Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Covid-19, oltre un quarto dei pazienti ha ancora sintomi dopo sei mesi

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 luglio 2021

Secondo uno studio pubblicato su PLOS ONE, che ha interessato la popolazione generale adulta infettata da Covid-19 nel 2020, più di un quarto dei pazienti riferisce di non essersi completamente ripreso dopo un periodo di sei-otto mesi. «Le risposte iniziali della sanità pubblica a Sars-CoV-2 si sono concentrate sulla riduzione del carico acuto di Covid-19, ma un numero crescente di prove indica che l’infezione può anche comportare conseguenze sulla salute fisica e mentale a lungo termine» afferma Milo Puhan, dell’Università di Zurigo, in Svizzera, che ha guidato il gruppo di lavoro.«Queste conseguenze a lungo termine, attualmente denominate “sindrome post-Covid-19” o “long Covid”, sono fonte di crescente preoccupazione per i sistemi sanitari» prosegue l’esperto. I ricercatori hanno reclutato 431 individui che erano risultati positivi per Sars-CoV-2 tra febbraio e agosto 2020 all’interno del sistema di tracciamento dei contatti a Zurigo. Tutti i partecipanti hanno completato un questionario online sulla loro salute dopo un periodo medio di 7,2 mesi dalla diagnosi. I sintomi di Covid-19 erano presenti al momento della diagnosi nell’89% dei partecipanti e il 19% è stato inizialmente ricoverato in ospedale. Complessivamente, il 26% dei partecipanti ha riferito di non essersi completamente ripreso da sei a otto mesi dopo la diagnosi iniziale di Covid-19. Il 55% delle persone ha riportato sintomi di affaticamento, il 25% ha avuto un certo grado di mancanza di respiro e il 26% sintomi di depressione. Una percentuale maggiore di donne e pazienti inizialmente ricoverati ha riferito di non essersi ripresa rispetto ai maschi e ai soggetti non ricoverati, e il 40% di tutti i partecipanti ha riportato di aver effettuato almeno una visita di medico di base correlata a Covid-19 dopo la patologia acuta. Gli autori sostengono che i loro risultati sottolineano la necessità di una pianificazione tempestiva delle risorse e dei servizi offerti ai pazienti per l’assistenza post-Covid-19. «Il nostro studio di coorte ha rilevato che un numero consistente di pazienti ha ancora problemi di salute anche otto mesi dopo la diagnosi di Covid-19, e indica che è necessario offrire un’assistenza su misura per le esigenze delle persone che soffrono di sindrome post-Covid-19» concludono gli autori. (fonte medicinainterna33)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: