Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Archive for 14 aprile 2021

Da Rimini, l’arte riparte!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Rimini 16 aprile Teatro Leo Amici In scena la soprano Giulia della Peruta, che aveva partecipato alla rappresentazione del Rigoletto inaugurando il 2020 al Teatro Amintore Galli di Rimini, eppoi gli interventi di Lucia Vasini, Pippo Franco, Claudia Koll, Liliana Cosi, con anche il sostegno di Gessica Notaro e Ekaterina Shelohova partecipante a Italia’s Got Talent. A costoro si affiancano oltre 20 giovani performers che nelle ultime settimane si sono alternati sul palcoscenico del Teatro Leo Amici per registrare la propria esibizione che andrà a completare l’8^ edizione del “Festival della canzone per Leo” che ogni Per seguire il festival, basterà accedere al sito del Teatro Leo Amici dove sarà disponibile il link per la diretta del 16 aprile alle ore 16.00 nella sezione #Teatroacasa. Lo scorso anno, mentre si stavano approntando gli ultimi ritocchi alla preparazione della manifestazione, il Covid ha bloccato tutto. Il lockdown totale aveva impedito ogni realizzazione, così l’edizione saltò. Vennero meno la tournée in Sicilia della Compagnia RDL di stanza al Teatro Leo Amici e depennati tutti gli spettacoli. Chiusero i teatri e gli artisti rimasero senza lavoro, ma soprattutto senza il loro amato pubblico. Nel 2021, nonostante la pandemia e adottando tutte le misure previste dai protocolli anti Covid, il Teatro Leo Amici ha lavorato alacremente per regalare ai suoi affezionati spettatori uno spettacolo davvero degno di nota: un festival di grande impatto con grandi artisti e nuove promesse! Come sempre avviene, e nello spirito del festival che vuole offrire, sin dalla sua prima edizione, un palcoscenico ai giovani talenti, saranno ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia ed estero ad esibirsi. Danzatori, musicisti, cantanti, attori offriranno il meglio di sé in una manifestazione dove non c’è un vincitore, ma l’opportunità per tutti di mettersi in gioco con uno staff di professionisti a disposizione: dalle musiche alle luci, dal direttore di scena al regista, ovvero Carlo Tedeschi che ne è anche direttore artistico. Teatroacasa è nato durante il lockdown del 2020 per volontà dello staff del Teatro Leo Amici che ha lavorato continuamente per garantire a tutti gli appassionati di teatro spettacoli visibili gratuitamente a casa. #Teatroacasa tuttora offre in libera visione musical di successo come “Chiara di Dio”, “Accadde ad Allumiere”, “Sicuramente Amici”, “L’Analfabeta colta”, “Dio che meraviglia”, “L’Uomo dal Trubante rosso”, “Accadde per strada”, “Show di Natale” e “Notte di Natale 1223”. Per le tematiche che trattano, tutti gli spettacoli sono adatti anche ad un pubblico di giovani e giovanissimi. Visibilli tutti gratuitamente su: http://www.teatroleoamici.it FB: @teatroleoamici Twitter: teatroleoamici Instagram: teatroleoamici.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Galleria degli Uffizi: completamente digitale la mostra “Imperatrici, matrone, liberte. Volti e segreti delle donne romane”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Firenze Una nota degli Uffizi ricorda che la mostra “Imperatrici, matrone, liberte. Volti e segreti delle donne romane”, inaugurata a novembre e poi chiusa per le restrizioni anti-Covid, è diventata completamente digitale in alta definizione. Per la prima volta in assoluto, in questa modalità, è possibile zoomare su tutti i dettagli delle opere e visualizzare didascalie ed informazioni aggiuntive, sia in italiano sia in inglese. Il link della mostra: https://www.uffizi.it/mostre-virtuali/imperatrici-matrone-liberte. L’esposizione permette di seguire la vita delle donne romane nei primi due secoli dell’Impero, dagli inizi del I alla seconda metà del II secolo d.C., soffermandosi sui modelli positivi e negativi incarnati dalle imperatrici e dalle donne di spicco della casa imperiale e mettendo in risalto i possibili ruoli pubblici al femminile, senza trascurare di soffermarsi anche sulle affascinanti storie di vita quotidiana di matrone e liberte giunte fino ai giorni nostri. By Christian Flammia

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da Rimini l’VIII Festival della Canzone per Leo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Rimini 16 aprile prossimo diretta streaming sul sito del Teatro Leo Amici del Lago di Monte Colombo nella sezione Teatrocasa Manca il pubblico, e pure l’ansia del “qui e ora” perché tanto si può rifare, perché si registra… Ma il brivido, il brivido che percorre la schiena quando sali sul palco è sempre fortissimo e la passione che ti fa esprimere con la tua arte, quella a cui hai dedicato la tua giovane vita, è tutta lì, concentrata e pronta a regalare al pubblico, anche se non sarà seduto dinnanzi a te ma ti vedrà da lontano, tutto quel fascino che solo la tua espressione artistica, coniugata con la passione, sa donare. Questi momenti, queste sensazioni le hanno vissute a piene mani i 20 giovani performers che nelle ultime settimane si sono alternati sul palcoscenico del Teatro Leo Amici per registrare la propria esibizione che andrà a completare l’8^ edizione del “Festival della canzone per Leo” che ogni 16 aprile si svolge al Teatro Leo Amici. Lo scorso anno, mentre si stavano approntando gli ultimi ritocchi alla preparazione della manifestazione, il Covid ha bloccato tutto. Il lockdown totale ha impedito ogni realizzazione, così l’edizione saltò. Vennero meno la tournée in Sicilia della Compagnia RDL di stanza al Teatro Leo Amici e depennati tutti gli spettacoli. Chiusero i teatri e gli artisti rimasero senza lavoro, ma soprattutto senza il loro amato pubblico. Nel 2021, nonostante la pandemia e adottando tutte le misure previste dai protocolli anti Covid, il Teatro Leo Amici ha lavorato alacremente per regalare ai suoi affezionati spettatori uno spettacolo davvero degno di nota.Come sempre avviene, e nello spirito del festival che vuole offrire, sin dalla sua prima edizione, un palcoscenico ai giovani talenti, saranno ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia ad esibirsi. Danzatori, musicisti, cantanti, attori offriranno il meglio di sé in una manifestazione dove non c’è un vincitore, ma l’opportunità per tutti di mettersi in gioco con uno staff di professionisti a disposizione: dalle musiche alle luci, dal direttore di scena al regista, ovvero Carlo Tedeschi che ne è anche direttore artistico.Ed i giovani avranno accanto anche ospiti noti e affermati. Tra quelli dell’edizione 2021 figurano la soprano Giulia Della Peruta, Lucia Vasini, Pippo Franco, Claudia Koll, Liliana Così con anche il sostegno di Gessica Notaro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Gruppo Rino Snaidero S.p.A annuncia la cessione delle attività

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Il Gruppo Rino Snaidero S.p.A., leader italiano nella produzione e commercializzazione di cucine di design, qualità e stile, annuncia la cessione delle attività, delle operazioni e dei marchi “Rational”, “Regina” e “Mahlzeit by Rational” al Gruppo internazionale Bravat, con sede a Linden in Germania, tramite una operazione di asset deal. L’accordo prevede che, per i prossimi tre anni, la produzione delle cucine Rational per il mercato tedesco continui ad essere effettuata nello stabilimento di Majano, in provincia di Udine, dove ha sede l’headquarter dell’azienda. Rational cucine, nata nel 1963, come filiale tedesca del Gruppo Rino Snaidero, produce e commercializza cucine su misura a livello internazionale, impiegando una cinquantina di addetti con un volume d’affari di circa 18 milioni di euro annui. Bravat è un marchio globale nato nel 1873 e conosciuto in tutto il territorio tedesco per il suo design sofisticato e prodotti di alta qualità. Dalle attrezzature per il bagno e accessori, la produzione di Bravat è andata ampliandosi negli anni fino alla realizzazione di sistemi per la tecnologia di costruzione di bagni e cucine. Snaidero ha ritenuto che la presenza sul mercato tedesco, attraverso la controllata Rational, non fosse più strategica per il Gruppo a causa delle inutili ed inefficienti sovrapposizioni nella distribuzione sia retail sia contract a livello europeo e globale con il brand Snaidero. Questa vendita rappresenta, inoltre, un forte e definitivo segnale di discontinuità rispetto alla gestione passata e consente di sostenere la crescita delle altre aziende e brand storici del Gruppo come Arthur Bonnet e Comera in Francia ed Eurocucina nel Regno Unito.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ai cittadini di Roma e Milano il trasporto piace pulito

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Anni di smog, aria malsana, continui blocchi del traffico e misure d’emergenza hanno probabilmente lasciato il segno. Il risultato? Circa tre quarti dei residenti nelle due principali città italiane si dicono favorevoli a vietare la vendita di nuove auto a benzina e diesel in Europa dopo il 2030. Il dato emerge da un sondaggio realizzato in 15 città europee da YouGov, commissionato dalla federazione europea Transport & Environment (T&E). Un’indagine imponente e unica nel suo genere. Ha infatti coinvolto oltre 10.000 persone in alcuni dei maggiori centri urbani europei di otto Stati: Belgio, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Polonia, Spagna e Regno Unito. Particolarmente significativo il tasso di favorevoli alla messa al bando tra romani e milanesi, rispettivamente il 77% e il 73%. A livello europeo, il dato si ferma al 63% ma in tutti centri urbani i favorevoli superano comunque la maggioranza assoluta degli intervistati. La percentuale dei contrari nelle due città italiane si ferma al 16% e 19%. Il 61% dei romani e il 62% dei milanesi indicano la presenza di una rete capillare di infrastrutture di ricarica come fattore cruciale per far definitivamente decollare il mercato delle auto a zero emissioni. Altro aspetto considerato importante (dal 61% degli automobilisti di Roma e dal 56% di quelli di Milano) è che il costo dei veicoli “puliti” sia analogo a quello delle auto tradizionali.Il sondaggio YouGov ha anche indagato il fattore coronavirus nella propensione a sostenere lo stop alle auto alimentate da combustibili fossili. Diversi studi [2] hanno infatti indicato possibili legami tra l’inquinamento dell’aria, di cui il trasporto stradale è una causa primaria, e una maggiore mortalità legata al Covid. I risultati anche in questo caso sono altrettanto rilevanti: tra quanti sono stati infettati dal Covid-19 e tra i loro familiari il tasso di sostegno medio nelle 15 città europee è del 66% (a fronte del 56% fra chi invece non si è ammalato). I favorevoli ritengono infatti che la misura sarebbe un passo decisivo per ridurre l’inquinamento atmosferico. Una prima risposta concreta alla preoccupazione dei cittadini europei potrebbe arrivare a giugno prossimo: la Commissione europea, quando proporrà di inasprire i limiti di emissioni CO2 delle auto, potrebbe infatti fissare una data dopo la quale sarà vietato commercializzare auto diesel o benzina. La messa al bando dei motori tradizionali è una delle opzioni che i legislatori Ue hanno sul tavolo per centrare l’obiettivo di rendere l’Europa il primo continente climate-neutral entro il 2050. Dieci governi europei hanno già adottato questa misura a livello nazionale, ma rimangono dubbi sulla legalità di procedere in tal senso, senza aver stabilito un phase-out a livello europeo. Diverse case automobilistiche hanno già annunciato di voler abbandonare volontariamente la produzione di auto a combustibili fossili. Tuttavia, fissare una scadenza europea è necessario per vincolare l’intero comparto automobilistico.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Raggi, Roma e l’Italia devono ospitare Europei di calcio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

“Gli Europei di calcio sono un appuntamento unico per Roma e per l’intero Paese. È indispensabile che l’Italia possa ospitare questo grande evento internazionale che rappresenta una vetrina e un’occasione di ripartenza”. Così in una nota la Sindaca di Roma Virginia Raggi.“La settimana scorsa – spiega – abbiamo inviato una lettera al ministro della Salute, Roberto Speranza, per sollecitare il Governo ad ottenere la conferma che questo appuntamento sportivo si tenga a Roma, unica città italiana ad ospitare le partite tra cui quella inaugurale. Riteniamo che vada fatto tutto il possibile affinché un grande evento come questo possa svolgersi in sicurezza, nel rispetto dei protocolli sanitari e degli standard richiesti a livello internazionale. Sono sicura che, grazie agli organizzatori e agli sportivi, riusciremo a portare a casa questo risultato”. “Mi unisco pertanto all’appello lanciato oggi al Governo dal presidente della Figc, Gabriele Gravina, e ringrazio la sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali che ha assicurato il massimo impegno. Roma è pronta a lavorare, insieme alla Uefa e alle altre Istituzioni coinvolte, per accogliere le partite degli Europei”, conclude Raggi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Allentamento dell’esclusiva, assistenza sul territorio e autonomia della professione infermieristica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Tre richieste precise: subito una circolare del ministero della Salute per consentire l’applicazione dell’allentamento dell’esclusiva degli infermieri prevista nel decreto Sostegni, perché possano scendere in campo anche fuori dell’ospedale i 270mila dipendenti che moltiplicherebbero in modo esponenziale le vaccinazioni.Una stabilizzazione dell’allentamento dell’esclusiva che consenta agli infermieri non solo l’intervento nella campagna vaccinale, ma l’assistenza anche sul territorio ai soggetti più fragili, soprattutto a quelli che durante la pandemia sono stati trascurati dai vari livelli di assistenza e che ora vanno recuperati per non mettere a rischio la loro salute.Sul modello già applicato a farmacisti e farmacie, consentire maggiore autonomia agli infermieri che operano sul territorio occupando ogni porzione e spazio del Servizio sanitario nazionale, i quali senza necessità di preparazioni particolari o tutoraggi (sono già vaccinatori da anni nei centri vaccinali) potrebbero allargare la platea dei vaccinati fino al domicilio, a vantaggio soprattutto dei più fragili. In questo modo l’immunità di comunità (o di gregge) entro luglio diventa un traguardo non solo da raggiungere, ma assolutamente raggiungibile. Parla chiaro la Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche in una lettera inviata a Draghi, Speranza, Gelmini e per conoscenza Figliuolo, Curcio e Bonaccini: gli infermieri sono vaccinatori da sempre e per professione, ma prevedere il loro intervento solo sulla carta senza dargli il necessario appoggio programmatorio e normativo significa legargli le mani e non consentirgli, nonostante le previsioni, di intervenire come vaccinatori non solo per chi arriva in ospedale o nelle strutture delle aziende sanitarie.“Gli infermieri si sono da subito resi disponibili per un intervento efficiente, efficace e autonomo, in modo anche da lasciare libertà di azione agli altri professionisti coinvolti – conclude Mangiacavalli nella lettera – ma per consentire queste attività è richiesto di apportare le necessarie modifiche alla normativa vigente, oltre che un coordinamento e un monitoraggio sull’attuazione delle norme che non le lascino solo sulla carta, ma le attuino a pieno regime, aumentando l’efficienza del nostro servizio sanitario nazionale”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaccini Covid, l’intervallo ottimale tra le dosi per Pfizer e Moderna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

L’intervallo “ottimale tra le dosi è, rispettivamente, di 21 giorni per il vaccino Comirnaty di Pfizer-BionTech e di 28 giorni per il vaccino Covid-19 Moderna. Qualora tuttavia si rendesse necessario dilazionare di alcuni giorni la seconda dose, non è possibile superare in ogni caso l’intervallo di 42 giorni per entrambi i vaccini a mRNA. Si ribadisce che per ottenere una protezione ottimale è necessario completare il ciclo di vaccinazione con la seconda dose”. È quanto afferma la Commissione tecnico scientifica dell’Aifa nel parere che è allegato alla nuova circolare del ministero della Salute “Vaccinazione anti Sars-CoV2”. Il parere della Cts è allegato alla circolare “Vaccinazione anti Sars-CoV2/Covid-19. Estensione dell’intervallo tra le due dosi dei vaccini a mRNA” firmata dal direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, e trasmessa ad enti, associazioni e Regioni. Nel parere, “valutata la richiesta pervenuta dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 in merito alla possibilità di estendere l’intervallo temporale tra la prima e la seconda somministrazione dei vaccini a mRNA – si legge – la Cts ribadisce che l’intervallo ottimale tra le dosi è, rispettivamente, di 21 giorni per il vaccino Comirnaty e di 28 giorni per il vaccino Covid-19 Moderna (come indicato nei rispettivi Riassunti delle caratteristiche del prodotto Rcp). Qualora tuttavia si rendesse necessario dilazionare di alcuni giorni la seconda dose, la Commissione precisa che, in accordo con quanto scritto in Rcp e con quanto già dichiarato dall’Organizzazione mondiale della sanità, non è possibile superare in ogni caso l’intervallo di 42 giorni per entrambi i vaccini a mRNA”. In linea con ordinanza del commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, generale Francesco Paolo Figliuolo, e con le indicazioni del Comitato tecnico scientifico anche le raccomandazioni della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (Siti). “Ogni dose disponibile di vaccino – è la prima raccomandazione – deve essere primariamente impegnata nella coorte 60-79 anni e deve esserci l’impegno delle aziende sanitarie in un sollecito attivo per i soggetti sopra gli 80 anni che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale. Nel frattempo, dobbiamo continuare e accelerare la vaccinazione delle coorti dei soggetti iper-fragili”. “Secondo punto, al fine di chiudere la coorte 60-79 anni il più rapidamente possibile la seconda dose di Pfizer e Moderna – sottolineano gli esperti -dev’essere immediatamente posticipata a 42 giorni. Ciò ci consente di coprire migliaia di anziani con 20 giorni di anticipo, con riduzione dei ricoveri e anche una riduzione (minore) di mortalità”. Infine, la Siti raccomanda di “procedere con le vaccinazioni a domicilio dei soggetti che per ragioni sanitarie non possono essere trasportati nei siti vaccinali. Ancora troppe persone vulnerabili, in particolare anziane con patologie invalidanti o in fase terminale, affette da gravi disabilità o in condizioni di non autosufficienza, sono in attesa di vaccinazione. Le Cure primarie in collaborazione con i Dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie – conclude – possono e devono organizzarsi ovunque con protocolli efficaci per raggiungere il più rapidamente possibile a domicilio tutti coloro che devono essere vaccinati”. (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaccini in farmacia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Sono circa 11mila – tra private (10.400) e comunali (600) – le farmacie che hanno dato la loro disponibilità per somministrare il vaccino anti-Covid. Il dato è stato diffuso da Federfarma al termine della raccolta delle adesioni. Intanto, tra i diversi punti dell’Accordo quadro nazionale ci sono anche quelli relativi alle misure logistiche e di sicurezza di farmacisti e utenti e sul tema, di recente, sono arrivate alcune indicazioni da Federfarma. Come si ricorderà, l’Accordo quadro nazionale, firmato a fine marzo da Governo, Regioni, Federfarma, Assofarm, ha definito “la cornice nazionale e le modalità per il coinvolgimento, su base volontaria, dei farmacisti nella campagna di vaccinazione nazionale anti Covid-19” e, per l’operatività, necessita di un ulteriore passaggio nei livelli locali. A ogni modo, tra i requisiti essenziali c’è il fatto che il farmacista “risulti abilitato all’esecuzione delle somministrazioni vaccinali contro il Covid-19 sulla base degli specifici programmi e moduli formativi organizzati dall’Istituto superiore di sanità” (si veda Farmacista33 del 6 aprile) e anche sul fronte strutturale vengono dettagliati i “requisiti minimi strutturali dei locali per la somministrazione dei vaccini e le misure per garantire la sicurezza degli assistiti”. In particolare, per quanto riguarda gli ambienti, come richiamato nell’allegato 2 dell’Accordo, “è da privilegiare l’esecuzione del vaccino in aree esterne, o, anche in area interna, purché sia separata dagli spazi destinati all’accoglienza dell’utenza e allo svolgimento delle attività ordinarie e sia opportunamente arieggiata in modo tale da garantire un costante ricircolo d’aria. È comunque possibile eseguire il vaccino a farmacia chiusa”. All’ingresso della farmacia, va “esposto un avviso con chiare istruzioni sulle modalità di accesso (indicando i percorsi di entrata, di uscita e di attesa) e il numero massimo di persone che possono accedere; occorre poi garantire la presenza nell’area di indicazioni per l’igiene delle mani e per il distanziamento fisico, assicurare la disponibilità di soluzione idroalcolica igienizzante; attuare ricambio d’aria. In ragione del numero di persone presenti e del tempo di permanenza degli occupanti, dovrà essere verificata l’efficacia degli impianti al fine di garantire l’adeguatezza delle portate di aria esterna secondo le normative vigenti. In ogni caso, il numero delle persone presenti deve essere correlato alle portate effettive di aria esterna. Per gli impianti di condizionamento, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. In ogni caso vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e/o attraverso l’impianto, e va garantita la pulizia, a impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati; qualora non sia possibile escludere il ricircolo, se tecnicamente possibile, va aumentata la capacità filtrante del ricircolo, sostituendo i filtri esistenti con filtri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate; nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l’estrattore d’aria”. Infine, occorre “garantire che l’area dove avviene la somministrazione del vaccino abbia poche superfici ad alta frequenza di contatto e offra la possibilità di una rapida disinfezione”. Per quanto riguarda il “locale per la somministrazione” vera e propria del vaccino, questo “deve essere dotato di postazione di lavoro, carrello/borsa contenenti materiale sanitario e presidi idonei alla gestione delle emergenze, seduta per la somministrazione del vaccino, dispenser con gel disinfettante per l’igiene delle mani, contenitori a norma per i rifiuti e per lo smaltimento degli aghi e altri oggetti taglienti potenzialmente infetti”. Una tematica connessa è quella riguardante le misure di sicurezza per i lavoratori, che in realtà sono relative non solo alla somministrazione dei vaccini – nel momento in cui tutti i passaggi saranno ultimati – ma anche all’effettuazione di test sierologici o tamponi. Come indicato da Federfarma, in una recente comunicazione, diffusa anche a livello locale, occorre prestare attenzione alla “tutela contro il rischio biologico e la tutela nell’uso di strumenti atti a pungere o a tagliare”. In particolare, “laddove test e vaccinazioni in farmacia siano effettuati in presenza di personale dipendente o tramite personale dipendente, si rende indispensabile da parte del datore di lavoro una valutazione dei nuovi rischi per i lavoratori; l’adozione di eventuali nuove misure di sicurezza; l’attivazione della sorveglianza sanitaria con la nomina del medico competente”, in particolare “nel caso in cui si somministrino vaccini con l’ausilio di collaboratori farmacisti” e in generale “in cui non sia solo il titolare della farmacia a somministrarli; l’aggiornamento del Dvr. Un “servizio medico” che può essere ottenuto “con modalità economiche il meno onerose possibile, eventualmente raggruppando le farmacie interessate”. By Francesca Giani fonte Farmacista33

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vaccino AstraZeneca, Aifa: chiamare il medico per questi sintomi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Se nei giorni successivi alla vaccinazione anti-Covid compaiono segnali come mancanza di respiro, dolore toracico, gonfiore alle gambe, dolore addominale persistente, mal di testa grave o persistente e visione offuscata è necessario rivolgersi immediatamente ad un medico. Questo è quanto devono sapere i pazienti sottoposti alla vaccinazione e i segnali di tromboembolia e/o trombocitopenia su cui gli operatori sanitari devono vigilare. A comunicarlo agli operatori la Nota informativa importante concordata con le autorità regolatorie europee e l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) sul vaccino Covid-19 AstraZeneca e rischio di trombocitopenia e disturbi della coagulazione. Punti chiave sul vaccino e l’informazione al paziente A seguito della procedura di segnale condotta a livello europeo, l’Agenzia Italiana del Farmaco fornisce gli operatori sanitari informazioni sui seguenti punti emersi dalla valutazione: Vaccino Covid-19 AstraZeneca: i benefici superano i rischi nonostante un possibile collegamento con casi molto rari di trombi associati ad un livello basso di piastrine. Una combinazione di trombosi e trombocitopenia, in alcuni casi accompagnata da sanguinamento, è stata osservata molto raramente dopo la vaccinazione con il vaccino Covid-19 di AstraZeneca.Gli operatori sanitari devono vigilare su segni e sintomi di tromboembolia e/o trombocitopenia. I vaccinati devono essere informati della necessità di consultare immediatamente un medico se sviluppano sintomi quali: mancanza di respiro, dolore toracico, gonfiore alle gambe, dolore addominale persistente dopo la vaccinazione. Inoltre, chiunque abbia sintomi neurologici, inclusi mal di testa grave o persistente e visione offuscata dopo la vaccinazione, o noti lividi cutanei (petecchie) al di fuori del sito di vaccinazione dopo pochi giorni, deve rivolgersi immediatamente ad un medico.La nota ricorda che sono stati riportati casi di eventi tromboembolici a seguito della somministrazione del vaccino Covid-19 AstraZeneca in diversi paesi dell’Area economica europea, alcuni dei quali hanno portato a sospensioni locali di lotti specifici o dell’uso del vaccino stesso. Una combinazione di trombosi e trombocitopenia, in alcuni casi accompagnata da sanguinamento, è stata osservata molto raramente dopo la vaccinazione con il vaccino Covid-19 AstraZeneca. Questo include casi gravi che si presentano come trombosi venosa, anche in siti di insorgenza insoliti come: trombosi cerebrale dei seni venosi, trombosi venosa mesenterica, nonché trombosi arteriosa in concomitanza con trombocitopenia. La maggior parte di questi casi si è verificata in donne di età inferiore ai 55 anni tra i sette e i quattordici giorni successivi alla vaccinazione, tuttavia ciò può riflettere l’aumento dell’uso del vaccino in questa popolazione. Alcuni casi hanno avuto un esito fatale.Il Prac ha effettuato un’indagine completa con una tempistica accelerata, compresa un’attenta revisione delle segnalazioni dei casi presenti in EudraVigilance di trombi e trombocitopenia in soggetti che hanno ricevuto il vaccino, prestando particolare attenzione alle informazioni su: sesso, età, fattori di rischio, diagnosi di Covid-19 (se disponibile), tempo di insorgenza dei sintomi rispetto alla vaccinazione, esito e la gravità clinica. L’indagine ha incluso anche una revisione della letteratura collegata, un’analisi tra i dati osservati e i dati attesi condotta sulle segnalazioni di EudraVigilance, includendo i seguenti Termini preferiti del dizionario MedDRA: trombosi del seno venoso (cerebrale), coagulazione intravascolare disseminata e porpora trombocitopenica trombotica. Mentre si continua a raccogliere ulteriori evidenze, il Prac ha raccomandato un aggiornamento delle informazioni sul prodotto del vaccino Covid-19 AstraZeneca sospensione iniettabile, sulla base di quanto noto al momento su questo problema di sicurezza. (fonte: dica33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid-19, dopo la dimissione ospedaliera in aumento la prevalenza di danno d’organo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Non solo i polmoni, ma anche altri organi sono coinvolti nella malattia da Sars-CoV-2 e i tassi di prevalenza dei danni, raggruppati sotto il termine di disfunzione multiorgano, sembrano in aumento tra i dimessi dall’ospedale dopo un’infezione da questo Coronavirus rispetto alla popolazione generale. Ecco quanto emerge da uno studio pubblicato sul British Medical Journal, primo autore Daniel Ayoubkhani dell’Office for National Statistics, Government Buildings di Newport, Regno Unito. «Sappiamo che Covid-19 può causare gravi problemi respiratori, ma può colpire anche altri organi e sistemi all’interno del corpo, inclusi cuore, reni e fegato» spiegano gli autori, ricordando che i sintomi persistenti per più di 12 settimane dopo la malattia da Covid-19 fanno parte della cosiddetta sindrome post-Covid, nota anche come long-Covid, ma che il modello a lungo termine del danno d’organo post-infettivo non è ancora chiaro.Per approfondire l’argomento i ricercatori britannici dell’Ufficio per le statistiche nazionali in collaborazione con l’University College di Londra e l’Università di Leicester hanno confrontato i tassi di disfunzione multiorgano in 47.780 ricoverati in ospedale in Inghilterra con Covid-19 e dimessi vivi entro il 31 agosto 2020, confrontandoli con un gruppo di controllo formato da coetanei della popolazione generale. «In un follow-up medio di 140 giorni quasi un terzo dei dimessi dopo il Covid-19 acuto è stato di nuovo ricoverato, e più di 1 su 10 è deceduto dopo la dimissione» precisa Ayoubkhani, aggiungendo che i tassi di malattie respiratorie, cardiovascolari e diabete sono aumentati in modo significativo nei pazienti Covid-19, con 539, 66 e 29 nuove diagnosi per 1.000 anni-persona, rispettivamente maggiori di 27, 3 e 1,5 volte rispetto a quanto osservato nei controlli. E in un editoriale di commento Manoj Sivan dell’Università di Leeds e Leeds Teaching and Community NHS Trusts, scrive: «Il Covid lungo è un esempio urgente di come i fornitori di servizi sanitari devono gestire la multimorbilità, concentrandosi sui sintomi multisistemici riferiti dai pazienti e sulle loro esigenze riabilitative con programmi di gestione individualizzati. Oggi la necessità più urgente è imparare quale sia la miglior cura multidisciplinare, grazie ai dati sul mondo reale e alle esperienze dei pazienti, da sempre parte importante nella lotta alla disuguaglianza nell’accesso all’assistenza sanitaria». (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’infarto nell’era del Covid”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Torino Venerdì 23 aprile alle 17.30, l’Accademia di Medicina di Torino organizza una seduta scientifica on line dal titolo “L’infarto nell’era del Covid”. Introduce l’incontro Patrizia Presbitero, primario di chirurgia interventistica presso l’Istituto Humanitas di Rozzano (MI), socio ordinario dell’Accademia di Medicina. Il relatore sarà Giulio Stefanini, Professore Associato di Cardiologia, Università Humanitas.La pandemia da Covid-19 ha avuto rilevanti implicazioni in ambito cardiovascolare. Innanzitutto per un interessamento diretto dei pazienti con patologie cardiovascolari, che sono da subito risultati a più alto rischio di un decorso sfavorevole. Inoltre è stato mostrato da una serie di studi che la patologia Covid-19 ha un coinvolgimento diretto vascolare e miocardico, con un conseguente rischio di infarto del miocardio e di danno cardiaco, con meccanismi fisiopatologici solo parzialmente noti. Infine, non vanno sottovalutate le implicazioni indirette del Covid-19 sul trattamento delle patologie cardiovascolari: la riorganizzazione del sistema sanitario finalizzata alla gestione del Covid-19 ha avuto conseguenze negative sul trattamento tempestivo delle emergenze cardiovascolari, soprattutto nella prima fase della pandemia. Complessivamente, le patologie cardiovascolari e, in particolare, l’infarto del miocardio hanno avuto un ruolo centrale nell’era del Covid-19. L’esperienza degli ultimi 12 mesi dovrà rappresentare un bagaglio per la gestione clinica e organizzativa di possibili future emergenze sanitarie. In ottemperanza alle disposizioni del DPCM relative alle misure di contenimento della pandemia, si potrà seguire l’incontro solo collegandosi al sito http://www.accademiadimedicina.unito.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Energia rinnovabile per l’agricoltura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

“Da anni i Consorzi di bonifica ed irrigazione sono impegnati nella produzione di energia rinnovabile anche solare, contribuendo al raggiungimento del fabbisogno nazionale, ma soprattutto con l’obbiettivo di migliorare i bilanci degli enti, diminuendo l’onere contributivo a carico dei consorziati ed incrementando così anche la redditività delle imprese agricole. Il tutto senza occupare terreni coltivabili, ma utilizzando le superfici degli impianti idraulici”: è con questo esempio che Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), si schiera così contro la possibile proliferazione di “campi solari” a terra in una battaglia, che vede impegnati larghi settori dell’opinione pubblica, nel merito ricorda presa di posizione di Federconsumatori.“La nostra –continua il Presidente di ANBI – non è solo una battaglia di principio, ma una concreta scelta di efficienza.” Attualmente sono 76 gli impianti fotovoltaici, gestiti da Consorzi di bonifica ed irrigazione, capaci di produrre circa 2 milioni di kilowattora all’anno; a ciò vanno aggiunti 244 impianti idroelettrici, che annualmente producono 495 milioni di kilowattora; sono quantitativi certo non risolutivi del fabbisogno energetico “green” del Paese, ma contribuiscono, in una logica di sostenibilità, all’economia del settore agroalimentare, che vale 538 miliardi di euro e garantisce 3.600.000 posti di lavoro.“Inoltre – aggiunge Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – la ricerca applicata, sviluppata dai Consorzi di bonifica ed irrigazione, ha portato alla sperimentazione dei pannelli solari galleggianti, utilizzabili sia in piccoli bacini aziendali che su porzioni di grandi superfici lacustri. I test ne hanno confermato la funzionalità, registrando come la minore esposizione al sole, conseguenza della posizione orizzontale dei pannelli appoggiati su una superficie idrica, sia compensata dalla maggiore rifrazione e dal minore surriscaldamento, dovuti alla vicinanza con l’acqua; senza contare – conclude il DG di ANBI – l’annullamento dell’impatto visivo, così penalizzante la bellezza del territorio italiano.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Divorzi e separazioni in calo nell’anno del Covid

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Roma. Il lockdown sembrava essere la tempesta perfetta per le coppie in crisi e invece, stare insieme 24 su 24, pare abbia fatto bene all’amore. Almeno nel Bel Paese. Se la convivenza forzata ha fatto “esplodere” le coppie di mezzo mondo lo stesso non può dirsi per l’Italia, almeno stando agli ultimi dati forniti dalla sezione Famiglia del Tribunale di Roma e elaborati dall’Associazione Diritto e Psicologia della Famiglia ( DPF). Nell’anno nero della pandemia si è inaspettatamente registrata una diminuzione del 15 % del numero delle separazioni rispetto all’anno precedente. Di contro si è rivelato un aumento, sia pure lieve delle separazioni consensuali (+2%) che hanno rappresentato così il 76% di quelle totali. Nessuna corsa al divorzio anche tra gli ex già legalmente separati tanto che nel 2020 i divorzi sono diminuiti del 20% con un aumento del 3% di quelli in via giudiziale, ovvero di quelli in cui le parti non sono riuscite a trovare un accordo (28% contro il 25% dell’anno precedente). Nelle separazioni consensuali aumenta dell’8% l’utilizzo della negoziazione assistita, una procedura che consente di arrivare allo scioglimento del matrimonio “in via amichevole” con una significativa riduzione dei tempi e dei costi di una lunga guerra giudiziaria. Nel 2020 ci sono stati 831 divorzi giudiziali contro i 929 dell’anno precedente. Scendono a 1943 le separazioni consensuali, 556 in meno rispetto al 2019. In calo anche i divorzi congiunti che passano da 1955 a 1293. In crescita solo i numeri di chi si dice addio avvalendosi della negoziazione assistita: 832 divorzi e 1161 separazioni. L’anno precedente i matrimoni finiti con una stretta di mano erano stati 825, 1092 le separazioni. Cosa significano questi numeri? Secondo il presidente della sezione famiglia del Tribunale di Roma, Marta Ienzi, il calo dei divorzi è solo la conseguenza di un anno “sospeso” e che il prossimo anno i divorzi sono destinati ad aumentare. «Il Covid a marzo scorso paralizzò il paese, non si sapeva a cosa stavamo andando incontro, c’era una profonda incertezza. Nelle ultime settimane stiamo invece registrando un’impennata di nuove iscrizioni di separazioni e divorzi, circa 300 ogni due settimane. Temo che il prossimo anno i numeri saranno ancora più alti. C’è da dire che i coniugi dovranno fare i conti con la crisi finanziaria che ha investito il paese – ha detto Ienzi- I giudizi che trattiamo sono sempre intrisi di emotività. La realtà è che separarsi è un lusso e bisogna poterselo permettere. Troppe volte vediamo donne disperate perché gli ex non ottemperano agli obblighi del mantenimento. Noi giudici facciamo il possibile ma penso che, sulla questione, dovrebbe metterci seriamente le mani il legislatore».

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Claudio Vercelli: Neofascismo in grigio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

15 aprile 2021, ore 18 Claudio Vercelli, Neofascismo in grigio. La destra radicale tra l’Italia e l’Europa, Einaudi, 2021 L’autore ne discute con Marco Brunazzi Il link principale è https://youtu.be/8lG0xcdPpHA Il neofascismo ritorna, in Italia e in Europa. In forme ingannevoli, mutevoli, capace di adattarsi al pari di un camaleonte. Da un classico nero a un inquietante grigio. Obbligato per decenni ai margini del dibattito politico per il suo apparente anacronismo, il neofascismo, nelle sue diverse declinazioni storiche, ha invece assunto oggi le vesti di uno scomodo convitato. Non è il ritorno a vecchie organizzazioni che si erano incaricate di raccogliere, in età repubblicana, il lascito mussoliniano. Men che meno degli spettri, mai del tutto dissoltisi, di quest’ultimo. Semmai assistiamo a una riformulazione culturale e antropologica della sua attualità in quanto sistema di rapporti e relazioni politiche per i tempi a venire. L’asticella non è rivolta al passato bensì al futuro. Se le società europee si trasformano dinanzi all’incalzare della globalizzazione, così come nella secca riconfigurazione della stratificazione sociale, il neofascismo del presente è in grigio: si propone come il soggetto che intende difendere la “differenza”: nazionale, etnica, in prospettiva razziale. Tanto più in età pandemica, nella crisi delle democrazie sociali. Claudio Vercelli, storico contemporaneista, docente all’Università Cattolica di Milano. Ha svolto attività di ricerca presso l’Istituto di studi storici Gaetano Salvemini di Torino, per il quale ha condotto il programma didattico “Usi della storia, usi della memoria”. Per la Fondazione Università Popolare di Torino è titolare di Storia contemporanea. Giornalista, collabora, tra gli altri, al “manifesto”, a “JoiMag” e a “Pagine ebraiche”. Tra i suoi libri ricordiamo: Il negazionismo. Storia di una menzogna (2013); Neofascismi (2018); Soldati. Storia dell’esercito italiano (2019). Marco Brunazzi, docente all’Università di Bergamo di Storia Contemporanea per il corso di Comunicazione di massa pubblica e istituzionale presso la Facoltà di lingue e letterature straniere; docente di Storia moderna e contemporanea, Facoltà di Lingue e letterature straniere, e di Storia delle costituzioni moderne e comparate presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mutui: aumenta l’importo medio richiesto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Nonostante il lieve aumento dei tassi fissi e una situazione economica ancora incerta, gli italiani sembrano non voler rinunciare al sogno di comprare casa; è questo uno dei dati emersi dall’osservatorio realizzato da Facile.it e Mutui.it che, analizzando un campione* di circa 90.000 domande di mutuo, ha evidenziato come, tra gennaio e marzo 2021, l’importo medio richiesto agli istituti di credito sia cresciuto del 2,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, arrivando a 137.479 euro. Guardando al profilo del richiedente tipo emerge che chi ha presentato domanda di mutuo nel primo trimestre 2021 aveva, in media, 41 anni, quasi un anno in meno rispetto al valore rilevato nel primo trimestre 2020. In aumento, invece, la durata del piano di ammortamento medio che, probabilmente per via dell’incremento degli importi richiesti, passa da poco meno di 22 anni a 23 anni. Aumenta il tasso fisso: ritorna in auge il variabile? Sebbene le condizioni applicate dalle banche siano rimaste estremamente favorevoli, qualcosa sul fronte degli indici si è mosso e questo ha prodotto, in particolare, un lieve aumento dei tassi fissi. Il rincaro, spiegano gli esperti di Facile.it, è dovuto alle aspettative di inflazione: le previsioni di crescita dell’economia americana e, di riflesso, la possibile ripartenza dell’economia europea e dei prezzi al consumo, hanno determinato un aumento dell’IRS (l’indice che guida il tasso dei mutui fissi), con conseguente rincaro dei tassi offerti alla clientela. Secondo le simulazioni di Facile.it, per un finanziamento da 126.000 euro da restituire in 25 anni, ad aprile 2021 il Taeg medio rilevato online è salito all’1,37%, vale a dire il 10,5% in più rispetto a febbraio 2021. Ancora molto basso, invece, il tasso variabile: ad aprile 2021, secondo la simulazione di Facile.it, il Taeg medio era pari all’1,03%. Torna quindi ad allargarsi la forbice tra tassi fissi e tassi variabili; secondo la simulazione di Facile.it, la differenza media è di circa 18 euro sulla singola rata iniziale, ma sebbene la distanza sia cresciuta, ad oggi non si è registrata un’inversione di tendenza e più di 9 aspiranti mutuatari su 10 optano ancora per il fisso. L’aumento dei tassi di interesse ha avuto però un primo effetto; il calo delle richieste di surroga. Secondo l’analisi di Facile.it e Mutui.it, nel primo trimestre 2021 il peso percentuale di questo tipo di finanziamento è diminuito, passando dal 37% dello scorso anno al 22%. Per una lettura corretta del fenomeno, però, va considerato che a marzo 2020 il settore immobiliare e quello dei mutui hanno vissuto un vero e proprio stop, soprattutto per quanto riguarda la richiesta di nuovi finanziamenti; inoltre, un calo del peso delle surroghe è fisiologico se si considera che i tassi di interesse sono bassi da tempo e che, negli scorsi anni, tantissimi italiani hanno già approfittato una, se non più volte, di questa opportunità. Addio alla surroga dunque? Niente affatto, almeno per ora; nonostante gli aumenti, i tassi odierni sono ancora nettamente inferiori rispetto agli indici rilevati pre-pandemia. Un esempio: surrogando oggi un finanziamento a tasso fisso da 126.000 euro in 25 anni sottoscritto con il tasso medio rilevato a gennaio 2020 si potrebbero risparmiare oltre 4.000 euro di interessi calcolati sull’intera durata del mutuo. «Per tutti coloro che hanno sottoscritto un mutuo prima del 2020 e non lo hanno ancora surrogato potrebbero esserci le condizioni per ridurre le rate. Il consiglio è di non temporeggiare ulteriormente perché, come detto, i tassi fissi potrebbero ulteriormente salire in futuro, riducendo così la convenienza di una surroga», conclude Cresto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Almawave: 2020 con ricavi in decisa crescita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Il Consiglio di Amministrazione di Almawave S.p.A. (Ticker: AIW) società italiana quotata sul sistema multilaterale di negoziazione AIM Italia e leader nell’Intelligenza Artificiale (AI), nell’analisi del linguaggio naturale e nei servizi Big Data, ha approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2020 e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2020 che si chiude con ricavi pari a 26,9 milioni di euro, in crescita del 26,1% a cambi correnti rispetto all’esercizio precedente (+29,0% a cambi costanti). Il progetto del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2020 sarà sottoposto all’Assemblea degli Azionisti della Società che si terrà, come in precedenza comunicato, il giorno 28 aprile 2021, in prima convocazione, oppure, occorrendo, il giorno successivo, in seconda convocazione.Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti di Almawave S.p.A. la destinazione dell’utile di esercizio di Euro 859.607,86 alla riserva denominata “Utili (Perdite) a nuovo”.Nel 2020 è proseguito il forte processo di innovazione iniziato da Almawave e dal Gruppo negli anni precedenti, attraverso la continua evoluzione delle piattaforme prodotto Iride® e Audioma® nelle diverse componenti tecnologiche e applicative: sono state infatti rilasciate nuove funzionalità che hanno permesso una migliore integrazione tra i vari moduli e sono state ottimizzate le architetture alla base della suite di software.In particolare, a ottobre 2020 è stata lanciata la nuova release del prodotto Iride Voice, che ha introdotto una serie di funzionalità out-of-the-box per permettere un’attivazione più rapida delle soluzioni basate su tale modulo software.La profonda conoscenza dei processi dei clienti e i servizi applicati al mondo dei Big Data hanno consentito ad Almawave di focalizzarsi su soluzioni di mercato, in grado di rispondere pienamente alle esigenze dei clienti, attraverso l’utilizzo dei propri prodotti per risolvere casi d’uso caratteristici delle diverse industry (es. Pubblica Amministrazione, Trasporti, Healthcare). Il Gruppo Almawave prevede, in termini di risultati per l’esercizio 2021, un incremento dei Ricavi, dell’Ebitda e dell’Ebit. Il risultato netto si prevede sia positivo. Nel mercato domestico, il Gruppo punta a rafforzare la leadership nel settore dell’information governance & analytics, proponendo una visione distintiva e basata sui propri asset tecnologici per l’interpretazione evoluta di dati e informazioni non strutturate. Inoltre continua il rafforzamento della value proposition e il consolidamento del posizionamento distintivo nell’area delle self-automated solutions (agenti virtuali conversazionali vocali e testuali), verso tutti i mercati di riferimento, attraverso la proposizione di una piattaforma convergente di testo e voce, tecnologicamente avanzata e funzionalmente completa.Nell’ambito dei servizi big data & digital transformation, si prevede continui il percorso di crescita nelle attività verso la Pubblica Amministrazione, legate allo sviluppo dei contratti con la Pubblica Amministrazione Centrale e Locale, in particolare sulla base degli accordi quadro SPC Lotto 3 e Lotto 4.Sul mercato internazionale, continua lo sviluppo del mercato brasiliano e in area America Latina, con un’offerta caratterizzata da soluzioni che prevedono l’integrazione di prodotti Almawave e la sinergia commerciale con AlmavivA do Brasil. Con riferimento alla società̀ Almawave USA, questa si trova ancora in una fase di start-up. Tuttavia, gli Stati Uniti, assieme al mercato Europeo, rappresentano già un mercato ad alto potenziale per la società, al quale il management del Gruppo guarda con interesse in previsione del proprio percorso di crescita.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Unicredit aumenterà i costi per tutti i titolari del conto My Genius

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

Una comunicazione avvenuta a fine marzo, attraverso una modifica unilaterale del contratto, in cui Unicredit spiega che “il contesto di mercato in cui il sistema bancario si trova a operare è recentemente mutato, impattando in modo crescente sull’attività bancaria e in particolare sulle attività di deposito, gestione e remunerazione della liquidità di conto corrente”.Di pari passo, continua l’istituto, “si è verificato un peggioramento delle condizioni economiche di gestione della liquidità di conto corrente”, “peggioramento – specifica Unicredit – acuito dal sensibile aumento dei volumi dei depositi registrato nell’ultimo anno”.La conferma evidente di come l’eccesso di liquidità sui conti stia diventando un oneroso problema per gli istituti di credito, ora costretti a pagare le conseguenze delle condotte assunte negli anni passati.La tendenza a lasciare i propri risparmi sul conto, infatti, è sicuramente determinata o comunque fortemente influenzata dagli avvenimenti degli ultimi anni: tra spinte verso investimenti in diamanti, operazioni baciate e chi più ne ha più ne metta. È evidente come tutto ciò abbia compromesso la fiducia verso gli istituti bancari e la loro attività di consulenza: le note vicende che hanno investito il settore bancario e finanziario hanno mostrato tutte le carenze, asimmetrie, nonché spesso vere scorrettezze nell’informativa ai clienti in tema di investimenti.Per arginare il problema, al posto di tentare di riacquistare la fiducia dei clienti, ora le banche adottano decisioni arbitrarie e unilaterali, come la chiusura del conto o, in questo caso, un aumento per tutti i correntisti. Una politica a nostro avviso fortemente lesiva dei diritti dei cittadini, che conferma il nostro timore di una vera e propria ipotesi di cartello da parte degli istituti. Stavolta, infatti, è il turno di Unicredit, ma non vorremmo che siano anche altri istituti si stiano muovendo in tale direzione.Invieremo ulteriori aggiornamenti alle segnalazioni già recapitate a Antistrust, Banca d’Italia e Consob e valuteremo ulteriori azioni a tutela dei risparmiatori. Intanto invitiamo tutti i cittadini interessati da tali aumenti o da pratiche tese a spingerli forzatamente verso gli investimenti ad inviarci le loro segnalazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Esodo dei carabinieri verso le regioni del Sud

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

By Fornicola Michele il paventato esodo non può essere l’alibi per impedire ancora qualunque tentativo di delimitare il potere discrezionale in materia di ricongiungimento familiare.Se un carabiniere coniugato/convivente abita in località diversa dalla Sede di servizio ma non riesce a raggiungere il reparto di appartenenza entro un’ora, è costretto a rinunciare all’unità familiare, perché è obbligato a dimorare nella Sede di servizio. Il legislatore, nel tentativo di agevolare la ricomposizione delimitando questo “potere discrezionale in materia di impiego”, ha cercato di fissare dei diritti anche per i Carabinieri che aspirano ad una diversa sede di impiego (avvicinamento), ma è dovuto arretrare per i timori rappresentati dal Comando Generale. Argomenti che appaiono pretestuosi, visto che i legittimi interessi a dimorare in località diversa dalla Sede di servizio, le legittime aspettative dei Carabinieri, ancora troppo spesso soffrono, anche a livello locale, in termini di effettività e concretezza. Diversamente da quanto rappresentato dal Comando Generale, troppo spesso le istanze per un avvicinamento al coniuge/convivente, senza deregionalizzazione, appaiono contemperate in maniera NON adeguata, ed i riflessi negativi, nella concreta trattazione della materia, esporrebbe i Carabinieri in modo da diminuire la loro sicurezza (itinere).Il compendio del 2017 a firma del Comandante Generale ha tentato di svolgere una funzione di tutela del personale ma, nella realtà, l’applicazione poco impegnativa delle disposizioni generali dimostrerebbe, al livello locale, che la forma spesso non è sostanza e non giustificherebbe la compatibilità della posizione di impiego vincolata anche alla permanenza, rispetto il maggior valore del “ricongiungimento familiare” sotteso alla legittima domanda di trasferimento, allo scopo di poter così costituire il nucleo familiare con la propria compagna convivente nella medesima unità abitativa e, in questo modo, riducendo notevolmente l’impegno economico, affitto, e le spese di viaggio di oltre 100 chilometri e viceversa, per recarsi sul posto di lavoro. Michele FORNICOLA delegato CoBaR CC Lombardia

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

After Geneva, direction Shanghai for the second phase of Watches and Wonders!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

As Geneva prepares to close the doors of the largest watch event ever held online, it’s en route for China and part two of Watches and Wonders, in person. Starting tomorrow, 19 exhibiting brands will be at the West Bund Art Center for Watches and Wonders Shanghai, April 14-18, 2021, for what promise to be five exhilarating days, as much for the prestigious exhibitor line-up as for the multitude of activities and highlights on offer. New releases, previews, celebrities, talks, the LAB innovation space as well as workbench demonstrations will continue throughout the week to make this an unmissable event: as dynamic, inventive and creative as the industry it represents! After a week navigating the watchesandwonders.com digital platform, the Watches and Wonders adventure continues in China. From April 14 to 18, the West Bund Art Center in Shanghai becomes the venue for an ambitious and wide-ranging program. With full safety measures in place, Watches and Wonders Shanghai will welcome professionals – media, retailers and select guests – for the first two days before opening to the public by invitation only: the opportunity for the visitors to immerse themselves in watchmaking excellence and discover, in the metal, the latest releases as well as trends for 2021, thanks to a lively five-day program. Throughout the five days, Watches and Wonders Shanghai will keep up a brisk pace of activities focused on watchmaking culture and learning: pierce a watchmaker’s secrets by assembling a mechanical movement, admire the craftsman’s seasoned hand at workshops, delve into new technologies and innovations at the LAB with IWC Schaffhausen, Jaeger-LeCoultre and Montblanc, understand the challenges and trends in the industry at talks or panels, and more.To further its China digitalization and empower new online-to-offline consumption experience, Watches and Wonders will collaborate with the most powerful Tmall campaign, Tmall Super Brand Day this April. During this collaboration, each participating brand will offer unique experiences and exclusive offers on Tmall Luxury Pavillion. This unprecedented collaboration featuring 11 of the world’s leading Swiss watch brands is seen as a robust offering of digitalization for the luxury sector; an intense and informative experience for all watch enthusiasts. On April 15, renowned guest influencer Austin Li will host three hours of live streaming and present 11 exclusive, pre-selected watches to an audience of several million followers.At the end of this extraordinary day, 1,000 drones will take to the skies above Shanghai for a Watches and Wonders sound and light choreography, shown live on streaming platforms and social media. This will be the climax of a week devoted to excellence in watchmaking: yours to experience from tomorrow in Shanghai and around the world with the hashtag #watchesandwonders2021. More information at watchesandwonders.com

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »