Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Long-Covid, identificati i principali sintomi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 luglio 2021

Sono 203 i sintomi del long-Covid identificati in uno studio pubblicato sulla rivista EClinicalMedicine e condotto da Athena Akrami, dell’University College di Londra. L’indagine, la più ampia mai condotta, ha coinvolto 3.762 persone con long Covid confermato o sospetto in 56 paesi e ha portato all’identificazione di 203 sintomi, 66 dei quali possono perdurare sette mesi dalla guarigione dall’infezione.Si tratta di disturbi che colpiscono dal distretto respiratorio a quello gastrointestinale, dall’urinario all’endocrino, dal cardiovascolare al muscoloscheletrico fino al neurologico I sintomi più comuni sono affaticamento, malessere dopo uno sforzo fisico o mentale, stato confusionale. Altri sintomi includono allucinazioni visive, tremori, orticaria, cambiamenti del ciclo mestruale, disfunzioni sessuali, tachicardia, problemi di incontinenza, perdita di memoria, visione offuscata, diarrea, tinnito. A destare particolare preoccupazione i sintomi neurologici che hanno riguardato fino all’85% del campione analizzato. “Mal di testa, insonnia, vertigini, nevralgie, alterazioni neuropsichiatriche, tremori, sensibilità ai rumori e alla luce, allucinazioni, acufene, e altri sintomi sensomotori erano tutti comuni, e possono indicare problemi neurologici più grandi che riguardano sia il sistema nervoso centrale che periferico”, ha precisato Akrami.Oltre uno su 5 degli intervistati, il 22%, ha riferito di non essere stati in grado di lavorare – per licenziamento, stato prolungato di malattia, aspettativa o dimissioni – a causa del long-Covid. Il 45% ha richiesto di passare al part-time. “Molti dei reparti post-Covid nel Regno Unito si sono concentrate sulla riabilitazione respiratoria – spiega Akrami. È vero che gran parte dei guariti alle prese con il long-Covid soffre di affanno – conclude – ma hanno anche tutta una serie di altri problemi e sintomi cui i clinici devono rispondere con un approccio più olistico”. (fonte doctor33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: