Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Veneto: comparto del latte ancora in difficoltà

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 agosto 2021

La crisi dovuta al Covid ha colpito duro numerosi comparti del settore agricolo, compreso quello del latte, ma fortunatamente le progressive aperture dei canali Horeca (hotel, ristoranti, catering) stanno cominciando a riequilibrare i canali di vendita. Ciò ha favorito una certa stabilità dei prezzi del latte alla stalla, anche se non si tratta ancora di un vero e proprio recupero.Lo riporta Veneto Agricoltura in un suo nuovo report, che prende spunto da un monitoraggio Ismea, dove risulta che i prezzi del latte relativi il primo semestre 2021 segnano per il Veneto una media di 36,2 euro/hl + IVA (34,4 euro/hl + IVA a livello nazionale). In pratica, i valori si accostano a quelli dello scorso anno ma con minori oscillazioni mensili.Le previsioni di un ulteriore miglioramento per il mercato del latte arrivano anche dalla maggior vivacità del mercato mondiale. Infatti, da una parte troviamo un aumento di richiesta di prodotto da parte della Cina e, dall’altra, una minor disponibilità di latte neozelandese, nonché una flessione della produzione da parte dei Paesi europei più lattiferi; aspetti questi che hanno già fatto aumentare il prezzo del latte mediamente del 5%.Quale situazione si prospetta ora per il mercato del latte? Gli allevatori riusciranno a recuperare parte delle quote perdute? Senz’altro nei prossimi mesi la situazione si delineerà con maggior chiarezza, anche se le prospettive rimangono limitate. In agricoltura la capacità di un’azienda di rimanere sul mercato dipende molto dalla sua storia passata, e questo vale anche per le aziende del comparto del latte. Da parte sua, Veneto Agricoltura continuerà a monitorare costantemente il prezzo di liquidazione del latte ai soci delle cooperative lattiero-casearie venete, mostrandosi vicina ai produttori e svolgendo in tal senso un ruolo importante. In questo quadro rientra l’analisi dell’anno 2019, ultimo disponibile dai bilanci depositati, che conferma il 2019 come “un buon anno”, con un rialzo del prezzo medio ponderato sul 2018 di circa il 7%, arrivando a toccare i 48,5 euro/hl (IVA e qualità compresa). Valori, questi, che naturalmente tengono conto delle differenze tra latte di montagna e pianura, tra province e quantitativo conferito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: