Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Scuola: Trasferimenti, il docente con genitore disabile ha sempre la precedenza

Posted by fidest press agency su domenica, 18 aprile 2021

L’assistenza ad un genitore non cambia in base alla regione dove si lavora. È questa la linea condotta dai legali che hanno operato per Anief – Emilio Magro, Walter Miceli e Fabio Ganci – nel ricorso prodotto al giudice del lavoro da una docente per il suo mancato trasferimento utile ad assistere la madre disabile: gli avvocati hanno spiegato al giudice che il mancato trasferimento richiesto non era previsto dal C.C.N.I., che non prevedeva alcuna precedenza nei trasferimenti interprovinciali per l’assistenza dei genitori portatori di handicap con connotazione di gravità. Hanno quindi contestato che il trasferimento è stato invece ottenuto da diversi docenti senza alcun titolo di precedenza, o in possesso di una non meglio specificata precedenza. Inoltre, hanno ricordato che il CCNI 2019/20 dispone in maniera discriminatoria ed illegittima, che i trasferimenti provinciali precedano quelli interprovinciali. Infine, che nella provincia siciliana richiesta dalla docente esistevano numerosi posti disponibili che non erano stati messi a disposizione per la mobilità.Nella risoluzione della controversia, il giudice ha richiamato la normativa di riferimento, ossia la Legge n. 104 del 1992, la quale prevede che la Repubblica garantisce il pieno rispetto della dignità umana ed i diritti di libertà della persona con disabilità e ne promuove la piena integrazione nella famiglia, nella scuola, nel lavoro e nella società (art. 1, lett. a). E che nell’ambito degli scopi prefissati dalla stessa legge sono previste particolari agevolazione, che rappresentano forme di intervento assistenziali riconosciute ai portatori di handicap, direttamente o indirettamente. In particolare, ha scritto il giudice, l’art. 33, c. 5, L. 104/1992 prevede che il lavoratore dipendente, pubblico o privato, che assiste persona disabile in situazione di gravità, coniuge, parente o affine entro il secondo grado “ha diritto a scegliere, ove possibile, la sede di lavoro più vicina al domicilio della persona da assistere e non può essere trasferito senza il suo consenso ad altra sede”.Alla docente si legge nella sentenza del Tribunale “non è stato riconosciuto alla ricorrente il diritto di precedenza per assistenza al disabile, riconoscendo il CCNI applicabile tale diritto solo nell’ambito dei trasferimenti provinciali. Tale assunto risulta infondato e non può essere condiviso”. Pertanto, è stata reputata “illegittima la clausola che limita l’applicabilità del diritto di precedenza solo ad alcune tipologie di trasferimento, con la conseguenza – ha concluso il giudice ordinario – che va riconosciuta alla ricorrente la precedenza, risultando comprovato dalla documentazione prodotta, che la predetta assiste in via esclusiva e con continuità la madre portatrice di handicap grave”.In conclusione, per il giudice va “riconosciuto il diritto della ricorrente al trasferimento in una sede ricompresa nella provincia” richiesta “secondo l’ordine di preferenze indicato nella domanda”, anche perché è stato appurato che in quella stessa provincia i posti vacanti sono stati affidati “a docenti aventi punteggio inferiore a quello posseduto dalla ricorrente”. Pertanto, il Tribunale “riconosce il diritto della ricorrente al trasferimento presso la sede” richiesta e “condanna l’amministrazione resistente al pagamento delle spese di lite che si liquidano in euro 4.050,00 oltre spese generali iva e cpa con distrazione ex art. 93 c.p.c.”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: