Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

WYTH vince il premio Grand Prix Möbius Suisse

Posted by fidest press agency su sabato, 23 ottobre 2021

Lugano. WYTH, suite di prodotti digitali fondata nel 2020 da Samuele Franzini e Mattia Bloise, vince la 25esima edizione del premio Grand Prix Möbius, quest’anno dedicato alla trasformazione digitale delle culture. Il premio è istituito dalla Città di Lugano e dalla Radiotelevisione Svizzera nel 1997, in collaborazione con il Prix Möbius International e con il patrocinio dal 2015 della Fondazione Möbius Lugano per lo sviluppo della cultura digitale.La trasformazione digitale è associata alle “culture” al plurale, che non vanno qui intese in senso antropologico o etnologico, ma piuttosto come tante “sfere culturali” quali possono essere, ad esempio, l’editoria, i media, l’ambiente, la scuola, la scienza, le arti e gli spettacoli, ognuna immersa in un presente difficile da decifrare oltre che proiettata verso un futuro stimolante ma incerto.In questo contesto è stata premiata WYTH come piattaforma di innovazione svizzera di qualità per il digitale, gli eventi e gli spettacoli. La piattaforma rende infatti possibile una relazione di qualità fisica e digitale, valorizzando sia l’evento che la partecipazione individuale. Attiva in tutto il mondo dal 2020, anche sul territorio svizzero WYTH ha avuto la possibilità di partecipare come partner tecnico a diverse manifestazioni culturali tra cui la prima edizione digitale della 52esima edizione di Visions Du Réel e crando una piazza virtuale a Locarno PRO, dedicata ai professionisti della 74ma edizione del Locarno Film Festival. “Il premio Grand Prix Möbius Suisse come piattaforma di innovazione svizzera di qualità per il digitale è per noi motivo di grande orgoglio – ha dichiarato Samuele Franzini, CEO e Founder di WYTH – Infatti, abbiamo creato la nostra piattaforma con l’obiettivo di progettare e produrre prodotti innovativi per far convergere in modalità ibrida esperienze fisiche e digitali. Secondo noi, la ‘trasformazione digitale delle culture’ consiste in un concetto più flessibile di convergenza tra esperienza fisica e digitale, cercando di cogliere e massimizzare la natura e le peculiarità di entrambe le dimensioni”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: