Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Una pandemia si può e si deve combattere

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 agosto 2021

By Pier Luigi Ciolli.Le pandemie erano prevedibili da decenni e le nazioni dovevano predisporre i Piani di Emergenza, stoccando i relativi materiali e aggiornando gli elenchi delle persone che erano necessarie per metterli in atto. Al contrario, chi abbiamo pagato a rappresentarci e a preparare e aggiornare il Piano di Emergenza Pandemia non lo ha fatto e NON sono stati sbattuti subito in galera per i morti che potevano evitare nonché non gli hanno confiscato i beni per ristorare lo Stato e i privati che hanno subito enormi perdite economiche. I governi di altre nazioni e l’OMS non si sono subito attivati per contrastare la pandemia (unica eccezione la Repubblica di Cina che non fa parte dell’OMS) ma questo non giustifica chi, in Italia (preposto e pagato), ci ha fatto trovare inermi nel contrastare la pandemia. Anche noi, dal gennaio 2020 abbiamo subito scritto “Pandemia” quando gli altri proseguivano a trattarla come un’epidemia e contestarci tale termine. Abbiamo inviato tempestivamente al Governo, ai parlamentari e al Presidente della Repubblica lettere e relazioni: con analisi e proposte per una soluzione strategica e tattica per individuare il virus, curare i contagiati e far lavorare i non contagiati: nessuna risposta ci è mai pervenuta (documenti consultabili aprendo https://www.coordinamentocamperisti.it/pandemia.php); per informarli che i divieti di spostarci con i propri veicoli non aumenta la pandemia, perché la stessa si attiva con i contatti tra le persone. Pertanto, non servono blocchi alla circolazione dei veicoli mentre è indispensabile spiegare e far rispettare i distanziamenti tra le persone nonché procedere alla sanificazione delle merci (il virus rimane attivo per più giorni sui materiali) e, soprattutto, procedere continuamente all’igiene personale; per spiegare che le mascherine chirurgiche monouso (usa e getta dopo poche ore) non solo non bloccavano il virus ma costituivano un costo milionario sia per l’acquisto sia per lo smaltimento delle centinaia di migliaia di tonnellate, quando invece bastava invitare i cittadini a proteggere gli altri indossando sulla bocca e naso un tessuto (https://anteritalia.org/basta-mascherine-monouso-le-alternative-per-combattere-emergenza-ambientale/). Gli scandali si sono susseguiti e da parte nostra sono state inviate dettagliate istanze alla Procura della Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica (documenti consultabili aprendo https://www.coordinamentocamperisti.it/pandemia.php); inserendo in indirizzo mail e/o PEC le società di grande distribuzione, la soluzione (GUIDAeRITIRA) per evitare le lunghe file ai supermercati ma nessuna risposta ci è mai pervenuta e tantomeno hanno attivato detto semplice sistema per contrastare la pandemia (documenti consultabili aprendo https://www.coordinamentocamperisti.it/pandemia.php).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: