido per fare una specie di tappo ai punti lesi dei vasi. Il procedimento è favorito dalla estrema fragilità delle piastrine che in pochi secondi dalla lesione di un vaso si aggregano e si rompono. Se da un lato la prostaciclina rilasciata dalle cellule dell’endotelio sano inibisce l’adesione piastrinica, dall’altro il nostro organismo sintetizza degli anticoagulanti – come l’eparina, l’antitrombina III e la proteina C – per bloccare e regolare alcune reazioni coinvolte nella cascata della coagulazione, che dev’essere necessariamente confinata all’area lesa.
Nel sangue sono presenti fino a quattrocentomila piastrine in un millilitro di sangue e la loro vita media è di dieci giorni contro i 120 giorni dei globuli rossi per poi essere distrutte dai macrofagi nel fegato e nella milza. Queste piastrine sono di continuo in circolo ma si attivano solo se si verifica un danno alle pareti del sistema circolatorio. Ma la loro azione resta limitata per impedire che il tappo piastrinico si estenda in aree non interessate dal danno endoteliale con il rilascio di NO e prostaciclina (un eicosanoide).
Ma non sono le sole a svolgere la loro funzione di “tappabuchi”. La procedura è variamente articolata. È importante il rilascio di alcune sostanze chimiche da parte delle cellule endoteliali, e l’esposizione del collagene della parete danneggiata. Lo fanno rilasciando sostanze particolari chiamate citochine nell’area della lesione. L’attivazione e l’associazione delle piastrine permettono di formare un tappo fragile denominato trombo bianco. I vasi sanguigni, a loro volta, hanno un particolare rivestimento (endotelio) che permette loro di separare le fibre della matrice di collagene dal sangue per evitare in condizioni normali l’adesione piastrinica. Lo stesso contributo è rivolto a rinforzare la vasocostrizione locale precedentemente innescata da alcune sostanze paracrine, rilasciate dall’endotelio lesionato con lo scopo di diminuire il flusso e la pressione ematica. Il tutto tende ad attivare una via di segnalazione che converte i fosfolipidi della membrana piastrinica in trombossano A2, che ha azione vasocostrittrice e favorisce l’aggregazione piastrinica. Ora ci resta capire se i vaccini antivirus, attualmente circolanti, possono in qualche modo interagire con il sistema regolatorio delle piastrine, o di altri componenti chimici, e finire con l’interferire con l’eparina, l’antitrombina III, la proteina C e la prostaciclina in funzione anticoagulante provocando le trombosi venose cerebrali. Per il momento sono solo ipotesi che vanno, ovviamente, verificate da studi più approfonditi. (Redazione Fidest)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: