Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Scuola: Ripartono i concorsi, l’annuncio del ministro Brunetta

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 aprile 2021

Secondo quanto riporta la stampa specializzata, vi sarebbero anche “quelli della scuola, già banditi ad aprile 2020 e dei quali è stato svolto tra mille difficoltà solo quello straordinario di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020, per l’assegnazione di 32.000 posti. Rimangono da svolgere però le suppletive per candidati in possesso di cautelare, che non hanno partecipato per motivi legati al Covid”.Gli altri concorsi per la scuola pubblica sono quello ordinario della secondaria primo e secondo grado, con 33.000 posti già a bando: il concorso ordinario per infanzia e primaria con 12.861 posti da assegnare. Sarà quindi avviato anche il VI ciclo TFA sostegno, per il quale sono previsti 6.191 posti. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera “altri 9 mila posti circa arriveranno dai rimanenti quattro concorsi di prossima pubblicazione” senza riferimento alla procedura. I concorsi più attesi sono per l’insegnamento della Religione cattolica e per Dirigenti Tecnici. Infine, è “molto atteso anche il Concorso veloce su posti di Sostegno per insegnanti specializzati introdotto dalla legge di Bilancio 2021 e sul quale le sen. Angrisani e Granato (Misto) hanno presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro Bianchi per chiedere iter di attivazione”.Secondo Anief la politica dei concorsi non ha prodotto i benefici sperati: siamo arrivati al punto che non si riesce nemmeno più a coprire il turn over. I concorsi straordinari non possono essere più essere selettivi, ma vanno utilizzati tutti gli idonei e coloro che risultano in graduatoria, anche sulla base di titoli e servizi. Poi vanno attuati corsi abilitanti periodici, senza più numero chiuso, oltre alla riapertura annuale delle GaE, le assunzioni da graduatorie d’Istituto e l’addio all’organico di fatto. La strada maestra è l’esecuzione della direttiva 1999/70/CE del Consiglio dell’UE che porta in ruolo coloro che hanno svolto più di tre anni, anche non continuativi, su posto vacante: il Comitato dei diritti sociali europei ha avallato il ricorso Anief n. 146/2017. Per questo, è giunta l’ora di assumere da graduatoria e di svecchiare la categoria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: