Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

La liquirizia: un alleato per la salute della cavità orale

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2021

By Eugenia Gallo. Recentemente i benefici della liquirizia nelle malattie orali sono stati di grande interesse. Considerando l’emergere di agenti patogeni resistenti a più farmaci c’è un urgente bisogno di sviluppare nuovi composti antimicrobici che siano sicuri ed efficaci. Gli estratti di liquirizia e gli ingredienti bioattivi della liquirizia come la glabridina, la licoricidina, il licorisoflavano A, il licochalcone A e la glicirrizina hanno mostrato effetti benefici nella prevenzione e nel trattamento delle malattie orali. Questo articolo mira a rivedere, riassumere ed evidenziare i risultati degli studi clinici, case reports e revisioni della letteratura che hanno studiato i potenziali effetti benefici della liquirizia e dei suoi componenti come modalità di prevenzione e trattamento delle malattie orali come la carie dentale, la parodontite, la gengivite, la candidosi, l’ulcera aftosa ricorrente e il cancro orale e il suo uso come medicinale canalare. Recentemente, la liquirizia è stata ampiamente studiata per le sue proprietà anticarie. C’è una quantità considerevole di dati che affermano che la liquirizia è efficace come agente anticarie, per le sue proprietà antinfiammatorie, antiadesive e antimicrobiche. Sulla candidosi orale, gli studi suggeriscono che la liquirizia può essere un’utile alternativa terapeutica. I suoi componenti isoflavani, licoricidin e licoriso-flavan A, hanno dimostrato di avere un effetto inibitorio sulla crescita, la produzione di composti volatili solforati (VSC) e l’attività proteasica di P. gingivalis, controllando così l’alitosi. Nella paradontite è stato suggerito che la glabridina può essere usata per prevenire l’osteoclastogenesi inibendo l’attivazione indotta dal ligando del fattore nuceare kappa-B che è un fattore importante nel riassorbimento osseo in quanto è coinvolto nella differenziazione degli osteoclasti. Inoltre, la liquirizia è stata anche studiata come medicinale canalare che può prevenire il fallimento delle terapie canalari e portare ad un più alto tasso di successo del trattamento. L’efficacia della liquirizia come irrigante canalare e medicinale per l’eliminazione completa dei microrganismi in particolare contro E. faecalis. sono obiettivi di un trattamento endodontico efficace. Anche i dati ottenuti dagli studi su ulcera aftosa ricorrente e liquirizia ne evidenziano l’effetto curativo. La liquirizia è stata studiata anche come agente chemioterapico per il suo ruolo benefico nella gestione del carcinoma orale a cellule squamose. L’isoliquiritigenina (ISL), un flavonoide isolato dalla liquirizia è un nuovo inibitore dell’angiogenesi tumorale e possiede un grande potenziale terapeutico per il carcinoma adenoidocistico e può essere un potenziale agente chemioterapico. Le utili sostanze fitochimiche della liquirizia hanno dimostrato di avere un immenso potenziale nel trattamento delle malattie orali. Ulteriori studi in vivo dovrebbero essere diretti a esplorare e valutare i benefici terapeutici della liquirizia in odontoiatria.Preena Sidhu el al. Therapeutic benefits of liquorice in dentistry. J Ayurveda Integr Med 2020;11(1):82-88. Doi: 10.1016/j.jaim.2017.12.004 (fonte: Fitoterapia33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: