Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Scuola: Record di posti vacanti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 luglio 2021

Il Parlamento ha tra le mani le sorti della scuola italiana. Ne è convinto Marcello Pacifico presidente nazionale Anief, nei giorni scorsi eletto anche come presidente per i prossimi 4 anni dell’Accademia della Cesi, la Confederazione europea rappresentativa di oltre cinque milioni di lavoratori europei. “Siamo all’assurdo perché abbiamo la possibilità di assorbire in ruolo il personale che ciclicamente, ogni anno, viene utilizzato come supplente: lo stesso personale, con titoli, che lo Stato ha selezionato, formato e specializzato, ma che per motivi ideologici e blocchi normativi continuiamo a tenere nel limbo. Eppure la Direttiva Ue 1999/70/CE parla chiaro: il personale degli Stati membri non può essere assunto e licenziato di continuo, dopo 36 mesi va assorbito nei ruolo. Una posizione ribadita qualche mese fa dal Comitato europeo per i diritti sociali, che ha accolto il nostro ricorso 146/2017 proprio sull’abuso di precariato e per attuare l’assorbimento automatico nei ruoli dopo aver raggiunto una certa soglia di supplenze”. “In Italia – continua Pacifico – viviamo una situazione che non ha eguali in nessun Paese dell’Unione europea. A maggio la situazione sembrava che si fosse sbloccata, con il Patto per la Scuola che assieme agli altri sindacati rappresentativi abbiamo sottoscritto a Palazzo Chigi con l’assenso del ministro Patrizio Bianchi. Poi, però, subito dopo il Decreto Legge 73/2021 ha sovvertito tutto, prevedendo solo una piccola parte di docenti da Gps e senza attuare alcun reclutamento urgente per le altre categorie. Rimane, è vero, una speranza: quella che dalla discussione del DL Sostegni-bis entrata nel vivo in questi giorni scaturisca un assenso rispetto agli emendamenti presentati, con apertura delle assunzioni anche da seconda fascia Gps, con TFA-PAS straordinario, immissione in ruolo del dirigenti scolastici vincitori, anche con riserva, dei concorsi già svolti, con l’assorbimento dei facenti funzioni Dsga, con l’avvio rapido di corsi abilitanti, una sessione riservata per i precari storici di religione cattolica ed educatori, e di concorsi veloci per tutte le classi di concorso. E con la procedura automatica in ruolo per tutte le professionalità Ata che hanno svolto 24 mesi, che contano orami quasi 30.000 posti liberi”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: