Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Archive for 7 aprile 2021

Tecnologia private 5G al porto di Southampton

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

Verizon Business ha annunciato oggi la collaborazione con Associated British Ports (ABP) per applicare la soluzione private 5G al porto di Southampton. Realizzata in collaborazione con Nokia, la piattaforma private 5G di Verizon fornirà una connessione di rete privata sicura e a bassa latenza a uno dei porti più trafficati del Regno Unito (UK).ABP gestisce una rete di 21 porti, incluso quello di Southampton. Essendo il principale hub per l’export del Paese, per un valore di 40 miliardi di sterline di ogni anno, il porto di Southampton rappresenta un collegamento fondamentale nelle catene di approvvigionamento per aziende e produttori in tutta la nazione. È anche il porto numero uno del Paese se si considerano gli arrivi di auto e crociere, dato che qui vengono movimentati circa 900.000 veicoli e accolti milioni di crocieristi ogni anno. Con questo accordo, quello di Southampton diventerà il primo porto continentale del Regno Unito con una rete private 5G. La piattaforma private 5G di Verizon fornirà ad ABP una rete dati wireless privata, affidabile e sicura in alcune aree selezionate all’interno dei moli est e ovest del porto. Ciò permetterà di unificare le comunicazioni di dati su un’unica rete, riducendo la complessità precedente e contribuendo a migliorare l’affidabilità e la sicurezza delle comunicazioni dei terminal.Questa implementazione non solo ovvierà all’attuale problema delle interruzioni delle comunicazioni di dati all’interno dell’area portuale a causa della scarsa connettività Wi-Fi, ma le funzionalità avanzate di private 5G e in particolare la sua affidabilità, velocità effettiva, sicurezza e latenza estremamente bassa, possono aiutare ad abilitare l’utilizzo di tecnologie come analytics in real time, Internet of Things (IoT) e Machine Learning. Nel prossimo futuro, ciò può consentire ulteriori progressi nei servizi offerti, tra cui il monitoraggio delle risorse, veicoli a guida autonoma, gestione dei flussi di lavoro, manutenzione predittiva e monitoraggio della sicurezza. Henrik L. Pedersen, CEO di ABP, ha dichiarato: “La creazione di piattaforme tecnologiche flessibili e resilienti è un elemento chiave della nostra strategia per andare incontro alle esigenze dei nostri clienti. Diventare il primo operatore portuale continentale nel Regno Unito a offrire loro una rete 5G privata è un fantastico traguardo per ABP.”Vorremmo ringraziare i nostri partner per aver realizzato questo progetto, che doterà il nostro porto di Southampton dell’infrastruttura all’avanguardia necessaria per essere in prima linea nella rivoluzione digitale che riguarderà il settore marittimo”.Verizon Business ha annunciato il lancio della sua piattaforma internazionale private 5G per le aziende globali localizzate in Europa e nell’area Asia-Pacifico nell’ottobre del 2020. Questa soluzione, attualmente realizzata in collaborazione con Nokia, consentirà alle imprese di implementare funzionalità di rete 5G private e di livello industriale direttamente all’interno del perimetro aziendale. La rete è basata sul Digital Automation Cloud di Nokia, una piattaforma applicativa che fornisce connettività wireless privata ad alta larghezza di banda, bassa latenza e iperveloce e funzionalità edge computing in locale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Castelli: Politiche per la famiglia e welfare aziendale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

“Il dato sulla presenza femminile negli organi sociali delle società quotate migliora, raggiungendo il 39% degli incarichi di amministrazione e controllo, ma resta ancora basso. Soprattutto se consideriamo che le 15 donne che ricoprono il ruolo di amministratore delegato lo fanno in società che sono rappresentative di poco più del 2% del valore totale di mercato. Questo processo, per favorire un riequilibrio di genere, è iniziato con la Legge 120/2011 e lo abbiamo fortemente rafforzato con la Legge di Bilancio per il 2020. Secondo me, ora c’è la necessità di accompagnarlo con specifiche politiche per la famiglia e di welfare aziendale che consentano, in particolare alle donne, maggiori opportunità per conciliare i diversi aspetti della vita personale e professionale. Ideando anche sistemi incentivanti per le imprese che introducono sistemi di welfare aziendali che oggi non hanno. Passa anche da questo la creazione di un nuovo modello di società che sia sempre più aperto, inclusivo e sostenibile”. Lo scrive in un post, commentando i dati del “Rapporto CONSOB sulla corporate governance delle società quotate italiane”, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tamponi rapidi nasali: farmacista abilitato al prelievo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

Il test rapido con prelievo nasale per la rilevazione dell’antigene del coronavirus deve essere eseguito direttamente da personale abilitato, “nel quale va ricompreso il farmacista”, in quanto da un test effettuato dallo stesso paziente, anche se sotto la vigilanza del farmacista ne deriva una “inevitabile incertezza” con gravi rischi per la salute pubblica poiché può portare a falsi negativi e al “mancato isolamento di soggetti affetti dal virus”. A dirlo è un’ordinanza del Consiglio di Stato (N. 01634/2021) intervenuto sulla richiesta di sospensione proposta dall’Ordine nazionale dei biologi dell’accordo stipulato a dicembre tra la Regione Emilia-Romagna e le farmacie per l’esecuzione di test antigenici rapidi in farmacia.A segnalare la decisione dei giudici amministrativi della Sezione Terza del CdS, esprimendo “viva soddisfazione”, è FarmacieUnite che aveva seguito la vicenda per le sue associate dell’Emilia-Romagna e in una nota richiama tutta la vicenda. L’Ordine dei biologi, “dopo l’ordinanza del 09-02-2021 del Tar dell’Emilia-Romagna che aveva respinto la richiesta di sospendere l’accordo tra la Regione Emilia-Romagna e le Associazioni di Categoria delle farmacie convenzionate circa l’esecuzione dei tamponi antigenici rapidi in farmacia, si è rivolto al Consiglio di Stato per contestare, anche in quella sede, la legittimità dell’esecuzione di tale test da parte dei farmacisti e rinnovare la richiesta di sospensione”. Dal canto suo l’ordine dei Biologi sostiene “che, in assoluto, non rientri nelle competenze professionali dei farmacisti, né l’atto materiale del prelievo del campione biologico, né la sua analisi, per quanto effettuata attraverso il semplice utilizzo di un reagente già predisposto dal fabbricante”. Secondo i biologi, inoltre, nel caso specifico caso dei test eseguiti in Emilia-Romagna, “il prelievo del campione biologico materialmente effettuato dal paziente, seppur sotto la vigilanza del farmacista, non garantisce una sua corretta esecuzione, e generi, pertanto, il rischio di falsi negativi”. Un rilievo che il Consiglio di Stato ha ritenuto fondato e lo ha accolto.Il Consiglio di Stato ritiene, infatti, che “l’istanza di sospensione proposta dall’Ordine nazionale dei Biologi, debba essere accolta, nei limiti in cui il provvedimento impugnato consenta che il predetto test rapido nasale, per la rilevazione dell’antigene del coronavirus, non venga eseguita da personale abilitato, ma dallo stesso paziente in quanto ciò può determinare un esito incerto, sotto il profilo scientifico, dipendente dall’effettuazione dell’autotest da parte di soggetti inesperti”. Ciò considerando anche “l’inevitabile incertezza che può derivare da un test anti-covid effettuato dallo stesso paziente, pur sotto la vigilanza del farmacista, unita alla formalizzazione del risultato determinato dal test può comportare gravi rischi per la salute e la sicurezza pubblica potendo indurre a “falsi negativi” e al mancato isolamento di soggetti affetti dal virus”. Detto questo, però, i giudici hanno sottolineato che “il test da cui derivano effetti giuridici o sanitari di qualsiasi natura non può che essere effettuato direttamente da personale abilitato, nel quale – ad una prima delibazione consentita dalla sede cautelare e ritenuto prevalente l’interesse ad un più ampio screening anticovid della popolazione – va ricompreso il farmacista”. (fonte: farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccini: Luce in fondo al tunnel: entro giugno possono essere vaccinati tutti gli over 65 europei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

E’ un tunnel che stiamo percorrendo ma in fondo si vede la luce. Entro giugno tutti gli over 65enni europei, quelli più a rischio, potranno essere vaccinati. Vediamo: Nel semestre l’Ue avrà a disposizione 400 milioni di dosi di vaccini (escluso Astrazeneca). La popolazione comunitaria ammonta a 450 milioni di persone di cui il 20% ha una età superiore ai 65 anni. Si tratta di 90 milioni di persone a cui somministrare 180 milioni di dosi, avendone a disposizione ben 400 milioni.I vaccini ci sono e ci saranno, si tratta di accelerare le procedure di vaccinazioni e l’obiettivo lo stanno perseguendo tutti i paesi comunitari. Vaccinati gli over 65enni, la tragedia dei decessi per Covid diminuirà drasticamente. Non è solo una speranza ma un obiettivo che si può raggiungere. Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Ogni 3 minuti nasce un bimbo con una malformazione del volto»

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

«Come la labiopalatoschisi. A renderlo noto, in occasione della campagna sms solidale “Dona una vita di Sorrisi”, è la Fondazione Operation Smile Italia Onlus, che da oltre 20 anni, grazie all’impegno di medici e operatori sanitari volontari, è attiva in Italia e nel mondo per il trattamento delle patologie congenite cranio-maxillo-facciali al fine di curare e restituire il sorriso a migliaia di pazienti e alle loro famiglie.Vivere con una malformazione del volto non curata può compromettere le funzionalità più basilari come mangiare e parlare. Alle difficoltà dello sviluppo fisico si aggiungono spesso anche problemi di carattere psicologico e di integrazione nella società che, nei casi più drammatici, possono sfociare nell’abbandono scolastico e addirittura nel totale isolamento dalla vita sociale. L’emergenza Covid-19 sta peggiorando la situazione, «mettendo a repentaglio la possibilità, per tantissimi bambini, di essere operati con la tempestività necessaria e di essere seguiti con un approccio multidisciplinare, dalla nascita fino alla fine delle cure», aggiungono i portavoce della Fondazione. Nel 2020 sono stati oltre 15mila i pazienti curati durante le missioni mediche e nei 31 Centri di Cura dell’organizzazione. Molto, tuttavia, resta ancora da fare: nel mondo un neonato ogni mille nasce con labiopalatoschisi e in Europa l’incidenza è di circa 1 neonato ogni 500-700. La Fondazione Operation Smile Italia Onlus, oltre a sostenere i programmi medici dell’organizzazione internazionale, è attiva sul territorio italiano con il Progetto Smile House: due ambulatori multispecialistici ad Ancona e Cagliari e tre Centri multidisciplinari di diagnosi, cura, ricerca e formazione per il trattamento delle patologie congenite cranio-maxillo-facciali a Milano, Roma e Vicenza, nati per garantire ai pazienti e alle loro famiglie, in un’unica struttura, cure e assistenza dalla fase prenatale all’intervento chirurgico, fino alla conclusione delle terapie necessarie. La campagna sms solidale “Dona una vita di Sorrisi – Insieme per non lasciare indietro nessuno, insieme per portare molto più di un Sorriso” ha l’obiettivo di curare un numero sempre maggiore di persone con malformazioni del volto sia in Italia che nel resto del mondo, garantendo loro #moltopiùdiunsorriso. L’iniziativa solidale, in particolare, è finalizzata ad aiutare, attraverso la fornitura di materiale medico per il Matagalpa Hospital Partner di Managua, i pazienti in attesa di cura in Nicaragua ed a sostenere, in Italia, il progetto Smile House, attraverso un progetto di ricerca in psicologia dinamica e clinica volto ad indagare gli effetti psicologici nel bambino affetto da malformazioni facciali congenite e gli aspetti psicologici della coppia genitoriale sulla qualità dell’intersoggettività primaria in una popolazione di bambini con schisi facciale.I volontari italiani di Operation Smile accreditati a livello internazionale sono 141: 26 chirurghi, 45 anestesisti, 10 pediatri, 28 infermieri, 22 dentisti e 10 logopedisti. La campagna è sostenuta da Rai per Il Sociale, Sky per il sociale, La7 e TV2000. Mediafriends ha concesso spazi gratuiti per l’emissione dello spot.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Qualche riflessione sul Bitcoin

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

A cura di Luca Paolini, Chief Strategist di Pictet Asset Management. Con il boom del prezzo del Bitcoin, gli investitori dimostrano sempre più interesse verso questa criptovaluta. Ma quanto è prossima a diventare un vero e proprio strumento d’investimento? Non è una coincidenza che il Bitcoin sia tornato in prima pagina non appena sono sorte preoccupazioni sull’inflazione. Questo perché le criptovalute, tra le quali il Bitcoin spicca, sono diventate barometri del sentiment sulla politica monetaria aggressiva delle banche centrali e sulla repressione finanziaria. Nell’ultimo decennio le banche centrali hanno sostenuto le loro economie sulla scia della crisi finanziaria globale, facendo scendere i tassi di interesse e i rendimenti obbligazionari al di sotto del tasso di inflazione e imponendo di fatto agli investitori rendimenti negativi una volta rettificati per l’inflazione. Ciò è diventato ancora più evidente, quando hanno risposto in modo persino più massiccio alla crisi economica causata dalla pandemia di COVID. Allo stesso tempo la sfiducia nei confronti del controllo dei governi cresce sempre di più, man mano che le nostre vite si spostano online. Una valuta digitale anonima diventa quindi interessante.Ultimamente il Bitcoin ha vissuto un periodo particolare a causa dei timori che le banche centrali si fossero spinte troppo oltre con le misure di quantitative easing e gli altri stimoli. Il timore crescente è che le autorità monetarie stiano gradualmente monetizzando il disavanzo pubblico, ossia che stiano finanziando in via permanente la spesa eccessiva dei governi come strumento per sostenere le loro economie a seguito della pandemia di COVID. Questo è un problema, perché storicamente la monetizzazione del debito è stata un precursore di un’inflazione fuori controllo. Più di recente, la criptovaluta ha mostrato una modesta correlazione positiva con le azioni e l’oro e una correlazione negativa con i Treasury USA e il dollaro. Uno dei problemi principali per gli investitori è che il Bitcoin è impossibile da valutare. Non si tratta di un problema relativo al bene sottostante, ma al bene stesso. Non genera reddito. E, a differenza dell’oro, non ha una storia lunga durante la quale è stato in grado di costruirsi una reputazione ampiamente riconosciuta come riserva di valore alternativa. È poco negoziato, spesso associato a transazioni illecite e soggetto a forti oscillazioni. L’attrattiva principale per il Bitcoin rimarrebbe quindi la sua disponibilità limitata, con un tetto massimo di 21 milioni di unità. E ci vuole una potenza di calcolo ancora superiore per estrarre ogni ulteriore Bitcoin, rendendo questa valuta immune al tipo di deprezzamento delle valute tradizionali che molti dei suoi sostenitori temono.Ma anche in questo caso il Bitcoin deve affrontare diversi rischi. Secondo una stima, il mining di Bitcoin richiede già più elettricità di quanta ne consumi l’Argentina. Il governo iraniano ha attribuito i blackout locali alle operazioni di mining di Bitcoin che consumano molta energia elettrica. Questo dà ai governi un altro motivo per adottare misure aggressive contro il Bitcoin.La criptovaluta conquista regolarmente le prime pagine dei giornali e ha grande risonanza nelle chatroom su Internet. Ma è sempre più difficile che possa diventare un vero e proprio strumento di investimento, men che meno un sostituto del dollaro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Greensill: un altro inganno per i risparmiatori?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

Greensill come la crisi dei subprime? Ancora una classica operazione speculativa, con possibili pericolose conseguenze sistemiche.Nei giorni scorsi il gruppo finanziario Greensill ha portato i suoi libri contabili in tribunale a Londra e dichiarato insolvenza. Greensill Capital è un fondo londinese che porta il nome del suo fondatore.La sua “mission” iniziale era la finanza della supply-chain: anticipare il pagamento delle fatture, emesse da clienti e fornitori minori nei confronti delle grandi corporation, garantendo loro incassi più celeri. I fornitori erano contenti di ottenere i pagamenti dovuti e, quindi, di sottrarsi ai tempi lunghi delle corporation. In seguito, la Greensill Capital portava le fatture all’incasso presso le grandi imprese, ottenendo naturalmente un certo premio. Queste ultime vedevano, con soddisfazione, allungarsi i tempi di pagamento. Purtroppo, però, non tutti i bilanci delle imprese coinvolte erano, e sono, trasparenti e solidi.Il sistema veniva propagandato come una “democratizzazione del capitale e della finanza”. Ovviamente, la “monetizzazione” degli asset acquisiti (le fatture da incassare) veniva trasformata in investimenti o in crediti per altre imprese. Ancora più importante era la cartolarizzazione delle fatture acquisite che venivano “impachettate” con altri prodotti finanziari e titoli vari da piazzare agli investitori, in particolare quelli istituzionali. Proprio come accadde negli Usa con i subprime prima della Grande Crisi.Il sistema veniva internazionalizzato con una rete finanziaria, attraverso la creazione di istituti e di banche, la realizzazione di rapporti con grandi organismi finanziari e assicurativi e la partecipazione attiva in importanti operazioni di finanziamento o di acquisizione di altre corporation. Ciò è avvenuto con la “benedizione” della City, del governo di Londra e persino della Casa Reale britannica. Lex Greensill è stato consulente speciale per gli affari finanziari del governo di David Cameron, il quale nel 2018 ebbe l’incarico di special adviser della Greensill Capital. A coronamento di tutto ciò, la regina Elisabetta II nel 2017 nominò Lex Greensill “Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico”. Il cerchio magico si era così chiuso.Di fronte a un così promettente pedigree, gli investitori sono stati pronti a partecipare all’affaire. Prima il fondo americano di private equity, General Atlantic, poi il conglomerato industriale-finanziario giapponese, SoftBank Group. Intanto, il valore di mercato della società aumentava quotidianamente. Del resto, oggi si stima in 55.000 miliardi di dollari il mercato supply-chain. Con la cartolarizzazione, i “titoli salsiccia”, ovviamente con rendimenti superiori a quelli delle normali obbligazioni di Stato, sono stati piazzati a importanti clienti, tra cui la Global Asset Management (GAM), società di gestione patrimoniale svizzera. Anche il Credit Suisse ne avrebbe comprato per i propri clienti per almeno 10 miliardi di dollari. Per rendere i titoli più attraenti era necessario che fossero coperti da importanti compagnie assicurative internazionali. E qui entrò in campo la giapponese Tokyo Marine, che l’anno scorso, verificata la mancanza di solidità della Greensill Capital, decise di non rinnovare le garanzie assicurative su 4,6 miliardi di dollari di crediti.Nel 2014, Greensill Capital acquistò una banca tedesca, la Nordfinanz Bank AG di Brema, poi Greensill Bank AG, usata per espandere le operazioni della casa madre in molti settori e per raccogliere fondi anche da piccoli risparmiatori. L’iniziale affidabilità della banca ha spinto molti comuni e altri enti pubblici tedeschi a investire in questi “titoli salsiccia”. Ora, purtroppo, la banca è esposta per oltre tre miliardi di euro. Perciò la Bafin, l’equivalente della nostra Consob, è stata costretta a sospendere la licenza e a fermare tutte le operazioni finanziarie della banca. Le conseguenze globali dell’insolvenza della Greensill Capital sono tutte da verificare. Il rischio sistemico deve essere ancora misurato. La vicenda segue altri casi simili, come quelli di Wirecard e di GameStop. Il ripetersi di questi disastri finanziari speculativi ripropone l’urgenza di una seria riforma del sistema finanziario internazionale e, comunque, almeno di un coordinamento tra le agenzie di controllo per tutelare i risparmiatori e i settori delle economie reali. Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istat: Serracchiani, lavoro e ripresa sono priorità assolute

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

“Per il Pd il lavoro e la ripresa devono essere una priorità assoluta di tutto il Governo. Sono state adottate misure per attutire l’impatto sull’occupazione della crisi covid ma bisogna fare di più e farlo presto, anche attraverso un ulteriore scostamento di bilancio. Per il riavvio delle attività economiche più colpite e il recupero di posti di lavoro, soprattutto nell’ambito dei servizi, è fondamentale che la campagna vaccinale abbia una netta accelerazione. L’altro pilastro della ripresa è la riforma urgente delle politiche attive del lavoro, indifferibile per far fronte alla necessità di riqualificazione già richiesta da una realtà socioeconomica profondamente mutata dalla pandemia”. Lo afferma la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani, alla luce dei dati Istat che fotografano una forte flessione dell’occupazione rispetto a febbraio 2020.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Unione Naz. Consumatori su Istat occupati: un disastro!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, a febbraio gli occupati diminuiscono su base annua di 945.000 unità.”Un disastro! Peggio di così l’anno non poteva partire. Nonostante il blocco dei licenziamenti, i dati sono drammatici. Siamo già vicini al milione di posti in meno. Le cose non vanno male solo per gli occupati a termine, -372 mila, ma anche per i dipendenti permanenti, -218 mila” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”In una condizione così catastrofica, la cassa integrazione Covid e il blocco dei licenziamenti vanno prorogati oltre il 30 giugno, per tutti, senza se e senza ma, altrimenti la situazione già drammatica diventerà una tragedia. Prima vanno riaperte tutte le attività e fatte partire le opere pubbliche, poi si potrà discutere di quando far terminare le misure straordinarie del Governo, altrimenti saranno guai ancora peggiori” conclude Dona.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pierpaolo Sileri: AstraZeneca, possibile Ema limiti uso certe categorie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

“E’ possibile, per maggiore precauzione, che l’Agenzia europea dei medicinali Ema indichi che per una determinata categoria è meglio non utilizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca”. Lo dice il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri a 24Mattino di Simone Spetia su Radio 24, precisando tuttavia che “questo è successo anche per tanti altri famaci” e che nel caso di AstraZeneca il vaccino è stato utilizzato “in un numero estremamente alto di soggetti, mentre gli eventi trombotici rari segnalati sono pochissimi”. E aggiunge a Radio 24: “Non vi è ombra di dubbio che vi sia un rapporto rischio-beneficio positivo”. L’Ema, ha spiegato Sileri, “può cioè individuare dei sottogruppi di popolazione che presentano un comun denominatore per un maggiore livello di rischio, e valutare il rapporto causa-effetto in tali gruppi” in relazione agli eventi trombotici rari che sono stati segnalati. Quanto alla possibilità che l’Ema arrivi quindi a limitare l’uso del vaccino escludendo alcune categorie, “ciò – ha sottolineato Sileri – “rientra nei processi di farmacovigilanza ed è già successo per tanti altri farmaci, a partire dall’aspirina, per la quale a partire dagli anni ’80 è stato posto un limite d’uso per la fascia dei bambini sotto i 12 anni per alcuni eventi avversi”. (fonte: https://www.gruppo24ore.ilsole24ore.com/it-it/media/contatti-media/.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Disoccupazione: tasso al 10,2%. Quella giovanile tocca quota 31,6%

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

Sono estremamente allarmanti i dati diffusi oggi dall’Istat sull’andamento dell’occupazione nel nostro Paese.A febbraio il tasso di disoccupazione si attesta al 10,2%. Ancor più preoccupante il dato relativo alla disoccupazione giovanile che tocca quota 31,6%, con un aumento di 2,6 punti su febbraio 2020, ovvero prima delle restrizioni determinate dalla pandemia.È evidente come le misure adottate finora per fronteggiare la crisi e la perdita di lavoro si stiano dimostrando insufficienti: a confermarlo non solo i dati odierni sulla disoccupazione, ma anche quelli relativi ai principali indicatori economici, dalla produzione ai consumi.“La pandemia ha determinato una situazione di emergenza unica nel suo genere, che solo con misure straordinarie e adeguate potremo superare.” – afferma Emilio Viafora, Presidente Federconsumatori. Misure che non si limitino, però, ad affrontare la fase emergenziale, ma che gettino anche le basi per il necessario sviluppo futuro. Rilancio dell’occupazione, investimenti per la ricerca, per lo sviluppo tecnologico, per la modernizzazione: questi i provvedimenti di cui il Paese ha urgente bisogno, al fianco di una seria e determinata lotta alle disuguaglianze che in questa crisi si sono fatte ancora più profonde e discriminatorie. Un piano che non può prescindere dal contributo delle parti sociali e delle associazioni che rappresentano i cittadini, per costruire insieme un rilancio più equo e sostenibile per tutti.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nuovo report di Bitdefender rivela le principali minacce informatiche globali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

Bitdefender, azienda leader nella cybersicurezza che protegge centinaia di milioni di endpoint e sistemi in tutto il mondo, pubblica oggi il Consumer Threat Landscape Report 2020 che dettaglia le principali minacce per la cybersecurity, la loro frequenza e quali sono state le tendenze del crimine informatico nel 2020. Il report si basa sull’analisi dei dati trimestrali e annuali derivanti dall’infrastruttura Global Protective Network (GPN) di Bitdefender, che esegue miliardi di operazioni al giorno su milioni di endpoint e utilizza algoritmi avanzati per identificare varie minacce e modelli di attacco. Qui di seguito i principali risultati presenti nel Consumer Threat Landscape Report 2020 di Bitdefender: Impennata di attacchi ransomware in tutto il mondo – Nel complesso, gli attacchi ransomware sono cresciuti di un sorprendente 485% nel 2020 rispetto al 2019. Gli attacchi nel primo e secondo trimestre del 2020 hanno rappresentato il 64% di tutti gli attacchi ovvero il 19% in più rispetto ai primi due trimestri del 2019. In italia il 66% nei primi due trimestri. I sistemi operativi proprietari pericolosi sono un pericolo per l’IoT – I dispositivi con sistemi operativi proprietari costituiscono il 34% di ciò che i consumatori possiedono e sono responsabili del 96% di tutte le vulnerabilità rilevate. Bitdefender ha osservato un incredibile aumento del 335% delle vulnerabilità delle Smart TV rispetto al 2019. Android è il veicolo preferito per diffondere malware e app dannose – Mentre gli utenti erano impegnati a destreggiarsi tra telelavoro, didattica a distanza, videoconferenze e cercavano informazioni su COVID-19, i criminali ne hanno approfittato ospitando siti fraudolenti per il download dell’ormai noto software Zoom e distribuire app cariche di malware con lo scopo di spiare gli utenti e rubare i loro dati personali. In particolare a inizio pandemia, nei primi due trimestri dell’anno in Italia si è riscontrato un aumento del 68%. In generale il 35% di tutto il malware Android rilevato proviene dalla famiglia Android.Trojan.Agent seguita da Android.Trojan.Downloader al 10% e Android.Trojan.Banker al 7%. I dispositivi Network-attached storage (NAS) sono i più colpiti in termini di vulnerabilità riscontrate – Il numero di vulnerabilità riscontrate nei dispositivi NAS è aumentato del 189% anno su anno dal 2019 al 2020. Anche se i dispositivi NAS potrebbero non essere tra i dispositivi più diffusi nelle abitazioni, contengono potenzialmente il maggior numero di vulnerabilità per cui non sono ancora disponibili patch per neutralizzarle. Le applicazioni potenzialmente indesiderate sono in aumento – Sebbene possano non essere dannose di per sé, potrebbero avere un impatto sull’esperienza dell’utente rallentando i sistemi, mostrando annunci inaspettati o addirittura installando software aggiuntivi. Bitdefender ha osservato un aumento del 320% delle applicazioni potenzialmente indesiderate segnalate nel 2020 rispetto all’anno precedente, ma i modelli di distribuzione trimestrale sono rimasti simili, suggerendo una crescita costante. In Italia è stato riscontrato un andamento costante rispetto al 2019. Il report esamina ulteriormente questi e altri risultati per paese, tra cui Australia, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Romania, Spagna, Svezia e Stati Uniti, e prende in considerazione eventi chiave locali specifici, come le elezioni presidenziali del 2020 negli Stati Uniti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antibiotico-resistenza in ambito oftalmologico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

E’ un fenomeno in forte crescita, di cui si parla da poco tempo e che per anni è stato trascurato: il problema è stato spesso trattato e discusso per altre branche della medicina ma molto poco in oftalmologia e in relazione alle patologie oculari, in cui l’utilizzo di antibiotici è molto diffuso.Lo testimoniano i dati di una survey condotta da DoT Tech per Théa Farma su 150 oftalmologi italiani. L’indagine, realizzata nel periodo novembre – dicembre 2020, ha fatto emergere una fotografia recente sulla resistenza agli antibiotici nelle infezioni oculari.Il 60% degli specialisti coinvolti ha definito l’antibiotico resistenza un problema rilevante per l’oftalmologia, soprattutto in presenza di congiuntiviti che sono risultate essere le infezioni della superficie oculare con una maggior incidenza di resistenza batterica, seguite dalle cheratiti e dalle blefariti, sia in ambito ambulatoriale che nella profilassi post-chirurgica.Secondo i dati della Survey il 98% dei clinici, considerando la propria casistica clinica degli ultimi 6 mesi di attività, ha riferito fenomeni di antibiotico-resistenza in un range di pazienti compresi fra il 10% e 30%, cioè circa 50.000-100.000 pazienti all’anno.Nella Letteratura Scientifica, ci sono tre importanti studi internazionali che hanno analizzato il fenomeno dell’antibiotico-resistenza in oftalmologia.In Italia la resistenza agli antibiotici (report AIFA) si mantiene tra le più elevate in Europa e risulta, nella maggior parte dei casi, al di sopra della media europea. Nel nostro Paese ogni anno, dal 7 al 10 per cento dei pazienti va incontro a un’infezione batterica multiresistente con migliaia di decessi. Le infezioni correlate all’assistenza colpiscono ogni anno circa 284.100 pazienti causando circa 4.500-7.000 decessi.Per trovare informazioni sull’antibiotico-resistenza nelle infezioni oculari, per ascoltare tramite video interviste i consigli degli esperti, per accedere agli studi scientifici pubblicati sulle più importanti riviste scientifiche di settore, è da poco online il sito internet http://www.occhioalleresistenze.it, nato come spazio per dare risalto e risposte alla problematica.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un nuovo polo di riferimento per la disabilità infantile a Milano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

L’obiettivo del nuovo polo per la disabilità infantile è aiutare un numero sempre maggiore di bambini e ragazzi, ampliando al tempo stesso i servizi offerti per supportarli in ogni aspetto della vita. Il nuovo centro sarà un luogo dove non solo curare corpo e mente dei piccoli pazienti, ma anche accompagnarli nel cammino verso l’inserimento sociale e una vita sostenibile e dignitosa. TOG potrà realizzarlo anche grazie alla campagna con numero solidale 45583, che ha ricevuto il sostegno della conduttrice radiofonica La Pina, che ha prestato la sua voce per lo spot dell’iniziativa. Nella nuova struttura, che sostituirà quella già esistente, TOG potrà accogliere in un ambiente ampio, armonioso e totalmente accessibile fino a 200 bambini con patologie neurologiche complesse provenienti da tutto il Nord Italia: ognuno sarà seguito in totale gratuità grazie a una riabilitazione neuro cognitiva personalizzata in base alla necessità e ai tempi di vita. Percorsi riabilitativi ed educativi mirati saranno offerti anche ai bambini con fragilità diverse, in particolar modo a quelli con Disturbi Specifici di Apprendimento in situazioni di svantaggio economico. TOG lavorerà inoltre per favorire il più possibile l’inserimento scolastico dei piccoli pazienti, mentre i ragazzi più grandi saranno aiutati nell’avviamento al lavoro e alla vita indipendente grazie a laboratori dedicati all’acquisizione e al perfezionamento di abilità professionali.Oltre alla prosecuzione di tutte le attività già proposte nel Centro di Eccellenza attualmente in uso (fisiochinesiterapia, psicomotricità, logopedia, musicoterapia, terapia neuro-cognitiva, terapia della comunicazione), la tipologia di interventi offerti sarà ampliata grazie alla realizzazione di una piscina, un laboratorio per la fabbricazione digitale di ausili e oggetti di uso quotidiano, un’area di intervento con alta tecnologia (come il sistema di eye tracking, che decodifica il movimento oculare anche in caso di alterata postura della testa), ambulatori di visita dedicati a specifici disturbi (ortopedici, alimentativi, gastroenterologici, ecc.) associati alla patologia neurologica complessa.Nel nuovo polo le famiglie continueranno a trovare sostegno psicologico, e un ruolo importante sarà ricoperto dall’attività formativa per la specializzazione di operatori clinici ed educativi nel campo della disabilità e della fragilità educativa.Il nuovo centro TOG mira a diventare un punto di riferimento clinico e socioeducativo dove bambini e ragazzi con disabilità potranno intraprendere percorsi efficaci di “buona vita” (dalla scuola, al doposcuola, all’avviamento al lavoro) aiutando loro stessi e le loro famiglie. La struttura sarà aperta al territorio e ai cittadini per favorire l’inclusione sociale e la conoscenza e la sensibilizzazione sulle tematiche riguardanti le patologie neurologiche complesse.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: da lunedì 12 aprile al via sperimentazione nuova circolazione tra Tangenziale Est e svincolo Autostrada A24

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

Prende il via lunedì 12 aprile una nuova sperimentazione per migliorare la sicurezza stradale e la viabilità nel tratto della Tangenziale Est in direzione San Giovanni tra via Tiburtina e l’immissione verso l’Autostrada A24.Cambia la viabilità: per i veicoli provenienti dalla Tangenziale Est non sarà più possibile svoltare a destra in direzione dell’A24, ma avranno la possibilità di girare alla successiva uscita a Largo Settimio Passamonti con inversione di marcia e instradamento diretto verso l’Autostrada.I veicoli provenienti da via Tiburtina e dal Cimitero del Verano potranno rimanere sul lato destro della carreggiata e proseguire per l’A24 e San Giovanni, mentre sarà vietato immettersi nella corsia di sinistra e proseguire sulla Tangenziale Est. L’obiettivo primario è migliorare la sicurezza stradale, riducendo il numero di incidenti provocato dalle intersezioni dei flussi di traffico e, al tempo stesso, diminuire i tempi di attesa per i veicoli in ingresso a Roma dall’A24 e di quelli di accesso all’Autostrada.I flussi di traffico, soprattutto nella fase iniziale della sperimentazione, saranno monitorati costantemente da Roma Servizi per la Mobilità e da Strada dei Parchi.Nei giorni precedenti al cambio di viabilità sono previste comunicazioni sui pannelli a messaggio variabile, sul Grande Raccordo Anulare, sull’Autostrada A24 in ingresso a Roma. Per maggiori informazioni sarà possibile consultare il sito di Roma Servizi per la Mobilità https://romamobilita.it/it.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raggi: “Tre mesi di iniziative artistiche per il rilancio e il riscatto delle periferie”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 aprile 2021

Roma.Partirà da San Basilio sabato 10 aprile e da piazza Gasparri a Ostia domenica 11 aprile il viaggio di “Spaccio Arte”, il progetto artistico nelle periferie romane. L’iniziativa è stata promossa da Roma Capitale, con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura e Partner tecnico di Atac, per contrastare le situazioni di marginalità economica e sociale e il potere della criminalità organizzata in alcune aree della città.Sedici gli appuntamenti che, attraverso un Open Bus, saranno messi in scena nei fine settimana a San Basilio (Municipio IV), Ostia (Municipio X), Tor Bella Monaca (Municipio VI), Corviale (Municipio XI), La Rustica (Municipio V), Primavalle (Municipio XIV), Romanina (Municipio VII), Spinaceto (Municipio IX).“Con Spaccio Arte siamo vicini ai cittadini onesti che vogliono riappropriarsi dei loro quartieri e tornare a viverli in sicurezza. Un’iniziativa orientata a lanciare un messaggio forte e decisivo nella lotta a qualsiasi forma di illegalità, affermando la presenza e l’impegno delle Istituzioni sul territorio. Il rilancio e il riscatto delle periferie può e deve essere veicolato anche attraverso la bellezza e l’arte. Porteremo quindi il teatro, la musica, la tradizione romana nelle zone più sensibili della città. Le liberiamo togliendo ogni spazio alle attività di spaccio e alle organizzazioni criminali”, afferma la Sindaca di Roma Virginia Raggi.Nel corso delle prime otto tappe di aprile e maggio, le strade e le piazze saranno animate con i classici stornelli romani. A giugno, invece, le otto piazze saranno occupate contemporaneamente: è previsto un evento clou con una rappresentazione teatrale, mentre nelle altre piazze i Municipi promuoveranno, nel rispetto delle vigenti normative anti-Covid, partite di calcetto in strada, presentazioni di libri e letture di poesie.”Secondo la Direzione Investigativa Antimafia nelle principali piazze di spaccio romano si registra un guadagno, ogni fine settimana, che va dai 200 a 250mila euro. Andare ad occupare quei luoghi con la bellezza, chiudendo le otto principali strade e piazze contemporaneamente, è un danno incalcolabile per la criminalità romana. È ora che le mafie capiscano che lo Stato, quando gioca in attacco, vince. Alle persone perbene dico di rialzare la testa e godersi lo spettacolo: musica, luci, colori, teatro, allegria al posto del grigio squallore dello spaccio. Nelle periferie torna a splendere il sole, non saranno più soli”, dichiara Federica Angeli, delegata della Sindaca alle Periferie, civismo e legalità.Le attività previste nell’ambito del progetto saranno effettuate nel rispetto delle norme anti-contagio disposte dalla vigente normativa.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »